Washington 88 – Chicago 98

Dopo lo splendido match con Miami, e gli errori decisivi nel finale di partita, Rose si riscatta a discapito dei Wizards, facendo registrare il suo season high  con 35 punti. Oltre a lui anche cast di supporto dei Bulls fa il suo con Korver (17 punti), Boozer (18 punti) e la doppia-doppia di Noah da 14 punti e 13 rimbalzi.

Washington, dopo aver conquistato la prima vittoria esterna, cade nuovamente in casa nonostante un Wall da 20 punti.

Philadelphia 74 – Orlando 69

Ennesima sconfitta per i Magic, che cadono al cospetto di un’ottima Philly. In casa Orlando si salvano solo Anderson (11 punti – 20 rimbalzi) e Howard (17 punti – 11 rimbalzi).

In casa Sixers  sempre più impressionante Igoudala, che sfiora la quinta tripla-doppia stagionale con 14 punti – 11 rimbalzi – 6 assist.

Miami 109 – New Orleans 95

I 14 punti di Jack non bastano a fermare Miami. Gli Heat con il ritorno di Wade nelle ultime partite stanno ingranando sempre di più, alternando però ancora momenti di grande intensità difensiva a veri e propri blackout. LbJ da “quasi” tripla-doppia (22 punti – 11 rimbalzi – 8 assist) e un Wade autore anch’egli di 22 punti.

Milwaukee 103 – Detroit 82

Detroit non riesce ad espugnare Milwaukee nonostante gli ottimi Stuckey (19 punti) e Monroe (16 punti – 10 rimbalzi). Nei Bucks oltre al solito Jennings (21 punti), decisivi uno strabiliante Dunleavy da 20 punti in 25 minuti e Gooden (16 punti).

Memphis 73 – San Antonio 83

Gli Spurs vincono sul campo dei Grizzlies portando 5 uomini in doppia cifra e con un Leonard da 12 punti e 10 rimbalzi e nonostante un Gary Neal con uno 0% dal campo e 0 punti.

Memphis orfana in attacco di Rudy Gay. In 34 minuti 0-7 dal campo con 1 punto solo segnato.

Houston 108 – Minnesota 120

Minny strabiliante con il trio Love-Rubio-Beasley a dir poco stratosferico con un totale di 81 punti finali in 3 (rispettivamente 29-18-34). Il play spagnolo mette a referto la sua solita doppia-doppia con 11 assist.

I rockets si arrendono nonostante un Kevin Martin da 29 punti.

Utah 93 – Portland 89

Partita tirata fino alla fine dove, però, alla fine, regge il fattore campo. Non servono a nulla i 25 punti di Wallace ai Blazers che si arrendono ai Jazz dove spicca la doppia-doppia di Millsap da 19 punti e 15 rimbalzi.

Phoenix 99 – Dallas 122

Dallas vince in casa dei Phoenix grazie ad una prestazione maiuscola di West (25 punti in 28 minuti), Marion (20 punti) e Carter (21 punti). Nowitzki ancora non al top della forma in ripresa dall’infortunio di settimana scorsa.

I Suns orfani di Nash trovano sostegno in Gortat (17 punti – 10 rimbalzi), ma non entrano mai in partita.

Los Angeles Clippers 112 – Oklahoma 100

Un Durant da 36 punti e 13 rimbalzi e un Westbrook da 31 punti non bastano ad arginare i Clippers che in casa sono devastanti come dimostrano le cifre. Ben 6 uomini in doppia cifra, 3 sopra i 20 punti (Griffin e Butler 22 e Paul 26), 2 doppie-doppie (Paul 26 punti – 14 assist, Jordan 11 punti – 11 rimbalzi), 56,2% dal campo e 52% dalla lunga distanza.

 

Post By Guido Bergamo (16 Posts)

Guido Bergamo è un avvocato. Grandissimo appassionato di basket fin da bambino. Segue la NBA da quando gattonava. Inoltre è stato un cestista anche a livello semi-professionistico, dove ha giocato come play-guardia. Ora gioca per puro divertimento ed amore per la palla spicchi. Ma quella per l’NBA è una vera malattia!

Connect

106 thoughts on “NBA – Dallas vince a Phoenix, bene Heat e Clippers

  1. da vedere la schiacciata di Griffin..da panico..
    allora,clip che sembra facciano sul serio, non saran da titolo ma la squadra comincia a ingranare..
    imbarazzanti magic..il risultato è bugiardo..a 3.51 dalla fine il punteggio era 69-48..48 punti in 44 minuti..ci han dato su?
    minnie in grande crescita.a ovest 11 squadre x 8 posti direi..a est la situazione è un filo diversa..al massimo nelle 8 potrebbero rientrare i knicks…

  2. Il povero Kendrick Perkins è la cavia per le schiacciate monstre =) L’anno scorso Wade, quest’anno Blake… Kendrick double posterized!!!

  3. Iguodala “sfiora la tripla doppia”…gli mancavano ancora 4 assist ke non sono pochi…

  4. visto HOU-MiN stanotte Beasley era veramente fuori dal mondo,sembrava quello di Kansas State,chissà se continuerà così,se Adelman lo mette sul binario giusto è un fenomeno…ottima vittoria contro i Rox che continuano a stupirmi,hanno un back court davvero di primo livello e Kevin Martin è davvero un ottimo giocatore,probabilmente i Rockets faranno i poff ad ovest…

  5. Risultati piuttosto prevedibili, ad esclusione dei Clippers e Minnesota .
    Domanda di Paul alla sua ala grande titolare: “Blake, pensi di riuscire ad eludere la difesa di KP, anche solo con un lay up? Che dici, ci proviamo?”
    Che atleticità mostruosa, non è passata inosservata neanche a LBJ che emette il suo tributo su Twitter…

  6. Griffin la deve fare finita!!!

    Comunque il record dei Clippers è un po’ bugiardo, hanno giocato una caterva di partite in casa, anche se contro OKC è sempre tosta…sono comunque da P.O., ed iper futuribili, specie quando Paul dirige l’orchestra come stanotte…

    Una domanda, tanto per alimentare le polemiche

    Dalla famosa “The Decision”, LBJ è stato accusato sostanzialmente di ogni nefandezza e crimine, dalla coprofagia alla Strage di San Valentino. Ancora un paio di giorni fa Abitato (vabbè, è Abitato) cercava, in base a non so quali arrampicate sugli specchi, di tracciare una differenza tra James ed Howard, a favore di questo, ovviamente…

    La traccio io la differenza: il nativo di Akron, anche se messo in croce per un anno di fila (l’intera stagione 2009-2010), per il fatto che sarebbe stato Free Agent in Estate. Alle migliaia di domande sul suo futuro, ha sempre risposto allo stesso modo: sto vagliando le varie opportunità, prenderò la decisione per me, saprete tutto in Estate

    Nessuna promessa ai Cavs, nessuna richiesta di essere ceduto, mai mezzo sbilanciamento, nessuna polemica, ed un professionismo esemplare, dato che fu MVP la seconda volta, portò i Cavs al miglior record della Lega (si è visto nel 2011 il valore del supporting cast), e nei P.O. nei quali, secondo quel povero stronzo di Gilbert, avrebbe “mollato” (solo perchè ha giocato “male” gara 4 e 6, come se la difesa di Boston non avesse meriti al riguardo…chiedere a Kobe in finale), fece 29p, 9r, 8a col 50% al tiro

    Non sento volare mezza mosca per Howard, a parte qualche tifoso Magic, preoccupato giustamente del futuro di Orlando. Eppure DH12 sono mesi che chiede pubblicamente di essere ceduto, si permette di stilare liste di squadre gradite, di mettere il veto sulle sgradite. E se non sta scioperando, di sicuro è difficile dire che si stia impegnando allo spasimo

    Detto sinceramente, come ho sempre ripetuto, per me i giocatori hanno il diritto di fare quello che vogliono. Cambiare aria, chiedere cessioni, scartare squadre, cambiare idea. Il fatto che siano miliardari o privilegiati non me li rende più antipatici, sono persone libere e fanno quello che gli pare, all’interno delle regole e della legge

    Ma è sempre il solito discorso. Ed LBJ deve essere colpevole di tutto. Ora aspetto solo che lo si ritenga anche responsabile della Bolla Immobiliare e della Crisi dell’Euro

    • Pirandello diceva che un pazzo rimane pazzo se la gente lo crede tale. Anche se nella realtà è sano di mente.

