Dopo le “sgambate” tipo quella contro la Nigeria, ora per il Team USA si farà sul serio…

Con il programma serale di Lunedì, che vedeva impegnate Spagna, Brasile, Usa ed Argentina, si sono chiusi i gironi di qualificazione per i quarti del torneo olimpico di Pallacanestro.

Nonostante tutte le quattro squadre impegnate fossero già qualificate entrambe le partite avevano una loro importanza; la prima (Spagna- Brasile) era stata preceduta da molte chiacchere, infatti sembrava che ad entrambe le squadre interessasse più perdere che vincere e questo per evitare di incontrare gli Stati uniti fino alla finale; la seconda (USA- Argentina) era un ottimo test in vista quarti per entrambe le formazioni con Team Usa che voleva riscattare una prova non certo brillantissima contro la Lituania e l’ Argentina, priva di Prigioni, che voleva chiudere il girone con una prova convincente cercando ancora una volta di mettere in difficoltà il team di coach-K come già fatto nelle amichevoli pre-olimpiche.

Se Spagna-Brasile è andata come un po’ tutti sospettavamo, ovvero una partita giocata fino al terzo quarto ed un ultimo periodo in cui le furie rosse tiravano decisamente il freno a mano dando spazio al rientro Barbosa e compagni consegnandogli la vittoria (ergo evitare Team Usa fino alla finale), Argentina- Team Usa è stata partita vera.

Mentre nel primo tempo entrambe le squadre hanno pensato più ad attaccare che a difendere con buone percentuali offensive ed in generale con poca difesa, il secondo tempo è stato l’esemplificazione delle potenzialità della formazione americana.

Coach Krzyzewsky ha chiesto ai suoi di cambiare marcia nel terzo quarto e grazie ad una difesa asfissiante che rendeva persino difficile il primo passaggio alla formazione albi-celeste e ad un Kevn Durant in versione Rucker Park con 5/6 nel tiro da tre punti Team Usa ha chiuso il terzo periodo con un parziale di 42-17 che ha sancito la fine della partita.

Quello che ha più impressionato ancora una volta è stata la capacità del team a stelle e strisce di cambiare marcia soprattutto in difesa il che ha poi generato un attacco migliore con tiri aperti e contropiedi. A tutto questo si è aggiunto un KD irreale ed una fisicità che il team argentino non ha saputo e potuto limitare e che ha portato alla fine del terzo periodo ad una scaramuccia tra Chandler e Scola che potrebbe avere un seguito nel proseguo del torneo.

Ora però per tutte le selezioni inizia un nuovo torneo dove quello che è stato fatto fino ad ora conta relativamente; il quadro dei quarti mostra tutte sfide interessantissime e che ora andremo ad analizzare.

 

USA-AUSTRALIA

(Usa 5-0; Durant 18,5 pti; Love 6,4 reb; Paul 5.8 ast)

(Aus 3-2; Mills 20.2 pti; Andersen 6,4 reb; Dellavedova 4,6 ast)

 Sulla carta è il quarto di finale più scontato; la seleziona Australiana si può ritenere soddisfatta del percorso fin qui fatto impreziosito dalla vittoria nell’ ultima partita del girone con gli allora imbattuti russi. Team Usa potrà avere un approccio alle fasi ad eliminazione diretta un po’ più soft facendo riposare ancora Kobe Bryant nel tentativo di preservarlo per le partite valide per una medaglia.

La situazione ideale per la formazione a stelle e strisce potrebbe essere quella di una partenza decisa con difesa asfissiante per scavare un solco importante fin da subito permettendo poi a Coach K di utilizzare questa gara per provare qualche cosa di nuovo sia a livello offensivo che difensivo concedendo magari qualche minuto in più agli ultimi giocatori della rotazione.

 Pronstico: Team Usa

 

FRANCIA-SPAGNA

(Fra 4-1; Batum 16,8 pti; Batum 5,8 reb; Diaw 4,2 ast)

(Spa 3-2; Gasol P. 20,6; Gasol P. 6,0; Fernandez 3,4 ast)

 Riedizione della finale degli Europei 2011 questa volta la Francia non potrà accontentarsi di esserci perché questo vorrebbe dire mancare la medaglia olimpica.

Prima dell’ inizio del torneo il pronostico sarebbe stato a vantaggio delle furie rosse, vuoi per il maggior talento complessivo vuoi anche perché Le Blues si presentavano alla manifestazione con un TP fuori condizione e con un Diaw che non può più essere quello di qualche stagione fa.

Dopo la partenza choc con gli Stati Uniti dove nulla aveva funzionato la Francia piano piano nel corso della manifestazione sembra essere cresciuta di condizione nonostante le difficoltà mostrate a mantenere la concentrazione in situazioni di vantaggio. Batum ha giocato un ottimo torneo e potrebbe essere lui, a patto di avere un Parker in condizione, l’ago della bilancia nella sfida alla Spagna.

Sergio Scariolo avrà il suo bel da fare per compattare una selezione che per tutto il corso del torneo ha dimostrato una preoccupante incapacità di unire il talento, che certamente non manca, ad una continuità di prestazioni e gioco.

La sconfitta con il Brasile ha evitato alla Spagna di dover affrontare in una ipotetica semifinale Team Usa; rimane il fatto che prima bisognerà riuscire a sconfiggere il team transalpino. Fondamentale sarà vedere in che condizioni saranno alcuni dei giocatori principali di questa selezione spagnola con i due fratelli Gasol e Rudy Fernandez che dovranno inevitabilmente salire di colpi.

