1) Denver Broncos (=): Denver è inarrestabile. Questa volta la vittoria deve sudarsela, ma per i Broncos ancora zero sconfitte. Peyton Manning è superlativo con 414 Yds e 4 TDs, ma sono da segnalare anche Knowshon Moreno (19 Car., 93 Yds e 1 TD) e Julius Thomas (9 Rec., 122 Yds e 1 TD). Unica annotazione, la difesa questa settimana è apparsa non perfetta, forse è il settore dove Denver dovrà lavorare.

2) New Orleans Saints (+2) : altra importante vittoria per i Saints che si confermano quadra di alto livello. Solita buona prestazione per Drew Brees (288 Yds e 2 TDs)  che guida bene un attento attacco. Bene anche la difesa che regala un’altra ottima prestazione e, soprattutto, la vittoria.

3) Seattle Seahawks (-1) : Russel Wilson (210 Yds e 2 TDs) è un pò sotto tono e non supportato a dovere. Così Seattle fa i conti con la prima sconfitta della stagione. Giocano una partita molto bella e combattuta, ma sono sconfitti anche perchè i Seahawks sono apparsi affaticati (soprattutto nel finale) e bloccati tatticamente rispetto alle gare precedenti. Una sconfitta ci può stare, non è un dramma.

4) New England Patriots (-1): brutta battuta d’arresto per i Patriots. Giocano una partita noiosa e si fanno battere dai non certo irresistibli Cincinnati Bengals. Male l’attacco con un Tom Brady (197 Yds e nessun TD) anonimo. Meglio la difesa che fa il suo lavoro. Il tutto risulta però non sufficiente, per una caduta che forse in molti si aspettavano. Devono migliorare e soprattutto ritrovare gli uomini migliori, perchè la solidità è stata spesso il punto debole di New England e questa sconfitta (che da sola non significa granché) potrebbe non essere un episodio isolato.

5) Kansas City Chiefs (+4): oltre alle vittorie ed al punteggio, gli Chiefs hanno anche il carattere delle grandi squadre. Messi in difficoltà, aumentono il ritmo e dopo la rimonta, si aggiudicano la vittoria finale. Come già accaduto è la difesa a regalare le maggiori soddisfazioni a Kansas, mentre l’attacco, se pur non brillantissimo, fa la sua parte. Bene il RB Jamaal Charles (22 Car, 108 Yds e 1 TD).

6) Green Bay Packers (-1) : vittoria che ci voleva. Contro i Lions, avversario non facilissimo, pagano la costanza e la grinta, ma sopratutto la difesa. Attacco discreto ma un pò meno incisivo rispetto alle gare precedenti. Non hanno avuto un gioco esaltante ma è bastato per vincere.

7) San Francisco 49ers (=): vittoria desiderata ed attesa per i 49ers. Successo ottenuto senza troppe difficoltà ai danni dei Texans, grazie sopratutto ad un’ottima difesa ed un buon attacco, che predilige schemi di corsa ai lanci. Ora bisogna pensare ad andare avanti senza più cadute, perchè la strada per il Super Bowl è tanto lunga quanto difficile ed agguerrita.

8) Chicago Bears (-2) : non giocano niente male, ma la sconfitta arriva lo stesso. Da solo Jay Cutler (che gioca bene con 358 Yds e 2 TDs) sostiene l’attacco, ma la difesa questa volta ha latitato un pò troppo. Molto bene anche il WR Alshon Jeffery (218 Yds, 1 TD e 10 Rec.). Contro i Saints quest’annno non è facile per nessuno, i Bears lo hanno capito.

9) Cincinnati Bengals (+1): gara noiosa contro degli appannatissimi Patriots ed i Bengals, giustamente, ne approfittano. Non sono brillanti ma, sia attacco che difesa (reparto migliore), fanno quel che basta per prendersi un’inaspettata quanto importante vittoria contro una squadra di livello superiore.

10) Atlanta Falcons (-2): Atlanta si complica la vita e si porta ad una posizione di 1-4 in NFC South, deludendo fortemente le aspettative di inizio anno. I Falcons non hanno giocato male, ma la vittoria è sfumata perchè in NFL piccoli errori e periodi di appannamento si pagano sempre caro. Qusta sconfitta casalinga contro i Jets non ci voleva e la prossima settimana sarà decisiva per ritrovare una giusto cammino prima che sia troppo tardi. Bene Matt Ryan (319 Yds e 2 TD) che ben supporta tutto l’attacco. Difesa da revisionare. In crisi.

