D-Rose vince il duello con Paul

BULLS 114, CLIPPERS 101
Un grande 4° quarto di Derrick Rose consente ai Chicago Bulls di sbancare anche la Los Angeles sponda Clippers. Rose è talmente grande da strappare, in trasferta, il coro “MVP, MVP”. Il suo score è tanta roba: 29 punti, 16 assist e le due triple che affossano i Clippers nell’ultimo periodo. Tutto il quintetto di coach Thibodeau arriva in doppia cifra con un Deng killer silenzioso con i suoi 19 punti e Noah che gioca una signora gara a 360° (19 pts, 8 rebs). I Clippers (-14 a rimbalzo) sono un highlight continuo ma non riescono a dare un’impronta difensiva alle proprie gare. Griffin chiude con 34 punti e 13 rimbalzi mentre Paul nonostante i 15 punti ed i 14 assist esce sconfitto dal duello con Rose.

MAGIC 100, BOBCATS 79
Largo successo per gli Orlando Magic che conquistano la terza vittoria consecutiva di questo confortante inizio di stagione. L’uomo più in forma è certamente Ryan Anderson che scollina un’altra volta sopra i 20 punti chiudendo il suo match con 5 triple e 8 rimbalzi. Howard fa il vuoto sotto i tabelloni grazie ai 20 punti, 24 rimbalzi e 4 stoppate per una squadra che è sempre davanti e che tocca anche le 21 lunghezze di vantaggio. Ai Bobcats (36% dal campo) non bastano i 20 punti di Maggette mentre Kemba Walker è autore di una brutta gara da 1/9 al tiro.

CAVALIERS 91, PACERS 98 OT
Il primo overtime della stagione si gioca ad Indianapolis dove i Pacers hanno la meglio su dei buoni Cavaliers. A meno di 5 secondi dalla fine del 3° quarto, un canestro di West vanifica la precedente tripla del vantaggio di Parker e spedisce le due squadre al supplementare dove Granger trascina Indiana al successo segnando 9 punti in un amen. 6 giocatori in doppia cifra per Vogel che è ancora imbattuto. 22 punti per Granger e 3 doppie doppie per West (14+10), Hibbert (17+13) ed Hansbrough (10+12). Buona gara di Irving che mette a referto 20 punti con 8/19 al tiro.

PISTONS 85, CELTICS 96
Torna Paul Pierce ed i Boston Celtics eliminano lo zero dalla casella delle vittorie con una buona prestazione contro i Pistons. Match dominato dai ragazzi di Rivers che prendono definitivamente il largo da metà del 3° quarto grazie ad un attivissimo Brandon Bass che chiude con uno score di 17 punti. Il rientrante Pierce si ferma a quota 12 punti conditi da 5 assist in 23’ mentre O’Neal è il top scorer con 19 punti a referto. Terzo ko di fila per i Pistons che tirano 3/16 da 3 ed hanno in Monroe l’unica opzione offensiva valida (22 pts, 9 rebs, 9/12).

NETS 98, HAWKS 105
Atlanta mantiene in vita la propria imbattibilità battendo per la seconda volta in stagione i New Jersey Nets, apparsi comunque in netta ripresa. Gara molto equilibrata e decisa dalle giocate di Teague e Johnson nel finale con quest’ultimo che infila il canestro della staffa a 20” dal termine con un gioco da 3 punti. Per la coppia in maglia Hawks ci sono 43 punti con 15 dei 43 canestri di squadra. Sull’altro fronte oltre ai 23 punti di Deron Williams, c’è da sottolineare la buona perfomance di Marshon Brooks che mette a referto 21 punti con 8/13 al tiro.

ROCKETS 93, GRIZZLIES 113
Prima vittoria della stagione per i Memphis Grizzlies che si riscattano dopo i ko contro Spurs e Thunder. Partita che prende i binari di Memphis durante il 3° quarto chiuso con un parziale di 31-16 e che ha visto il vantaggio dei padroni di casa toccare anche le 25 lunghezze. Ottima gara di Zach Randolph (23 pts, 11/14) con Marc Gasol dominatore del pitturato con i suoi 20 punti, 8 rimbalzi e ben 5 stoppate a referto. Houston segna 11 triple ma concede quasi il 57% con Scola che si prende solo 3 tiri in 27’. Non bastano i 21 punti di Kevin Martin.

