SAN ANTONIO 118 – NEW YORK 105

I Knicks, svanito l’impatto di Jeremy Lin, sono tornati pesantemente sotto il 50% di vittorie e sono ospiti della franchigia che forse concede meno vittorie in casa: i San Antonio Spurs. Privi di Tyson Chandler, i Kincks vedono Carmelo (27 punti), Stoudamire (18) e Lin (20) tirare con 25-41 dal campo complessivo ma la percentuale di squadra scende al 42%, complice anche lo 0-7 uscendo dalla panchina del Barone. Per gli Spurs 7 uomini in doppia cifra fra cui i 32 di Parker con 12-19 dal campo e 54% finale di squadra.

TORONTO 116 – HOUSTON 98

I Toronto Raptors ottengono la seconda vittoria consecutiva casalinga, questa volta ai danni degli Houston Rockets. Sempre privi di Andrea Bargnani, i canadesi vedono DeRozan come loro miglior marcatore (23 punti) e altri 5 uomini in doppia cifra. Josè Calderon aggiunge 12 assist ai suoi 17 punti e ottiene l’ennesima doppia doppia della sua carriera. Per Houston il miglior marcatore è Parsons con 19, ma la franchigia texana non riesce ad opporsi alle ottime percentuali dei Raptors che tirano complessivamente il 59% dal campo con il 50% da tre.

PHILADELPHIA 103 – BOSTON 71

Evan Turner è il top scorer del match con 26 punti, aiutato da altri 5 giocatori in doppia cifra per i padroni di casa che già all’intervallo sono in vantaggio 55 a 33. Per Boston pessima prestazione di tutto il quintetto base, che gioca praticamente solo i primi 2 quarti e subisce i continui contropiedi dei Sixers. Miglior marcatore Paul Pierce con 16 ma 5-13 dal campo, complessivamente 0-8 di squadra da tre e 28-80 da due per i Celtics.

WASHINGTON 106 – LOS ANGELES LAKERS 101

I Lakers sono alla seconda partita del back-to-back ad Est e sono reduci dalla sconfitta a Detroit. Kobe mette a referto 20 dei suoi 30 punti nel primo tempo e i Lakers sono avanti di 15 all’intervallo. Nel secondo tempo però Nick Young e compagni sono decisi a rientrare e a 2 minuti dalla fine il punteggio è 99-99. Un canestro di Gasol non basta ai Lakers che subiscono 6 punti e falliscono il rimbalzo decisivo per avere la palla della vittoria sul 103-101. Per i Wizards è la nona vittoria della stagione; 6 i giocatori in doppia cifra guidati da Young con 19.

CHARLOTTE 93 – UTAH 99

I Jazz sono decisi a tornare al 50% di vittorie (18-19) e grazie ai 31 punti di Al Jefferson (11-19 dal campo) riescono ad ottenere la vittoria esterna sul campo dei derelitti Bobcats. Per Charlotte non basta la buona prestazione di Maggette (25 punti); i Jazz tirano peggio ma hanno ben 21 tiri in più durante la partita, grazie ai 16 rimbalzi offensivi e alle 16 palle perse di Charlotte.

MIAMI 89 – ATLANTA 86

I Miami Heat vedono il rientro in quintetto di Chris Bosh e ottengono la vittoria numero 30 della stagione, ai danni degli Hawks, privi di Horford (da tempo) e Joe Johnson. La partita rimane in equilibrio grazie a Josh Smith che alla fine chiude con 23 punti. Per gli Heat gli unici due in doppia cifra sono i Big Two: 31 per LeBron con 12-20 dal campo, 18 per Wade con 7-17 e i tiri liberi decisivi per il +3.

NEW JERSEY 101 – LOS ANGELES CLIPPERS 100

Blake Griffin (28), Chris Paul (22) e Randy Foye (24) combinano per  74 dei 100 punti dei Clippers ma non basta per ottenere la W nel New Jersey. Per la franchigia di casa infatti ci sono 21 punti per Deron Williams che guida altri 5 giocatori in doppia cifra, aggiungendo 10 assist. I Clippers alla fine del terzo quarto sono sotto di 9, tentano la rimonta ma non riescono a completarla a causa della tripla a 0.2 secondi di Jordan Farmar che sancisce la vittoria finale per i Nets.

MILWAUKEE 104 – CHICAGO 106

Chicago continua la striscia positiva dopo l’All star game vincendo anche in casa dei Milwaukee Bucks, grazie al solito Rose che guida i suoi con 30 punti e 11 assist con 14-14 ai liberi (ma 8-22 dal campo). Partita indecisa fino agli ultimi secondi grazie anche al career-high di Ilyasova (32 punti e anche 10 rimbalzi), ma Rose riesce a segnare il jumper decisivo sulla sirena per il +2 finale Chicago. 5 gli uomini in doppia cifra per i Bulls, mentre per gli uomini di Skiles ci sono anche 27 punti da Drew Gooden.

OKLAHOMA 115 – PHOENIX 104

I Thunder hanno vinto 14 partite consecutive in casa e continuano la striscia positiva ai danni dei Suns che non riescono ad arginare il trio Durant (30), Weestbrook (31) e Harden (30). Ibaka aggiunge 18 punti e 20 rimbalzi (carreer high) per la vittoria Thunder. A Phoenix non bastano i 28 di Gortat e la doppia doppia di Nash con 12 punti e 13 assist.

MINNESOTA 106 – PORTLAND 94

Le due franchigie sono in lotta per un posto nei playoff ad Ovest e navigano attorno al 50% di vittorie. Love e Ridnour combinano per 51 punti dei TWolves che riescono a vincere in punteggio ogni quarto e ad avere 12 lunghezze sul referto finale. Importante anche l’apporto di Wesley Johnson con 19 punti, mentre per i Blazers si tratta dell’ennesima sconfitta lontana dal Rose Garden. Team high per Portland da parte di Raymond Felton (23 punti), aiutato dal solito Aldrige (22).

DENVER 99 – CLEVELAND 100

I Nuggets hanno visto il rientro di Gallinari e Nenè nella scorsa partita ma sono ancora in via del recupero completo e Karl preferisce usarli con parsimonia. I Cavs sono decisi a ottenere la W e Jamison li aiuta con 33 punti complessivi. Irving ne mette 10 nel solo quarto quarto e anche il canestro che porta Cleveland a 100 punti grazie ad un coast to coast a difesa schierata. Per Denver non si concretizza la vittoria a causa di un lay-up di Lawson a 2 secondi dal termine che termina fuori di un soffio. Per i Nuggets buona prova di Harrington 22 punti e team-high ma un Gallinari da 1-7 dal campo per soli 5 punti.

SACRAMENTO 99 -NEW ORLEANS 98

I Kings ottengono la vittoria numero 13 in stagione (26 le sconfitte) grazie a 6 giocatori in doppia cifra e un Marcus Thornton da 25 punti. Per gli Hornets 5 giocatori sopra i 10 punti fra cui Marco Belinelli (11) ma a far la differenza sono le 23 palle perse complessive di squadra.