      Idem per James-Howard.

      Il primo è “antipatico”, montato, si crede chissà chi ed è pompato oltre misura. Il secondo è un “supereroe”, sorride sempre, non ha “tatuaggi” ed è un bravo figliolo. Quindi se dice di voler andare in Alaska o giocare per i Celtics-Mavs-NY-Lakers….o per Williams, Kobe, Garnett lo si perdona.

      Se James fa una dichiarazione fuori misura sono caxxi. Se perde e non saluta gli avversari è maleducato ma non importa se il 90% fa lo stesso. Lui è il cattivone della decision, colui che ha tradito un popolo al punto da bruciare le magliette. mai nessuno che abbia mandato a cagare Gilbert per le parole idiote espresse quell’estate.

      Senza dimenticare un altro piagnone di nome Carmelo. Perdonato all’istante…eheheheh

      E’ una questione legata a come ti vede e ti percepisce la/i gente-media.

      • In effetti il discorso di In your wais potrebbe non fare una piega. LBJ e D12 uguali ma visti come lo yin e lo yang.

        Pirandello diceva che un pazzo rimane pazzo se la gente lo crede tale. Anche se nella realtà è sano di mente.

        C’è comunque da chiedersi come mai la gente lo crede pazzo :)

  7. dico un’eresia afferamndo che iguodale è la versione più scarsa di james.. sa fare tutto ma non lo fa bene come james… però ad avercene..

  8. Magic

    Per ben tre volte non hanno segnato per 5 minuti filati. Stanno andando a sud e ormai c’è lo sciopero in seno al team. Vedrete che non faranno i po.

    Vicino alla tripla doppia lo stesso Rubio (18p+11a+8r). Gara vinta con autorità, rimanendo sempre li vicini all’ottavo posto.

    Blazers che non vincono mai in trasferta. Assurdo. I Jazz ringraziano seppur convinto che i po non li faranno.

    Clippers come dicevo sono una contender ad ovest. Che poi vengano eliminati al secondo turno ci sta, senza però essere le vittime sacrificali di nessuno. Questi hanno leadership, giocatori di esperienza decennale di po e talento. Ieri guardando Griffin ho pensato che quel ragazzo è un mezzo psicopatico. L’ho guardato in certi momenti e l’espressione era di uno folle!!!!

    Sixers vanno benone mentre i Bulls hanno ripreso a macinare.

    Grizzlies in difficoltà. Se fosse vera la voce di stagione finita per Zibo per i Grizz la situazione si fa grigia.

    • Mi ricordo che Buffa disse che Griffin è un compulsivo, deve esere sempre tutto apposto e giusto; occhio che se incomincia in testa che deve migliorare i fondamentali e prende la licenza media di come si gioca a basket poi per gli altri è dura.

  9. Rumor tra il fantastico e l’idiota: Jason Williams alias White Chocolate sarebbe stato contattato dalla dirigenza canturina. Da tifoso canturino e dei Kings sarei “leggermente” contento.

    Ovviamente non se ne farà nulla.

  10. I Magic sono imbarazzanti… quoto sopra, Howard è in sciopero difensivo prolungato…

    I TWolves sono Rubio-Love ma dietro c’è tanto tanto Adelman.. al momento COY insieme a Vogel ad Indiana..

    Rose che doveva togliersi qualche sassolino dalla scarpa sia per la L con Miami sia per le dichiarazioni di Calipari secondo cui Wall è più forte di Derrick..

    Clips bene, anzi benissimo considerando che giocano insieme da 2 mesi.. problemi su cui lavorare: nessun tipo di identità offensiva (gioca Paul “palla a Paul e decide”, gioca Billups “palla a Billups e decide”): 0 set offensivi, non chiamano un gioco che sia uno.. difensivamente bene anzi benissimo Butler, Griffin da migliorare e DeAndre deve capire che stoppate fa figo ma non sempre è la scelta corretta.. e poi, in chiave PO, ci sarebbe quel problemuccio chiamato tiri liberi per Blake e Jordan… quando conta, punto a punto, o li trovi in movimento o non si può andare con continuità da loro..

  11. Io credo che per il Coach of the Year, al momento nn ci si possa muovere dal Drew di Atlanta (senza Horford), da Karl (che per me è da sempre un Dio, guardate che sta combinando malgrado l’esodo di questa Estate), Popovic o Tyron Corbin…

  12. bè,lunghi che tirino bene i liberi pochini..
    i sixers han finora avuto un buon calendario,han giocato molto,è vero,ma spesso con squadre deboli e molto in casa..a proposito,chi ha stilato il calendario?philly a oggi 13 in casa e 8 fuori..considerato che le prime 5 della stagione le ha giocate in trasferta,stan giocando in casa ininterrottamente da anni…idem i clip..bò?
    i magic forse faranno i po perchè 8 a est è dura trovarle,mentre a ovest pure io vedo fuori i jazz,e i blaz devon stare attenti..magari vincerne qualcuna fuori casa ogni tanto non sarbbe brutto..ieri contro i jazz senza jefferson era più che fattibile..ah già,poi ci son i lakers..

  13. perchè popovic?e perchè no Collins a phila?
    per ora adelman tuttala vita,con piste sul secondo…

    • Popovich perchè senza Ginobili gli Spurs stanno facendo un’ottima stagione. Non c’è niente da fare, questi cambiano qualche giocatore ogni anno, i tre moschettieri invecchiano ma sono sempre lì a vendere cara la pelle. Questi l’altra sera contro Dallas stavano per vincere con in campo i vari Splitter, Leonard, Anderson, Neal, Bonner e Green da metà del terzo quarto: non esattamente una squadra di fenomeni. L’unico che Popovich non è riuscito a trasformare in buon giocatore è Jefferson. Ahahah=)

  14. Vogel Drew Corbin Karl Popovich sono tutti meritevoli ma Minnie è 10-11 al momento con un calendario tostino e l’anno scorso ha chiuso 17-65… ok Rubio, ma il salto di qualità l’ha fatto fare Adelman a mio modo di vedere.. poi non lo vincerà mai eh, tuttavia per me il COY è lui ad oggi…

    • Non vince se gli “officials” fanno i cattivoni.

      Adelman merita il premio. Ad est i Wolves sarebbero da po facili facili, mentre ad ovest la concorrenza è tosta. Però sono ad un niente dal 50% con uno stato di salute buono, una confidenza in crescita e un roster profondo. Tutti ingredienti utili per una stagione eccellente. Li ho pronosticati ai po e ne sono sempre più convinto, visto anche il peso degli infortuni.

