Non c’è tracciato più angusto di quello di Sao Paolo per rendere la gara piena di incidenti e bellissimi sorpassi al limite. Gara spettacolare che ha visto l’auto verdone del canadese Hinchliffe tagliare il traguardo davanti a tutti, superando all’ ultima curva un rampante Sato che si era aggrappato negli ultimi giri a quell’ ultimo tornante del tracciato per difendere la prima posizione.

Un Hinchliffe che vince la seconda gara di stagione, la terza per Andretti Autosport.
Dietro di loro è giunto un silenzioso Marco Andretti incalzato dal catalano Oriol Servia partito 13°.
Newgarden che fin lì a poco aveva tentato di passare Sato, ha chiuso al quinto posto.

I due candidati del titolo dell’ anno scorso, Ryan Hunter Reay, partito in pole si ritrova solo 11° mentre Will Power, vincitore delle ultime tre edizioni della tappa brasiliana, racimola solo 12 punti.

Il giapponese raccoglie un vantaggio di 13 lunghezze su Andretti in dista delle 500 miglia, terzo posto per il tenace e sorridente Helio Castroneves che tiene a bada il campione di San Paolo.

Post By Davide Sarti (157 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

One thought on “Indiycar – Colpaccio Hinchliffe in Brasile

Commenta