Ny Giants at San Francisco 49ers 20-17   OT

I New York Giants conquistano l’ Nfc Championschip e volano ad Indianapolis per sfidare i Patriots nel match valido per il quaranteseiesimo Super Bowl.

La squadra guidata da Tom Coughlin sfodera ancora una volta una prestazione magistrale battendo i 49ers di Jim Harbaugh, capace di trasformare una squadra nel giro di pochi mesi ed arrivare ai play off dopo anni di assenza. Il sogno finisce qui ma i 49ers sono da applausi per la difesa mostrata e la concretezza di un attacco risorto sotto la guida di Alex Smith.

Ma chi ha la meglio alla fine è Eli Manning, più concreto ma meno popolare del fratello maggiore dei Colts.

La partita si è svolta sotta una pesante pioggia che ha reso difficile il lavoro dei ricevitori ma quando la posta in palio è alta anche le palle più scivolose restano nelle mani. Ne sanno qualcosa due signori: uno è un ragazzino di nome Victor Cruz mentre l’altro è un signor tight end, Vernon Davis.

Cruz ha guadagnato 142 yards in 10 prese confermandosi la spina nel fianco delle secondarie mentre Davis ha catturato solo 3 palloni ma è andato a segno ben due volte con due catch da 73 e 28 yards per un totale di 112 yards.

Eli Manning ha vinto la sfida con 316 yards totali in 32 lanci completi su 58 e 2 td. Smith invece non è andato oltre alle 196 yards con i 2 td ma non è stato preciso nei lanci, finendo con un 12 su 26. Si è in parte rifatto correndo 42 yards.

Le segnature dei Giants arrivano dal fullback B.Pascoe e del wr Mario Manningham. H. Nicks è stato limitato a 55 yards ma il lavoro fatto da Cruz è stato sufficiente per vincere. I 49ers non hanno visto grandi giocate nelle ricezioni; tolto Davis il migliore è stato il runnigback F.Gore con 45 yards.

Le corse hanno dato risultati più soddisfacienti per i padroni di casa con F.Gore capace di prendere 74 yards, Smith 42 e Hunter con 31. I Giants hanno confermato i loro problemi anche se Bradshaw ha corso 74 yards in ben 20 portate.

Le difese hanno dominato nella pass rush: i 49ers hanno vinto la sfida dei sacks con 6 dei quali 2.5 sono stati del defensive end R.McDonald. I Giants sono arrivati a 2.5 con J.Tuck a guidare la classifica con 1.5.

A decidere la partita è stato il field goal di L.Tynes da 31 yards in over time dopo che lo special team della squadra di Ny aveva riconquiststo la palla grazie al fumble commesso dei californiani su punt return.

 

Post By Federico Vedovelli (538 Posts)

Student, rugby referee, Carolina Panthers, NCAA Football, NBA, Radio Play.it. Affascinato da Twitter: CamFederico

Connect

10 thoughts on “NFL – I Giants al Super Bowl !

  1. Peccato!!! Ci abbiam provato, ma direi che è stata una cattiva gestione di momenti importanti a far la differenza. Come squadra non siamo secondi ai Giants, ma come esperienza sì!
    Peccato quel fumble finale sul punt dei newyorkesi poteva essere possesso SF e……………..chissà!
    Ma del senno di poi……….

    Grazie Harbaugh per il bel sogno di quest’anno, alla prossima.

  2. peccato veramente per il fumble finale anche se il ritornatore era già al secondo ORRORE dopo quello che ha fatto poi segnare NY… io ho sperato fino alla fine… peccato… probabilmente con uno/due WR in forma sarebbe andata diversamente

  3. Ragazzi, tanto di cappello per Eli Manning che in una giornata piovosa inanella un’altra vittoria in trasferta e rischia addirittura di superare il famoso fratello! Grande partita, anche Smith ha fatto la sua parte come tutte e due le squadre, con il terreno sicivoloso e la pioggia non era facile per nessuno, e nonostante questo Manning ha messo la palla in aria per oltre 300 ys. Come anche l’altra finale di lega, si sono visti diversi errori che hanno condizionato il risultato (sia dei giocatori in campo che dai coach), ma credo che NY abbia meritato un pò di più (anche solo per la trasferta) di raggiungere il SB. Comunque, onore a SF che ha veramente sfiorato l’impresa.

  4. Eli sarà al Super Bowl nel Peyton’s Place, lo stadio di Indy. Avrà tutto il tifo dalla sua e anche una pressione enorme nel confronto con il fratello.

  5. purtroppo all’intervallo sono crollato e non ho visto il secondo tempo. C’è da dire una cosa, in entrambe le sfide, SF-NY e pats-ravens, sarebbe potuto uscire un risultato diverso, che premiava l’altra squadra e non ci sarebbe stato niente da ridire. Onore agli sconfitti in ogni caso. Andare a vincere a san francisco in questi tempi non è certo da tutti, NY inizia a fare paura, con un cruz così poi.. Chissà se al superbowl la difesa di NE si manterrà sui livelli visti ieri, di certo brady sarà più in vena rispetto a ieri sera, e qui la difesa dei Giants dovrà dare il massimo per fermare i TE dei patriots

  6. Tre considerazioni : il fratello ? quale fratello ? il 5 febbraio Eli avrà al dito il secondo anello e ancora si perde tempo a parlare del fratello.
    I Pats sono troppo poco per i Giants.
    Onore al merito ma se avessero vinto i 49ers ci sarebbe stato da ridire eccome…..attacco ridicolo.

    • Concordo: anche se in entrambi i Championship avremmo potuto avere un esito diverso, al Superbowl vanno comunque le squadre migliori e più complete. NYG e NEW vantano attacchi fortissimi e buone difese (difese che nei playoff hanno pure fatto progressi rispetto alla regular season)-

  7. abbiamo assistito a due partite molto combattute e non particolarmente spettacolari tra quattro squadre di buon livello tutte con alcune eccellenze e diverse deficienze.
    è però vero che, tra le quattro finaliste di conference, vanno al sb le due squadre più equilibrate anche se la chiamata relativa all’ultimo lancio di flacco su lee evans era da convalidare…ed in questo caso saremmo qui a parlare di un match tra ravens e giants.
    tra giants e niners credo anche io che la differenza non sia da poco..nonostante lo scarsissimo rushing game oggi ny è più solida e determinata rispetto a sf comunque in grandissima crescita
    a me eli manning piace tantissimo perchè quando conta è sempre presente…non è bello da vedere come brady ma ha una grandissima determinazione e, in questo senso, lo preferisco anche a peyton.
    per la finale dico giants.

  8. A decidere la partita non è stato il FG in OT, ma l’errore arbitrale di non chiamare il fumble di Bradshaw. Un’assurdità totale. Se la NFL vuole riacquistare autorevolezza dovrà trovare i mezzi per correggere simili enormità. Come squadra i Niners sono stati migliori dei Giants in tutta la stagione e anche in questa partita, ma tant’è, valgono solo i risultati ufficiali.

  9. Hai ragione, tutte le ultime partite hanno llasciato perplessi per alcune chiamate arbitrali, certe addirittura riviste! Però la differenza tra il mondo USA ed il resto la fa il fatto che non ci siano state polemiche e che gli sconfitti non hanno per nulla tirato fuori scuse per questi errori. Non ho capito però perchè il Td di Baltimora non sia stato rivisto, pensavo che anche le segnature mancate comportassero per gli arbitri l’obbligo di rivederle così come le segnature “dubbie”.

Commenta