Ancora una sconfitta per i Knicks contro gli ottimi Pacers

BUCKS 85, HAWKS 110

Tutto (troppo) facile per gli Atlanta Hawks che battono i Bucks, reduci dalla infausta serata di Boston. Il più del lavoro lo sbriga Joe Johnson che mette a referto 36 punti con 6/9 da 3 per una partita già chiusa dopo i primi due quarti con Atlanta in vantaggio di 16 punti. Oltre a JJ, c’è la doppia doppia di Josh Smith (17 pts, 14 rebs, 4 blks) mentre Williams esce dalla panchina per 16 punti in 23’. Milwaukee segna solo 56 punti nei primi 3 quarti con il solo Bogut che gioca una partita di livello (21 pts, 13 rebs).

KNICKS 117, PACERS 119

Un fantastico jumper in step back di Granger consente ai Pacers di fare il bis contro i Knicks e di conquistare il 2° successo in 48 ore.  Solo 7 secondi prima, Carmelo Anthony era riuscito a pareggiare a quota 117. Per Indiana è una vittoria fondamentale che la riporta, solitaria, all’ottavo posto della Eastern Conference grazie anche ad una altra grande prova di Hansbrough che piazza il trentello (12/17) dopo i 29 segnati al Madison Squadre Garden.  Bene anche Collison (24 pts, 9 asts). Per i Knicks (6-6 dalla trade di Melo) c’è un discreto 13/27 da 3 ma è ancora una volta la difesa a mancare (53% Indiana). Non bastano i 50 punti del duo Anthony-Stoudemire.

WIZARDS 79, BULLS 98

Washington sarà anche poca roba ma Derrick Rose ed i Chicago Bulls mettono un altro mattoncino per il titolo di MVP e per il primo posto della Eastern Conference.  Nonostante le assenze di Boozer e Noah, Chicago non ha nessuna difficoltà e grazie ad un Rose da 23 punti e 7 assist batte i Wizards e supera momentaneamente Bostonpur tirando il 40% dal campo.  Bene anche Deng (20 pts) e la coppia Gibson-Thomas che cattura ben 28 rimbalzi (12 in attacco). Per Washington (1-30 on the road) c’è la quinta sconfitta consecutiva nonostante i 27 punti di Crawford e l’incredibile tripla doppia di McGee che oltre agli 11 punti e ai 12 rimbalzi, chiude con ben 12 stoppate (!)

MAVERICKS 101, TRAILBLAZERS 104

Portland vince, Dallas perde, i Lakers ringraziano. Al Rose Garden c’è il gran duello tra Aldridge e Nowitzki con il primo che trascina i Blazers al successo grazie ad uno score di 30 punti e 8 rimbalzi. Il tedesco risponde con un prova da 28 punti ed 11 rimbalzi ma sbaglia la tripla che avrebbe forzato la gara all’overtime.  Portland concede quasi il 60% ai Mavs ma resta in gara grazie ai 15 rimbalzi d’attacco e alle sole 5 perse.  Superbo contributo di Roy che dalla panca porta 21 punti in 27’. Per Dallas è la 2a sconfitta consecutiva con i Lakers che balzano al 2° posto della Western Conference.

Post By Kevin Di Felice (156 Posts)

Connect

145 thoughts on “NBA – Knicks ancora ko, bene Chicago e Portland

  1. infatti ringraziamo i blazers per questa vittoria…

    qui tutti hanno parlato della crisi degli heat,ma ci si dimentica che i mavs ultimamente hanno perso parecchio.
    squadra davvero imprevedibile nell’arco di una stagione.
    quando sembrano aver trovato un certo ritmo è il momento in cui iniziano a calare.
    questo per certi versi vale per tutti,ma soprattutto per loro,che non riescono mai ad essere convincenti fino in fondo.
    così facendo si sono giocati il secondo posto ad ovest…

    blazers sempre più vicini ai playoff.
    roy che conferma per l’ennesima volta la sua classe.
    mentre wallace piano piano si inserisce sempre più.
    aldridge poi sta continuando a giocare su altissimi livelli,molto di questa probabile qualificazione playoff è merito suo…

    altra vittoria bulls,scontata contro i wizards di oggi.
    anche se wall non sfigura davanti al futuro mvp…

    knicks che continuano a perdere contro squadre dal record perdente.
    si sapeva che fossero una squadra imprevedibile,ma così si stanno superando.
    hanno rimesso in ritmo i pacers.
    comunque per melo e compagni la qualificazione playoff non è assolutamente a rischio.
    certo che ad oggi sfigurano in confronto ai nuggets.
    ma come dico sempre,non è oggi che questa squadra deve convincere.
    ogni cosa in più che verrà sarà tanto di guadagnato,ma il progetto vero e proprio deve ancora iniziare…

    hawks che distruggono i bucks.
    ormai per quelli della georgia il quinto posto non dovrebbe sfuggirgli.
    ogni anno sono sempre allo stesso punto,lottano sempre per lo stesso piazzamento.
    squadra destinata a viaggiare su discreti livelli per parecchi anni ancora,visto l’età media dei vari big.
    ma in nba rimanere ad una via di mezzo tra le contender e le ultime qualificate per i playoff non so quanto possa convenire.
    qui vince solo chi vince,quindi se non sei una contender rischi di rimanere nell’anonimato per parecchio tempo.
    per certi versi in nba meglio rifondare piuttosto che ritrovarsi nella situazione hawks.
    peccato,perchè avrebbero anche certi giocatori interessanti che meriterebbero di giocarsi qualcosa di più del solito viaggio “vai e vieni” dei playoff…

  2. comunque lotta per il secondo posto assoluto ancora aperta,cinque squadre per quel posto,ovvero bulls,celtics,lakers,mavs e heat…

    bulls 48-18

    at nets,at pacers,vs kings,at hawks,vs grizzlies,at bucks,vs sixers,at twolves,at pistons,vs raptors,vs suns,vs celtics,at cavs,at magic,at knicks,vs nets…

    celtics 47-18

    vs pacers,at rockets,at hornets,at knicks,vs grizzlies,vs bobcats,at twolves,at pacers,at spurs,at hawks,vs pistons,vs sixers,at bulls,vs wizards,at heat,at wizards,vs knicks…

    lakers 48-20

    vs twolves,vs blazers,vs suns,vs clippers,vs hornets,vs mavs,at jazz,vs nuggets,vs jazz,at warriors,at blazers,vs thunder,vs spurs,at kings…

    mavs 47-20

    at warriors,vs spurs,vs warriors,vs twolves,at jazz,at suns,at clippers,at lakers,at warriors,at blazers,vs nuggets,vs clippers,vs suns,at rockets,vs hornets…

    heat 46-21

    vs thunder,at hawks,vs nuggets,at pistons,vs sixers,vs rockets,at cavs,at wizards,at twolves,at nets,vs bucks,vs bobcats,vs celtics,at hawks,at raptors…

    allora,classifica alla mano bulls e celtics sono leggermente avanti,però lakers e heat hanno decisamente un calendario finale più agevole.
    cosa che non si può dire per i mavs,che visto il loro momento attuale,più il record e il calendario,escludo che possano arrivare secondi,sia in assoluto che ad ovest.
    ma le altre quattro se la giocheranno fino alla fine.
    celtics e bulls devono stare attente agli heat,che anche se hanno 3 sconfitte in più,hanno ancora speranze,visto appunto il calendario.
    anche se va detto che gli heat per superare celtics e bulls non gli basterebbe chiudere con lo stesso record visto gli scontri diretti.
    cosa che gli basterebbe contro i lakers.
    stessi lakers che hanno un calendario che li può far arrivare alle 60 vittorie,qualcosa di incredibile se pensiamo a come stavano prima dell’asg…

    comunque stanotte già una gara che gli heat non si possono permettere di perdere,in casa contro i thunder,partitone…

    • bè lakers e heat avranno si il calendario più facile delle altre, ma quello dei lakers è moolto più competitivo di quello degli heat, ci sono tante squadre che possono portarti ad un finale tirato, molti pochi punti di differenza, mentre gli heat hanno più punti di vantaggio rispetto alle squadre che affronteranno da qui alla fine…
      secondo me sono un pò più avvantaggiati i tre amigos…

    • Gallo
      Non c’è storia, Bulls primi a est e secondi assoluti (e lo dice un tifoso celtico)……..si può discutere da li in poi……….
      Piuttosto vedo più difficile che la sfanghino ai P.O., meno esperti nel gestire una serie da post season. Per me la finale per l’anello sarà tra Lakers e una tra Celtics e Heat.
      Vederemo.
      Saluti.

  3. KNICKS

    Si Gallo, però concorderai con me che per carità, perdere una partita sul filo del rasoio come stanotte può capitare, ma ancora una volta, se dobbiamo trovare un colpevole questo qual’è? LA DIFESA! Non parlo in particolare dell’episodio del tiro di Granger, ma in generale di D’Antoni…Non si difende e non si difenderà mai…NO DIFESA = NO TITOLI…Mi sono messo il cuore in pace per questa stagione, perchè non abbiamo niente da perdere ma solo di che guadagnare, però non vorrei che anche la prossima stagione continuassimo con gli stessi problemi…

    Poi ribadisco, squadra appena tornata al completo, D’Antoni sta lavorando, Billups non al 100%, tutto quello che volete…Giustissimo quando dici che è dalla prossima stagione che si potranno cominciare a tirare le somme (forse addirittura dal 2012), però questa squadra deve partire col piede giusto già adesso (mi riferisco al fattore difesa), e le sensazioni non sono positive in questo senso…Poi che si facciano paragoni con Denver mi interessa relativamente, sono contento per loro perchè sono una bella squadra, ma chi ha subito la trasformazione più profonda sono i Knicks non i Nuggets, per cui (Miami docet) è normale che ancora non si carburi…Non è però normale che non si carburi ancora per niente sul discorso difesa

    • quoto dalla A alla Z. Se continuano così, spero che la dirigenza non ci metta molto a tirare le debite conclusioni…

  4. BULLS

    Finalmente!!! E’ da inizio anno, o meglio, dall’inizio della stagione, che dicevo di tenere d’occhio questi qua, che hanno poco da invidiare agli Heat e ora vederli la è veramente una sorpresa relativa! Straordinari, i miei più vivi complimenti a Thibodeau e al futuro mvp, Rose! Attenti perchè sempre da inizio stagione, sto dicendo che questi ai playoff saran duri da buttare fuori, soprattutto per gli Heat, ma anche per i Celtics…Non dimentichiamoci che stanno facendo la stagione che stanno facendo prima senza Boozer, poi senza Noah, adesso di nuovo senza Boozer…Probabilmente senza infortuni avrebbero un record vicino a quello degli Spurs, forse esagero, però sono una squadra vera e propria, equilibrata nei reparti meglio di tantissime altre

    Attenzione perchè quando arriva la guardia, quest’estate, chi li ferma più? J.R. Smith e Hamilton per fare due nomi…Possono arrivare senza che Chicago si privi di un solo giocatore…

  5. più semplicemente:

    da quando è arrivato Melo non si gioca più la pallacanestro di D’Antoni…

      • senza dubbio.

        NY concede sempre il 50% ed oltre agli avversari.

