Indirizzo e-mail: cesc_999@libero.it "La vita è una metafora del basket" (Phil Jackson)

NBA News News

NBA – News su Kobe Bryant, Dirk Nowitzki, Darius Miles…

Sono iniziati i contatti tra Kobe Bryant e il Besiktas: dopo aver acquistato Deron Williams, il Besiktas ha fatto un’offerta ufficiale a Bryant. Il giocatore non ha partecipato direttamente all’incontro, svoltosi nella giornata di ieri, e la trattativa per ora è affidata totalmente al suo agente Rob Pelinka. L’offerta è stata ritenuta inadeguata dal capitano dei Los Angeles Lakers, ma ci saranno ulteriori incontri per cercare di trovare un accordo. Si vocifera di una offerta di 5 milioni di dollari da parte della società turca per tutta la stagione 2011-2012.

Anche Nowitzki apre alla possibilità di giocare in Europa: se il lock-out continuerà ancora per diversi mesi, anche l’MVP delle ultime Finali Dirk Nowitzki potrebbe seriamente venire a giocare in Europa. Il giocatore attualmente sta preparando i prossimi Europei che disputerà con la Germania, e ha dichiarato alla ESPN che penserà seriamente al suo futuro solo dopo quest’impegno. Tuttavia, egli ha aggiunto che “sono troppo vecchio per potermi permettere di stare fermo un anno, senza giocare. Se il lock-out continuerà, allora troverò una squadra”.

Arrestato Darius Miles: è stato trovato con una pistola carica dentro alla propria valigia mentre si trovava nell’aereoporto di Saint Louis, e a quel punto i poliziotti lo hanno arrestato. Si tratta di Darius Miles, 29 anni, terza scelta assoluta nel Draft del 2000 quando si presentò come uno dei giovani più interessanti degli Stati Uniti senza passare per l’università. Egli ha giocato per i Clippers, i Cavaliers, i Blazers e infine i Grizzlies, ma a causa dei frequenti infortuni non è mai riuscito a rendere al meglio e, infatti, da due anni non gioca più in NBA.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Continua a leggere

NBA News News

NBA – News su Larry Bird, sugli Oklahoma City Thunder, Tim Duncan…

Ultima stagione ad Indiana per Larry Bird?: Larry Bird, 54enne General Manager degli Indiana Pacers, potrebbe abbandonare l’incarico a fine stagione. Egli ricopre questo ruolo da 8 anni, precisamente dal 2003, e si è accordato con il proprietario della franchigia Herb Simon sul fatto di voler decidere di anno in anno se continuare a fare il dirigente oppure no. Lo stesso Bird ha commentato così la sua decisione: “non so per quanto rimarrò nella dirigenza. In realtà avevo già deciso di andarmene, ma Simon mi ha detto che la prossima stagione sarebbe stata molto delicata e mi ha chiesto di rimanere. Io ho accettato, e voglio lasciare i Pacers in una buona situazione. Non voglio che chi verrà dopo di me debba fare un lavoro enorme, perchè anche io voglio che Indiana diventi competitiva”.

Rinnovi di massa agli Oklahoma City Thunder: nel giro di poche ore i Thunder hanno esercitato l’opzione sul contratto di diversi giocatori, che quindi rimarranno anche per le prossime due stagioni ad Oklahoma City. Ad annunciarlo è stato il General Manager della franchigia, Sam Presti: i giocatori coinvolti sono Serge Ibaka (che guadagnerà 1.3 milioni il primo anno, 2.5 il secondo), James Harden (4.6, poi 5.8), Eric Maynor (1.5, 2.3), Cole Aldrich (2.3, 2.4) e Byron Mullens (1.3, 2.2).

Tim Duncan non uscirà dal contratto: Tim Duncan, capitano dei San Antonio Spurs, non uscirà dal contratto che lo lega anche per il prossimo anno alla sua squadra. Duncan guadagnerà 21 milioni nella prossima stagione, dopodichè il suo contratto scadrà. Non sono chiare fino in fondo le intenzioni del giocatore, anche se il suo rapporto con l’ambiente e con lo staff tecnico lasciano presagire che chiuderà la carriera a San Antonio.

