Il lockout sembra già lontano e le prime gare di preseason ci regalano nuovamente il rumore del parquet ed l’inconfondibile suono del pallone che incontra il canestro.

Finalmente.

Sono otto le squadre impegnate nel primo giorno di gare dove si manifestano tutte vittorie esterne.

BULLS 95, PACERS 86
SIXERS 103, WIZARDS 78
CAVALIERS 91, PISTONS 87
HORNETS 97, GRIZZLIES 90

Derrick Rose ed i suoi Bulls, chiamati dal confermare le buonissime cose fatte lo scorso anno, sbancano Indianapolis grazie ad un ottimo Gibson che apre il canyon decisivo all’inizio del 4° quarto. 12 punti e 9 rimbalzi per il prodotto di USC. Rose e Deng piazzano 16 punti a testa con l’MVP della passata stagione infallibile dalla lunetta (10/10). Ai Pacers non bastano le doppie doppie di Hansbrough (19 pts, 11 rebs) e George (17 pts, 10 rebs) e uno roboante inizio da 33 punti nel 1° quarto.

Washington perde malamente contro i Sixers che tirano il 50% dal campo e portano 6 giocatori in doppia cifra. In gran spolvero Lou Williams che segna 19 punti in 20′. Per i Wizards ci sono i 18 punti di Blatche ed i 7 del rookie Jan Vesely che resta in campo per 22′. Nikola Vucevic (scelta numero 16 dei Sixers) fa il suo esordio con 0/4 dal campo e 5 assist in 22′.

Cleveland vince al Palace of Auburn Hills con una buonissima prestazione di Kyrie Irving, prima scelta assoluta dello scorso draft. Tantissimi i viaggi in lunetta per l’ex Duke che chiude la perfomance a 21 punti con 13/15 dalla linea di tiro libero. I Cavaliers vincono tirando il 35% con i Pistons che ritrovano Jerebko e iniziano a testare le qualità di Brandon Knight che bagna la sua prima con uno score di 9 punti, 4 assist e 4 TO in 22′.

Il post CP3 inizia con una affermazione per gli Hornets che vincono sul parquet dei Memphis Grizzlies. Marco Belinelli, fresco di rinnovo annuale, resta in campo per 30′ e chiude con 9 punti, 2 assist e 4/11 dal campo mentre Jack prende il timone della squadra e la trascina al successo con prova da 24 punti, 6 rimbalzi e 6 assist. Per Memphis c’è il doppio delle palle perse (22 a 11) con Tony Allen che mette a referto 17 punti. Skinner parte in quintetto e la 49esima scelta Josh Selby non va oltre i 2 punti in 19′ di utilizzo.

E’ solo preseason ma l’NBA è tornata…

Buona stagione a tutti!

Post By Kevin Di Felice (156 Posts)

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

35 thoughts on “Preseason NBA – Vittorie per Bulls e Hornets

  1. finalmente si torna a parlare di basket giocato! irving buona prima prova, sono convinto che diventerà un gran bel giocatore

  2. Bentornati….
    Leggere Jack titolare degli Hornets mi fa veramente sorridere….

  3. Ormai le squadre sono fatte, ma ci saranno ancora scambi
    rimangono senza contratto alcuni score o potenziali tali, insomma qualche buon giocatore:
    – N. Young (Wizard) resterà altrimenti lo avrebbero già cercato
    – R Stuckey (Pistons) idem
    – A. Thornton (l’ex Clips mi sembrava buono ma…)
    – A. Afflalo (cosa aspetta Denver ?)
    – S. Dalembert (vuole la luna? Lo avrei visto perfetto agli Heat)
    – K Hamphris (dopo la miglior stagione della vita vuole fare cassa…)
    – M. Redd (se è ancora un giocatore lo prenderei sempre, anche dalla panca e alla MLE)

    Non è detto che restino nel roster (dura) ma si rivedono L. Hughes a Orlando e e B. Wells a Minni

    Infine: Ben Gordon che fine ha fatto? L’impresssione è che cerchino di tradarlo a tutti i costi, il suo n. lo prende l’astro nascente Knight (candidato ROy), contratto pesante e tipo di giocatore di difficile collocazione

  4. ottimo roster quello di Denver, abbastanza equilibrato anche se un po’ carente nella posizione di 4 con caratteristiche offensive. Per il resto Lawson è favoloso anche se sottodimensionato rispetto ai pari-ruolo, Rudy dalla panchina è sempre oro colato, il Gallo a 23 anni alla sua quarta stagione NBA promette molto, vedremo se manterrà, Nenè poi è una sicurezza.

