Per tutti gli appassionati del college football le emozioni non finiscono mai, ogni sabato le sorprese sembrano non finire mai in un continuo cambio di risultati che fanno di questo sport il più bello del mondo, questa appena conclusa è stata la settimana che nel bene e nel male, ha decretato la fine delle speranze per una postseason prestigiosa per alcune squadre (LSU-Florida State-Georgia su tutte) mentre per altre (Alabama-Oregon-Florida-South Carolina-Notre Dame) continua il sogno di un biglietto di sola andata per la finale di Miami il prossimo 7 Gennaio.

#1 Alabama: bye

#2 Oregon: Washington State non può essere definito un avversario degno di nota, attacco e soprattutto Barner in gran forma, secondo molti esperti i Ducks dovrebbero essere più in basso nel ranking.

#3 South Carolina: ditemi chi avrebbe scommesso sui Gamecocks contro un avversario tostissimo come Georgia? In pochi credo, ma con un parziale di 21-0 la squadra di Spurrier ha spaccato la partita in due lasciando l’accoppiata Gurley-Marshall a solo 76 yards.

#4 Florida: era dall’era Tebow che i Gators non erano così in alto nel ranking, contro la corazzata LSU la squadra di Muschamp corre 58 volte lasciando la difesa dei Tigers senza fiato nel secondo tempo.

Geno Smith sempre più candidato per l’Hesiman Trophy

#5 West Virginia: questi Mountaneers sono troppo anche per una squadra in forma come Texas, tantissimi esperti danno Geno Smith come candidato più probabile per l’Heisman Trophy, e con questa forma non potrebbe essere altrimenti

#6 Kansas State: nel derby dello stato contro Kansas di coach Weis era scontato nel risultato, nel gioco e nell’appeal della partita stessa, troppa differenza tra le due squadre.

#7 Notre Dame: annichilita anche Miami che era arrivata a South Bend con intenzioni bellicose, ne esce con le ossa rotte, gli Irish sono tra le squadre più in forma della lega.

#8 Ohio State: i Cornhuskers di coach Bielema hanno tentato lo sgambetto ai ragazzi di Meyer, tornato a casa con 63 punti subito e la sensazione che con questi Buckeyes ci sia poco da fare.

#9 LSU: i Tigers restano una delle squadre a cui è più difficile segnare, ne sa qualcosa Florida che ci mette ¾ di partita per avere ragione della squadra di Miles.

#10 Oregon State: molti addetti ai lavori ammettono senza mezzi termini che i Beavers al decimo posto è una posizione esagerata, specie dopo la risicata vittoria contro una vversario scarsissimo come Washington State.

Ecco la consueta panoramica sule resto del ranking dalla 11 posizione fino alla 25.

#11 USC: vittoria contro Utah grazie alle consuete invenzioni del trio delle meraviglie.

#12 Florida State: una vittoria sulla carta abbordabile contro North Carolina State, si trasforma in una sconfitta che costa a Seminoles non solo l’addio alle prime 10 posizioni, ma anche la chance per una postseason prestigiosa.

#13 Oklahoma: la vittoria contro Texas Tech non tragga in inganno, i Sooners hanno problemi in ogni reparto, difficilmente saranno risolti per la sfida contro Texas.

#14 Georgia: la pesante disfatta contro gli acerrimi rivali di South Carolina costa cara ai Bulldogs.

#15 Texas: Red River Rivalry in arrivo…

#16 Clemson: il totale recupero di Watkins è determinante per le sorti offensive dei Tigers, ma la difesa? Non pervenuta.

#17 Stanford:

#18 Louisville:

#19 Mississippi State: il connubio di una difesa devastante e un attacco con pochi fronzoli ma estremamente efficace, fanno dei Bulldogs una squadra tostissima specialmente in casa.

#20 Rutgers:

#21 Cincinnati:

#22 Texas A&M: vittoria risicata contro Ole Miss, Manzhiel semrep più protagonista della stagione degli Aggies

#23 Louisiana Tech: ecco a voi la sorpresa dell’anno, affrontarli d’ora in avanti sarà un compito arduo

#24 Boise State:

#25 Michigan:

Post By darioambro (62 Posts)

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.