  15. in your weis, carissimo, ma fai l’avvocato nella vita? Per James a che grado stiamo? Lo abbiamo cassato? ;-)

  16. Ragazzi io vi voglio bene, però un giorno Orlando fa i playoff a mani basse nonostante tutto, il giorno dopo sono da primi posti ad est, il giorno dopo ancora fanno ridere e meritano di stare sotto i Raptors. La coerenza, questa sconosciuta…

    Resta il fatto che in questo momento storico facciamo pena. Stop. Vediamo se le cose cambieranno e in che modo.
    Nessuno ha sottolineato che mancano J-RIch e Nelson che, seppur mediocre quest’anno, è pur sempre la PG titolare. Però secondo me sarebbe sano nn sputare sentenze definitive su ogni squadra dopo ogni singola partita. Il risultato sarebbe cambiare giudizio su ogni team per 66 volte durante la RS, mi sembra troppo.

    Quoto In Your Wais sul discorso James-Howard. L’unica differenza è che almeno Orlando sa con certezza che Superman nn rifirma, quindi al contrario dei Cavs nn c’è da sperare su nulla e dobbiamo scambiarlo prima della deadline, nn ci sono alternative.
    Evidentemente il mio sfogo di qualche giorno fa trova dei sostenitori: il suo comportamento da frignone sempre pronto a sgridare i compagni e a stilare liste aggiornate sui team più graditi dove andare a giocare me lo ha fatto scadere. Parla lui che nn mette un jumper o un tiro libero neanche a piangere in aramaico.
    Che se ne vada in cambio di merce buona. Almeno 3/5 del quintetto + buona parte della panchina vanno rimessi a nuovo.
    E purtroppo anche il coach ha fatto il suo tempo, cosi come il suo sistema di gioco.

    • Non è perdere che fa cambiare opinione ai più, me compreso. E’ il linguaggio del corpo, gli sguardi, il coach che fatica ad essere seguito e tutta sta storia su Howard che vuole andare ovunque.

      Ho visto alcune gare recentemente e l’atteggiamento è quello della smobilitazione. Non la danno su nettamente ma stanno andando sotto il par in modo pazzesco.

    • occhio tracy, potresti offendere IYW: ho scritto la stessa cosa su DH-LBJ e guarda, dopo 4-5 giorni è ancora lì con la bile dicendo peraltro che sostenevo chissà che tesi..

      • Eheheheheh!
        Ho promesso che nn avrei fatto il tifoso estremista come quelli dei Cavs che bruciarono le canotte di James, e nn lo farò. Concordo sul fatto che ogni giocatore deve fare ciò che reputa giusto per la sua carriera. Cmq ha giocato ad Orlando quasi 8 anni, di certo nn è un mercenario.
        Sono solo stufo di questa manfrina.
        E purtroppo questa manfrina nasce e cresce a causa del comportamente di Howard, questo è un dato di fatto…

  17. Cmq super Chris Paul questa notte. Beati i Clippers che hanno un giocatore del genere.
    Produce e fa produrre. Fantastico.

  18. Per il Coy x ora Vogel e Collins con un po staccato Adelman..
    Adelman x conto mio il miglior allenatore dell’nba(i suoi kings la mia squadra preferita da qnd seguo l’nba..) sta facendo un lavoro straordinario a minnie ma x ora la squadra (complice la competitività ad ovest..) ha pur smpr un record negativo..
    Indiana e Philadelphia sono passati dall’aver un record a malapena positivo ad avere piu del 70& di vittorie quest’anno..
    Io vado con Vogel essendo un allenatore alla sua prima stagione che comincia dall’inizio..

    Atlanta x il record è una delle sorprese di quest’inizio xrò gioca piu o meno allo stesso modo.. e con questo gioco non mi da mai l’impressione di poter fare lo step successivo..

  19. cmq Josh Smith all’asg.. c spero.. Visto ke uno di atlanta c deve andare molto meglio lui di IsoJoe..

  20. IYW

    noto con piacere di essere ancora nei tuoi pensieri, ma trovarti una donna pare brutto? vabbè, è IYW…vuoi che ti mando un poster in cui sono in canotta & pantaloncini? almeno hai qualcosa di concreto su cui sbavare..

    su DH-LBJ, davvero te vuoi dirmi che fino alla comunicazione ufficiale non aveva deciso niente? che l’accordo con CB e DW è arrivato proprio pochissimi min prima della diretta nazionale? se è così sei un ingenuo, ma contento te..

    in quel post ho solo sottolineato che le 2 situazioni sono diverse, DH non mi sembra stia lasciando alcuno spiraglio ai magic in questo “facilitando” il compito del GM: ha 1 sola opzione, cedere e ricavarne il più possible. con questo non voglio dire che fa bene, ma che se fossi GM apprezzerei di + questa posizione al “vediamo più avanti”, poi te se te ci vuoi vedere odio verso LBJ (che peraltro mi è piaciuto nella sfida con MIA) continua pure la tua caccia alle streghe!

    io ho un’idea di correttezza ed eleganza che mi porta ad aborrire quel tipo di comunicazione (the decision), sarei andato prima dalla dirigenza, questione di stile..cosa di cui cmq il buon DH non è campione!

    COACH
    dimentichi uno qualsiasi, adelman, che se Min fa i PO (secondo me ce la fanno) entra di diritto tra i favoriti..sarà una svista voluta, te non sbagli mai vero?

  21. alert, parla un fanatico di jason williams sin dagli albori ma vedo jwill in un contesto europeo come che ne so un orso nel deserto. Certo e’ che farebbe cmq piacere anche a me. I primi anni a sacramento era pura gioia vederlo giocare, oh anche pura follia, tirava da tre in transizione da 9 metri con webber e soci che si sbracciavano smarcati, azione dopo passaggio dietro la schiena in traffico e palla nello stomaco a divac. Puro jazz applicato alla pallacanestro, maledico ancora ora il suo passaggio a memphis (maledetto hubie brown) e il tentativo peraltro mal riuscito di addomesticarlo diciamo cosi’

  22. alert da fanatico di jason williams dagli albori ti confesso che vedo jwill a 37 anni in un contesto europeo che ne so come un orso nel deserto. Meglio, moooolto meglio ricordarselo così:

  23. Forse perchè Houston o per una serata dove i “neuroni” hanno preso la loro giusta collocazione ma un atleta come Beasley prima di scambiarlo ci penserei bene, oltretutto da quando ha dimostrato di poter giocare a 3. Può ricoprire 2 ruoli e ha tutto dalla sua parte. Forse sbaglio e già da domani si “sconnetterà” e verrà scambiato, ma se Adelman (può farlo) lo mette a posto questo atleta può far parlare veramente di lui così come Rubio/Love(spettacolo) insieme al pacchetto centri Milicic/Pekovic/Miller.
    Tolto l’interessante futuro curioso per i p.o.

