Non si ferma la scalata degli Spartans...

È passata un’altra settimana di College Basketball. Le classifiche di Conference cominciano a delinearsi, la top 5 del ranking resta cristallizzata, ma nelle retrovie c’è un vero e proprio terremoto.

Crolla Baylor che dice addio a sogni di vittoria nella Big 12; Ohio State perde posizioni e leadership nella Big Ten.

Michigan e Michigan State continuano a risalire la classifica, mentre Florida State si conferma una certezza nella ACC.

Nella Mountain West, e nella top 25, crollano San Diego State (#24) e UNLV (#21), mentre New Mexico (#16) ipoteca la prima piazza ed entra, con merito, tra le migliori della nazione.

Wichita State (#19), Temple (#22) e Notre Dame (#20) consolidano la loro posizione e si candidano come possibili outsider in vista dei tornei di fine stagione e del gran ballo di marzo.

 

1. Kentucky Wildcats (26-1)

Si conferma senza problemi in vetta al ranking Kentucky, vincendo in scioltezza contro Ole Miss (77-62). Lamb è il top scorer della serata con 16p, ma il migliore in campo è Terrence Jones che chiude con 15p+11r. Davis mette 10p con 4st, mentre dalla panchina danno un ottimo apporto Wiltjer (13p) e Miller (14p). I Wildcats dopo una settimana tranquilla, nei prossimi giorni giocheranno @Mississipi State e contro Vanderbilt, cercando di rimanere imbattuti nella SEC e in vetta al ranking.

 

2. Syracuse Orange (27-1)

Tiene il passo dei leader Syracuse, che supera indenne un’insidiosa settimana. Vincono al fotofinish, dopo una partita sempre in bilico, sul campo di Louisville (#18). In un match a basso punteggio, l’ultimo canestro lo segna Fair (13p) a 2′ al termine, portando gli Orange in vantaggio, 52-51, che sarà poi il punteggio finale. Giocano una buona partita anche Melo (11p+6r) e Triche (8p), decisivo, nel finale di partita, a riportare Syracuse a contatto. La seconda W settimanale arriva sul campo di Rutgers (74-64). Per conquistare il successo però Syracuse ha faticato più di quanto non dica il punteggio, con i Scarlet Knights che per l’intero match fanno sentire il loro fiato sul collo degli Orange. Fair continua il suo ottimo momento, firmano 21p con 6/8 al tiro e trascinando i suoi alla vittoria. Sono protagonisti di un’ottima prestazione anche i due senior Jardine (17p e 7ast) e Joseph (14p), oltre al centro Melo (10p e 6r). Syracuse giocherà ora contro USF e @UConn.

 

3. Missouri Tigers (25-2)

Continua senza intoppi il cammino dei Tigers che mettono altre due W in cascina. Grazie ad un attacco scintillante, con cinque uomini in doppia cifra, Mizzou batte Oklahoma State (83-65). Top scorer è Denmon con 17p; English ne mette 13; Flip Pressey gioca una partita a tutto tondo, chiusa con 13p,7r e 7ast; Dixon arriva a quota 15 uscendo dalla panchina; Ratliffe firma la doppia doppia da 17p+12r. Sabato, sul campo di Texas A&M, è arrivata un’altra affermazione. Alla fine i Tigers vincono 71-62, guidati da English (21p e 4 “steals”), ma giocano un’ottima partita anche Denmon (14p), Flip Pressey (13p e 7ast) e Dixon (15p dalla panchina). La settimana prossima Missouri giocherà contro Kansas State e poi @Kansas (#4), in uno scontro che vale il titolo della Big 12.

 

4. Kansas Jayhawks (22-5)

Aspettando lo scontro diretto con Missouri, Kansas passa indenne una settimana delicata. Delicata perchè c’era il derby con Kansas State da giocare sul campo dei Wildcats. Ma Kansas guidata dalle grandissime prestazioni di Whitey (18p,11r e 9st) e Taylor (20p e 5ast), nonostante Robinson (10p e 9r) frenato dai falli, vince senza troppi affanni per 59-53. La seconda W invece arriva in assoluta scioltezza contro Texas Tech (83-50). Robinson torna ad essere il migliore dei suoi, con 16p, 8r e 5ast; Releford ne mette 12; e dalla panchina vanno in doppia cifra Teahan (11p) e Young (10p). Ora i Jayhawks giocheranno prima @Texas A&M, campo sempre difficile, e poi ospiteranno Missouri (#3) in quello che sarà il match dell’anno nella Big 12.

