Con una memorabile prestazione da 45 punti, 15 rimbalzi e 5 assist, Lebron James sbanca il Garden e riporta la serie fra le mura amiche per Gara 7. La partita finisce 98-79 per Miami, che ha un unico altro giocatore in doppia cifra – Wade con 17p ma 6/17 al tiro. Uno one man show insomma.

Per Boston, non bastano i 21p di Rondo con 10a e i 12p di Garnett e Bass.

Post By Max Giordan (965 Posts)

Max Giordan
segue l’NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996.
Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un’unico luogo “virtuale” i tanti appassionati di Sport Americani in Italia.
Email: giordan@playitusa.com

Connect

38 thoughts on “NBA – Lebron trascina Miami a Gara 7

  1. Alla facciaccia di tutti quelli che non lo reputano un vincente… nella partita chiave della vita fa una prestazione incredibile… ora poi perderanno gara 7 e diranno che Lebron è una merda (licenza poetica), ma ancora una volta lui ha fatto il suo dovere!

  2. E non solo stasera; la gara dei 40 18 9 coi Pacers era paragonabile come rischio di “implosione”.

  3. Mi dispiace dirlo ma partita vergognosa dei Celtics, sempre dietro e senza combattere, spero che in gara 7 tirino fuori tutto il loro “pride”

  4. tutta colpa di BAGATTA; dava già boston sicuramente in finale senza problemi e ha già fatto il funerale al progetto heat.. gufodimmerda

  5. Me la sono vista tutta su sky fino alle 4 passate e purtroppo non c’è stata partita.
    Pierce ha giocato male e in generale tutta la squadra ha avuto poco mordente (Bass a questi livelli è chiaraemnte in affanno, Allen da quello che può al momento e solo Garnett e Rondo non sono bastati).
    A Miami in gara 7 servirà un miracolo, ma non si può dimenticare la stagione incredibile dei terribili vecchietti: nessuno a inizio stagione li avrebbe previsti in gara 7 in finale di conference.
    Di orgoglio e cuore ne hanno messo già tantissimo quest’anno.
    Se le forze verranno a mancare (come stanotte è successo), grazie lo stesso per la mitica stagione!

  6. E aggiungo una cosa su Lebron: è un grandissimo giocatore, un fuoriclasse assoulto e non da ieri, quindi sarebbe meglio finirla con tante critiche tecniche o psicologiche.
    Il suo vero difetto è il sentirsi davvero “the chosen”: questo gli ha solo fatto guadagnare (giustamente) l’odio di 3/4 del mondo cestistico mondiale.
    E’ forte, fortissimo.
    Psicologicamente è sicuramente meno “cannibale” di tanti altri, ma se perde, perde perchè ache i suoi soci non sono sempre all’altezza: a parte Wade e mezzo Bosh, Miami ha davvero poca roba e un allenatore fantoccio.
    ergo, Lebron non è simpatico e magari in carriera non sarà un vincente a tutto tondo, ma da un punto di vista tecnico è, a mio parere, al livello dei più grandi di sempre.
    Con buona pace di tutti (io tifo Celtics, non Lebron…)

    • Grande analisi… a parte quando si parla di Wade… non fosse perchè è arrivato per primo in questa franchigia, al posto di Bosh, scambierei lui… evidente il fatto che lui e LBJ si pestano in piedi, chi più di tutti è mancato finora è proprio Wade a mio parere… ieri ha di nuovo cominciato male, per poi riprendersi da metà gara in poi… per quanto ancora potremo permetterci di avere un diesel in squadra?

      Io sono tifoso Lakers, ma ora come ora tifo Lebron perchè tutta questa pressione che ha addosso lo rende spettacolare da vedere… gioca contro tutto e tutti… a mio parere non è a livello dei migliori, forse è addirittura sopra!

      Magic Johnson è stato l’ultimo uomo a poter giocare in 4/5 posizioni in campo senza soffrire, e rispetto a Lebron era in grado di far giocare decisamente meglio tutti quelli intorno a se… non a caso era un Playmaker! Ma il livello di Lebron, individualmente, non ha uguali !!!

