dt.common.streams.StreamServerKevin Harvick torna a vincere dove aveva vinto un anno fa, proprio in Arizona nel magico ovale di Avondale.

Dopo essere stato in testa quasi 70 giri, l’alfiere di Childress ritrovatosi dietro a Edwards nel tratto finale della competenza, in rimonta grazie a quattro gomme fresche ha avuto gli ultimi due giri a suo favore superando un lento Edwards a serbatoio vuoto nell’ ultimo miglio di gara.

Il californiano aggiunge una’ ennesima vittoria al suo ricco palmares prendendosi in modo autoritario un terzo posto nella generale valevole per la lotta del campionato; questa quarta vittoria annuale la regala al caposquadra, suo maestro sin dagli albori della carriera risalente al febbraio del 2001, quando andò a sostituire lo scomparso Earnhardt.

La rara qualità di “The Closer” lascerà Childress senza piloti di punta per il 2014, ma le sue imprese, i risultati lasciano trapelare tra le lacrime della moglie Delana quanto sia stato solido il rapporto tra il marito e il team. Ad ogni modo in vista dell’ ultima gara a Miami nella veste di quel trionfante 29 targato Budweiser, diventerà un’ addio glorioso indimenticabile.

Lasciando quello che è il vincitore di giornata, diamo un’ occhio al campionato: Johnson, giunto terzo al traguardo ha preservato l’auto in vista di Miami correndo una gara solida e pulita. Al contrario, Matt Kenseth si è ritrovato una monoposto fuori controllo e nè lui nè il team sono riusciti a stabilizzarla, distruggendo o quasi ogni speranza per il titolo.

Situazione a favore di Johnson che si avvicina alla sesta corona, mentre Kenseth oltre apuntare al titolo dovrà guardarsi le spalle da Kevin Harvick.

Post By Davide Sarti (157 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Commenta