Jeremy Lamb

Jeremy Lamb

A otto mesi di distanza dalla cessione del loro sesto uomo i Thunder si sono laureati come vincitori della Summer League di Orlando a scapito proprio dei Rockets, l’attuale squadra del Barba James Harden. Una vetrina ideale per il coach Scott Brooks impegnato nella ricerca di punti veloci provenienti dalla panchina.

Orlando è stata l’occasione ideale per testare due nomi da cui Oklahoma City si aspetta tanto: il playmaker Reggie Jackson e la guardia Jeremy Lamb. Entrambi hanno risposto presente trascinando i compagni alla vittoria con prestazioni convincenti e lampi di classe degna per il palcoscenico Nba.

Jackson ha giocato solo due partite per via di un lieve infortunio, però in queste due gare ha messo a segno di media 19.5 punti in 23.5 minuti di utilizzo e tirando con il 54% dal campo confermando i progressi mostrati nei play off quando era sorta la necessità di sostituire l’infortunato Westbrook.

Le notizie più incoraggianti arrivano da Lamb: il prodotto il Connecticut è sceso in campo per quattro sfide producendo 18.8 punti in ben oltre 30 minuti di utilizzo, tenendo sopra il 90% i tiri liberi più un onesto 40% dal campo. Male, come nel corso dell’annata da rookie nelle poche occasioni avute, il tiro da tre fermato a un rivedibile 6 su 22.

Se Jackson già ci aveva fatto intravedere di cosa era capace di fare, Lamb ha gestito parecchi palloni importanti guidando i suoi con 18 punti nella partita vinta contro i Rockets. Il ragazzo di Norcross ha le caratteristiche ideali per essere il nuovo sesto uomo dei Thunder e dovrà confermarsi nelle partite di pre season quando gli avversari saranno di ben altro livello.

Accanto a loro è riuscito a strappare attenzioni pure la dodicesima scelta dell’ultimo draft Steven Adams. Il neozelandese ha tirato con il 60% dal campo marcando 9 punti e 4 rimbalzi di media anche se ciò che potrebbe interessare maggiormente è il potenziale che il ragazzo sembra possedere.

Accusato di essere troppo lento, invece è riuscito a reggere benissimo il ritmo dando un considerevole aiuto in difesa e facendo intravedere parecchio margine su cui lavorare. Difficile che sia un fattore quest’anno, nell’anno prossimo potremmo già riparlare.

Reggie Jackson

Reggie Jackson

Buone le prove del centro Daniel Orton, decisamente dimagrito e con confidenza nei sui tiri, mentre l’atteso Perry Jones III è rimasto a guardare per tutta la competizione a causa di un infortunio. Quindi Thunder vincitori con merito della competizione ed ora a Brooks ed assistenti spetterà il compito di individuare chi tra Lamb e Jackson dovrà prendere in consegna l’eredità del Barba.

L’anno scorso il ruolo è stato coperto adeguatamente da Kevin Martin, quindi indicativamente Lamb sembrerebbe avere le caratteristiche ideali per prendere il posto dato che ha punti e capacità di segnare in svariati modi a condizione che aggiusti il tiro da dietro l’arco.

Jackson è più un passatore che altro, un ragazzo che attacca il ferro ma che sa creare opzioni interessanti per i compagni per cui potrebbe essere ideale quando scendono in campo la second unit.

Il quintetto di partenza dovrebbe rimanere invariato con Westbrook, Sefolosha, Durant, Ibaka e Perkins; ci si attende qualche acquisto per la panchina, specialmente in termini di esperienza dove si è più volte parlato di un ritorno di Dererk Fisher. Molto gradito sarebbe un riscatto del centro Perkins, reduce da un anno disastroso dove ha lasciato il solo Ibaka a lottare sotto i tabelloni.

I Thunder della post Summer League hanno raccolto le certezze che volevano; adesso è il momento di Sam Presti nel trovare i tasselli ideali per rendere la panchina più decisiva. Due li ha in casa, non stiamo parlando di Harden però hanno le caratteristiche per essere parecchio utili alla causa.

Da qui all’inizio della stagione c’è ancora tempo e già in pre season potremmo avere idee molto più chiare riguardo il loro utilizzo. Senza tralasciare Adams che dietro a Collison potrebbe evolvere in fretta offrendo una minaccia in più all’attacco Thunder.

 

Post By Federico Vedovelli (538 Posts)

Student, rugby referee, Carolina Panthers, NCAA Football, NBA, Radio Play.it. Affascinato da Twitter: CamFederico

Connect

One thought on “Oklahoma City Thunder: si riparte da Jackson e Lamb

Commenta