Houston Rockets @ Philadelphia 76ers 117-123

Altra vittoria per i sorprendenti Sixers, all’overtime contro i Rockets di Superman. Impressionante partita di quest’ultimo, che chiude con 23 punti, 15 rimbalzi e 6 stoppate, ma il migliore per i texani è Jeremy Lin, con una doppia doppia da 34 punti e 12 assist condita però da 8 palle perse. Privi di Harden, i Rockets non riesco nel supplementare a chiudere i conti, mentre i Sixers, grazie ai 36 di James Anderson (12/16, 6/8 da tre) e la tripla doppia di Tony Wroten (18 punti, 11 assist, 10 rimbalzi) portano a casa la quinta vittoria stagionale.

Milwaukee Bucks @ Orlando Magic 91-94

Partita molto bella quella andata di scena in Florida, che ha visto uscire vincenti i Magic. Partono bene i Bucks però, trascinati da un ottimo OJ Mayo, top scorer della formazione del Wisconsin con 25 punti. Orlando però non demorde e, trascinata dal career-high di Aaron Afflalo da 36 punti, riesce alla fine a mettere la testa avanti. Dopo l’infortunio alla spalla sinistra di Butler a pochi minuti dalla fine, è la bimane di Nikola Vucevic (ennesima doppia doppia con 17 punti e 11 rimbalzi) a fissare il punteggio finale. Milwaukee ha l’occasione di giocare per il pareggio, ma una brutta palla persa condanna la squadra ospite alla sconfitta.

Charlotte Bobcatts @ Boston Celtics 89-83

Prima vittoria in carriera per Al Jefferson contro i Boston Celtics (0-11 totale prima di questa partita), miglior giocatore dell’incontro con una doppia doppia da 22 punti e 11 rimbalzi. Con i Bobcats sempre avanti, la partita non è mai sembrata davvero in discussione, fatta eccezione per l’ultimo minuto quando Boston sembrava averla ripresa. A chiudere i conti però ci ha pensato lo stesso Jefferson. Tornano alla sconfitta i bianco-verdi, dopo la vittoria da infarto in quel di South Beach. Inutili i 19 di Jeff Green e i 16 di Jordan Crawford.

Toronto Raptors @ Memphis Grizzlies 103-87

Quarto episodio della stagione in cui i Grizzlies hanno concesso almeno 100 punti, la scorsa stagione è capitato solo 11 volte. Ad approfittarne sono i Toronto Raptors di Rudy Gay, che mette a referto 23 punti con un 8/18 dal campo. Migliore dell’incontro il play-maker dei canadesi, Kyle Lowry, che totalizza 21 punti con 6/10 dal campo e 3/5 da tre, il tutto condito da 6 assist. Non sono bastati alla squadra ospite i 29 punti di Conley accompagnati dalle doppie doppie di Gasol e Randolph (rispettivamente 18+10 e 10+10).

Cleveland Cavaliers @ Minnesota Timberwolves 95-124

Grazie ad un super primo quarto i Wolves prendono subito il margine per decidere il match. Serata a dir poco proficua per la squadra di casa, alla fine con il 55% dal campo e il 50% da tre. A condurre la propria squadra di pensano Ricky Rubio con una bella doppia doppia da 16 punti e 16 assist con 6 rimbalzi, mentre Kevin Love porta a casa ben 33 punti conditi da 8 rimbalzi e 6 assist. Prova fantastica al tiro anche per Corey Brewer con 27 punti e 10/17 dal campo, 5/5 da tre. Nulla hanno potuto i Cavs, dove l’unica prestazione degna di nota è quella del solito Kyrie Irving, autore di 20 punti.

New York Knicks @ Atlanta Hawks 95-91

Vittoria difficile per la squadra della Grande Mela, che quasi buttava al vento un vantaggio di 17 punti. A chiudere i conti ci pensano Carmelo Anthony, realizzatore di 25 punti, ed un ottimo Andrea Barngnani, che mette a referto una solida doppia doppia da 20 punti e 11 rimbalzi, con 8/15 al tiro. Ottimo apporto dalla panchina per il rookie Tim Hardaway jr, alla fine con 14 punti. Atlanta cerca di portare a casa la vittoria di fronte ai propri spettatori, ma alla fine arriva la sconfitta. Migliori per gli Hawks Teague e Horford con 25 e 23 punti.