    Altro roster molto interessante è quello di Indiana. Tanti ottimi giovani: oltre ai già affermati Hibbert, Collison, Rush, Hansbrough e il nuovo arrivo George Hill, anche diversi “sbarbatelli” interessanti tra i quali vorrei sottolineare il talentuoso Lance Stephenson che, pur avendo giocato molto poco l’anno passato, ha già messo in mostra notevoli capacità di ball-handing, un ottimo cross-over e una gran vena da passatore. Da tenere d’occhio. Poi ovviamente il franchise-player Granger, e l’enorme acquisizione di David West.

  5. Io però continuo a non capire cosa stiano aspettando i lakers.non tanto per l affare howard, quanto per colmare i buchi che restano. Tolto kobe il backcourt e’ preoccupante. Un pensierino su afflalo o young sarebbe doveroso farlo. Sono cmq tutti dei FA interessanti

    • Cap intasato, MLE fumata per Kapono e McRoberts, non possiamo prendere free agent se non al minimo salariale e non penso che Afflalo o Young si accontentino di noccioline, che poi il primo se non sbaglio è restricted quindi a Denver basta pareggiare la nostra offerta e visto che hanno mezza squadra in Cina non possono permettersi di perdere pure lui.

      Sono a dir poco perplesso dal mercato dei Lakers, una settimana fa avevamo preso Paul adesso la prospettiva è di farsi un altro anno con Fisher in quintetto, boh l’unica cosa che penso è che a questo punto si navighi a vista e si aspetti la deadline per muoversi su Howard, in fondo nel 2008 è bastato prendere Gasol per trasformare una squadra da primo secondo turno playoff ad una contender, figuriamoci Howard anche se è doveroso sottolineare che lì avevi Kobe ancora nel suo prime e Odom.Aspettiamo e vediamo, a sto punto pure il barone o Arenas non mi farebbero schifo.Per dire io avrei anche scommesso su Redd che pare sia vicino ai Pacers.

  6. Larrok

    Beh, a dire il vero no, nn credo che Denver abbia un roster buono, anzi…lo scorso anno dall’affaire Melo ne uscirono con una panca profondissima, ed un roster completo in ogni reparto. 2 ottimi play, 2 guardie, 2 ali piccole, ed un settore lunghi d’impatto

    Ora sono andati JR, Chandler, Felton, senza contare KMart ed Afflalo ancora a spasso…il doppio play vale ancora (però Lawson ha fatto schifo in Russia, speriamo sia solo un caso), Fernandez al limite è pure buono dalla panca, ma per il resto zero assoluto. Chi è il 5 titolare? Il Birdman? Il russo? Dio ce ne scampi…e dietro il Gallo?

    La cosa buona (e credo anche la strategia attuale, chiusa l’era Melo) è che il cap ora è leggero, ed una stagione da 30% di W (come al momento prospetto) metterebbe i Nuggets in una buona posizione sia per il draft (pensate un Andrè Drummond o un 2 come Lamb), sia per il mercato dei free agents 2012

    Direi che per loro i P.O. quest’anno saranno visti solo in TV

  7. concordo con siamo umani..denver al momento vincerà forse 30 partite,ma forse…adesso nene sembra sto gran giocatore..bò? a dire bene è un discreto 4..mai centro comunque…lakers..non han modo di far molto,questo è quanto…a indiana non credo..sono anni che si dice”vedrete è l’anno buono”poideludono sistematicamente..manca un leader,completamente

  8. ok, su Denver restiamo umani dice 20 W, Kevin e Brazzz dicono 30W, io dico almeno 35W…

    per Indiana azzardo le 40W

  9. Hollinger’s Player Profiles: Toronto Raptors

    Andrea Bargnani:

    “• Line-drive jump shooter. Deadly off catch and very good off dribble to right.
    • Makes heavy use of pump fakes. Can straight-line drive to rim to right.
    • Softest thing from Italy since gelato. Abhors contact, rarely rebounds.

    The biggest challenge for Dwane Casey will be getting Bargnani to quit being such a wimp. His defensive stats are absolutely pathetic. Last season the Raptors were 6.45 points per 100 possessions worse with him on the court, while the year before the differential was 9.10. And that’s the best set of numbers on his résumé.

