Il tempo di Dwight Howard ad Orlando sta per scadere...

Maggio 2008, gli Orlando Magic concludono la stagione regolare con 52 vittorie e vengono eliminati al secondo turno dei Playoff. Erano ormai 11 stagioni che i Magic non superavano il limite delle 50 W, 11 stagioni che non vincevano la loro Conference, 11 stagioni che non superavano il primo turno ai Playoff , insomma, era dall’ultima apparizione a Disney World del Signor. Shaquille O’Neal che Orlando non entrava nel lotto delle migliori squadre NBA.

Inversione di marcia certamente dovuta all’ingaggio di un buon allenatore come Stan Van Gundy, all’affermazione di Nelson come play di livello, alla crescita di Turkoglu e al quintetto base rivoluzionario composto, per 4/5, da buonissimi tiratori da 3 ma, senza dubbio alcuno, soprattutto alla definitiva esplosione di un altro centro dominante all’ombra dell’Amway Arena , Dwight Howard.

Il prodotto della SW Atlanta Christian Academy si afferma come il miglior centro e miglior difensore della lega, raccoglie cifre stratosferiche e trascina i compagni in quattro annate portentose in Regular Season, sempre sopra le 50W e per tre volte vincitori di Conference.

Nei Playoff le difficoltà son ben maggiori ma, a gran sorpresa, nel 2009 i Magic giungono  alla Finals per la seconda volta nella loro storia, uscendo però sconfitti dai favoriti Lakers.

In queste quattro stagioni i componenti del roster variano per mezzo di improvvisi scambi nel tentativo di portare la squadra a fare il salto di qualità definitivo che la renderebbe una contender credibile. I risultati nei playoff però non arrivano e l’unico che riesce a garantire sempre prestazioni eccezionali è Howard (nonostante qualche defaiance nei momenti clou).

Nel 2011, dopo il disastroso primo turno perso contro Atlanta, Dwight, giustamente dubbioso sulla reale possibilità di vincere un anello in territorio Disney, chiede la cessione.

La richiesta, già destabilizzante di base, è  seguita dalla terribile consapevolezza che il suo contratto preveda soltanto un’ultima stagione prima di diventare Free Agents. Quindi la società si trova di fronte al classico bivio: scambiare il loro giocatore migliore (vedere per credere le statistiche di squadra della scorsa stagione, Howard primo in: punti, rimbalzi, stoppate, rubate!) per non rischiare di perderlo inutilmente a fine contratto oppure tentare di convincerlo a rimanere costruendogli intorno un roster di grande livello?

La lista dei giocatori facenti parte della squadra attualmente parla chiaro: non ci siamo!!

Analizziamo ruolo per ruolo:

-PG: Nelson, Duhon.
Buon playmaker con degno backup ma niente di più. Nelson è spesso soggetto a brutti infortuni che ne rovinano le stagioni e non ha mai veramente convinto del tutto, soprattutto coloro che all’inizio della sua carriera lo comparavano per potenziale a Chris Paul e Deron Willliams.

-SG: J.Richardson, JJ Reddick.
Coppia interessante, titolare da 20 punti fissi a partita in carriera e sesto uomo con tiro da 3 mortifero. Difesa rivedibile per tutti e due.

-SF: Turkoglu, Q.Richardson.
Qui iniziano i problemi seri. Il turco non è più ritornato ai livelli del 2009 e non garantisce più lo stesso apporto di leadership e playmaking. Quentin l’anno scorso ha visto dimezzarsi il suo minutaggio e con esso anche le sue statistiche. Ambedue in parabola discendente.

-PF: Davis, Anderson
Tutti e due abbastanza giovani e futuribili ma nessuno dei due degno, a mio parere, di essere considerato un’ala grande da quintetto base di una contender. Davis giocatore tenace e presente a rimbalzo ma molto sottodimensionato per il ruolo. Anderson perfetto sugli scarichi, buon tiratore da 3, ma poca presenza nel pitturato. Complementari ma deficitari.

