Link all’articolo originale su FootballNation.it:

Round 1, pick 27: Duane Bucannon, S, Washington State Cougars Duane BucannonI Cardinals si sono spinti subito alla ricerca di quel prospetto da affiancare a Tyvann Mathieu sul profondo, e hanno trovato un giocatore che parrebbe integrarsi alla perfezione con il talento da Louisiana State, già protagonista alla sua prima stagione tra i professionisti, almeno fino a quando non è uscito di scena a causa dell’infortunio al ginocchio; proprio questo problema fisico ha indirizzato ancor di più Arizona verso Bucannon, ragazzo versatile in grado di coprire con la stessa efficacia sia il naturale ruolo di Free Safety, sia quello di Strong, dove dovrebbe alternarsi con Rashad Johnson prima di rilevarne definitivamente il posto. Molto fisico, nel corso della carriera universitaria con i Cougars ha dimostrato di supportare adeguatamente la difesa contro le corse e di saper fare un buonissimo lavoro in copertura, mettendo anche spesso le mani sull’ovale, come confermano i 15 intercetti messi a segno in NCAA. A fine primo round, anche se leggermente inatteso, è una buona presa per la franchigia di Phoenix, che ha preferito dirigersi su di lui piuttosto che sul quarterback del futuro o sull’outside linebacker di cui avrebbero comunque avuto bisogno.

Round 2, pick 20 (52): Troy Niklas, TE, Notre Dame Fighting Irish Troy NiklasAd Arizona non serviva particolarmente un nuovo tight end dopo la firma di John Carlson, ma i problemi fisici suoi e di Rob Housler, l’altro TE, hanno probabilmente convinto il coaching staff ad investire sull’ultimo prodotto di Notre Dame per questo ruolo; Bruce Arians che ama circondarsi di ottimi TE bloccatori per lo sviluppo dei suoi giochi di corsa e fornire protezione sui passaggi al quarterback, ha individuato in Niklas il tipo di giocatore in grado di rispondere perfettamente a queste esigenze. Ancora da affinare in fase di ricezione, è nato linebacker, l’ex Irish ha tutto per diventare un’importante opzione per l’attacco aereo dei Cardinals, e rischia seriamente di trovare posto come starter fin dalle prime battute della regular season.

Round 3, pick 20 (84): Kareem Martin, DE, North Carolina Tar Heels Kareem MartinDiscreto pass rusher, offre buone garanzie come End negli schieramenti 4-3, utilizzati spesso dai Cardinals nell’ultima stagione, quando hanno deciso di variare spesso allineamento, splittando dal tradizionale 3-4 verso lo schema con 4 uomini sulla linea di scrimmage; fisicato, con North Carolina non ha mai messo insieme grandissimi numeri, ha impressionato per la sua stazza e l’impatto che può avere contro le OL avversarie. Con Darnell Dockett che ha compiuto 33 anni lo scorso mese, Arizona ha messo la prima pietra per il futuro, e allo stesso tempo ha allungato un reparto rimasto un po’ corto dopo questa prima parte dell’offeason.

Round 3, pick 27 (91 from Saints): John Brown, WR, Pittsburgh State Gorillas John BrownMessosi in luce nel East-West Shrine Game, questo piccolo e scattante wide receiver da Pittsburgh State, Kansas, sembra essere il giocatore ideale per sostituire Andre Roberts, perso durante la free agency, nel ruolo di slot, da sempre piuttosto fondamentale nell’economia del gioco offensivo dei Cardinals; piuttosto veloce, alle combine è stato secondo solo a Brandin Cooks (4.34 contro i 4.33 fatti segnari dall’ex Oregon State), è reduce da una senior season in cui ha ricevuto per 1,198 yards e 14 touchdowns, chiudendo tra i migliori della Division II, dove si è fatto notare anche come punt returner, altra spot che potrebbe ricoprire a Phoenix.

