Una spettacolare immagine della vittoria di Carl Edwards

Una spettacolare immagine della vittoria di Carl Edwards

La gara di sabato scorso ha finalmente stabilito la lista dei piloti all’ interno del Chase. A sorpresa, ben due grandi piloti saranno tagliati fuori: il campione uscente Brad Keselowski e “The Rainbow Warrior” Jeff Gordon.

Il primo ha comandato la gara per oltre 160 giri prima di perdere completamente la testa nella battaglia con l’alfiere di Childress, Kevin Harvick. Successivamente è scomparso nelle retrovie, per ricomparire oltre la quindicesima posizione finale.

Altra storia per il quattro volte campione NASCAR Jeff che, partito in pole con grandi speranze, ha comandato il plotone per una cinquantina di giri, rimanendo in battaglia per una possibile piazza d’onore. Un errore ai pit stop ha visto il Chevrolet 24 perdere addirittura due giri e, nonostante una rimonta d’altri tempi, l’ottavo posto finale non gli è bastato, per un misero punto di scarto.

In ogni modo, sconfitti a parte, c’è anche chi sorride: il tracciato della Virginia ha consegnato a “Cousin” Carl Edwards una vittoria che mancava dal 25 febbraio scorso, quando si aggiudicò il tracciato di Phoenix. Una vittoria che, all’ inizio del Chase a Chicagoland la settimana prossima, gli garantisce 3 punti extra, affiancando Kevin Harvick nella generale.

Il pilota del Missouri ha tenuto a bada uno strepitoso Kurt Busch, relegato al secondo posto sorprendendo tutto il mondo NASCAR ed entrando nella storia. Il suo team satellite con base a Denver, il FURNITURE ROW, diventa la prima squadra ad accedere al Chase con una sola auto in garage.

Il campione 2004 si è mostrato entusiasta del risultato finale: “Abbiamo ottenuto ciò che volevamo e questo secondo posto è un’ ottima rampa di lancio per il Chase, un sogno che si avvera. Ora vado a festeggiare con il mio team che ha lavorato duro durante questi mesi” chiude “The Outlaw” nell’ intervista.

L’anno scorso il Furniture Row, che ha chiuso al 24° posto nella generale, ha visto in Kurt una stella di proporzioni gigantesche che a 35 anni suonati continua a brillare.  Con un campionato vinto alle spalle (2004) e 24 vittorie in carriera, il pilota ed il suo team si prepara a sorprendere nella massima categoria NASCAR.

E’ giunto terzo il malcapitato Ryan Newman, speranzoso fino all’ ultimo di entrare nella post season. Dopo una rimonta spettacolare negli ultimi 30 giri, si ritrovava in testa a caccia della vittoria che poteva salvare il team da una disastrosa stagione. A rovinare tutto ci ha pensato Bowyer a 5 giri dal termine con un testacoda molto dubbio e molto intenzionale, scatenando polemiche apocalittiche.

Il suo compagno di squadra Martin Truex Jr, in quel momento fuori dalla top 12 valida per il Chase, lottava per un solo posto disponibile con Newman, in testa alla prova e la cui vittoria gli avrebbe garantito il pass in post season ai danni di Truex. Così, il settimo piazzamento del pilota del NJ viene salvato ed entra come ultima wildcard per il Chase.

Si ha così l’elenco dei piloti che prenderanno parte al Chase for the Cup: Matt Kenseth, Jimmie Johnson, Kyle Busch, Kevin Harvick, Carl Edwards, Joey Logano, Greg Biffle, Dale Earnhardt jr, Kurt Busch, Kasey Kahne e Martin Truex Jr. Ci sono 5 Chevrolet, 4 Toyota e 3 Ford.

Classifica piloti
1) Matt Kenseth 2015
2) Jimmie Johnson 2012
3) Kyle Busch 2012
4) Kevin Harvick 2006
5) Carl Edwards 2006
6) Joey Logano 2003
7) Greg Biffle 2003
8) Clint Bowyer 2000
9) Dale Earnarhdt Jr. 2000
10) Kurt Busch 2000
11) Kasey Kahne 2000
12) Martin Truex Jr. 2000

Post By Davide Sarti (157 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

3 thoughts on “Richmond: finisce il digiuno di Edwards

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.