FLORIDA STATE SEMINOLES

Dalvin Cook

Dalvin Cook

Florida State esce da una stagione in cui è arrivata ai primi College Football Playoff della storia ma la vittoria finale non è arrivata e rendendo deludente la scorsa annata. FSU ha regato molti prospetti alla NFL, in primis Jameis Winston, QB che ha fatto parlare di se sia nel bene e nel male e dovrebbe essere una disattenzione in meno. FSU è attesa ad un’annata di ricostruzione ma il talento è talmente tanto che potrebbe comunque rimanere molto in alto.

Jimbo Fisher per prima cosa dovrà valutare il successore di Jameis Winston. Lo scorso anno giocò il Junior Sean Maguire contro Clemson quando la prima scelta del draft fu squalificata. La partita non è stata di alto livello però ad ora è il primo QB in depth ma realmente non si se sarà effettivamente lui lo starter con Texas State. Il reale favorito in realtà dovrebbe essere Everett Golson, transfer da Notre Dame, che con la sua imprevedibilità ed il fatto di aver già alle spalle esperienza da starter potrebbe aiutarlo a conquistare il posto. Le sorprese potrebbero essere JJ Cosentino e Deondre Francois ma dovrebbero veramente fare una estate da freshman clamorosa.

Lo scorso anno la grande sorpresa, fino ad un certo punto, è stato Dalvin Cook. Il RB, recruit 5 stelle, da freshman è stato un vero portento correndo per oltre 1000Y con una media portata di 5.9Y, sensazionale. Quest’anno sarà il punto fermo, se dovesse risolvere i gravi problemi fuori dal campo dato che è in attesa ancora dell’appello per presunta violenza su una donna. In caso non tornasse in campo, Mario Pender sarà pronto a prenderne il posto. Junior che lo scorso anno ha preso un discreto numero di snap e inizialmente dovrebbe essere fondamentale. Attenzione al 5 stelle recruit Jacques Patrick che potrebbe risalire la depth chart lungo la stagione visto il talento importante.

Il parco ricevitori ha visto la partenza dei due leader dello scorso anno, Rashad Greene e Nick O’Leary. FSU ha comunque le spalle coperte e ci si aspettano grandi cose da due sophomore recruit 5 stelle, Travis Rudolph ed Ermon Lane. Il primo soprattutto lo scorso anno si è messo molto in risalto mostrando un talento non indifferente mentre Lane ha fatto un po’ più fatica nell’anno da freshman ma quest’anno ci si aspetta di vederlo protagonista. Jesus Wilson invece sarà il ricevitore nello slot, quello con più esperienza alle spalle e che potrebbe essere più fondamentale di quanto si possa pensare. Kermin Whitfield, Junior, completerà il reparto ricevitore.

Ryan Izzo e Jeremy Kerr, Freshman e Sophomore, saranno i due giocatori che si contenderanno il posto di TE titolare ma entrambi sono due prospetti totalmente da scoprire.
La linea offensiva sarà rinnovata per 4/5 e sostituire i vari Erving, Matias, Jackson sarà veramente difficile. La parte sinistra della linea dovrebbe essere quella più affidabile e forte. Roderick Johnson lo scorso anno ha sostituito Erving quando è stato spostato al centro e ha dato ottime garanzie come LT. Accanto a lui ci sarà Kareem Are, Junior, di cui si parla molto bene ed è reduce da un ottima primavera. Come Centro il posto dovranno giocarselo Ryan Hoefeld e Alec Eberle, il primo ha giocato 4 partite nel ruolo ed è il favorito mentre Eberle è un Redshirt Freshman con grandi attese sin dal recruit. La parte destra della linea vedrà molto probabilmente lo JuCo Chad Mavety, come RT, e Wilson Bell, Sophomore. Entrambi giocatori di discreto potenziale, soprattutto Mavety da cui ci si aspetta uno step-up importante.

La difesa di Charles Kelly l’anno scorso ha fatto molta fatica, dovuta soprattutto ai tantissimi infortuni subiti durante la stagione e quest’anno si ritroveranno pure senza Goldman, Edwards, Williams e Darby che han lasciato per la NFL.
La linea difensiva sarà tutta da ricostruire viste le pesanti partenze. Chris Casher sarà il sostituto naturale di Mario Edwards, un DE molto pesante che potrebbe anche fungere da DT. Nella stagione da Sophomore ha avuto una discreta produzione e ci si aspetta di vedere molto di più quest’anno. Lorenzo Featherston sarà il DE opposto almeno inizialmente ma dovrà guardarsi da Demarcus Walker che nel finale della scorsa stagione ha reso molto bene e potrebbe essere lui a prendersi lo spot. Derrick Nnadi sarà il NT in mezzo alla linea ma dovrebbe dividere gli snap con Derrick Mitchell che possiedono un talento equivalente e dovranno essere loro i primi run stopper del team. Accanto si contenderanno il posto Nile-Lawrence Stample e Giorgio Newberry che per la prima volta avranno un ruolo così importante. A FSU manca quel pass rusher feroce, la difesa sulle corse è potenzialmente ottima, ed in tal senso occhio a Josh Sweat, 11° recruit della nazione che potrebbe dare un impatto sin da subito.

