Per Gallinari 15 pts nella vittoria a Dallas

NUGGETS 115, MAVERICKS 93
Altra terrificante batosta per i Dallas Mavericks che dopo lo schiaffo natalizio subito da Miami, ne prendono uno anche dai Nuggets che chiudono il match con un 2° quarto da 37 punti ed un comodo vantaggio di 27 lunghezze. Protagonista assoluto è Ty Lawson che fa a fette la difesa di Carlisle, segnando 21 punti nella prima metà di gioco. Il suo bottino finale è di 27 punti con 10/15 dal campo. Gallinari ne infila 15 tirando 4/10 mentre dalla panchina il trio Harrington-Miller-Fernandez porta 42 punti alla causa. Per Dallas 20 palle perse e meno del 30% dall’arco dei tre punti. Non basta il solo Nowitzki da 20 punti.

LAKERS 91, KINGS 100
Sorprendente vittoria dei Sacramento Kings che battono i Los Angeles Lakers al termine di una gara condotta con grande autorevolezza. Nel finale, l’orgoglio di Bryant e Gasol riportano L.A. a ridosso dei Kings ma le triple di Thornton e lo spaventoso tasso d’attività di Cousins suggellano il successo di Sacramento. Per l’ex Hornets il bottino è di 27 punti con 4 triple mentre Evans ne infila 20 sbagliado 5 liberi su 12 tirati. Esordio luci e ombre per Fredette (6 pts, 3 asts, 3 TO). Per i Lakers ci sono i 29 di Bryant con 24 tiri e 0/4 da 3 mentre Metta World Peace (sorry…) mette a referto 19 punti. Il resto è da dimenticare, compreso l’1/16 dall’arco.

NETS 90, WIZARDS 84
Dopo un inizio imbarazzante (7 pts nei primi 15’) i New Jersey Nets rimontano e sbancano incredilmente Washington. Merito del duo Williams-Humphries che mettono insieme cifre di tutto rispetto con l’ex Jazz che chiude flirtando con la tripla doppia (23 pts, 8 rebs, 8 asts) mentre il secondo inchioda una doppia doppia da 21 punti e 15 rimbalzi. Decisivi ai fini del successo i canestri di Petro e Morrow nel finale. Washington viene travolta a rimbalzo (38-58) con Wall falloso al tiro (3/13 dal campo e 7/13 dalla lunetta)

BUCKS 95, BOBCATS 96
Il canestro di DJ Augustin a 36” dalla fine ed i due tiri liberi mandati a bersaglio dal rookie Kemba Walker regalano il primo successo (in rimonta) ai Bobcats che battono di misura i Bucks. 19 punti per Augustin mentre si mette in luce Herderson che snocciola una prova da 18 punti e 9 rimbalzi. Bene anche Diaw che va ad un punto ed ad un assist dalla tripla doppia. In casa Bucks, c’è il rimpianto di una buonissima partenza di gara gettata al vento da un pessimo 3° quarto difensivo. Non bastano i 22 punti di Jennings.

ROCKETS 95, MAGIC 104
Pronto riscatto per i Magic che battono i Rockets nell’esordio casalingo all’Anway Center grazie ad una sontuosa prova del duo Turkoglu-Redick che segnano rispettivamente 13 e 8 punti nell’ultimo quarto di gioco. Per il turco sono 23 in totale con 4 assist e 10/14 al tiro. Bene anche l’ex Duke che infila 3 delle 9 triple targate Magic. 21 punti per Howard che gioca decisamente meglio rispetto alla sfida di Natale contro i Thunder. Per i Rockets, doppia doppia di Lowry (20 pts, 12 asts) e pessima gara di Martin che sbaglia 9 dei 10 tiri presi.

PISTONS 79, PACERS 91
Tutto molto facile per gli Indiana Pacers che hanno la meglio sui Pistons nella gara che ha visto l’esordio di David West in maglia Pacers. 3/12 per l’ex Hornets che però contribuisce alla W con 12 rimbalzi di cui 7 d’attacco. Decisiva la maggiore forza sotto i tabelloni di Indiana con Hibbert e Hansbrough mattatori (31 pts, 27 rebs in due) che mascherano il 37% di squadra. Detroit che va sotto anche di 24 lunghezze, ritrova almeno un buon Jerebko che chiude il suo match con 17 punti e 7/11 dal campo.

RAPTORS 104, CAVALIERS 96
Toronto fa gara di testa dall’inizio alla fine e conquista un meritato successo in quel di Cleveland. Prova corale dei ragazzi di Casey con ben 7 giocatori in doppia cifra, tra cui un Bargnani decisivo nel finale con due canestri fondamentali dopo una pausa scenica abbastanza lunga. Bene DeRozan che segna 9 dei suoi 15 punti nel 4° quarto. Doppie doppie per Calderon (15 pts, 11 asts) e A.Johnson (13 pts, 13 rebs). Difficile esordio per Irving che non va oltre il 2/12 dal campo. Parlando di rookie, molto meglio Thompson autore di una perfomance da 12 punti.

THUNDER 104, TIMBERWOLVES 100
Vittoria sofferta per gli Oklahoma City Thunder che sono nelle battute finale riescono ad avere la meglio sui Wolves. La giocata decisiva è di Kendrick Perkins che infila il canestro del definitivo vantaggio a 90” dal termine, vantaggio poi gestito dai liberi di Westbrook e dallo stesso Perkins. Il solito Durant mette a referto il trentello d’ordinanza (33 pts con 12/23 dal campo) mentre Westbrook si ferma a 28 con 6 assist ma qualche errore nel gestire la palla (7 TO). Per i Wolves una prova convincente con i 46 punti della coppia Love-Beasley. Buon esordio di Rubio (6 pts, 5 rebs, 6 asts) nei 26’ in campo.

GRIZZLIES 82, SPURS 95
Manu Ginobili ed una difesa già competitiva sono le chiavi del successo dei San Antonio Spurs che si prendono un piccola rivincita sui Memphis Grizziles, giustizieri dei texani negli scorsi playoff. 24 punti, 4 triple e 3 recuperi per l’argentino coadiuvato da un buon Jefferson autore di 14 punti. Parker è falloso al tiro (6/16) ma chiude il match con 15 punti e 7 assist Per i Grizzlies c’è da salvare il rinnovato dinamismo di Gay che mette a referto una doppia doppia da 19 punti e 10 rimbalzi con un paio di buone giocate al ferro.

HORNETS 85, SUNS 84
Non poteva esserci esordio migliore per Eric Gordon che a meno di 5” dalla fine infila il jumper della vittoria per gli Hornets. Per la squadra di Monty Williams è stato un successo sofferto ma meritato anche grazie al passaggio sbagliato di Morris sul possesso finale. Per l’ex Clippers una gara da 20 punti, 3 assist e 9/18 dal campo. Gara onesta per Marco Belinelli che non trova triple (0/5, 2/16 di squadra) ma gioca un buon 4° quarto a tutto tondo e chiude con 10 punti e 5 rimbalzi. Ai Suns non bastano i 21 punti di un ottimo Lopez e la solita doppia doppia di Nash (14 pts, 12 asts).

SIXERS 103, TRAILBLAZERS 107
Soffrendo più del previsto nel finale, i Portland Trailblazers cominciano con il piede giusto la stagione nata sotto la cattiva e sfortunata stella del ritiro di Brandon Roy. La squadra di McMillan conduce dalla palla a due e tenta la fuga con un parziale 10-0 a metà 4° quarto che la spedisce sul +15. Sembra finita ma uno scatenato Iguodala e la tripla di Williams riportano i Sixers sul -3 a 17” dal termine. Felton (con qualche patema…2/4 ai liberi) mette in ghiaccio la partita anche grazie alla tripla del pareggio fallita da Iguodala. La coppia Wallace-Aldridge produce 46 punti mentre sull’altro fronte oltre ai 25 di Williams ed ai 22 di Iguodala c’è Spencer Hawes che va da un assist dalla tripla doppia (10 pts, 14 rebs, 9 asts).