SUNS 93, HORNETS 78
Una sciagurata prestazione al tiro condanna i New Orleans Hornets (privi di Gordon) alla prima sconfitta stagionale. Sono solo 26 i canestri realizzati su un totale di 90 tentati con il quintetto titolare che non va oltre il 28% dal campo. Ne approfitta Phoenix che centra il suo primo successo grazie alle giocate di Dudley e Warrick sostenute da un Nash da 8 tiri presi ma con 12 assist a referto. Belinelli cattura 10 rimbalzi ma è impreciso al tiro (3/13) per gli 8 punti a referto. Peggio fanno sia Ariza (2/11) e Jack (6/20) mentre Okafor butta giù 8 dei 24 rimbalzi offensivi degli Hornets.

HEAT 103, TIMBERWOLVES 101
Altro successo in volata per i Miami Heat che conquistano la quarta vittoria consecutiva grazie al canestro vincente di Wade a 4” dalla fine che con un alley-oop converte il 10° assist di un dominante Lebron James. Per l’ex Cavs, ci sono 34 punti, 8 rimbalzi, 4 recuperi con 16/26 al tiro. Buona gara di Bosh (20 pts) mentre dalla panchina rispunta fuori Norris Cole che incide con i suoi 12 punti e 6 canestri realizzati. Minnesota perde per la terza partita di fila ma può sorridere grazie ad un Rubio padrone della situazione. Prima doppia doppia (12 pts, 12 asts) per lo spagnolo per una squadra che porta 5 riserve in doppia cifra.

WIZARDS 81, BUCKS 102
Washington si conferma essere una delle squadre meno attrezzate della fiera e prende un’altra batosta in quel di Milwaukee con i Bucks che dominano fin dalla palla due, chiudendo il primo tempo sul +24 e con 65 punti a referto. Brandon Jennings segna 22 punti con 5 assist e 8/15 dal campo ed è coadiuvato da un buon Ilyasova (16 punti con 8 tiri) e dalla doppia doppia di Bogut (13 pts, 15 rebs). Washington va sotto a rimbalzo (35-50) con un discreto Jordan Crawford (24 punti) ed un deludente Young (3pts, 1/10).

RAPTORS 86, MAVERICKS 99
Dopo 3 ko di fila, i Dallas Mavericks possono finalmente rompere l’incantesimo con la vittoria. Battuti i Toronto Raptors di un devastante Andrea Bargnani che risulta essere immarcabile per la difesa dei campioni NBA. I canadesi restano quasi sempre in partita ma pagano il parziale di inizio 4° quarto con il 7-0 firmato Terry-Nowitzki che distanzia definitivamente le due squadre. Buonissima prova di Mahinmi che è il top scorer dei suoi con 19 punti ed un perfetto 6/6 dal campo. Per Toronto, 30 punti e 7 rimbalzi per Bargnani che tira 11/18 dal campo mentre Barbosa ne infila 20 con 2 delle 6 triple di squadra.

SIXERS 99, JAZZ 102
Si sbloccano anche gli Utah Jazz che evitano di partire 0-3 grazie alla vittoria sui Sixers che vanificano una buona partenza che li aveva portati anche sul +13 nel 2° quarto. Decidono due canestri nel finale di Favors e Hayward con Phildelphia che ha fallito la conquista dell’overtime con Williams che ha avuto tra le mani la tripla del pareggio. 20 punti, 10/16 dal campo ed una buona impressione per Favors mentre Harris mette a referto 19 punti. In casa Sixers, non bastano i 42 punti della coppia Holiday-Williams per una squadra che finora ha giocato sempre lontano da Phila.

Post By Kevin Di Felice (156 Posts)

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

62 thoughts on “NBA – Rose affonda i Clippers, bene Heat e Magic

  1. Ovvio che Clips-Bulls sia stata presentata come la sfida Paul-Rose, in questi termini l’ha vinta Derrik, anzi stravinta, è stati esiziale, non ha sbagliato niente, Cp3 cerca continuamente il pick n’roll e funamboleggia ma Rose ti spacca il culo punto.
    In realtà ho visto piuttosto una squadra vera, da titolo, organizzata, che difende e sa serpre cosa fare, con Hamilton (che per intelligenza ed esperienza non è secondo a nessuno) che sembra cacato per giocare nel sistema di Thibo, contro un progetto di squadra
    Il duello muscolare fra i centri più rozzi tecnicamente dell’Nba lo stravince Noah

        • Palla accompagnata: quando un giocatore nel palleggiare porta la mano al di sotto del pallone in maniera tale che la palla possa virtualmente fermarsi nella mano del palleggiatore.