  7. mostruoso..spero nella finale Heat-Thunder.. James contro Durant sarebbe una delle sfide piu clamorose della storia!

  8. Per Boston resta davvero poco. possono tentare con una schifosa zonetta 3-2 con adeguamenti su un eventuale cecchino da 3 che si si aggiunga al duo DW LBJ e pregare che dall’altra parte non scenda in campo Malloy.
    Dopo aver fatto questi PO senza neppure un allenamento (sic) è meglio che comincino a pensare solo alla ricostruzione totale. Scambi su scambi e 15 volti nuovi. Meglio se anche il coach sarà nuovo. Altrimenti altri 20 anni di buio totale.

  9. Lebron a livello TECNICO non è assulotamente uno dei più grandi di sempre….
    FISICAMENTE lo è… e questo gli permette di fare prestazioni come questa notte.

    • Io ragionerei globalmente: la combinazione di tecnica e fisico non ha eguali, il mix più che le singole caratteristiche; ha sicuramente delle mancanze, ma uno che ne mette 45 col 73% nella partita della vita, che prende 15 rimbalzi, che sa difendere su Rondo, Pierce e Garnett e che la passa come pochi playmaker non si è mai visto, e forse non si vedrà mai. Io sono di parte ma ai miei occhi gente come Pierce, Bryant e Durant sono “solamente” grandi attaccanti, che grazie all’appoggio della squadra e alla determinazione hanno concretizzato il loro talento in titoli(Durant non ancora, per poco magari…).

  10. Lebron con stanotte e’ definitivamente entrato nella storia del basket.
    Un campione come pochi, una prestazione MONSTRE.
    Un primo tempo da 11/12, neanche MJ ha mai fatto una cosa cosi..
    Per tutti quelli che dicono ancora che Lebron tira il culo indietro nei momenti chiave e che non e’ un vincente ecc: Lebron avrebbe le mani piene di anelli, se avesse avuto la fortuna che hanno avuto Kobe e MJ di avere un allenatore come lo Zen..
    Campione assoluto, anche se non vincera’ un titolo

  11. concordo pienamente con ronnie fields, a livello tecnico ha delle mancanze incredibili, anche su alcuni aspetti “fondamentali del gioco”, sicuramente è migliorato e migliorerà ancora, fisicamente non si discute, ma in quanto a tecnica e bellezza stilistica, occhio a fare paragoni con i mostri sacri della nba.

  12. io credo che nessuno metta in dubbio lo strapotere tecnico fisico di lebron, non sia mai, è qualcosa di mostruosa, di base è addirittura anni luce avanti a MJ ed il Mamba, peccato che siamo 11-0 sul conto degli anelli, Lebron sarà ricordato come un fenomeno per carità, ma certi giocatori sono Legend, e personalmente lui non lo reputo tra quelli, sia chiaro che io non sono un Haters, tifo Magic, mi faccio i miei cazzetti nella parte triste della florida, conoslo Minni che vede Topolino bere e sbraitare sul divano perchè Howard ancora non sa se va o resta, perciò di LBJ me ne interesso solo perchè argomento inerente ad uno sport che amo.

  13. ahahah sopra i migliori…sopra a mj?? sopra a magic?? sopra a kobe?? deve fare molto di più di questo!!!
    Di gare dominanti ne ha fatte molte ma ne ha fatte anche un bel pò dove ha deluso inoltre la caratteristica del clutchness sarà solo una parte del gioco ma non è un aspetto così secondario!!!
    E c’è un motivo se tutti i più grandi hanno avuto questa peculiarità che a lebron francamente è mancata troppe volte (non sempre badate ma troppe volte) e soprattutto nei playoff è mancato in innumerevoli occasioni.
    Detto questo non basta questa partita da dominatore o la serie contro chicago dello scorso anno o altre precedenti per innalzarlo sopra i migliori perchè di gare di questo genere mi pare che mj ne abbia messa qualcuna in più.
    Se arriverà alle finals e farà una serie alla wade del 2006 tanto per fare un esempio, vincendo il titolo, allora comincerà ad essere inserito nell’elite, poi al livello di mj comunque non arriverà mai!!!