BULLS 91, WARRIORS 99
Chicago rende interessante il finale di una gara interamente dominata dai Golden State Warriors che hanno l’unica colpa di far rientrare i Bulls dal -19 al -6. La rimonta completatata allo Staples 24 ore prima non si materializza ad Oakland con Mark Jackson che festeggia il primo successo stagionale. Il trio Ellis-Lee-Curry combina per 69 punti con quest’ultimo che mette a referto anche 10 assist e 6 recuperi. Chicago paga la brutta serata di Rose che dopo il game winner contro i Lakers, chiude a 4/17 dal campo per uno score di 13 punti e 8 assist. Bene Deng, top scorer a quota a 22 punti ai quali unisce anche 10 rimbalzi. Per i Bulls anche 20 palle perse.

Post By Kevin Di Felice (156 Posts)

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

114 thoughts on “NBA – Denver strapazza Dallas, Lakers ko a Sacramento

  1. Buon inizio dei miei Blazers
    come detto il talento c’è…ancora…bisogna solo vedere come si amalgama e come si trova in un campionato così serrato….Aldridge o altri non possono giocare 40 minuti a partita.
    Bene gli italiani, tutti con buone vittorie.
    Male Lakers e Dallas!
    Soprattutto il Lakers…non possono andare avanti solo con Bryant e Gasol.
    Anche i Mavs sono messi male, hanno una “strana” squadra.
    Rubio: Io ero convinto che si sarebbe trovato meglio nella Nba che in Europa….staremo a vedere, l’inizio promette bene.
    Nash: ma che squadra ha? Se riesce a farla vincere…è un miracolo. Nash sarà il più grande rimpianto della storia della Nba…

    • Per i Mavs penso sia solo questione di tempo. Se Odom riesce ad integrarsi bene nella nuova squadra, potranno ancora giocarsi il titolo. L’unico vero punto debole è il ruolo di centro: Haywood scarsetto a certi livelli, Odom troppo sottodimensionato per giocare in quel ruolo.

      • Infatti ho scritto proprio “strana”
        perché forse dovranno trovare gli incastri giusti.
        Carter, ad esempio, quanto è utile per questa squadra?
        Prima partita in quintetto, seconda in panca…dovranno trovare anche a lui la giusta collocazione.

  2. Che intensità ragazzi, che Nba, e che stagione! Sarà impietosa e tremenda, se guardi il calendario mette i brividi, il livello tecnico e atletico è spaventoso, ci saranno sorprese e dabacle inattese, e ci saranno “nuovi amori”: Minnie e Clipps le più indiziate!

  3. babba mia ma l avete vista la partita di Durant? boh,proprio unstoppable….segna in tutti i modi,fra qualche anno lo compareremo a giocatori che hanno fatto la storia del gioco secondo me…certo la difesa di Minnie è nota per non essere esattamente rocciosa,Rubio buon esordio,peccato aver perso cmq si è andati fino agli ultimi possessi con una candidata a vincere la Western Conference…

  4. Ma Bynum per quanto è stato sospeso??
    Curioso di vedere i LAL al completo perchè cosi nn convincono.. con il solo 24 e sprazzi dei Gasol difficile conmpetere x il titolo
    Dallas ancora indecifrabile.. scelte di mercato discutibili (ok che anno scorso si sono giocati il jolly e che probabilmente sanno che nn potrà succedere ancora ma nn capisco xchè portarsi a casa Carter)
    Dispiacere infinito per i miei Suns che stanno mortificando il finale di carriere del grande NAsh…

  5. Mi auguro che la partenza “lenta” sia una scelta strategica, altrimenti Dallas è nei guai..
    Bene New Orleans, bene il Beli, molti più minuti di quanto ci si potesse immaginare, si gioca il finale e contribuisce andando in doppia cifra.
    Male Bargnani, poco coinvolto e autore di ennesima prova incolore.
    Bene gli Spurs, che con poco Duncan ma il solito Ginobili hanno ragione di Memphis, e buona prova di Splitter che contiene Z-Bo.
    Partita più interessante della notte Okc-Minnie, con prestazione autoritaria, minimo sindacale ma partta portata a casa, grandissimo Durant che ha una naturalezza nel segnare che fa impressione, quando la palla parte sai già che fine farà.. Comunque gran bella partita anche dei wolves, con Rubio che all’esordio convince ma soprattutto Barea che ri-inizia da dove aveva lasciato con un paio di giocate nel 4 quarto che mi hanno impressionato..

  6. E’ inutile… Senza bynum i lakers sono questi: inconsistenti ed a tratti imbarazzanti.. C’è anche comunque chi sta peggio di noi, vedi alla voce mavs.. Magra consolazione comunque.

  7. Bynum dovrà saltare altre due partite. Ridotta la sospensione da cinque a quattro gare, dopo la riduzione della stagione da 82 a 66.
    Ho visto Phoenix-New Orleans. D’accordo che i Suns hanno provato a difendere ma fino a due anni fa viaggiavano a 110 punti di media. Adesso a parte Lopez e Gortat chi segna?
    Dallas prendendo Carter ha fatto un autogol incredibile!

  8. salve a tutti.. dopo quasi un anno torno a postare.. visti i miei suns.. vi prego: fate andare nash in una contender!!! non merita di finire la carriera senza un anello!!!

  9. Buon ritorno a tutti, un saluto ai miei amici tifosi Magic, a Michele e a tutti gli altri vecchi del forum.

  10. Abbiamo uno dei peggiori backcourt della lega, non c’è da sorprendersi quindi se Evans e Thornton ne fanno quasi 50 in 2, non oso immaginare quando dovremo giocare contro Durant e Westbrook o James e Wade, sarà un massacro di proporzioni bibliche.Ovviamente perderemo anche stanotte, alla terza di fila non mi aspetto mica che vinciamo, poi si gioca con NY che ha i match up ideali per massacrarci, c’è il rischio di partire con un pesantissimo 0-4, auguri…

    P.S. Ad un certo punto della partita avevamo questo quintetto in campo, Blake, Barnes, Ron, Walton, Murphy, agghiacciante.

  11. Firmo per un terzo posto a Est che a parer mio con DH12 possiamo raggiungere.
    Certo se il Turco tornasse a fare quello che sa fare, abbiamo un ottimo back-up con Anderson Redick e Big Baby dalla panca, manca un sostituto di Nelson.

    Sarà una stagione breve e con ritmi più alti delle stagioni passate, spero che Otis prima o poi ne azzecchi una. Un grazie a Brook Lopez che si è levato dai maroni, ora il nostro nemico più agguerrito si chiama Gasol più Bynum.

    Keep DH12!!!

    • Bentornato Magician!

      Ci aspettano tempi duri, io spero in una situazione stile Lakers pre-Gasol, ma nn so se riusciremo a prendere un giocatore che cambi le sorti della nostra franchigia in tempo per tenere Dwight…

    • Abbiamo una buona squadra che però continua sempre a fare gli stessi errori! dh12 che riceve poco la palla dopo il 2 quarto, e questo perché nelson non sa fare il regista, e gente che tira troppo da tre ( vero Ryan?!). Duhon è u ex-giocatore!!