  24. Brazzzzzz

    Giusto, ho dimenticato Collins, anche lui sta facendo un lavoro superbo…

    Su Adelman non sono del tutto d’accordo. L’ho sempre adorato dai tempi dei Kings, e lo ritengo uno dei migliori 2-3 coaches della NBA, ma più che esaltare lui, getterei merda su chi c’era prima…

    Guardiamo il roster: questi hanno Rubio (5° scelta), Beasley (2°scelta), Love (3°scelta), Milicic (2°scelto), Wesley J. (4° scelta), Derrick W. (2°scelta), Webster (6° scelta), Randolph e Ridnour, altre lottery picks

    Insomma, il talento c’è sempre stato, a parte i 2 rookies di quest’anno, più che altro c’è da chiedersi come mai andassero avanti a 15W per stagione…poi che Adelman stia facendo un super lavoro, ed abbia subito dato una organizzazione sconosciuta, in attacco e difesa, non ci piove…

    Guardiamo Houston: hanno prima ricevuto la mazzata del ritiro di Yao, giocano con gente come Parsons e Dalambert in quintetto, hanno uno Scola sotto media, e malgrado tutto sono oltre il 50% (lo scorso anno con Adelman fallirono i P.O.)

    Guardiamo Denver, che ha mezzo roster 2011 in Cina, Lawson ai box (ed Afflalo lo è stato molte partite), partono con Mozgov in mezzo, ed hanno resuscitato cadaveri come Harrington, Brewer…ditemi voi, sulla carta chi ha il roster migliore, Minny o Denver? Io dico tutta la vita i primi…

    Poi ovvio che stiamo ad 1/3 di stagione, e da qui in poi può cambiare tutto, ma trovo una Denver al 66% di W molto più eroica di una Minny che ha 10-11 come record…

    Ah, dimenticavo, Abitato…

    Ora, quindi secondo te LBJ aveva già deciso dove andare tempo prima della “Decision”. Scommetto che tu e LeBron vi sentite con una certa frequenza al telefono…pensa che io invece avevo creduto che la decisione di lasciare i Cavs fosse venuta dopo l’eliminazione con Boston. Ma di sicuro sbaglio io, chiunque lascerebbe a priori una squadra che vince 60 e passa partite in stagione, che ha il miglior record NBA, e che si affacciava ai P.O. come favorita ad Est

    E non credi forse che LBJ conoscesse Gilbert abbastanza bene, da ritenere migliore il silenzio, anche in caso avesse deciso già a Maggio? Parliamo dello stesso Gilbert che ha preso una multa con molti zeri, per le sue dichiarazioni post-decision, uno che invece di baciare i piedi del Prescelto (che aveva decuplicato da solo il valore della franchigia, l’aveva messa sulla mappa, l’aveva resa una contender dopo decenni da “Mistake on the Lake”), ha preferito dare fondo al suo intestino, per tirare fuori una caterva di bile e cazzate

    Pensi che Gilbert sarebbe stato zitto, sapendo in anticipo che LeBron se ne andava? Che non avrebbe creato il panico, quando già c’era una attesa spasmodica prima? Che nn avrebbe cercato di bruciarlo in pubblica piazza, dopo avergli attribuito anche colpe assurde (tipo la stagnazione dell’economia dell’Ohio in caso di sua partenza)?

    Checchè se ne dica, James ha avuto una sola colpa, come ben disse American Super Basket all’epoca: l’aver scelto di andarsene con quella pagliacciata su ESPN. Una modalità crudele, considerando come l’intero stato dell’Ohio, sportivamente parlando, è sempre stato di uno sfigato totale

    Per il resto, il silenzio nel 2010, la voglia di raggiungere Wade e Bosh, il voler lasciare quel cagatoio di Cleveland per “portare il suo talento a South Beach”, sono solo ed esclusivamente affari suoi, e tutt’altro che non condivisibili

    Se proprio si deve fare un confronto, in questo LeBron batte Howard 3 sets a zero, per classe e correttezza

    • hai la brutta tendenza a mettermi in bocca parole che non ho detto, il che non depone a favore della tua obbiettività: ho usato apposta l’espressione “pochissimi min” e non “maggio” per sottolineare come, tra decisione e comunicazione, il tempo ci fosse per comunicarlo prima alla dirigenza.

      2 giorni prima? 1 mese prima? poco importa, una volta deciso andava detto. quando abbia deciso non credo sia rilevante, come non lo è l’eventuale comportamento di Gilbert, qui si parla di morale, etica e principi assoluti (ab soluti, spero tu capisca un po’ di latino). se li rivediamo in funzione delle eventuali reazioni non sono più tali, il tutto si riduce a opportunismo (condivisibile se vuoi, la vita è piena di compromessi e non voglio fare il paladino duro e puro). io sarei andato dal Gilbert anche a costo di dover rispondere ad un attacco fisico (che poi se sono LBJ mica mi preoccupo di 2 cazzotti da un 60enne).

      come dici giustamente e come sostengo dalla fatidica diretta, LBJ ha, dal punto di vista dello stile, la sola ma immensa colpa di aver fatto la pagliacciata in diretta. poi da sportivo avrei preferito vederlo a NY, ma più che dire che cose già dette mille volte non posso, la vita (sportiva e non) è sua, posso esprimere la mia delusione ma oltre a ciò..

      facile che per te questo voglia dire battere “Howard 3 sets a zero” in quanto a stile, la tua tempra morale ormai credo sia evidente ai più. che poi in questa situazione forse si dovrebbe dire “il meno peggio dei 2”

      nota di colore, caro sbruffone: leggi meglio quel che scrive la gente!!

  25. mi spiace per magic johnson, ma i passaggi più assurdi di questo sport li ho visti fare a quel ragazzaccio pallido.

    • io li ho visti fare al ragazzaccio pallido originale, un certo Peter Press…. ;)

  26. KENYON Martin indeciso tra Knicks, Heat, Hawks, Clippers e Spurs.

    L’offerta dei Clippers attualmente è la piu alta a 2,5 milioni a stagione

  27. Un giocatore che sapeva fare tutto con il pallone. Poi in una squadra come i Kings che aveva passatori a cinque stelle era un circo di qualità assoluta (nel senso più bello del termine).

    Se venisse in Italia, a Cantù (0.00000000000000000000000000000000000000001%), alla prima giocata salta il Pianella.

    Adelman
    Questo signore ha vinto meno di altri perchè sfigato come pochi. Ai Kings ha perso la chance del titolo dopo che si è rotto Webber, tornato in campo in condizioni precarie, a Houston non ha mai avuto Yao e McGrady sani e fino allo scorso anno ha cercato di raggiungere i po mancandoli di poco con una squadretta che vedeva Scola e poco altro. L’unica pecca è stata con Portland, ma non si possono attribuire troppe colpe.

    Ora ha un progetto da malleare tra le mani, molto ma molto interessante. Hanno bloccato Love per almeno 3 anni in attesa di valutare quanto vale Rubio e avere lo spazio salariale per firmarlo a cifre congrue. Il roster è profondo, pronto per essere valutato nell’insieme. Ci saranno trade e se non ha perso l’occhio prenderà gente perfetta per il suo sistema.

    Vorrei ricordare a chi dice che hanno un record perdente (10-11) che questi hanno giocato 2 volte contro gli Spurs, Mavs, Rockets, una contro Clippers, Lakers, Thunder, Grizzlies, Bulls, Hawks e Jazz. Non propriamente un calendario facile facile. Peraltro il record perdente è figlio delle prime 3 sconfitte stagionali nelle prime tre gare perse di 4 con i Thunder, di 3 con i Bucks e di 2 con gli Heat.