Reggie Northrup e Terrance Smith formeranno la coppia una delle coppie di LB più forti della nazione e dovranno essere loro a prendersi il peso della difesa sulle spalle. Sicurezze sulle corse e pure in copertura riescono a farsi valere. Da loro probabilmente passerà buona parte del peso difensivo del team. Demarcus Walker potremmo vederlo anche come SAM oltre che come DE. Insomma le soluzioni di valore ci sono per i Seminoles.
Le secondarie ritrovano la Safety più forte della nazione, Jalen Ramsey. Lo scorso anno è stato stratosferico, una presenza “in the box” straordinaria, 9.5 stop dietro la LOS e 3 sack, oltre a riuscire a dominare in coverage. Ramsey è una SS che potrebbe fare il CB tranquillamente ed al prossimo Draft dovrebbe essere una top 10 pick. Nate Andrews accanto a lui sarà la FS che sarà fondamentale per la loro Cover 1 e che dovrebbe offrire ottime garanzie. Tyler Hunter potrebbe avere un numero importante di snap come SS se decidessero di spostare Ramsey più spesso come CB, vista la carenza. La situazione CB è abbastanza delicata con praticamente un solo giocatore di ruolo a disposizione, Marquez White, Junior, che dovrebbe essere uno dei CB sull’esterno e dovrebbe essere un pezzo “sicuro”. Jalen Ramsey potrebbe prendere molti snap come CB mentre gente come Lamarcus Brutus, Trey Marshall e Keelin Smith, che non sono propriamente dei CB, potrebbero essere delle soluzioni alternative, magari vedendo una difesa spesso a zona.

Lo Special Team ritrova la sicurezza Roberto Aguayo, Kicker all’anno da Junior che nelle due stagioni precedenti ha dimostrato di essere il miglior K della nazione e quest’anno ci si aspetta che le sue prestazioni non decadano anche perché si giocherà un round importante al prossimo Draft. Cason Beatty invece sarà ancora il Punter che ha dato sempre confortanti prestazioni nelle scorse stagioni con una media di 41Y. I ritorni dovrebbero dividerseli Kermit Whitfield e Jesus Wilson che hanno avuto una discreta media ritorno ma mai sono riusciti a riportare la palla in TD.

FSU vivrà sicuramente una stagione di rebulding però fino ad un certo punto. Jimbo Fisher ha sempre reclutato in maniera importante ed il cambio dei giocatori potrebbe essere sin da subito d’impatto. Ci sono le incognite della Linea Offensiva e dei CB ma c’è troppo talento complessivo per tagliarli fuori dai giochi sin da ora. Partiranno ad inizio anno ancora con i favori dei pronostici ma saranno le trasferte con Georgia Tech e Clemson a dirci di che pasta saranno fatti.

CLEMSON TIGERS

Deshaun Watson

Deshaun Watson

I Tigers di Coach Dabo Swinney sono una delle 5 squadre che nelle ultime 4 stagioni hanno sempre raccolto almeno 10 vittorie nella stagione. Quest’anno ci si aspetta che la “tradizione” non venga a mancare. Clemson dopo un 2014 leggermente deludente ce la si aspetta combattiva più che mai ed alcuni la vedono addirittura Contender per il National Championship.

A livello offensivo la grave perdità sarà quella di Chad Morris, andato a SMU come HC, e la sua assenza potrebbe influenzare molto il livello dell’attacco che è passato sotto le mani di Jeff Scott e Tony Elliot. Fondamentali saranno le condizioni fisiche di Deshaun Watson, lo scorso anno è stato martellato dagli infortuni ma quando il campo l’ha visto ha impressionato, e non poco, mostrando perché fosse un recruit 5 stelle. Se lui girerà come dovrebbe, Clemson in attacco potrebbe essere devastante.
Il Running Game si appogerà spesso sulle gambe di Watson ma sarà sulle spalle soprattutto di Wayne Gallman, recruit 4 stelle del 2013 che nell’annata da Redshirt Freshman ha messo in mostra ottime cose, soprattutto nella partita finale con South Carolina dove ha sfiorato le 200Y corse. CJ Davidson sarà il primo backup e darà qualche snap di respiro a Gallman ma il suo contributo non dovrebbe essere eccessivo.

Il reparto WR si appoggerà soprattutto a due stelle, Mike Williams, Junior, ed Artavis Scott, Sophomore. Il primo lo scorso anno ha mostrato più continuità nelle prestazioni ma è il prototipo del “Big Body” WR ma che abbina anche una tecnica molto interessante. Scott da Freshman ha collezionato numero molto interessanti, fisico da slot WR ma che ha mostrato che potrà giocare nell’out. Germone Hopper e Charone Peake chiuderanno il parco ricevitore trovando anche molto spazio in campo.
Il TE titolare dovrebbe essere Jordan Leggett ma sarà soprattutto utilizzato negli special team o solo in situazioni di corsa, visto il massiccio uso di Spread Option.

La OL lascia qualche perplessità, con la partenza di Isaiah Battle per il Supplemental Draft sarà da rifondare la linea praticamente da capo. Il recruit 5 stelle dell’ultima classe, Mitch Hyatt sarà il LT titolare e avrà il duro compito di proteggere il lato ceco di Watson, le aspettative su di lui sono molte. Eric Mac Lane e Tyrone Crowder dovrebbe essere le due guardie titolari, discreta esperienza alle spalle per entrambi. Ryan Norton sarà il Centro titolare, ed è anche l’uomo con più partite in carriera. Il tackle di destra sarà Joe Gore, che dovrebbe essere una mezza sicurezza.

Il grosso punto interrogativo sarà la difesa sicuramente. Dal 2014 torneranno in campo solo 3 starter e le perdite di gente come Vic Beasley, Grady Jarrett, Stephone Anthony e Robert Smith saranno difficili da digerire. Brent Venables si ritroverà in una situazione simile a quella del 2012 quando arrivò a Clemson ma nel corso degli anni han reclutato bene e pure quest’anno potrebbe mettere in campo una grande difesa.