GOLDEN STATE 92 – MEMPHIS 110

Stephen Curry continua ad uscire dalla panchina per i Warriors ma la mossa di coach Jackson non basta a fermare i Grizzlies che vedono Gay guidare la squadra con 26 punti complessivi. Per Golden State team high per Monta Ellis con 18 punti ma il 44% totale dal campo contro il 52% degli ospiti

Post By Francesco Grazioli (62 Posts)

Connect

108 thoughts on “NBA – I Lakers cadono ancora in trasferta, decisivi Farmar e Rose allo scadere

  1. ennesima partitona di irving che sara al suo terzo tiro vincente della stagione e a memoria non penso che nessuno abbia fatto meglio del rookie dei cavs quest’anno.il ragazzo senza grande esperienza ha una capacita incredibile di portare la squadra sulle le sue spalle faccendo spesso e volentieri scelte azzecatissime.inutile dire che sia destinato ad una grande carriera.

  2. Note sparse

    Bryant si è fottuto il cervello

    Irving è già adesso uno dei migliori clutcher della lega

    I Clippers si stanno sgonfiando

    Lebron spaventoso

    I Grizzles sono la miglior squadra ad ovest dopo OKC

  3. Raptors hanno vinto. Una pallina in meno al draft. Bargnani seduto comodamente in fondo alla panca……..

    Lakers 6-14 il record in trasferta. Metta una -erda. E’ ritornato nell’oblio. Squadra vergognosa che segna in tre. Con un record in trasferta come questo qualcuno mi deve spiegare in quale universo questi possono far paura ai po. Non è che giocano sempre contro i Thunder, gli Spurs, i Mavs…..eppure le prendono da squadrette. Sarà la rs!

    Celtics asfaltati. Si sono presi un turno di riposo. Sixers ringraziano.

    Knicks che durano due quarti e mezzo. Poi affondano. Guarda caso. Non ahnno infortuni e sono pieni di talento. Chissà di chi è la colpa…..

    Kings vincono grazie ad un furto del gigante Thomas……W tra poveri.

    Nuggets perdono malamente contro i Cavs in crisi. Cappellata immane nel permettere a irving di farsi un coast to coast. Il rookie è una belva.

    Williams-Paul 1-1 ma vincono i nets. Marshon Brooks è buono buono.

    Vista la gara tra Blazers e Wolves. I primi sono nei guai. Wolves in controllo quanto contava. Il tutto senza Pek e con Rubio ai minimi. Johnson ha avuto la serata buona.

    Grizzlies stanno tornando alla grande. Zibo sembra in procinto di ritornare sul parquet. Brutta bestia per chiunque ai PO.

    • Alert, secondo me una grande capacità di Adelmen è sempre stata quella di saper interpretare al meglio le singole partite; non credo sia un caso che a turno i TWolves peschino uno o due giocatori “gregari” che imbecchino la partita, vedi una volta Beasley, Webster o Johnson ieri…cosa ne pensi?

  4. condivido le note.

    ne aggiungo una

    deron williams, per l’ennesima volta in carriera, gioca meglio di CP3 nello scontro diretto.

    (e chissà dove sta quel sapientone che aveva perso mezza giornata a cercare di convincere il mondo che Paul è nettamente e oggettivamente più forte di Deron)

  5. Ciao a tutti è la prima volta che scrivo ma è da tempo immemore che vi seguo. Finalmente sembra che le squadre si siano messe a giocare seriamente con addirittura 4 partite decise da buzzer. Stanotte grandi prestazioni non solo dei big. Oltre le prestazioni monster di rose james love e il trio Oklahoma da notare una prova finalmente eccelsa di turner da titolare contro i verdi! Finalmente inizia a dimostrare qualcosa forse!

    • Chi tifi……ehheheeheh

      Turner sa fare tante cose anche se lascia perplessi molti. Vedi in lui un potenziale spaventoso che va e viene. Bisogna capire se ha dei limiti mentali. La gara di ieri non fa testo. Celtics non pervenuti.

      • In realtà il mio tifo dice miami. Però guardo con curiosità un pò tutte le squadre e i sixers secondo me insieme a san antonio sono quelli che interpretano migliormente il concetto di “squadra” e con la crescita di turner secondo me potrebbero trovare il go to guy che cercano.

  6. Clippers
    La perdita di Billups è notevole. Giocatore di esperienza che faceva molto ma molto comodo al team. Sono in un momento critico anche se hanno talento e profondità necessaria per giocarsela ai PO. Dipende chi beccheranno al primo turno. Hanno la possibilità di vincere la division visto il rendimento dei cugini in trasferta.

    Minnie
    Per la prima volta sono a due gare sopra il 50% (se non sbaglio). Stanno battendo le avversarie dirette e non collezionado W con le squadrette. Senza una guardia stanno salendo di colpi perchè in un modo o nell’altro trovano un giocatore che si erge a protagonista. Love sta diventando un incubo per chiunque. Sta migliorando a vista d’occhio consolidando la leadership nel gruppo e prendendosi le responsabilità che il talento/contratto richiede. Sono una squadra in rampa di lancio per dare noia ai Thunder. Ho visto Aldridge giocare una gara sostanziosa senza lasciarmi delle sensazioni particolari. Per me è un secondo violino con i fiocchi (si dirà che scoperta…sono lento…eheheeheh). Love invece sta imparando a fare la differenza nei finali di gara. Con le motivazioni a mille e un roster competitivo sta alzando l’asticella. Futuro luminoso.

    Nuggets
    Come i Blazers non hanno il go-to-guy. Vero che hanno tanti interpreti in grado di fare la giocata decisiva, ma nessuno che si erge sugli altri. Per paradosso può essere un problema specialmente quando la difesa può permettersi di marcarli in single coverage. Se hai di fronte Kobe, Williams, Pierce, Melo, Paul… devi fare delle scelte, mentre se affronti Afflalo, Harrington, Gallinari… sti caxxi.

  7. i clippers se voglione fare il salto di qualita hanno bisogno di almeno un paio di giocatori e di un allenatore adatto a loro.fossi sterling una visitina a sloan lo farei e non penso che gli dispiacerebbe allenare il pick and roll tra griffin-paul anzi sarebbe l’uomo perfetto per il definitivo salto di qualita della seconda squadra di LA.poi aggiungere una guardia con punti nelle mani(r.allen e mayo saranno free agent la prossima estate) e forse un altro lungo per la panchina.

  8. Lakers imbarazzanti, sprecano un vantaggio di 21 punti con un Bryant nuovamente orribile…i gialloviola continuano a soffrire maledettamente i lunghi atletici e dinamici (e dire che Booker e McGee sono più o meno dei minorati mentali…ma grande Seraphin), specialmente Gasol…Fisher, Metta, Blake, Murphy da D-League, e la differenza l’han fatta le panche: 55-21 per i Wizards. Era palese già da prima della vittoria sugli Heat, ma difficilmente questi Lakers potrebbero raggiungere la seconda piazza a Ovest, e ancor più difficilmente potrebbero superare un secondo turno…le strade sono due: sondare il mercato alla ricerca di qualche buon mestierante pronto subito, ma per farlo bisognerebbe cedere Gasol, o proseguire con questo roster e sprecare un altro anno di vita cestistica di Kobe.