          La mano è di fianco, non sotto il pallone

        • Anche se fosse
          ma perché MJ non faceva mai passi?
          Siamo nella Nba….la Nba è anche questa.

  2. …immpressionato dal lavoro di coach Adelman…3 sconfitte per i giovanissimi T-Wolfs…tutte con finale tiratissimo… (-4 vs Thunder, -3 vs Bucks e -2 vs Heat) …sta tirando fuori il potenziale della squadra, nonostante che son poco più di 20 giorni che l’allena…

  3. ovvio che i bulls sono una squadra e i clip un cantiere..parliamone più avanti,adesso francamente non ha senso..

  4. piccolo OT

    mjrossit

    Non capisco i commenti che hai fatto ieri, ho solo fatto notare una cosa, e non c’è bisogno di uscirsene sempre con i soliti commenti infarciti di retorica di serie b per cercare di farsi capire. Detto questo, purtroppo(o per fortuna) non ho più il tempo di star dietro al nuovo esaltato di turno, in 5 anni in questo blog ne sono passati diversi, quindi direi anche basta.
    Tanti saluti, e buona NBA a tutti.

  5. Concordo con shannondunk:

    Rubio sembra poter star bene nella NBA (da quello che si intravede il giovane spagnolo può far parlare di lui). Adelman è un signor allenatore con un roster di tutto rispetto.
    Se riesce a dare un senso alla squadra (se lo seguono e lo lasciano lavorare ci riesce) nel poco tempo a sua disposizione in questa r.s. e con squadre in fase “discendente” come Sas-Lal-Dallas può dar fastidio rischiando di fare con i p.o. come stà facendo con i risultati di queste prime partite. Presto parlare ma hanno molto dalla loro sia oggi, ma soprattutto nel futuro se riescono a credere in un progetto con questo coach.

    Un felice 2012 a tutti.

  6. ennesima conferma che Lebron potrà stare in missione tutto l’anno, ma le partite le vince Wade

  7. Ragazzi
    Rubio sta facendo esattamente quello che pensavo: in Europa iniziava a far fatica
    l’Nba è tutto un altro mondo e potrà fare grandi cose.
    A Minneapolis, dove certo non è che sono tanto abituati…si stanno già innamorando di questo folletto spagnolo!!!

    E Attenzione a Bargnani…un po’ di allenamenti alla Stella Azzurra gli hanno fatto bene!;-)

  8. ragazzi io inizierei a smadonnare qua,perso in volata con OKC e gli Heat due delle candidate al titolo…vabbè và..buone feste e divertitevi stasera!

    • Per me Miami non vince nemmeno a Est…Sono fortissimi, ma mi sembra che manchi sempre qualcosa.
      OKC invece a Ovest la vedo molto molto bene… ma farei attenzione al Mamba… I lakers, a mio modesto avviso quest’anno sono una contender molto più di quanto mediaticamente sia percepito.

  9. LeBron è pazzesco! pazzesco, fa quello che vuole, quando vuole… e per di più ora mi sembra anche conscio dei suoi (pochi) limiti. Non si prende tiri da 3 e ha imparrato a lasciare a Bosh (gran giocatore, preso per il culo solo perhcè gioca con due ancora più devastanti di lui) e Wade parte della scena. Ora come ora mettere la parola Durant vicino alla parola James mi sembra eresia…
    Esiste ancora, ma non è per essere antipatico, qualcuno che preferisce paul a rose?
    Rose è al 4 anno ed è un giocatore migliore da ogni punto di vista…
    Griffin è già ora un to 15 NBA, e i titoli, eventuali, dei clippers passeranno molto più da lui che da qualsiasi altro giocatore.
    Per buttarla li così, però per me alla fine miami non vincerà il titolo.

    • Hai delle idee un po’ estremiste…=) Paul come playmaker puro, per trattamento di palla e capacità nel passare la palla non è secondo a NESSUNO. Talento purissimo.