Shaq Lawson avrà l’arduo compito di dover trascinare la DL, recruit 4 stelle del 2013 che quest’anno è aspettato ad alzare il livello del suo gioco, 3,5 sack l’anno scorso, e diventare il leader della difesa. Opposto a lui il posto dovrebbero giocarselo Kevin Dodd e Martin Aiken, entrambi hanno pochissima esperienza alle spalle e dovrebbe essere una delle battaglie estive più interessanti. In mezzo alla linea però la situazione non migliora, DJ Reader e Carlos Watkins saranno i due titolari con entrambi che sono stati usati più che altro come backup negli scorsi anni. Discreto hype ci sarà su Watkins, 4 stelle recruit che potrebbe essere una delle sorprese della Conference. Christian Wilkins, freshman, tra i top recruit del 2015 è un giocatore da tenere d’occhio dato che il talento è immenso potenzialmente.

BJ Goodson sarà lo SLB e sarà anche l’unico del terzetto che torna dal 2014 come starter. Lui sarà fondamentale per portare leadership ed esperienza, cosa che mancherà la prossima stagione. Ben Boulware sarà promosso a titolare WLB, uno dei giocatori più atletici e carismatici della conference e da lui si aspettano grandi cose. Kellen Jones dovrebbe completare il trio come MLB però potrebbe vedere meno il campo rispetto agli altri due venendo tolto in situazione di Nickel.

Le secondarie riparteranno da due giocatori: Jayron Kearse ed Alexander MacKensie. Il primo è sicuramente l’elemento più talento, Safety fisica e grossa che sa placcare duro e sarà l’elemento portante della secondaria. MacKensie lo scorso anno era il Nickel CB e da lui ci si aspettano grandi cose, CB 5 stelle recruit ed emblema del “shutdown CB”, questa stagione da Junior è atteso a grandi prestazioni. TJ Green sarà la seconda safety, anche lui molto fisico, però potrebbe essere incalzato da Jadar Johnson, altra battaglia estiva molto interessante. L’altro CB invece dovrebbe essere Cordrea Tankersley ma potrebbe essere insediato da Korrin Wiggins, Ryan Carter ed Adrian Barker.

Con la squalifica a tempo indeterminato per ora di Amon Lakip e la perdita di Bradley Pinion lo Special Team troverà alla week 1 due nuovi elementi. Andy Teasdall sarà il nuovo Punter, solo due calci in carriera da un totale di 87 Y. Il Kicker sarà Alex Spence, Redshirt Freshman e avrà un compito molto duro sin da subito.
I ritorni dovrebbero dividerseli Artavis Scott, Hopper e TJ Green, soprattutto l’ultimo avrà un ruolo fondamentale in questa parte di gioco.

La Schedule propone due sfide off conference con Notre Dame e South Carolina molto difficili ma l’ACC è alla portata soprattutto tenendo conto che FSU non è quella degli ultimi due anni e il talento c’è. Tornare ad essere la terza difesa della nazione sarà difficilissimo ma gli uomini per fare bene ci sono. Clemson non deve porsi limiti, i playoff potrebbero essere alla portata. Ovviamente tutto dipenderà da Deshaun Watson.

LOUISIVILLE CARDINALS

Brandon Radcliffe

Brandon Radcliffe

La squadra di Coach Bobby Petrino si propone per essere la terza candidata della Conference. Nel primo anno post Charlie Strong ed in ACC, i Cardinals hanno ben figurato conquistando anche vittorie di prestigio come con Notre Dame, Kentucky e Miami. Quest’anno si presenteranno come prima outsider in caso FSU e Clemson dovessero fallire ed il talento non manca per sorprendere.

La situazione QB della squadra è forse la più incerta dell’intera ACC. L’OC Garrick McGee può contare su ben 3 potenziali starter che lo scorso anno sono scesi in campo mostrando ottime cose. Ovviamente i Cardinals dovranno sperare di non imbattersi con la sventura del 2014 dopo che uno dopo l’altro si sono infortunati tutti i QB. Chi dovrebbe avere maggiori chance di essere starter dovrebbe essere Will Gardner che lo scorso anno ha ben figurato con solo 3 intercetti in 221 passaggi. Il Junior ha pure fatto molto bene quando era back up di Teddy Bridgewater. La maggior esperienza potrebbe portarlo a vincere la battaglia dei QB. Gli altri due candidati sono Reggie Bonafon e Kyle Bolin, entrambi sophomore. Il primo forse è quello con più talento e potenziale e più imprevedibile soprattutto dato che possiede doti da Dual-Threat. Bolin è invece più il classico Pocket Passer e forse è quello con meno speranze. Attenzione a Tyler Ferguson, Junior trasnfer da Penn State, che in primavera ha fatto vedere cose ottime e potrebbe essere l’underdog di questa competizione.

Il reparto RB vedrà l’importante ritorno del RB Jr Brandon Radcliff che lo scorso anno su il leader per yard corse con ben 5.1 a portata. LJ Scott dovrebbe essere l’uomo che gli darà qualche snap di respiro e potrebbe sobbarcarsi anche qualche allineamento come ricevitore. Importante sarà valutare chi sarà il QB, in caso fosse Bonafon il running game potrebbe assumere dimensioni diverse.
Il reparto WR e TE quest’anno sarà totalmente rivoluzionato viste le tante partenze, soprattutto quella del fenomenale DeVante Parker finito ai Dolphins al primo giro.
James Quick quest’anno dovrebbe essere il primo sostituto di Parker e su cui ci sono molte aspettative essendo un 4 stelle recruit. Già da Sophomore ha finito come terzo ricevitore per yard con oltre 500Y, quindi quest’anno ce lo si aspetta giocare con le 1000. Opposto a lui dovrebbe esserci il transfer da UAB Jamari Staples che però ha veramente poca esperienza. A completare il reparto ci saranno Charles Standberry, che potrebbe anche scavalcare Staples, Ja’Quay Williams, transfer da Texas A&M, e Javonte Bagley.