  9. Su kobe mi hai tolto le parole di bocca. Sta davvero perdendo la testa. Fare queste prestazioni contro squadraccie come pistons e wizards è inaccettabile. Purtroppo con una figura poco credibile ai suoi occhi come brown in panca sta svalvolando. per il resto soliti problemi di squadra. Boston che in back to back non può reggere. Su memphis non avrei puntato molti euro e invece piano piano rischieranno di attentare al secondo posto

  10. Lebron mostruoso ma i Miami vincono grazie al loro immenso e unico capitano il vero leader della squadra! quarto periodo perfetto dopo una partita brutta carattere unico. canestri assit decisivi e i 2 liberi finali! lebron finalmente ha capito e da la palla fissa in mano a wade alla fine….Deron x l’ennesima volta in carriera vince il duello con Paul, vorrei capire i genii che dicono che Paul è nettamente superiore…. cazzate tremende

  11. Iniziano a girare le prime voci di trade, ecco la prima

    Broussard di Espn dice che i Rockets hanno messo sul piatto Scola, Dragic, Martin e pick per Gasol, ovviamente adesso direte che è una cazzata, che i Rockets si sono fumati il cervello ma d’altronde l’avevano fatta già a dicembre quindi non mi sorprenderebbe affatto se andasse in porto.

    • mah, non sarebbe malaccio, LA ci guadagnerebbe un buon lungo (pur distruggendo il tandem di 7 piedi) e sistemerebbe il backcourt con una pg discreta e giovane e un realizzatore dal pino…io son curioso di vedere cosa faranno della trade exception ricavata da Odom…

    • I Rockets non vogliano liberarsi di Martin e Scola è l’unico pezzo che possono mettere sul mercato in grado di far ingoiare il rospo. Infatti pochi sani di mente prenderebbero il contratto di Martin (che scadrà nel 2013) men che meno i Lakers. Però nell’ottica losangelina Scola farebbe conodo essendo più economico di Gasol oltre ad essere un giocatore con un IQ cesrtistico elevato. Inoltre potrebbe sposarsi con il bambinone. In ottica futura, potrebbero usare i contratti di Martin e di Walton per attivare altre trade.

      I Rockets avrebbero il centro con tanti punti nelle mani, Lowry a contratto e i giovani come Budinger, Parson, Patterson e Morris in crescita. Trade non così stupida. Sarebbero contenti tutti. Credo che gli stessi Rockets inizierebbero anche a fare manfrina per entrare nella lottery.

  12. si ma tanto se questi non escono dal torpore possono fare tutte le trade di questo mondo, ma senza cog**oni non si vince, idem con un KB da 30 tiri a partita..poi ok, sarebbero più equilibrati, ma se non si danno una svegliata conviene ceder tutti, convincere il mamba a ritirarsi e rifondare (sembra di vedere l’inter di ranieri a tratti, svogliata e compassata)

    scusate eh, ma prenderne 20 in metà gara da Was mi deprime

  13. Per la prima volta nella storia sono d’accordo con Dan Peterson nell’articolo che ha scritto oggi sulla gazzetta riguardo a New york.Rassunto in due parole:
    W la Linsanaty, dal ritorno di Melo finito il buon record, come giocatore preferisco Lin che fa girare la squadra al contrario della superstar di Melo ma a NY preferiscono le statistiche, Melo odia Lin (vedi una certa non esultanza) ergo lo traderei entro la deadline.
    Ciliegina finale paragone record vittorie post scambio NY e denver compreso Playoffs.
    Articolo che non fa una piega.

  14. Iniziamo con deron cp3.
    Allora deron ha sempre vinto gli scontri diretti. Se c’è un play che paul soffre è proprio deron.
    Il fatto è che gli altri play della lega soffrono più Paul che Deron. Questioni infinetesimali. Io preferisco paul come play e come spettacolo ma chi non mette Deron su quel livello lo ha visto giocare solo a inizio campionato coi nets.

    Che memphis sia una potenza a ovest ne sono sempre stato convinto. Se zach torna con una forma accettabile questi sono un pericolo.
    Se fossi gli heat pregherei di non trovarli in finale perché due lunghi così lo demoliscono il pitturato di Miami.
    Vedo più ostici loro che i thunder per gli heat. Come accoppiamenti dico.

    I celtics devono assolutamente trovare qualcuno che gli dia giovani e scelte per Allen e garnett. Il ciclo è finito e farli scadere perdendoli per niente non ha il minimo senso. Sopratutto Allen che farebbe comodo in maniera incredibile a Chicago minnie clippers giusto per citare le prime che mi vengono in mente.

    Sebi clippers avessero un altro allenatore farebbero ancora più paura. Ma del negro più billups rotto sono i motivi per cui non sono una contender ma solo una squadra che darà fastidio.

    Curioso che i due allenatori che sfruttano al peggio il talento che hanno a disposizione abbiano fatto i play in Italia.

    • Zibo ha iniziato ad allenarsi con i compagni. Sembra non abbia accusato particolari problemi al ginocchio. Quindi in soldoni si parla di un ritorno tra 10/15 giorni.

  15. irving assurdo!
    in 40 partite ne ha già decise tre con l’ultimo tiro! non so quanti al primo anno hanno fatto meglio di lui sotto questo punto di vista! oltre alle percentuali ottime 48% dal campo 41% da tre e 85% ai liberi è gia un clutch player! per me gia un giocatore di lusso! roy a mani bassissime con buona pace dello spagnolo

  16. “deron williams, per l’ennesima volta in carriera, gioca meglio di CP3 nello scontro diretto”

    La droga fa brutti scherzi,vista la partita,e direi proprio che bisognerebbe smettere di drogarsi.
    Paul nel finale ha fatto giocate determinanti una dietro l’altra..
    D Will ha sparato 8 dei suoi 10 assist nella prima frazione..
    Poi se J-Farmar la mette da 8 metri,mica è colpa sua.
    Dire che Will ha giocato meglio (oltre alle cifre identiche aggiungerei) è fazioso e di idiozia non indifferente.
    Hanno fatto una partita alla pari,decisa da episodi.

    p.s. Non certo la miglior partita della carriera per entrambi

  17. Con tutto il rispetto per te e per dan peterson ma solo un pazzo da via melo per tenersi Lin senza prendere in considerazione il fatto che new york gioca di schifo sopratutto a causa dell’incapacita del pupillo di dan peterson di sfruttare le potenzialità delle superstar che ha in squadra. Unito all’incapacita di creare un barlume di sistema difensivo.

    • Scambiare Melo per Williams. Lui non serve ai Knicks così strutturati. Il play sarebbe perfetto.

  18. Melo per deron non sarebbe neanche male.
    Il fatto è che se vuoi fare una squadra adatta a d’antoni devi smantellate tutto. Compreso chandler e se non dimostra di essere atleticamente accettabile pure stat.
    Se no scambi melo per deron e vinci tra partite in più in regular season per farti bastonare ai playoff nella stessa identica maniera in cui ti bastonano adesso.

  19. Io ieri lo buttata lì ma BRAZZZ non ha colto io MELO lo scambierei con PHILA per IGUODALA e VUCEVIC avremmo finalmente un ala piccola che non si fa stuprare in difesa dalle SF avversarie e un lungo di gran prospettiva per dar fiato a CHANDLER se vogliono nel pacchetto gli regaliamo anche BIBBY. Cosa ne pensi ALERT?
    P.S. Sono andato a vedere per curiosità le percentuali al tiro del BARONE 23.7% al tiro con un 15% da 3 questo più che scoraggiarmi mi conforta perchè peggio di cosi non può tirare.