11) Indianapolis Colts (+2): per chi ancora non crede nei Colts questa è la risposta: vittoria meritata contro Seattle. La squadra è apparsa in gran forma, in primis l’attacco con Andrew Luck (229 Yds e 2 TDs) ed il veloce WR T.Y. Hilton (5 Rec., 140 Yds e 2 TDs). La difesa ogni tanto ha avuto qualche sbandamento ma nel complesso Indianapolis ha giocato una bella partita e si è aggudicata un’importante vittoria.

12) Baltimore Ravens (=): vittoria contro Miami, realizzata nei secondi finali della partita. Dopo tale vantaggio tengono bene la forte spinta degli avversari e riescono a mantenere il vantaggio fino in fondo. Dimostrano ancora di essere una squadra poco costante, che alterna ottime gare e prestazioni non proprio esaltanti, ma oggi hanno giocato una gara molto bella ed incerta fino alla fine. Sopra la sufficienza sia l’attacco che soprattutto la difesa.

13) Houston Texans (-2) : stanno affrontando un periodo critico e la squdra andrebbe resettata. Appaiono bloccati e la strada si stà facendo in salita per i Texans che hanno bisogno di lavorare e ritrovarsi per tornare più competitivi. Male Matt Schaub (173 Yds e 0 TD).

14) Dallas Cowboys (=): sconfitti con onore dagli inarrivabili Broncos, sono l’unica squadra che è riuscita a mettere in seria difficoltà Denver. Bravi ma sfortunati, perdono quando Tony Romo, nonostante la bellezza di 506 Yds e 5 TD, si fa intercettare nel finale consegnando di fatto la vittoria agli avversari. Resta comunque una buona prova della squadra, soprattutto  in attacco l’ottimo Dez Bryant 6 Rec. 141 Yds.

15) St.Louis Rams (=): vincere contro i Jaguars non è esaltante, più che altro dovrebbero concentrarsi sul fatto che sono la squadra che ha faticato di più contro gli inguardabili di Jacksonville. Alla fine si portano a casa una vittoria che sempre vittoria è, sopratutto grazie alle giocate difensive. Discreta prestazione di Sam Bradford (222 Yds e 3 TDs) migliore del reparto offensivo.

16) Miami Dolphins (=): battuti a pochi secondi dalla fine dai Ravens e, nonostante un forsennato tentativo di rimonta, non riescono a portare il risultato dalla loro parte. Altra sconfitta per Miami che non ha demeritato, giocando una bella quanto divertente partita. Bene Ryan Tannehill (307 Yds e 1 TD) ma è difeso davvero male…

17) Detroit Lions (=): Attacco instabile e insufficiente guidato da Mattew Stafford (262 Yds, 1 TD) e difesa poco incisiva , portano i Lions alla sconfitta. Giocano una gara noiosa e la sconfitta è meritata. I Lions quest’anno sono troppo imprevedibili, nel bene e nel male.

18) Philadelphia Eagles (=): vittoria importate quanto discertamente facile contro i Giants. Partono un pò in sordina ma poi salgono in cattedera pungedo gli avversari nei loro molti punti deboli. Bene l’attacco ma meglio la difesa, soprattutto nel secondo tempo. Vittoria meritata.

19) Carolina Panthers (=): tanti, troppi grattacapi per i Panthers. Non riescono ad esprimere il potenziale e riusultano quindi discontinui e con un bagaglio di una sola vittoria. Cam Newton realizza 308 Yds ma nessun TD. Il cammino di Carolina è adesso in forte salita  e bisogna riprendersi subito. Le capacità ci sarebbero ma per ora la squadra non va, e rialzarsi sarà difficile. Contro Arizona male tutto: attacco e difesa.

20) Washington Redskins (=): una vittoria e tre sconfitte, la stagione è partita male, ma il tempo per raddrizzarla c’è…basta iniziare da subito.

21) Tennessee Titans (=): partono discretamente ma hanno di fronte una squadra tra le più in forma del momento. Si fanno rimontare perché perdono via via di lucidità risultando quindi poco competitivi. Nessuno risulta migliore o peggiore di altri, ma Tennessee appare instabile e la sconfitta è meritata. In precedenza hanno dimostrato di essere meglio di così e possono quindi fare di più. Affaticati.