Round 4, pick 20 (120): Logan Thomas, QB, Viriginia Tech Hokies Logan ThomasUna scommessa per Arians e per i Cardinals, che con la garanzia rappresentata da Carson Palmer nel ruolo di starter, proveranno a sviluppare questo interessantissimo quarterback da Virginia Tech, dotato di talento ma che non è ancora riuscito a trovare una propria dimensione, nonostante misure fisiche, mobilità e potenza del braccio siano un mix che difficilmente si trova in un giocatore portato per ricoprire questo ruolo; appena arrivato in NCAA Thomas sembrava destinato ad un grandissimo futuro nel football professionistico, invece vuoi per la pochezza del materiale messogli a disposizione negli Hokies, vuoi per una maturazione non ancora completata, ha giocato molto al di sotto delle sue potenzialità, risultando molto incostante e non sempre all’altezza delle aspettative. A livello di impegno non si discute, ma dal lato del gioco, ha certamente ancora tanto da imparare, toccherà al coaching staff di Arizona provare a trasformarlo in un potenziale titolare NFL.

Round 5, pick 20 (60): Ed Stinson, DE, Alabama Crimson Tide Ed StinsonAltro End utile per allungare un reparto un po’ scoperto per Arizona, sceso così in basso per i problemi fisici che hanno insinuato diversi dubbi sulla sua integrità e sulla sua possibilità di durare a lungo tra i professionisti, dove ha comunque i numeri per giocarvi; buon pass rusher, il suo problema maggiore è rappresentato dal fatto che tende a stare troppo alto dopo lo snap e quindi diventare una facile preda per i bloccatori avversari. Da molti scout era considerato un doppione di Martin, da ieri diventato un suo nuovo compagno di squadra, per questo la sua chiamata da parte dei Cardinals ha stupito un po’ tutti gli addetti ai lavori.

Round 6, pick 20 (196): Walt Powell, WR, Murray State Racers Walt PowellCome sopra, Powell per misure fisiche e caratteristiche tecniche ricorda parecchio il suo nuovo compagno di squadra Brown, anche se rispetto a lui non sembra godere della stessa accelerazione in campo aperto, dove deve fare più affidamento sulle finte per eludere l’intervento dei difensori avversari e conquistare yards; proveniente dalla Division I-AA, ha fatto una buona impressione durante le combine e nel workout privato, dove ha preso qualsiasi pallone lanciatogli, mostrando di possedere due ottime mani. Anche lui è utilizzabile come returner, ruolo in cui potrebbe essere inizialmente utilizzato nei Cardinals.

Undrafted free agent: Northern Arizona RB Zach Bauman; Illinois LB Jonathan Brown; Penn State LB Glenn Carson; Washington WR Kevin Smith; Newberry WR Corey Washington; Albany State OT Kadeem Williams; East Carolina DE Lee Pegues; UCLA CB Brandon Sermons; UNLV RB Tim Cornett; Alabama G Anthony Steen; Southeastern Louisiana CB Todd Washington.

Voto Finale: 6,5 Bucannon è una scelta un po’ rischiosa nel primo round ma con Mathieu compone davvero una bella coppia di safeties, e nonostante potesse essere chiamato anche più tardi, va condiderato un buon innesto per i Cardinals, che hanno lavorato bene anche al secondo round, Niklas, e al quarto, andando a prendersi Logan, certamente uno dei giocatori che presenta più margini di sviluppo in questa classe. Fanno storcere un po’ il naso le chiamate doppie di Martin e Stinson e Brown e Powell, visto che forse un paio di queste potevano essere utilizzate per andare sull’offensive lineman, il cornerback, o meglio ancora sull’outside linebacker che serviva.

Post By Andrea Cresta (349 Posts)

Folgorato sulla via del football dai vecchi Guerin Sportivo negli anni '80, ho riscoperto la NFL nel mio sperduto angolo tra le Langhe piemontesi tramite Telepiù, prima, e SKY, poi; fans dei Minnesota Vikings e della gloriosa Notre Dame ho conosciuto il mondo di Playitusa, con cui ho l'onore di collaborare dal 2004, in un freddo giorno dell'inverno 2003. Da allora non faccio altro che ringraziare Max GIordan...

Website: → FootballNation.it

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.