  12. Questa notte ha avuto il (dis)piacere di vedere il secondo tempo dei Lakers… imbarazzanti è dir poco… Gasol è stato deriso a rimbalzo da Cousins neanche fosse un rookie alla prima partita… Nel momento chiave su tiri liberi ha preso mi pare 2/3 rimbalzi consecutivi… Il body language di Gasol non è mai stato quello di un guerriero ma è abbastanza chiaro che la non-trade abbia lasciato segni anche su di lui, oltre che su un lamar partito per altri lidi… per non parlare di fisher e blake… ma con 2 playmaker così non si potrà mai vincere il titolo… vanno bene come backup ad una superstar che gioca 35/40 ,minuti a notte… Kobe lo vedo nervosetto (tecnico preso su una protesta su un fallo subito e fischiato in un tentativo di schiacciata..) e anche alcune scelte di M.Brown, è vero che stanotte devono giocare ancora, ma a un certo punto c’è stato un quintetto con Murphy,Walton, Artest (ops… World Peace), Barnes a Blake… sto quintetto non vince neanche in D-league… mah… speriamo che sia solo questione di tempo…
    Questione Nash, NY sarebbe la meta ideale ma serve un terzo team che li aiuti nello scambio…
    Belinelli credo abbia giocato tanto per l’assenza di Jack, sospeso dalla NBA, unico vero playmaker nel roster degli Hornets… temo che con questo Gordon i suoi minuti scenderanno parecchio…

  13. Kobe l’anno prossimo fa baracche e burattini e taglia la corda… Quando sento “vorrei tanto chiudere la carriera a Los Angeles”, già mi puzza molto di valige…
    ps: bella bella comunque la mossa di regalare Odom…

    Contento per Sacramento, squadra giovane ed interessantissima. Contento anche ieri per i Clippers, progetto validissimo.

    Quest’anno nonostante i vari Chicago e New York, vedo il titolo in mano ad LBJ ( e sarebbe anche l’ora). Non si può capire niente dal primo mese, figuriamoci dalle prime partite, ma ho visto i Lakers, Boston e New York e nessuna delle tre mi sembra un avversario credibile per Miami. Forse Chicago è l’unica ( sottointeso che nel Texas la madonna ci passa una volta per millennio), ma non ne sono molto convinto. Vediamo che piega prenderà la stagione

  14. Questo sito del cazzo ti fa postare solo quando dice lui, non si capisce in base a cosa alcuni commenti vengano accettati, ed altri no

  15. Lakers
    In declino. Gasol è tornato Gasoft, Cousins lo ha reso imbarazzante, squadra senza nerchia, back-court impresentabile (non che il frontcourt sia messo meglio). Domani arrivano i Jazz alla prima in assoluto, mentre i LAL sono alla terza del b2b2b, visti i danno fatti da Thornton, Evans e Cousins prevedo un’altra L. E mi aspetto pure una discreta figura da parte del rookie Burks. Sotto si rischia il macello, Gasol-Murphy-McRoberts vs Kanter-Jefferson-Favors-Millsap alla terza del b2b2b è da massacro.

    Durant
    Impressionante. Ad ogni possesso dà la certezza che la palla finirà dentro.

    Wolves
    Lotteranno per l’ottavo posto a ovest. Magari non ce la faranno, ma daranno problemi. Rubio passatore eccezionale, ed è adatto a giocare oltreoceano. Mi piace pure Derrick Williams, e mi sembra ci sia già un certo feeling tra i due.

    Lowry
    È presto parlarne, ma è da All Star Game.

    Italiani
    Gallo ingiudicabile, questi Mavs sono imbarazzanti. Bargnani decisivo nel finale. Benino il Beli, ma è solo un’apparizione.

  16. buongiorno a tutti!
    purtroppo stanotte ho dormito e ho potuto solo vedere i riassunti delle partite.. che dire? sembra una stagione strana, un po’ come i mavs (citando giangio): ho l’impressione che a parte i pochi già rodati e qualche sorpresa, fino a febbraio si capirà ben poco!
    pensieri sparsi:
    – anche a me, come a tanti altri, i lakers sembrano un po’ giù di corda..oltre al già citato gasoft, mi pare che si dica poco che kobe è in modalità “30 tiri a partita al 30% dal campo”.. ma aspetterei a dare giudizi coi lacustri: nuovo allenatore, messina come assistente, bynum fuori.. troppe incognite!
    -pure i bulls sono partiti con il freno a mano tirato: a parte deng e un pochino di noah, si è visto che rose è indietro, come pure rip. di boozer non parlo.. ma torneranno!
    -rubio can pass that rock! che adelman rovini la prima scelta degli Hornets?
    -mavs..boh, sembrano in un’altra dimensione: in questo momento potrebbero prenderle pure dallo Charleroi! Nowitzki svogliato come mai l’avevo visto..
    -pistons (almeno dagli highlights) inguardabili! e frank non è quello del record 0-18 dei nets di qualche anno fa?
    -sui magic: non sono convinto su chi dice che possano prendere il terzo posto ad est: knicks indiana e hawks per me sono superiori (non come talento, a parte melo&co)
    -Eric Gordon, di cui sono un fan della prima ora, trascina gli hornets! non dico che vada all’ASG visto il probabile record imbarazzante di NOLA, ma potrebbe essere l’anno in cui esplode.. i clips se ne pentiranno?
    buenas

  17. Il conte

    -Eric Gordon, di cui sono un fan della prima ora, trascina gli hornets! non dico che vada all’ASG visto il probabile record imbarazzante di NOLA, ma potrebbe essere l’anno in cui esplode.. i clips se ne pentiranno?

    Gordon è di là perchè Paul è di qua….difficile che in quel di L.A. possano pentirsi:-)

  18. Manco a me ha postato il commento.

    È presto per dare previsioni e il rischio di trarre conclusioni affrettate è altissimo, ma chi li batte questi Heat a est? LeBron è in mission mode, e quando gioca a questi livelli è indifendibile. Magari i Bulls potrebbero sgambettarli, ma già negli scorsi playoff furono annichiliti, e la musica non vedo perché dovrebbe cambiare. A ovest i Clippers e i Thunder mi hanno dato l’impressione di essere sempre in controllo. I Clippers non hanno punti deboli, sono coperti in ogni ruolo e anche la panca è messa bene, in difesa sono migliori di ciò che sembrano. I Thunder hanno vinto una partita difficilissima contro i Wolves, con Durant che sembra avere di radiocomandi al posto delle mani.

  19. I Clips non hanno punti deboli? Mm…
    Avete notato il trettamento alla Shaq riservato a Jordan?
    Tiratore di liberi rivedibile, 8 (otto?) stoppate contro i Warriors in versione “mi butto in mezzo a vanvera e poi vediamo che succede” … questo è un punto debole: un centro atleticissimo e irruento soggetto a problemi di falli e con le mani quadrate… e senza alternative fra le riserve

  20. Julius

    Il compito affidato a Jordan non è segnare; è difendere, stoppare e concentrarsi a rimbalzi, più schiaffare dentro qualche canestro in alley oop. Non servono mica 5 scorer puri in una squadra, ad ognuno il suo ruolo.

  21. Julius
    È vero, effettivamente Jordan può creare problemi, però considerando che:
    1) con Paul si sposa bene;
    2) in NBA c’è penuria di centri;
    3) il suo difensivamente lo dà, anche se in modo un po’ rozzo
    DeA in questi Clips ad alto livello ci può anche stare. E poi non è vero che manca il cambio perché è arrivato Reggie Evans.
    Ecco, l’unico dubbio ce l’ho sul ruolo di G, ma Billups sembra ritrovato e c’è di peggio di Foye come cambio.