22) Buffalo Bills (=): un pò di sfortuna nell’incontrare Cleveland in questo momento in cui è davvero in forma e, sommando l’infortunio di E.J. Manuel, i Bills incassano la sconfitta. Buffalo dimostra talvolta di esserci, ma è troppo discontinua. Dovrebbero fare un pò di più per cercare di leversi qualche soddisfazione, ma Buffalo quest’anno non ha grandi individualità su cui poter lavorare per risultati importanti.

23) San Diego Chargers (=): una squadra ben poco concreta perde un match importante. La difesa si comporta in maniera discreta ma l’attacco è stato insufficiente. Philip Rivers fa quel che può con 411 Yds e 2 TDs ma non basta, e 3 intercetti sono troppi…

24) Arizona Cardinals (+1): la difesa tiene e la squdra vince ancora. Sembrano sempre essere sottovalutati dagli avversari ma alla fine riescono spesso a mettere la partita dalla loro. Non hanno un gioco esaltante ma hanno una piccola marcia in più che gli permette di sfoggiare 3 vittorie. Nessuna individualità spicca, vittoria di squadra.

25) New York Jets (+1): i Jets si aggiudicano una bella vittoria grazie a Geno Smith (199 Yds e 3 TD) attento e preciso. Le prestazioni della squadra, così come quelle del QB di New York, sono molto altalenanti ma quando in forma, i risultati arrivano sempre. Difesa non solidissima ma migliorata e più attenta.

26) Cleveland Browns (+2): sembra tutto in discesa per i Browns che vincono ancora. Le aspettative positive che avevano creato in preseason, seppur in ritardo, sembrerebbero arrivate e confermate. Nemmeno l’infortunio del QB Brian Hoyer, ben sostituito da Brandon Weeden, abbattono il morale di Cleveland che, dopo la piccola rivoluzione in squadra di qualche settimana fa, si porta ad ottimi livelli di competitività. Vediamo come andranno alla lunga, ma per ora, carattere e bravura non si discutono. Vittora odierna meritata come le altre.

27) New York Giants (-3): buio profondo per i Giants. Partono discretamente ma poi piombano nella mediocrità di una difesa inguardabile ed un attacco a dir poco insufficiente, dove Eli Manning (334 Yds e 2 TDs) si fa intercettare (saranno 3 gli intercetti totali) nel momento cruciale della partita inanellando un’altra deludente prestazione per lui e tutta la squadra. N.Y.G. a zero vittorie, la statistica parla da sé…

28) Minnesota Vikings (-1): ultimi nel girone NFC North, recuperare non sarà facile.

29) Oakland Raiders (+2): importante vittoria contro San Diego. Non impressionano nel gioco, ma fanno meglio degli avversari e quel che conta è aver vinto.

30) Pittsburgh Steelers (-1): ancora zero vittorie, poco gioco e tanta sfortuna, per gli Steelers la stagione sembra già compromessa.

31) Tampa Bay Buccaneers (-1): 0-4 ed ultimo posto in NFC South. Per loro fortuna il girone non brilla e hanno ancora speranza perchè, N.O. Saints a parte, la battaglia per le posizioni di classifica è aperta. Vedremo.

32) Jacksonville Jaguars (=): non si può parlarne sempre e solo male. Questa volta ci hanno provato, ma per ora, sembrano tutti più forti di loro. Riconosciamo una mossa d’orgoglio e maggiore combattività, ma alla fine l’attacco ha molti punti deboli e la difesa non regge.

Post By McCarter (41 Posts)

Appassionato ed esperto di USA sotto ogni aspetto, seguo con passione NFL,MLB e NBA…tifoso sopratutto dei Carolina Panthers, Chicago Bulls e Los Angeles Dodgers, per me gli USA sono un chiodo fisso!

Connect

4 thoughts on “NFL Power Ranking: Week 5

  1. Guardando la stagione e anche il power ranking nfl i Colts mi sembrano troppo in basso e Atlanta troppo in alto.. però è senza dubbio un bell’articolo settimanale e un bel servizio.. poi sì sa tutti i ranking sono opinabili.

  2. Grazie Matteo. Si, devo dire che avete ragione entrambi, i Colts sono indecifrabili ma hanno stoffa per far bene, la loro mentalitá di gioco mi piace ma non credo che arriveranno lontano in postseason…vedremo!

Commenta