Dopo la squalifica al team Penske nella settimana dopo la gara in Texas , la NASCAR decide di picchiare duro anche il Gibbs Racing.

Mentre Kenseth celebrava la strepitosa vittoria in Kansas è giunta una notizia che ha gelato la squadra. Infatti il Toyota numero 20 del vincitore è risultato sottopeso nei controlli di fine gara, per questo si vede strappare 50 punti in classifica scendendo di ben 7 posizioni nella generale.

Inoltre per lo stesso motivo il Gibbs Racing perde lo stesso numero di punti e non ne accumulerà fino al 16 giugno in Michigan, circuito nel quale la squadra è vincitore uscente.

Kenseth rimane il vincitore della gara, ma non verrà contata nelle sue statistiche qualora debba qualificarsi per il Chase il prossimo Ottobre; infine non riceverà neanche i 3 punti bonus per ogni gara vinta dai piloti che accedono al Chase for the Cup.

Jason Ratcliff chief-owner di Kenseth, dal canto suo è stato multato di 200.000 dollari e sospeso per le prossime 6 gare.

In ogni modo il Gibbs Racing non ci stà ed è pronto a fare ricorso per questo macigno di penalizzazioni che NASCAR ha rilasciato.

Post By Davide Sarti (157 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.