 

5. Duke Blue Devils (23-4)

Resta nella top 5 Duke che vince entrambi i match in cui erano impegnati. Dopo essere stati sotto di 20 punti, sul campo di casa, trascinati da Curry (26p) e Rivers (16p) e da un parziale di 48-27 arrivato nei secondi 20′ di partita, i Blue Devils hanno la meglio su North Carolina State per 78-73. La seconda vittoria settimanale, più agevole, arriva sul parquet di Boston College (75-50). Duke controlla il match dal primo minuto, e alla fine il migliore è Curry che chiude con 18p e 3/4 da tre; Rivers continua il suo magico momento, segnando altri 16p; e Dawkins dalla panchina ne aggiunge 13. I Blue Devils sono, in coabitazione, in vetta alla ACC, e la settimana prossima si giocheranno @Florida State (#15) una “fetta” di titolo, prima di ospitare Virginia Tech.

 

6. Michigan State Spartans (22-5)

Non si ferma la scalata degli Spartans che in settimana conquistano altre due importanti vittorie. Battono senza troppa fatica Wisconsin (#17) per 69-55, guidati dagli eccellenti Green (20p, 10r e 5ast) e Appling (20p e 4ast), ai quali si aggiunge Nix che firma 12p in 19′, uscendo dalla panchina. Contro Purdue (76-62), invece gli Spartans soffrono un tempo prima di prendere il largo e mettersi in tasca la ventiduesima W della stagione. Green è ancora una volta il migliore dei suoi, con 22p, 10r e 7ast; Thorton firma il massimo in stagione con 17p; Dawson mette una doppia doppia da 15p e 11r; e Nix aggiunge 12p dalla panchina. Per una lanciatissima Michigan State, sola in vetta alla Big Ten, ora ci sono le sfide @Minnesota e contro Nebraska.

 

7. North Carolina Tar Heels (23-4)

Due vittorie per UNC in settimana. La prima arriva, dopo aver chiuso sotto nel punteggio il primo tempo, contro Miami (FL) per 73-64. Barnes è il migliore dei suoi con 23p; Henson firma la doppia doppia da 14p+11r; e Bullock mette 10p, comprese due triple decisive arrivate nel finale di partita. La sfida sul proprio campo contro Clemson (74-52) non crea molti grattacapi ai Tar Heels. Barnes è sempre il top scorer con 24p; Zeller arriva a quota 14; Henson segna 13p e raccoglie 8r; Bullock ne mette 11 con tre triple; e Marshall chiude con 4p e 13ast. Adesso UNC affronterà una settimana intensa, giocando prima il derby @NC State e poi @Virginia (#25), e sperando di poter ancora competere per il titolo della ACC.

 

8. Ohio State Buckeyes (22-5)

Perdono posizioni nel ranking, ma soprattutto perdono la leadership nella Big Ten i Buckeyes, che prima battono senza troppi problemi Minnesota (78-68) guidata da Buford (24p, 8r e 5ast) e Sullinger (23p+8r); e poi perdono sul parquet di Michigan (#19) al termine di un match in cui sono sempre sotto nel punteggio, conclusosi 51-56. Attacco sottotono per Ohio State, che tira 3/16 da tre, e con i soli Thomas (25p e 13r) e Sullinger (14p ma 6/14 al tiro) ad andare in doppia cifra. Adesso i Buckeyes ospiteranno Illinois e Wisconsin (#16) aspettando la sfida di fine anno contro Michigan State, che probabilmente deciderà la squadra campione della Big Ten.

 

9. Georgetown Hoyas (20-5)

Gli Hoyas vincono senza problemi contro Providence (63-53), nell’unica sfida in cui erano impegnati in settimana. La difesa tiene gli avversari al 25% dal campo, e nella metà campo offensiva bastano i 13p di Thompson e Clark, e i 10p di Sims, ad assicurare una semplice vittoria. Georgetown, alla ricerca del miglior posizionamento possibile nella Big East in attesa dell’inizio del torneo, la settimana prossima se la vedrà contro Seton Hall, in trasferta, e poi ospiterà Villanova.

