spurs456Incubi. Probabilmente Duncan ne è ancora afflitto dopo il lay-up sbagliato in gara 7 che avrebbe potuto portare il quinto anello su cinque partecipazioni alle NBA Finals. Non è la prima volta che succede qualcosa del genere (vedi Pat Ewing) e il 21 nero-argento di certo non si vorrà far sfuggire di mano l’occasione per redimersi.

Nonostante tutto, una nuova stagione si avvicina e il generale Popovich farà di tutto per ripetere la straordinaria stagione passata: i presupposti ci sono tutti. Potrebbe risultare molto grave la perdita di Neal, andato a Milwaukee, ma l’arrivo del nostro Belinelli potrebbe portare dal punto di vista del gioco una ventata d’aria fresca. I numeri sono pressappoco identici (quasi 10 punti di media e il 35% dall’arco per entrambi), ma Belinelli anche se non è un play-maker ha in questa parte del gioco più capacità di Neal, il che potrebbe favorire qualche uscita al gomito di Parker combinato a qualche tiro dall’arco dei vari Green, Ginobili e via discorrendo.

Dopo qualche piccolo rinnovamento nel back court, ben poco è stato cambiato nel front court, dove la maggior parte dei minuti rimane nelle mani degli stessi giocatori dell’anno scorso. Insomma Popovich ha una solidissima base da cui partire, con qualche intrigante novità tra i piccoli.

Conference: Western

Division: Southwest 

Arrivi: Marco Belinelli (Chicago, UFA), Jeff Pendergraph (Indiana, UFA)

Partenze: DeJuan Blair (Dallas, UFA), Gary Neal (Milwaukee, RFA), Tracy McGrady (Rit.)

Draft: Livio Jean-Charles (Francia), Deshaun Thomas (Ohio State)

Probabile quintetto base:

PG: Parker

SG: Green
SF: Leonard
PF: Duncan
C: Splitter

Roster

Guards: Tony Parker, Danny Green, Marco Belinelli, Nando De Colo, Manu Ginobili, Cory Joseph, Patty Mills

Forwards:  Kawhi Leonard, Tim Duncan, Matt Bonner, Boris Diaw, Livio Jean-Charles, Jeff Pendergraph, Deshaun Thomas

Centers: Tiago Splitter, Aron Baynes

Head-Coach: Gregg Popovich

La passata regular season degli Spurs è stata magistrale, chiusa al terzo posto assoluto, al secondo posto nella Western Conference dietro solo ai Thunder, che sono stati eliminati dai Grizzlies nelle semifinali di Conference. Gli stessi Grizzlies furono cancellati dagli speroni texani in sole 4 gare nella finale rossa, arrivando alle Finals quasi con i favori del pronostico.

I numeri sono grandiosi: 4° miglior attacco (103 punti di media), maggior numero di assist (25.1 per partita) e 4° posto nella classifica delle percentuali dall’arco (37.7).

Tra le altre cose, gli Spurs sono conosciuti per l’utilizzo del sistema di gioco che, tra quelli NBA, si avvicina di più al gioco europeo, merito di un guru del parquet come Popovich. Il trend all’AT&T Center a quanto pare perdurerà ancora secondo quanto visto dall’ultimo draft, soprattutto grazie all’aggiunta di Livio Jean-Charles, prodotto francese classe ’93, scelto con la numero 28 assoluta.

Ovviamente il nucleo centrale del gruppo è sempre lo stesso, con i Big Three a guidare le armate nero-argento sui parquet di tutta la lega. Ma sorge quasi spontaneo quello che sui giornali locali è ormai diventato il “thread” di moda: sarà o non sarà l’ultimo run di Duncan?

Il leader indiscusso della squadra sente di poter dare ancora qualcosa e la voglia di certo non manca. Dalla sua ha però un grande vantaggio, messo in mostra già l’anno scorso: il controllo continuo, quasi un centellinamento, dei minuti durante la regular season per poi giocarsi le carte quando conta davvero, cioè a maggio/giugno.

Attorno a lui ruotano il talento cristallino di Parker, che ancora una volta guiderà le redini del playbook di Popovich, e l’ormai consolidato sesto uomo Ginobili, anche se bisognerà ancora una volta valutare quelle che fino all’anno scorso sono state condizioni fisiche precarie, sperando in una possibile ripresa da questo punto di vista.

Ancora una volta da San Antonio ci si aspetta una stagione al top, in cerca di un altro shot al titolo, magari con un altro lay-up, da non sbagliare la prossima volta.

Post By Francesco Gentile (154 Posts)

Studente di giurisprudenza. Appassionato delle Big Four, NFL in particolare. Tifoso sfegatato Green & Gold!

Website: →

Connect

One thought on “San Antonio Spurs: Preview

Commenta