La Offensive Line sarà il vero dilemma e punto di domanda della prossima stagione. Solo il centro Tobijah Hughley tornerà al proprio posto il prossimo anno. L’unico con un po’ di esperienza alle spalle è Aaron Epps, RT Senior che ha giocato sei partite in carriera. Accanto a lui ci sarà Skylar Lacy, Sophomore che ha già visto il campo da Freshman per una partita e che potrebbe potenzialmente essere uno dei leader del team. La parte sinistra è tutta una incognita, il possente Kelby Johnson, Sr, sarà il LT mentre Pedro Sibiea sarà la guardia sinistra, tutti giocatori completamente da valutare.

Todd Grantham e Petrino lo scorso anno avevano già fatto vedere la bontà di questa difesa e quest’anno, nonostante dovranno rimpizziare ben 7 starter, ci si aspetta un reparto di alto livello, soprattutto grazie al Front Seven. Il fronte dispari dei Cardinals ritroverà lo strabiliante Sheldon Rankins, pass rusher strepitoso e run blocker ancora migliore che con un altra stagione superlativa potrebbe trovarsi molto quotato in ottica draft. Pio Vatuveri sarà l’altro DE con ottime capacità contro le corse. DeAngelo Brown sarò il NT mastodontico in mezzo alla linea che avrà il compito di fermare le corse e fare il lavoro sporco per i compagni.

Il reparto LB sarà capitanato dai due ILB Keith Kelsey e James Burges che sono stati fantastici nel 2014 sia quando dovevano scendere sulla LOS sulle corse che quando chiamati in blitz od in copertura. Burges è quello più completo dei due visti anche i diversi intercetti. Sugli esterni invece gli occhi saranno puntati sul transfer da TCU Devonte Fields, pass rusher dall’enorme potenziale che è stato limitato da problemi fuori dal campo ma che è stato anche giocatore dell’anno della BIG12 da Junior. Con Keith Brown sul lato opposto, il recruit migliore dell’era Strong, rischia di comporre una coppia clamorosa e molto temibile per qualsiasi QB.
La secondaria potrebbe essere in grande difficoltà sulla carta ma gli starter verrano rimpiazzati, almeno in parte, da due giocatori dismessi da Georgia, ovvero la SS 5 stelle Josh Harvey-Clemson e dal CB 4 stelle Shaq Wiggins. Entrambi si sono allenati col team nel 2014 e quest’anno sono attesi a prendere in mano la situazione.
La Free Safety dovrebbe vedere la battaglia tra i sophomore Chucky Williams e Cannon Zykiesis, entrambe presenze solo nello special team. L’altro CB invece sarà il Redshirt Freshman Cornelius Sturghill mentre Trumaine Washington dovrebbe partire nel nickel.

John Wallace il prossimo anno se metterà 10 FG diventerà il leader all time di punti e visto il suo passato dovrebbe essere una formalità vista la precisione dei suoi calci. Il punter invece sarà il Senior Joshua Appleby che ha solo qualche punt alle spalle.
I ritorni dovrebbero essere affidati alla coppia Quick – Radcliffe che han sempre mostrato una buona affidabilità.

Louisville potrebbe essere una outsider molto pericolosa. Il loro limite probabilmente sarà lo OL e non sarà di poco conto per le loro ambizioni. La schedule è comunque importante con le sfide con Auburn in apertura e Kentucky in chiusura. Una stagione da 8-9 vittorie è pronosticabile ed in caso di cali di FSU e Clemson potrebbero rientrare per giocarsi la division.

BOSTON COLLEGE GOLDEN EAGLES

Connor Wujciak (90)

Connor Wujciak (90)

Steve Addazio da quando si è insediato a Boston College ha iniziato un processo di crescita molto interessante. Gli Eagles sono reduci da due stagioni molto positive, soprattutto l’ultima dove si è tolta la soddisfazione di battere USC e dare filo da torcere a squadre come Colorado State, Clemson, FSU e perdendo per un nulla il Bowl Game con Penn State. Probabilmente questo 2015 sarà l’anno in cui gli Eagles ci diranno se potranno ambire ad un ruolo da contender nel 2016 per l’ACC.

L’attacco di Todd Fitch dovrà per prima cosa sopperire alla partenza di Tyler Murphy che lo scorso anno è stato a tratti inarrestabile con le sue gambe. Darius Wade dovrebbe essere l’eletto a sostituirlo, anche lui Dual-Threat QB che però ha una grossa incognita, la precisione sui passaggi. Lo scorso anno nei pochi snap in campo ha mostrato una tecnica molto rivedibile e molto passerà da questo.
Il miglior RB dello scorso anno fu Tyler Murphy, tanto per far capire la sua importanza, ma è comunque presente un elemento interessante come John Hilliman, che nell’anno da Freshman ha corso per oltre 800Y e 13 TD e da sophomore ci si aspetta che la sua produzione cresca ancora. Myles Willis, Tyler Rouse e Marcus Outlow dovrebbero prendere una buona serie di snap per far rifiatare Hilliman e cambiare un po’ il ritmo all’attacco. Attenzione pure al WR Sherman Alston che lo scorso anno è stato spesso protagonista di Jet-Sweep o giocate fantasiose.
Il reparto dei WR di ben 3 dei 4 giocatori più produttivi in questa offseason e una serie di Sophomore dovrà prendere la situazione in mano. Charlie Callinan sarà il target principale, big body WR che qualcosina ha mostrato da freshman. Sherman Alston, Sophomore, dovrebbe contendersi il posto con il Senior David Dudeck. Da valutare il rientro dopo un paio di stagioni di Bobby Swigert che prima di passare due anni in infermieria, ben 11 interventi chirurgici, ben prometteva ma sarà molto dura per lui. A Maggio è stato pure dismesso dal programma Dan Crimmins, che era il miglior TE/WR a disposizione e al suo posto dovranno giocarsela dei “no name” come Michael Giacone e Louie Addazio.