 

10. Marquette Golden Eagles (22-5)

I Golden Eagles avevano un solo impegno in settimana, ed hanno conquistato una convincete vittoria contro Connecticut (79-64). A trascinare Marquette al successo sono Crowder (29p e 12r) e Johnson-Odom (24p), mentre dalla panchina Mayo aggiunge 10p. Ormai le speranze di conquistare la vetta della Big East sono davvero poche, ma i Golden Eagles devono guardarsi le spalle dalla temibile Notre Dame, e per conservare la seconda piazza dovranno conquistare altre due vittorie la settimana prossima, quando saranno impegnati contro Rutgers e @West Virginia.

 

11. Michigan Wolverines (20-7)

Recuperano una manciata di posizioni in classifica i Wolverines che ottengono un importante quanto prestigioso successo contro Ohio State (#6). Michigan controlla il match, non va mai sotto nel punteggio, e alla fine conquista la vittoria per 56-51. A giudare i Wolverines sono la coppia di guardie Burke (17p e 5ast) e Hardaway Jr. (13p e 2/2 da tre), alla quale si aggiunge la buona prestazione di Morgan (11p+11r). Michigan ora è ad una vittoria dalla vetta della Big Ten, e il suo calendario è più agevole rispetto a quello delle rivali. La settimana prossima giocheranno @Northwestern e contro Purdue.

 

12. Florida Gators (21-6)

Dopo una settimana da incubo, arrivano due importanti successi in trasferta per Florida. Vincono contro Alabama (61-52), grazie ad un secondo tempo e ad un grande Young che chiude con 19p e 9/12 al tiro. Giocano una buona partita anche Murphy (14p e 4 palle rubate) e Beal (14p+8r). La seconda vittoria arriva, dominando, sul parquet di Arkansas (98-68). Walker è il top scorer con 31p, frutto di un 5/6 da tre e 8/8 ai liberi; Boynton arriva a quota 25; Beal ne mette 21, accompagnati da 9r; e Murphy chiude con 13p. Florida giocherà contro Auburn e @Georgia per confermarsi seconda nella SEC.

 

13. Baylor Bears (22-5)

Escono dalla top 10 i Bears, che pure ha cominciato bene la settimana conquistando un bel successo contro Iowa State (79-64). Al termine di una convincete prestazione, il migliore è Jones III (18p e 7r), coadiuvato alla perfezione da Miller (16p), Acy (11p) e Jones (12p dalla panchina). Però nel mondo del college la sconfitta è sempre dietro l’angolo, e sul campo di K-State (56-57), Baylor deve dire addio ai sogni di conquistare il titolo della Big 12. Jones III, in 22′ fa più falli (5) che punti (4), la panchina è nulla (4p in totale), e i soli Acy (14p), Heslip (13) e Miller (12p+11r) non bastano per evitare la L. Ora i Bears giocheranno @Texas e contro Oklahoma, cercando la forma migliore in vista del torneo di Conference e di quello NCAA.

 

14 . Murray State Racers (26-1)

Dopo aver perso l’imbattibilità, riprendere il suo cammino Murray State. Vince senza troppi affanni con Southeast Illinois (75-66). Poole è il miglior realizzatore con 25p; Aska sfiora la doppia doppia con 14p e 9r; mentre Long e Daniel raggiungono quota 10. Il secondo successo, prestigioso, arriva contro Saint Mary’s (#16). Vittoria per 65-51, Canaan top scorer con 23p, e Poole ne aggiunge 11. Ora i Racers giocheranno le loro ultime partite di regular season @Tennesse State e @Tennesse Tech.

 

15. Florida State Seminoles (19-7)

Continua il buon momento dei Seminoles che restano in vetta alla ACC e mettono in cascina altri due successi. Vincono all’ultimo respiro contro Virginia Tech (48-47), grazie alla tripla di Snaer (9p) a 2.5” al termine. La seconda W, molto più agevole, arriva sul campo di NC State (76-62). Miller, uscendo dalla panchina, è il migliore dei suoi con 17p messi a referto; sempre dal pino, White aggiunge 10p in 21′; Snaer chiude con 10p, 5r e 5ast; e James mette 12p e 6r. Florida State adesso ospiterà Duke (#4) in una sfida che può valere il titolo della ACC. 

Post By Galians (53 Posts)

Dalla prima partita di LeBron seguo il mondo NBA, la coppia Buffa-Tranquillo mi ha fatto innamorare!
La semifinale tra Duke e UConn nel torneo NCAA 2004 invece mi ha fatto scoprire un mondo ancora più fantastico, quel college che produce passione e talento, Marzo è il mese più bello dell’anno.
@Rgalians su Twitter

Connect

Commenta