  10. Ho visto i magic stanotte. Howard sta giocando in modo pazzesco! Altro che KD, se i Magic continuano di sto passo MVP a mani basse.

  11. la giornata di ieri anche se siamo ancora all’inizio ha evidenziato qualcosa..

    MIAMI ; lbj wade e bosh hanno fame di vittoria e di rivalsa e sono pronti a lottare fino all’ultimo,ottimo segno; un plauso ad adelman e i wolves capaci di tener testa sino all’ultimo a tutte le rivali

    BULLS ; amalgama giusta non ha cambiato molto e ha aggiunto hamilton che in uscita dal blocco per il tiro ancora riesce a dire la sua,ottimo lavoro societario..clippers cmq un ottimo cantiere aperto devono riuscire a trovare il ritmo di squadra

    DALLAS; a differenza di altri io penso che il meglio sia passato,non la vedo come contender e anzi la vedo fuori dal primo turno di playoff,a meno che non riesca a prendere d-will per la prossima sessione di mercato,in tal caso la cosa cambia..ma farsi segnare 30 punti da bargnani mah,la vedo dura

    ATLANTA ;da tifoso hawks sono felicemente sorpreso dal lavoro svolto durante il lockout di marin williams e teague in allenamento al tiro,seguivo tramite un canale locale della georgia che drew aveva riservato per loro un trattamento speciale di alcune sessioni di allenamento..ora aspetto un riscontro in un test importante con gli heat tra qualche giorno..ripeto se tengono la tensione anche nei playoff senza cali improvvisi possono giocarsela con le big e dire la loro

    ps auguri di buon anno cestistico e non solo a tutti :)

  12. @deron

    non so se hai visto la partita ma tutto il merito va a lebron (con buon supporto di bosh)
    wade causa infortunio al piede sta giocando molto male, certo se guardi solo le statistiche non te ne accorgi, ma sta sbagliando di tutto
    e il canestro vincente direi che è merito 45% dello schema, 45% del passaggio perfetto di lebron e 10% di wade che doveva solo segnare a porta vuota

    se wade avesse giocato come nel suo standard non ci sarebbero stati finali tirati né in questa né nella partita scorsa

  13. per quanto riguarda il discorso paul-rose secondo me è più forte rose e neanche di pochissimo
    [a proposito sembra che abbia firmato un contratto di sponsor con l’adidas –> 10 anni–> 250 milioni!!!!!]

    certo che come playmaker non c’è storia, tutta la vita paul; rose è un SG che gioca nello spot di PG

    bisogna solo vedere chi è più congeniale: se si potesse fare uno scambio alla pari, chicago non lascerebbe mai andar via rose che è più realizzatore (e chicago in attacco non ha molte bocche di fuoco) ma nello stesso tempo i clippers non accetterebbero lo scambio perchè paul è più congeniale al loro gioco grazie alla capacità di servire griffin e jordan

    come valore assoluto credo però che in molti sarete d’accordo che rose è più forte

    • Appunto sono giocatori talmente diversi che non sono confrontabili!! Si possono confrontare D.Williams, Nash, Paul e Kidd per esempio e discutere su chi è più forte. Rose è più un giocatore alla Wade, grandissimo realizzatore con un atletismo fuori dal normale per uno di quella taglia, non un creatore di gioco come sono quelli citati in precedenza. Quindi mettere a confronto Rose e Paul è una bestemmia…

  14. Deron
    Ecco a voi un altro Furbone… Del resto è risaputo che gli Alley-oop sono merito dello Ricevitore e non del passatore…o hai visto una remixa a tabellone

    Si direbbe di tutto per screditare lebron… Senza neanche vedere , non dico le partite , ma almeno higjlights o tabellini

    Detto ciò, ho un paio di domande
    Bargnani, ottimo in attacco, ma, per qualcuno che ha visto la partita:mahinmi che ne fa 18 è per “merito” di Andrea?????
    Belinelli con percentuali ridicole( come tutti gli hornets) ma 10 rimbalzi ( e mi sembra altri 5 e 6 le partite precedenti) si sta sbattendo ed è evidente, come la pensate?

    • non ti posso aiutare avendo visto solo miami ma quando ho visto il tabellino di mahinmi ho pensato anch’io la stessa cosa :)

    • Ho visto solo dei pezzi di partita, Bargnani resta sempre imbarazzante in difesa, però il fatto che ora gioca da 4 lo sta spingendo a fare il solletico all’attaccante, così da distrarlo. A nba 2k12 lo farei migliorare da 50 a 52 in difesa.