  20. una tonnara all Ovest,imprevedibili sconfitte di Houston e Clippers,che mi sembra che da quando Billups si e’ rotto qualcosa e’ cambiato in casa Clips,penso che Mr Big Shot avesse un ruolo che andava ben oltre quello tecnico in campo e in spogliatoio…vittoria campale dei Wolves in casa contro i Blazers che non vinceranno mai se tirano 4 liberi in tutta la partita,si sono affidati sempre ai jumper e i sono stati tutta la partita ad inseguire…prima partita da quarta scelta al draft quest anno per Wes Jonhson,giocatore che per me era gia’ troppo se lo sceglievano alla 20…i Lakers vederli perdere cosi’ e’ proprio una roba incredibile,ma quasi tutte le sere giocano in tre..

  21. Pare che LBJ si sia fatto dare il video dei finali di partita di bulls-bucks, cavs-nuggets e clippers-nets e ci abbia messo un post-it con scritto:

    ‘COME VINCERE LA PARTITA NEGLI ULTIMI SECONDI’

    c’era anche PS che diceva: ‘oggi non ho toccato palla nell’ultimo minuto’

    Poche palle per uno che palle non ne ha…

  22. la soluzione ideale per i knicks è Melo ai nets per deron williams. Melo resterebbe a new york e potrebbe fare la star che vuole. ai nets diamo anche qualche contorno come walker e harrelson che non fan mai male visto come sono messi.
    poi approfittiamo della linsanity per scambiarlo con un lungo sdiscreto che dia il cambio a chandler
    e poi ci schieriamo con deron stat novak smith chandler (davis fields shumpert jeffries ecc…)
    io ero per Melo ma oramai sono passate tante partite ed è deludente. se uno è un campione lo è con tutti evidentemente non è uno che ti porta al titolo quindi sacrificabile

  23. Bagatta che s’è bevuto???
    Ha detto che Miami Atlanta è una di quelle partite non partite???
    Ha detto che non l’ha vista…appunto
    stai zitto, visto che è finita punto a punto!!!

  24. peccato che a Philadelphia abbiamo bisogno di tutto eccetto che un’altra ennesima ala, tanto più di uno come Melo, Iguodala con Vucevic sarebbe più logico per arrivare a Dwight Howard, ma figurati se quello viene a giocare in Pennsylvania, gliene frega una minchia di vincere, per lui la cosa più importante credo sia fare la superstar a New York (brookyln) o Los Angeles

  25. Allora uno scambio MELO DERON lo farei solo se restasse il BAFFO ma siccome il suo contratto è in scadenza ed a meno di cataclismi a NY gli daranno un bel calcio in culo preferirei IGUO e VUCEVIC (più la scelta al prossimo draft) per dare un senso alla stagione.
    Per me IGUODALA è un giocatore completo tira bene, attacca il ferro,prende rimbalzi e smazza assist ed è duttile mentre VUCEVIC è un gran prospetto su cui lavorare ma è già pronto a dar fiato a CHANDLER.

  26. Boozer e Watson x Melo? E’ fattibile? Secondo voi con Melo Chicago non si rafforzerebbe?

  27. Tra Anthony e D’Antoni, io butterei fuori il secondo. è vero che con Anthony non riescono più a giocare al meglio. ma è vero anche che Anthony ha sempre giocato bene, con risultati più che sufficenti.

    D’Antoni ha bisogno di un playmaker mostruoso per vincere; ma io dico, se non ce l’hai ( e NY, Lin o meno, non ce l’ha), ma perchè non cerchi di cambiare qualcosa?
    Io lo manderei via a calci in culo, si è aspettato pure troppo.

    Con questo non dico che Anthony non è scambiabile, dico solo che tra il dar via uno dei best10 o un allenatore che non è propriamente un guru, scelgo la seconda.

  28. Cmq mi sa che a CHItown rimarremo così… E ben che vada perderemo 4-2 in finale di conference con gli Heat… Ogni tanto penso a quella notte passanta davanti alla Tv a vedere “The Decision”… Se solo avesse detto: ” porterò il mio talento sul Lago Michigan” invece che a South Beach… adesso avremmo già un anello al dito e fra 4 anni la mano sarebbe già Full!!!!

  29. Io a New York vedrei bene sul pino…Phil Jackson… se salta D’antoni, e se vanno avanti così salta, farebbero bene a provarci…
    Se invece vuoi scambiare Carmelo, non prenderei Deron, toglie posto a Lin… allora meglio una trade a 3…
    Io non vedrei male Iguodala e Lou Williams a New York, C.Anthony e T.Douglas ai Nets
    con Deron Williams e Morrow ai 76ers…
    I lakers devono cambiare qualcosa, è chiaro che così non si va da nessuna parte… dopo l’OT di ieri con Detroit ero certo di una sconfitta contro Wash… sono una squadra vecchiotta e poco atletica e contro ragazzini atletici, seppur scarsini, fanno una fatica matta…

  30. “non prenderei Deron, toglie posto a Lin…”

    LoL!!!

    anche se non tifo ny, se arriva williams vado personalemente al madison a prendere a calci lin fino al palazzetto della sua nuova squadra!!!

  31. Boozer e Watson per Melo. n.y. prende un doppione scarso di Stoudemire e un play tagliato da Reggio Emilia per Melo, un giocatore per cui hanno smantellato il roster…

    DRose sei stato in compagnia di Beasley prima di esporre questa tua genialata?!? buona l’erba?!?

  32. Seconda partita finalmente da titolare per Turner e dopo l’orripilante 1/12 tira fuori una buona gara, ha bisogno di fiducia e di giocare tanto, se non altro per vedere che giocatore diventa, le sorti di Phila e l’eventuale salto di qualità passano da li c’è poca da fare

    Atlanta: sembra un gerontocomio a volte, c’è una quantità di “vecchie glorie” che non ha eguali, Tracy, oggi si è visto finalmente anche Jerry, Erika (si vabbè di gloria poca ma è un veterano), lo stesso Pargo e Green e Radanovic…
    l’anima aè smith la superstarr e Johnson (e qui stà il problema) però con i lanciatissimi Heat al completo se la giocano senza JJ e Harford e sempre aspettando il miglior Tracy (?)
    Insomma se si allineano due astri e i vecchi stanno in salute sono forse l’unica potenziale mina vagante a est
    dovrebbero fare di tutto (mettere li Kirk H. che è in scadenza) per prendere Kaman

  33. Rondo..quando si parla di giocatori discontinui.. capace di fare una tripla doppia da record e poi un 5+1+8.

  34. secondo me lin è stato sopravvalutato e non è la prima volta che lo dico: non è il play ideale per una squadra come ny perché tira troppo, spesso male, e ultimamente smazza pure pochi assist…ny è piena di bocche da fuoco notevoli .. Melo, stat e jr in primis, non serve che anche il play spari dappertutto , sarebbe molto più utile qualche assist in più e qualche tiro in meno, poi a me proprio non piace come stile di gioco e Infatti si sta sgonfiando. Non sarà mai un play da top nba, mai. Detto questo stanotte si è pagata l’assenza di tyson, giocatore essenziale. Poi ho visto la fine della partita dei thunder e mi ha impressionato harden! Se ci fosse lui come 2 a minnie o ancora meglio a Chicago sarebbero due squadre sistemate e ultracompetitive, Chicago sarebbe la squadra più forte di tutte con harden guardia.

