Grande risultato per N.C.State che battendo Georgetown torna alle Sweet 16!

Come nelle ultime 3 apparizioni al Torneo (2011, 2010, 2008), Georgetown non riesce a raggiungere le Sweet Sixteen, sconfitta nonostante fosse sempre favorita alla palla a due.

Questa volta ad approfittarne è North Carolina State, finalmente vincente sotto la guida del nuovo coach Mark Gottfried.

Dopo un buon inizio degli Hoyas che li ha portati anche a +10, con Henry Sims in panchina per problemi di falli si è scatenata la rimonta dei Wolfpack con un parziale di 28-7 che ha completamente ribaltato il risultato. Georgetown è riuscita a riavvicinarsi nel finale, ma il tiro di Jason Clark per il pareggio allo scadere non ha nemmeno raggiunto il ferro.

NC State ha avuto tutto il quintetto base in doppia cifra, guidata da CJ Leslie, CJ Williams e Scott Wood con 14 punti. Tra le file degli Hoyas, Hollis Thompson è stato l’unico a trovare il canestro con continuità (23 punti).

Al prossimo turno NC State affronterà Kansas, che ha superato Purdue non senza difficoltà.

L’azione decisiva è stata la rubata e il layup in contropiede di Elijah Johnson a quaranta secondi dal termine con la propria squadra sotto di un punto. Il doppio errore da tre punti prima di Hummel e poi di Smith ha sancito la vittoria dei Jayhawks. Thomas Robinson è stato costretto a un pessimo 2/12 dalla difesa dei Boilermakers all’interno dell’area, ma a segnare ci hanno pensato Releford e Taylor con 10 punti a testa oltre ai 18 del già citato Johnson.

Per una volta, Kansas è riuscita a scacciare i fantasmi delle varie Bucknell, Bradley, Northern Iowa, VCU e a completare la rimonta dopo essere stata in svantaggio per tutta la gara.

Robbie Hummel chiude il suo sfortunato ciclo universitario a Purdue con 26 punti, 9 rimbalzi e la solita eccellente presenza difensiva.

Buone e cattive notizie per North Carolina. Da una parte abbiamo il ritorno in campo di John Henson e l’ottima prestazione della squadra contro Creighton che è valsa il passaggio alle Sweet Sixteen. Dall’altra l’infortunio di Kendall Marshall, uno dei migliori play della Nazione, oltre i 10 assist di media in questa stagione. Si parla di rottura del polso destro e di operazione imminente, non è ancora chiaro se  e quando Marshall sarà in grado di tornare in campo.

Nella partita di terzo turno contro i Bluejays, vinta abbastanza agilmente, il top scorer è stato proprio Marshall con 18 punti a cui ha aggiunto 11 assist. Il resto l’ha fatto il frontcourt composto da Henson (13), Zeller (11) e Barnes (17). Da questi tre ci si aspetta il passo in avanti in caso di assenza prolungata del play.

A Creighton non è bastato il solo McDermott, autore di 20 punti con 9 rimbalzi.

L’ultima qualificata alle Sweet Sixteen nel Midwest Region è la possibile “Cinderella” Ohio, arrivata fin qui con il seed numero 13. In una gara tra due buone difese, la differenza l’ha fatta lo straordinario 50% da tre punti (9/18) dei Bobcats, che non hanno avuto bisogno di avvicinarsi al ferro segnare. Dall’altra parte invece South Florida ha fatto molta più fatica quando si è affidata al tiro perimetrale, chiudendo con 2/15 per un misero 13%.

40 punti per la coppia Offutt-Cooper con il secondo che ha aggiunto 6 rimbalzi e 7 assist al suo bottino, tra i Bulls Ruud ha fatto la voce grossa a rimbalzo (10) ma non è riuscito a trovare facili conclusioni ma ha chiuso con il 30% (4/12) al tiro per soli 13 punti.

Midwest Region: Sweet Sixteen

Venerdì

#1 North Carolina – #13 Ohio

#2 Kansas – #11 North Carolina State

 

Post By Alberto Doldi (11 Posts)

Connect

Commenta