  28. Ai Knicks GranKenyon che ci va a fare?
    Agli Heat potrebbe giocare anche in quintetto e soprattutto vincere il titolo
    Ai Clipp serve e molto se si accontenta della panca, potrebbe essere il tassello definitivo,
    insomma pur considerando il calendario regolare, 4 gare in meno dei Mavs (?) e tante in casa, questi incominciano ad ingranare e l’unico punto debole parrebbe proprio un cambio decente fra i lunghi
    GM dell’anno quello dei Clipps: Paul (e vabbè si sa come è andata), la miglior SF disponibile sulla piazza e soprattutto l’idea Billups
    Chancey è ciò che a mio avviso fa di questa ex squadra sfigata una pretendente al titolo per il semplice motivo che lui sa come si vince un titolo Nba
    ha dimostrato di essere ancora un signor giocatore Nba oltre che di integrarsi bene con CP3
    manca un lungo d’esperienza e dinamismo che sappia difendere bene= K. Martin

  29. “…ditemi voi, sulla carta chi ha il roster migliore, Minny o Denver? Io dico tutta la vita i primi…”

    Io non sono d’accordo… e il gioco delle scelte è, per l’appunto, un gioco… Milicic è andato alla 2 nel 2003 ma nel medesimo draft alla 3 Melo, alla 4 Bosh e alla 5 Wade.. Beasley è una seconda scelta assoluta ma ad oggi ha ancora dei vuoti di testa clamorosi e non è stato rinnovato.. quindi sarà FA (restricted o meno non ricordo) a fine anno.. Derrick Williams è alla 2 solo perché l’anno scorso i più forti (a parte Irving) non si sono dichiarati… e si vede che è acerbissimo… Minnie è 10-11 grazie a Adelman e a Rubio-Love.. gente come Tolliver, Randolph e lo stesso Milicic sono fondamentali grazie alla Princeton e a Ricky,,,

    Certo, puoi dire che il roster dei TWolves è supermegaiper-potenzialmente futuribile, ma da qui a dire che è superiore a quello dei Nuggets a mio modo di vedere ce ne passa.. Backcourt: Ty Lawson (ok ora infortunato) e un giocatore esperto come Andre Miller da play sono tantissima roba, Afflalo e Brewer sono signori giocatori, soprattutto difensivamente.. i 4 non sono saranno primissime scelte ma tutti e 4 hanno fatto le Final4 e la Finale al college (Brewer e Lawson hanno pure tagliato la retina), quindi qualcosina a livello di sistema sanno fare già dai tempi dell’Università.. Gallinare-Fernandez come 3 sono superiori a Beasley-Williams come rendimento, intelligenza e sviluppo.. i secondo potrebbero essere superiori in prospettiva, ma come tu ben sai non sempre i giocatori potenzialmente forti ripagano le attese.. l’unico spot in cui Denver va sotto è quello della PF .. anche se quando conta Harrington è perfetto dalla panca, punti in pochi minuti e apre il campo per le penetrazioni dei piccoli, Lawson e Danilo su tutti.. e per finire Nenè-Mozgov-Koufos.. anche qui li vedo superiori come quantità e qualità (su tutti obv il brasiliano) al duo Milicic-Pekovic..

    Con ciò non voglio dire che Karl non stia facendo un gran lavoro, anzi… è la squadra che gioca meglio in attacco in tutta la Lega ma anche nel dopo trade Melo i Nuggets non hanno sfigurato, anzi… hanno perso Chandler-Smith-Martin e preso Rudy e Brewer.. ricordi Minnie l’anno scorso? Ricordi come giocavano?

  30. IYW
    Dire che il roster dei Nuggets non sia a livello dei Wolves solo elencando le prese al draft e gli infortuni mi sembra semplicistico.
    Il roster del Colorado non è per niente misero e salvo l’addio di alcuni giocatori (neanche avesssero perso chissà chi), questi avevano fatto una stagione da 50 W. Se al posto di Jr Smith arriva Fernandez, se aggiungi Miller e Brewer al gruppo composto da Gallinari, Lawson, Afflalo, Nenè, Harrington, Andersen, io tutto questa meraviglia al loro record non la vedo. Li c’è gente di esperienza, talentuosa, con un allenatore che sta su quel pino da un pò, senza quel rompipalle di Carmelo. Poi a proposito di infortuni Lawson ha perso solo tre gare sostituito egregiamente da Miller.

    I Wolves hanno un roster forte sulla carta, molto futuribile, con delle pecche nel ruolo di guardia e con esperienza ad alti livelli pari a zero. Questi partendo da 17 w sono a quota 10 mettendosi nelle mani di Rubio il tutto senza il supporto dal campo di Barea, preso per fare da chioccia ad una marea di ragazzini.

    • Se nn avessero perso JR, Martin e soprattutto Chandler sarebbero stati una signorona squadra.
      Sia per il valore che hanno quei 3 in campo, sia perchè eventualmente rappresentano assets scambiabili sul mercato.
      Gallinari ad esempio, senza l’intralcio di Chandler che gli toglieva minuti preziosi, è sensibilmente cresciuto. Ma Wilson, piuttosto che perderlo a zero, era tradabilissimo con mezza lega disposto a prenderselo, dal mio punto di vista…

  31. Daccordo con showstopper su tutta la linea
    presto per incensare Minni ma i merito sono tutti di Adelman del due Rubio/Love
    Beasley lo davo via per una guardia, però un’attimo… questo è matto quanto forte
    una struttura fisica straordinaria con talento di prima fascia Nba
    lo danno 2,08 non so se lo è, di sicuro non è una PF ne un doppione di Love

  32. Per fortuna la prossima la giochiamo contro Charlotte….
    speriamo non ci siano altri infortuni!!!

  33. lo dicevo un paio di settimane fa: se adelman riesce ad addomesticare Beasley minnie tra un paio d’anni diventerà una signora squadra.

    Memphis ne sta perdendo un po’ troppe, sarebbe un peccato, io con zibo in campo e un po’ di fortuna negli accoppiamenti li vedo come credibile alternativa a okc.

    i Clips mi piacciono, quest’anno non credo, ma per il prossimo anno con un lungo di rotazione e magari una guardia di ruolo in più… anche se billups sta facendo ottime partite… gran giocatore… grande new york a mollarlo per il barone

  34. I giocatori di Denver che qualcuno elenca come forti o di valore, lo sono anche (in alcuni casi soprattutto) perchè Karl li fa giocare come nessuno, e li sfrutta secondo potenziale. Basta pensare ad Harrington, divenuto negli anni una specie di appestato che nessuno voleva. JR, Martin e Chandler a me sembrano tutt’altro che poca roba, da perdere in una botta sola

    Fernandez faceva panca a Portland ed era sull’orlo di tornare in Spagna (onore a Karl che lo ha motivato), Brewer a me nn sembra un “signor giocatore” (anzi, sembra più un 7° pick sprecato), il Gallo era solo un tiratore ai Knicks, Lawson era il cambio di Billups, Afflalo ed Andersen prima di essere valorizzati da Karl erano dei signor nessuno

    Oltre al fatto che lo scorso anno questi hanno perso Melo, e cambiato mezza squadra, senza perdere un colpo, quando si sa quanto siano sottili certi equilibri. No, per me sulla carta il roster di Minnesota è superiore a quello di Denver, e neanche di poco

    Poi si tratta di sofismi, Minnie ha avuto un calendario tosto, partendo male, i P.O. sono ampiamente alla loro portata. Spero che facciano ancora meglio, ma la loro parabola mi ricorda vagamente quella dei Kings (il play spettacolare che al 1° anno fa subito i botti, la stella che non voleva rimanere in città, etc)

