Come era prevedibile già dopo le prime gare di postseason, i San Francisco Giants vanno a giocarsi le World Series contro i Kansas City Royals dopo aver vinto anche gara 4 e gara 5 in casa contro i St. Louis Cardinals.

Gara 4 termina 6 a 4. Al vantaggio iniziale dei Cardinals per il punto segnato da Matt Carpenter (spedito a casa base dalla singola di Matt Adams) risponde subito nella parte bassa del primo inning Gregor Blanco che segna l’immediato pareggio, correndo sull’eliminazione di Buster Posey.

Ma è ancora St. Louis che, nel secondo inning, si riporta in vantaggio con Kolten Wong sulla singola di A.J. Pierzynski, dopo esser corso in seconda sulla propria battuta nel turno precedente. Tre out veloci per i Giants e, nel terzo inning, i Cardinals allungano con Matt Holliday che segna il 3-1 grazie a Jhonny Peralta (poi eliminato da un doppio gioco assieme a Matt Adams in seconda base) e si portato addirittura sul 4-1 con l’Home Run di Kolten Wong.

A questo punto i Giants devono avere una reazione per poter restare in gioco, e questa non tarda ad arrivare. Infatti, nella parte bassa del medesimo inning, recuperano subito due punti con Buster Posey che fa correre sul piatto di casa base Joaquin Arias per il 4-2 e Hunter Pence che, con due out, manda a segno Buster Posey, così San Francisco si rimette in partita.

Entrambe le squadre, ovviamente, hanno mille motivi per non perdere questa partita: i Giants sono tenuti a portarsi in ampio vantaggio sul totale di gare vinte nella serie, ed i Cardinals devono a tutti i costi vincere per restare in gioco ed avere la possibilità di tornare a St. Louis per non trovarsi con l’ultima speranza di restare a galla in gara 5, fuori casa.

La partita si fa tirata, ed è il sesto inning quello che decide le sorti del match. L’ottima giocata di Gregor Blanco permette a Juan Perez di segnare il pareggio ed a Brandon Crawford di correre in terza base per poi (per la battuta di Joe Panik) arrivare a casa base per il vantaggio 5-4 Giants.

Non contenti, riescono in quello che fino ad adesso era mancato loro, ovvero, chiudere la partita sfruttando ogni occasione possibile. Infatti, Buster Posey batte una singola che consente a Gregor Blanco di segnare il 6-4 che sarà anche il risultato finale.

Gara 5 potrebbe essere l’ultima gara di questa serie. Il match è decisivo per concedere ai Cardinals di tornare a casa per giocarsi il continuo di questa fase della postseason, oppure tornare a casa poichè in finale di World Series andranno i Giants.

La seconda opzione è quella che si verificherà, dato il risultato finale che vede San Francisco vincere per 6-3. Come nella gara precedente è St. Louis a portarsi subito in avanti col punteggio grazie a Jon Jay che, al terzo inning, batte la valida che permette a Tony Cruz di segnare il momentaneo vantaggio.

Il pareggio dei Giants è ancora una volta subitaneo poiché Joe Panik spedisce fuori campo la sua battuta (Adam Wainwright sul monte di lancio) trascinandosi dietro Gregor Blanco che decreta il 2-1 Giants. I Cardinals tornano alla battuta al quarto inning e subito Matt Adams segna un Home Run sulla palla curva di Madison Baumgarner che poi da Tony Cruz si farà pure mandare fuori campo (con due out) una palla slider per il 3-2 in favore di St. Louis. La gara scorre veloce sugli out ed i tempi stringono per i Giants che, se vogliono accedere subito alle finali della MLB, devono rovesciare il risultato.

All’ottavo inning è ancora Home Run per i padroni di casa, il quale consente di agguantare il pareggio grazie a Michael Morse, appena entrato in battuta per Madison Baumgarner.

Seguono poi tre out che ridanno ai Cardinals il turno d’attacco. Però non riusciranno a sfruttarlo, complici gli avversari che, difensivamente, concedono poco e niente. Si arriva quindi all’ultimo inning, parte bassa, ed è qui che i Giants accedono ufficialmente alle World Series.

Grazie ad un altro Home Run questa volta di Travis Ishikawa sulla fastball di Michael Wacha, subentrato proprio ad inizio del turno difensivo a Pat Neshek, che spinge sul piatto di casa base anche Joaquin Arias e Brandon Belt per il 6-3 finale.

I San Francisco Giants chiudono la serie 4-1, vincono la Division Series ed andranno a Kansas City per la prima gara delle World Series 2014 contro i Royals, i quali, le hanno già vinte per la prima ed unica volta nel 1985.

Successo meritato per i Giants che, salvo rare occasioni, sono sempre stati superiori ai Cardinals sia difensivamente, sia in attacco. Ora dovranno confermare e trovare grandi risorse per arginare il forte attacco di Kansas e non tralasciare nessuna occasione, sfruttando a pieno tutte le possibilità per tentare di portarsi a casa la vittoria delle World Series dopo quella di due anni fa. San Francisco ha tutte le carte in regola per farlo o comunque, giocarsela al massimo.

Post By McCarter (41 Posts)

Appassionato ed esperto di USA sotto ogni aspetto, seguo con passione NFL,MLB e NBA...tifoso sopratutto dei Carolina Panthers, Chicago Bulls e Los Angeles Dodgers, per me gli USA sono un chiodo fisso!

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.