  22. Ma Arenas? Non ha trovato una squadra?
    La stima di cui gode Fisher a LAL (e in generale nell’Nba, tant’è che gli han fatto fare il rappresentante sindacale) è sconfinata. E meritata basti rivedere le due finali vinte dai Lakers… qui viene additato come una sega da tutti e presto diventarà il problema e la causa dei mali ecc..
    Intanto Arenas rimane seduto, sono anni che Fish viene dato per finito, prima o poi so sarà davvero e si decideranno a riparetire proprio dalla sua sostituzione

  23. mavs e lakers che perdono in bact-to-back,gli ultimi 2 campioni non se la passano bene in questo inizio stagione per vari motivi.i lakers sembrano in declino e sopratutto privi di stimoli basti pensare che 2 settimane fa gasol aveva appreso che era stato ceduto per paul poi sappiamo com’e finita.vi lascio imaginare con che stato d’animo scende in campo,se poi mettiamo l’assenza di bynum,il nuovo sistema offensiva da assimilare in un training di 2 settimane con un nuovo coach.i lakers sono ancora un cantiere aperto…..
    i mavs invece hanno serissimi problemi difensivi che deriva dal fatto che hanno perso praticamente i 2 migliori difensori della squadra(stevenson e chandler),considerando che il piu giovane del quintetto abbia 32 anni(haywood),terry e odom sopra i 30 anni di eta,in altre parole i tuoi primi 7 giocatori sopra i 30 anni in una stagione cosi dispendiosa dal punto di vista fisico non e il massimo della vita.per tutti questi motivi il repeat dei nìmavs e assai improbabile.

  24. Su Jordan: mi piace molto ed è funzionale daccordo, ma acere solo lui come lungo in ottica PO è un punto debole, se si carica di falli cioca Evans centro? Auguri!
    I Clips non sono completissimi tutto qua

  25. La butto lì: i Mavs non arrivano nemmeno ai playoffs. Motivi:
    1) 66 partite in quattro mesi sono troppe per un roster così anziano;
    2) I giocatori ceduti sono stati rimpiazzati malissimo (Haywood<Chandler, West<Barea e Carter<Stevenson);
    3) C'è il pericolo di appagamento;
    4) Odom è un'incognita troppo grande e creerà problemi;
    5) Il materiale umano è calato di livello;
    6) Carlisle lo vedo in difficoltà.

  26. Durant macchina da punti terrificante, penso passerà alla storia come il più grande attaccante puro di sempre, mid range infinito, MJ non tirava così bene da fuori.Quest’anno con una stagione così corta può attentare minimo ai 32 di media.

  27. @ beh considerando che il centro titolare della squadra favorita alla vittoria per il titolo è joel anthony…

    secondo me deandre ci sta alla grande nei clippers e se dovesse (come probabilmente accadrà) avere problemi di falli, evans non è la fine del mondo, e poi possono provare griffin da centro (come gli heat fanno con bosh).

    @restiamo umani

    prova a dividere il commento in diversi micro-commenti e a pubblicarli uno alla volta, così ti rendi conto dove sta la parola incriminata. a parte questo quando non ti posta il commento basta tornare indietro alla pagina precedente e il commento non è comunque perso.

  28. @ guido bagatta sono d’accordo su durant, ma ciò non toglie che sia una dei giocatori più brutti da vedere tra gli all star. fortissimo, ma sembra un insetto. e non emoziona.

    ciò non toglie nulla al suo valore, e verrà ricordato come uno dei più forti di sempre. ma non è per vedere gente come lui che guardo l’Nba. parere personale.

    • skip to my lou

      che durant non sia il giocatore piu bello da vedere e verissimo pero preferisco vedere giocare kevin rispetto ad un james o un rose tanto per fare qualche esempio…..

  29. Sec me si divertiranno abbastanza a Minnesota qs anno.
    Riguardo i Lakers, oddio, stanno giocando di squadra come non mai sia a livello offensivo sia a livello difensivo, ma due stelle di cui una in sorprendente involuzione non so sufficienti. Urgono rinforzi a cominciare da Agent Zero…
    Con il rientro di Bynum credo che sarà tutt’altro andare.

  30. Commento solo le partite che ho visto.

    Cavs-Raptors
    Gara vinta dai canadesi facilmente. Ottimo Calderon, il migliore in campo, con un supporting cast decente. 7 uomini in doppia cifra non si vedevano da anni nell’Ontario. Bargnani buona gara, 30 minuti giocati con aiuti difensivi che non li ho mai visto fare se non in nazionale. Curioso vedere il coach e gli assistenti spiegargli durante la gara i movimenti da fare. Una cosa va detta: i sincronismi tra i compagni sono ancora da oliare. I Cavs sono poca roba con il rookie Irving pessimo. Non ingannino i 7 assist.

    T-Wolves-Thunder
    E’ iniziata la Rubiomania. Il ragazzo è speciale e come sopstettavo ha giocato i minuti che contavano. Adelman ha messo in campo Rubio-Barea-Beasley-Williams e Love nel 4 quarto. Un gruppo bello da vedere, solido con la mentalità giusta. Hanno perso contro i Thunder ma giocandosela fino all’ultimo. Adelamn è un santone, e vedere i ragazzi parlarsi e raggrupparsi in campo come fanno i collegiali è stato bello. Queste cose non succedevano lo scorso anno. Rubio parla, da indicazioni e vedi lo stesso duo Love-Beasley dargli retta. Il ragazzo passa la palla benissimo ed ogni volta che vanno in transizione è uno spettacolo. Difensivamente ci stà e pronostico per lui tanti viaggetti all’All Star Game. Squadra già temibile e come ho già detto da corsa ai PO.
    I Thunder sono una macchina oleata, giocano come dei veterani e vincerla ieri non è stata facile. Westbrook ha avuto le sue difficoltà, non ingannino le cifre ma ha tanto talento che ovvia alla grande. Durant è un caso a parte.

    Kings-Lakers
    C’erano i dominatori ad ovest. Ora sono forti ma un bel gradino dietro le big. Kobe tira tanto, segna tanto ma difensivamente sta sulle gambe. Thornton gli è partito più di una volta senza che potesse fare qualcosa. Kings che hanno avuto la forza di reagire dopo essersi mangiati 11 dei 15 punti di vantaggio nel 4 quarto. Hayes è un mostro. Tira i liberi in modo orrendo, ma difensivamente è un clinic. Gasol in un’azione non è stato in grado di tirare come si deve, e parliamo di un signore che di movimenti offensivi ne ha. Benissimo il trio Thornton-Evans-Cousins che hanno spezzato la resistenza losangelina. Di LA sono da salvare Metta e Kobe. Mancava Bynum ma anche con lui la strada è impervia. Fredette ha commesso errori di gioventù ma sa leggere il gioco. Migliorerà.
    Un’ultima nota: i Lakers soffrono i play piccoli. Isaiah Thomas ha fatto impazzire le guardie gialloviola. Non un caso.

    Sorpreso di vedere Marco titolare per 30 minuti con 10 punti. Felice per lui, come lo sono per i Nuggets che hanno passeggiato a Dallas. Buona prestazione di Gallinari.

  31. @toure

    questione di gusti, allora.

    preferisco rose, wade, james e tutti gli altri allstar a durant. proprio mi infastidiscono le sue movenze. poi niente da dire, la palla va dentro che è una bellezza.

    sarà la mia aracnofobia…

    • Io e te non saremo mai amici
      A me mi chiamano anche Ragno per le mie fattezze e movenze….ecco, Reggie mi assomigliava molto…

        • si vede che il mondo è vario. veramente non riesco a immaginare come durant possa farti impazzire (parlo sempre dal punto di vista estetico, il talento e la forza non si discutono).

          reggie miller era nettamente più elegante di durant. io proprio non riesco a tollerare le sue braccia lunghissime e il busto piccolo, quel suo muoversi come se fosse uno di 1.60 finito in una pressa, assottigliato e allungato.

          boh, sarò strano io.

          intanto da ieri sono ufficialmente impazzito per rubio. mi aspettavo che si inserisse bene, ma ieri ci sono stato lampi di genio. l’ho anche preso al fantanba anche se come statistiche sarà poco produttivo. ma sticazzi.

        • Anche a me Durant mi fa impazzire
          E sai benissimo perchè!!!
          E se non lo dovessi sapere, telefona ad un certo Greg Oden….