    Want more? Among centers he was last in both blocks per minute and rebounds, and sixth from the bottom in steals. According to 82games.com, Bargnani was savaged by opposing centers for a 21.1 PER; essentially, an average center became an All-Star at the mere sight of Bargnani.

    Wait, it gets worse. Using regularized adjusted plus-minus, Bargnani was the worst defensive big man in the entire league last season. Technically, there are two different ways to do this method — one here and one here; conveniently, both had Bargnani as the league’s worst defensive frontcourt player. The fact only three centers fouled less frequently gives you some of the cause for that effect — the dude is barely trying. Nobody expects him to turn into Tarzan down there, but with his mobility he should at least be able to rotate effectively and cut off drives. More often he’s on the weak side scratching his beard while an opposing guard is laying the ball in.”
    non c’entra..ma LA COSA PIU MORBIDA ARRIVATA DALL’ITALIA DAI TEMPI DEL GELATO è la più bella definizione che abbia mai letto..quest’uomo è un genio

    • Tutto vero salvo che lui non è un centro. Possono spaccarsi i marroni confrontandolo con i centri della NBA ma non lo è. Poi mi fanno ridere quando enfatizzano il rendimento dei Rapts con lui in campo e fuori. Sarà ma la storia non cambiava. Quest’anno ci faremo delle risate con loro in versione Casey. Poi sarei curioso di capire se lo stesso giornalista parlerebbe in termini entusiastici di Nowiztki come di un difensore. Ne sono certo.

      Comunque il morbidone è il più grosso talento italiano in circolazione. Accontentiamoci di avere un gelato da 20 punti nella NBA. Mentre il tanto celebrato Gallinari lo abbiamo “apprezzato” per le sue doti da “leader” in nazionale e con Milano….

  10. ciao brazzz

    ahahah sempre come ai vecchi tempi…
    Denver per me è una squadra da max 35-40 vittorie che ad ovest non sono sufficienti per i PO

  11. jeff green saltera’ la stagione a causa di un aneurisma aortico. dovra’ operarsi. che sfiga cazzo.

  12. Andrea Nowiztki (battezzato così da Casey)

    “Andrea has done a tremendous job,” Casey told Jeff Blair of Sportsnet 590 The Fan on Thursday morning. “He’s working defensively, trying. He’s going to the boards. Hitting the boards. Rebounding. Hitting people. I’ve been really proud of his progress.”

    When the Raptors drafted Bargnani, he drew comparisons to Dallas Mavericks star Dirk Nowitzki. Bargnani has shown his vast potential on offence, but hasn’t been able to transfer his skills to the defensive end of the floor. He has developed a reputation for inconsistent play and being soft on the defensive end.

    Casey, an assistant coach with the NBA Champion Dallas Mavericks before being hired by the Raptors, said Nowitzki heard similar criticisms to Bargnani and worked extremely hard to shed his “soft” label.

    “A few years ago, (Dirk) faced the same,” Casey explained. You could push him around. Dirk got tired of it. Got tougher mentally, tougher physically and did a much better job to compete in the paint. Now they didn’t push him around. It’s the same challenge I’ve given to Andrea. He’s done a good job in camp so far. His post defence and also his rebound mentality.”

    Raptors general manager Bryan Colangelo has helped the cause by bringing in veteran defensive players such as Jamaal Magloire and Aaron Gray to work with Bargnani and help change the culture in the locker room.

    “It’s about changing the mindset and setting the tone for our guys and going in the right direction,” Casey said.

    Non vedo l’ora di gustarmi la versione Chucky di Olowowiztki.

  13. Indiana di certo non è una contender, ma per una volta si intravede una minima luce…

    Il nucleo base è giovane, il quintetto discreto (Collison, Rush, Granger, West, Hibbert), qualcosa c’è pure dalla panca (Hill, George, Hansbrough). Il cap è messo bene, specie quando scadrà Foster, certo manca un uomo franchigia (a me Granger piace, ma con moderazione, è una buona ala piccola, ma niente più…)

    Diciamo che quest’anno già i P.O. mi sembrano più che pronosticabili. Se poi si riuscisse a firmare un buon F.A., o ad imbroccare uno scambio fatto bene, ad Est ne vedo solo 2-3 più forti…

  14. Amnesty
    Il prossimo anno i Rapt commineranno l’amnesty a Bargnani o a Calderon. E’ un fatto certo. Pare che la società abbia parlato chiaro ai due “fenomeni”. Quindi se vorranno evitare l’umiliazione si dovranno dare da fare.