    Ma se dovessi scegliere un coach adesso, dopo 20 partite, ritengo più sorprendenti i record di Houston o Phila o Denver

    Abitato

    Apprezzo la tua passione per la sincerità, ma nella NBA come nella vita, chiunque dica quello che gli passa per la testa, nel momento stesso in cui gli passa per la testa, non va molto lontano. Se James ha deciso a Novembre 2009, o 10 minuti prima della “Decision”, di andare a Miami, bene ha fatto a non dirlo a nessuno, specie a Gilbert

    Perchè un minuto dopo, sarebbe stato sommerso di insulti, lapidato in piazza,Gilbert avrebbe urlato ai 4 venti “Alto Tradimento”, giornalisti e fans si sarebbero scatenati in un Carnevale Cinese privo di senso. Ha giocato un’intera stagione con i microfoni sotto il naso, ma quanto meno, aveva ancora l’affetto e l’appoggio di fans, staff e dirigenza

    La presunta correttezza di cui parli io la chiamo idiozia, ed autolesionismo

  35. Minnie:
    Posto che Beasley e Love possono coesistere e sono due fuoriclasse, che W. Johnson è un’ala, che Webster è bravo ma di complemento, che Rubio è la pietra angolare su cui costruire una squadra, che B. Miller è un fedelissimo del coach, che Pekovic legna e che ci sarebbe anche il campione in carica JJ Barea direi che Ridenour e Milicic sarebbero scambiabili (a malincuore) per scelte o una guardia con le palle!
    Si ma chi?

  36. IYW

    hai ragione anche se “idiozia” non è la parola giusta, forse mancanza di furbizia e pragmatismo, ma non darei mai un’accezione negativa alla correttezza.

    ciò detto, seguo lo sport perchè mi illudo che lì ancora le regole vengano seguite, per questo mi incazzo come una iena quando vedo certi comportamenti. lo sport non è la vita, l’NBA non è la normalità, LBJ non è un operaio che se dice al capo cosa pensa si ritrova con famiglia e mutuo a carico. è anche per questo motivo che il mondo va male, perchè è normale per tutti scegliere quel che conviene invece che quel che è giusto, se i primi a farlo sono quelli che si possono permettere il giusto e invece..

    tu, LBJ, DH, voi in generale: senza condanne, fate vostri i conti con voi stessi, io..beh, “io non ci sto”

  37. altra “perla”… billups migliore acquisto (prezzo/prestazioni) del mercato 2011 – 2012…
    lo adoro!!!

  38. di certo il roster di Minnesota è più giovane di quello di Denver ma il discorso “questo era il numero 2 ,questo il num 5,questo il num 4” non vuol dire nulla,ma proprio nulla…giocatori come Milicic (n2),Webster (num 6),Beasley (numero 2 dietro a ROse) sono arrivati ai WOlves proprio perchè non hanno mai reso come ci si aspettava dalle squadre dove militavano in precedenza,sennò come si spiega prendere Beasley per 2 scelte di secondo giro e basta (ok che dovevano far posto per Bosh e LBJ,quindi tagliare salari) infatti con un allenatore che farebbe figuracce anche in serie D italiana (Rambis) facevano pena,usando Darko a mò di Duncan,triangolo ridicolo alla Jackson etc..ora Karl per me è fantastico ma come ha detto showstopper il roster di Minnie è migliore a Denver solo nel ruolo di PF,per me resta sempre molto sbilanciato eppoi dobbiamo anche ricordarci anche che molti giocatori sono stati fuori con vari infortuni costringedo Adelman a giocare in 7,8 molte partite…detto questo Karl e Adleman restano dei signori allenatori,spero solo che i Wolves continuino così che se andiamo ai poff male non ci fa!

  39. -Slava Medvedenko

    Non ho visto con i miei occhi McAdoo; ha vinto titoli e raccolto numeri straordinari, ma personalmente mi posso basare solo su quelli.
    All’infuori della questione del diverso ruolo, io non gli darei molta fiducia…
    Per quanto riguarda “il più forte di tutti” credo si commenti da solo invece.

    – Circa la decisione di Lebron di andarsene, io penso sia stata presa successivamente all’eliminazione. Avesse vinto, sarebbe rimasto a Cleveland a farsi ricoprire d’alloro, non avrebbe avuto motivo di andarsene.

    -Circa il coach dell’anno: ho un debole per Adelman e l’ho sempre avuto. Ma effettivamente ci sono allenatori che capitano squadre su cui non avrei puntato un centesimo ad inizio campionato: Denver, Philadelphia, Indiana e Utah in primis. Anche Atlanta sta andando molto bene, anche se era molto più prevedibile.

  40. Abitato

    Guarda, scusa, ma non riesco a commuovermi

    “LBJ non è un operaio che se dice al capo cosa pensa si ritrova con famiglia e mutuo a carico. è anche per questo motivo che il mondo va male”. Il fatto di guadagnare miliardi non ti rende nè migliore nè peggiore. Se sulla carta non dovrebbe darti privilegi, allora non deve darti neanche obblighi che un operaio o un fruttivendolo non ha

    Io ho uno stipendio di merda, ma non per questo credo che un miliardario debba sottostare a dei vincoli “morali” a cui io non starei mai. Come io posso dire “fanculo, me ne vado a vivere in Belgio o Ungheria” (per di dire di due cose che ho realmente fatto perchè non avevo sbocchi qui), LBJ o altri hanno lo stesso diritto di farlo. Stop, per me non ci sono 2 pesi e 2 misure

    Il mondo non va di merda perchè LBJ o chi per lui cambia casacca, ma perchè ci sono al mondo milioni di coglioni che comprano gadgets, riviste inutili, si abbonano a questo o quello, pagano biglietti. E tra questi coglioni mi ci metto anche io, in minima parte. E’ il volume di soldi che viene generato rende miliardari (e quindi privilegiati) persone che, con tutto il rispetto, mettono un pallone in un cesto. Mentre un Vittorio Arrigoni schiatta in Palestina nell’indifferenza generale, dopo aver dedicato 10 anni di vita alla Pace ed a fare del bene

    “è normale per tutti scegliere quel che conviene invece che quel che è giusto”

    Senza essere troppo filosofico, anche io cerco sempre di fare quello che mi conviene, ovvero, quello che mi piace. Perchè sono cresciuto con l’idea che se non rispetto la mia volontà, non posso rispettare gli altri

    Come fai a parlare di giusto o ingiusto, in base a cosa? Quello che è giusto per te, può essere totalmente ingiusto per chi ti sta accanto. A quel punto interviene la Legge. E nessuna Legge obbligava LBJ a rimanere. Se per i tifosi Cavs è stato “ingiusto”, per quelli di Miami ad esempio è stato “giusto”. Nessuna ragione, nessun torto

    Se LeBron avesse passato il 2010 a dire “tranquilli, resto”, potrei anche capire. Invece in quei mesi non sbagliò una parola, disse sempre che avrebbe deciso a fine stagione, e che avrebbe fatto quello che era meglio per lui. E lo ha fatto. E’ passata da una squadra senza futuro (perchè nessun free agent di valore sarebbe mai venuto ai Cavs) ad una che può vincere nei prossimi 4-5 anni, è passato dalla tristezza dell’Ohio (in cui ha cagato sangue per 25 anni di fila), al Sole della Florida. Cavolo, ma chi di noi potendo non lo farebbe?