Con un Navarro a mezzo servizio e con la rinuncia forzata a Ricky Rubio la Spagna dovrà sperare in una ottima prestazione sui due lati del campo del trio Calderon- Lull- Rodriguez che avranno il compito sia di limitare Parker che di cercare di innescare le numerose armi offensivedi cui il team iberico dispone.

Rimane una partita difficile da decifrare anche se la maggior abitudine degli spagnoli a giocare gare di questa importanza fa pendere l’ago della bilancia a loro favore.

 Pronostico: Spagna

RUSSIA-LITUANIA

(Rus 4-1; Kirilenko 18,2 pti; Kirilenko 6,2 reb; Shved 5,4 ast)

(Lit 2-3; Kleiza 18,3 pti; Kleiza 6,3 reb; Jasikievicius 6,0 ast)

 Altra sfida molto affascinante che vede scontrarsi due team divisi da forte rivalità. La Russia è stata fin qui una delle sorprese del torneo mantenendo l’imbattibilità fino all’ ultima partita contro l’Australia persa di soli due punti.

La Russia è stata capace lungo il corso del torneo di vincere alcune partite tirate e questo potrebbe tornare utile in vista della partita contro la Lituania che dovrebbe essere piuttosto equilibrata. Kirilenko dovrà farsi carico di molte responsabilità cosa che in carriera qualche volta non è stato in grado di fare. Le chiavi del attacco saranno date ancora una volta a Shved, giocatore dalla visione di gioco strepitosa, ma fondamentale sarà l’apporto di tutti i giocatori russi conditio sine qua non per poter andare avanti nel torneo.

La Lituania ha alternato prestazioni positive come quella con Team Usa (unica squadra fino ad ora ad essersela giocata con gli americani) a prove sconcertanti come l’esordio con l’Argentina ed in generale ha giocato un torneo forse leggermente al di sotto delle proprie aspettative. Il Team Lituano non sembra esser più quello di qualche stagione addietro ma nonostante questo non parte battuto nella sfida di quarti di finale.

 Pronostico: Russia

BRASILE-ARGENTINA

(Bra 4-1; Barbosa 15,0 pti; Varejao 7,4 reb; Huertas 6,1 ast)

(Arg 3-2; Scola 20,2 pti; Ginobili 6,0 reb; Ginobili 4,8 ast)

 Un clásico calcistico, che da sempre divide questi due paesi, questa volta si giocherà su un campo di 28 metri dove, al fascino del sombrero e del doppio passo si sostituirà l’euro-step ed i no-look pass di Ginobili o le accelerazioni di Barbosa e la difesa competente di Varejao.

Il Brasile, guidato dal mago argentino (!!) Ruben Magnano, ha disputato fin qui un ottimo torneo qualificandosi seconda nel proprio girone e accettando quindi l’affascinante sfida di giocarsi una eventuale semifinale con gli Stati Uniti.

Formazione con un buon organico per il quarto di finale dovrebbe ritrovare il proprio centro titolare Nenè, che sta recuperando da una fastidiosa fascite plantare, e che con Varejao e Splitter forma un front-court di tutto rispetto. Dietro, al solito Barbosa sarà affidato il compito di alzare il ritmo e di prendersi cura dell’ esterno più pericoloso avversario (che risponde al nome di Emanuel Ginobili) mentre Huertas dovrà essere bravo a dare gioco al team carioca.

L’ Argentina dopo essere stata asfaltata dalla difesa americana e da un Kevin Durant in versione marziano dovrà velocemente rimettere insieme i cocci e provare ad allungare la vita di una squadra arrivata all’ ultimo ballo. Le premesse per una sfida stellare ci sono tutte e influirà molto sul risultato la capacità di recupero fisico di un team “vecchio” come quello argentino privo di ricambi all’ altezza dei titolari.

Il cuore dice Argentina… la testa sembra più indicare Brasile…

 Pronostico: Argentina

 

Da domani si inizia a fare sul serio, e tolta la sfida di Team Usa tutte le altre partite sembrano essere molto equilibrate; questi quarti di finale potrebbero sancire la fine di selezioni che hanno fatto la storia del basket internazionale degli ultimi dieci anni, Spagna ed Argentina, partite per lottare per una medaglia si trovano a dover giocare sfide molto complesse che potrebbero riservare parecchie sorprese… non ci resta che aspettare!

Post By kcrossover2012 (19 Posts)

Tifo Knicks dal 1993 e da allora non ho potuto più smettere!
blog: http://killercrossover.playitusa.com/
twitter: @kcrossover2012
Facebook: http://www.facebook.com/Killercrossover2012

Connect

2 thoughts on “Inizia il vero Torneo Olimpico: al via i quarti di finale

  1. Concordo con tre pronostici…mentre tra Argentina e Brasile secondo me ci scappa la sorpresa, ma neanche tanto, Brasile…l’Argentina credo si sia spremuta un pò troppo all’inizio, e mi sembra troppo corta…non è un caso, secondo me, che Ginobili sia allo stesso tempo sia il miglior assistmen che il miglio rimbalzista della sua squadra…

  2. Concordo con tutti i pronostici tranne argentina-brasile e spagna-francia.Il primo incontro puo vincerlo il brasile solo perche l’argentina è vecchia ma se fosse versione 2004 il brasile nn avrebbe speranze,infine dico francia perche la spagna nn mi ha convinto finora

Commenta