Artest in Finlandia? Il suo agente smentisce: nelle ultime ore era circolata una voce clamorosa, che voleva Ron Artest giocare in Finlandia in caso di lock-out. Il suo agente ha smentito questi rumors, e ha chiarito la posizione del suo assistito: “è vero che Ron mi ha chiesto di monitorare il mercato europeo, per vedere se ci potrebbe essere qualche buona squadra in cui andare nel caso ritardasse di molto l’inizio della stagione. Ma di certo non andrebbe in un piccolo team della Finlandia. Ad ogni modo, tutto può succedere ma non credo che lo vedremo davvero giocare in Europa, anche perchè rischierebbe di infortunarsi e sarebbe un brutto colpo”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Continua a leggere

NBA News News

NBA – News su Josh Smith, Dwight Howard, i Raptors…

Josh Smith è sul mercato: è uno dei giocatori più completi della Lega, ma nei prossimi mesi potrebbe essere uno dei nomi caldi del mercato. Josh Smith degli Atlanta Hawks, infatti, sembrerebbe favorevole ad una trade che lo riguardi, e avrebbe confidato di essere attratto dai Boston Celtics, gli Orlando Magic, gli Houston Rockets e i New Jersey Nets. Tutte e quattro le squadre accrescerebbero il proprio potenziale con l’arrivo di Smith, e i motivi per i quali il giocatore preferirebbe queste quattro destinazioni sono presto detti. I Celtics sono una delle migliori squadre in circolazione, così come i Magic nei quali gioca Dwight Howard, un carissimo amico di Smith. I Rockets invece hanno espresso da tempo il loro interesse nel giocatore, e infine i Nets sono una squadra in crescita e che attrae molto anche per il prossimo trasferimento a Brooklyn.

Dwight Howard parla della stagione degli Orlando Magic: nel corso di questo 2010-2011 gli Orlando Magic hanno fatto un passo indietro rispetto agli scorsi anni, dato che a fronte di una buona regular season sono però usciti al primo turno di play-off contro gli Atlanta Hawks. Il loro leader, Dwight Howard, ha parlato della stagione di Orlando: “non credo che si possano dare delle colpe al nostro allenatore Stan Van Gundy. Lui ha sempre cercato di farci arrivare pronti ad ogni sfida, anche se poi i risultati non sono stati soddisfacenti. Mi aspetto un contributo migliore da Arenas il prossimo anno, l’ultima volta che abbiamo parlato mi ha detto che quest’estate lavorerà per presentarsi in condizioni migliori per la prossima stagione, sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista mentale. Credo che non si sia ancora veramente integrato nel nostro gioco, e che le sue caratteristiche siano state un po’ snaturate. Dobbiamo metterlo nelle condizioni di rendere al meglio”.

Dwane Casey è il nuovo allenatore dei Toronto Raptors: dopo aver rinunciato a Jay Triano, la dirigenza dei Raptors ha scelto il nuovo allenatore: Dwane Casey, che nel corso degli ultimi 3 anni ha svolto il ruolo di assistente ai Dallas Mavericks ed è un fresco vincitore del titolo NBA. Casey, 54 anni, è un coach molto attento alla fase difensiva ed ha svolto il ruolo di assistente allenatore per un lungo periodo ai Seattle Supersonics, e più precisamente dal 1994 al 2005. Quello a Toronto sarà il suo secondo incarico come capo allenatore, dato che nel 2005-2006 aveva già allenato i Minnesota Timberwolves conducendoli ad un record di 33 vittorie e 49 sconfitte. Egli rimase a Minnesota anche per la prima metà di stagione 2006-2007 ma, nonostante un discreto record di 20 vittorie ed altrettante sconfitte, venne sostituito dalla dirigenza.

Il lock-out preoccupa non solo i tifosi, ma anche i giocatori: molti giocatori della NBA stanno dichiarando la loro preoccupazione nel caso in cui le trattative tra la Lega, l’associazione giocatori e i proprietari delle franchigie non dovessero andare a buon fine, con conseguente slittamento del campionato. Ad esempio Luke Walton, ala dei Los Angeles Lakers, ha dichiarato che “la NBA si trova in un ottimo momento dal punto di vista del pubblico. I tifosi ci seguono, ci supportano, e contribuiscono al nostro successo grazie agli ascolti televisivi, all’acquisto dei biglietti e del merchandising. Credo che, in caso di lock-out, alcuni di loro resterebbero delusi, e questo secondo me sarebbe un grave errore”. Lo stesso disappunto è stato espresso da Tony Allen dei Memphis Grizzlies, da Royal Ivey degli Oklahoma City Thunder e dall’assistente allenatore dei Lakers, il leggendario Kareem Abdul-Jabbar.

