tea324242Finita la stagione regolare il mondo della Nascar ha aperto una lunga offseason piena di cambiamenti, novità e sorprese. Tra piloti che arrivano, rinnovano, partono e che cambiano squadra, andiamo a vedere com’è messo il quadro completo dei piloti alla partenza dell’ ennesima Daytona 500 il 23 febbraio prossimo.

Partendo dalle classiche “casacche” rosse di Ganassi, Jamie Mcmurray viene confermato sulla Chevrolet n1 targata Mcdonalds. Nota dolente è invece il colombiano Montoya che dopo 6 anni dice addio a Ganassi e alla Nascar per accasarsi nella Indycar presso Roger Penske.

La sua partenza lascia l’ex campione delle V8 Supercars, Marcos Ambrose come unico straniero del plotone; il suo posto vacante spalanca così le porte al giovane Kyle Larson che correrà tutte le 36 gare.

Altra novità è Il Furniture Row, il team singolo di Denver obbligato a lasciare Kurt Busch dopo una spettacolare stagione, sostituendolo con Martin Truex Jr. l’ex NAPA 56, dopo aver deciso di tagliare le strade con Michael Waltrip a causa dello scandalo di Richmond.

Come già accennato, Kurt Busch ha lasciato la tenuta nera del Furniture Row che lo legava da più di un anno, in un team tutto sommato modesto. La destinazione dell’esperto pilota di Las Vegas è lo Stewart Haas Racing, team di Tony Stewart e Danica Patrick.

Come se non bastasse l’esperienza di Busch, l’aggiunta di Harvick nel team forma un quartetto formidabile da eguagliare il grande Hendrick.Il pilota di Bakerfield lascia così la sua celeberrima tenuta di Childress dopo 12 anni, a bordo di quella Chevrolet 29, in
sostituzione di Earnhardt.

A questo proposito, l’entrata di Austin Dillon in casa Childress sul posto vacante lasciato da Harvick riporta sul palcoscenico il numero 3 di “The Intimidator” per la prima volta dal 2001.

Il nuovo schieramento completo dello Stewart-Haas ha lasciato a piedi “The Rocketman” Newman, che nell’attesa ha trovato subito casa grazie all’ addio del veterano Jeff Burton sul Caterpillar 31 di Childress. Il movimento ha spinto Burton ad un part time presso il
Michael Waltrip Racing, che con il proprietario e “Front Row Joe” Nemecheck “dividerà” l’auto numero 66.

Il Waltrip Racing però, non è infangato di sole brutte notizie: l’addio triste di Truex Jr ed il “ritiro” dell’ eterno secondo Mark Martin, (che sarà collaudatore presso lo Stewart Haas) regalano a Brian Vickers il sedile della Toyota 55 per l’intera stagione, accompagnando Bowyer nella prossima avventura.

Cambiando leggermente discorso parliamo un po’ dei “novellini” di stagione. L’anno scorso i rookies erano ben pochi, mentre quest’anno si avrà un grande afflusso di nuovi nomi. Ai già citati Austin Dillon e Kyle Larson, vanno aggiunti Justin Allgaier con il Phoenix Racing, Cole Whitt e Parker Kligermann provenienti dalla Nationwide saranno compagni di squadra allo Swan Racing per almeno un anno ed infine, la coppia Alex Bowman ed il fratello minore di Martin Truex jr, Ryan al BK Racing, sostituiscono David Reutimann e Travis Kvapil. Infine Michael Mcdowell correrà una ventina di gare il Leavine Family Racing per un solo anno.

Post By Davide Sarti (157 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Commenta