Il risultato è il medesimo delle gare di Memphis anche qui a Portland, i Blazers ci provano, si prodigano ma alla fine vincono i Grizzlies che adesso hanno 3 match point per chiudere la serie ed avanzare al secondo turno dei playoff NBA 2015.

Memphis ha vinto i primi due quarti anche di questa gara 3 e poi ha gestito con il suo gioco solido  e quadrato il ritorno di Portland che voleva sfruttare l’energia del suo pubblico per rimontare gara 3 e rientrare nella serie.

Memphis ha cominciato gara 3 senza Udrih e ha dovuto rinunciare a Conley durante il terzo quarto a causa di uno scontro di gioco subito dallo stesso Mike, ovvero una gomitata in faccia, fortuita, presa da C.J. McCollum che ha obbligato l’ex Ohio State a saltare tutta la fine di gara 3.

Ad oggi non si sa se Conley potrà rientrare per gara 4, il colpo preso è stato davvero duro, il play di Memphis proverà ad essere in campo ma la sua situazione dovrà essere valutata giorno per giorno dallo staff medico dei Grizzlies.

Nonostante queste assenze e con il ruolo di playmaker coperto da Calathes. autore di un’ottima prestazione.

A tal proposito dice coach Dave Joerger: “Penso che la sua attitudine sia stata pazzesca, non ha avuto palle perse, così entrato a freddo ha messo a referto 13 punti, 3 assist ed ha fatto funzionare la squadra”.

I Grizzlies hanno messo a segno 115 punti in trasferta a dimostrazione della solidità del sistema di Memphis e della fatica che Portland fa nel difendere.  I 62 punti segnati dai Grizzlies nel primo tempo sono un record stagionale per la squadra di Gasol.

Batum, il migliore dei suoi con 27 punti, ha portato i Blazers a meno tre con una tripla sul 94 a 91 con 2:23 da giocare, ma al momento di chiudere la rimonta Portland ha subito un canestro di Allen, poi dei liberi di Randolph e di nuovo la partita aveva preso la strada della città del Tennessee.

Dice Terry Stotts a fine partita: “Avevamo il momentum, abbiamo realizzato diversi canestri, la folla era con noi, e ho pensato che fosse una di quelle gare nelle quali troviamo un modo per portarla via, invece….”

Invece la difesa di Memphis ha reso di nuovo la vita difficile a Lillard e Aldridge, costringendo gli altri Blazers a fare gli straordinari, ma con il solo Batum efficacie in questa gara 3.

A tal proposito Aldridge dice: “Devo dare credito a Memphis, ci hanno costretto in diversi tiri complicati. Ho visto i filmati del primo tempo ed ogni volta che prendevo un tiro avevo un difensore davanti, a volte ne avevo tre. Avevano degli obbiettivi difensivi e ci hanno reso la vita davvero dura”.

Adesso Gara 4, ancora a Portland, per i Blazers è già il momento del dentro o fuori, chissà se sarà finalmente il momento per Lillard di fare un passo avanti nella serie e tornare ad essere il giocatore decisivo che è sempre stato per la sua squadra o se invece il copione rimarrà fedele ai 3 episodi precedenti nella serie con una squadra, Memphis, decisamente in controllo tecnico e fisico della serie.

 

Post By gobbazzo (41 Posts)

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.