Zach Randolph fronteggia DeAndre Jordan, dalle sue mani passa il destio offensivo di Memphis

Zach Randolph fronteggia DeAndre Jordan, dalle sue mani passa il destino offensivo di Memphis

Si gioca al FedEx Forum la gara 3 tra i Grizzlies ed i Clippers, i primi due scontri sono stati all’insegna dell’intensità e dellequilibrio.

L’inizio del primo quarto non delude le attese, le due squadre cominciano subito forte in difesa, Memphis è molto aggressiva con gli aiuti, mentre i Clippers proteggono bene il ferro con due stoppate di Jordan e Griffin; è quest’ultimo il go to guy della squadra di coach Del Negro, 10 punti per lui con 4/6 dal campo.

Dall’altra parte gran primo quarto di Randolph, 13 punti. Nella seconda metà del quarto l’attacco di Memphis comincia a funzionare e la differenza la fanno i due lunghi, 14 a 8 a favore di Memphis il punteggio nell’area pitturata. Nel complesso i Grizzlies giocano un miglior primo quarto, nonostante il deficitario apporto di un uomo chiave come Conley. Il primo quarto si chiude con un parziale di 20 a 23.

L’inizio del secondo quarto e il territorio dei secondi quintetti, ma al FedEx Forum i Grizzlies reggono all’impatto di Crawford e compagni, con Dooling e Bayless che piazzano due triple che obbligano coach Del Negro al time out. Il fattore campo incide sul secondo quarto e Memphis trova scelte di tiro sensate ed alte percentuali.

I Clippers faticano a segnare e soffrono l’aggressività dei Grizzlies che rischiano sulle linee di passaggio, forzando 5 palle perse e tendendo LA su basse percentuali; il primo tempo si chiude con il punteggio di 39 a 47 a favore di Memphis.

Nel terzo quarto Memphis continua ad essere aggressiva su tutti i possessi e a rimbalzo e mantiene il vantaggio; è ancora Randolph uno dei protagonisti offensivi. I Grizzlies continuano ad essere padroni del ritmo della partita e a metà del quarto arrivano ad un vantaggio massimo di 14 punti. I Clippers nella seconda parte del quarto riescono ad andare più spesso in contropiede e si mantengono in linea di galleggiamento: 62 a 70 il parziale.

L’ultimo quarto di gioco continua sulla falsariga dei precedenti: i Grizzlies puntano sulla fisicità e sulla difesa e prendono il largo grazie ad un Randolph in serata di grazia. I Clippers provano a rientrare ma non vanno mai in ritmo,  Chris Paul non mette a referto neanche un punto nell’ultima frazione, il punteggio finale è 82 a 94 Grizzlies.

Memphis la mette sulla intensità e chiude le porte della sua difesa ai Clippers. Soltanto 8 punti per Chris Paul, anche grazie all’ottima prestazione difensiva di Pondexter. Altra chiave della gara i rimbalzi offensivi, 17 a 5 per Memphis, che hanno portato molti punti da seconda chance, 22 a 4. Randolph scodella una partita delle sue: 27 punti e 11 rimbalzi con i 50% dal campo.

Il migliore dei Clippers è Blake Griffin con 16 punti. Questa volta la second unit di LA non incide, e Memphis si giova del ritorno in Tennessee e comanda il ritmo della gara, tenendo la partita su un basso numero di possessi e concedendo solo 82 punti. La serie sembra ancora molto lunga. Gara 4 al FedEx Forum nella notte tra sabato e domenica.

Post By Francesco Trafficante (95 Posts)

Seguo il basket NBA dal 2000, quando Vince Carter volava sui cieli di Oakland e quando i Lakers battevano i Trail Blazers alla settima. Studio giurisprudenza presso la facoltà di Palermo, mi piace la musica e suono la chitarra. Ma soprattutto, sono NBA-dipendente... Email: big.ideas@hotmail.it Twitter: @sleepinpill87

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.