  35. Lou Williams se lo possono tenere siamo pieni di guardie io a NY voglio NIIIIIKOLAAA Vucevic (in stile ricola), scusate ma mi fa impazzire come lo speaker dei Wolves chiama Pekovic.
    No comment sulla fantatrade di DRose percaso per BOOZER e WATSON volevi anche STAT e JR?

  36. vorrei sapere dove sono finiti tutti i fan di Lin, un giocatore a dir poco sopravvalutato! fino a 1 settimana fa era pieno di gente che lo definiva il nuovo nash, lo metteva al livello di D-Will e CP3… roba da matti, azionate il cervello prima di scrivere ste buffonate x favore

    • Pensi che Rubio sia sopravvalutato? Ne riparliamo tra qualche mese. Vorrei ricordarti che Rubio sta pagando il rookie wall che arriva sempre a cavallo dell’ASG. Questo giocatore è un genio con la palla in mano con il difetto di non avere un tiro affidabile. Intelligente com’è lavorerà sodo per migliorare nel jumper. Intanto è tra i migliori assistman della lega.

  37. Vedendo gli HL mi è venuto un brivido per il ginocchio sx di Griffin … ha rischiato grosso cercando di stare in piedi con due giocatori che gli atterrano sul ginocchio lateralmente, mi sembra fosse in campo nel finale quindi niente di grave, ma a riverede il replay fa paura

  38. Blake Griffin suffered a mild sprain of his left ankle and a sore left knee when Kris Humphries ran into him with 2:53 left in Wednesday’s game.

    “I had a rebound and I guess he wanted to dive after it and took my legs out, rolled my ankle and rolled my knee,” said Griffin, who finished with 28 points and 17 rebounds. “The knee is good, but the ankle might be a little bit swollen, But it won’t be anything that holds me back. I’ll get some treatment on it tomorrow and be ready to go.”

  39. Certo che al povero LIN lo aspettavate al varco.
    Secondo me è un ottimo giocatore ed è un sophomore solo di nome perchè con i warriors non ha mai giocato quindi in pratica abbiamo un rookie che nelle sue prime 15 partite da titolare in NBA sta tenendo una media di 15 punti 6 assist e 3 rimbalzi a partita il tutto condito con un fisico da lanciatore di coriandoli; personalmente non l’ho mai considerato una superstar ma vedo grossi margini di miglioramento per il ragazzo (vedi palle perse) la prova del 9 comunque la si avrà il prossimo anno senza il BAFFO.

  40. HARDEN Il Barba è il Barba. L’anno prossimo si parlerà di Big Three, uno tra i più veri della storia, se non già da quest’anno… Magari non sarà uomo franchigia perché gli manca la cattiveria giusta. Troppo buono. Ma le doti ci sono tutte. Straordinario quando trascina OKC in garbage time e quando ultimamente sta guidando la squadra anche nei finali di partita. Durant nelle ultime 2 apparizioni si è un po’ lasciato andare? Harden presente. Geniale.

    LIN Fenomeno da baraccone. E’ un bel giocatorino ma il fenomeno che si è scatenato attorno a lui è qualcosa di tipicamente americano che a me non piace. Rimane comunque un bel giocatorino ma ogni volta che incontra un play con i contro viene stuprato.

    RUBIO Posso azzardare? Altro fenomeno da baraccone… Forse ho azzardato un po’ troppo anche perché a me lo spagnolo piace ma rischia di diventare un giocatore monodimensionale. Eccellente passatore ma poi? Ha personalità e carisma nonostante quella faccina ma il resto? Rischia di diventare una copia sbiadita se non opaca al 99% di Nash. Perché è Nash il modello che dovrebbe prendere (magari non nella scelta di dove andare o rimanere… il canadese avrebbe potuto vincere parecchi anelli). Insomma adesso il giocatore, vuoi anche questo tipo di stagione diversa da quella europea, è lontano parente da quello che ci ha presentato la NIKE. Si proprio la NIKE che gli sta dietro e sta pompando il giocatore a non finire. Quanto ci campa l’Nba su queste cose?…

  41. Poche cose:

    Clippers a cui piace perdere partite da stupidi,

    Ilyasova che ultimamente fa cose alla Love, Rose gli fa notare chhi è l’MVP in carica.

    Thunder con 3 uomini a quota 30 + un certo Serge Ibaka da 18+20+3. Questi si meritano l’anello, battessero i miei Bulls in finale non mi dispiacerebbe più di tanto.

    • il problema è che i tuoi bulls la finale la possono giocare alla playstation! se i thunder beccano come credo miami in finale , capiranno cosa significa tornare con i piedi sulla terra( come è successo a miami lo scorso anno)

    • D’accordissimo…peccato che quasi tutti siano innamorati e non si capisce perchè..secondo me Bargnani per restare tra i nostri è di talento decisamente superiore…ma decisamente!

  42. Peccato che OKC non potrà rinnovare Harden, finestra per questo e per il prossimo anno poi Harden saluta tutti e va a fare lo starter da qualche altra parte strappando il contrattone

    • Non ne sarei proprio cosi sicuro. Anzi tutt’altro. A differenza di quanto dicano Buffa e Tranquillo nonostante West e Durant ci sarebbe ancora spazio salariale per rinnovare ad Harden. Certo che lui non potrà pretendere cifre uguali agli altri due anche perché poi OKC sarebbe costretta a fare come Miami (3 e il deserto). James è certamente un professionista ma in primis un ragazzo intelligente e buono d’animo. Ma sottolineo l’intelligente. Chi glielo fa fare per prendere soldi in più, che comunque non gli mancherebbero, a mettersi contro Durant e West distruggendo di fatto un Big Three che potrebbe entrare nella Leggenda molto di più di quello che sono stati i C’s di Garnett – Pierce – Allen e magari dominare la scena per 10 anni a venire? Potrebbe prendere addirittura più soldi cosi che con il contrattone da qualsiasi altra parte. Io scommetto sul suo rinnovo come fanno già in molti in America. Le parole di Buffa le prendo sempre con le molle. E poi basterebbe fare davvero due conti. Il futuro del barba è a OKC. Ci scommetto.

