Nella notte sono andate in scena 9 partite: andiamo a vedere cosa è successo.
20131221-142639.jpg

Nets 120  – 76ers 121 

In questa partita al cardiopalma per i Nets pesano nel assenze di Kevin Garnett e Joe Johnson mentre da segnalare per Philadelphia il ritorno in campo  Carter-Williams. La partita che rimane sempre in bilico con Philadelphia che va vicina alla vittoria sui tiri liberi allo scadere del  tempo regolamente di Turner che però sbagliando uno dei due tiri mantiene invariato il  punteggio sul 108 a 108; negli ultimi secondi rimasti prova Deron Williams a chiudere la partita ma il suo tiro finisce fuori. Nell’overtime  la tripla a 20 secondi dalla fine di Pierce illude i Nets di poterla portare a casa ma nel possesso decisivo Evan Turner elude la difesa avversaria segnando il canestro decisivo sulla sirena condannando Brooklyn alla sconfitta. (Alan Anderson season-high con  26 punti ,Paul Pierce 24 punti con 10 rimbalzi e Deron Williams 17 punti e 14 assist)( Thaddeus Young segna  25 punti ,Tony Wroten dalla panchina ne fa 19 e Michael Carter-Williams segna 15 punti e 10 assists e Evan Turner  da 29 punti).

Hawks 118 – Jazz 85

Continuano a perdere gli Utah  Jazz che nella notte si sono scontrati contro gli Atlanta Hawks  della loro vecchia conoscenza  Paul Millsap. Grazie ad un ottimo Lou Williams ( 25 punti) e ad Al Horford (autore di 23 punti in 23 minuti ) gli Hawks portano a casa una facile vittoria che ha anche il pregio di estendere il record di partite consecutive segnando almeno una tripla di Kyle Korver  a 96. Da segnalare per Utah una percentuale al tiro di squadra del 37% da due e del 16% da tre .

Cavaliers 114, Bucks 111

Altra partita della notte si è decisa all’overtime. I Cavaliers guidati da un Kyrie Irving da 39 punti 6 assist e 4 stoppate (record personale) cercano di portare a casa la vittoria contro Milwaukee che grazie ad una eccellente prestazione di  Brandon Knight  (17 punti 14 rimbalzi e 8 assist)  rimane in partita fino all’ultimo. Il tiro sulla sirena di Khris Middleton vanifica la speranza per i Bucks di portare a casa la vittoria e condanna le due squadra all’overtime. Nel tempo supplementare si impone Cleveland graziata nei secondi finali da O.J. Mayo (20 punti)  che spara due triple senza segnare il canestro per un ulteriore overtime .

Bobcats 116, Pistons 106

I Bobcats guidati da un Kemba Walker  da 34 punti  vincono in casa di Detroit. Dopo pochi secondi dall’inizio della partita esce per infortunio Jeff Taylor ma nonostante questo la squadra allenata da Steve Clifford riesce a contenere Detroit e grazie ad un’ottima prestazione  di Al Jefferson (24 punti, 15 dei quali nell’ultimo quarto) riescono ad imporsi al Palace di Auburn Hills. Per Detroit va segnalato un Brandon Jennings da 26 punti e l’ennesima doppia doppia di Drummond(14 punti 15 rimbalzi) .

Heat 122, Kings 103

Partita decisamente semplice per gli Heat di Lebron James che trovano un Chris Bosh  da 25 punti che li guida alla vittoria sui Kings nonostante i 20 punti din Ben McLemore  e i 27 di Cousin. Nel quarto finale spazio a tutte le seconde linee ; ottima prestazione di Wade autore di 20 punti e di Ray Allen che dalla panchina né segna 18.

Pacers 114 – Rockets 81

Il ritorno di Danny Granger  corrisponde per Houston ad una sonora sconfitta ad Indianapolis. Un’ottima circolazione di palla e una grande difesa dei Pacers mette alle strette la squadra di Howard( 19 punti) e costringe Harden ad un 3-14 dal  campo. Un ottimo Lance Stephenson (16 punti 6 assist 6 rimbalzi) permette alla squadra di  Frank Vogel di portarsi a casa la vittoria e godersi il ritorno di Granger festeggiato a fine partita da un Paul George da 24 punti.

Raptors 109, Mavs 108

Altra partita decisa all’overtime in cui la squadra di DeMar DeRozan riesce ad imporsi su Dallas grazie ad un suo canestro nei secondi finali. A Dallas rimane la palla finale per decidere la partita ma Monta Ellis non ripete le gesta della partita contro Portland condannando Dallas alla sconfitta casalinga. Da segnalare un Calderon da 23 punti e un Nowitzki  da 22, per Toronto invece un Kyle Lowry da 20 punti 6 assist e 5 rimbalzi e un Valanciunas da 18 punti e 13 rimbalzi.

Suns 103, Nuggets 99

I Suns ottengono la vittoria contro Denver nonostante ad un certo punto della partita si trovassero sotto di 21 punti , grazie ad un ottima prestazione di Dragic (17 punti) e di Markieff Morris (25 punti); nel quarto quarto la squadra allenata da Jeff Hornacek  riesce a recupera lo scarto e va a vincere. Per Denver non bastano i 13 punti con 14 rimbalzi di J.J. Hickson 

Lakers 104, Timberwolves 91

I Lakers assorbita la batosta dell’infortunio di Bryant affrontano  i Timberwolves di Kevin Love (25 punti 13 rimbalzi) in una  partita che vede entrambe le squadre generare 35 palle perse. Nonostante questo i lacustri portano a casa la vittoria grazie ad un ottima prestazione di  Pau Gasol (21 punti) e  Nick Young (25 punti) .

<

Post By Pavel (12 Posts)

Gioco a basket, seguo costantemente l’NBA, adoro il playground ma soprattutto il trash talking ;)

Connect

One thought on “NBA – Sixers vincenti in OT sui Nets, vittorie per Miami e Indiana

Commenta