        • Eh si
          la ti volevo!!!;-)
          Speriamo che siate stanchi….
          Noi ieri non siamo andati malissimo, ma neanche voi!!!
          Quindi non dico niente….di Portland non andrebbe mai detto niente!!!
          Ad T.Evans ha fatto bene l’aria di Roma?;-)
          E c’è anche Outlaw tra di voi….la vendetta dell’ex?

  32. buon ritorno di Rudy Gay e seguo con attenzione Shaun Livingston dei Bucks che piano piano sta tornando… Paul George dei pacers bel giocatore.
    nemmeno a me KD35 mi fa impazzire..preferisco le movenze di Melo e Rudy però sull’estrema efficacia nulla da ridire ( e ci mancherebbe!!!)

  33. Quest’anno comunque, visto che i miei amati Celtics non credo arriveranno molto lontano (speriami almeno ai playoffs), tiferò Clippers tutta la vita: la franchighia più derisa della storia dell’Nba quest’anno DEVE arrivare ai playoffs e poi… tutto può succedere, anche se l’esperienza a certi livelli mancherà.
    Chris Paul, Deandre Jordan, Blake Griffin, Billups, Butler…, ragazzi, se difendono e hanno un minimo di panchina questi sono di un’atleticità spaventosa e poco poco meno degli heat come talento!!!

  34. Intanto Rubio ha l’onore del numero 1 nella Top 10.

    E’ molto presto per dare giudizi ma il vento sta cambiando. Le franchigie che hanno fatto il bello e il cattivo tempo sono in ribasso. Inoltre una stagione così condensata non aiuta chi è avanti negli anni.

  35. @skip to my lou (l’altro)

    In un basket fatto di gente iper palestrata che pesa come un tanker, vedere un cristiano di 2.08 che non alza dalla panca 80 kg (Nate Robinson 120!!!) e giocare come lui è semplicemente pazzesco.
    Dell’eleganza mi frega meno di zero, se poi Kevin oltre al tiro, sta migliorando in penetrazione con tanto di controllo del corpo. Non posso non ammirare un ragazzo che fisicamente sembra un foglio di carta. Le braccia lunghe fanno impressione ma nei neri è normale. Chiedere a Wade. Solo che se pesasse 20 kg in più (Durant) lo noteresti di meno.

    A me piace moltissimo per l’approccio, la mentalità, la voglia di migliorare e l’assoluta facilità con cui segna. Non esiste nella NBA uno così. E’ speciale proprio perchè lo fa con un corpo del genere.

  36. ma infatti io ho detto 50 volte che è fortissimo.

    solo mi fa schifo da vedere, tutto qui. per me che non sono un tifoso e guardo il basket per piacere l’eleganza può anche avere un suo senso, la spettacolarità e quant’altro.

    sui neri che hanno le braccia più lunghe ci andrei cauto. wade non mi sembra sproporzionato, durant mi sembra un freak. ma tutto qui.

    inoltre non credo affatto che durant debba essere elogiato perchè pesa poco eppure gioca meglio. i suoi mezzi fisici sono diversi, ma altrettanto fuori dalla norma. un discorso come il tuo ci sta per steve nash, non per durant.

    detto questo ripeto, fortissimo. una belva.

    ma non mi piace.

  37. @skip to my lou (l’altro) Durant potrà piacere o non piacere (anche se a me sembra davvero impossibile percorrere la seconda ipotesi), avrà le braccia sproporzionate rispetto al corpo (è il suo punto di forza avere degli arti cosi lunghi) ma è per gente come LUI che sono INNAMORATO dell’NBA. Tecnica di tiro, completezza sul piano offensivo e facilità d’esecuzione sono impressionanti e adesso come adesso NESSUNO e dico NESSUNO può competere con lui in questa Lega offensivamente parlando. E può ancora migliorare. Deve migliorare due aspetti. Difesa (ieri s’è visto, Beasley ha fatto quello che voleva) e maturità nei momenti chiave (quella verrà col tempo, ha solo 23 anni appena compiuti). E’ per gente come lui che sono innamorato di questo sport. Le schiacciate alla Lebron magari “King” James sarà il migliore a farle ma il mondo Nba è zeppo di gente come lui. Semplicità di tiro e completezza offensiva? Queste sono caratteristiche che competono a pochi. Io preferisco l’eccezione piuttosto che la regola. Quando Lebron si ritroverà senza anelli al dito (e purtroppo anche un giocatore straordinario come Wade anche se uno LUI l’ha già vinto), iniziate a guardare le strade che portano ad Oklahoma City. Lo dico da tifoso Rockets (ormai decaduti). Comunque ieri Minnesota davvero straordinaria. Una squadra davvero divertente. Ne vedremo delle belle.

  38. @skip to my lou (l’altro)

    E’ la parola SCHIFO che fa storcere il naso. Potrà piacere o meno sul piano estetico ma schifo… Ti piace di più la goffaggine di gente come James (che riesce a fare quello che fa solo per uno strapotere fisico)? Probabilmente, come ha detto alert, ti piace lo stile ultra pompato che schiaccia in faccia al malcapitato di turno. Non è un male, anche perché tutta l’NBA è orientata in quel senso. Certo se devo pescare in quel mazzo preferisco prendere Wade, che ultra pompato lo è ma almeno lo fa con “eleganza” e un minimo di “tecnica”.
    Io adoro un giocatore un giocatore come Durant citando le parole azzeccatissime di Alert:
    “per l’approccio, la mentalità, la voglia di migliorare e l’assoluta facilità con cui segna. Non esiste nella NBA uno così. E’ speciale proprio perchè lo fa con un corpo del genere.”

  39. Fra i tanti movimenti insensati di Durant la partenza a destra da fermo ha dell’incredibile, come possa uno così lungo essere anche cosi coordinato e veloce è misterioso, il fatto che non sia un’ammasso di muscoli ma un concentrato di tecnica e talento è proprio una delle cose che lo rendono speciele. disse buffa che non facendo 90 di panca nessuno lo cagava pre e dopo il draft (oddio seconda scelta dietro l’obligatorio Oden) ma chissenefrega !
    Un giocatore unico senza precedenti

  40. @Fabio Massimo Stoppani

    secondo me ti perdi un punto fondamentale, e ti contraddici.

    lebron è forte ma è aiutato dal fisico?

    idem durant. come dici tu sono proprio quelle braccia lunghe a dargli un vantaggio enorme, perché fa partire il tiro da altezze incontestabili.

    ma questa è l’nba ed è sempre stata così. i veri mostri di talento sono i piccoletti, che devono destraggiarsi tra giocatori tentacolari.

    durant il migliore per completezza e capacità offensive? seguendo il tuo discorso potrei dirti “togligli l’altezza e le braccia chilometriche e vediamo”. ma non avrfebbe senso. altrimenti saremmo tutti costretti ad ammettere che steve nash, come talento puro, è il giocatore più forte dell’nba,

    come james ci sono decine di schiacciatori, lui è migliore perchè coordina il corpo meglio, ha una mano migliore di tanti altri (e peggiore di alcuni) una visione di gioco cinque stelle e un controllo del corpo invidiabile

    con la morbidezza di tiro di durant ce ne sono decine nell’nba (thorton, nash, paul, bryant, mcgrady, gordon ecc ecc) ma lui è milgiore perché i suoi tiri sono difficilmente contestabili data l’altezza, ha un ottimo controllo del corpo, mezzi atletici fuori dal normale e un gran sangue freddo.

    solo che A ME, personalmte, durant ripugna esteticamente.

    ma è un’opinione personale.

    ma davvero non potete dire che è straordinario perchè fa quello che fa con quel fisico. fa quello che fa PROPRIO perchè ha quel fisico. insieme al talento e a tutto il resto.

