N.Y. Giants – Green Bay 38-10: è la fine di Novembre, il periodo dell’anno in cui di solito i Giants ricominciano a fare sul serio. E così è stato. A farne le spese sono stati i Packers, letteralmente demoliti nel Sunday Night al MetLife Stadium. Aaron Rodgers è costantemente sotto pressione, subisce 5 sacks, completa solo 14 passaggi su 25, lancia un intercetto (Corey Webster), commette un fumble recuperato da Pierre-Paul, e riesce solo una volta a pescare un WR in endzone (Jordy Nelson). Eli Manning non entusiasma (solo 16 completi su 30) ma trova in endzone Randle, Cruz e Nicks, e non si fa intercettare. A completare l’opera ci pensano i rush Td di Andre Brown e Ahmad Bradshaw. I Giants riallungano in vetta alla NFC East, i Packers ora devono di nuovo rincorrere i Bears per il titolo della NFC North.

New Orleans – San Francisco 21-31: i Niners espugnano il SuperDome nell’America’s Game of the Week. A decidere il match sono stati 2 intercetti lanciati da Brees riportati in meta da Ahmad Brooks e Donte Whitner. La difesa rosso-oro ha anche messo a referto 5 sack e concesso solo 59 yds su corsa ai Saints. Brees è comunque riuscito ad allungare ancora la sua striscia record di partite con almeno un Td pass. Ieri sera 3, per Thomas, Colston e Collins. Nei Niners c’era molta attesa per la prova di Colin Kaepernick. Per lui alla fine 16/25, 231 yds, 1 Td pass (per Gore), un Td su corsa da 7 yds e un intercetto. I Saints incassano un duro colpo nella loro disperata rincorsa ad una Wild Card, soprattutto viste le sconfitte di tutte le dirette rivali.

Miami – Seattle 24-21: non riescono i Seahawks a vincere la seconda partita in trasferta. Dei coriacei Dolphins infatti rimontano 7 punti e vanno a vincere con un FG di Carpenter allo scadere. Decisive le corse: 189 yds totali per i Dolphins, solo 46 dall’altra parte per Marshawn Lynch. Ci deve pensare Russell Wilson: 21/27, 224 yds e 2 Td pass, per McCoy e Robinson. Leon Washington riporta un KO in Td. Nei Dolphins Bush e Thomas segnano su corsa, Tannehill manda in meta il FB Charles Clay, e Davone Bess riceve per 129 yds.

Tampa Bay – Atlanta 23-24: come al solito soffrono, come al solito vincono. Parliamo dei Falcons, che espugnano Tampa difendendo un punticino di vantaggio negli ultimi 8 minuti. Si conferma devastante il Wr Julio Jones, con 6 prese per 147 yds e un Td da 80 yds. Per Matt Ryan 26/32 per 353 yds, ma oltre al Td anche un intercetto e un fumble perso. Gli altri Td Falcons sono dei Rb Rodgers e Turner. Nei Bucs Doug Martin mette insiemo solo 50 yds in 21 portate, ma segna 2 Td. I Falcons volano sul 10-1, hanno il titolo divisionale in cassaforte e il seed n°1 nei PO a portata di mano.

Arizona – Saint Louis 17-31: i Cardinals non spezzano una serie perdente che dura ormai da 2 mesi. Protagonista assoluto è il rookie Cb dei Rams Janoris Jenkins, che intercetta 2 palloni e li riporta entrambi in meta. Steven Jackson corre per 129 yds, Chris Givens riceve per 115 yds e un Td. Bradford completa solo 8 passaggi su 17 ma, oltre a Givens, manda in meta il TE Kendricks. Nei Cardinals Lindley lancia 4 intercetti. L’unica nota positiva sono i 2 Td su corsa del Rb Beanie Wells.

San Diego – Baltimore 13-16 OT: rischiano grosso i Ravens in California, in una partita dominata dalle difese con ben 11 sack totali (6 Baltimore, 5 San Diego). Nei Ravens decide Ray Rice, che alle 97 yds su corsa ne aggiunge altre 67 su ricezione, compresa quella che consente ai suoi di entrare in raggio da FG per pareggiare l’incontro. L’altro protagonista è Torrey Smith, che riceve per 144 yds, e di fatto risolve l’OT con una presa acrobatica che mette Tucker nella condizione di calciare un comodo FG da 38 yds. Con questa vittoria Baltimore, pur non convincendo, allunga in modo deciso su Pittsburgh e mantiene a distanza i Bengals nella AFC North.     

Post By Gerrki (65 Posts)

Folgorato dal football Usa all’età di 11 anni (era il lontano 1992), tifoso di 2 diversi tipi di Dolphins (quelli di Miami e quelli di Ancona), ha iniziato a scrivere su Play.it nel 2012. Appassionato di sport a 360°, di quelli che durante le Olimpiadi trasferiscono la propria residenza davanti alla Tv, considera il football lo sport di squadra per eccellenza, e una straordinaria fucina di storie di eroi ed antieroi. Che ogni tanto prova a raccontare!

Connect

Commenta