    Perchè questo sarebbe ingiusto? Perchè poi una squadra si trova in lotteria? Perchè poi la franchigia perde valore? Perchè i tifosi ne soffrirebbero? Ha più colpe LeBron, che cerca solo di fare quello che ritiene giusto, o un tifoso che si sente “tradito”, e si deprime, o brucia una sua maglietta? Io dico che è un po’ più deficiente il 2°, dato che con tutte le cose belle e importanti della vita, se poni tutto quel peso sullo sport (ovvero su una cosa sulla quale non hai il minimo controllo), allora sei davvero un coglione col botto

    Io tifo Roma, ma pensi che se De Rossi va al Manchester mi cambia qualcosa nella vita? Cavolo, lo ringrazierei per il culo che si è fatto, e gli augurerei il meglio. Perchè con o senza Roma, c’ho tante di quelle cose a cui dare retta, che pensa tu quanto me ne frega. Ora solo perchè un branco di idioti prende lo sport come se fosse una questione di vita o di morte, un giocatore non è libero di muoversi come meglio crede? Me cojoni, ma che democrazia sarebbe?

    Tornando al discorso della sincerità, fammi capire. Esempio astratto: io un lavoro, ma non sono felice, o comunque vorrei cambiare aria. Tu che fai, ti metti prima a cercare, a spedire curricola, a fare colloqui, eppoi in caso vai dal Capo e gli dice che te ne vai…oppure appena hai qualche dubbio dici “Capo, io forse me ne vado”, e poi cominci a cercare?

    Se la risposta è “B”, mi sa che non hai mai lavorato in vita tua

  41. mcadoo…
    visto ovviamente nell lega..realizzatore spaventoso,capace di riciclarsi a sesto uomo di lusso x vincere coi lakers dello show time..e sappiamo quanto sia difficile per un grande solista dire”ok,sono uno dei tanti,voglio vincere,cosa devo fare?”
    visto poi in italia a milano e gli ultimi anni della cariera qui a forli..giocatore spaventoso..tecnica e palle pazzesche..sapeva fare tutto..enorme intelligenza.il più forte di tutti non direi,ma di giocatori così ne ho visti pochini…

  42. ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha

    1. si dovrebbe fare quel che si ritiene giusto a prescindere. giustifico solo quando non si può. se puoi dovresti fare quel che ritieni giusto, non conveniente. sempre, LBJ o pinocchio che tu sia. questa è la mia morale, non dico che debba valere per tutti.
    se pensi che l’esempio (di uno sportivo, di un manager, di un politico) non influenzi i comportamenti altrui sei (di nuovo) ingenuo e senza alcuna conoscenza di psicologia, sociologia o antropologia. studia prima di sputare sentenze (“mi sono commosso”..ma ammazzati, come si dice a milano)

    2. studia anche economia e scoprirai che non sono i gadgets a far andare il mondo a remengo (e cmq ho usato la parole “anche” non “solo” nel post precedente), ma scelte dirigenziali scellerate, comportamenti lobbistici giustificati da una classe politica corrotta, ecc ecc. se vuoi ti faccio una lezione, visto che ho una laurea a pieni voti in tema

    3. studia storia e scoprirai che i grandi imperi del passato sono caduti in corrispondenza della caduta della morale. infatti il sistema capitalistico sta crollando proprio per questo motivo.

    4. ah perchè se domani mattina LBJ va a dire a riley “sai che c’è? ora mi licenzio!” credi che non abbia la coda alla porta? lui è SEMPRE nella situazione A, nella B ci sarà mai.

    5. stipendi: hai detto una fesserie enorme, non mi spreco neanche a spiegarti perchè è corretto che guadagnino così tanto. in ogni caso, se non rischi la sopravvivenza (per usare un eufemismo) non sei giustificato per niente, dal mio punto di vista.

    6. gli estremismi sono sbagliati a prescindere: mai detto che chi brucia la maglia fa bene o altro di simile. è ovvio quello che dici e non mai sostenuto il contrario

    7. lavoro da 7 anni e ora, grazie al culo che mi son fatto, posso permettermi di rifiutare proposte il cui lato morale non mi convince. l’ho fatto con un progetto sulle scommesse, di recente.

    8. “anche io cerco sempre di fare quello che mi conviene” dimostri tutta la tua pochezza come uomo. se non hai un motivo per rinunciare ai soldi, un qualcosa che valga più del “piacere” mi dispiace per te.

    9.ma alla fine, che tesi vuoi dimostrare? riesci a sintetizzarla in 3 righe?? non credo, perchè come tutti gli uomini piccoli quando non riescono a controbattere l’idea attacchi la persona. se non riesci, non risponderò più alle tue provocazioni.

  43. considerando l’impegno e il lunghissimo post auto-esaltante e auto-panegirico, propongo di attribuire il coach of the year ad Abitato d’altra gente.

    non può essere che uno con tutte queste lauree e questa cultura non abbia un riconscimento anche da parte dell’Nba.

    • accetto alla grande skip! poi detto da te, mi rende orgoglioso.

      toglimi un paio di curiosità: il post di iyw è cortissimo vero? invece te di solito, quando ti attaccano, che dici? come rispondi? son curioso della tua lezione

      • dai, e stai tranquillo che scherzavo.

        ammetterai che il post era un po’ autocelebrativo. fatti una risata e rilassati.

        • ok mi tranquillizzo, croce sopra

          ammetto, rileggendo. caduta di stile soprattutto sul discorso “laurea a pieni voti” (“ma chi te s’incula verrebbe da dire”). chiedo venia

  44. Abitato

    Scusa, ma credo tu sia una persona molto triste. Preferisco da ora in poi ignorarti. Mi tengo la mia morale, ti lascio le tue lezioni di vita. Addio

  45. E comunque mi hai fatto spisciare dalle risate…ma che sei, di Comunione e Liberazione? Voti Formigoni? No perchè parli come uno di loro

    • vedo che la coerenza rimane la tua bandiera..bastano 6 min e cambi idea..complimentoni!

  46. parlando di palla a canestro…. si diceva che kenyon martin potrebbe andare ai miei clips.
    non pensate che sia una mossa importantissima per rendere la squadra più forte e più equilibrata?
    paul – billups – butler – griffi – jordan
    mo / bledsoe – foye – gomes – martin – evans

    se i PO sono sicuri ora, chissà con una formazione così.

  47. ho letto di un possibile interessamento dei lakers per ramon sessions…io l’ho visto giocare poco…voi cosa ne pensate?

    • Una mezza delusione rispetto alle previsioni. Non cambierebbe molto.

      @clipper fan
      Indubbio che servirebbe e fortunatamente i Clippers sono sulla carta geografica. Se facessero l’offerta le possibilità di prenderlo sarebbero alte.

  48. A me dispiace non essere dall’altra parte della barricata. Il basket mi piace tantissino ma non avendo talento mi limito a guardare le gare e a giocare con gli amici. Le commento, esprimo opinioni sulle squadre, sui GM…, faccio previsioni, e mi confronto con tutti.

    Abbiamo opinioni differenti ma faccio sempre una fatica immane a leggere certi post in cui si mischiano questioni morali/personali/di vita che non hanno motivo di essere.

    Parliamo di basket, non di economia, filosofia, psicologia o altro. Se poi vogliamo toccare questi argomenti basta dirlo ma non credo che ai più piaccia l’idea.