Washington Wizards @ San Antonio Spurs 79-92

Altra vittoria casalinga per i San Antonio Spurs, che mandano a casa da sconfitta la squadra capitolina. Ancora una volta a vincere è la difesa di Gregg Popovich, che ferma al solo 33% del campo i Wizards, dove il migliore è Martell Webster con 21 punti dalla panchina. Per quanto concerne gli Spurs, ben sei sono stati i giocatori finiti in doppia cifra: il nostro Belinelli, Ginobili, Splitter, Leonard, Diaw e Tony Parker, top scorer degli speroni con 16 punti. Solo 2 punti con 1/12 al tiro con 8 rimbalzi per Tim Duncan.

LA Lakers @ Denver Nuggets 99-111

Quarta vittoria in fila per i Denver Nuggets sulla sponda giallo-viola di LA. Solida doppia doppia dell’esplosivo Faried con 21 punti e 13 rimbalzi, buone prove per Lawson con 19 punti e Chandler con 12. Tra questi numeri, però, spiccano i 23 da career-high del russo Timofey Mozgov, che sfiora la doppia doppia grazie ai 9 rimbalzi. Per i Lakers doppia doppia di Pau Gasol, che porta a casa 25 punti e 12 rimbalzi. Inutili anche i 18 punti + 11 rimbalzi di Jordan Hill. Terza vittoria per le pepite, sesta sconfitta per i losangelini.

New Orleans Pelicans @ Utah Jazz 105-111

Arriva finalmente la prima gioia stagionale per la formazione di Salt Lake City, che rimanda a casa sconfitti i Pelicans di Anthony Davis, top scorer del match e migliore dei suoi con 29 punti e 15 rimbalzi. Non bastano alla squadra della Big Easy i 64 punti combinati da Jason Smith, Eric Gordon, Jrue Holiday e Tyreke Evans. Utah risponde prontamente con i 22 di Richard Jefferson, i 12 + 12 di Derrick Favors, i 21 + 10 di Kanter e la migliore prestazione del match firmata Gordon Hayward: doppia doppia da 27 e 10 assist per la giovane guardia. Termina così la seconda peggiore striscia di sconfitte della storia degli Utah Jazz.

Phoenix Suns @ Portland Trail Blazers 89-90

Per un soffio arriva la vittoria per i sorprendenti Trail Blazers, vincitori finora di sei delle prime otto uscite stagionali. Vittoria di rimonta, viene conclusa a 6 secondi dalla fine dal lay-up di Damian Lillard, autore di 11 punti e 8 assist. Incredibili poi i tre appoggi sbagliati dai soli dell’Arizona. 23 punti di Eric Bledsoe non bastano, oltre ai 17 di Gerald Green dalla panchina e la doppia doppia da 10+10 di Plumlee.

Brooklyn Nets @ Sacramento Kings 86-107

Pesante sconfitta quella subita dalla compagine guidata da Jason Kidd, che cade sconfitta nella città di Kevin Johnson. I Kings fermano così una serie di cinque sconfitte consecutive e vanno sul record di 2-5. Nel solo primo tempo la squadra ospite subisce un parziale di 52-40, dal quale non riesce più a riprendersi. Migliore per i Nets, Brook Lopez con 16 punti e 9 rimbalzi. Per quanto concerne i Kings, da sottolineare le prestazioni di Vasquez (17 + 12 assist), Cousins (15 + 9 rimbalzi), Thornton (24 punti dalla panchina) e Thomas (19 + 6 assist + 6 rimbalzi, anche lui dalla panchina).

Oklahoma City Thunder @ LA Clippers 103-111

Importante vittoria casalinga per i Clippers, che vanno sul record di 6-3, mentre i Thunder si fermano sul 5-2. Scintille a fine primo tempo, quando in un accenno di rissa si fanno espellere Ibaka e Barnes. Tornando al basket giocato, il parziale di 30-16 del terzo quarto condanna i Thunder alla sconfitta. Migliore degli ospiti Kevin Durant con una doppia doppia da 33 punti e 10 rimbalzi. 19 punti e 10 assist per Russell Westbrook. A portare la squadra di casa alla vittoria ci pensa Blake Griffin con 22 punti, 12 assist e 7 assist. 20 punti per Crawford dalla panchina, mentre con i 14 punti e 16 assist, Chris Paul diventa il primo giocatore dopo Magic Johnson, quando vi riuscì nel 1990, ad andare in doppia cifra in queste due statistiche nelle prime nove partite della stagione.

Post By Francesco Gentile (154 Posts)

Studente di giurisprudenza. Appassionato delle Big Four, NFL in particolare. Tifoso sfegatato Green & Gold!

Website: →

Connect

2 thoughts on “NBA – 76ers in OT su Houston, prima vittoria per Utah, male Brooklyn

  1. Da Salt Lake City hanno fatto già sapere che la vittoria contro i Pelicans è stata solo un incidente di percorso e che non capiterà mai più

Commenta