    (volevo solo parlare di un fatto estetico e invece sono partiti i confronti con james, con gli anelli che non avrà mai – davvero ci credi? eccetera)

  41. Quasi tutte le leggende dell’nba hanno abbinato un talento straordinario a un fisico fuori dal normale:

    jordan era un alieno. il suo soprannome era ari perché galleggiava in aria, saltava come una cavalletta e schiacciava come un matto. poi aveva anche un talento immenso e un carisma invidiabile. ma andatevi a leggere quello che scrivevano di lui nei primi 4-5 anni di carriera. freak

    magic aveva doti fisiche comuni ma era comunque più alto di qualsiasi play o guardia. aveva un talento siderale (è il mio giocatore preferito), ma nessuno può dire che il fatto di essere un play di oltre 2 metri non l’abbia aiutato. freak

    shaq. evidente. una forza della natura. ma aveva anche piedi da ballerino, mani dolci in appoggio e ottima visione di gioco

    t-mac (mai rimpianto abbastanza) come talento e mani secondo me nettamente superiore a durant, ma anche lui aiutato da un fisico da marziano (braccia lunghe, gambe esplosive).

    e allora com’è che la storia “sì ma è forte solo perché ha quel fisico, altrimenti sarebbe un giocatore normale” viene tirata fuori di continuo e sempre per lebron? e basta, dai..

    p.s su lebron “goffo” dissento profondamente, come voi dissentite dal mio schifo (estetico) per durant. nessun problema.

  42. l argomento Irving è spinoso,per me resta un mistero come si possa selezionare un ragazzo che ha giocato (si,benissimo) 11 partite 11 di college al numero 1! voglio dire,non ha mai giocato a livello semi-serio se si ecludono le poche partite con Duke…mi è sembrato almeno che T Thompson sia più sveglio,almeno è fisicamente pronto,ma anche qui mi sembra che parliamo di 2 progetti,forse i Cavs avevano bisogno di gente un attimino più pronta…

  43. p.p.s Ho detto “mi fa schifo da vedere”, non che fa schifo. è una mia opinione, che ci posso fare se mi fa schifo, mi sparo?

  44. appunti sparsi…
    -è già rubio mania…ha un gioco americano e si vede
    -belinelli che gioca in contumacia jack…avrà meno minuti, ma spero si trovi in una dimensione da 6° uomo
    -bargnani…la musica non è cambiata
    -livingstone, forse sta tornando, e ne sono contentissimo, m’è sempre piaciuto
    -gallinari, non mi ha impressionato, ha fatto il compitino con percentuali scadenti(come gli altri italiani)
    -dallas imbarazzante…spero sia mancanza di stimoli, perchè anche wunderdirk è sottotono
    -lakers…aspettanto bynum, e vediamo se le cose cambiano…
    -chiosa finale…eroici blazers

  45. Il fisico aiuta e toglie allo stesso tempo. James lo usa per intimidire gli avversari, per difendere in modo insensato come fece ai PO contro un certo Rose, ma sono un suo limite (mentale) quando non accetta di sfruttarlo in post basso. La testa di questo magnifico atleta/giocatore non è al top. Lui è un vero freak, perchè coniuga un corpo assurdo ad una tecnica/velocità fuori dal comune. Perchè ai voglia a massacrarlo perchè buffone, supponente o idiota, ma a memoria non ricordo un cristiano del genere.

    Durant ha braccia chilometriche, e qualcuno mi deve spiegare come è possibile partire in palleggio in quel modo neanche fosse alto 1.98. Quello che mi lascia stupito è che lui, consapevole dei limiti del proprio corpo in fatto di potenza, sta usando la testa per migliorare dove non è assolutamente superiore agli altri, ovvero la penetrazione in traffico, le assistenze e la difesa. In sostanza memore delle sue debolezze fisiche, cerca di usare la velocità dei piedi e le braccia lunghissime a suo favore per toccare palloni ed essere più presente in altre fasi di gioco. Poteva fare come fanno in molti, cioè cullarsi su i suoi punti di forza senza esplorare altre possibilità.

    Nash
    Un Dio cestistico come pochi. Come lo è stato Stockton…. gente con un QI cestistico anni luce avanti a molti.

  46. @zotal

    Irving mi ha deluso perchè non è ancora pronto per la NBA. E’ acerbo. Ritrovandosi in una squadra perdente avrà tonnellate di minuti per trovare il filo del discorso. Però a naso non mi sembra uno di quelli che spaccherà la lega.

    @ched
    Non essere troppo duro con i due italiani (Gallinari e Bargnani) riguardo le percentuali. Andrea aveva un 5/10 prima di due tiri a babbo morto nei secondi finali.

    Rubio è speciale, fatto ad arte per la NBA. L’esperienza maturata ad alti livelli in Europa lo aiuteranno a smaltire in fretta il periodo di acclimatamento ad un gioco diverso. A Minnie la sensazione che ho provato ieri guardando la partita, è stata la passione con cui il pubblico salutava ogni cosa che faceva. Questa ben presto diventerà la squadra di Ricky e non di Love, Beasley, di Barea, Derrick Williams…

    • intanto Kevin Love può essere esteso fino a fine gennaio,vedremo che farà,il pubblico secondo me con Rubio è così passionale con lui più per la fama e gli highlights su internet e per l essere “esotico” venendo dalla Spagna che non per le prodezze in campo,poi al debutto 6 ast e zero perse giocando i minuti decisivi da play è impressionante…serve disperatamente un 2 che sappia crearsi il suo tiro,fortunatamente c è del materiale per organizzare una trade…

  47. Per carità, quoto in toto il tuo ragionamento sul fisico. Un grande giocatore diventa uno straordinario giocatore se è aiutato da certi doti fisiche in Nba. Il fatto è che Lebron James è il capostipite di quelli “più grosso sei che in campo ne faccio 36”. Non che sia un male, ma questo ragionamento ha portato a considerare solo quelli che fanno la schiacciata in faccia, fanno le smorfie e mostrano i muscoli. Per carità, anche KD lo fa ma lo accompagna a moltissime altre cose. E poi sicuramente il fisico lo aiuta in alcuni frangenti (tiro dalla media e lunga) ma in altre lo penalizza. Eppure entra nel traffico e schiaccia senza alcun problema. E’ una cosa fuori dal comune. Quello che davvero dovrebbe invidiare a James è la visione a cinque stelle (come hai detto tu). Durant ancora non possiede quegli scarichi ma anche guardando la partita di ieri in questo sta facendo notevoli passi in avanti. Comunque basta davvero fare confronti, forse è partito tutto da me e me ne scuso. Ma è inevitabile. Sono i Campioni assoluti del gioco rozzo ed elegante (sta a voi assegnare ai contendenti quale gioco rispecchia James o Durant….).

    Comunque non mi parlare di McGrady. Sono tifoso Rockets. Ho il cuore ancora che piange. Se avesse avuto un fisico sano cosi come la testa, adesso staremmo parlando ancora di lui oltre che di Bryant. Ricordo ancora con le lacrime agli occhi quello che ha fatto con San Antonio in quel minuto… Ecco Durant ripercorre quello stile. Con un bel pò di testa in più e (speriamo) un fisico sano.

  48. Benritrovati. Due parole su kd : credo sfiguri perche’ fisicamente diverso e “alieno” nella Nba attuale fatta di strapotere fisico – per I fondamentali ripassare dopo il 5° anno grazie. Per me la sua fortuna e’ stata rispettare la sua struttura agile evitando di diventare l’ennesimo culturista. Questo gli consente tanta agilita’ in piu’ che per un 2.08 non e’ poco… ho letto che magic aveva mezzi fisici comuni! Ma dove????