Il grosso punto interrogativo sarà la OL che vedrà un solo starter ritornare in campo dal 2014 e sarà la guardia destra Harris Williams all’anno da Senior ma con alle spalle solo 14 partite. Addazio comunque lo stima ed è un giocatore in grado sia da giocare da Centro che da Guardia a seconda delle esigenze. Altri tre ruoli dovrebbero essere già definiti, Dave Bowen, Sr, sarà il LT, Jon Baker, Soph, la LG mentre Frank Taylor toccherà il centro della linea. Hanno tutti in comune una caratteristica, nessuna esperienza da starter. Il ruolo di Tackle di destra dovrebbe vedere la battaglia tra Chris Lindstrom e James Hendren, Freshman e Sophomore, ma a prescindere di chi scenderà in campo dovrebbe essere il punto debole della OL.

Don Brown ritroverà buona parte dei suoi giocatori dello scorso anno e questo sarà fondamentale per porre le basi per una difesa ottima come nel 2014. La base sarà il front seven che offre ottime garanzie mentre le secondarie potrebbero far fatica visto il ricambio di questa offseason. Fondamentali sono i ritorni di Kevin Kavalec e Connor Wujciak. Il primo sarà il pass rusher più tenibile ma è anche uno che contro le corse ci sa fare. Mentre il secondo è un 4 stelle recruit e sarà il NT, ma non è solo un normale NT, è un’arma pericolosa pure in pass rusher e riesce a penetrare facilmente nel backfield penetrare. La linea verrà completata dal solido Truman Gutapfel, che avrà gli oneri di DT 3 technique e che anche lo scorso anno ha mostrato ottime cose, e dal gigante DE Malachi Moore, 6’7 di altezza, che ha mostrato di essere in grado di sovrastare l’avversaria grazie alla sua forza fisica. Nella rotazione potrebbe tornare Mehdi Abesmad, out per infortunio nel 2014, e che potrebbe essere un contribuente di notevole livello.

Il reparto LB ritroverà il secondo placcatore dello scorso anno, ovvero Steven Daniels che è pure l’elemento più esperto e che dovrà essere il leader della difesa. Accanto a lui ci sarà il WLB Mike Strizka che buone cose ha fatto ed in questo sistema difensivo si sposa molto bene. La novità sarà lo SLB Matt Milano che la scorsa stagione ha visto il campo più di qualche volta mostrando flash interessanti. Le secondarie sono il reparto difensivo che più ha patito questa offseason. La buona notizia è che ci sarà Justin Simmons, FS, leader di tackle del team del 2014 e che sarà la presenza costante sul profondo. Accanto a lui dovrebbe esserci uno tra i due Sophomore Christian Lezzer e Cameron Seward, due ragazzi che devono ancora dimostrare se potranno essere elementi presentabili come titolari anche se il secondo aveva discrete attese in uscita dall’high school. John Johnson sarà una delle certezze se rimarrà sano, il CB ha mostrato di essere buono se messo in man-to-man ma dovrà stare lontano dai guai fisici. Kamri Moore dovrebbe essere il CB opposto che ha avuto un ottimo numero di snap pure lo scorso anno mentre nel nickel Isaac Yiadom dovrebbe riuscire a spuntarla agilmente ed essere il terzo CB.

Il Punter e lo specialista per i kickoff sarà Alex Howell che ha mostrato di avere una gamba molto potente. Sui FG invece dovrà giocarsela con Mike Knoll che da Freshman ha mostrato di avere una precisione migliore rispetto al compagno veterano.

Boston College può essere la mina vagante di questa stagione. Tutto passerà se riusciranno a rimpiazzare degnamente Murphy e la OL, riuscissero a farlo potrebbero anche ritrovarsi a fine anno con 8-9 vittorie. L’obbiettivo però per loro è crescere e continuare il processo dei due anni scorsi e magari ritrovare la vittoria nella post season.

NORTH CAROLINA STATE WOLFPACK

Jacoby Brissett

Jacoby Brissett

I Wolfpack come Boston College è uno di quei programmi in ascesa e ricostruzione e dopo un annata da 3-9, lo scorso anno hanno iniziato a mostrare margini di miglioramento conquistando una stagione positiva e la vittoria di un Bowl minore con Central Florida. Coach Doeren dovrà ora dare continuità al progetto per cercare di far rialzare NC State.

L’OC Matt Canada ritroverà il QB Jacoby Brissett che è atteso ad una gran stagione. Alcuni già lo vedono come possibile prospetto da primi due giorni al Draft. Lo scorso anno, a parte la partita con Clemson, ha giocato una signora stagione con 23 TD e solo 5 INT con 2600Y lanciate e oltre 700 corse. Lui sarà la chiave dell’attacco con le sue doti da dual-threat. Lo scorso anno i NC State ha viaggiato con oltre 200Y corse di media a partita e quest’anno ritroveranno i loro due RB migliori, Shadrach Thornton e Matt Dayes che in due hanno combinato per 1500Y e 17TD e saranno fondamentali nel sostenere Brissett e toglierli un po’ di pressione dalle spalle.

