There's only one left...

There’s only one left…

Un’autentica rivoluzione ha avuto luogo ad Atlanta, Georgia, dove il nuovo GM degli Hawks, Danny Ferry, insediatosi il 25 di Giugno, ha fatto pulizia degli errori commessi dai suoi due predecessori: prima spedendo Joe Johnson ed il suo contratto da 19M/21M/23M/24M fino al 2016 a Brooklyn, dove farà da esca per il rinnovo di Deron Williams, che pretende dai Nets un roster quantomeno in grado di guadagnarsi i playoff senza patemi. Ad Atlanta, in cambio, sbarcano Jordan Farmar, Anthony Morrow, Johan Petro e Jordan Williams. Paccottaglia, in sostanza, con buone probabilità di ricevere un buyout per almeno i primi due di loro. Da non trascurare la quinta fetta della contropartita ricevuta dagli Hawks: una prima scelta 2013 protetta, proveniente da Houston.

Pochissime ore dopo, Ferry chiude il cerchio cedendo Marvin Williams ed i suoi 15M in due anni agli Utah Jazz, dai quali arriva Devin Harris, 8.5M in scadenza nel 2013. Un repulisti generale che mette Atlanta nelle migliori condizioni possibili, inimmaginabili fino a pochissimi giorni fa, quando il solo Josh Smith sembrava poter essere pedina di scambio in virtù del suo contratto in scadenza. Il piano del GM non è ancora del tutto emerso, ma Ferry pare avere le idee chiarissime, e c’è già chi tira in ballo la prossima Free Agency, quando scadranno i contratti di Dwight Howard e Chris Paul.

Post By il Vetto Jr. (9 Posts)

Atlanta Hawks/BVB/Inter/ManCity/Reyer fan. Mangio M&Ms un colore alla volta.

Connect

3 thoughts on “NBA – Rivoluzione ad Atlanta: via Johnson e Williams

  1. Se tengono Smith (motivato), Horford e Teague e se hanno un piano, giù il cappello dinanzi al nuovo corso. Ma se si ripulisce tanto per, allora i dubbi restano. Peccato solo non essere riuscito a prendere almeno Brooks da Brooklyn, quella sarebbe stata una bella ciliegina.

  2. Se rimangono in squadra Smith (motivato), Horford e Teague, e in più c’è un’idea precisa su come usare questo spazio salariale entro 12 mesi, allora giù il cappello di fronte al nuovo corso!
    Certo, è un peccato che almeno MarShon Brooks non sia arrivato nella trade, sarebbe stato ottimo…

Commenta