Chris Wallace parla del futuro dei Memphis Grizzlies: il GM dei Memphis Grizzlies, Chris Wallace, ha parlato della squadra e del mercato nel corso di un’intervista. Ecco le sue parole: “sicuramente la dirigenza non si accontenta di aver vinto la prima serie di play-off della propria storia, né si accontenta dei miglioramenti avvenuti nel corso dell’ultima stagione. Dobbiamo ancora lavorare per raggiungere il nostro obiettivo, che è il titolo. Ho parlato con Gasol a Barcellona, e gli ho spiegato che lui a Memphis potrà continuare a crescere in un ambiente ambizioso: adesso deve prendere la sua decisione. Per quanto riguarda OJ Mayo e Rudy Gay, se dovesse arrivare un’offerta importante li cederemmo. Non sarà facile perchè sono due giocatori a cui teniamo, ma di fronte ad un affare li lasceremmo andar via”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Continua a leggere

NBA News News

NBA – News sul mercato

– E’ ufficiale: Ricky Rubio sbarcherà in NBA: la voce si rincorreva da diverse settimane, e adesso è arrivata anche l’ufficialità. Ricky Rubio, uno dei migliori giocatori europei in circolazione, vestirà la maglia dei Minnesota Timberwolves nel corso della prossima stagione. Rubio venne scelto nel Draft del 2009 ma rimase a Barcellona per continuare la sua carriera. Dopo due anni il playmaker spagnolo ha sciolto anche gli ultimi dubbi e proverà ad affermarsi anche nella Lega più prestigiosa del mondo.

– I Miami Heat lavorano sul proprio roster: è stato uno degli uomini-rivelazione degli ultimi play-off, e Miami ha deciso di puntare nuovamente su di lui anche per la prossima stagione. Gli Heat hanno infatti esercitato l’opzione sul contratto del playmaker Mario Chalmers, che altrimenti sarebbe diventato free agent il primo luglio. Insieme a lui verranno confermati anche il tiratore James Jones e probabilmente anche Eddie House, mentre più incerto è il futuro di Mike Bibby. Infine, il centro Zydrunas Ilgauskas dovrebbe ritirarsi dal basket.

– Quale futuro per Greg Oden?: è stato uno dei giovani talenti più forti visti nell’ultimo decennio, ma a causa di problemi fisici Greg Oden (prima scelta del Draft 2007) non è mai riuscito ad esprimere tutto il suo potenziale. I Portland Trail Blazers, nonostante i ripetuti guai fisici del centro che in quattro anni ha giocato appena 82 partite sulle 328 totali disputate dalla sua squadra, eserciteranno l’opzione nel suo contratto e lo terranno con loro anche per il prossimo anno, pagandogli uno stipendio di ben 8.7 milioni di dollari. L’agente di Oden ha affermato che la situazione fisica del ragazzo, il quale ha appena 23 anni, è ancora piuttosto critica, e che difficilmente lo rivedremo in campo prima di gennaio.

– Jason Terry si appella ai suoi compagni: “tornate qui e proviamo a difendere il titolo, tutti insieme”: Jason Terry ha rivolto un appello ai suoi numerosi compagni che, dal primo luglio, diventeranno free agent. La lista comprende nomi importanti come JJ Barea, Tyson Chandler, Caron Butler, Peja Stojakovic, DeShawn Stevenson e Brian Cardinal. Le situazioni sono differenti una dall’altra, e al momento lo scenario è questo: Barea, Butler, Stevenson e Cardinal dovrebbero restare, mentre Chandler e Stojakovic sono i giocatori più a rischio. Chandler avrà sicuramente molti estimatori sul mercato, un po’ per il suo valore e un po’ perchè nel ruolo di centro non ci sono molti atleti dotati come lui. Stojakovic, invece, vorrebbe passare gli ultimi anni della sua carriera in un contesto che lo veda più come protagonista che non come rincalzo di lusso.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Continua a leggere