  15. rubio e gia l’idolo del publico dei wolves con le sue giocate.nell’ultimo quarto ha praticamente messo da solo in crisi la difesa degli heat che lo raddoppiava continuamente nel pick and roll,il ragazzo gia ad oggi siamo da top 10 della lega come passatore puro con una favolosa capacita di creare per i compagni.abbiamo l’erede di nash.
    gli heat rispetto ad un anno sono praticamente gli stessi a parte lebron che ha deciso finalmente di variare molto di piu il suo arsenale offensivo rispetto al passato(si muove meglio senza palla,tira meno da 3,inizia ad andare in post alto e post basso,insomma ha iniziato a sfruttare al meglio il fisico che madre naturagli ha dato).per il resto sono ancora una squadra che vive di giocate individuali con poco gioco di squadra piu o meno quanto l’anno scorso pero hanno talmente talento che non possano essere considerati come i favoriti ad est bulls permettendo.

  16. ched

    No, Andrea ha marcato Dirk tutta partita… con discreti risultati.

    Miami: l’anno scorso non vinceva partite punto a punto manco a pagarle… ora siamo 2-0 dopo 4 partite…
    Minnie: fanno 3 partite in fila perse punto a punto.. hanno bisogno di una vittoria per sbloccarsi.. il talento è innegabile che ci sia (secondo me Adelman ci mette ancora poche partite e mette Derrick Williams in quintetto al posto di Beasley) ma sono ancora dell’idea che non faranno i PO… Rubio sta rispondendo alla grande.. sicurezza,, leadership e tanti cioccolatini succulenti per tutti…

    • L’unico appunto è che Miami ha lasciato in tutte e due le partite il tiro della vittoria agli avversari pur avendo la possibilità di tirare dopo e togliere la possibilità agli avversari di replicare…
      In questa partita era giustificato perché hanno approfittato per l’alley oop e punti sicuri; contro charlotte Wande invece è partito in penetrazione presto…
      Magari mi faccio dei film mentali ma mi è sembrata una soluzione che garantisse eventualmente di fare fallo in caso di tiro sbagliato quasi fossero ancora poco convinti delle loro capacità di chiudere il match…ma magari sono solo mie ca**ate

      Il dato di fatto è che a rimbalzo soffrono sempre come dannati con milicic e love sempre pronti a banchettare con seconde chance.. E questo perkins e ibaka te lo fanno pagare in un eventuale finale

  17. @American Dream

    Te mi sa che di partite di Durant ne hai viste poche, anzi direi nessuna.Howard con l’MVP non c’entra niente al momento, ci sono due uomini soli al comando, Lebron e Durant che stanno giocando a dei livelli mai visti tra gli esterni, guardate le loro percentuali al tiro, stanno tirando con quasi il 60% e viaggiano a 31 e passa di media, roba da Michael Jordan.E pure Griffin inizia ad ingranare…

      • e allora dopo aver visto come ha vinto il match contro Dallas con un buzzer degno di Kobe, non puoi non considerarlo un pretendente molto valido come MVP? DH è solo un one man show a Orlando.

        • beh, scusa… mi sembra che di pretendenti grazie a dio ce ne siano anche molti altri… anche visto e considerato che restano da giocare SESSANTADUE PARTITE. James, Bryant, Rose, Howard…non vedo perche alla fine non possa vincere uno di loro…anche visto e considerato come hanno iniziato la stagione. KD è un ottimo candidato, mi piace un casino e mi sta più simpatico di James… ma non è ancora quel tipo di giocatore imho.

  18. Certo che il livello di leccate a lebron da parte di alcuni sta toccando vette vertiginose.. adesso pure incensarlo perché non tira da tre mi sembra abbastanza incredibile. È un fenomeno ,ma sembra che vi allunghi qualche dollaro per leccargli il sedere(permettetemi l espressione)

  19. AMERICAN DREAM: Chris Bosh, gran giocatore preso per il culo solo perchè gioca con due più devastanti di lui….. NON CI CREDO… Ho udito bene…?? La prima persona in anni su questo forum che sento parlare finalmente in modo coerente (e corretto soprattutto) di una vera e propria stella come Chris Bosh… forse è vero che l’anno prossimo finirà davvero il mondo…

  20. “Per me Miami non vince nemmeno a Est…Sono fortissimi, ma mi sembra che manchi sempre qualcosa.”