    Senza nulla togliere al valore mostruoso del giocatore, se fosse anche così clutch e più forte tecnicamente non si inizierebbe nemmeno a parlare di chi sia il migliore di sempre dato il fisico e la capacità di giocare praticamente 5 ruoli.

    Anyway in ogni caso dovrai passare sempre sul cadavere dei thunders prima!!!
    Fear the beard anke se sono tifoso bulls!!!

  14. non ha ancora fatto nulla lebron. un predestinato o un prescelto deve vincere il titolo altrimenti fa ridere a maggior ragione se va in una squadra con wade e bosh

  15. Quello che aiuta il Lebron è soprattutto il fisico: è un atleta di 203 cm per 116 kg, è alto come un’ ala piccola, la sua massa muscolare è uguale o superiore a quella di molti lunghi ed è veloce e salta come una guardia. Si tratta di un giocatore totalmente innovativo, volendo azzardare dei paragoni ha il fisico di Malone, l’ atletismo di Jordan e la capacità di fare assist e di coprire 5 ruoli di un Magic Johnson. Il suo problema dal punto di vista tecnico è che ha cominciato a sviluppare troppo tardi i movimenti spalle al canestro ed in post basso ( per buona parte della carrira si è intestardito col tiro da 3 ), e che spesso si smazza troppo in difesa arrivando troppo stanco in clutch zone ( Jordan per esempio aveva un fisico da maratoneta, quindi riusciva a gestire meglio i finali di partita di James ). Non sarà mai un tiratore dall’ arco forte come Bryant o Carmelo Anthony a causa dell’ ossatura delle spalle e qualche volta eccede nei falli di passi ( regolarmente NON fischiati ). Per concludere questa mia analisi, aldilà dei piccoli difetti, lo ritengo indubbiamente il cestista più forte e completo del mondo e gli auguro di vincere ‘sto dannato anello.

  16. Da tifoso dei Celtics…
    Sinceramente mi aspettavo di perdere, non di essere dominato.
    Aspetterei a dare per finiti i Celtics.
    Penso che gli Heat vinceranno, come lo pensavo sul 3-2 per noi, ma gara 7 dovranno sudarsela molto di più, nonostante le palesi difficoltà atletiche e tecniche dei Celtics, che praticamente non riescono più a segnare a difesa schierata.
    Quanto a James…Semplicemente fenomenale.
    Leggo, spanciandomi dalle risate, di “limiti tecnici” di James…
    Ma per favoreeeee…
    I limiti di James stanno, per adesso, nella mancanza di ferocia e nella non piena comprensione di quello che potrebbe fare ogni sera con il suo mix di qualità fisiche e di talento.
    Di certo mi fanno morire dal ridere quelli che giudicano i giocatori solo in base agli anelli che si portano a casa.
    Ci vuole il cast di supporto, e ci vuole anche una buona dose di fortuna.
    Ad esempio penso che quest’anno, se gli Heat dovessero arrivare in finale, molto probabilmente perderanno contro i Thunder, perchè Presti ha costruito una squadra fenomenale.
    Questo, in ogni caso, non toglierà una virgola alla grandezza di James, che di certo dimostrerà ancora di cosa è capace, su entrambi i lati del calcio.
    Un livello di basket che, personalmente, ho visto mettere in campo solo da Michael Jordan, peraltro in un basket diverso.

