Varcata la prima metà della stagione molte squadre iniziano a fare i primi bilanci della stagione, alcune faranno un bilancio al di sotto delle proprie potenzialità (South Carolina), altre un resoconto fallimentare, altre ancora si meravigliano ongi giorno per i traguardi raggiunti ben oltre le aspettative (vero Notre Dame?), da qui in avanti fino al termine della stagione, i colpi di scena si susseguiranno in un estenuante tour de force che fa di questo sport il più bello del mondo.

#1 Alabama (0.962): Annichiliti anche i Tennessee Volunteers che si erano presentati alla sfida con idee bellicose forti di un gameplan che sulla carta era ritenuto valido, poi il campo esprime il vero valore di una squadra e risultato a parte, le differenze tra le due compagini sono abissali su entrambi i lati della palla.

#2 Florida (0.931): Cosa può chiedere di più Muschamp ai suoi ragazzi? Con prove di altissimo livello contro LSU, Texas A&M, South Carolina e Tennessee i Gators hanno mostrato notevoli progressi su entrambi i lati della palla e in particolar modo gli special team assolutamente determinanti nella sfida contro i Gamecocks.

#3 Kansas State (0.911): Ranking scalato di una posizione dopo aver distrutto West Virginia a Morgantown, Snyder ha compiuto l’ennesimo miracolo trasformando i Wildcats in una corazzata in grado di affondare qualunque avversario grazie ad una solidissima difesa e ad un Collin Klein vero trascinatore della franchigia.

Barner imprendibile per Arizona State#4 Oregon (0.896): Vittoria in trasferta sul’insidiosissimo campo di Arizona State per una delle squadre offensivamente più distruttive dell’intero panorama del college football, Barner ha fatto dimenticare velocemente il fu LaMichael James, per molti presunti addetti ai lavori i Ducks sarebbero la vera #2 del ranking.

#5 Notre Dame (0.851): La formazione di Kelly è unanimemente considerata sopravvalutata non tanto per la parte difensiva cui nulla si può eccepire, ma l’attacco anche con Reese in campo, stenta più del dovuto contro una BYU mai doma che sfiora il colpaccio, per la quinta volta in stagione gli Irish non segnano oltre 20 punti, mission not accomplished.

#6 LSU (0.768): Squadra ritrovata grazie ad importanti vittorie contro South Carolina e soprattutto Texas A&M in quel di College Station, tema dalle due facce: difesa stile NFL che non concede un attimo di respiro agli avversari, attacco ad intermittenza che alterna momenti di dominio assoluto ad altri di completo smarrimento, Mettenberger è ben lontano dall’essere un trascinatore per i Tigers.

#7 Oregon State (0.742): Nonostante la perdita di Mannion due settimane fa, i Beavers non si sono persi d’animo ed hanno reagito con grinta e coraggio superando l’ostacolo Utah non senza qualche patema d’animo, ora arriva la parte difficile della stagione con WAS-STA-ORE che determineranno il erale valore di Oregon State.

Landry Jones in gran forma in attesa di Notre Dame#8 Oklahoma (0.712): ammettiamolo, la sconfitta di 5 miseri punti subiti da Kansas State, ha finito per penalizzare eccessivamente i Sooners che da allora hanno inanellato una serie di vittorie impressionanti, certo Kansas al momento è un avversario ampiamente sotto il par, Notre Dame è di altra pasta, ma la sfida è nelle mani dei ragazzi di Stoops.

#9 USC (0.576): I Trojans pare abbiamo ritrovato la bussola smarrita nelle precedenti uscite, certo le prestazioni di Barkley e soci sono impressionanti , ma Colorado al momento è ben lontana dal’essere una sparring partner più che una squadra di football, Barkley ha stabilito il record della Pac 12 per TD segnati.

#10 Georgia (0.537): che dire della squadra di Richt? Che ha tutto il potenziale per ammazzare qualunque avversario, ma alla fine si ha la sensazione che il progetto non sia compiuto.

Ecco la consueta panoramica sule resto del ranking dalla 11 posizione fino alla 25.

#11 Mississippi State (0.526): Rispetto allo scorso hanno la squadra di Mullen è trasformata ad un punto tale che affrontarli specie in casa in una bolgia infernale è impresa al limite dell’umano, possibile, Tyler Russell è davvero una bella scoperta.

#12 Florida State State (0.492): Nonostante la bella vittoria contri gli acerrimi rivali di Miami, i Seminoles risentono ancora della scioccante sconfitta contro North Carolina State.

#13 South Carolina (0.479): No Lattimore, no offense, a parziale scusante sottolineamo che gran parte dei punti subito contro Florida sono stati determinati da turnovers.

#14 Texas Tech (0.473): Dopo la sconfitta contro Oklahoma, i Red Raiders hanno approfittato dello sbando totale di West Virginia battendola con una prestazione convincente, e dopo tre OT hanno avuto ragione anche di TCU con ben 7 TD lanciati da un Doege sempre più leader della squadra.

#15 Rutgers (0.470): grazie alle corse i Knights hanno ragione di una Temple che per almeno un tempo hanno messo alle corse una delle squadre più in forma della nazione.

#16 Lousville (0.419):

#17 Stanford (0.385): il binomio difesa aggressiva e gioco di corse asfissiante, mette California in ginocchio.

#18 Clemson (0.369): altra convincente vittoria contro Virginia Tech.

#19 West Virginia (0.217): Squadra totalmente perduta che ha smarrito la retta via, Smith è irriconoscibile e la difesa sembra una Division III.

#20 Texas A&M (0.212):

#21 Boise State (0.207):

#22 Michigan (0.188): squadra dal notevole potenziale la che stenta su entrambi i lati della palla.

#23 Texas (0.122):

#24 Ohio (0.117): squadra giunta nella Top 25 meritatamente grazie ad un calendario favorevole

#25 Wisconsin (0.059):

Post By darioambro (62 Posts)

Connect

Commenta