-C: Howard, Orton
Di Howard si è già detto tutto, Orton è un giovane dalle potenzialità ancora tutte da scoprire ma destinato a giocare i pochi scampoli di partita in cui Dwight sarà costretto in panchina.

Roster assolutamente lontano dalla perfezione e nettamente inferiore a quelli delle principali contender. Quindi, partendo dal presupposto che, nonostante il taglio di Gilbert Arenas, lo spazio di manovra salariale resta minimo, l’unico modo che la dirigenza dei Magic avrebbe per tentare un miglioramento restano le operazioni di mercato.

Ma il roster attuale è composto da giocatori ultratrentenni con stipendi troppo elevati (Turkoglu, Richardson) e da giovani senza grandi margini di miglioramento (Anderson, Davis), per arrivare ai grandi giocatori serve ben altro.

Per questo, a mio modesto parere, Howard andrebbe scambiato adesso senza rischiare una inutile perdita a fine stagione e cercando di ricavarne il meglio possibile. I rumors su possibili scambi in questo periodo si sono intensificati e le destinazioni più probabili sembrano essere: Nets, Lakers, Bulls.

– New Jersey Nets: inserirebbero nello scambio, come principale contropartita tecnica, Brook Lopez, centro giovane e completissimo offensivamente ma peso morto in difesa. Con lui il gioco dei Magic, basato su un centro difensivo e quattro tiratori verrebbe snaturato pesantemente. In New Jersey Howard andrebbe a formare un’asse play-centro potenzialmente devastante insieme al suo amico Deron Williams che porterebbe New Jersey diritta ai playoff.

– L.A. Lakers: i lacustri utilizzerebbero come principale contropartita Andrew Bynum, altro giovane centro ma con caratteristiche più similari a Dwight. L’apporto difensivo non si può sicuramente considerare comparabile ma Andrew ha ancora ampi margini di crescita che potrebbero fare di lui un All Star e il gioco dei Magic non sarebbe, con lui, del tutto snaturato. A Los Angeles Howard si troverebbe in quintetto insieme a Kobe e (se rimane) Gasol, puntando direttamente alle più alte posizioni (per il titolo mancano un vero play e… Phil Jackson).

– Chicago Bulls: dulcis in fundo la destinazione a mio avviso migliore, Chicago. I Bulls scambierebbero Noah, difensivamente il centro che più si avvicina a Howard dei 3 considerati e si ritroverebbero con un quintetto al limite della perfezione(sempre se nello scambio non debbano inserire qualche altro starter). Howard, Boozer, Deng, Hamilton, Rose e una panchina più che degna farebbero di Chicago, a mio parere, la favorita per il titolo.

In definitiva, dovunque il tre volte miglior difensore dell’NBA deciderà di spostarsi, decreterà la destabilizzazione degli equilibri all’interno della Lega e al doveroso ricalcolo dei ranking pre-stagionali, effetti che solo una stella di prima grandezza può causare.

Post By DeAndre P. (35 Posts)

Connect

33 thoughts on “Orlando Magic: Howard o non Howard?

  1. Bell’articolo! E soprattutto ottimo lo spunto dei Bulls come possibile destinazione di approdo del buon DH12….

    Lo scambio con i Nets non ce lo vedo. Vero è che l’anno venturo a Brooklyn, i nuovi Nets avranno molto più appeal e con un giocatore come Deron Williams deve essere solo un piacere giocare. Però, le altre opzioni non sono certo peggio, anzi:
    1) i Lakers, dove l’arrivo di Howard potrebbe formare dopo dieci anni una nuova coppia guardia-centro, con baricentro spostato questa volta sul n. 24 gialloviola. Se, come dici tu, dovesse rimanere Gasol a quel punto avremmo una front line che per dosaggio tecnico-fisico sarebbe al top della Lega;
    2) i Bulls…. beh, sarebbero semplicemente illegali… Rose, Boozer, Deng, Howard ed Hamilton sarebbero da attentato ai Tori del 1996…. sicuramente da leccarsi i baffi!