  17. ma, oddio francamente non giudico i giocatori in base agli anelli..(anche se contano e non poco per un parametro di giudizio) ma ad ogni modo io valuto la tecnica di un giocatore, singolarmente ed inserito in un contesto di squadra, e sinceramente un lebron james , se pur eccellente nel basket di oggi, non puo essere minimamente paragonato ai grandi del passato, troppi evidenti limiti nel suo gioco, che da osservatore non possono essere trascurati, è evidente che i suoi limiti, sono oltremodo visibili dal punto di vista emotivo, in molti momenti di una partita, semplicemente mette in scena un basket sgbagliato, non compatibile con la vittoria, come pure molte altre superstar nba di oggi fanno, semplicemente mancano della maturità necessaria che consentirebbe loro di fare la cosa giusta nel momento giusto, cosa che forse vale un po meno per kevin durant,(23 anni) il quale invece dimostra freddezza e capacità decisionali non vpresenti oggi in un lebron, un wade o un kobe…per citarni alcuni. Quindi ripeto prima di paragonare ai grandi del passato bisogna un attimo ragionare e ponderare, si fa presto ad innamorarsi della superstar di turno e dire che è uno dei piu forti di sempre, ma poi lucidamente che ha visto veramente le partite dei grandi di anni 80 e 90, sa di cosa parlo, e sa perfettamente che per vincere una partita ed essere grandi non serve la schiacciata dalla lunetta, il tiro da 9 metri cadendo all’indietro, quando non c’entra nulla nel contesto e in quel momento di gioco.

  18. Quanto casino per una gara 6 in una finale di Conference! Stiamo di certo parlando di un giocatore fenomenale ma prima di arrivare ai livelli di Kobe, MJ, Magic ecc ce ne passa di acqua sotto i ponti! Per quanto riguarda il livello tecnico, non saprei che dire… Di certo sono più contento quando mio figlio di 13 anni guarda i video di Duncan piuttosto che quelli di LBJ….

  19. I limiti tecnici di Lebron ahahahahah uno che sa tirare da tutte le posizioni che è un grande passatore ha limiti tecnici ahahaha

  20. fedeste…le tue idee..dovrebbero avere delle argomentazioni a supporto…mi sembra un po troppo generico dire che tira da tutte le posizioni ed è un grande passatore….sai quanti passatori e tiratori ci sono e ci sono stati?per cui se lo si vuole provar ad accostare ai grandi del passato a mio avviso serve trovare qualche caratteristica piu specifica del suo gioco..altrimenti parliamo di aria fritta…

  21. “Più forte” e “con più talento” non significano la stessa cosa… Con il primo termine si intendono delle qualità molto diverse che James ha dimostrato di avere solo in parte, a cominciare dalla testa. Se migliorasse quella, parleremmo del dominio di Miami per un pò di tempo…

  22. Mah…Vedete un po’ voi…E’ sempre una questione di opinioni.
    Io seguo l’Nba dall”84 con continuità, e anche prima con meno attenzione.
    I grandi, da quel momento in poi, parlando di epoca moderna, li ho visti tutti.
    Non posso che ribadire il mio pensiero.
    Sono anche d’accordo che gli manchi ancora un po’ di maturità, che si traduce soprattutto in mancanza di leadership.
    Del resto anche Jordan ha iniziato a dare il suo meglio più o meno alla sua età attuale.
    Cosa ha di talentuoso James???
    Talento fisico debordante, unito ad un talento tecnico da paura.
    E’ un passatore divino, non c’è un tipo di tiro che non sia in grado di prendersi.
    Ha un raggio di tiro illmitato nei modi e nella distanza.
    Nel corso di questi anni si è applicato mentalmente anche alla difesa, diventando uno dei primi 3 difensori della lega, come del resto il suo fisico e la sua intelligenza non potevano non consentirgli.
    Il fisico di Karl Malone, unito alla capacità di trattare la palla e alla velocità di una guardia.
    Tutto qui…Se non vi basta…
    Paradossalmente uno dei suoi problemi è che sa fare talmente tante cose che gli riesce difficile concentrarsi precisamente su quelle più efficaci di volta in volta per portare la squadra alla vittoria.
    Jordan, di base, e ripeto, di base, era un realizzatore e un grandissimo difensore, con la non comune capacità di diventare immarcabile soprattutto nei momenti decisivi.
    Quante volte gli ho visto segnare più di 40 punti e dominare una partita…Non si contano neanche…Era capace di aggiungere rimbalzi attorno ai 15 e assist attorno ai 5?
    No…Neanche lui, e si giocava in un basket molto diverso.
    Meglio o peggio di James? Per adesso ovviamente meglio, ma su un campo da basket sapeva fare meno cose di quante ne sa fare lui. Di questo sono sicuro.
    Con gli altri non azzardo neanche paragoni.
    Bird, mio idolo assoluto? Non paragonabile come difensore e come doti fisiche.
    Magic Johnson? Idem, anche se è quello che me lo ricorda di più.
    Bryant? Ma non scherziamo…Bryant gioca e ha sempre giocato per se stesso, e non per la squadra…Togliamogli Shaq e Gasol, poi vediamo se si possono giudicare i giocatori in base agli anelli…
    Insomma…Questo deve ancora definitivamente sbocciare…
    Ha atteggiamenti discutibili e può non essere simpatico, ma dire che non ha un livello di talento sterminato…
    Comunque sto finendo di rivederla, e non posso che ribadirlo: gara 6 è stata vinta da James praticamente da solo.
    I Celtics non sono mai entrati davvero in partita e sono girati storti tutti i tiri e gli episodi che avrebbero consentito loro di farlo.
    Non è detto che sia così in gara 7.
    Mi aspetto una grandissima battaglia.