NBA

Gli Heat ipotecano le Finals

Si è detto molto sui Miami Heat nel corso di questa stagione, ma piano piano questa squadra sta demolendo tutte le teorie negative che sono state fatte su di essa.   Si è parlato della scarsa incisività di Bosh nelle partite che contano, del fatto che i Big Three accentrassero troppo il gioco, della mancanza

Continua a leggere

NBA

La legge di LeBron: gli Heat impattano la serie

Alla vigilia di Gara-2 delle Eastern Conference Finals c’erano due certezze: difficilmente Chicago avrebbe ripetuto la straordinaria prestazione di Gara-1, mentre gli Heat erano chiamati a reagire dopo una sconfitta in cui hanno mostrato tutti i propri limiti. Bene, ora che Gara-2 è agli archivi possiamo dire che gli Heat hanno risposto alla grande e

Continua a leggere

NBA

I Fantastici 15 della NBA

119 tra commentatori televisivi, radiofonici e della carta stampata hanno votato per decretare i “Fantastici 15”, ovvero i 15 giocatori che più si sono distinti nel corso della stagione regolare NBA. Ognuno dei 119 commentatori doveva indicare 3 quintetti, ciascuno dei quali composto da 2 guardie, 2 ali ed 1 centro. I giocatori inseriti nel

Continua a leggere

NBA News News

NBA – News sui Minnesota Timberwolves, i Toronto Raptors, ascolti TV…

I Minnesota Timberwolves, tra Rubio e la scelta numero 2: Ricky Rubio ha fatto sapere ai dirigenti del Barcellona che entro giugno prenderà una decisione: egli sceglierà se rimanere in Spagna un altro anno oppure se andare in NBA, naturalmente ai Timberwolves che lo hanno scelto. In realtà il giocatore ha già scelto di iniziare la propria carriera americana, ma aspetta nuove notizie sul lock-out dato che non vorrebbe stare fermo per troppi mesi. Per quanto riguarda sempre i Timberwolves, essi hanno ottenuto la scelta numero 2 per il prossimo Draft, e secondo quello che riporta la ESPN potrebbero cederla a qualche squadra in cambio di giocatori esperti e in grado di elevare da subito il livello di competitività della squadra.

E’ tempo di grandi decisioni a Toronto: il General Manager dei Toronto Raptors, Bryan Colangelo, ha confermato l’allenatore Jay Triano e il suo staff tecnico anche per la prossima stagione, nonostante i risultati poco esaltanti di questo 2010-2011. Ma la situazione di Triano non è l’unica in bilico. Il vice-presidente Maurizio Gherardini, ad esempio, rischia il posto, e lo stesso Colangelo ha detto che la dirigenza non ha preso ancora una decisione sul suo futuro. Nelle prossime settimane il quadro sarà più chiaro, certo è che per la prima volta si parla in modo concreto dell’allontanamento di Gherardini, che fu il massimo sponsor di Andrea Bargnani come prima scelta del Draft 2006, effettuata proprio dai Raptors. E se insieme a lui se ne andasse da Toronto anche Bargnani?

Vanno benone gli ascolti televisivi dei Play-Off: la NBA ha comunicato alcuni dati relativi agli ascolti televisivi in America dei Play-Off tuttora in svolgimento. Le partite del primo turno hanno fatto segnare una media di 4 milioni e 920 mila telespettatori, in aumento rispetto ai 3 milioni e 740 mila dell’anno scorso. Per quanto riguarda il secondo turno, quest’anno la media è stata di 6 milioni e 140 mila telespettatori per ogni partita, mentre l’anno scorso erano 4 milioni e 420 mila. Infine, Gara-1 delle finali della Eastern Conference tra i Chicago Bulls e i Miami Heat è stata vista da ben 11 milioni e 100 mila telespettatori.