    Vedremo come andrà… quel che è certo, anche per me, è la convenienza nella cessione di Howard quest’anno, come fece Denver lo scorso anno con ‘Melo, anche se un po’ mi dispiace pensare a dei Magic nuovamente privi di un super centrone!

  2. Grazie mille!E’ la prima volta che scrivo dovendo entrare così nello specifico, spero di essere andato abbastanza bene. Anche a me dispiace molto per i Magic, gli scorsi anni erano sicuramente una delle mie squadre preferite, ma per gustarmi dei Bulls così ci farei la firma!

  3. Ciao a tutti!!!
    Penso che tutti siamo concordi nel dire che i magic farebbero meglio a cedere DH12 ora e non aspettare che se ne vada a fine stagione.
    i Magic lo cederanno probabilmente, ma lo faranno solo “accoppiato” a Hedo anche perchè è ovvio che cedendo il loro miglior giocatore intendono liberarsi spazio e pesi all’interno del roster.
    Inoltre credo che la trade non possa essere one-one ovvero Howard per Lopez/Noah/Bynum ma debba essera più ampia.
    I LAL oltre a Bynum chi possono cedere? Gasol sarebbe controproducente perchè allora la tua già ridotta all’osso front line sarebbe ancora più risicata e cpmunque ci vorrebbero almeno due mercati dei FA producenti per poter costruire veramente un team da titolo, però tra due anni Kobe quanti anni avrà?Gli altri tradabili chi potrebbero essere?Peace?Blake?Walton? non credo prorpio.
    I Nets offron Lopez e poi? prime scelte? con Howard e D-Will saranno scelte basse e non permetterebbero di ricostruire…Altri giocatori “interessanti” nel roster non ne vedo…
    Capitolo Bulls, Noah può essere il centro della trattativa ma i Bulls hanno anche altri argomenti per convincere i Magic, inoltre possono accorpare Hedo e restare comunque altamente competitivi. Possono cedere Deng oppure Gibson (giovane promettentissimo), mettere Brewer per far quadrare i conti, pacchetti che con Noah potrebbero attrarre i Magic.
    Il team resta competitivo perchè comunque a Rose,Hamilton e Boozer aggiungi Howard e Turkoglu, qualcuno in panca c’è, insomma potrebbero gettare le basi per qualcosa di veramente grosso.
    Purtroppo però a Chicago negli ultimi anni le trade non sono mai andate in porto o a buon fine, sempre li li per chiudere e poi nulla, “temo” che accada la stessa cosa.
    La mia destinazione preferita sono loro e non solo per questioni di tifo..

  4. Ottimo articolo.

    Una considerazione sull’ipotetica trade che può portare Howard ai Bulls. Non credo che Orlando si accontenti del solo Noah. A mio avviso chiederebbe quantomeno l’inserimento di Deng nell’offerta (ed eventualmente di Taj Gibson).

  5. Avete ragione tutti e due!Infatti parlavo solo di principali contro partite tecniche, non sono andato più in la nell’ipotizzare le doverose addizioni. Su Turkoglu non ci avevo proprio pensato, ragionamento giustissimo, senza di lui ad Orlando avrebbero grande spazio di manovra salariale per ricosturuire. Comunque grazie ancora!