  23. Quello che scrivi lo trovo interessante e su alcuni punti anche reale.
    Ma se a tutto questo parliamo di “tecnica” allora è precoce quello che scrivi.
    Ha una grande capacità di apprendere ma non ha le basi.
    Dove eccelle è perchè le sue doti atletiche e la sua voglia lo rendono così.
    A me piace vederlo giocare così, ma quello che vedo non è sicuramente un “condensato di tecnica”.
    Non amo i paragoni e forse non ne sono capace ma Magic no. Anche su altri sono titubante perchè la tecnica di Jordan è altra cosa da quella di LBj ect. ect.
    Poi sa far tutto, ci mancherebbe. Dove perde in tecnica lo copre con determinazione e fisico.
    Anche l’ultimo tiro è una questione di tecnica. Chi esegue il movimento nel miglior modo possibile riduce la percentuale di errore.

    Tolto che questa notte la sua partita è stata frutto della sua determinazione e di una scarsa giornata di Boston. Indiana ha fatto vedere che si può rimanere in partita anche prendendone tanti da lui.

    Rimane pur sempre un fattore quando gioca così, su quello non c’è dubbio.

  24. Tanto anche se LeBron vincera’ l’anello..si dira’: “eh ma..Bryant ne ha vinti 5..”!

    E’ inutile: noi tifosi (soprattutto in Italia) siamo fatti cosi’.
    Non riusciamo ad essere oggettivi quando si tratta della nostra squadra del cuore o, al contrario, della squadra (o del giocatore) che odiamo.

    In ogni caso, qualsiasi cosa faccia LeBron..verra’ comunque sempre criticato.
    Se non vince..si dira’ che non ha vinto nulla.
    Se vince un anello..si dira’ che Kobe ne ha vinti 5.
    Se ne vince 5..si dira’: “si’ ma Jordan ne ha vinti 6”.
    Se ne vincera’ 10..cosa diranno? “si’ ma..col suo talento poteva vincerne anche 15..dai..”!

    • “Se non vince..si dira’ che non ha vinto nulla.”

      Beh sarebbe un fatto

      “Se vince un anello..si dira’ che Kobe ne ha vinti 5.”

      Beh sarebbe un altro fatto

      “Se ne vince 5..si dira’: “si’ ma Jordan ne ha vinti 6″.”

      Se Lebron vincesse 5 anelli è ovvio che lo si paragoni a Jordan

      “Se ne vincera’ 10..cosa diranno? “si’ ma..col suo talento poteva vincerne anche 15..dai..”!”

      Questa è una minchiata

  25. Se dovessi scegliere tra Lbj e Kobe alla stessa età per avviare un progetto andrei sul primo ammettendo la miglior tecnica del secondo.
    Ma alla fine non potendolo verificare sono tutte “supposizioni”, parole.

    Su certi versi ha ragione sulle critiche e sopratutto sull’ “animo tifoso” che molte volte svia, ma c’è da dire che in alcuni casi anche lui non ha fatto nulla per “evitarle”.