        Ai PO questo dato si traduce con un 4-1 ed eliminazione…

  6. I bulls senza boozer e noah non prendono 80 punti, i knicks ne prendono 120 a prescindere, chissà ad allenatori invertiti cosa direbbe la classifica…! sentiti ringraziamenti ai blazers (occhio se roy è questo al primo turno daranno molto fastidio), mentre i bucks emozionati dal fatto che abbiamo detto un po’ tutti che meritavano l’ottavo posto si sono seduti!
    Gallo
    Firmerei per arrivare davanti ai verdi e finire dietro a dallas, chicago e miami…! se le squadre sono sane, per me la bella dopo le edizioni 2008 e 2010 non ce la toglie nessuno…

  7. giulio

    con una guardia di livello i bulls farebbero un ulteriore salto di qualità.
    ma non penso che diventino imbattibili.
    questa lega fortunatamente sarà sempre aperta,magari a poche squadra,ma nessuna squadra sarà mai imbattibile o qualcosa di simile…

    sui knicks hai ragione.
    però ripeto,inutile fare già oggi previsioni.
    quando il progetto sarà stato completato si valuterà il lavoro di d’antoni,quindi se il coach non farà un buon lavoro si farà presto a cambiare.
    tanto questa squadra per l’età dei suoi due big più l’altro che verrà,avrà parecchi anni dove potrà puntare al colpo grosso,quindi non penso che avranno fretta.
    poi i knicks dopo quest’ultimo decennio da incubo,già oggi possono ritenersi soddisfatti di essere quasi certamente ai playoff.
    non sono riusciti a prendere lebron,questo si che ha rovinato i piani di walsh,perchè con lebron si puntava a fare grandi cose fin da subito,anche se difficilmente sarebbero riusciti a vincere già dal primo anno.
    invece oggi senza lebron ma con melo,si deve gioco forza puntare ad un altro big per far fare a questa squadra quel salto di qualità che trasformerebbe i knicks in una contender.
    quindi si deve aspettare l’estate del 2012,ovvero due anni di ritardo rispetto al progetto iniziale,che appunto prevedeva lebron insieme allo stoudemire di turno e insieme al vecchio blocco…

  8. Quoto…Su Chicago, non volevo dire che diventa imbattibile chiaramente, però con Boston con un anno in più, Heat che devono comportarsi bene sul mercato per migliorare il supporting cast, Knicks uguale…I Bulls possono diventare già l’anno prossimo la squadra da battere a Est

    Stesso discorso si potrebbe fare a Ovest per i Thunder…Sono a quel 1-2 giocatori di distanza dall’essere una contender a tutti gli effetti, il prossimo anno potrebbero anche loro essere la nuova squadra da battere a Ovest

    Dove con squadra da battere intendo per il miglior record della regular season, per i playoff è n’altro discorso, non abbiamo mai visto i nuovi Bulls, i nuovi Thunder (e se vogliamo i nuovi Celtics) all’opera

  9. Indiana rivede la luce dopo un periodo nerissimo che non li ha cacciati fuori dai Po solo perchè sono a est… il bianco con il n. 50 finalmente trova lo spazio che merita e anche George ma il merito è dei Knicks che 110 punti non li negano a nessuno… la linea di fondo di Melo nel finale è pazzesca ma se non difendono un poco son cazzi rischiano di finire in 7 o 8 posizione PO, sarebbe bello un primo turno contro gli Heat!

    Sigiori B. Roy è tornato! Che giocatore!

  10. ora penso che il piano A di walsh fosse questo prima dell’estate 2010:

    felton-fields-LEBRON-BOSH-mozgov

    piano B:

    felton-fields-LEBRON-gallinari-STOUDEMIRE

    piano C dopo la scelta di lebron e l’arrivo di stoudemire:

    CP3-fields-MELO-williams-STOUDEMIRE

    piano D:

    DERON-fields-MELO-williams-STOUDEMIRE

    piano E

    billups-fields-MELO-STOUDEMIRE-HOWARD

    ovviamente alcuni ritocchi meno importanti ci possono stare,però il progetto big penso che sia più o meno questo…

    ci sarebbe anche wade,ma penso che i knicks tutte l’energie la scorsa estate l’abbiano spese per portare lebron ai knicks,anche perchè lo stesso wade si sapeva che difficilmente sarebbe andato via da miami…

  11. Vorrei sottolineare la tripla doppia cambyesca di javale mcgee: 11p, 12r e 12stoppate. BUM

  12. PS Ma McGee che piazza una tripla doppia con le stoppate?

    Certo che anche per Washington si potrebbe fare un pò il discorso che vale per Minnesota, Cavs e Kings, ossia, se hanno fortuna al draft, possono prendere il giocatore che gli fa voltare pagina…D’altronde tra P.Jones, Irving, Barnes, Sullinger, Derrick Williams, T.Jones solo la sfortuna potrebbe impedire a queste 4 squadre di prendere almeno uno di loro (i Cavs rischiano di prenderne addirittura due)

    WASHINGTON: McGee, Blatche, Young, Wall, Jordan Crawford

    CAVS: il Barone, Sessions, Gibson, Hickson, Varejao

    MINNESOTA: Love, Beasley, Johnson, Webster, Flynn, Ridnour, Randolph, Telfair, ?Rubio?

    SACRAMENTO: Cousins, Casspi, Evans, M.Thorton

    • certo che i cavs in questa lista sembrano una squadra di serie D in confronto agli altri. se quelli sono i prospetti futuri allora siamo freschi…

  13. GALLO

    Al di la di quelli che erano i piani sui vari James, Wade e Bosh (ribadisco che o prendevi il pacchetto o non avevi nessuno), concentrandosi sul futuro sono sostanzialmente d’accordo con te, ossia il prossimo passo di NY è decidere come comportarsi con Billups: se è il giocatore delle prime due partite, potrebbe essere anche rifirmato post 2012, se è il giocatore delle 6 partite saltate per infortunio, si punterà a prendere nel 2012 uno tra CP3 e Deron…Howard non credo, se si sposta va ai Lakers secondo me

    Però vanno dette 3 cosette:

    – non do per certo l’arrivo ne di CP3, ne di Deron, perchè prenderli sarà veramente complicato, sempre detto che l’arrivo di Melo non è la fine ma l’inizio di un progetto

    – se non arriveranno nessuno dei due Walsh deve provare a prendere giocatori di meno spessore, ma comunque ottimi…Ok, è presto per parlarne, ma Felton se non estende scade anche lui nel 2012, per fare un esempio eh

    – Walsh deve e dico deve, spendere per il reparto lunghi e in particolare DEVE affiancare a Stat un centro titolare…Il sogno da fantabasket è Chandler, ma rinnoverà sicuramente con Dallas, poi quest’anno ci sarebbe anche Nenè se non resta a Denver come ha dichiarato (o non va da altre parti), Gasol è un restricted free agent quindi boh…Oden non si sa nemmeno se giocherà ancora…Però un centro difensivo ai Knicks serve come il pane…Chiaro poi che se prendi un Chandler, devi fare i salti mortali per arrivare a un CP3

  14. pronostico del movimento dei 3 big che potrebbero muoversi nell’estate 2012 o anche prima…

    premesso che l’ultima estate ci ho preso poco.
    però sfido chi avrebbe mai pensato che lebron e bosh sarebbero andati da wade negli heat,anche se ricordo che nei mesi precedenti era circolata la voce che voleva i tre insieme per un patto stretto a pechino,ma si diceva che avessero in mente new york come loro destinazione.
    pierce e nowitzki era facile prevedere che sarebbero rimasti.
    boozer e stoudemire era facile prevedere che avrebbero lasciato jazz e suns.
    stoudemire forse dei big che si sono mossi è l’unica destinazione che ho preso.
    mentre se non sbaglio davo bosh ai bulls e boozer agli heat…

    comunque lo faccio lo stesso:

    cp3
    knicks=95%
    altro=4,9%
    hornets 0,1%

    deron
    nets=40%
    knicks=30%
    altro=30%

    howard
    magic=40%
    lakers=20%
    nets=15%
    altro=15%
    knicks=10%

  15. Mahh… scusate CP3 ha ancora 3 anni di contratto se va via, e dico se, lo fa via trade… perchè mai i Knicks dovrebbero essere favoriti? Lo erano anche per Lebron…

    Argomento McGee: atleta pazzesco, ma di un’ignoranza tecnica-tattica conpochi eguali… una pietra angolare dei nuovi Wizzards? Non ci scommetterei

  16. Fantastici Kinicks!!!! Sono sempre generosi con gli avversari, ti fa fare tanti punti aggiornando il career high. Tyler ne è la testimonianza oppure Andrea che scollinò a 41. E’ una squadraccia che non sa difendere e riesce a perdere segnando 117 punti. Sarebbero in grado di perderla anche segnandone 130!!!!!

    Inconmentabili. Fortuna loro che i Pacers, i Cats e i Bucks facciano come i gamberi perchè altrimenti rischiavano di brutto. Poi certamente se fossero stati nella conference “sbagliata” i PO li vedevano sul divano di casa. Appuntamento con la prossima goleada a giovedi quando incontreranno i Grizzlies!!!!

    Bulls facili senza il duo lungo ma tanto i Wizard non spaventano nessuno, Bucks assurdi con due prestazioni dell’horror. Non riescono ne a segnare ed ora a difendere. Concedere il 63% agli avversari è un’impresa che neanche i Knicks hanno!!!!!

    Atlanta sta lì, forse può provare ad agganciare il quarto posto ma niente più.

    Portland fa lo sgambetto ai Mavs che stanno perdendo un pò di vigore. Lakers ringraziano. Roy decisivo.

  17. Julius

    CP3 nella prossima stagione si immette nell’ultimo anno di contratto, nell’estate 2012 è a tutti gli effetti un unrestricted free agent…Non ha affatto 3 anni di contratto ancora con New Orleans…Comunque sono d’accordo quando dici che è probabile che si sposti piuttosto con un sign e trade invece che aspettare direttamente l’estate 2012

    E allora c’è un bivio: se si sposta tramite sign e trade difficilmente verrà a NY perchè NY non ha nessuno praticamente da dare a New Orleans…Mentre squadre che possono prendere CP3 tramite sign e trade ce ne sono, per dirne una i Magic (tra l’altro secondo me l’unica possibilità che hanno per trattenere Howard è affiancargli proprio CP3 o Deron), secondo me pure i Lakers…Se però arriva nel 2012 da free agent è probabile che scelga i Knicks perchè obiettivamente, sono la migliore opportunità che ha per vincere un titolo: a Miami non può andare, altre possibilità sarebbero i Lakers insieme a Howard o i Magic insieme a Howard…Howard però potrebbe anche scegliere Boston e CP3 sarebbe precluso da Rondo…E poi c’è da vedere che fa Deron, anche se io penso resterà ai Nets alla fine!