  6. L’unica via valida è impostare una trade a tre o più squadre stile quella che stava facendo New Orleans per Paul.
    Io ad esempio darei via volentieri Howard e Turkoglu per prendere Scola, Martin e altri giocatori esattamente come doveva essere sempre per Chris Paul.
    New Jersey sa di avere poco da offrire, nn per nulla prima che i Magic ritirassero momentaneamente Dwight dal mercato avevano coinvolto i Blazers per unire a Lopez il buon Gerald Wallace in direzione Florida.
    Idem per il Lakers e per i Bulls.
    Vedo con piacere che l’approdo di Howard a Chicago vi stuzzicherebbe, ma il giocatore ha detto più volte di nn volerci andare. Chissà poi perchè…

    C’è poco da fare cmq, grazie alle cagate del nostro GM siamo destinati a tornare nel buio per molti anni.
    A quest’ora il taglio di Carter avrebbe liberato ben 18 milioni, avremmo avuto assets scambiabili come Gortat e Pietrus e nn ci sarebbe il contrattone di Hedo.
    Sono sicuro che con Gortat al posto di Kaman, il contrattone tagliabile di VC che liberava subito tutti quei soldi e giovani come Redick, Anderson o buoni giocatori come Bass e Nelson, ecco che CP potevamo anche prenderlo noi.

    Speriamo nei prossimi draft. In passato da li sono arrivati Shaq, Dwight e Chris Webber il cui scambio ci portò Penny Hardaway.
    Torneremo ancora alle finali, sperando che nn debbano passare altri 14 anni come tra il 95 e il 09…

  7. …bell’articolo…complimenti…

    direi che per una eventuale trade a 3 team siamo già “pronti”… Houston e Lakers hanno giocatori scontenti in casa dopo la bocciatura della trade CP3… si organizzano e rimuovono a grandi linee gli stessi giocatori per scambiare DH12… ho provato su “ESPN trade machine” (non so quanto sia affidabile) però dava la trade fattibile in termini di contratti..

    Houston riceve Gasol (19mil)

    Lakers ricevono DH12 (18mil), Scola (8,5mil) e Turkoglu (11mil)

    Magic ridevono Martin (11,5mil) e Bynum (15mil)

    non male direi…

    • la trade è interessante ma non può funzionare se inserisci martin perché i magic hanno già J-rich, jj reddick e wafer..

  8. cioè Gortat, Reddick, Nelson e Carter me li paragoni a Kaman, Gordon, Aminu e prima scelta minnie?cioè tu per ricostruire accetteresti la trade dei magic?

  9. Come già detto da qualcuno in precedenza, howard non va a chicago. Si è detto firmerebbe l estensione con nets lakers e mavs.dallas non ha niente da offrire per cui è da scartare. Rimarrebbero le altre due.

  10. Ziolippo

    Chiaramente Gordon e Aminu sono più futuribili, però Gortat al posto di Kaman e i 18 milioni che ti lasciava libero Carter come base di partenza erano ottimi.
    Inoltre NO ha ancora sul groppone i contratti di Ariza e Okafor, se ne poteva portare via uno dei due in cambio di Reddick e Anderson che sono giovani e possono essere parte importante, anche solo dalla panca, di un team che in futuro vuole diventare una contender.
    Per me sarebbe stata cmq un’offerta valida…

  11. Se Howard non vuole venire a Chicago è un problema suo, non nostro. A parte che se il prezzo per vederlo arrivare deve essere Noah più Deng, beh, mi tengo il Capitano tutta la vita. Discorso diverso se i Magic si accontentassero (e sarebbe comunque un bel accontentarsi) di Gibson e al limite pure Brewer (più ovviamente scelte). Ma tanto sono discorsi sul nulla visto che il bamboccio vuole stare al caldo…

  12. Gibson + Brewer, come no… Un magnifico accontentarsi, direi… Un superbo accontentarsi…
    Deng ha un contratto lungo e oneroso. L’unico pezzo buono che prenderei da Chicago è Noah ma nn basta.
    A questo punto meglio darlo a NJ per il solo Lopez + contorno, almeno sono disposti ad accollarsi Turkoglu, cosa che Chicago nn potrebbe fare…