Larry Bird non ha ancora scelto il futuro allenatore degli Indiana Pacers: il presidente degli Indiana Pacers, Larry Bird, ha fatto sapere che ancora non ha scelto l’uomo che allenerà la squadra il prossimo anno. Per ora Indiana ha un allenatore in carica, che è Frank Vogel, e lo stesso Bird ha ammesso che “lui è attualmente il nostro candidato numero uno. Molte persone sono convinte che allenerà anche la prossima stagione da noi, ma in realtà ancora non abbiamo deciso. Gli altri due candidati sono Mike Brown e Rick Adelman. Brown ha fatto un lavoro fantastico sia qui da noi che ai Cleveland Cavaliers, mentre Adelman è un altro grande allenatore, che sa tirare fuori il meglio dai suoi giocatori. Sta adesso a noi la scelta. Io sono sicuro che questa squadra abbia delle potenzialità, e che possiamo fare molto meglio rispetto alle 37 vittorie della scorsa stagione. Per questo dobbiamo scegliere l’uomo giusto”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Continua a leggere

NBA News News

NBA – News sulla draft lottery, il mercato-allenatori, il futuro di Memphis…

Stanotte ci sarà la Draft Lottery: questa notte, alle 02:30 ora italiana in quel di New York (diretta televisiva su ESPN), verrà eseguita l’estrazione delle palline per determinare l’ordine di scelta delle squadre nel prossimo Draft. Saranno 12 le squadre che si contenderanno le prime tre scelte, e ognuna di esse avrà un determinato numero di “palline” sulle 1000 a disposizione. Ecco il numero di “palline” assegnate a tutte le squadre in base al loro record e alle scelte ricevute dalle altre in scambi di mercato:

Minnesota Timberwolves: 250
Cleveland Cavaliers: 227
Toronto Raptors: 156
Washington Wizards: 119
Utah Jazz: 82
Sacramento Kings: 76
Detroit Pistons: 43
Charlotte Bobcats: 17
Milwaukee Bucks: 11
Golden State Warriors: 8
Phoenix Suns: 6
Houston Rockets: 5

Il mercato degli allenatori è sempre nel vivo…ecco le ultime novità: molte squadre si stanno guardando intorno per scegliere un nuovo allenatore, a partire dai Los Angeles Lakers che per ora sono sempre divisi tra Rick Adelman, Mike Dunleavy e Brian Shaw. I New York Knicks dovrebbero mantenere Mike D’Antoni in panchina, mentre sembra che gli Houston Rockets abbiano virato decisamente su Lawrence Frank, il quale attualmente fa l’assistente ai Celtics. Gli Utah Jazz invece hanno confermato Tyrone Corbin anche per la prossima stagione. Infine Jim Cleamons, storico assistente di Phil Jackson, potrebbe diventare il nuovo allenatore della nazionale portoricana.

Doc Rivers parla dei suoi Celtics: Doc Rivers, fresco del rinnovo con i Boston Celtics per altri 5 anni a 35 milioni complessivi, ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni al Boston Herald. Ecco le sue parole: “quando abbiamo ceduto Perkins abbiamo avuto delle difficoltà per integrare i nuovi arrivati, e infatti abbiamo perso qualche partita di troppo. Ma non credo che con Perkins sarebbe cambiato qualcosa nei play-off, dove invece siamo stati penalizzati dall’infortunio di Rondo. So che un anno fa stavo per prendermi una o più stagioni di riposo, così come so che ci sono molte voci su squadre interessate a me. Ma non mi interessano, francamente sia un anno fa e sia adesso io voglio allenare soltanto i Celtics. Magari in futuro mi capiterà di allenare un’altra squadra, ma adesso non mi immagino da nessuna altra parte se non a Boston”.

A Memphis ci si interroga sul futuro di Rudy Gay e Marc Gasol: i Memphis Grizzlies sono stati la squadra-rivelazione di questi play-off, dato che al primo turno sono riusciti ad eliminare la squadra con il miglior record della Western Conference, i San Antonio Spurs. La loro corsa si è fermata al secondo turno, dove hanno fatto faticare gli Oklahoma City Thunder per ben sette partite, ed ora ci si interroga su alcune questioni spinose per il futuro. Ad esempio, l’inserimento dell’infortunato Rudy Gay in questa squadra porterà più benefici o più danni? La dirigenza ha fatto sapere ufficialmente che l’ipotesi di cedere Gay “non viene nemmeno presa in considerazione”. Per quanto riguarda Marc Gasol, che si trova in scadenza di contratto, le intenzioni della franchigia è di rinnovarglielo il prima possibile. Chris Wallace, il General Manager, ha definito il rinnovo di Gasol come “la nostra priorità numero 1 in questa off-season”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Continua a leggere