    Dici bene, i Knicks erano favoriti per James perchè sembrava che lui non aspettasse altro e sembrava fossero l’unica squadra in grado di prendere lui, Wade e Bosh insieme come doveva essere dopo il “patto di Pechino” ribadito anche dal Gallo…Poi si è visto com’è andata! Infatti è ANCHE per questo che io do tutt’altro che sicuro l’arrivo di una terza stella a NY, starà a Walsh riuscire a completare l’opera dopo l’arrivo di Stat e Melo! Però se crediamo nei patti, uno sembra essere quello di Pechino con James, Wade e Bosh insieme, l’altro fantomatico patto sarebbe quello del matrimonio di Melo, dove Stat, Melo e CP3 si sarebbero messi d’accordo per trovarsi a NY

    Ribadisco sempre il concetto che è fantabasket al momento, però CP3 le ragioni per venire a NY, cosi come altri free agent, ne avrebbe…Cosi come è altrettanto difficile vedere una terza stella a NY, perchè NY non è l’unica squadra a cui i free agent guarderanno: INUTILE SFASCIARSI ADESSO LA TESTA!!!

  18. Gallo

    io aspetto ancora carte alla mano che mi spieghi come NY possa prendere Paul, preso atto che: 1) non avranno spazio salariale se non per firmarlo a 7-8 M; non hanno più giovani interessanti e scelte per scambiarlo con New Orleans. Ti prego, illuminami

  19. ieri sul Lebron del playmaker (Westbrook)…
    oggi sul fatto che i Bulls siano una sorpresa relativa…

    sono già due volte che mi trovo d’accordo con Giulio, se ho capito bene tifoso dei Knicks (squadra che storicamente odio)… devo iniziare a preoccuparmi?! :)

    A parte gli scherzi.. credo che l’argomento del giorno sia il sorpasso per il primo posto nella eastern conference di Chicago ai danni dei Celtics . La vittoria di ieri contro i Wizards era abbastanza prevedibile, ma i complimenti a Thibodeau e a Chicago sono d’obbligo, riuscire a fare un 48-18 con gli infortuni che ha avuto nel corso della stagione non è cosa da poco… io se fossi un tifoso dei Celtics (che continuano ad essere i miei favoriti ad est) inizierei a preoccuparmi anche in ottica playoff, questi tori sono una squadra arcigna, con un grande leader (e prossimo MVP) in campo che ormai ha preso la piena consapevolezza del suo ruolo… ricordo bene la splendida serie Boston-Chicago conclusa in gara 7 di due anni fa, quando Rose al debuttto ai playoff mise su una serie da incorniciare…

    Con questo Rose lo stesso Deng (il vero ago della bilancia) pare abbia trovato finalmente quella continuità di rendimento che gli è sempre mancata… peccato solo che manchi una guardia decente che sia una in questa squadra, altrimenti se la sarebbe giocata coi Celtics ad armi pari già da quest’anno.

    Ecco l’unico appunto che si può fare ai Bulls… perchè non hanno provato a fare qualcosa prima della deadline?

  20. giulio

    secondo me se lebron avesse vinto il titolo con i cavs,o comunque se avesse lottato fino all’ultimo per il titolo:

    1)probabilmente sarebbe rimasto ai cavs

    2)ma se avesse deciso di lasciarli l’avrebbe fatto per i knicks

    la scelta heat a mio avviso è dovuta più alla pressione di dover vincere a tutti i costi piuttosto che all’eventuale patto che i tre avrebbero stretto a pechino…

  21. haha Giulio, ma pure tu!
    ma come diavolo fa Paul ad andare a Los Angeles insieme ad Howard da FA?? ma con quali soldi lo pagano? Glieli danno in nero in stile CSKA? Esiste una cosa chiamata salary cap, che qualcosina significa ancora eh…

  22. ecco, sui Thunder invece non sono d’accordo.

    Secondo me San Presti ha già fatto tutto quello che doveva fare per mettere su un roster vincente. Ora bisogna solo aspettare che questi giochino insieme e acquisiscano esperienza insieme, di altre trade non ce n’è più bisogno…

    E cmq come dicevo ieri occhio a dare i Thunder per spacciati perchè inesperti (un pò come per i Bulls ad est)… se ricordo bene la serie che i Lakers hanno sofferto di più l’anno scorso, Finals a parte, è stata proprio quella con Durant/Westobrook e company, un anno più giovani, al debutto nei playoff e con un Perkins in meno….

  23. Riguardo Miami… Secondo me fino a quando gli Heat non cederanno Bosh per prendersi qualcuno più funzionale al gioco degli altri due non vinceranno mai un cassius… e con mia somma gioia aggiungo…

    Tiè… e ora l’ho detta!

  24. big “o”

    chiaramente i knicks cp3 non lo possono prendere tramite sing and trade,non hanno contropartite valide.
    a livello salariale da qui all’estate 2012 possono cambiare tante cose,gli stessi dirigenti knicks hanno detto che faranno di tutto per liberare più spazio possibile per portare un altro big a new york entro l’estate 2012.
    ma la cosa che mi fa pensare che il bic che andrà ai knicks è cp3, è il “famoso” matrimonio di melo,dove guarda caso due suoi ospiti erano cp3 e stoudemire…

    ripeto,pensare che i knicks non prenderanno un altro big da qui all’estate del 2012 significa dare del coglione ai dirigenti knicks ma anche allo stesso melo.
    vuoi che melo prima di spostarsi ai knicks non si sia sentito con cp3?
    perchè allora avrebbe scelto i knicks?
    new york è new york,ma senza garanzie nessuno si muove così,soprattutto dopo che vedi che la squadra che ti vuole prendere per arrivare a te ha dovuto smantellare l’intero roster…

  25. Quindi Gallo la tua certezza si basa sul fatto che Paul sia andato al matrimonio di Melo. E se ci fosse andato pure Garnett, allora saremmo stati sicuri che anche per lui ci sarebbero stati i Knicks? Nel 2012 il cap sarà casomai inferiore a quello di oggi, di sicuro non avranno più soldi da spendere. E già con le regole odierne NY non potrebbe offrire un contratto in doppia cifra a CP3, figuriamoci col nuovo contratto collettivo…
    La tua è un’analisi totalmente estranea ai fatti Gallo, mi spiace ma è semplicemente così. inutile che ti faccia notare per l’ennesima volta che i Big 3 si siano riuniti a Miami solo perchè hanno rinunciato a diversi milioni ciascuno (e poi abbiamo cmq visto gli enormi problemi a completare il roster); lo stesso non si può dire di NY, dove i due fenomeni non hanno rinunciato nemmeno a mezzo dollaro: ergo, o Paul fa beneficienza, o non viene. Punto. Matrimonio o no.
    Infine: non esiste una nuova regola in base alla quale se hai due grandi giocatori devi per forza aggiungerne un terzo. NY ha gettato le basi, ora dovrà costruire un roster all’altezza intorno ai due sopraccitati; una pedina ce l’hanno già in Fields, vedremo cosa sapranno fare per gli altri ruoli. Ma non facciamo fantabasket spacciando per verità cose che non sono, carte alla mano, possibili. Altrimenti qui parliamo del nulla

  26. Quanta carne al fuoco oggi eh

    NICK

    Ti prego, non discriminarmi solo perchè tifo Knicks! Ahahahahahah! A parte gli scherzi, si si, Knicks a parte la vediamo allo stesso modo sia su Westbrook che su Chicago…Sui Thunder hai frainteso, non intendevo dire che devono far grandi sconvolgimenti, ma dare un pò più di profondità alla panchina…Questo aggiunto alla progressiva crescita di Westbrook, Durant, Ibaka e Harden farà il resto…Hai frainteso perchè non gli ho dati per spacciati a questi playoff, anzi, ho detto che potenzialmente non sappiamo dove possono arrivare perchè non gli abbiamo mai visti con Perkins in quintetto! Credimi, per me quando parli di Thunder parli di oro colato, da Presti a Durant, da Westbrook a la trade di Perkins, l’unica cosa che non mi garba è che non si chiamino più Seattle Supersonics!!!

    GALLO

    Probabilmente hai ragione, che rimanesse ai Cavs dubito comunque, non mi sembra uno che si accontenta di un titolo, per quei 3 era scritto che sarebbero finiti a giocare insieme…Convinzione personale

    BIG O

    Guarda che io ti do ragione, non per niente dico che prendere una terza stella sarà complicatissimo…La storia del salary cap ce l’ho ben in testa, credimi…Tuttavia sono un romantico, e ti dico che se CP3, Howard, Deron, Pinco Pallino decidono di andare a NY o dove che vogliano, non sarà di certo il problema del salary cap a fermarli…Su questo non ho alcun dubbio

  27. big “o”

    secondo me te stai discutendo del nulla…

    qui nessuno ha mai detto che i lakers prenderanno howard da free agent o che i knicks prenderanno cp3 dopo aver imbastito una trade.
    perchè tutti sanno che i lakers sono in una situazione salariale che se voglione fare mercato devono per forza scambiare qualcuno.
    così come tutti sanno che i knicks per prendere un altro big devono continuare a liberare spazio salariale,visto che dopo la trade con i nuggets non hanno più uomini validi per imbastire una trade che possa portare ad un big…

    quindi di cosa stai parlando?
    certe ipotesi le tiri fuori solo te,perchè neanche giulio ha detto cose del genere…

    poi se credi che i lakers non hanno giocatori per arrivare ad howard, o i knicks non hanno possibilità di liberare spazio da qui all’estate 2012 per prendere cp3 questo è un altro discorso.
    ma io dico solo che nel mercato nba ci sono così tante variabili che non puoi mai avere certezze,sia da una parte che dall’altra.
    beato te che hai certezze che ti fanno escludere entrambe le ipotesi…

  28. BRANDON ROY!!!!
    Che la sorte ce lo preservi per poter continuare a giocare, non solo per noi tifosi di Portland!

  29. giulio

    va bene.
    fosse per big “o” gasol non sarebbe mai potuto arrivare ai lakers dopo una simile trade,così come lo stesso dicasi di jefferson agli spurs.
    oppure un artest non avrebbe mai rinunciato a così tanti soldi pur di giocare nei lakers…

    ricordo che il giorno prima che artest firmasse con i lakers,era girata la voce che sulle sue piste oltre ai cavs si erano fatti vivi anche i gialloviola.
    che l’avrebbero potuto firmare solo usando la mle,quindi artest per arrivare ai lakers avrebbe dovuto rinunciare a molti soldi.
    solo per questo si pensava che fosse impossibile,invece poi ha smentito tutti.
    a dir la verità si pensava che i lakers quell’estate con odom e ariza in scadenza avrebbero potuto rifirmare solo uno dei due.
    invece hanno dato i soldi della mle ad artest invece che ad ariza(che aveva comunque rifiutato quei soldi) e poi hanno rifirmato odom…

    esempio che vuol dire che mai bisogna dare le cose per scontate…

  30. Comunque se anche George Karl dice che la sua difesa, dopo la trade, adesso è migliorata un motivo ci sarà…
    torniamo un po’ al discorso dell’altro giorno: Ok D’antoni non ti insegna a difendere, ma anche i giocaotori dovrebbero avere la giusta mentalità, perché a Denver l’allenatore non è cambiato, ma alcuni giocatori si…
    Per dirne un’altra…: Wallace è già un gran difensore, Portland ha l’allenatore della difesa della Nazionale, eppure lo stesso Wallace ha aumentato il numero dei recuperi, come per voler dire che lo sforzo in più non gli veniva richiesto, ma lui ce lo mette…