  13. Buongiorno a tutti, sono un neo iscritto e devo dire che questo sito mi appassiona un sacco.Dunque sono un tifoso dei magic di lunga data e forse,come alcuni di voi, in questo momento sono molto frustrato..Articolo molto interessante, mi trovo d’accordo su questa disamina anche se sarei stato più cattivo nel giudizio per quanto riguarda il playmaker..Duhon è un vero bidone strapagato dall’idiota di Otis (11$x 3) e jameer è sopravvalutato, visto che dal febbraio del 2009 alla finale in cabina di regia c’era Alston e A.johnson con Turkoglu che amministrava . Penso che alla fine di tutto si risolverà con una trade a 3. Houston, Phila,Utah possono rivestire il ruolo di terza squadra con Nets e Lal che si batteranno per avere Dh12. Al di la di tutto spero che l’idiota spinga per avere un’ala piccola atletica promettente ( iguodala?, gay?),un centro e prime scelte. I bulls li taglierei perché i contratti di noah (60 $ x 5) e Boozer (60$ x 4) li trovo francamente esagerati.

    • Grande!!!abbiamo bisogno di sostenitori in questi momenti bui!!

      Però cerca di essere un po’ più moderato! E’ vero, Othis ha fatto scelte davvero opinabili, ma sono convinto (potrei sbagliarmi per carità), che per Natale ci farà un bel regalo…

      Ok, abbandoniamo ogni moderazione sull’argomento Duhon…scandaloso! Ad un certo punto ieri ho sperato si spaccasse un dito perché addirittura Hughes sembrava meglio come play :( (e mi sa che lo è!)

  14. @ TracyMcGrady: Gibson è meglio di tutte le vostre PF, nemmeno di poco, Brewwer a fine stagione scade, abbiamo più scelte di NJ da darvi. Però sul turco e sul suoi contratto hai ragione, vi rimarrebbe comunque sul groppone.

  15. tracymcgrady1

    Sono opinioni ma visto che le intenzioni di NOLA sono quelle di ricostruire insomma….Kaman è in scadenza e, se sano, vale sicuramente Gortat se non di più…Aminu, Gordon sono giovani, futuribili e forti, possono far parte del quintetto di un team che vuole crescere ed in futuro forse anche vincere, inoltre guadagnano poco e ad oggi non ingolfano per niente il cap. E poi la scelta dei T-wolf in un super draft come il prossimo….siamo seri. l’offerta è la migliore possibile, ripeto, gioventù, futuribilitaà e poco peso salariale.
    Nelson? poi? Carter bollito ok in scadenza ma a che ti serve? e poi come dici tu due giocatori che possono far parte della rotazione di un team da titolo o quasi, cosa che NOLA non è ed a breve non sarà. Non mi pare che ai Magic abbiamo fatto cose meravigliose ai PO.

    Capitolo Bulls.
    Posso capire DH12 ma assolutamente non condivido. Per i Magic una trade Noah+Deng+Brewer per Howard+Hedo potrebbe anche andare. Magari meglio Bynum (con tutti i suoi problemi ed il contratto in scadenza) + martin (scaricato per l’ennesima volta e con un contratto in corso mostruoso). Vedremo

  16. Da tifoso Bulls non posso che sperare nella trade che porterà D12 a Chicago.

    Cercando di analizzare le trade proposte a sangue più freddo possibile, è vero, i Bulls hanno da offrire tanto, più di tutti.

    Howard + Turkoglu? Ti do Noah, Deng (non ci perdo neanche troppo prendendo Hedo) e ti do un Gibson che ha un salario basso ma può essere un titolare. Vuoi altro? Prenditi Brewer Watson e tutte le scelte che vuoi. Mi piacerebbe si prendessero Boozer per schierare Gibson titolare ma costa troppo e ovviamente non lo vorranno.