    L’est lo hanno già vinto e battendo i bulls abbastanza nettamente (4-1), fino a prova a contraria sono rose e soci a dover dimostrare di poter vincere la conference.

    • mettiamola così… non sono sicuro che riescano a ripetersi…anche se sarebbe anche l’ora che andassero a vincere sto titolo

  21. Minnie-Miami
    Il pubblico ha osannato Rubio mentre tirava i liberi nel 4 quarto. La città, la squadra e i tifosi sono ai suoi piedi. Andrà all’ASG. Prima doppia doppia della stagione. Non sarà l’ultima. Quello che stupisce è il modo in cui passa la palla. La squadra si muove benissimo e lui ha la capacità di darla con i tempi giusti. Commette degli errori (5 TO), ma sempre nel tentativo di fare la cosa giusta. I compagni sono con lui. Hanno perso avendo di fronte gli Heat. Che dire: forti, atletici e talentuosi. Hanno esperienza e l’hanno utilizzata per vincere una gara non facile. Sarò di facili entusiasmi ma i T-Wolves faranno i PO.

    Mavs-Raptors
    Gara maiuscola di Andrea che ha tenuto a galla i compagni, senza la quale sarebbero stati messi sotto di una ventina di punti. Ha difeso bene su Dirk (e non su Mahimni), ha avuto una prestazione al tiro spaventosa fino a due minuti dal termine (11/14 dal campo) per poi calare causa fatica (quasi 42 minuti). L’infortunio alla caviglia di Bayless ha inguaiato i Rapts perchè costretti a schierare Carter che ne ha combinate di tutti i colori. DeRozan sotto tono, mentre l’unico a segnare con continuità è stato Barbosa. I Mavs hanno sfruttato la panca alla grande, trovando una marea di punti da Mahinmi non tenuto in alcun modo da Johnson-Davis-Magloire. Per Dirk una gara senza infamia e senza lode ma ha dei compagni affidabili.
    Capitolo Odom: non ci ha capito un caxxo su Bargnani.

    Ieri ho criticato aspramente Deron e come al solito ha risposto. Contento di vedere un talento giocare come sa.

    Rose-Paul
    Rose non lo ferma nessuno figuriamoci Paul. Gara tra due squadre diverse: una in composizione che deve crearsi un’identità, l’altra già rodata con un fenomeno alla guida. Poco da dire.

    • alert sono contento del tuo entusiasmo da tifoso d lunga data di Minnie,ma i poff non li vedo realistici,però visto che la mia squadra e quella che tu tifi hanno il problema opposto (Sacto troppi esterni Min troppi lunghi), ci vedrei bene una bella trade,Salmons non mi farebbe schifo al 2…

  22. Piano piano sta venendo fuori quella che era la mia previsione, ad ovest c’è solo OKC, i Clippers oltre ad essere corti nella rotazione tra i lunghi (non basta quello che diventerà la più forte PF di sempre)sono scandalosi in difesa.Paul + Griffin basta per andare ai playoff, poi di strada ne fai poca.

    Lebron dominante, sta viaggiando alle migliori cifre della sua carriera, spaventosa la percentuale al tiro trattandosi di un esterno, siamo quasi al 60%.E’ un dato che viene influenzato dal fatto che non sta tirando da 3, in 4 partite si è preso la miseria di una tripla proprio nella partita di stanotte.Evidentemente deve aver capito che con le doti atletiche che ha conviene prendersi tiri ad alta percentuale invece che fare il gradasso tirando dall’arco.Wade sottotono ma punto a punto continua a deciderle lui, il quadro è chiaro, Lebron domina per tre quarti e mezzo poi nel finale ci pensa Wade anche se stanotte nella fattispecie è più merito di Lebron con quell’assist, Wade ha fatto il compitino.

    Sarà una grandissima volata sia per l’MVP che per il titolo di cannoniere tra Lebron e Durant, penso sarà affare loro considerando che Miami e OKC facilmente avranno i migliori record rispettivamente ad est e ad ovest.