Il reparto WR ha visto invece la perdita dei suoi due migliori giocatori, Hines e Valdes-Scantling, e dovrà essere il JR Bra’Lon Cherry a prendere le chiavi in mano del reparto, nonostante sia più un ricevitore da slot. Johnathan Alston dovrebbe essere il ricevitore opposto sull’altro lato del campo mentre Stephen Louis, che è quello forse un po’ più intrigante dovrebbe iniziare come terzo.
Il TE Junior David Grinnage dovrebbe dare ottime garanzie, soprattutto in redzone come big target ma ci si aspetta di vederlo protagonista anche non solo dentro le 20Y avversarie.
L’offseason ha portato la perdita dei due Tackle con con 48 partite da titolari in carriera e ci sarà da lavorare per sopperire alle loro assenze. Le buone notizie è che comunque 3/5 di linea rimarrà invariata e ritroverà il giocatore più esperto, ovvero il Centro Quinton Schooley  che sarà determinante anche quest’anno. Il mastodontico Alex Barr invece potrebbe ritagliarsi il compito sia di RT che di RG, probabilmente verrà posizionato a seconda di come si comporteranno i compagni ma è comunque un ottimo elemento e tra i migliori OL della Conference. Il terzo elemento che tornerà sarà l’espertissimo Joe Thuney, LG, che andrà a costituire un elemento fondamentale soprattutto contro le corse. Uno dei nuovi innesti sarà quasi sicuramente Tony Adams che dovrebbe andare a schierarsi RG affianco a Barr se dovesse essere messo RT. Adams ha comunque 8 partite alle spalle e per lui non sarebbe una novità giocare titolare. La posizione di LT invece sarà molto delicata con due Redshirt Freshman a giocarsi il posto, ovvero Tyler Jones e Will Richardson che si contederanno il posto tutta l’estate ma che potrebbero anche essere il punto debole dell’intera linea.

Anche quest’anno NC State dovrebbe basare la propria difesa base sulla nickel formation che tanto bene ha fatto lo scorso anno sotto la mano del DC Dave Huxtable. La difesa ritrova buona parte dei titolari e questo aiuterà a tenere il livello alto.
La DL ritroverà il DE Mike Rose che lo scorso anno fu un vero portento contro le corse, ben 14 tackle for loss, e 5 sack complessivi. Da lui ci si aspetterà uno step ulteriore in fase di pass rush. BJ Hill è un altro di quei giocatori che ci si aspetta ad un 2015 di livello che che la stagione da Freshman è stata più che positiva come DT rotazionale. Chi invece quest’anno potrebbe iniziare a mantenere le attese del recruit è il DT Kentavius Street che dovrebbe avere la possibilità di essere titolare ed iniziare a produrre. Pharoah McKever dovrebbe essere il DE opposto a Rose, giocatore nell’anno da Sophomore che poco ha fatto da Freshman.

La coppia di LB è già praticamente definita con Jerod Fernandez ed Airius Moore. Entrambi sophomore con il primo che è stato starter già dall’anno da Freshman come MLB con ottimi risultati. Moore invece andrà a sostituire Rodman Noel nel ruolo di WLB, lo scorso il campo lo vide a sprazzi a quest’anno è atteso ad un importante step verso l’alto. Le secondarie invece rimarranno quella della stagione passata  senza nessuna variazione. Hakim Jones sarà il leader del reparto e sarà la FS che si occuperà di coprire tutto il campo. Accanto a lui ci sarà Josh Jones, SS che lo scorso anno ha mostrato ottime mani in fase di intercetto oltre ad essere una presenza essenziale nel box. Il gruppo di CB verrà capitanato dal talentuoso Jack Tocho che nell’anno da sophomore è stato ottimo quando lasciato a marcare il WR a uomo. Opposto a lui partirà Juston Burris che offre discrete garanzie. Il Nickel CB sarà Dravious Wright, Senior, che nonostante l’altezza ha mostrato di essere un giocatore fisico e carismatico. Da segnalare il Sophomore Germaine Pratt che in situazione Dime potrebbe vedere spesso il campo per poi prendere il ruolo di FS nel 2016.

Lo Special Team quest’anno verrà rivoluzionato dato che sia il Punter che il Kicker hanno lasciato, pesante soprattutto l’assenza di Kicklas Sade che è stato All-Time Scorer a NC State. I posti verranno presi da due Freshman, Kyle Bambard come K e AJ Cole come P.
I ritorni potrebbero essere affidati al freshman Maurice Towell, giocatore dalle doti molto elettrizzanti.

NC State possiede un buon potenziale ma probabilmente non è abbastanza per impensierire squadre come Clemson, FSU o Georgia Tech. Le possibilità per fare fastidio ci sono anche grazie ad un Brissett che potrebbe essere difficilmente contenibile a livello offensivo. Coach Doeren comunque ha un gruppo di ragazzi tosti e forti, finire con 7-8 vittorie non è utopistico.

SYRACUSE ORANGE

Ivan Foy

Ivan Foy

Il 2014 degli Orange è stato veramente nero con solo 3 vittorie all’attivo ed una sola in conference con Wake Forest. Dopo un 2013 incoraggiante, il passo indietro dello scorso anno con l’HC Schafer che in questa stagione potrebbe giocare con il fucile puntato alla tempio e saltare a fine stagione.

