1383880962000-11-07-2013-Dwyne-Wade1Sono tre le partite della notte Nba.

Los Angeles Clippers – Miami Heat 97 – 102
Al “Triple A” gli Heat battono i Clippers grazie ai 29 punti e 7 assist di Wade ed ai 18 punti di James. Bene anche Chris Bosh e Ray Allen che totalizzano 12 punti a testa. Per i Clippers doppia doppia da 27 punti e 14 rimbalzi di Griffin e doppia doppia anche per Chris Paul, 11 punti e 12 assist.

Atlanta Hawks – Denver Nuggets 107 – 109
La gara che vede i Nuggets vincitori si decide punto a punto. La squadra del Colorado si impone su Atlanta grazie ai 23 punti ed assist di Ty Lawson ed ai 15 punti con 4/6 da 3 per Nate Robinson. Agli Hawks non bastano 29 punti e 10 rimbalzi di un ottimo Paul Millsap e la doppia doppia di Jeff Teague, 14 punti ed 11 assist

Los Angeles Lakers – Houston Rockets 99 – 98
Si decide solo all’ultimo secondo la sfida tra i Rockets di Howard ed i suoi ex-compagni del Lakers, grazie ad una tripla di Blake che regala a LA la vittoria, per lui 14 punti totali. Bene anche Meeks con 18 punti. Gara in doppia doppia per Dwight Howard, 15 punti e 14 rimbalzi, e 35 punti per James Harden

Post By Francesco Trafficante (95 Posts)

Seguo il basket NBA dal 2000, quando Vince Carter volava sui cieli di Oakland e quando i Lakers battevano i Trail Blazers alla settima. Studio giurisprudenza presso la facoltà di Palermo, mi piace la musica e suono la chitarra. Ma soprattutto, sono NBA-dipendente… Email: big.ideas@hotmail.it Twitter: @sleepinpill87

Connect

2 thoughts on “NBA – Vincono Heat, Nuggets e Lakers

  1. Vergognoso che un giocatore NBA, considerato top player, faccia 5/16 dalla lunetta con 0/7 finale che condanna la propria squadra. Shaq era veramente il grande Maravich al confronto.
    E Shaq quando contavano, l’ha sempre detto…li metteva.
    E parlando della partita, lo sfondo di Howard su Gasol è roba da dilettanti, un signore imbranato e abbastanza goffo contro un signore intelligente e danzante. E chiaramente il primo signore dopo lo sfondo sacrosanto chiamato, ride di gusto.

    La differenza nei Lakers da queste poche partite che si sono viste è questa: l’anno scorso da tre non segnavano nemmeno in una vasca da bagno, quest’anno sembra che il tiro dalla lunga funzioni.
    E Gasol – Kaman sembra che abbiano una buona chimica nel pitturato (ieri sera malissimo in attacco, molto meglio in difesa).
    Per carità niente di che, però vedo più attaccamento ed una squadra meno facile da piegare rispetto l’anno scorso.

    Paul non porterà mai nessuna squadra alle Finals. Farà come Payton, vincerà un titolo a fine carriera da gregario al minimo salariale.
    Io prendo su tutta la vita Parker o Rondo come play.

    • Beh almeno Payton i Sonics riuscì a portarli in finale del ’96 :D

      Comunque Lakers che stanno giocando senza pressione e senza ostacolarsi a vicenda come magari accadeva lo scorso anno. Stanotte si poteva chiudere la partita già nel primo tempo, ma purtroppo la filosofia di D’Antoni regala clamorosi alti e bassi. Il tiro da tre funziona come pochi quest’anno. Meeks mi sta sorprendendo e potrebbe essere la nostra arma in più uscendo dalla panchina anche quando tornerà Kobe. E’ appunto il pino il nostro punto forte ed è su questo che bisognerà continuare a puntare per il resto della stagione.

Commenta