Anche per quest’anno siamo giunti quasi al termine di una stagione che definire emozionante sarbbe quantomeno riduttivo. Con una serie di colpi di scena come nemmeno ad Hollywood dei bei tempi, squadre che avevano il sentiero già tracciato (Oregon, Kansas State su tutte) sono inciampate in ostacoli non certo imprevisti, ma che alla fine hanno lasciato il segno, solo Alabama, che comunque dovrà superare l’ostacolo Georgia nella finale della SEC, pare l’avversaria più degna per affrontare Notre Dame nella finalissima BCS Championship. Sugli Irish sono state versate tonnellate di inchiostro per tutto il campionato, mi parrebbe inutile aggiungere altro, ma molti addetti ai lavori continuano a nutrire dubbi sull’efficacia della fase offensiva della squadra di Kelly, dall’altro lato la difesa, come ha dimostrato nella sfida contro USC, è a questo punto la più efficacie del campionato, avendo proprio con la fase difensiva vinto partite che la vedevano battuta fin dall’inizio (Stanford, USC pur privi di Barkley, Oklahoma), alla fin fine si sono straguadagnati il biglietto per Miami per il 7 Gennaio.

 

la grinta di Te'o porta Notre Dame alla finale#1 Notre Dame (0.997): Ben poco da aggiungere alla squadra che contro ogni pronostico, ha realizzato un sogno che durava dagli anni ’80, quella di giocarsi il diritto a vincere un titolo. Nonostante una difesa modello NFL, la fase offensiva lascia ancora a desiderare, pensare che gli Irish sono sopravvissuti a BYU, e il triplo overtime contro Pittsburgh, non può che lasciare perplessi. 

 

#2 Alabama (0.923): lo shutout sui derelitti Auburn Tigers (che per inciso hanno licenziato Chiznik dopo l’umiliante sconfitta) fa poco testo, ma i ‘Tide hanno un attacco che può far paura a Notre Dame e una difesa che rispetto agli Irish ha ben poco da invidiare, sul loro cammino però c’è un ostacolo grosso come una nave da crociera a nome Georgia sulla fiancata.

 

#3 Georgia (0.891): Come anzidetto i Bulldogs non partono battuti nella sfida contro Alabama che oltre a valere il prestigioso titolo della SEC, vale anche un biglietto di sola andata per la finale contro Notre Dame, con una solidissima difesa e un attacco esplosivo, Georgia è l’avversario peggiore che in questo momento Alabama possa affrontare.

 

#4 Florida (0.888): I ragazzi di Muschamp hanno appreso alla perfezione gli insegnamenti dell’ex DC di Texas: una difesa modello linea Maginot e un attacco che con Driskell in cabina di regia ha trovato la sua quadratura, anche Florida State, così come South Carolina e Texas A&M, sono l’ennesima vittima illustre dei Gators che a dirla tutta non hanno ancora perso le speranze per la finale.

 

#5 Oregon (0,882): Il rammarico per una stagione senza una finale per il titolo che era nelle possibilità di questi Ducks, lascia delusi giocatori e tifosi, con un attacco capace di annientare chiunque, e una difesa a fasi alterne, i Ducks hanno fatto quanto di meglio era nelle loro possibilità, parziale soddisfazione l’aver disintegrato i cugini di Oregon State.

 

#6 Kansas State (0.773): bye

 

#7 LSU (0.735): anche in casa Tigers c’è un una delusione palpabile per aver compromesso la stagione con due sconfitte contro Florida ed Alabama, perchè altrimenti i traguardi per la squadra di Miles potevano essere virtualmente illimitati.

 

#8 Stanford (0.829): Anche i Cardinals sono fra le formazioni che sulla carta poteva avere molte difficoltà di transizione dopo la partenza di Luck, ma coach Shaw ha svolto egregiamente il lavoro per cui è pagato, andando ad un passo da una postseason prestigiosa, solo una risicata sconfitta contro Notre Dame ha vanificato questo obiettivo, adesso contro UCLA è in palio il titolo della PAC 12 che non è una magra consolazione per i Cardinals.

 

#9 Texas A&M (0.686): All’inizio della stagione c’erano molti dubbi sulla scelta della squadra Texana di lasciare la Big 12 ritenuta ormai poco competitiva dopo gli abbandoni di Nebraska e Missouri, per la più prestigiosa ma al contempo impegnativa SEC, e mai scelta si è rivelata più azzeccata sia dal punto di vista economico, ma anche per il reclutamento di giovani talenti. Proprio Manziel, sempre più candidato all’Heisman Trophy, ha mostrato tutto il suo immenso talento contro avversari di tutto rispetto, per gli Aggies il futuro è radioso.

 

#10 South Carolina (0.668): Prima del gravissimo infortunio occorso a Lattimore, i Gamecocks erano in lizza per i primi posti nel ranking grazie ad una solidissima difesa e ad un attacco ben guidato da Connor Shaw, ma pesano al massimo le due sconfitte contro LSU e Florida, un gran peccato perchè un Clowney in questa forma è una rarità.

 

Ecco la consueta panoramica sule resto del ranking dalla 11 posizione fino alla 25.

 

#11 Oklahoma (0.612): Alla fine dei giochi il rischio corso da coach Stoops su quell’ultima giocata per mandare al supplementare contro Oklahoma State con Bell in campo e Jones in panca a fremere come un adolescente, ha dato i suoi frutti vincendo poi la partita all’overtime con una corsa di Clay

 

#12 Nebraska (0.539): imbattuti dal 6 Ottobre, gli Huskers dopo una stagione ricca di soddisfazioni, si giocano tutto nel championship contro Wisconsin, chi la spunterà?

 

#13 Florida State (0.464): Ad inizio stagione i Seminoles venivano dati per favoriti per un posto in prima fila a Miami, ma le cose sono andate diversamente per la squadra di Fisher che ora si gioca una stagione contro Georgia Tech per il titolo della ACC.

 

#14 Clemson (0.457): i Tigers sono annoverati tra la numerosa schiera delle squadre deluse dal finale di stagione, dopo un inizio scoppiettante la squadra di Sweeney si è parsa per strada, un peccato perchè le potenzialità su entrambi i lati della palla sono immense.

 

#15 Oregon State (0.679):

 

#16 UCLA (0.330): Con il completo recupero di Hudley, i Bruins hanno mostrato progressi incredibili su entrambi i lati della palla, al di la di ogni più rosea aspettativa, da annoverare negli annali la vittoria su USC con l’immagine tagliagola di Franklin rivolto ai tifosi di USC.

 

#17 Kent State (0.251): Si avete capito bene, Kent State alla 17#, ma i computer possono anche prendere clamorosi abbagli

 

#18 Texas (0.249):

 

#19 Michigan (0.209): pur perdendo con ben 4 squadre nettamente più forti dei Wolverines, la squadra di Hoke ha ancora tanta strada da fare specie in difesa

 

#20 Boise State (0.203):

 

#21 Northen Illinois (0.203): Jordan Lynch, Jordan Lynch….ah si, dimenticavo Jordan Lynch.

 

#22 Northwestern (0.186):

 

#23 :Oklahoma State (0.164): pesantissima la sconfitta al supplementare contro Oklahoma

 

#24 Utah State (0.117):

 

#25 San Jose State (0,19):

 

 

 

Post By darioambro (62 Posts)

Connect

Commenta