  26. Ragazzi, stiamo parlando di una gara 6 di finale di conference, chiaramente dominata…andrei cauto con i paragoni, addirittura con Jordan…ma voi MJ l’avete mai visto giocare? Dominava le partite in maniera molto più cerebrale di James, era un chirurgo e soprattutto giocava solo l’ultimo quarto in isolamento, nei tre precedenti coinvolgeva i compagni in modo che difendessero e fossero pronti alla battaglia nel finale. James é unico, non c’é mai stato uno con il suo fisico, con quella velocità, coordinazione, tiro da fuori, tocco…su questo non si discute. Rispetto ai grandissimi gli mancano però alcune cosette, abbastanza importanti direi: anzitutto migliorare i compagni. In questo é ZERO. Il fatto che Miami abbia un supporting cast “limitato” é vero fino ad un certo punto, per me i primi 7 sono giocatori che potrebbero essere accompagnati al titolo e ad ogni modo che decidi di portare i tuoi talenti a Miami con Wade e Bosh non puoi pretendere anche il supporting cast dei Thunder…ieri ha vinto DA SOLO, dal primo al 48esimo minuti. Neanche Jordan lo faceva, é vero…o meglio, finché ci provava veniva mandato a casa da una SQUADRA come i Pistons anni ’80…quando ha capito che doveva coinvolgere e migliorare i compagni e quando é stato messo in un sistema é diventato semplicemente il più forte ogni epoca. Probabilmente James ha bisogno di un allenatore alla Jackson per capire che giocando in questo modo non andrà mai da nessuna parte, al di là di gara 6 (mica tirerà sempre con il 70 dal campo…)

  27. In evidenza nella home page del sito NBA.com, il sito dell’associazione che organizza il campionato si può leggere:

    Sorry, Boston, but a Heat-Thunder clash in the NBA Finals would be heaven for true hoops fans

    Come è caduta in basso la Lega, dopo lo squallore della lottery, ora anche questo……
    Il basket è bello lo stesso, ma quando tornerà a prevalere quello giocato?

    • Forse quando Crawford non arbitrerà più. Le sue gare sono le più scandalose. Stasera chi arbitra?

      • Joe Crawford
        Mike Callahan
        Scott Foster

        ma guarda, non l’avrei mai detto. Potrebbe succedere veramente di tutto, dipende chi gli han detto di far vincere. Date già un tecnico a Rivers.

  28. poveri articolisti di playit usa… chissà che fastidio scrivere certa roba di lebron (che per tutto il mondo cestitico fuori da questa nazione di filokobiani è il più grande giocatore del pianeta da 3-4 anni, senza discussione alcuna, ormai i paragoni sono con quelli del passato non con quelli del presente)… occhio eh…non più di 2 righe….

  29. Signori, i paragoni si fanno soltanto alla fine di una carriera, mai durante, mai all’inizio. Lasciamo giocare e parliamo di fatti e i fatti non sono statistica, puoi fare ottocento punti in un match, più grande di te ci sarà un certo chamberlain, puoi fare tutto quello che vuoi in un basket odierno, ma un campione è innanzitutto uno che ha le pxxle. Il carattere (e per chi ha letto varie biografie è ben chiaro come concetto) è un tassello fondamentale per esser un fuoriclasse e una leggenda. Vedremo, ma fin’ora lebron per quant mi riguarda può mettere millemila punti e mille rimbalzi.. che in questa nba vecchia trita e ritrita valgono meno di una singola partita giocata contro giocatori di altri tempi.. non a caso i campioni NBA dell’anno scorso sono stati dell’ovest…
    Consideriamo la realtà al di là dei numeri per avere un rapporto equilibrato invece di svagellare in commenti che non tengono conto di niente al di là del personal giudizio, siamo oggettivi per favore quando si vuol considerare PIU’ DI UN GIOCO.. copme da titolo del libro di un certo Phil jakson. E smettetela di chiamare in causa le leggende che hanno fatto la storia di questo gioco, ve lo chiedo per favore.

Commenta