"Hai già fatto le valigie?"

Al momento mancano gli ultimi dettagli, ma è praticamente fatta: Chris Paul è destinato a lasciare New Orleans per accasarsi a Los Angeles, sponda Lakers!

Lo scambio a 3 porterà Pau Gasol ai Rockets e Lamar Odom, Luis Scola, Kevin Martin e Gordon Dragic agli Hornets!

Insomma, il lockout è finito ma le powerhouse continuano ad accumulare stelle ai danni delle franchigie con mercati e budget minori!

Intanto, anche i Clippers non sono stati a guardare e si sono portati a casa come free agent Caron Butler, in uscita da Dallas, con un contratto da 24 milioni in 3 anni.

Un altro campione del mondo che è free agent, Tyson Chandler, è pure lui dato in partenza in direzione di un’altra power house: i New York Knicks.

Il mercato NBA, insomma, sta per cominciare con una serie di botti non indifferenti, per recuperare il tempo perduto!

Post By Max Giordan (965 Posts)

Max Giordan segue l'NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996. Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un'unico luogo "virtuale" i tanti appassionati di Sport Americani in Italia. Email: giordan@playitusa.com

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

7 thoughts on “NBA – Chris Paul verso i Lakers !

  1. Non mi piace per niente l’andazzo che sta prendendo l’NBA.
    Ma non era una lega democratica dove tutte le franchigie hanno le stesse possibilità di vincere? Invece le cose stanno sempre alla stessa maniera: chi ha soldi,mercato si acquista i top player aumentando le disparità di gioco,economiche in maniera sempre più evidente.
    I top vanno sempre nei soliti posti ovvero (LA,NY,Miami).
    Onestamente mi sembra che l’NBA con questa politica abbia tutto da perdere in quanto con queste trade il futuro della lega risulta già scritto perchè c’è troppa concentrazione di talento.
    Ma perchè nella NFL posso vedere un superbowl cn in campo Green Bay (si e no 150 mila abitanti) che si vincono il campionato ed in NBA una finale con Minnesota o Milwaukee (cè ne sarebbere anche altri di esempi) è impensabile.
    Forse perchè le regole dei salari sono diverse. Che ci piaccia o no questo è il fulcro della questione.
    In definitiva chi è più ricca più spende. Ovvio ch chi è tifoso dei Lakers, Heat si metterà a ridere..
    Vorrei conoscere la vostra opinione in merito.

  2. Che schifo, lasciamo perdere il fatto che da tifoso Magic ci sono rimasto malissimo, ma che cavolo di Trade è questa, ma non si dovevano abbassare i slari redistribuire i soldi dei vari mercati eccetera? che senso ha seguire un campionato gia scritto.
    Per parlare da tifoso invece, in questi giorni ho avuto l’ennesima prova del livello di Otis smith come Manager, praticamente nullo, ok che per paul era difficile, ma cavolo almeno provaci, persino i clipper ed i warriors lo hanno fatto e noi niente, quanto vorrei strappare Sam Presti ai Thunder.

  3. Attenzione…
    Pare che la situazione sia ancora in divenire…
    Che la lega abbia avuto un sussulto di dignità???
    Certo che come situazione è surreale…
    La lega non rende operativa una trade che è stata progettata da suoi rappresentanti!
    Chi altro, infatti, avrebbe trattato questo scambio, visto che gli Hornets sono in mano proprio all’NBA???
    Comunque che vada in porto o meno, si tratta di una porcata seconda solo allo scambio mafioso-Gasol, che è valso due titoli.
    Da molti punti di vista la situazione è la stessa.
    I Lakers si trovano con una squadra declinante e una situazione salariale bloccata che renderebbe teoricamente impossibile l’arrivo di grandi giocatori.
    Ecco allora che arriva l’invenzione, perchè i Lakers, squadra più quotata dell’NBA insieme ai Knicks(economicamente parlando), per il bacino di utenza che rappresentano, pare non debbano fare gli anni di purgatorio cui sono destinate tutte le franchigie in ricostruzione.
    Alla faccia delle nuove regole che dovrebbero garantire l’equilibrio.
    Vedremo come andrà a finire.
    Quello che è certo è che almeno tre squadre, Clippers, Warriors e Celtics, avevano presentato offerte decisamente migliori per Paul, di quella che sembrava essere stata accettata nello scambio a tre.
    Secondo me non è ancora finita, anche se sembra che l’ennesima porcata pro Lakers per il momento non vada in porto.

  4. Comunque…Leggendo le ultime notizie, nessun sussulto di dignità della lega e nessuna contraddittorietà.
    Stern e compagnia ci avevano provato eccome a pilotare il furto, solo che pare siano stati costretti ad annullare lo scambio da una vera e propria ribellione dei proprietari.
    La situazione degli Hornets, però, resta surreale.
    Non esiste al mondo che una squadra resti in mano direttamente ad un oranismo che dovrebbe essere super partes.
    Evidentemente i conflitti di interesse piacciono anche in America…:-)

  5. Solo l’unico tifoso Lakers a cui non entusiasmava questa trade?

    Per quanto ai Lakers serva come il pane un play e Chris Paul sicuramente uno dei primi 3 nel suo ruolo in NBA, io penso che impegnare Gasol e Odom per arrivare a Paul fosse stata esagerato…i Lakers devono cedere Bynum + Odom e tenere Gasol a mio parere.

    Ora spero si tuffino sul Barone…

  6. sam noi siamo abituati a questa logica con il calcio,da noi la situazione è ancora più spudorata se pensi che ci sono solo 3 squadre in italia che sono in grado di comprare un campione..io comunque dell’nba cabierei anche altre cose non a livello economico,basta co sta farsa delle 8 squadre a est e 8 a ovest..devono passare le 16 con in assoluto il punteggio migliore indistintamente dalla divisione..non si puo vedere che annualmente i rockets grizzlies suns ecc di turno non possono andare ai play a scapito dei fanalini di coda dell’est che oltre avere un record peggiore si rivelano poi palesemente più scarse,io preferirei vedere magari dei suns piuttosto che denver houston utah ecc strappare magari una gara a una big ad ovest che le ultime di est che ogni volta si beccano l’atteso cappottone.(.forse indiana l’ultimo anno per agonismo e impegno è stata una specie di eccezione).Io a dire il vero ai play farei pure un sorteggio aperto,in modo che sin da subito una squadra di est e di ovest possano incontrarsi e magari 2 di ovest affrontarsi alle final.Per quanto riguarda il fatto economico non posso che darti ragione ma non entro in merito perchè ne so veramente poco in termini di regolamento.Mi auguro un giorno di poter vedere detroit e philadelphia di nuovo nell’olimpo delle grandi..speriamo che il cambiamento che tu auspichi possa agevolare una cosa del genere

  7. a detroit e philadelphia perchè sono le mie 2 squadre adottive,una per il passato l’altra per un presente ormai passato da un pò

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.