Il Podcast dedicato al basket NBA

Puntata speciale: processo a… Kobe Bryant!

Ritorna Carmine “Skittle” D’Amico a far da moderatore nell’ennesimo scontro tra il gialloviola Francesco “Fletcher” Andrianopoli e il biancoverde Riccardo “Bill Russell” Iannaccone.

Argomento del dibattito è l’uomo del momento: il 5 volte Campione NBA Kobe Bryant.

Buon ascolto!

A noi non resta che augurarvi un buon ascolto!

Post By Max Giordan (965 Posts)

Max Giordan segue l'NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996. Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un'unico luogo "virtuale" i tanti appassionati di Sport Americani in Italia. Email: giordan@playitusa.com

Connect

11 thoughts on “Podcast: We’re talkin’ about… Kobe

  1. Interessante davvero. BRAVI!
    mitico nash col furetto ahahahah!!!!!

    Penso che il Kobe del dopo shaq sia stato il giocatore più vicino a Jordan mai esistito e probabilmente ugualmente forte (solo che MJ lo ha fatto per più anni e arrivando fino in fondo). Il problema di Kobe era però il contesto, altrimenti avrebbe vinto come poi ha vinto con gasol da secondo e odom dalla panchina. Anzi, nel 2006 e 2007 avrebbe vinto ancora più facilmente di come pi fatto nel 2009 e 2010.

    Le critiche sul suo egoismo sono banali, anche se ben espresse, ma tali rimangono. Quel Kobe aveva costantemente quella che io chiamo “vena frontale gonfia”. Era sempre sull’orlo della pazzia, perchè lui non si è mai divertito a farne 60 ma a vedere giocare altri a Giugno. Chi conosce un minimo kobe non può non sapere questa piccolo ma elementare particolare.
    Nel 2007, dopo il secondo 1-4 contro nash e i suns voleva scappare e cercare una squadra attorno più forte…e per fortuna pochi mesi dopo ha trovato gasol al posto di brown…..

    In definitiva le critiche su Kobe sono abbastanza sterili perchè alla fine se si critica uno come lui che ha vonto così tanto, allora nessuno si salva. Che sia odioso come persona mi interessa poco, chiedete ai suoi compagni se nei momenti decisivi di una partita non vogliono Kobe al loro fianco.

    In una puntata di nba action odom è stato abbastanza esplicito in tal senso dicendo.

    Anche io che lo adoro alla follia (sono il suo primo tifoso!) lo trovo un po’ scontroso, antipatico, faccia da schiaffi ed avvolte egoista verso i compagni…ma è come uno sputo nell’oceano.

    • Purtroppo quello che lo pone un passo indietro a sua maestà MJ è la sua testa. Jordan era un “bastardo” ma la palla in gara 6 a Kerr libero l’ha data, senza dimenticare Paxon. E in quella occasione la palla la toccarono in 4. Kobe neanche sotto tortura. La differenza per me è tutta lì.

      Il più grande si fidava dei compagni Kobe non sempre.

  2. L’estate è lunga e pare anche l’attesa per rivedere un pò di basket nba temo…

    giusto per rifarmi vivo dico la mia in risposta a Alert70:

    Un passo indietro per quanto riguarda “la testa”?
    Sono daccordo ma non per l’ incapacità di passerla quando c’è un Kerr libero piedi per terra….
    Lo ha fatto con Fisher in G7 contro i Celtics, era nervoso non entrava niente, era sfinito e l’ha pasata … e ha fatto bene. Voglio dire per Mj c’era uno schema che prevedeva l’opzione “passala a Steve che quello sa tirare”, stesso discorso varrebbe per Kobe.
    Ma la differenza non stà li è che uno è e sarà sempre il più grande di tutti i tempi, l’altro no e quella G7
    è li a dimostrare il perchè.

  3. kobe bryant è nella storia di questo sport volente o nolente.
    siamo una generazione a cui piace fare classifiche di chi è più forte di questo o di quello,ma le classifiche non si possono fare tra compagni diversi,ere sportive diverse,avversari diversi e squadre diverse in quegli anni.
    chi può dire che i Bulls contro i Lakers di shaq e kobe avrebbero vinto,e contro san antonio di robinson e duncan?
    ma non possiamo dire neanche il contrario,bisogna parlare di quello che si è visto di fatti certi e per questo,per FATTI CERTI,Kobe Bryant è nell’elite di questi quasi 60 anni di basket nba,per qualcuno sarà nei primi 20,per altri nei primi 10,per me nei primi 5 questo è soggettivo ma è invece oggettivo dire che Kobe Bryant è stato il metro di paragone per la decade appena conclusa come lo è stato MJ per il decennio 90/2000.

