Will Power ha chiuso al vertice la seconda giornata di test collettivi IndyCar sul Barber Motorsports Park. Il campione 2014 ha fatto segnare durante la sessione mattutina il tempo di 1:07.311, precedendo di meno di un decimo Scott Dixon, autore del miglior tempo nel pomeriggio. “Questi nuovi kit aerodinamici producono molto più carico aerodinamico e c’è molto più grip, quindi le macchine sono più veloci da tutte le parti“, ha dichiarato Power. “Penso che un po’ ovunque verranno battuti i record sul giro. Penso che abbiamo trovato delle buone soluzioni per St.Petersburg e per quando torneremo a correre qui il 26 aprile.” Sorprendente terzo il rookie del KV Racing Stefano Coletti. “C’è una grande differenza tra la vecchia auto e quella nuova“, ha detto Coletti. “Ovviamente, c’è molto più carico aerodinamico ed è molto più veloce. Per me era la prima volta su questo circuito e devo dire che mi piace molto questa pista. E’ molto divertente guidare qui, è una pista molto esigente anche dal punto di vista fisico. Abbiamo lavorato su come ottenere il giusto setup di base, così sono potuto restare molto in macchina continuando a spingere.” Alla fine dei test la Chevrolet ha occupato i primi sei posti della graduatoria, con Helio Castroneves quarto, Simon Pagenaud quinto e Sebastien Bourdais, con l’altra vettura del KV Racing, sesto. Ancora una volta il migliore dei piloti Honda è stato Graham Rahal, settimo. “Abbiamo lavorato su un sacco di diverse combinazioni del nostro pacchetto aerodinamico e sono contento dei nostri progressi“, ha dichiarato Rahal a fine giornata.

Questi i tempi alla fine della due giorni di test:

  1. Will Power (C) 123.010mph 1:07.3118s Practice 3 (157 laps)
  2. Scott Dixon (C) 122.849mph 1:07.3996s Practice 4 (162 laps)
  3. Stefano Coletti (C) 122.626mph 1:07.5224s Practice 3 (120 laps)
  4. Helio Castroneves (C) 122.611mph 1:07.5304s Practice 4 (141 laps)
  5. Simon Pagenaud (C) 122.607mph 1:07.5329s Practice 2 (155 laps)
  6. Sebastien Bourdais (C) 122.516mph 1:07.5829s Practice 3 (98 laps)
  7. Graham Rahal (H) 122.448mph 1:07.6203s Practice 4 (149 laps)
  8. Charlie Kimball (C) 122.444mph 1:07.6225s Practice 4 (144 laps)
  9. Juan Pablo Montoya (C) 122.437mph 1:07.6266s Practice 2 (140 laps)
  10. Takuma Sato (H) 122.370mph 1:07.6638s Practice 4 (107 laps)
  11. Josef Newgarden (C) 122.267mph 1:07.7204s Practice 3 (121 laps)
  12. James Hinchcliffe (H) 122.161mph 1:07.7796s Practice 4 (126 laps)
  13. Tony Kanaan (C) 122.109mph 1:07.8081s Practice 4 (148 laps)
  14. Ryan Hunter-Reay (H) 122.035mph 1:07.8494s Practice 2 (87 laps)
  15. Carlos Huertas (H) 121.968mph 1:07.8868s Practice 4 (114 laps)
  16. Carlos Munoz (H) 121.847mph 1:07.9540s Practice 2 (123 laps)
  17. Jack Hawksworth (H) 121.841mph 1:07.9572s Practice 4 (119 laps)
  18. James Jakes (H) 121.720mph 1:08.0252s Practice 4 (118 laps)
  19. Luca Filippi (C) 121.551mph 1:08.1197s Practice 4 (141 laps)
  20. Gabby Chaves (H) 121.431mph 1:08.1868s Practice 4 (138 laps)
  21. Marco Andretti (H) 121.291mph 1:08.2657s Practice 2 (103 laps)
  22. Sage Karam (C) 117.023mph 1:10.7555s Practice 1 (3 laps)
  23. Francesco Dracone (H) 115.591mph 1:11.6317s Practice 4 (118 laps)

Post By Marco Strazzulla (90 Posts)

Sono un grande appassionato di sport americani, in special modo di basket NBA e football NFL, ma soprattutto di automobilismo. Considero la IndyCar la migliore categoria al mondo per spettacolo, sportività e completezza dei piloti. Ho assistito di persona alla 500 Miglia di Indianapolis 2008, uno spettacolo indescrivibile.

Website: → Indycar Italy

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.