“E’ stato a lungo, a lungo atteso, ma ora la Hall of Fame ha un team completo.” Queste le dichiarazioni di Ray Guy, il leggendario punter, diventato il primo specialista nella sua posizione ad essere introdotto, così si dice, nella HOF del football di Canton, Ohio.

Ben 20 ex punters erano in platea ad applaudire. Selezionato 7 volte al Pro Bowl, 14 anni di carriera spesi per gli Oakland/Los Angeles Raiders, 64 anni di età, Guy ha dovuto aspettare il suo 23° anno di eleggibilità prima di veder realizzate le sue legittime aspirazioni.

Legittime perché, come sa chi mi segue da tempo su Playitusa e sul blog, da tempo sostengo come gli Special Teams rappresentino più della semplice terza fase del gioco.

Quanto sono stati decisivi i field goals nella storia dei Super Bowl e della NFL? E quanto è importante avere delle buoni posizioni di partenza o concederne di pessime alle offense avversarie?  Per questo, ogni pre-season, si consiglia di guardare i report dai traning camp non soltanto per vedere come questo o quel rookie quarterback si sta inserendo nella NFL o come stia imparando un nuovo tipo di offense, rispetto a quella lasciata al college. Anche le battaglie per le posizioni di punter, kicker o long snapper hanno ed avranno la loro importanza, magari nei momenti meno attesi, durante la stagione.

A Detroit ci sono Nate Freese e Giorgio Tavecchio in lotta per la posizione di kicker. Un’altra situazione interessante è quella che si sta profilando a New York, sponda Giants, dove il rookie  Brandon McManus sta cercando di portar via il posto al veterano di 11 stagioni, Josh Brown.

Questa battaglia è tanto più interessante non soltanto per il fatto che si svolge in una franchigia che si trova sotto i riflettori e sotto il fuoco di mira di un circo mediatico ampio come può esserlo soltanto quello della Grande Mela, ma anche perché riproduce il classico matchup da training camp, cioè un veterano contro un rookie.

McManus, ventitreenne, non ha mai calciato un field goal nella NFL, ma è stato impressionante nel training campo colpendo la palla da 75-yard. Brown, 35 anni, il veterano in questione, ha convertito 23 su 26 field-goal calciati la scorsa stagione, centrando anche ogni extra point.

Il posto di lavoro da kicker è uno dei più a rischio nella lega, forse ancora di più di quello da punter. Entrambi i contendenti hanno una gamba forte ma i Giants sono stati chiari fino ad ora: la competizione è aperta.  Lo special-teams coach Tom Quinn avrà l’ultima parola.

Per kicker, punter e long snapper, training camp significa allenarsi il 95 percento del tempo lontano dal resto del team. Questo non significa che gli specialisti siano meno giocatori di football del resto del roster.

Basti guardare alle misure. McManus’, ad esempio, è un 6-4, una stazza notevole non soltanto per un kicker.  Undrafted, come spesso succede a questo tipo di giocatore, prodotto di Temple, McManus ha realizzato 14 su 17 field-goal come senior anche se la sua percentuale in carriera è di appena il 72.3 per cento.

Come spesso accade, la competizione sarà probabilmente decisa nella pre-season, durante gli incontri ufficiali di preparazione alla stagione regolare. A quel punto, una decisione verrà presa.

Per uno sarà l’atteso ingresso nel roster finale dei 53 giocatori dei Giants per il 2014. Per l’altro, sarà tempo di fare la valigia e di pensare ad un altro posto dove effettuare un provino per la posizione. E’ la natura del business quando si parla di un kicker.

 

Post By Mic (15 Posts)

http://thecoordinator.blogspot.it/

Website: →

Connect

Commenta