    La trade con LAL con Gasol non regge, Orlando vuole creare spazio salariale e si prende Gasol? Mai nella vita

  17. L’ipotesi di DH a chicago è nei rumors da un pò e parrebbe che la dirigenza dei tori abbia fatto un’offerta concreta ai magic i quali però avrebbero voluto noah, deng e gibson con conseguente rifiuto dei bulls. Suggestiva la coppia rose DH ma non al prezzo di snaturare la squadra…

  18. Noah+Deng+Gibson li cederei moooolto volentieri per Dwight…
    Rose/Hamilton/Turkoglu/Boozer/Howard, abbiamo una contender…certo la panca sarebbe da fare completamente però altro che basi…Inoltre DH coprirebbe le lacune difensive di Booz e già questo non sarebbe male

    • si ma dalla panca chi esce? watson, brewer, korver, scalabrini e asik? così non vai da nessuna parte secondo me. La profondità del roster è stata la forza di chicago l’anno scorso. tieni conto che in questo modo non ci sarebbe spazio di manovra per molti anni a venire con il turco e booz ad ingolfare il cap.

      • Si potrebbe usare l’amnesty? O siamo fuori tempo? Perchè poi la potresti usare sul turco o Booz

  19. può anche essere, ma una coppia Rose + Howard come la vedi come partenza?!?! Aggiungi Boozer ancora abbastanza giovane e senza più l’obbligo di difendere forte visto che non è il suo forte.Hedo? se proprio diventa un problema lo si può amnistiare ma non la vedo una soluzione semplice. Ovvio che per avere un totem del genere devi rinunciare a qualcosa ma di cosa stiamo parlando? Quei due sono giovani, complementari e molto futuribili. io farei il sacrificio ad occhi chiusi. chiaro che nel 2012 non vinci ma per il 2013 puoi essere proprio in prima fila.

  20. Per quest’anno i Bulls n0n la possono più usare, il prossimo potranno farlo. perà una sola volta nei 6 anni (ora 5) quindi o Booz o eventualmente Hedo. Sono dell’idea che Boozer non sia così “scarso” da meritare l’amnesty.

    • non sono sicuro ma credo che su hedo non si possa usare l’amnesty. credo si possa usare solo sui giocatori che erano a roster al momento della firma del nuovo CBA e solo una volta per tutta la durata di quest’ultimo. Su booz si potrebbe usare ma ora come ora una seconda chance glie la darei

  21. Qualcuno potrebbe spiegarmi precisamente una cosa sull’amnesty clause? Non ho capito se tagliando il giocatore dal proprio roster si risparmiano solo i soldi della luxury tax, o oltre a questo si riesce a ricavare spazio all’interno del cap.. Nel caso specifico dei Magic, attualmente Hoopshype mostra che il playroll è pari a 77 $..tuttavia non capisco se da questa somma sono stati sottratti i soldi che arenas avrebbe percepito quest’anno..

  22. Ziolippo

    Se i Magic danno via Howard vanno in modalità ricostruzione.
    Ergo, vale lo stesso discorso che fai per NO, quindi Noah Deng e Gibson a che servono con quei contratti??? Inoltre è gente che prima dell’arrivo di Rose a Chicago concludeva poco, nn sono certo gli uomini su cui rifondare una squadra.
    Come giustamente ricordi, NO per Paul ha preso la prima scelta di Minnie al draft 2012 e questo effettivamente fa la differenza. E’ chiaro che Orlando dovrebbe puntare a scelte per il draft, dove puoi pescare una nuova superstar per il futuro, e a giocatori futuribili.
    Se poi proprio nn fosse possibile ottenere qualcosa di buono in questa direzione e devo optare per giocatori già affermati beh, ripeto, preferisco la trade a 3 che era stata imbastita per Paul e mi porto a casa K. Martin + Scola + un terzo giocatore che nn sarà più un Odom ma qualcosa di simile.
    Nn sono cmq un grande fan dei movimenti stile Denver, che ha mantenuto una buona squadra ma nn certo da titolo ne da prime posizioni della lottery, di conseguenza si resta nel limbo per chissà quanti anni in cerca di una superstar che faccia fare il salto di qualità.
    Meglio qualche anno di inferno, buone scelte al draft e magari peschi il Blake Griffin o il Kevin Durant o il Derrick Rose che ti cambia la vita…

