A 20 minuti dall’inizio della stagione 2012, con lo spring training che è volto al termine, è arrivato il momento di capire come si presentano le varie franchigie all’opening day.

1 New York Yankees

Steinbrenner non bada a spese, facendo dei Bronx bombers i soliti favoriti d’obbligo. Superfluo parlare dell’attacco, la cui unica incognita può essere legata alla condizione con cui A-Rod si presenterà ad ottobre. Il ritorno di Pettitte ha impreziosito una rotation già ottima, grazie agli innesti di Kuroda e Pineda. Rimane da verificare se Rivera deciderà di ritirarsi come Posada.

2 Los Angeles Angels

Nettamente la squadra più attiva sui free agent. Basterebbero gli arrivi di C.J. Wilson e Pujols per farne una squadra vincente. Se i vari Wells, Hunter, Weaver, Haren, ecc. faranno il loro, i californiani potranno andare molto lontano.

3 Detroit Tigers

L’ottimo spring training sta mostrando il valore della squadra di Jim Leyland. Un buon monte è guidato dal solito Verlander; ma è l’attacco ad impressionare: Cabrera, V. Martinez, Avila, Peralta, D. Young, solo per fare qualche nome, a cui è stato accostato Prince Fielder.

4 Philadelphia Phillies

Negli ultimi anni hanno dominato senza problemi l’NL east. Alcuni giocatori chiave cominciano ad essere un po’ avanti con gli anni, ma rimangono sempre una sicurezza.

5 Texas Rangers

Due World Series perse consecutive ne fanno ovviamente un top team. Riusciranno a ripetersi anche senza C.J. Wilson?

6 Miami Marlins

Insieme al nuovo stadio e al nuovo manager Ozzie Guillen, è arrivato anche un mercato da big: Zambrano, Buehrle e Reyes, che costringerà Ramirez a spostarsi in terza base.

7 Arizona Diamondbacks

Posto alto a causa di una stagione, quella passata, in cui sono stati una grande sorpresa. Sarà stato un caso o la favola continuerà?

8 Atlanta Braves

Come al solito una squadra solidissima, poco incentrata sui singoli, quanto sulla forza del gruppo, il cui valore aggiunto sono sicuramente i lanciatori.

9 Tampa Bay Rays

Qui lo chiameremmo progetto. Grandi talenti, giovani, che costano poco e rendono molto, sotto la sapiente guida di Joe Maddon.

10 San Francisco Giants

Lo scorso anno non sono riusciti a ripetersi, ma la base è sempre di ottimo livello. Lincecum è intoccabile, il risveglio del “panda” può aprire nuove prospettive, così come il rientro di Posey e l’arrivo di Melky Cabrera.

11 Boston Red Sox

Il fallimento della stagione 2011 ha comportato l’arrivo di Bobby Valentine come nuovo coach. I Red Sox sono sempre una superpotenza, ma forse avranno bisogno di un po’ di tempo per ingranare.

12 Saint Louis Cardinals

Finite due ere vincenti, quella Pujols e più in generale quella La Russa, devono cercare di difendere l’anello, impresa quasi impossibile, ma possiedono abbastanza talento per vincere la loro division.

13 Cincinnati Reds

Madson è l’unica novità degna di nota e non potrà giocare per tutta la stagione, ma la squadra ad oggi rappresenta ancora l’alternativa più credibile ai Cardinals nell’NL central.

14 Los Angeles Dodgers

Joe Torre è la certezza di un gruppo sostanzialmente invariato, capace di giocarsela con tutti, anche grazie ad una division estremamente equilibrata.

15 Toronto Blue Jays

Se fossero in un’altra division potrebbero essere da playoff, ma per fare il salto di qualità nell’AL east bisognerebbe affiancare qualcuno a Bautista.

16 Milwaukee Brewers

La partenza di Fielder pesa troppo per poterli considerare subito competitivi. Per fortuna loro Braun e` stato graziato dalla squalifica per un cavillo tecnico, altrimenti avrebbero potuto dire ben poco in stagione.

17 Washington Nationals

Dopo il buon 2011 e gli arrivi di Gio Gonzalez e Edwin Jackson accanto a Strasburg, sembra finalmente arrivato il momento per superare quota .500 in stagione.

18 Minnesota Twins

A Willingham è stato affidato l’ingrato compito di sostituire Kubel e Cuddyer, ma tutto passa necessariamente attraverso Mauer e Morneau.

19 Cleveland Indians

Una offseason non esaltante, che li dovrebbe far restare sospesi nel limbo.

20 Colorado Rockies

Ceduto Street il monte sembra poco solido per poter portare in alto Tulowitzki & Co.

21 Chicago White Sox

Partiti Buehrle e Quentin la squadra è affidata al nucleo storico. Peavy dovrebbe rientrare nel 2012, ma restano da verificarne le sue condizioni.

22 Pittsburgh Pirates

Ottimi esterni, buon monte e in più è arrivato McGehee come 3B. Devono però riuscire a migliorare, soprattutto nella gestioni dei momenti decisivi.

23 Chicago Cubs

Sarà un’altra stagione dura per i fans del Wrigley Field, le cui speranze, dopo aver cambiato 1B e 3B, sono affidate al giovane Starlin Castro.

24 Oakland Athletics

L’atmosfera è la stessa che accompagnò gli A’s all’inizio dell’ormai celebre stagione 2002. Eppure nonostante la rivoluzione lo spring training ha fatto registrare un record più che positivo. Riuscirà Billy Beane a sorprendere di nuovo?

25 Kansas City Royals

Negli ultimi anni hanno rappresentato il fanalino di coda del’AL central. Hanno a disposizione dei lanciatori interessanti e qualche giovane talento, ma difficilmente riusciranno a scalare la classifica.

26 New York Mets

Troppi problemi per poter pensare ad una stagione positiva. La crisi finanziaria ha portato alla cessione di Reyes. L’unica notizia positiva nel Queens è il rientro di Johan Santana.

27 San Diego Padres

L’opera di ricostruzione, con i relativi addii di Bell e Latos, dovrebbe costringere i Padres all’ultimo posto dell’NL west.

28 Seattle Mariners

Lo spostamento di Ichiro al terzo posto del lineup basta per capire le difficoltà dei Mariners.

29 Baltimore Orioles

Anche nel 2012 sembrano relegati al fondo della classifica, sia per l’opera di rifondazione, che per l’eccessivo divario con gli avversari diretti.

30 Houston Astros

2011 disastroso, la trade deadline ha portato via i giocatori migliori in favore di nuovi giovani prospetti, ma ancora troppo poco per il presente.

Post By Tommaso De Simone (9 Posts)

Connect

Commenta