L’attacco di Tim Lester per prima cosa ritroverà Terrell Hunt, QB che lo scorso anno si è infortunato al perone durante la stagione e quest’anno tornerà sotto al centro. QB Dual-Threat e gli verrà chiesto molto di correre per cercare di rendere l’attacco imprevedibile. Non dovesse rispettare le attese, AJ Long ed Austin WIlson si contenderanno il posto, con il primo che lo scorso anno sostituì proprio Hunt.

Il gioco di corse sarà tutto da ricostruire visto che Prince-Tyson Gulley e Adonis Ameen-Moore hanno lasciato. Saranno Ervin Philips, Sophomore, e uno tra i Junior George Lewis e Devante McFarlane a portare avanti la palla. Mentre Ben Lewis, insieme ad Ashton Broyld,  saranno l’arma fuori dal backfield come lo scorso anno, verranno usati specialmente su screen pass o come valvola di sicurezza sui terzi down. Il reparto WR sarà capitanato dal Sophomore Steve Ishmael dopo che ha mostrato ottime cose nella stagione da Freshman. Quest’anno è atteso ad una grande annata e dovrebbe essere il miglior amico di Hunt. Alvin Cornelius sarà il secondo WR che in primavera ha ben figurato mentre nello slot ci sarà il giocatore più elettrizzante dell’attacco, ovvero Brisly Estime.
Il TE sarà quasi sicuramente Josh Parris, Junior, che oltre ad essere un buon bloccatore ha pure delle discrete mani.

La OL ha visto la perdita del LT Sean Hickey per la NFL che era il giocatore migliore e con più esperienza del reparto. Al suo posto dovrebbe partire chi giocava nel ruolo opposto al suo, Ivan Foy. Nick Robinson sarà la guardia accanto a lui mentre al centro con tutta probabilità ci sarà Rob Trudo che farà la transizione da G. La parte destra della linea è sicuramente quella più sospetta, Aaron Roberts potrebbe essere gettato nella mischia sin da subito da Redshirt freshman ed in parte a lui ci sarà Amari Roberts, Senior con 10 partite alle spalle.

Schafer si è sempre dimostrato un Coach con delle grandi intuizioni difensive e lo scorso anno, nonostante le sconfitte, la difesa ha sempre fatto il suo cercando di sopperire all’attacco. Ma quest’anno la situazione sarà diversa con tutta la difesa che sarà da reinventare praticamente. L’ex TE 4 stelle recruit Ron Thompson sarà il pass rusher principale della squadra. 3 sack e 7 tackle for loss lo scorso anno da Sophomore senza neanche giocare con continuità, un bel biglietto da visita. La perdita del NT Wayne Williams si farà sentire che si è trasferito altrove. Marcus Coleman e John Raymon dovrebbero essere i due starter in mezzo alla linea, entrambi discreti giocatori con una produzione bassa nelle stagioni alle spalle. Opposto a Thompson la lotta sarà tra due giocatori: Luke Arciniega e Donnie Simmons. Il primo potrebbe essere la piccola sorpresa di questa annata.

Il reparto LB vedrà la perdita dei due leader di tackle della passata stagione: Cameron Lynch e Dyshawn Davis. Chi invece tornerà sarà il MLB Zaire Franklin che già da Freshman ha fatto vedere buone cose e quest’anno sarà aspettato ad una crescita ulteriore. Marqez Hodge sarà il WLB accanto lui che ha avuto una discreta produzione la scorsa stagione mentre lo SLB dovrebbe essere uno tra Oliver Virgille e Jonathan Thomas, giocatori comunque non di prima fascia. La secondaria sarà quasi completamente da ricostruire con il solo Julian Whigham ad essere rimasto. CB Senior che ha mostrato discrete capacità in copertura ma che ha anche offerto prestazioni convincenti contro le corse o addirittura come blitzer. Opposto a lui dovrebbe esserci il sophomore Corey Winfield, recruit 3 stelle che da freshman ha visto spesso il campo come nickel CB. Wayne Morgan starà invece nel nickel, visto anche il fisico leggermente più minuto rispetto agli altri due. La coppia di Safety dovrebbe essere già scritta, Antwan Cordy e Chaunchey Scissum. Entrambi sophomore con una esperienza in campo vicino allo zero, sarà arduo per loro dare impatto sin da subito.

Riley Dixon sarà ancora il Punter del team dopo che lo scorso anno ha mostrato buona gamba viaggiando a circa 42Y di media a calcio. Per i Kicker ci si prospetta una estate di battaglie con Cole Murphy e Ryan Norton a contendersi il posto anche se Murphy da Freshman ha mostrato una gamba molto più potente.
I ritorni dovrebbero essere assegnati a Bristly Estime e Devante McFarlane con Ervin Philips che potrebbe scendere in campo magari quando sarà richiesto un ritorno di punt o kickoff di qualità.

Quest’anno gli Orange sono attesi ad una stagione a 6 vittorie ma onestamente è molto molto difficile. In Conference peggio di loro forse solo Wake Forest al momento anche perchè han perso metà squadra praticamente, soprattutto in difesa.
Syracuse vivrà probabilmente una stagione da fanalino di coda sperando di trovare elementi interessanti per il futuro.

WAKE FOREST DEMON DEACONS

Wendell Dunn (14)

Wendell Dunn (14)

Dave Clawson è considerato un mago dei “Rebulding” e la sfida Wake Forest è sicuramente accattivante per lui. Lo scorso anno i Deamon Decons han raccolto solo 3 vittorie ma difficilmente si poteva chiedere di più ad una squadra molto giovane ed inesperta. Sicuramente il fatto che Kevin Johnson sia finito ai Texans a metà primo giro è stata la più grande soddisfazione del team.