  31. Scusate la curiosità: ma Bucks Hawks era un recupero, vero?
    Non era nel programma di inizio anno…

  32. Ah Gallo

    “Se però arriva nel 2012 da free agent è probabile che scelga i Knicks perchè obiettivamente, sono la migliore opportunità che ha per vincere un titolo: a Miami non può andare, altre possibilità sarebbero i Lakers insieme a Howard o i Magic insieme a Howard…” –> questo l’ha scritto Giulio, non l’ho inventato. Che poi ha spiegato essere più un’ipotesi romantica che altro, e vabbè

    Ma vedere te che parli di Paul a NY da FA come se fosse cosa fatta, quando invece è praticamente impossibile accada, scusami tanto ma fa’ un po’ sorridere

  33. Ah beh certo, il tuo paragone Artest-Paul è perfettamente calzante. due giocatori dello stesso calibro e della stessa età. Odom poi i Lakers potevano firmarlo a quel contratto che per lui è più che congruo. Le due cose non c’entrano nulla, ma poi ripeto, se vuoi cullarti nei tuoi sogni fa’ pure, solo che le ipotesi che qui dentro vengono ventilate a me fanno un po’ tanto sorridere, tutto qui

  34. big “o”

    “Quindi Gallo la tua certezza si basa sul fatto che Paul sia andato al matrimonio di Melo.”

    cosa ti devo dire?
    io quando la scorsa estate ho letto che al matrimonio di melo la moglie dello stesso melo ha fatto brindare i tre ad un futuro insieme nella stessa squadra ho avuto subito il sospetto che i tre si potessero riunire come gli altri 3 di miami,altro che semplice gossip.
    difatti uno è già arrivato…

    proprio l’arrivo di melo dopo una trade simile che ha smantellato una squadra di giovani interessanti,mi fa capire che i knicks una mossa del genere l’hanno fatta solo perchè sono convinti di arrivare ad un altro big.
    per me quel big è cp3,nessuno me lo toglie dalla testa…

    poi ripeto,in passato spesso ho sbagliato previsioni,vedi caso lebron,anche se ripeto,sfido chiunque a immaginare che lbj avrebbe raggiunto wade.
    in più io a differenza tua non mi sento di dare ogni cosa da mercato per scontata,altrimenti cp3 ai knicks l’avrei dato al 100%
    poi se tu al 100% escludi che nell’estate 2012 lui possa andare ai knicks,allora mi congratulo fin da subito…

  35. GALLO

    Ti quoto

    BIG O

    Non mettermi parole in bocca che non ho detto…Gallo ti ha giustamente argomentato facendoti pure l’esempio di Artest, io la penso uguale: ossia se un giocatore vuole vincere, non ci sono limiti di cap che tengono, se è a NY che Paul vuole andare, a NY andrà…Se è a Milano che vuole andare, a Milano andrà…Questo intendevo con “ipotesi romantica”…Io la vedo cosi, tu la vedi in modo diverso, io non ho mai detto che è certo al 100% che Paul o altri vengano a NY, non vedo invece da cosa ti derivi la certezza che al 100% nessuno metterà piede a NY…Giocare con Stat e Melo nella metropoli per eccellenza? Schifooo, brutto, no no

    Per quanto riguarda Howard io sono sempre convinto che o rimane ai Magic (ma in questo caso o Deron o CP3 devono raggiungerlo), o va ai Lakers o a Boston…Ma questo non vuol dire che i Lakers resterebbero con Bynum, Odom, Gasol, Kobe, Barnes, Artest ecc ecc e a questi aggiungerebbero Howard, perchè è chiaramente impossibile, solo che si spera che non ci sia bisogno di spiegartelo per farti capire che lo diamo anche noi per scontato che una cosa del genere non si può verificare…Sarà mica necessario fare come con i bambini, prenderti per mano e spiegarti le cose parola per parola? Dai dai Big O, non fare il finto ingenuo

  36. O ragazzi ma adesso (per colpa degli Heat e dei Celtics daccordo) se una squadra non ha almento 3 super big non va da nessuna parte e Melo non serebbe comunque tornato a casa ossia dove avrebbe sempre voluto giocare se non sapendo che arriverà anche Poul ma dai è una cazzata…
    anche Billups sarebbe un big secondo certi parametri anche se in prospettiva è anzianotto ormai.
    Intanto comandano i Bulls che hanno il probabile MVP Rose e altri buoni ma non certo super fuoriclasse, gli Heat dimostrano che non basta assemblare fenomeni, ci vogliono anche i Rondo e i Perkins per completare i quintetti da titolo…
    la trade “sconvolgente” infatti è stata quella di Green per Perk (poi subito rifirmato) mosse pesanti: ancora talento e un pò di futuro per i Celtics che contano evidentemente su un ritorno in pompa magna di shaq e un tassello importante per i giovani thunder da contrapporre a LA ossia un difensore che due mazzate non le nega a nessuno

  37. big “O”

    beh d’altronde era proprio gallo=poemiinfinitiatutteleoredelgiornoedellanotte quello che diceva “lebron è già dei knicks, ve lo dico io, fidatevi, non c’è possibilità di sbagliare”.

    va anche detto che se uno le cazzate non le spara non rischia mai di azzeccarci. certo quel “fidatevi, ve lo dico io” fa sorridere un po’ tutti , qui. contento lui….

  38. big “o”

    a me mi fai ridere te…

    paragoni il caso artest con l’eventuale caso cp3 quando io ho fatto un semplice esempio non un paragone.
    l’esempio che nel mercato non si può dare nulla per scontato,ovvero quello che fai te quando ritieni tutto impossibile…

    ripeto,la trade gasol è andata in porto,anche questo per te ti sembrava impossibile se qualcuno te l’avesse detto?

  39. “proprio l’arrivo di melo dopo una trade simile che ha smantellato una squadra di giovani interessanti,mi fa capire che i knicks una mossa del genere l’hanno fatta solo perchè sono convinti di arrivare ad un altro big.”

    GALLO quoto quoto quoto

    Specifico solo una cosa: io condivido, anche per me hanno preso Melo per portarne altri a NY, non necessariamente dev’essere CP3, chiaro che ci spero e secondo me non è impossibile, ma presi Stat e Melo, giochi a NY, un pò a tutti farebbe gola andarci a giocare…E penso che più che a CP3, i dirigenti dei Knicks abbiano pensato a questo…Della serie: “adesso ci diamo sotto con CP3, mal che vada ci sono tantissimi altri che d’ora in poi guarderanno a NY come un’ipotesi più che allettante”

  40. l’uomo che non vuol mai far polemica è tornato…eheh

    dai theoakgiuseppino facci vedere cosa sai fare.
    stupiscici!

    si vede che sei un genio,sottolinei la cosa di lebron ai knicks quando l’avevo già fatto io prima.
    spero che gli altri stavolta si FIDERANNO per davvero se dico che sei un coglione…eheh

    senza rancore…

  41. NY ha chiaramente il mirino puntato su CP3. Certo bisognerà aspettare la scadenza del contratto per prenderlo perchè come hanno preso Melo risulterebbe impossibile senza contropartite degne di tale nome (date tutte per Melo ehehe).
    Ma se Paul va alla scadenza Giugno 2012 non ci sono dubbi: NY avrà i loro big3.

    Solo una cosa: ma se gli Hornets vorranno scambiare CP3 a febbraio, invece che perderlo da freeagent a Giugno (es: magari con i Magic, che di giocatori validi da scambiare ne hanno), cosa può fare in tal caso il giocatore Chris Paul? Può rifiutare una trade e aspettare la scadenza del contratto o è costretto a trasferirsi dove il GM avrà messo su la trade in quetsione?

    In tal senso mi sembra che Carmelo rifiutasse le trade (Nets su tutte) e ricattasse Denver per andarsene “gratis” questa estate. Infatti poi è stato accontentato andando alla Grande Mela.

    Ora può Chris Paul fare il contrario: e cioè rifiutare qualunque trade e decidere di terminare il contratto?

    Incredibili i Bulls…primi ad est!
    Ok che Rose è stata prima scelta, ma quà si parla di uno che sposta alla Lebron. Con tutti gli infortuni che hanno avuto i Bulls lui lo stesso sta guidando una squadra dove nessuno osava pensare.

    Lakers finalmente riacciuffano la seconda piazza ad ovest. Ora possono pure rilassarsi ahahah!!

    @ nick-the-quick

    quanto mi piacerebbe avere le tue certezze sul futuro imminente degli heat con Bosh ;-)

  42. JULIUS

    “se una squadra non ha almento 3 super big non va da nessuna parte”…Ma non metterci parole in bocca che non abbiamo detto per cortesia…Trovami dove io o il Gallo abbiamo detto non c’è due senza tre, perchè ti devi inventare le cose? Semplicemente abbiamo detto che adesso che NY ha due super stelle, tenterà (TENTARE E’ DIVERSO DA DIRE E’ OBBLIGATORIO) di aggiungerne una terza, e visto che non tra 10 anni, ma tra 1, tre super stelle potenzialmente saranno free agent (CP3, Deron, Howard), se pensate il contrario siete un pò ingenui………

    Poi magari Paul viene ceduto a Sacramento con la trade immaginata da Alert e estende il contratto con loro e allora tutti a dire che sparavamo cazzate, dicendo che noi dicevamo che a NY DOVEVA ARRIVARE LA TERZA STELLA…Ma non è vero, semplicmente abbiamo detto che NY PROVERA’ ad aggiungere una terza stella, se non arriva, si punterà su giocatori di un calibro inferiore ma pur sempre ottimi giocatori…Non metterci parole in bocca che non abbiamo mai detto, mai detto “non c’è due senza tre”

  43. Gallo: “in più io a differenza tua non mi sento di dare ogni cosa da mercato per scontata,altrimenti cp3 ai knicks l’avrei dato al 100%”. parolo tue, dopo che 10 min prima avevi scritto Paul al 95% andrà ai Knicks. Fai pace con te stesso allora, deciditi. senza offesa, ma io tra il 95% e il 100% non vedo troppa differenza

    Giulio: io non metto in bocca niente a nessuno, e per esserne certo sopra ho citato un tuo virgolettato. Quindi deduco che per te se CP3 vuole andare a NY a 27 anni lo farà anche per 7-8 mil, perchè “non ci sono limiti di cap che tengono, se è a NY che Paul vuole andare, a NY andrà…”. questo anche l’hai detto tu.

    va bene, ok. Prendo atto di queste vostre opinioni. Passiamo oltre.

  44. comunque lebron ai knicks e cp3 ai knicks erano tutte cazzate che mi sono inventato io.
    ha ragione theoakgiuseppino,difatti mai sentito nessun rumor che accostasse quei due nomi ai knicks.
    ad esempio ero io tutte quelle persone che lo scorso anno nella gara tra knicks e cavs al msg guardavano la partita con la maglia knicks col nome james scritto dietro…

  45. “ma io tra il 95% e il 100% non vedo troppa differenza”

    beato te…

  46. CP3

    Può andare a NY anche il prossimo anno. Questo con uno scambio che però vedo difficile/impossibile. Nel 2012/13 avrebbero spazio salariale per firmarlo (41 mln). Se il play non attacca una pippa immane per andare a NY già il prossimo anno deve solo farsi un anno di purgatorio giocando in una squadra da PO (forse). Ovvio che NO non potrà far molto sul mercato. Se invece volesse andarsene subito NY non ha nulla da offrire salvo una macchinosa operazione che coinvolgerebbe almeno un’altra franchigia.