  43. Già, azionare il cervello…

    Io non ricordo commenti che inneggiavano al nuovo Nash, riguardo al Cinese, ma forse sbaglio io. D’altronde in questo blog sei Dio un giorno, ed una pippa quello dopo. E come diceva Tranquillo a proposito di LBJ; sembra che esistano solo due posizioni, pro e contro

    Allora ricapitoliamo: Lin lo scorso anno faceva tappezzeria sulla panchina dei Warriors, non proprio i Celtics degli anni ’60. Quest’anno, accanto al suo nome vedo 15p, 6a, che sarebbero quasi 20+10 da quando parte in quintetto

    Ma le statistiche nn dicono tutto, ed il sistema di D’Antoni le gonfia, specie quelle dei play. Trovo curioso però come sia criticato dopo una prestazione del tutto onorevole, contro uno dei migliori 3-4 del suo ruolo, e contro una delle migliori squadre. Trovo curioso che lo si debba vedere come un capro espiatorio, quando ci stanno molti a NY che stanno facendo ben peggio di lui

    Non sta scritto da nessuna parte che lo si debba detestare, o dargli colpe che non ha. Continuare a parlare di fenomeno da baraccone, o di cazzate del genere, è roba da minorati, perchè bisognerebbe capire che se è stato pompato o portato al centro del Mondo per 3 settimane, è perchè i media hanno deciso che gli serviva così, non è che c’era Lin che chiamava NY Post o Sport News, e supplicava di fare un pezzo su di lui

    E dopo tutto, se fai 9W in 10 partite, giocando da All Star, forse un minimo di notorietà era anche meritata, no?

    Lin veniva dal nulla, e forse ci tornerà. Se qualcuno ha deciso di farselo stare sul cazzo perchè altri hanno deciso di pomparlo, mi complimento per la sua intelligenza. Ripeto, non sta scritto da nessuna parte che si deve amarlo, o odiarlo, basterebbe giudicarlo per come gioca e basta. Ricordando che se anche fallisce, intanto un mese giocando come se fosse Isiah Thomas se l’è fatto. Senza mai essere scelto, e venendo da un college che con lo sport c’entra come Selen con la verginità

    Ha fatto pure troppo, considerando le premesse. E questo anche se da domani tornasse a scaldare la panchina a vita

    • IYW se hai capito dal mio commento che hanno provato ad accostarlo a Nash hai capito proprio male. A me ha dato fastidio il movimento che c’è stato dietro di lui. Che trascurava le sue palle perse, i suoi numerosi tentativi a canestro, errori generici o meno… Insomma a me dava fastidio la Linsanity. Dopo questo, rimane un buon giocatore, che probabilmente merita il posto da titolare in una delle 30 squadre ma io tendo ad esser sempre equilibrato nei commenti. Prima di sbilanciarmi voglio vedere qualcosa davvero di concreto. Che abbia fatto un mese da Dio è innegabile. Probabilmente anche perché mentalmente sei anche spinto a giocare ad alti livelli vista la critica che non fa altro che elogiarti. A me fanno impallidire commenti del tipo: “Che prendiamo a fare Deron Williams, c’è già Lin”… Ecco cosa comporta pompare un giocatore del genere. A commenti di questo genere. Posso dire NON MI PIACE? Che Lin torni a giocare con serenità senza dover dimostrare a tutti chi è.

      • No, no pensavo a te quando ho scritto. La Linsanity è una cosa, Lin è un’altra. E Jeremy è responsabile solo di una delle 2, su l’altra non ha potere decisionale, quindi farselo stare antipatico perchè qualcuno ha deciso di pomparlo (magari anche solo per vendere più giornali, o guadagnare un pugno di nuovi adepti in Asia), lo trovo infantile

        Ripeto, le parole di Tranquillo su LeBron si possono allargare a tanti altri casi. Io ho la stupida idea che una persona, quando non è ritardata (e quindi escludiamo a priori un 50% almeno di quelli che postano qui negli ultimi mesi) sappia distinguere il fenomeno mediatico che c’è attorno ad un personaggio pubblico, ed il comportamento/rendimento del personaggio medesimo

        Per lo stesso motivo, accorgersi di un giocatore, difenderlo ad oltranza, o non rendersi conto di eventuali difetti/mancanze oggettive, solo perchè i media pompano lo stesso a manetta, denota la stessa assurdità di fondo. A me piacerebbe che gente come Lin, o su scala maggiore James, venissero giudicati per il loro rendimento in campo, e per quello che fanno o dicono loro, non smerdarli anche per quello che fanno o dicono gli altri

        Un esempio banale che fa capire dove è arrivata la follia contro LBJ: qualche mese fa Pippen dice che secondo lui James potrebbe un giorno diventare più forte di Jordan, ed da lì un vespaio di polemiche contro LeBron (“ma chi si crede di essere”, etc etc). Lo stesso LBJ che dal 1° giorno che ha messo piede nella Lega ha sempre detto di ritenere MJ il migliore di sempre, e di non mettersi al suo livello

        Non è che c’è da scegliere, se lo critichi per una frase di Pippen, o perchè ha osato mettere il nome di Perkins dopo il dunk di Griffin, sei un coglione, senza se e senza ma, come direbbe Bersani

        • Certo non posso che quotarti. Infatti pur non apprezzando la Linsanity, a me il ragazzo non sta antipatico anzi spero che continui a far bene e a migliorare i suoi punti deboli. Su James diciamo che questo ragionamento lo comprendo di meno perché il buon Lebron ci ha sguazzato un po’ troppo in quel sistema a prescindere dalle prestazioni mostruose che fa ogni giorno. Ma questo è un altro discorso e lo sai preferisco non affrontarlo altrimenti qui dentro diventa una rissa :)

  44. Sui Thunders…ma perchè tutti danno per scontato che Harden se ne vada? Il salary cap rigido ancora nn c’è, magari l’owner potrebbe allargare i cordoni della borsa…o lui decidere di rimanere, credendo nel progetto, senza chiedere la Luna…

    Non credo che al Barba manchi cattiveria, anzi, a me sembra molto motivato e presente, ovvio che in quella squadra sia a livello statistico che di responsabilità (vedi tiri decisivi), verrà sempre dietro a Quei 2. Dubito starebbe sotto i 20 di media nel 90% degli altri teams

    Domanda per gli amanti delle statistiche: io a mia memoria non ricordo nessuna partita in cui 3 della stessa squadra facessero almeno 30 punti, già due oltre i 30 non capita spessissimo…magari qualcuno più attento di me invece scorge il precedente…

    • Ti quoto alla GRANDE! Probabilmente chi lo dice è condizionato davvero da qualche commento di Buffa a riguardo. Lo sapete tutti, seguo i Thunder e li adoro per filosofia di squadra e per i giocatori che ha (certo, se c’è qualcosa da criticare non mi tiro indietro) e Buffa riguardo OKC ne ha sparate tante ma tante. Probabilmente è appassionato più da LA o Miami ma questo non dovrebbe impedirgli di parlare con meno superficialità. In America danno in molti Harden ancora ad OKC tra due anni. Buffa dice che o i Thunder vincono entro 2 anni o addio anello. Vedremo chi avrà ragione.