L’attacco di Warren Ruggiero si affiderà ancora al QB John Wolford che lo scorso anno da freshman è stato lanciato nella mischia facendo tantissima fatica a dar ritmo all’attacco ed incappando in pessimi errori. Kendall Hilton e Kyle Kearns dietro di lui spingeranno per conquistare il posto in caso dovesse deludere.
Dez Wortham ed Isaiah Robinson saranno i due RB che si divideranno le portate nonostante abbiano caratteristiche molto simili. Lo scorso anno mai però hanno impressionato, tutto altro mostrando una media portata scarsa e mai protagonisti di giocate importanti.
Il reparto WR e TE è probabilmente quello più intrigante. Il go-to-guy dovrebbe essere il TE Cam Serigne che nella stagione da Freshman è stato leader di yard e target, elemento molto interessante. Tyree Harris dovrebbe garantire discrete garanzie come primo ricevitore. Jared Crump e Jonathan Williams dovrebbero inizialmente essere gli altri due ricevitore ma non sarebbe una sorpresa vedere due freshman come Tabari Harris e Cortez Lewis scalare la depth chart.

La Offensive Line lo scorso anno è stata semplicemente disastrosa concedendo sack su sack, non aprendo mai buchi per i RB e venendo dominata da chiunque incontrasse. Il quintetto dovrebbe ripartire da due veterani come Josh Harris, LG, e Dylan Intenmann, RG. Loro due dovrebbe garantire un minimo di competitività al reparto. Altrove c’è il rischio di vedere molti freshman in campo. Phil Haynes potrebbe battere il Jr Will Smith per lo spot di LT. Ryan Anderson ha ottime probabilità di partire Centro da Freshman mentre il tackle di destra vedrà la lotta tra Justin Herron e Nick Luedeke.

La difesa di Coach Mike Elko ha fatto vedere cose discrete a differenza dell’attacco, basti pensare alla partita con Virginia Tech ad esempio. La perdita del miglior giocatore difensivo si farà sentire ma il front seven è molto promettente e potrebbe far vedere cose molto interessanti quest’anno. Wake Forest posside due elementi molto interessanti come lo speed rusher Wendell Dunn ed il DT Josh Banks, Sophomore e Junior, che lo scorso anno ben si sono comportati e che ben fan sperare Clawson per il futuro. Tylor Harris potrebbe il terzo elemento portante della linea, quello con più esperienza e soprattutto adattop a fare il NT. A completare il quartetto ci sarà molto probabilmente un redshirt freshman, ovvero uno tra Rashawn Shaw e Chris Stewart.

Il reparto Linebacker invece è il reparto più forte della squadra e uno dei migliori della Conference. Il MLB sarà Marquel Lee, giocatore dominante contro le corse, ben 12 tackle for loss lo scorso anno, e soprattutto presenza carismatica e importante. Brandon Chubb sarà lo SLB e anche lui lo scorso anno ha scollinato i 100 tackle ma soprattutto è uno che quando deve penetrare nel backfield avversario ci sa fare. Hunter Williams completerà il trio come WLB, giocatore nell’anno da Senior che anche lo scorso anno ha fatto il suo. Rispetto al 2014 il reparto Safety rimarrà invariato con Ryan Javion e Thomas Brown che avranno i ruoli da starter. Javion è soprattutto l’elemento più importante in quanto è stato leader di tackle l’anno scorso oltre ad essere una presenza indispensabile sul profondo. I CB invece saranno tutti da reinventare. Brad Watson dovrebbe essere uno dei titolari mentre il top recruit Dion Austin potrebbe già avere molto spazio nell’outside sin dal suo esordio. Josh Okonye e Jalen Latter completeranno il reparto dei CB ma sicuramente non sono elementi di spicco.

Lo Special team rimarrà invariato, sia il Kicker Mike Weaver che il Punter Alexander Kinal. Il Primo ha mostrato una buona gamba anche da FG abbastanza complicati mentre Weaver ha viaggiato a 43Y di media nonostante sia stato costretto a calciare 81 volte.
John Armstrong e Jared Crump dovrebbero essere gli addetti ai ritorni di kickoff e di punt.

La strada per Wake Forest e Clawson per risalire è ancora molto lunga. La squadra è molto giovane e ha perso tutti i veterani importanti in offseason. Sarà un’altra stagione di transizione dove si cercherà di tirare fuori del talento per le stagioni avvenire. Clawson è comunque un ottimo reclutatore e potremmo vedere delle sorprese a livello individuale ma le vittorie complessive saranno, nel migliore delle ipotesi, non più di 3 o 4.

ALL ACC ATLANTIC TEAM

QB: DeShaun Watson, Clemson

RB: Shadrach Thornton, NC State

RB: Dalvin Cook, FSU

WR: Mike Williams, Clemson

WR: Artavis Scott, Clemson

WR: Travis Rudolph, FSU

TE: Cam Serigne, Wake Forest

T: Roderick Johnson, FSU

G: Eric Mac Lain, Clemson

C: Ryan Norton, Clemson

G: Alex Barr, NC State

T: Ivan Foy, Syracuse

DE: Devonte Fields, Louisville

DT: Connor Wujciak, Boston College

DT: Nile Lawrence-Stample, FSU

DE: Sheldon Rankins, Louisville

OLB: Terrance Smith, FSU

MLB: Brandon Chubb, Wake Forest

OLB: James Burgess, Louisville

CB: Alexander Mackensie, Clemson

CB: Jack Tocho, NC State

S: Jalen Ramsey, FSU

S: Jayson Kearse, Clemson

CB: Shaq Wiggins, Louisville

K: Roberto Aguayo, FSU

P: Alexander Kinal, Wake Forest

 

Post By lucadome (22 Posts)

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.