  49. vincenzo
    sante parole…
    quanti giocatori metton su chili si muscoli e perdono le loro peculiarità…
    mi viene in mente belinelli(che ha messo anche ciccia)

  50. Durant è l’unico giocatore del panorama mondiale di oggi che potrebbe spodestare sua maestà, in lui vedo qualcosa di speciale, mi sembra il vero prescelto, OKC quest’anno ad ovest non ha rivali, i Clippers non sono profondi come loro, vedo una finale Miami-OKC e questi ultimi sono forse l’unica squadra della lega che si accoppia bene con gli Heat, anzi sono anche più profondi di Miami.Se Durant alla prima apparizione in finale dovesse battere il presunto prescelto dinasty is coming.

  51. Più profondi i Thunder degli Heat? Boh, io della maggior parte dei giocatori ho difficoltà a ricordarmi le facce…

  52. Poi OKC che non ha rivali ad Ovest è tutto da vedere; sono bravi, questo si, ma io tutto questo abisso con le altre non ce lo vedo per niente. Non so che basket vedi tu…

  53. miami è profonda sono nel ruolo di ala piccola (james jones, miller, battier).. poi per il resto poca cosa, l’unica altra riserva buona è haslem.. play? il rookie norris cole. guardia? nessuno. centro? curry (ok forse era meglio nessuno). mi rifiuto di considerare juwan howard come un giocatore attuale di pallacanestro
    la forza di miami non sono certo le riserve

    per OKC concordo con l’ammiraglio: tutti li danno per favoriti ma sono ancora parecchio giovani e la concorrenza non è scarsa anche se decisamente iferiore agli ultimi anni
    ricordiamoci che non sempre quella che sembra più forte va avanti, dalla docet

  54. Probabilmente vediamo due basket diversi, nel mio basket vedo un ovest dove i Lakers hanno perso il loro sesto uomo e terzo giocatore per importanza nei due titoli vinti, senza risolvere i gravi problemi che avevano in backcourt se è vero come è vero che son costretti a far giocare 30 minuti un giocatore stra finito come Fisher, hanno Kobe che gioca con una mano in disordine senza un sostituto all’altezza (Kapono who?Manco un minuto in campo in queste prime partite…).Vedo i Mavs che hanno perso Chandler e Barea che insieme ad un Dirk jordanesco sono stati i fattori determinanti per vincere il titolo l’anno scorso.I Clippers hanno fatto un salto di qualità con Paul ma dubito a tal punto dal portarli allo status di contender.Ad oggi non vedo chi possa battere in una serie ad ovest i Thunder che avranno un anno di esperienza in più, Perkins entrato nei meccanismi alla perfezione e un Durant sempre più leader.Che poi ci sarebbe da dire che già l’anno scorso con Dallas la serie fu molto più equilibrata di quello che poi disse realmente il campo, almeno due partite le buttò nel cesso OKC.

  55. Quanto al confronto con Miami confermo assolutamente quello che ho detto, OKC è completa in tutti i ruoli, forse manca un lungo con punti nelle mani che dia un’altra dimensione al loro gioco ma per il resto sono assolutamente più completi degli Heat, hanno due bocche di fuoco in attacco, uno dei migliori difensori perimetrali della lega, uno dei migliori difensori in pitturato della lega e il miglior stoppatore della lega.Dalla panca escono Harden che ne mette 15 ad allacciata di scarpe ed è buonissimo anche in difesa (chiedere a Kobe), hanno Cook che è un ottimo tiratore, Collison che come lungo di rotazione è buono.Poi si accoppiano bene e da un punto di vista atletico sono forse l’unica squadra che può competere con Miami.

  56. no beh sono d’accordo che il livello ad ovest si sia abbassato.. dico solo che io non vedo con certezza OKC in finale, se dovessi dare una % direi meno del 50%
    poi chessò darei 25% ai lakers, 10% a memphis, dallas e i clippers e un 10% o anche meno agli altri (san antonio, portland, denver….)
    sono i favoriti ma non così tanto

    per dire l’anno scorso a inizio stagione si tendeva a dire 90% lakers in finale

  57. La griglia delle favorite di qualche giorno fa dopo appena un paio di partite sarebbe già da cambiere…
    mai successo che una squadra campione in carica non raggiunga i Po l’anno successivo? Potrebbe accadere! Il livello di competitività a ovest è troppo alto, tutti vedono Memphis e Dallas fra le prime 4 (sicure finaliste di conference), beh dico che abbiamo ancora troppo negli occhi gli scorsi PO
    quasi impossibile che si ripetano, anche e soprattutto i Grizz per i quali si sono allineati gli astri a marzo per una cavalcata molto difficile da ripetere

  58. Caro Ammiraglio continua a vedere le partite degli Heat. Perché quando Ibaka farà fare una figuraccia a Bosh, Cook metterà una serie di triple, Sefolosha farà sudare 7 camicie a Wade, Harden spezzerà in due la partita entrando dalla panchina, Maynor ti farà vedere cos’è un PM, beh forse allora quel giorno queste facce te le ricorderai. Fino ad allora goditi gli schiaccioni a campo aperto di LBJ. E ricordagli di dimenticarsi di fare 16 punti di media alle finali perché avendo davanti Kevin Durant sarà difficile strappare via l’agognato anello. E se davvero non dovesse farcela nemmeno quest’anno potrebbe esser arrivato il momento di dimenticare gli orpelli vari e indicare come prescelto forse qualcun altro. Stia attenta Miami.

  59. Ecco giusto avevo dimenticato Maynor, per assurdo OKC gira meglio quando c’è lui in campo al posto di Westbrook

  60. -julius: credo che sottovaluti memphis. due anni fa fecero un’ottima seconda parte di stagione e arrivarono ai po, poi venirono sweeppati. l’anno scorso, dopo una partenza mediocre e l’infortunio a rudy gay, si ripresero e arrivarono alle semi dell’ovest -mettendo in grave difficoltà i thunders. dati alla mano sono in crescita costante da due anni! il discorso degli astri allineati lo vedo più realistico riguardo a dallas.
    -su okc: a me ciò che più ha colpito in queste due apparizioni è il fatto che perkins è oramai integrato nel sistema di coach brooks e si vede. ai po bisogna vedere se durant e westbrook miglioreranno il loro affiatamento e le percentuali nei momenti decisivi. poi, ad ovest, sono davvero i più forti..

  61. Criticare LBJ per The Decision ci sta (parecchio) e l’ho fatto personalmente anche io; criticarlo per come gioca, spiacente no. è forte, in tutto, ed è uno dei giocatori più completi che mi ricordi ( più completo e duttile dello stesso Kobe). Ha avuto delle brutte partite e delle orrende serie ( come le scorse finali), ma sono cose che capitano e che possono capitare a chiunque.
    Reputo Bryant il più forte giocatore del decennio 2000-2010 ( prediligendolo a Shaq e Duncan per puri motivi anagrafici) , ma anche lui toppò le finali del 2004.

    Comunque Fabio Massimo Stoppani XII, detto l’Africano, i tuoi discorsi non stanno in piedi un minimo, ma per fortuna è arrivato qualcuno a spiegarteli per filo e per segno prima di me.

  62. a me sti denigratori di james fanno ridere…
    sembrate fan del wrestling che devono tifare o andar contro uno perchè si porta…
    esaminate il giocatore e non potrete negare che è la più grande macchina da canestri (per sintesi tecnico-tattica-fisica) che s’è mai vista su un parquet…con una testa ancora incapace di supportare tali doti fino alla fine…

  63. quoto iyw.

    io sono un fan di lebron james. non l’ho mai nascosto, non ho mai attaccato gli altri. ho criticato james quando ha cannato, gli ho dato del demente l’hanno scorso.

    però è veramente dura leggere da due anni (anche da prima, ma almeno prima erano solo i tifosi pazzi di kobe a portare avanti lo strazio) che è solo uno grosso, che è una scimmia che schiaccia, che è un perdente e non ce la farà mai.

    l’hanno scorso ha toppato le finali. a essere perfettamente onesti in finale gli heat ce li ha portati soprattutto lui, con prestazioni mostruose (anche nel 4 quarto) contro celtics e bulls.