    Saluti a tutti

  4. La discussione è coinvolgente. Purtroppo Kobe ha commesso l’unico errore che non avrebbe mai dovuto commettere: intaccare il mito. Di Jordan ce ne sarà solo uno, anche negli occhi dei tifosi, e vedere uno che lo imita in tutto e per tutto (compresa la lingua) dà molto fastidio. E’ come se arriva uno che si mette ad imitare Freddy Mercury o qualsiasi altro mito voi abbiate. Come giocatore Kobe non si discute, è ovviamente uno dei migliori di tutti i tempi, anche se Phil Jackson nel suo libro “The Last Season” lo definì “inallenabile”.

  5. Parto sempre dal presupposto che Kobe è una bestia nel senso positivo del termine. E’ stato il numero uno per anni e oggi rimane tra i primi 3/4.

    L’ho scritto tempo fa ma le sensazioni di impotenza che provavo mentre vedevo MJ e i Bulls non li ho mai provati. Sarà che ero più giovane ma la sensazione era quella che i Bulls e il 23 avessero in canna le cartucce necessarie per battere chiunque. A “confortarmi” c’erano i miei amici americani che la pensavano come me.

    Per me è li la differenza senza contare il rapporto con i compagni.

  6. Shaq avrebbe vinto quei tre titoli con una buona guardia?No, per vincere quei tre titoli avrebbe avuto bisogno di una delle guardie più forti al mondo e all’epoca ce n’erano solo altre tre al livello di Kobe, Iverson, Carter e T-Mac (guardia o ala piccola in questo caso…), quindi è un discorso che lascia il tempo che trova e non sono nemmeno convinto che con un Carter o un Iverson avrebbe vinto quei tre titoli visto che c’era anche da considerare la difesa sull’uomo di Kobe che all’epoca era uno dei migliori difensori sul perimetro, forse T-Mac che reputo l’unico esterno di quel periodo con un potenziale addirittura superiore a quello di Kobe, ma ammesso e non concesso il discorso si potrebbe fare anche a parti invertite, se Duncan al posto di Daniels avesse avuto Kobe nel 2001 finivano 4-0 quelle WFC?Chi andava in finale?Shaq+Daniels o Kobe+Duncan?Io una mezza idea ce l’avrei.Poi che Shaq fosse l’arma principale di quei Lakers non lo metto in dubbio ma spesso sento dire che Shaq avrebbe fatto il three peat anche con una buona guardia, no, Kobe in quel three peat soprattutto nelle serie ad ovest era determinante almeno quanto Shaq.

    Comunque bel podcast, Kobe è così, o lo si ama o lo si odia, è il destino di tutti questi giocatori e lui ogni tanto c’ha messo del suo per farsi odiare, sono però d’accordo con Francesco quando dice che quando si ritirerà la concezione che si avrà di Bryant sarà diversa, viviamo in un’epoca dominata dal web dove se sbagli una partita il giorno dopo ci sono milioni di pseudo analisti che vivisezionano la partita stessa per dimostrare quanti errori ha fatto tizio o caio e questo ha portato alla nascita degli hater

  7. Riguardo al primo 3peat dei Lakers si ricorderà sempre Shaq perchè in quegli anni il suo dominio era incontrastato, per suoi meriti ma anche (e sopratutto) per la mancanza di un qualsiasi competitor nel ruolo.
    Anche ad ovest il massimo dell’opposizione in area era rappresentata dai Kings di Webber (mai veramente sano) e Divac (vecchio), o un Duncan tutto solo a gestire il pitturato … la lega non offriva niente di meglio.

    Sempre nello stesso periodo nel ruolo tra guardia-ala piccola la NBA metteva sulla bilancia giocatori come Iverson, T-Mac, Vince Carter, Allan Houston, Paul Pierce, Michael Finley, Steve Francis, Ray Allen, Jerry Stackhouse e altri minori. La solita schiera di “next-big-thing” alcuni meritevoli altri meno, ma tutti erano degli avversari notevoli e giocatori di livello enorme, lì a competere (nell’immaginario collettivo) per il trono di Jordan.
    Bryant era migliore, ma c’era comunque materiale per mettere in discussione questa cosa, Bryant-McGrady è stato il topic ricorrente nei bar sport di tutto il mondo … si può dire della stessa cosa di Shaq-Olowakandi? Shaq-Dampier? Shaq-Mutombo?

    Ecco perchè di quel 3peat rimarrà nell’immaginario collettivo la sagoma enorme di Shaq piuttosto che Kobe.

  8. si ma Shaq – Duncun?.
    la domanda è… Shaq+Daniels o Kobe+Duncan chi andava in finale?
    Comuqnue io Iverson a giocare con shaq non ce lo vedo proprio.. diverso T-Mac, PIerce,Allen..

    Comuqneu per riallacciarmi ad un vecchio post su Bryant… oggi è negli studi della moglie del mio capo a Radio DJ… chhe invidia..

Commenta