  45. quindi la tua frase finale fa capire che se non continuerà cosi si può tranquillamente dargli della meteora

  46. Thunder: indubbio che si tratti di 3 big, indubbio che Harden sia per attitudine un sesto uomo, indubbio che la squadra sia stata costruita (magari pensando ai Lakers) con due centri e una front line tosta… perche se vai sotto li sotto (?) puoi anche avere tre che ne mettono 30 ma rischi di perdere (specie una serie di PO)
    questo per dire che il giocatore chiave a mio avviso è Serge Ibaka, atleta stratosferico cui si chiede difesa-rimbalzi-stoppate ma che non ha affatto le mani quadrate, se lui va in doppia cifra (meglio se doppia doppia) questi non perdono mai
    Ibaka è il motivo per cui nel caso (probabile) di finale fra Thunder e Heat io giocherei un’ero sui primi

    • Non posso che quotare anche te. Ma se avessi detto Big Four avrei aizzato l’intera platea. Questo dipende anche dalla crescita di Ibaka sul piano offensivo perché già adesso difensivamente è fortissimo (stoppate a parte). Ripeto forse sarà di parte, anche perché ogni volta che li vedo giocare sono esaltato da questa squadra giovane e già cosi forte. Riflettendoci se a fine RS i Thunder dovessero arrivare primi nell’intera Lega potrebbero ritrovarsi in casa un MVP (Durant), difensore dell’anno (Ibaka) e Sesto Uomo (Harden). Considerato che questi hanno 22 barra 23 anni questo fatto non può che farmeli considerare una reale futura dinastia. E tutto questo pensando che il loro punto debole è una Centro che ha già vinto un anello dando un buon contributo e che non è l’ultimo degli arrivati come Perkins.

  47. Aspettimo comunque a sparare sentenze prima del 15/03 pv. Le favorite rimangono per carità, thunders ad ovest e heat ad est.
    Capitolo lin giudicatelo un po’ come volete ma questo dal nulla ha fatto e sta facendo parlare di se. E non e’ poco. I paragoni con i pari ruolo si faranno magari tra qualche anno se lin sarà sempre sotto le luci della ribalta.
    Sono d’accordo co iyw qua non esistono veramente mezze misure.. O sei un dio o sei una merda..
    Coerenza please

    • L’unico credibile che potrebbe spostare qualcosa è Howard. Ma forse quest’estate perché se dovesse andare via ora da Orlando, chi lo dovesse prendere dovrà sicuramente sacrificare qualche pezzo pregiato. Anche se dovesse andare ai Lakers, che ne so per Bynum (Orlando ha già detto che non gli interessa) e tanta bella robina, non sarebbero comunque da anello fino in fondo. LA ha troppi buchi. Questo ragionamento vale per i lacustri come per tante altre. Solo se andasse a Chicago in qualche modo (ma ci sarebbero comunque enormi sacrifici) potrebbe mettere Rose e soci in una grossa posizione di forza.

  48. chi ha parlato di Lin come nuovo Nash, o nuovo cp3 ecc ecc non capisce nulla di basket…
    quello che successo a Lin deve essere visto sotto un’altra ottica: un cristo che non se lo filava nessuno fa risorgere una franchigia che rischiava il baratro… ora la sua forza dovuta alla novità di lin giocatore si è esaurita… ci dovrebbero pensare giocatore ben più dotati e pagati di lui a risollevare NY! per me Melo dovrebbe andare a vendere hot dog, Amare sperare che Melo vada via, NY sperare che d’antoni se ne vada…

  49. John Hollinger , esperto di mercato di ESPN sostiene fermamente che Howard rimane ad Orlando fino all’estate… per cercare di trattenerlo si cerca di arrivare a Monta Ellis ma non solo (???)…

    sembra oramai fatta per Crawford ai timberwolves per Ridnour e bisogna vedere che fine fa Felton a ‘sto punto…

    Infine Gasol gravita su numerose squadre (Bulls???) (rockets???)

  50. Felton è in scadenza,saluta Portland quest’estate in ogni caso….sentire qualcuno che dice “massì cosa lo prendiamo a fare Deron,c abbiamo qui già Lin” è una cosa che si può dire dopo 2 o 3 pastiglie di MDMA o dopo aver fumato dell oppio,da lucidi è davvero difficile concepire una cosa così…sui commenti di Buffa io credo che quando parla di Harden stia dando per scontate troppe cose,ma se i Thunder gli offrissero chessò solo il 60-70% di quello che altre squadre offrono firmerà dove ci sono più soldi,non è un veterano che insegue un anello,ma un giocatore giovane che deve ancora firmare il suo primo contrattone,e fino ad ora sta facendo di tutto per meritarselo…

    • Buffa mi piace tantissimo anche se comincio ad avere dei dubbi sul suo conto. A volte parla senza vedere le gare o informarsi come si deve. Harden non potrà mai chiedere le cifre dei due compagni e se è sano di mente rimarrà la dove può fare la fortuna sua e del team. Inoltre non è detto che i Thunder decidano di superare il cap e pagare la luxury. Senza dimenticare le tante eccezioni salariali che vengono incontro ai teams.

      Ricordo le frasi fatte di Buffa (tifoso Clippers….) su Bargnani quando era palese che parlava senza averlo visto giocare.

  51. L’articolo sul baffo postato da Alberto RICCARDI va letto. Ha centrato il punto. Il Baffo non merita di stare sulla panca di NY. Ci stà perchè la dirigenza non capisce una mazza.

    Lin sta sulle palle a molti per il calderone mediatico in cui è stato messo. Non per colpa sua. Giocatore come tanti nella NBA. Il sistema dantoniano lo aiuta.

    Se la voce Crawford per Ridnour fosse vera sarebbe un colpo eccezionale. Per i Blazers vedo la classica stagione in cui non sanno se rifondare o investire. Non hanno una stella. Se decidessero di perdere volutamente non possono sperare in una scelta alta salvo una trade che coinvolga un pick. Hanno Felton e Camby in scadenza (secondo me non rifirmeranno), Batum con una QO e Wallace che sta discutendo di un rinnovo. Non mi sembra una base solida per fare il grande salto. Non parlo di Oden perchè non si sa se è ancora un giocatore.

  52. Dimentichiamo che c’è anche un certo Stephen Jackson sul mercato. I Bucks hanno promesso di liberarlo già da marzo.

    • si Jackson e’ sul mercato gia’ da un mesetto,dura cederlo comunque…i Blazers comunque faranno di tutto per rifirmare Batum,dopo LMA secondo me e’ il loro giocatore piu’ importante,nel peggiore dei casi pareggieranno l offerta che il giocatore potrebbe firmare con altri teams

      • appunto perchè cercheranno di rifirmare (giustamente, ma lui vuole rimanere?) Batum non vedo molto logico lo scambio Crawford (in scadenza) e Ridnour (altri due anni a 8 mln) con MInnie, a meno che non stiano per perdere Felton per briciole…

        • i Blazers sono molto delusi da Felton (che secondo me non viene aiutato da Mcmillan comunque) e vorrebbero scambiare per un play,ruolo che ora appunto sta ricoprendo Crawford da titolare,che non è un play in realtà anche se lo può fare….Ridnour comunque non è strapagato ed è un prodotto locale essendo nato nel loro stato e avendo fatto il college a Oregon

  53. Harden forse è già oggi top 3 della lega tra le SG, fate voi quanto possa strappare in una lega dove vengono dati super contratti a gente come K.Brown, Nenè e roba varia, io dico che fra due anni non farà fatica ad avere offerte che superino i 10-12 mil l’anno, poi vediamo cosa decide di fare.

  54. Il fatto che prendano Ridnour mi fa pensare che Felton stia per fare le valigie, sarà lui il nuovo playmaker dei Lakers???