    The Big Sleeper

    Benvenuto tra noi, un nuovo tifoso dei Magic! Tra l’altro è chiaro che il tuo nick si riferisce al mio giocatore simbolo, cioè T-Mac, quindi accoglierti è un doppio piacere.
    L’amnesty clause?
    Applicandola ad un giocatore, questo viene tagliato dal team e il suo contratto scompare dal cap.
    Questo però viene pagato per intero dal club che ha tagliato il giocatore, sottraendo l’importo di un eventuale nuovo contratto con una nuova squadra che il cestista scartato va a firmare in futuro.
    Quando su Hoopshype Salaries vedi il cap dei Magic,devi sottrarre i soldi del contratto di Arenas (Che però restano visibili, in viola, perchè cmq pesano sulle casse del team).
    Attenzione, leggo che qualcuno ha dei dubbi sull’applicazione della clausola: può essere usata solo sui giocatori a roster prima della firma del nuovo CBA!
    In soldoni, se sono Orlando e taglio Turkoglu, ok perchè era a roster prima dello scorso 1 Luglio; se sono Chicago e prendo Howard + Turkoglu nn posso tagliare il turco con l’amnesty perchè l’ho preso in un’operazione di mercato fatta sotto regime del nuovo CBA.

  23. tracymcgrady1
    Ti ringrazio! quindi ,volendo, l’idiota di Smith potrebbe prendere qualche pedina importante..tuttavia le sue mosse mi fanno innervosire sempre di più..dalla finale uno stravolgimento continuo con l ‘apice toccato con la trade con i suns. Riamango sempre dell’idea che il grande problema di orlando è stato il playmaker, Nelson bravo ma non troppo, con i suoi difetti mascherati dalle magie del turco nel 2008 e 2009.

  24. Bell’articolo soprattutto la parte di analisi roster , per quanto riguarda le trade sono un po’ fantasiose in quanto scambi di singoli giocatori come li hai impostati tu non possono essere realistici e soprattutto la fanta formazione che avrebbero i bulls , io sono convinto che Howard debba essere scambiato assolutissimamente ora perchè tenerlo non avrebbe senso perchè farebbe una stagione con poca carica emotiva e proiettato alla prossima da free agent e Orlando non ha una squadra da Finals e se mi devo sbilanciare arriva al max al primo turno poi scambiarlo adesso significherebbe avere la possibilità di non perderlo per niente tra un anno e gettare le basi per un futuro nuovo con gli eventuali scambi di giocatori e con spazio salariale in più , però come sappiamo tutti esiste il problema della palla al piede Turkoglu che di sicuro va nel pacchetto Howard in qualsiasi trade ……….ma chi lo vuole ????? l’amnesty usata con Arenas forse faceva + comodo usata con Hedo e magari Arenas da tenere nel pacchetto Howard !!!!!
    comunque complimenti spero di leggere altri tuoi articoli .

    • @Sir Mitch
      Hai ragione avrei dovuto andare più a fondo nell’analisi degli scambi, mi sono soffermato solo sulla contropartita principale, ma capisco che prendendo in esame anche gli altri giocatori che sarebbero obbligatoriamente finiti nelle trade sarebbe cambiato tutto (in meglio!). Grazie mille per i complimenti, è il primo articolo che scrivo, ne scriverò sicuramente altri prossimamente e cercherò di migliorare!

  25. Non so qual’e il termine ultimo di scadenza per le trade ma probabilmente dh12 rimarrà almeno fino a febbraio ad orlando.. Questo perché una trade del genere non si fa all’ultimo minuto e poi ci deve essere sempre l’ok della NBA…. (eheheheh)
    Inoltre dh12 sta prendendo tempo dato che oggi si tende in una franchigia ad accorpare 2 o 3 superstar. Chi ci da la certezza che i cp3 o i d-wills firmino le relative estensioni? Nessuno.

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.