    • alert mi spiace, ma francamente ero stufo degli attacchi personali di IYW. se dio vuole, forse con questa polemica almeno abbiamo messo una croce sulle discussioni tra me e lui

  49. clipper fan

    non mi ecciterei, sicuramente utile in ottica PO come primo cambio dei lunghi buono, ma non è più quello delle finals. per arrivare in fondo serve altro, tuttavia se lo firmassero solo per questi PO

    andrea

    penso che era meglio shannon brown, se proprio si vuole una combo con punti nelle mani

    • no bè io intendevo un PM che pensi innanzitutto a far girare la squadra…brown era più una guardia secondo me. Io insisto per provarci con lowry, senza scomodare i vary deron williams ecc

  50. -skip
    anche te hai scritto dei post belli lunghi; abbiamo capito che non sopporti abitato, ma lasciarlo scannare in pace con in your weis ti pare brutto?

    -Questione Session
    Boh, l’ultima volta che l’ho visto giocare non mi ricordo neanche quando è stata.

    -Questione Martin
    Mi auguro che lo prendano i Clippers. Sono una squadra che adoro e sarebbe una aggiunta importante, soprattutto pensando all’apporto difensivo, e all’aiuto che potrebbe ricevere da Paul; non dico che rivedremo il flying circus, però meglio di quel semi-cadavere di denver sarà.

    • ma non volevo essere eccessivamente stronzo, solo farmi una risata.

      non è vero che non lo sopporto. non lo conosco, come non conosco personalmente nessuno di voi. rispetto le opinioni di quasi tutti e comunque è bello leggervi.

      ah, il gallo si che non lo sopportavo, ancora me lo sogno la notte.

      • Ma certo, quel “non lo sopporti” è ovvio che è riferito alle varie concezioni cestistiche che uno ha; non si tratta di opinioni a livello personale.

        Per il torneo, una volta giocavo; poi ho pensato bene di farmi sfasciare il naso con una gomitata ( di un compagno di squadra tra l’altro) ed il giorno del ritorno, dopo tipo 3-4 mesi, di fracassarmi la caviglia….
        Con il basket giocato ho chiuso…

          • Più che la gomitata, è stato l’orrore di andare allo specchietto retrovisore e vedertelo storto, ehehehhe

            Comunque non fa così male, ne quando si sfascia ne quando te lo rimettono apposto. è stata quasi peggio la caviglia

  51. vorrei fare una domanda a tutti quelli che vivono a Roma.

    io tornerò nella capitale a marzo e conto di starci fino a luglio. insieme ad alcuni amici parteciapiamo a un torneo annuale (non proprio scapoli contro ammogliati ma nemmeno troppo serio).

    c’è qualcuno di voi interessato ad entrare in squadra. gli allenamenti sono il lunedì dalle 22 alle 24 (tiburtina vicino al raccordo, ma stanno cercando di spostarli in una palestra di centocelle al martedì) e le partite di solito il sabato pomeriggio o la domenica mattina.

    io tornerò il 2 marzo, in tempo per le ultime 4-5 partite del campionato e per il torneo primaverile che comincia a fine aprile.

    se qualcuno di voi è interessato (ripeto, gente che sappia giocare ma niente fenomeni) mi faccia sapere che lo metto in contatto con chi gestisce la cosa (lunghi con tecnica cercasi, ma tutti in generale sono i benvenuti a venire a un allenamento per farsi un’idea.

  52. Skip

    Io sono di Roma, e se sto in zona vengo volentieri a fare due tiri. E’ da un sacco m piacerebbe giochicchiare con qualcuno del blog, se la geografia lo permettesse, farei un mega incontro per conoscere di persona chiunque qua in mezzo, perfino quelli che mi stanno sulle palle…

    Il mio livello è basic, nel senso che 2000 anni fa giocavo in serie D, quest’anno ho ripreso ma in un campionato dilettantistico (anche se a dire il vero il livello non è per niente malvagio), e ad occhio nn sono un lungo (1.85), ma se si può due tiri ci stanno tutti…

    Certo, sia Centocelle che Tiburtina zona Raccordo non sono il massimo, ma non avevate niente di più centrale?

      • ti ripeto, io torno il 2 marzo ma la squadra gioca già. io giocavo in c2 a 15 anni, poi mi sono rotto entrambi i polsi e ho mollato. 1.85 anche io, fumatore e bevitore. quindi immaginati.

        magari quando torno in Italia ribadisco l’invito e ti do la mia mail.

  53. Ma chi è ‘sto in your ways???
    Attacca ogni giorno con le solite pippe su James (anche dal nulla), ci propina sempre dal nulla la sua visione raffazzonata e stereotipata ( direi stile alternativo che fa tanto figo di questi tempi..) del mondo, visione di cui credo a nessuno importi un tubo dato che qua si parla principalmente di basket,e partendo dall’argomento “the decision” di James o cazzi vari sputa sentenze sulla vita degli altri che per lui è triste perchè solo lui segue il basket in modo sano e gli altri si rodono e tifano contro e criticano James etc etc conducendo vite patetiche… fermate quest’uomo,davvero,questo è un fenomeno da analizzare….e il bello è che alla fine delle sue cervellotiche/paranoiche congetture sono gli altri ad avere i problemi e condurre vite terribili….un fenomeno davvero….non so se sia un caso di ego smisurato basato sul nulla o semplice schizofrenia….certo che questo sito ne genera di casi da analizare…

  54. “Attacca ogni giorno con le solite pippe su James”

    Sul resto del testo è molto opinabile, ma su questo, spiacente caro weis, ma non gli si può dar torto. Le hai scritte 300 volte quelle cose; sono tutte vere, per carità, ma ormai è diventato un rosario.

  55. “certo che questo sito ne genera di casi da analizzare”

    ecco, questo è assai probabilmente uno dei più grossi eufemismi della Storia.

      • uuuh ma allora sei proprio un comico! auhuah nessun problema con le battute, troppa gente prende sè e gli altri troppo sul serio su questa piattaforma…

  56. Hank, è giusto che tu lo sappia, dopo tanti anni…sono tuo padre…la Forza sia con te

  57. Contento per la W di Riccardino e la banda di Minnesota: qui lo dico e in futuro lo nego: tra 2 anni siamo da titolo.
    Ps. ieri ho visto il canestro vincente di irving a boston. non mi sbilancio, dico solo che questo qui è più forte di rose o’ sbruffone e ricorda da vicino il playguardia più forte nei secoli dei secoli (non c’è giordan che tenga): aisea thomas

    • Sul fatto che sia potenzialmente un all star nulla da dire. Paragoni con Rose mi sembra un pò presto per farne, anche alla luce di quello che sta facendo Rose e potrà dare (secondo me è ancora in crescita e può alzare ancora di più il livello del suo basket)…chi vivrà vedrà! Non concordo sul paragone con Thomas, che era un play fatto e finito. Irving mi sembra più una combo guard (e in questo l’accostamento con Rose ci può stare).

  58. Zo hai ragione, io pensavo alla classe innata ed alla capacità balistica non comune. W aisaia abbasso jiordan

  59. Si, ma non solo. Sono una banderuola, tifo dove vanno i mei players preferiti (purchè le squadre siano un minimo decenti) . quindi ora anche menphis per via dei due ciccioni in mezzo all’area. Comunque la squadra dei miei sogni mostruosamente proibiti era la jugoplastika di toni kukoc ed in ambito nba i pistoni dei tempi andati.

Commenta