  55. un giocatore invece totale delusione secondo me è butler. Non mi aspettavo un rendimento così basso, lo consideravo un Ottimo giocatore, ma, a quanto pare, quel tempo è passato. E se fossi nei lakers un pensierino a jackson lo farei, al posto di metta difficilmente farebbe peggio e secondo me è bello motivato.

  56. Memtre passa un’altro giorno senza vere notizie su trade ci si chiede se “Can Thunder get Dwight Howard?”

    Mi dispiace per Hamilton, la coppia con Rose si è vista veramente poco, sembrava recuperato pur non essendo più quello di 5/6 anni fa e si va a rifara male, stagione veramente sfortunata, anche dovesse rientrare per i PO difficilmente sarebbe al top

  57. Criticare Buffa mentre sciorini le sue frasi,i suoi modi di dire,i suoi pensieri e ció che ritieni lui pensi fa quantomeno sorridere..Passando oltre e parlando di giocatori (da voi)sopravvalutati,ma Harden top 3 nelle SG la consideriamo nella categoria boiate o scade già in quel del ridicolo?

    • la mia classifica: harden , bryant, wade,ginobili …ahahahaha fatemi il piacere x favore con harden dai

  58. Sentivamo proprio la mancanza di dwyanewadeee32008 mr “io so tutto e voi non sapete un cazzo”, dov’è che sarebbe ridicolo testina?Dopo Kobe e Wade oggi chi prenderesti in giro?Nonno Allen?Nonno Ginobili?Ridicolo sarai te e tornatene da dove cazzo sei venuto

  59. Beh, Harden se è un top 3 nn lo so (diciamo che gli metto davanti Wade, JJ, Kobe, al limite Ellis) ma insomma, sicuro è uno dei migliori (anche perchè il ruolo è uno dei meno profondi della NBA al momento…)

    Di certo nn capisco come mi fai a mettere nella stessa frase KBrown, pippa totale, con Nene, che nn sarà Jabbar, ma è un ottimo lungo, di un ottima squadra…

  60. Gail..

    Contessa…
    Piacere di non conoscerti e di non averti mai cagato di striscio:)
    Questo astio mi rincuora,pensavo vi foste dimenticati di me.
    Detto questo ho apprezzato il tuo commento tecnico,anche se fatico a capire le sfumature.
    Sempre pronto a stroncare le tue elucubrazioni cestistiche.

    p.s. sei anche nuovo,ma chi cazzo ti conosce.
    p.p.s. la mamma degli scemi è sempre incinta,penso che tu lo sappia bene

    IYW
    Te sei un utente che rispetto,son sicuro che se sforzi le meningi te ne vengono in mente almeno altri 5 prima del buon barba,se si parla di nba attuale.

  61. Ti conosco benissimo, sei lo stesso idiota che non faceva altro che provocare l’anno scorso insultando e basta, di te non sentivamo minimamente la mancanza, impara a rispettare le opinioni altrui perchè non sei un cazzo di nessuno, il fenomeno vallo a fare da un’altra parte.

    IYW

    Poco importa, sempre strapagato è

  62. Bargnani tornerà sabato, salvo imprevisti. Oggi si è allenato senza accusare dolore. Ora ci si aspetta di capire se sarà una delle ultime gare in canotta Raptors.

  63. Appena letto che i Lakers vogliono tornare al triangolo! Ahahahahah! Stanno all’ammazza-caffè! Ahahahahah! Non che sia una mossa stupida, ma è troppo divertente che tutto lo staff sia stato silurato in un amen e, dopo neanche 3 mesi, si sta già rimpiangendo tutto! Ahahahaha!

  64. A dire il vero no, non me ne vengono in mente altri…parliamo di un ragazzo di 23 anni, che segna 17p a partita in una squadra dove è solo la terza opzione, che ha un bagaglio offensivo completo, che viene usato sostanzialmente da play per la sua visione di gioco, e che è anche un ottimo difensore. A questo punto chiedo a te di trovarmi altre 4-5 guardie migliori, oltre a quelle elencate…

    Nenè è un ottimo giocatore, è pagato molto, ma se la metti su questo piano, troppi ce ne stanno prima di lui, da dover essere crocifissi, specie tra i lunghi. Quindi no, non capisco come si a metterlo nella stessa frase con LiKwame, o a metterlo in generale in una ipotetica lista di delusioni strapagate

  65. Comunque Rose è un ragazzo davvero apprezzabile, per sobrietà e lealtà verso i compagni, però forse potrebbe essere un minimo più diplomatico in certe circostanze. Dice di essere “sick and tired” delle voci di mercato che danno Howard accostato ai Bulls, dice che la squadra ha già un record vincente, e che si trova bene con i compagni che ha

    Parole anche condivisibili, ed un ottimo attestato di stima verso i teammates. Certo però che quando una star sta valutando dove muoversi una volta free agent, sentirsi definire “superfluo” dal leader di Chicago (successe anche con LBJ, che Rose disse di non ritenere indispensabile, nell’estate del 2010), non è che gli dai proprio il benvenuto

    Poi Derrick magari dimostrerà che ha ragione lui, e vincerà il titolo 2012. Diciamo però che vista dall’esterno, pur essendo fortissima, Chicago non sembra molto migliore dello scorso anno, e pare ancora un gradino sotto Miami e Thunders. E Dwight in questa squadra ci starebbe proprio a fagliolo…

  66. Davanti a Harden come scorer ci sono Bryant e Wade, Ellis, JJ , Thorton e Martin
    a parte i primi nessun GM sano di menete lo scambierebbe (al di la dei salari) con un Johnson o un Martin, forse con Ellis…
    Nessuno tira con il 48% dal campo e nessuno (nell’Nba) è nei top 50 per punti segnati prendendo solo 10 titri a partita
    il paragone più sensato è con Ginobili, oggi e sicuro nei primi 5 del ruolo forse appena dopo i due fenomeni
    Fra gli scorer Bargnani sarebbe sesto assoluto eh!!

  67. Harden
    Lui è il terzo violino di una squadra da titolo. Se ne facciamo una questione di talento assoluto ci sono giocatori avanti al ragazzo. Inutile far nomi visto che sono già stati fatti, ma ha una completezza che altri interpreti si sognano, vedi Thornton, Ellis e Martin che sono noti per avere delle lacune difensive oltre a non essere propriamente dei passatori sublimi. Senza dimenticare che sono accentratori come pochi e che poco si sposerebbero col ruolo rivestito dal barba.

    Il Barba che in un contesto diverso scollinerebbe sopra i 20 punti se fosse la prima opzione offensiva. Invece trovo perfetto il suo ruolo che non fa altro che enfatizzare le sue doti.

    E’ lo stesso pensiero che ho per Ellis/Curry due giocatori talentuosi che non possono essere il go-to-guy ma due violini extralusso al fianco di un big vero. Che so ai Bulls al fianco di Rose, per dirne una.
    Tornando al Barba i giocatori che vedo simili a lui sono Ginobili e Mayo.

  68. @dwyanewadeee32008 Se ritieni sia ridicolo prendere con le molle le parole di Buffa (non è di certo il Vangelo) e che Harden sia tra le prime 3 SG (magari già tra le prime tre no ma la frase non è di certo ridicola), comincia a provare a farti un’opinione propria invece di ascoltare il Vangelo Buffa…

Commenta