    “grazie lebron per avermi portato qui”, parole di dwayne wade.

    poi ha toppato la finale. malamente. e gli heat hanno perso. ha ancora tempo di rifarsi.

    ha sbagliato tanto in carriera, ma secondo me è stato anche sfortunato. jordan non ha vinto una mazza finché non gli hanno dato pippen e phil jackson, magic ha avuto il culo sfrontato di capitare in una squadra di fenomeni + pat riley, idem bird, kobe ha avuto shaq e gasol e phil kackson, i big 3 di boston sono andati a vincere insieme, duncan si è trovato prima robinson e poi ginobili e popovic. lebron si è fatto 7 anni di gulag e questo secondo me lo ha fottuto mentalmente (quando è entrato nella lega era paradossalmente più carismatico di adesso, ricordiamo i 55 punti di cui 25 degli ultimi 23 contro i pistons in quella che rimane un’impresa memorabile di questo gioco).

    può non piacere.

    ma davvero quanto oltre ci dobbiamo spingere. scimmia, perdente, sopravvalutato, re dei miei coglioni. va bene. abbiamo capito.

    ma oggi si parlava di durant e gli heat nemmeno hanno giocato…

  64. Lebron è un fenomeno, ma non venitemi a dire che è più completo di kobe.. Il mamba ha un repertorio offensivo che lebron non ha. basta vedere il gioco in post, i movimenti da pivot, il palleggio arresto e tiro. James è oggi il giocatore più dominante della lega, ma come completezza kobe resterà sempre davanti

    • per repertorio offensivo si, per completezza nelle varie fasi di gioco, non dico che non c’è paragone, ma quasi

  65. fabio…ma hai letto cosa ho scritto e l’hai capito???? dimmi uno meglio di lebron nel complesso fisico, capacità di muoverlo come una guardia avendo un corpo da cararmato, tecnica e tattica…fa tu

  66. onestamente basta la tua ultima frase

    “lebron fenomeno come ce ne sono tanti adesso”

    per decretare senza possibilità di essere smentiti che sei l’ennesimo hater accecato dall’odio che non connette il cervello prima di parlare.

    lebron james è un giocatore come ce ne sono tanti in questa lega.

    sarebbe interessante chiederti di enumerare questi tanti. sono 20? 30? 500?

    che tu sia uno dei soliti con un nick diverso o un nuovo represso che non si sa perché odia quel cristiano (certa gente ha sempre bisogno di qualcuno da odiare, sminuire) la musica non cambia.

    già visto, già sentito.

    spero per te che okc vinca l’anello, lebron finisca nella polvere e tutto il resto.

    è bello sapere che il basket fa felice la gente.

    • concordo pienamente. uno che in carriera ha 27.7ppg / 7ast / 7.1 reb /1.7 steals è un fenomeno come tanti altri?! troppa nb2k12..

  67. Leggendo alcuni post, noto che ad ovest non si tiene conto dei Grizzlies. Dal mio punto di vista loro, i Thunder e i Clippers sono le tre squadre che lotteranno per le Finals. I Mavs devono risolvere due grane: un play alla Barea e forse un centro migliore di Haywood che non si può vedere.

    James
    Non sono un suo fan ma è fort per davvero. Secondo me non sfrutta tutto il suo potenziale ma se lo facesse sarebbe ancora più devastante. Non è un realizzatore puro ma uno che può segnare in mille modi diversi. Il vero problema risiede nelle testa. Fino a quando non vincerà un titolo da leader avrà sempre quel tarlo che lo fa rendere meno del dovuto. Più passano gli anni peggio è.

  68. Tra circa quattro anni faremo lo stesso paragone tra kd e lebron come adesso lo facciamo con kobe. Per allora james potrebbe essere leggermente in declino con invece un durant al suo massimo e diremo che è lui il migliore. Per cui personalmente parlando certi discorsi lasciano il tempo che trovano. Per me il miglior kobe è superiore al miglior lebron.. Opinioni

  69. Su Memphis x il conte e chi ora stravede per loro
    Non che non sia d’accordo ma vi ricordo che un’anno solare fa anche meno:
    Gasol era il fratello brocco di quello forte regalato ai Lakers
    Zack un ciccione da 20 e 10 inutili e deleteri
    Gay bravo si ma non certo una superstarr
    Allen scartato dai Celtics e sempre infortunato
    Conelly (come si scrive?) non certo fra i primi 15 play dell’Nba
    Majo una testa di ca**o e poco di più
    e Grizz in generale il buco del —- dell’Nba con meno spettatori di una squadra di C1 italiana

    poi che è successo? Si infortuna la stella e questi infece di colare a picco vganno oltre ogni pronostico… se non è allineamento astrale questo!
    Sono stati strepitosi non lo nego ma contro un Duncan di 4-5 anni fa e un Ginobili sano non avrebbero passato il primo turno

    • Sta di fatto che con un Duncan di 4 5 anni fa la metà dei nomi dei griz era al college

  70. @skip to my lou (l’altro) La mia frase “ce ne sono tanti altri” è un modo per dire non è l’unico al mondo, non è il prescelto, non è il giocatore dominante dell’Nba. E’ un fenomeno, fra i migliori della Lega. Ma come lui, se non meglio di lui ci sono Wade, Kobe, Durant, Rose, Anthony. In passato come lui se non meglio di lui ne avrei a bizzeffe. Lui è un fenomeno, certamente tra i migliori ma non è il giocatore dominante che certi sponsor e parte del mondo Nba vogliono farci credere.

  71. Riguardo durant, direi che lui è davvero un freak, pensare che questo è alto 208 e ha una apertura “alare” di 225cm, (blake griffin per capirci, 208cm per 208 cm di apertura…).Quello che lascia senza parole è la velocità, di solito avere delle leve lunghe rende più goffi e lenti, ma lui invece non si spiega come faccia ad essere così rapido. Come realizzatore puro non so se è il migliore, ma sarà sempre tra i candidati al premio di miglior realizzatore.

  72. Tra il miglior Kobe ed il miglior Lebron prendo tutta la vita il primo, ma questo non toglie che il secondo sia un fenomeno come pochissimi altri.

  73. OKC:
    Aldrich, Hayward, Ivey, Jackson, Maynor, Reid… In diversi sono Rookie, e comunque rimane il fatto che non so chi siano. Colpa mia, magari son forti; tutto questo non cambia che tranne il quintetto io non vedo nient’altro.

    • Ma fai il furbo o cosa?Hai lasciato fuori i tre più forti della loro panchina, Collison, Cook e soprattutto Harden che in quasi tutte le franchigie della lega sarebbe starter.

    • Ti sei ancora di più certificato… Perché o lo fai apposta o non conosci nemmeno un giocatore di OKC. Se fosse cosi non vale nemmeno parlare un secondo con te dei Thunder.

  74. L’esemplificazione di James è arrivata 1 minuto fa. Schiaccione straprepotente in campo aperto con una cattiveria che tra poco si rompe un braccio. Ops precedente fallo in attacco di Miami. Tutto inutile ma che senso aveva schiacciare in quella maniera? Nessuno. Alla gente però piace… Lebron da loro quello che vogliono. Sono lontani i tempi di Jordan e Olajuwon. Arroganti solo quando serve, senza orpelli vari. Peccato, perché proprio adesso ha messo una bellissima palla per Chalmers (mi sembra) solo da doverla spingere dentro. Lebron James dovrebbe togliersi la maschera da Lebron James e fare il giocatore di basket. Cosi avrebbe molte più possibilità di vincere quell’anello.

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.