    Se invece accettasse altre offerte ed altre sfide allora il discorso cambierebbe. Magic (Redick-Nelson…), Kings (Evans+Udrih…), Heat (Bosh + accozzaglia, difficile), Clippers (Kaman+Bledsoe…) e via discorrendo avrebbero le carte in regola per ingolosire NO e rendere felice il ragazzo. Indubbio che nell’ottica Hornets la cessione del ragazzo in qualsiasi squadra che possa dargli qualcosa in cambio è preferibile ma ciò escluderebbe NY.

    Ovvio che bisogna capire se il “patto di sangue” sia vero è inciso nella pietra oppure sono solo elucubrazioni.

  47. ah, cmq nel 2012 scade anche Duncan. non è che Howard ce lo prendiamo noi alla fine? hehehe

  48. Rileggi bene Giulio è un’opinione diffusa mi sambra, non metto parole in bocca agli altri, ma lancio nuovi argomenti, magari più attuali e reali che non siano fanta basket e fanta trade…
    Pertinente l’osservazione-sospetto che Melo sia uno svogliato e pessimo difensore, ora NY non ha un centro ne un sistema di gioco difensivo degno, le squadre le si fanno anche con i gregari e le prese improbabili-importanti al draft come Fields, senza il bianco con il n. 6 non so se avrebbero rinunciato al Gallo…

  49. FABIO R

    Hai centrato il punto…Come te noi sostenevamo che NY un tentativo per prendere CP3 lo farà senz’altro…Che poi lo prenda non è sicuro, su questo non ci sono dubbi, mai detta una cosa del genere, anzi fin dal primo commento ho detto che sarà complicato!

    “ma se gli Hornets vorranno scambiare CP3 a febbraio, invece che perderlo da freeagent a Giugno (es: magari con i Magic, che di giocatori validi da scambiare ne hanno), cosa può fare in tal caso il giocatore Chris Paul? Può rifiutare una trade e aspettare la scadenza del contratto o è costretto a trasferirsi dove il GM avrà messo su la trade in quetsione? ”

    Questo è il rischio! E questo è quello che sostenevo anch’io…Per dire per me le opzioni di Paul sono limitate:

    – rifirmare con New Orleans (difficile)

    – arrivare alla free agency nell’estate 2012 e scegliere la squadra che più gli comoda (NY in pole position con i Magic se resta Howard)

    – oppure si ripete quello che è successo con Deron: ossia fatti i playoff, New Orleans inizia un’altra stagione con il chiaro sentore che Paul voglia andarsene…In tal caso o trova una squadra con cui fare un sign e trade (Magic per esempio, Lakers?) e Paul estende, oppure che so, lo spediscono a Minnesota (o ai Kings, ma sto facendo un esempio che sia un esempio eh) in cambio di Rubio e Pinco Pallino e Paul si riserva come Deron di estendere più avanti…Allora o alla fine estende con Minnesota, oppure arriva alla free agency, Minnesota si è privata di giocatori per niente, e Paul può scegliersi la squadra che vuole

    In una di queste opzioni, secondo me, c’è il futuro del signor Chris Paul, altre soluzioni non ne vedo, va detto che l’opzione Magic sarebbe fattibile se Howard dichiarasse di rimanere, e sempre con il presupposto che saputo ciò, Deron non lo batta sul tempo e firmi per i Magic prima di Paul…Ma ripeto: è presto per parlarne, perchè ci stiamo sfasciando la testa già adesso?!?!?!?!

  50. Alert
    per l’anno prossimo i Knicks hanno solo 7-8 giocatori sotto contratto. A meno di non dare un sfilza di annuali quest’estate nel 2012 il loro cap sarà più intasato che non dai soli 41M. senza contare che va rinnovato Fields

  51. su paul

    io credo che i magic faranno carte false per portarselo a casa e tra Nelson,redick,j-rich magari qualche scelta non mi sembra impossibile, il problema magari sta nel costruire un buon contorno intorno ai due …

    • Quoto

      Richardson però scade quest’estate, difficilmente i Magic lo rifirmeranno secondo me, però concordo in generale con quanto hai detto

  52. Julius: in tal caso lo dico ora una volta per tutte…MAI pensato che non c’è due senza tre, non penso assolutamente che sia scontato al 100% che Paul arrivi a NY, non penso assolutamente che prese due stelle sia obbligatorio prenderne una terza

    Che poi però, la tendenza sia questa, è un’altro discorso eh

  53. giulio

    meglio lasciar perdere.
    qui si è arrivati al punto di definire “cazzate” l’ipotesi trade paul-knicks o addirittura la vecchia ipotesi lebron-knicks…

    ma sicuri che non dicano cazzate quelli che sostengono che quell’ipotesi di trade sono solo cazzate?

    lebron ai knicks era fantabasket?
    come dire che il basket è uno sport individuale…

  54. ragazzi, ho molta considerazione su alcuni di voi per quanto riguarda il basket ma alle volte stento proprio a capirvi…

    vi siete buttati in una polemica sterile su cose dette o non dette un anno fa… lo capite?! :)

    torando al basket giocato, quot al 100% GiangioTheGlide … sono molto contento anche io per la partita di Brandom Roy, sarebbe un vero peccato per tutta l’NBA se un giocatore con la sua classe dovesse appendere le scarpe al chiodo a soli 27 anni…!

  55. Però ragazzi andateci piano con le sicurezze su CP3 ai Knicks, quanti erano sicuri che Lebron ci andasse quest’estate, e la cosa era sicuramente più fattibile.
    Quindi non dico che sia impossibile, a volte i miracoli accadono, ma crogiolarsi perché tanto tra 1 o 2 anni si completa il puzzle mi sembra sciocco.

  56. Gallo
    non ho detto che l’ipotesi-fantasia-speranza di trade CP3 / NY sia una cazzata ma che lo sia il fatto che Melo è andato a NY nella speranza-certezza che arrivi l’amichetto, non penso che alla fine della telenovela Melo le motivazioni del ragazzo di NY siano quelle

  57. Minkia quanti commenti!!!

    Allora, per quanto riguarda il secondo posto assoluto d’accordo con Uboldo, gli Heat per me sono favoriti, hanno un calendario ridicolo e possono addirittura fare il filotto da qui alla fine perchè le uniche partite di una certa difficoltà le giocano in casa con OKC e Celtics, il resto tutte partite alla loro portata, io firmerei per arrivare davanti a Celtics e Mavs ma siccome gli Heat continuano a farmi paura meglio arrivare anche davanti a loro non si sa mai.

    Un’altra cosa, i Blazers al primo turno sarebbero una bella rogna quindi da oggi tiferò anche i Blazers, ehehehehehehee

  58. Roy is probably the best player I’ve played against, to me he is the best shooting guard. Not on defense now, defense is kind of suspect. He’s the best player I’ve played against…

    così disse Ron Artest (05/01/2009)……

  59. io onestamente non vedo il calendario dei lakers più difficile di quello degli heat…

    delle prossime 14,10 saranno in casa,di cui una sola difficile,quella con i mavs.
    invece contro thunder e spurs allo staples si giocherà nell’ultima settimana quando ormai entrambe non avranno più niente da dire alla classifica,visto che gli spurs saranno già primi e i thunder probabilmente saranno già quarti senza possibilità di arrivare terzi.
    invece delle 4 trasferte,vedo solo quella di portland ostica per davvero…

  60. grazie per il coglione, non raccolgo che non ne vale la pena.

    spiegato in modo semplice (e breve):

    lebron ai knicks e cp3 ai knicks sono rumors assolutamente plausibili, mai detto il contrario.

    facevo dell’ironia (chideo perdono se sono stato offensivo) sul fatto che tu, gallo, dai per scontate le cose e ti atteggi a quello che la sa più lunga di tutti, venendo poi clamorosamente smentito (“i cavs senza lebron faranno 50 vittorie di sicuro”).

    è il prezzo da pagare per chi sostituisce dei semplicie “secondo me” a dei “fidatevi, non avete capito niente”.

    poi magari hai ragione, e sarai stato bravo.

    si fa per scherzare, comunque.

    ieri vista heat-spurs. a sprazzi si è visto qualcosa di preoccupante per le altre squadre (secondo me lakers esclusi, per la dimostrazione di forza che hanno dato qualche ora dopo): lebron senza la palla costantemente in mano e che dialoga con wade.

    grande difesa heat (anche se gli spurs hanno sbagliato triple che di solito vanno dentro con continuità) ma soprattutto attacco più bilanciato. i prossimi giorni ci diranno se è stato solo un caso.

    stupito da denver, vedremo quando ritorna gallinari. sono convinto che farà molto bene.

    sui knicks e la non difesa sono convinto sia un problema irrisolvibile. ma sono anche convinto che l’anno prossimo saranno i nuovi suns. vale a dire gioco spettacolare e sconfitta a gara 7 delle finali di conference.

    secondo me rose non merita l’mvp, non ancora. il salto di qualità dei bulls è merito di thibdeau più che del numero 1, che è migliorato tantissimo ma non mi sembra ancora al livello di wade, lebron, kobe. poi felice di essere smentito ai playoffs

  61. Kevin Johnson conferma che dall’anno prossimo i Kings giocheranno ad Anaheim (ossia la Monza di Los Angeles…) e non più a Sacramento.

  62. p.s. a gallo e poi chiudo.

    se cominci a dare del coglione a chi ti prende (bonariamente) in giro e continui ad aggredire tutti quelli che la pensano in modo diverso da te bisognerà aprire un blog alternativo per quelli che non hanno l’ossessione di dominare un forum e si rispettano a vicenda.

    dai, su, anche gli altri possono esprimere qualche idea decente.

  63. “i cavs senza lebron faranno 50 vittorie di sicuro”

    ma perchè ti inventi le cose?

    visto che io sui cavs ho detto che avrebbero potuto fare i playoff,non proprio la stessa cosa…

    poi che ci vuoi fare,se spesso ci prendo mica è colpa mia…eheh

    comunque fai bene a sottolineare le volte che sbaglio,visto che è raro…eheh

    poi mi dispiace se ti sei offeso,non volevo offenderti.
    diciamo che spesso mi piace fare l’arrogante,ma capisco che è un mio difetto…

    ciao giuseppinopaneevino!

    • gallo ma senza nessuna polemica eccetera….ma tu lavori??? perche vedo commenti a tutte le ore…XD
      curiosità personale eh…

  64. non mi invento niente

    l’anno scorso, quando c’era chi diceva che i cavs senza lebron non valevano niente, hai detto che senza lebron i cavs potevano tranquillamente arrivare a 50 vittorie.

    poi mi fa piacere che sei convinto di sbagliare raramente. è una virtù dei leader ed è molto utile nella vita di tutti i giorni.

    non mi sono offeso, però magari la prossima volta che ti lasci prendere rileggi i tuoi commenti e togli parole come “coglione”, potrebbero innescare le solite infinite diatribe di cui né io né tu abbiamo voglia.

    @in your weis e tutti quelli di roma:ù

    sarò nella capitale per due settimane dal 24 marzo. se organizzate partitelle al campetto di san lorenzo fatemi sapere.