  23. @zotal

    Siete 0-3 giocando bene. Non avete mai perso la testa, non siete mai stati asfaltati giocandovela con tutti. Il tutto dopo 20 giorni di basket, incluso il training camp.
    Avete un roster di talento, profondo con una unica eccezione: la guardia.

    Adelman sta facendo un lavoro splendido anche sulla testa dei ragazzi. Che salvo eccezioni non hanno anni di esperienza NBA ad alto livello. Il mio entusiasmo è dettato dal modo in cui stanno in campo. I ragazzi giocano con l’atteggiamento giusto, e le doti per far male ci sono. Ieri ha giocato bene il rookie Williams, la gara prima Beasley e via andare. Più giocherete più avrete feeling con ciò che vuole Adelman. Non vedo 8 squadre ad ovest nettamente supoeriori a voi, per cui rimango dell’idea che ve la giocherete. Se poi scambierete qualche elemento per migliorare il roster tanto meglio.

    Da tifoso Kings sono disgustato da Westphal e dal suo modo di gestire la squadra. Giocano male pur avendo del materiale umano niente male. Francamente preferisco guardare Minnie che vedere il non gioco di Sac.

    A Minnie si vede la luce in fondo al tunnel, in California è buio pesto.

  24. “Andrà all’ASG”. ” Sarò di facili entusiasmi ma i T-Wolves faranno i PO.”

    sì, sei di facili entusiasmi direi. basta che arrivi un bravo ragazzo con la faccia da chierichetto come rubio e ti scateni, sei proprio un cuore di panna.

    direi di aspettare almeno un mesetto ancora.

    • Pensi che una doppia doppia alla terza gara contro gli Heat siano una casualità? Io credo di no, perchè ti sfugge (non credo) il fatto che Rubio non è Derrick Williams, che fino a ieri faceva il fighetto con le cheerleader dell’università. Non è Irving, non è Cole, non è Fredette….

      Questo ragazzo ha più esperienza di gente che bazzica la NBA da tre anni. Ha giocato mondiali, l’EL al fianco di gente forte in un team come il Barcellona, non l’università di Duke. Non è un rookie ed è attrezzato al punto da guidare una squadra di teste di minchie a giocare con criterio. Non mi pare poco.

      PO? Credo che li possano raggiungere.

      • Ma questo non significa che andrà all’ASG come hai detto te, fai conto che coi voti ci vanno sicuri CP3 e Kobe, poi ci sono Westbrook, Gordon, Nash ecc…

        • Vorrei ricordare che all’ASG solo i quintetti sono votati dagli appassionati. Il resto viene deciso dagli addetti ai lavori.

          Pronto a coprirmi il capo di cenere. Ritengo, a torto o a ragione, che il ragazzo migliorerà le sue prestazioni con le gare semplicemente perchè capirà sempre più come funziona il giochino che lo vede come un pesce nell’acquario.

  25. l’hai detto tu che sei di facili entusiasmi, io ti ho solo detto “appunto, aspettiamo ancora un attimo”.

    rubio lo so chi è, se ne è parlato abbastanza in questi anni ti assicuro.

  26. Darei qualche soldino per vedere la faccia di D’Antoni davanti alla TV nelle prime 3 partite dei T’wolves..

  27. rubio, come tutti gli inernational,alla sua età è più avanti rispetto ai pari età americani.è sempre stato così,non vedo lo stupore…ergo, quest’anno farà di sicuro meglio delle altre matricole,ergo, ha meno margini…a me par buono,poi bisogna vedere..adelman grande allenatore,vero,ma mediocre ai po..e non lo dico io,lo dicono i risultati.specie con i blazers,un titolo doveva vincerlo…

  28. Mi piace tutto della NBA. La seguo da anni, ma ammetto che molti di voi siano nettamente più preparati e più attenti ad alcune situazioni. Ma alle volte credo che si esageri… Arrivare a dire che Rose e Paul siano due giocatori “non paragonabili” e “completamente diversi tra loro” beh…mi sembra esagerato. Fisicamente sono molto simili, giocano nello stesso spot…poi ok, uno è più realizzatore, l’altro più passatore…ma se non si possono paragonare 2 guardie, per di più due PG allora io non so chi possa essere paragonato a chi… semplicemente leggono in maniera diversa le situazioni. diciamo che sono giocatori completamente diversi Howard e Nash piuttosto che Bryant e Duncan o Shaq e Nate Robinson… ma due guardie, cristo…per me possono essere paragonate tutta la vita.