  15. SI si, ma anche quando dicevano fosse un palo in difesa, Novitzki andava forte a rimbalzo, ed il suo gioco offensivo era da manuale, non prendo, finta e partenza di destro…

    Casey deve dirle per contratto certe cose, certo che deve essere dura lavorare con uno come Andrea, che sembra commettere sempre gli stessi errori

    • E’ ovvio che Casey deve dire queste cose. Come è ovvio che Bargnani si deve dare una svegliata altrimenti si prenderà il bollino rosso dell’amnesty. Poche storie.

      Per quello sono curioso di vedere il suo approccio e quello dei compagni, non esenti da prestazioni vergonose in difesa. Altrimenti non sei la 26ma difesa della lega.

      Se Casey fa il miracolo avremo il primo All Star italiano.

  16. più facile che cammini sulle acque, moltiplichi pani e pesci..dovrebbe fare un miracolo paragonabile a Lazzaro..eh eh …presumo che casey8che certe cose deve dirle x contratto,come è giusto che sia)ormai abbia il naso che gli sbatte nel parabrezza della macchina..tante balle gli tocca dire….

    • Quella del naso è divertente. Comunque ci divertiremo nel “vedere” le prestazioni difensive del mago oronzo….ehehhehheh

  17. Denver orfana dei cinesi e di un 4 decente quale era in fondo K. Martin
    rientreranno tutti all’ovile Nba, l’unico che sposta è Jr, all’appello manca anche il piccolo Brooks
    il roster non è da Po ma c’è qualcuno (di ritorno e di passaggio) che zitto zitto fa sempre il suo e fa squadra: A. Miller
    Un’altro FA (forse in Italia non seguo) a mio avviso veramente forte è quel S. Weems dei Raptors dal cui roster che a me non dispiace affatto è sparito, che fine ha fatto?

    Stuckey rifirma per 25 mln
    Green e fuori per la stagione, verrò operato al cuore… auguri

  18. Amnesty a Bargnani ci credo poco; poi con chi giocano? Puntano a battere i Sixers come peggior record di tutti i tempi?

    • Ci sarebbe l’anno prossimo se dovesse giocare da schifo in difesa. Loro lo potrebbero sostituire con una prima scelta del prossimo draft più Valanciunas. Se Ed Davis dovesse dare le risposte che si aspettano indirizzerebbero la scelta al 3 oppure al play.

      Tieni presente che Ed Davis è il backup di Andrea pronto a porsi come titolare se il romano fallisse.

      Peraltro si vociferava che fossero vicini a scambiarlo già ora, ma Casey ha voluto giocarsi la carta “fiducia”. Il periodo di prova non è detto che duri tutta la RS, anzi. A dirla tutta in prossimità dell’All Star Game ci potrebbe essere la trade. Per loro sarebbe importante che Andrea dia dei segnali confortanti per avere mercato. Infatti Colangelo lo ha già sbolognato per salvarsi il posto da GM e le indicazioni sono di un duo Valanciunas-Davis o Valanciunas-rookie.

      Insomma Andrea è ad un bivio: se fa una stagione da urlo rimane, se stecca arrivederci e grazie senza troppi convenevoli.

      Chiudo dicendo che al momento dell’assunzione di Casey la franchigia aveva posto due paletti: mantenere il cap basso senza pretese particolari nell’acquisizione di FA e di andare al draft salvo un’impensabile stagione vincente.

  19. qui parlano tutti di una possibile no-1 al draft per gli hornets (da minnesota). sono l’unico a pensare che minny potrebbe addirittura fare i play-off?

    la differenza tra avere adelman e non averlo si farà sentire, e un quintetto

    rubio, ws johnson, williams, beasley, love

    secondo me è tanta roba.

  20. Ma i Wizard hanno cambiato divisa? Sbaglio o si tratta di quella storica, rispolverata per l’occasione?

  21. intanto i lakers han preso Murphy. Non e’ odom ma dalla panca è un buon rincalzo

Leave a Reply to skip to my lou (l'altro) Cancel reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.