  65. doff

    sì,faccio il gigolò…

    giuseppino

    non penso di aver mai detto una cosa del genere,ma se l’ho detta,evidentemente ero sotto stupefacenti…

    comunque non è questione di essere convinto di non sbagliare,ma di essere consapevoli di avere certe competenze in materia che potrebbero aiutarti nel fare certi pronostici,che non sono quelli del mercato nba…

    capisco che può sembrare arroganza,difatti spesso la è.
    hai presente quando qualcuno disse:

    “non è che non mi fido degli altri,ma semplicemente mi fido più di me stesso”

    se non è arroganza questa…

    comunque fammi sapere se sul coglione ci ho preso oppure no…eheh

    aufwidersehen!!!

  66. @ Giulio

    bisogna stare attenti però ad andare tramite trade in franchigie “di sosta” perchè ho come la netta impressione che stern farà questa estate con il plausibile lockout tutte le cose che aveva in mente di fare da anni come il cap rigido stile NFL (magari!), giocatori con più di 10 anni che non incidono sul cap (bello), fine eccezione salariali (AMEN!) e il Franchise Players, anche quì in stile NFL (e ancora MAGARI!).
    Infatti Deron è sul filo di lana, forse la scampa, ma se passa la storia del franchise player e lui è ai Nets, Prokorov lo blocca e addio altre destinazioni.

    E’ prematuro parlare di queste cose, i playoff incombono e al momento godiamoci quelli, ma in quel caso Paul non potrebbe più andare nella Minnesota di turno tramite trade per poi scegliersi la squadra a fine anno perchè rischierebbe di firmare si per i T’Wolves, ma come franchise player, e da li non ti muoveresti più per anni.

  67. non ho capito dovrei farti sapere se ci hai preso dicendo che sono un coglione?

    su tutto l’autopompino che ti sei appena fatto sull’esser competente e super esperto stenderei un velo pietoso…

  68. Io vado controcorrente, e vi sparo i miei pronostici per il bracket NCAA che inizia a breve. Pronostico solo il 1° turno, poi man mano che passano le partite mi diletterò anche con sweet 16, elite 8, e così via…

    EST: OSU, Villanova,WVU, UK, Marquette, Syracuse, Wash, UNC
    OVEST:Duke, Tennesse, Arizona, Texas, Mizzou, UConn, Temple, SDSU
    SouthWest: KU, Illinois, Vanderbilt, Louisville, USC, Purdue, FSU, ND
    SouthEast: Pitt, Butler, KSU, Wisconsin, SJohn’s, BYU, MSU, Florida

    Vedere come certa gente faccia dei tripli carpiati all’indietro per smentire cose dette un centinaio di volte mi fa davvero ridere. Come si dice ragazzi, carta canta…sarà che poi io diffido da tutti quelli che “oh, nun ve preoccupate, ve lo dico io…”, orfani del dubbio…

  69. @ gallo

    ma poi volevo chiederti, almeno mangi qualcosa? trovi il tempo? e se sì, quando vai dal panettiere, gli racconti di quella finta che quella volta kobe ha fatto al terzo minuto del primo quarto della partita contro gli hawks e tu, solo tu nel mondo, si riuscito a capire dalla faccia dello spettatore fila tre posto 45 che in realtà kobe stava indicando di essere il più grande di tutti i tempi? e il panettiere il pane te lo da lo stesso?

    non so, maestro, ma se davvero sei così competente, ma che diavolo ci fai attaccato a un blog di poveri sfigati come noi, che tra l’altro si permettono di prenderti per il culo da anni a più riprese?

    dai, se presenti il curriculum a sky magari un posto di commentatore te lo danno. e noi tutti potremo dire (in un forum ormai privo dei tuoi 50.000 commenti e desolatamente popolato di piccoli ignoranti) “io quello lo conosco!”

    lo spero per te. ongi stella deve avere la sua opportunità di mostrare al mondo il suo splendore

    …….
    ….

    ..
    .

  70. @ iyw

    da ignorante (come al solito) in materia, prendo l’università che ha come logo una bella Tigre e punto tutto su di loro.

    eheheh!!

    So solo che Duke mi sta lì.

  71. MA CHE CAVOLO VI INTERESSA DI QUANTO E COSA SCRIVE GALLO=BIRD!

    Mica siete obbligati da una forza invisibile o da un macchinario agli occhi stile “Arancia meccanica” a leggere i suoi post. Se vi da fastidio passate oltre, non è difficile. Io lo leggo sempre con piacere…

  72. Evitiamo attacchi personali per favore ragazzi. Se volete insultarvi scambiatevi le email e fatelo per cavoli vostri. Qui si parla di basket (con qualche excursus extra), ma se cominciamo con e beghe personali diventa un puttanaio. Grazie.

  73. .. che spettacolo “rivedere” il “buon veccchio” Roy cui ero abitutato .. speriamo sia sempre così .. GO BLAZERS!

  74. ho capito regà, ma io lo prendevo un po’ in giro, quello mi da del coglione. io non reagisco e mi da del coglione di nuovo. mi pare anche di averla buttata sullo scherzo senza offendere.

    tutto perchè ho detto che il suo “cp3 ai knicks al 95 per cento” ricordava tanto il “lerbon ai knicks al 100 per cento”.

    poi l’exursus sulla vita privata di gallo e del suo panettiere (erano queste le cazzate hilton?) era per dire che se si scrivono un milione di post (che non leggo quasi mai, tranquillo fabio r) sparando sentenze a destra e a sinistra e sommergendo di commenti ogni voce che si permette di dissentire, prima o poi qualcuna l’azzecchi.

    comunque chiedo scusa a gallo e alle sue truppe cammellate per aver sottolineato uno squilibrio che, a mio modestissimo parere, abbassa sempre di più il livelo del blog.

    “e allora non lo leggere”, risponderà qualcuno.

    infatti, seguirò il consiglio. peccato perchè quando tre anni fa ho scoperto playitusa mi piaceva molto ed ho imparato tante cose utili da gente che ne sa molto più di me.

    e tra loro non credo proprio ci sia gallo=bird, che sicuramente sa tante cose più di me ma altrettanto sicuramente si tratta di aneddoti e statistiche di cui faccio volentieri a meno.

    arrivederci.

    kgiuseppu

  75. Giornata tranquilla oggi….

    Appena ho un po’ di tempo metto anche i miei di pronostici del Torneo NCAA…

  76. @ Doff

    eh già. Lacunose zone in NCAA. Le finals 4 però le seguo con piacere…se posso..
    Purtroppo il giochetto del logo e colori non sempre funziona. Da bambino mi innamorai dei Cincinnati Bengals perchè affascinato dal loro stupendo casco tigrato…ad oggi posso direi che non mi andò benissimo. Ormai però è fatta, Cincy tutta la vita, nel bene o nel male (ed è quasi sempre male)…

    @ kgiuseppu

    ma un forum è questo, ognuno ha le sue idee e le esprime come può. Certo ci sono quelli più sapienti e quelli meno (io mi iscrivo in quest’ultimi), ma in fin dei conti siamo tutti tifosi NBA.

    (in questa frase finale ci andrebbe bene un pianoforte malinconico in stile StudioAperto ahahahahah!!!!)

    Chiaramente meglio se si esprimono concetti senza offendere che, detto tra noi, fatto attraverso una tastiera e un monitor è assai inutile oltre che triste.

    • Un mio amico tifa Bengals per il tuo stesso motivo…e anche Lui non ha mollato!!!

  77. Ahahahaha….e’ un perfetto esemplare di Morto di figa, uno di quei sfigati che il sole non lo vede nemmeno in cartolina perche’ troppo impegnato a consumarsi la vita nel modo piu stupido che ci sia…ma qualcuno che lo prenda dalle orecchie e lo sbatta fuori di casa non c’e’? Oppure si sono arresi al fallimento in quella casa..?

  78. gallo bird

    a dire il vero questa è la prima flessione seria dei mavericks, dato che la precedente a gennaio era stata a mio avviso troppo inficiata dalle contemporanee assenze di butler e nowitzki per una decina di partite ( quasi tutte perse). comunque sia ormai il secondo posto i lakers non se lo lasciano scappare più.

    mi dispiace tantissimo per sacramento……..

  79. FABIO R

    Si si chiaro, io parlavo del futuro di Paul ma basandomi sulle condizioni attuali, se Stern quest’estate mantiene le promesse hai ragione, il discorso cambia eccome…Concordo quando dici che è prematuro parlare di mercato, cavolo si è appena concluso, concentriamoci piuttosto sugli imminenti o quasi playoff

  80. SUI KINGS

    In realtà non è ancora ufficiale, ma incredibilmente vicino…Per cui si, si può dire che ormai a LA hanno solo spiaggia, cinema e squadre di basket…3 squadre in un’unica città, che spreco

  81. Non ho letto tutto perchè oggettivamente non ne ho il tempo.
    Solo alcune opinioni personali sul caso NY e Paul e su altri ipotetici movimenti futuri.
    1. Considerare il matrimonio di Anthony come prova del fatto che Paul andrà a NY mi sembra quanto meno eccessivo. E’ vero, c’è l’esempio del patto dei tre di Miami, ma non mancano neanche esempi opposti: per dirne due, Baron Davis che si accorda con l’amico Brand per andare ai Clippers e quello subito dopo cambia squadra; o Boozer che si accorda con Gilbert per rifirmare e poi se ne va a Utah… In campo ci sono faccende più importanti che non un brindisi al matrimonio.
    2. Non dimentichiamo che Anthony stesso non ha aspettato di andare in scadenza, non ha rinunciato a un soldo e non ha preso nessun rischio. In questo modo i Knicks hanno dovuto svuotare il guardaroba per ottenerlo (quando poco dopo Williams è stato ceduto per molto meno, senza accordi, patti, ecc.)
    3. Paul può andare in scadenza a andare dove vuole. Non può rifiutare uno scambio, però nessuna squadra lo prenderà se prima lui non rinnova il contratto. In definitiva, o lascia finire il contratto o dovrà accettare una mediazione con la sua squadra.
    4. Con il rinnovo del contratto collettivo alle porte, qualunque discussione sul futuro è proprio chiacchiera da bar. Tutti possiamo inventarci motivazioni per gli scambi, tutti possiamo dire “fidatevi di me” e sproloquiare all’infinito ma sono chiacchiere che lasciano il tempo che trovano.

  82. big “O”

    Su i Knicks versione 2012 hai ragione.

    Anaheim Kings

    Non è la Monza di Milano ma di più. L’Orange county è una ricca contea che farà felici i Kings e in primis i fratelli Maloof.

    Era scontato che finisse così visto che la storia andava avanti da 6 anni. I debiti dei fratelli erano ormai insostenibili al punto da farsi “aiutare” prima dalla NBA con una rinegoziazione delle perdite e successivamente dal nuovo socio che da il nome all’arena ed ha un bel pò di interessi ad Anaheim.

    Questo si traduce nella nuova arena (Honda Arena) casa dei Mighty Ducks (NHL) nuovo pubblico (ricco) e nuovo appeal per la franchigia. Ora un FA che sente Kings non penserà alla capitale ma a Long Beach, Santa Barbara, Venice…..

    Da tifoso dispiace non sentire Sacramento Kings ma questo è business. Mi sarebbe piaciuto come location Seattle ma non si può sempre volere la luna.

    A proposito di CP3 il mio discorso su una trade era anche dovuto a questo: proporre al folletto “abbiamo una squadra di talento, una scelta altissima, soldi da spendere e stiamo a due passi da Hollywood” ti piace come prospettiva? Forse (0.1%) è un programmino niente male anche per Paul.