  29. clippers
    sicuramente gli manca la panca nel settore lunghi ma credo che cmq i p.o. siano alla loro portata tranquillamente magari gia dal prossimo anno potranno colmare questa lacuna .
    e cmq credo che nel corso della stagione miglioreranno in molti aspetti.
    ma j.prizbilla non interessa piu a nessuno ? secondo me farebbe ancora comodo a parecchie squadre…..

    okl sembra avere qualcosa in piu ad ovest poi ci sono lakers,memphis e blazers ma le vedo staccate .

    est con heat e bulls su tutte forse indiana potrebbe sorprendere .

    insomma un anno in cui potremmo vedere facce nuove ai p.o.

  30. Felice annuo nuovo a tutti i “ragazzi” del forum e a Playitusa.

    Finito di vedere i Nuggets che hanno buttato una gara. Incredibile errore di Gallinari che ha sbagliato un layup solo soletto a 6 secondi dal termine sotto di 2. Oltre al Gallo, una schiacciata sbagliata da Nenè, oltre a 3 tiri da tre piedi per terra mancati (di cui un mattone del solito Gallo).

    Veramente assurdo perderla così.

    • Direi che la partita appena fatta, appena tornato dall’infortunio, ti da proprio ragione. Penso che ad averlo al 100% possa essere l’unico centro della lega che meriti almeno di salire sul podio occupato tutto da Howard, magari con su un gradino di legno al 4° posto. Almeno c’è

  31. Ho visto sia MIA MIN che LAC CHI.

    Per la prima direi:

    Miami mi sembra già in forma, Lebron e Wade devastanti, ciò che non capisco è il perchè non si decida di chiudere la partita dopo due quarti con un Lebron che segna anche scoreggiando. Mah…

    Minnesota è diventata una squadra di basket, manca qualche tassello ma Rubio, per quanto secondo me non meriti l’NBA per quello che ha dimostrato gli ultimi anni, ha trovato il suo basket.
    Se il suo ruolo nell’NBA è questo potrebbe fare la differenza in futuro.

    Arbitraggio: Miami avrebbe vinto la partita in qualsiasi momento, ma ultimamente gli arbitraggi sono troppo a favore delle grandi squadre, parlo anche dei Bulls (e li tifo pure). Il fallo fischiato con gioco da 3 punti a Miami a poco dalla fine è raccapricciante. Così come lo sono stati i 2000 falli non fischiati nel pitturato ai LAC. Se gli arbitri hanno deciso di fischiare tanto, come fanno per i primi 3 quarti (quest’anno fischiano tantissimo: passi, sfondamenti, A RIMBALZO), perchè cambiare metro all’ultimo quarto per favorire i più forti che comunque vincerebbero?

    La seconda partita mi ha interessato molto tifando Bulls e simpatizzando Clippers

    Non sono d’accordo che Rose abbia asfaltato Paul. In un certo modo si sono asfaltati entrambi, Rose quando parte è immarcabile ma Paul come play è una spanna avanti. La differenza tra le due squadre mi è sembrata l’organizzazione. I Bulls hanno per lo meno degli schemi, i Clippers sembrano messi allo sbaraglio. Servirà d’esperienza a Vinny per capire che gli attori per fare un grande film ci sono, manca il produttore.

    @ michael philips – son contento e ti ringrazio per il fatto che non hai più tempo per rispondere, perchè almeno avremo uno in meno che mette dentro Lebron a ogni respiro, in qualsiasi discorso, con commenti istigatori.

  32. @American Dream
    Mettere la parola Durant vicino a James ti pare un’eresia? James è un fenomeno, sta giocando fortissimo spinto da una voglia irrefrenabile di titolo. Tuttavia visto che ti sei spinto molto in la, lo faccio anch’io. C’è una sola differenza tra James e Durant. Il basket… Buon anno!

    • ovviamente era un eufemismo… certe cose si scrivono anche per accendere un po il dibattito… sono due fenomeni assoluti, ma james lo vedo più completo sui due lati del campo…
      comunque per ora sono entrambi imbattuti… e credo che il potenziale di James sia di gran lunga superiore a quello di durant…un conto è dividere la scena con l’ottimo westbrook e con air congo… un conto è dividerla con Wade e Chris Bosh.
      Buon anno

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.