    Gallo

    All’inizio di stagione dicesti che i Cavs sarebbero andati ai PO. Quindi nella peggiore delle ipotesi pensavi ad almeno 40 W. Hai toppato come toppiamo tutti ma è il bello nel fare pronostici. Io l’anno scorso massacravo i Celtics non dandogli una chance di battere nientemeno che gli Heat e quelli sono arrivati ad un niente dal titolo!!!! (Massacrato giustamente da Michele)

    Come dire: se leggevo l’oroscopo facevo meglio.

  83. Lungi da me difendere Gallo, che lo sa fare benissimo da solo, però non dimentichiamo che i Cavs hanno avuto otto milioni di infortuni quest’anno. Passi il lebronkarma, passi lo shock, però mettiamoci anche la sfiga dai.

    Qualcuno mi può spiegare come funziona il discorso dei franchise player nell’NFL? A grandi linee penso di averlo capito ma attendo chiarimenti approfonditi, grazie!

    • Sulla seconda non ti so rispondere ma sul pronostico è vero che gli infortuni l’hanno fatta da padrone, ma non credo che sarebbero andati oltre le 30 gare.

      • Ovviamente ognuno ha la sua opinione ma, dato che a suo tempo mi sono sbilanciato, non posso non ricordare che anch’io li avevo considerati da playoff facili.
        Evidentemente le cose sono andate tutte per il verso sbagliato ma sono ancora convinto del mio pronostico (ovviamente in assenza di infortuni).

  84. Giulio

    3 squadre di basket (99.9%) 2 di baseball (Dodgers/Angels), 2 di hockey (Kings/Mighty Ducks) e 0 di NFL!!!!!!

  85. fabio r

    Guarda, io di NCAA ci capisco poco, diciamo che seguo un po’ tramite ESPN, tabellini, ogni tanto cerco i filmati dei singoli giocatori…però una volta, nel 2007, li beccai tutti dalla Elite 8 in poi (mai più successo), quindi visto che ci sto ci provo. Più che altro, essendo partite ad eliminazione diretta, vedere gli squadroni che magari vengono buttati fuori dalla George Mason o la Butler del caso, aumenta il senso di dramma, e la difficoltà nel fare i pronostici

    the oak

    Uè, spero che il nick sia in onore di Charles Oakley…io purtroppo (o per fortuna) domattina parto, me ne vado a Budapest a lavorare qualche mese, quindi Roma me la sogno per un po’. E’ un peccato, mi sarebbe piaciuto un casino fare due tiri con qualcuno del blog, ma tanto prima o poi ritorno, e ci inventiamo qualcosa

    Comunque un giorno mi piacerebbe un casino vedere le foto di ognuno degli utenti più attivi, scoprire che faccia hanno, andare al di là insomma del semplice nick

    IL Beli=Kobe(21-12-2012) Miciomiao(60*-82-14-76-23) Cinquina secca

    Il tuo nick mi ha fatto spisciare…senti, ma tra i Senza Figa ci sto pure io? No perchè in caso un 100-200 euri da spendere in zoccole forse li trovo in Ungheria, vorrei porre rimedio a questa mia mancanza

  86. PROCIONIDE

    “Con il rinnovo del contratto collettivo alle porte, qualunque discussione sul futuro è proprio chiacchiera da bar”…Quoto, più di una volta infatti ho ribadito che era inutile sfasciarsi la testa cosi presto

    Su Anthony: finalmente qualcuno che la pensa come me! Anche secondo me se Melo era furbo, aspettava l’estate e andava ai Knicks…Stat+Gallo+Melo+Chandler+Fields+Felton era tanta tanta tanta tanta tanta roba!!! E soprattutto si potevano scambiare Mozgov, Felton, Chandler e qualcun altro per Deron e CP3…Ma fatto sta, il contratto collettivo l’ha spaventato e si è visto cos’è successo…Però sono d’accordo con te, se era più paziente NY avrebbe potuto essere in unasituazione totalmente diversa nonchè più vantaggiosa (mettiamo in disparte il discorso difesa, quella finchè ci sarà D’Antoni temo sarà un bucon nero)

    Chiudo dicendo una cosa: per prendere Deron non mi pare che i Nets abbiamo speso MOLTO MENO, anzi, Harris e Favors, la prima scelta del 2011 che sarà tra le prime 10 e un’altra prima scelta non mi sembra poco! Certo, il gioco vale la candela, SE RIFIRMA…Non dimentichiamoci le cessioni scellerate dei Nets dell’era del russo, suvvia, vi dicono niente i nomi: Douglas Roberts, Lee, Terrence Williams, giusto per fare 3 nomi…Ok tutto, sono stato il primo a dire che a prendere Deron hanno fatto il colpaccio, ma non esageriamo, se Deron fa scherzi questi sono nel buio più assoluto

    • Sì forse hai ragione su Williams. La verità è che non mi piace moltissimo Anthony mentre Deron sì. Io credo che NY abbia intasato il cap con due giocatori che non potranno mai portare a un anello perchè hanno troppe lacune. Per capirsi, LeBron e Wade secondo me ti possono far vincere il campionato, Howard con un’altra stella pure (non considero Boston perchè ha una costruzione completamente diversa, nè i Lakers per lo stesso motivo): Anthony e Stoudamire no. Ovviamente a tutti intorno serve una squadra, ma credo che nessuno dei due Knicks sia in grado di spostare al massimo livello. Poi lo ammetto per primo che sono ipercritico verso di loro.

  87. ALERT

    La penso come te, peccato non sentir più parlare di SACRAMENTO KINGS, non hai idea infatti quanto fastidio mi da parlare di Oklahoma City Thunder e non più di SEATTLE SUPERSONICS con due campioni del genere in squadra!!! Certo è che Anaheim è LA, giocare con Cousins e Evans non fa schifo a nessuno, per voi è la svolta…In più ripeto, occhio al draft!

  88. Quando cambiano le franchigie mi incazzo sempre!
    Poi magari passa, ma mai del tutto: RIVOGLIO I SEATTLE SONICS!!

  89. @ iyw

    quella della eliminazione diretta nella NCAA è uguale a quella della NFL. E infatti vincere nella NFL è molto più difficile che in NBA (a parte tutte le restrizioni salariali ed economiche), prima perchè sono 32 e non 30 teams, poi perchè per conferenze ai playoff ne passano 6 e non 8 e poi perchè ai playoff esiste la partita secca “Win or Go Home”! e li di sorprese ce ne a bizzeffe!

    Gli Steelers sono la squadra più titolata con 6 anelli. Da noi sappiamo Boston e Lakers come sono piene e sazie…tanto per far capire. E Stern leggevo che tutto questo lo vorrebbe “rubare” alla NFL e fare della NBA un campionato più competitivo. Vedremo come……

  90. @ Procionide

    il “franchise player” in pratica (spero di non sbagliare) è quell’opzione che ha la franchigia di metter sotto contratto un suo giocatore a roster e di “toglierlo” dal mercato.

    E’ come se i Magic facessero di Howard il loro “giocatore-franchigia” escludendolo a priori da ogni manovra di mercato e trade. Naturalmente è una regola di contratto e come tutti i contratti hanno una scadenza (non so dirti che durata abbia, come per esempio nella NFL), ma per quegli anni il giocatore non potrà muoversi da quella squadra.

    Stern forse, oltre il franchise player, vorrà incentivare i giocatori (quelli buoni si intende) a restare nelle squadre che li hanno scelti e sconsigliarli a lasciarle perchè in tal caso avrebbero più possibilità di ingaggi alti, rispetto alle nuove possibili destinazioni (si parla di un notevole ridimensionamento).

    Voci di corridoio, ma credo che la faccenda “James” non sia piaciuta molto nemmeno al sommo capo.

  91. Anzi, ora che ricordo bene il Franchise Player è un’opzinie che esula dal classico contratto. Questa opzione in pratica dura anche a contratto scaduto.
    Chiaro che la società può decidere, prima o poi, di rinunciare al suo giocatore franchigia. In ogni caso i vari “casi” Melo e Bosh non esisterebbero più perchè sarebbero i classici giocatori franchigia destinati a passare buonissima parte della loro carriera con le squadre che li hanno scelti al draft.

  92. “premesso che l’ultima estate ci ho preso poco.”

    “stoudemire forse dei big che si sono mossi è l’unica destinazione che ho preso.”

    sono proprio uno che non ammette mai di aver sbagliato,come no…

    alert70

    “All’inizio di stagione dicesti che i Cavs sarebbero andati ai PO. Quindi nella peggiore delle ipotesi pensavi ad almeno 40 W. Hai toppato come toppiamo tutti ma è il bello nel fare pronostici. Io l’anno scorso massacravo i Celtics non dandogli una chance di battere nientemeno che gli Heat e quelli sono arrivati ad un niente dal titolo!!!! (Massacrato giustamente da Michele)”

    sui cavs perchè dovrei ammettere cose che non ho mai detto?
    ripeto,io ad inizio anno vedevo i cavs come una squadra in grado di lottare per un posto ai playoff ad est,ma da qui a dire che pensavo che potessero vincere 50 partite ci passa parecchia strada.
    basta andarsi a rileggere i commenti…

    poi citi i celtics dell’anno scorso,mio vanto,eccome…

    comunque è troppo bello veder gente che ti fa la morale sul perchè non bisognerebbe mai essere troppo convinti.
    la stessa gente che poi dice che gli heat quest’anno CERTAMENTE non vinceranno il titolo.
    dicasi incoerenza…

    comunque sull’odom che non avrebbe mai rifirmato per i lakers,questo di averlo detto non lo ricorda nessuno,chissà come mai.
    eppure io ricordo qualcuno che era convinto…

    ripeto,qui l’anno scorso si vedeva gente che pensava ai cavs come favoriti.
    poi all’improvviso la stessa gente che la pensava così dopo l’eliminazione ha cominciato a tirare merda contro questa squadra.
    ma come?
    se prima li davi favoriti,perchè dopo che vengono eliminati contro una signora squadra diventano all’improvviso dei brocchi?

    ma poi la scorsa estate si è visto di peggio.
    il blog invaso da gente che dopo la scelta di lebron dava ai tifosi lakers dei rosiconi,ad intendere che con l’arrivo di lebron agli heat la nba era difatto chiusa.
    poi all’improvviso è bastato una partenza lenta di novembre per far passare questa squadra dall’invincibile al ridicolo…

    questa è sempre incoerenza,senza vie di mezzo…

    ancora oggi mi vien da ridere a pensare che si dava dei rosiconi ai tifosi lakers,ovvero gli stessi tifosi che qualche giorno prima della scelta avevano goduto nel veder vincere kobe e compagni in finale contro i celtics.
    ma come si dice in questi casi,chi la fa l’aspetti.
    lo dissi già in quei giorni,ovvero,vedremo a giugno chi rosicherà.
    perchè la realtà che con certa gente,la soddisfazione di veder vincere un titolo ai lakers vale doppia.
    ma stavolta eventualmente vale tripla…

    comunque i pronostici si possono sbagliare.
    ma è il vedere prima bianco e poi nero che è sbagliato…

  93. Ok mi sono andato a leggere su santa wikipedia le regole dell’NFL per il franchise player.
    Praticamente, tu puoi scegliere di dare a questo giocatore un contratto pari alla media dei 5 contratti più alti tra i giocatori che hanno il suo ruolo (o in alternativa il 120% del suo contratto precedente, se questo porta a una cifra più alta). il contratto dura 1 anno e può essere rinnovato.
    Praticamente io ti strapago ma tu non puoi lasciare la squadra, almeno finchè non rinuncio a considerarti un franchise player.

  94. Non ci vedo niente di male nel fare pronostici. Certo essere coerenti sarebbe il massimo ma sono certo che con tutta la volontà di questo mondo ognuno in un modo o nell’altro si contraddice. Chi sui dettagli, chi sulle sensazioni….. Questo è dovuto alle tante gare che commentiamo, alle nostre convinzioni più o meno ferree etc….ma alla fine chisse ne frega.

    Stern

    Deve “ringraziare” il prescelto e il delfino Bosh per avergli aperto le palpebre e capito che il giocattolo stava e sta virando verso una direzione sbagliata. Francise player, cap rigido, regole vicine alla NFL va tutto bene basta che si faccia.

    Ad essere sincero non vedo l’ora. Ovvio che i “disastri” sarebbero rimediati tra due/tre anni ma almeno si aprirebbe un nuovo capitolo.

    • Non conosco nel dettaglio le regole del cap NFL, però credo che alcune cose siano basilari:

      – cap rigido;
      – eliminazione delle eccezioni, non in toto ma anche rendendole uniche non sarebbe male. Esempio: in un roster un unico player può godere della MLE e un altro della Bird.
      – riduzione delle franchigie. Alcune sono in rosso dalla nascita (Charlotte), altre quasi (NO). Si torni a 26.

      Pareri personali, per carità.

  95. Salve a tutti,
    giornata tranquilla oggi eh? :-P

    Il bello dei pronostici è proprio questo: si indovinano cose assurde e si sbagliano cose banali. Però bisogna sempre farli.

    Il discorso “romantico”, tutto sommato non è da sottovalutare: Barnes è andato per un quarto ai Lakers.. Idem Artest l’anno prima. Questi ovviamente sono aspetti imprevedibili, perché alla fine se CP3 decidesse per assurdo di fare un triennale al minimo per andare agli Heat, vincere 3 anelli e poi fare i soldi al CSKA Mosca? Fantabasket, perché è una forzatura, ma casi del genere non possono essere esclusi a priori.

    Non entro nella polemica, ma tra il 95% e il 100% c’è un abisso: anche se anziché del 95% fosse stato usato il 99.99%, resta comunque un abisso.

    Se dico che al 100% tizio firmerà per i C’s, ho una certezza. Se dico che lo farà al 95%, ritengo altamente probabile l’evento. Certo e probabile non sono proprio la stessa cosa.

    :-D

  96. A me la regola del franchise player sembra tanto na schifezza. In base a cosaio sarei costretto a rimanere per sempre in una franchigia? capisco i primi 4-5 anni, ma poi? che debba essere costretto a stare sempre nella stessa città per tutta la mia carriera? ma scherziamo? manco Mussolini quando mandava la Carlo Levi al confino… Per il resto, cap più rigido, eliminazione delle eccezioni e altri aggiustamenti vanno più che bene

  97. 30 squadre NBA possono essere tante come non eccessive. Dipende da dovi le collochi. Ci sono realtà che non hanno nel basket professionistico una grossa attrazione come a Charlotte dove trovi università che hanno fascino e un’appeal 10 volte tanto: Duke, NCarolina, NCarolina State, Wake Forest etc…., a Memphis idem, a NO neanche si discute (NFL tutta la vita), Milwaukee al limite, Sacramento ormai è storia e Minneapolis. Se queste franchigie fossero a Seattle, San Diego, Kansas City, Pittsburg, Vancouver e Baltimora probabilmente non avremmo buchi pazzeschi.

    Francise player

    Big O – non è male se il giocatore lo firma consapevolmente. Voglio dire un Kobe lo firmerebbe ad occhi chiusi, idem Duncan, Howard…. ma l’importante che la regola sancisca un periodo di tempo ragionevole. 3/4 anni. Le società avrebbero la tranquillità di poter costruire con delle certezze. Non avremmo il rompicogl. che frigna tutto il tempo, ma un impegno del 110% per aiutare la causa. Poì se il giocatore non avesse intenzione di rimanere aspetterebbe la scadenza naturale del contratto per fare le valigie, dopo aver guadagnato una barca di soldi.

  98. @Doff
    leggevo solo ora…non ti credere, Io ho solo sfiorato la serie C2, e di campionati regionali ne ho fatti anche Io, soprattutto nelle giovanili….

    Ma parliamo di questi Mavs
    che tirando con il 60% dal campo hanno perso!!
    Io non li ho visti in flessione, anzi, abbiamo sputato sangue per vincere la partita che giocavamo in casa…e di soli 3 punti…
    Se sono in flessione questi….

    Poi se ho tempo parlerò anche un po’ dei miei Blazers, perché se non ci penso Io qui…:-)
    E basta litigare per questo sport molto nobile,
    sicuramente molto più del calcio che fa commentare quasi sempre solo tifosi faziosi che spuntano fuori anche qui solo per denigrare altre persone….
    Volemose bene, semo ro….baskettari!

  99. Il Franchise player è fondamentale se vogliamo costruire una lega dove anche le “piccole” possono iscriversi alla corsa al titolo, altrimenti di cosa ci stiamo lamentando?

    Poi Mussolini…bà! Nome fin troppo abusato. Ma lasciate stare i discorsi da scuola media. Sarebbero giocatori STRAPAGATI che firmerebbero un contratto di propria iniziativa consapevoli del programma che la franchigia ha per lui e la squadra. Nessuna pistola puntata alla tempia.

    Poi, ripeto, Stern sta già lavorando (franchise player o meno) a delle regole che aiutino i giocatori a prendere delle decisioni con meno facilità di come si fa oggi. Quelli che volessero lasciare la squadra che li ha scelti, per andare in un’altra “X”, sono consapevoli che l’ingaggio massimo che andranno a firmare sarà una % molto più bassa di quella che la tua franchigia di orgine poteva offrirti e rinnovarti.

    Esempio: se melo firmava 60 con Denver, per lo stesso numero di anni a NY ne poteva guadagnare 40.
    Bell’incentivo a rimanere, no?

    Ora è chiaro che sto sparando cifre (stile dan Peterson eheh) ma il succo di ciò che vuol fare Stern è questo: motivare i giocatori simbolo, gli all star, a restare nelle proprie squadre e dare ad ogni città la possibilità di avere un proprio futuro, un seguito di tifosi e un maggior introito.

  100. Allora francamente non ho capito io che cavolo è sto uomo franchigia. Che cambia coi rinnovi di 5-6 anni che ci sono già in NBA? Anche qui un giocatore firma di sua spontanea volontà e decide di legarsi a lungo termine con una squadra. Spiegati meglio, qual’è la differenza?

  101. @inyourweis
    Tacci tua, da quando hai detto che fino a mercoledì potevi andare al campo non ha smesso di piovere….beh forse ieri non era male, anzi faceva caldo, ma io ero a lavoro…:-)
    Comunque so’ stato un po’ sfortunato, me li volevo proprio fare 2 tiri, ma mi sono sentito anche male sabato…Vedi di tornare presto, così ci becchiamo al campo…
    Se vuoi sapere come sono fatto…beh alla mia immagine metti la pelle color avana scuro (se esiste…) e quello sono Io!!!
    Comunque ancora non ho capito come ti chiami, se vado al campo e voglio chiedere di te che gli dico, inyourweis ???

    @the oak
    volevo dirti appunto che il titolare del campo è inyourweis, dove abito Io i campi da basket li hanno tolti per fare spazio a campi di….indovinate un po’?
    Comunque magari una salto si può fare lo stesso anche se non c’è il “titolare”, ci facciamo lasciare le chiavi sotto il tappetino…

  102. Pensate un po’:

    -Gasol era franchise player a memphis e i lakers non potevano arrivare a lui. Restavano si forti, ma non così forti. Aspettavano Bynum dall’infortunio e nel frattempo ci provavano così.
    -Bosh restava a Toronto e con la crescita del mago ed altri buoni giocatori non avrebbero fatto così pena.
    -James restava a cleveland e in un paio di anni avrebbe vinto lì il titolo.
    -Staudemire (ammesso non fosse stato Nash il F.P.) restava in una squadra da finale di conference l’anno prima, invece che uscire dai playoff l’anno dopo.
    -Paul restava a N.O. (visto che tra qualche mese scappa sicuro anche lui!!!!)
    -Deron a Utah
    -Melo a Denver

    e via via via…

    Secondo voi così c’era più equilibrio, oppure no?
    Ogni squadra aveva la sua stella su cui poter costruire e poi stava al GM bravo beccare ai draft i vari ginobili, fisher e fields per completare un roster competitivo.

    Poi al limite, superati abbondantemente i 30 (come hanno fatto allen e KG) puoi lasciare, o essere lasciato, per cercare fortuna e gloria in altri lidi. Ma per anni hai tenuto sulla mappa quadre come i T’Wolves o Cleveland.

    Forse stravedo troppo per la NFL…e adoro un livello di competitività ben spalmato su TUTTE le franchigie.

  103. big O

    il F.P. va oltre il contratto che firmi normalmente. Se io, proprietario della franchigia, voglio metterti al sicuro da trade e nominarti Franchise Player, ti faccio firmare una clausula che anche dopo la fine del contratto tu non puoi sondare il mercato.
    Il proprietario ha la possibilità di rifirmarti, sempre con ingaggi onerosi da top player NFL (e garantiti…che in NFL vale molto), senza che tu possa girarti intorno a vedere altre offerte.
    Il rapporto si conclude con accordo “reciproco”.

    Per esempio il QB Palmer è stato franchise player ai Bengals per anni e forse quest’anno è sul mercato, anche perchè la dirigenza forse non vuole più puntare su di lui. Ma prima era INTOCCABILE!

    Payton Manning finirà la carriera ai Colts o la lascerà a quasi 40 anni. Come ha fatto Favre a GreenBay, giusto perchè avevano Rodgers in rampa di lancio e lo hanno lasciato andare…

  104. Io quando sento di questi discorsi del tipo “ti pagano 20 milioni di dollari, stai zitto e giochi dove ti dicono di giocare…” davvero mi chiedo che cacchio di idea di democrazia avete…

    A me, che questi prendano in un mese i soldi che io prenderò in una vita, nn me ne frega niente. Prima di essere atleti, giocatori, star, miliardari, puttanieri, quello che volete, sono sempre esseri umani. Se uno si alza la mattina e decide che Minneapolis gli fa cagare, e vuole vivere in Texas, amen. Se a Rubio piace Barcellona, e nn piace il Midwest degli Stati Uniti, idem

    Alcuni parametrano diritti e doveri in base allo stipendio. Beh, mi va anche bene, è giusto che un Kobe abbia un minimo più di doveri del sottoscritto. Ma nn per questo deve diventare un pupazzo in mano all’owner o ai tifosi di turno. Se Kobe decide che vuole andare in mezzo ai Mormoni, comunque i Lakers dalla sua cessione riceveranno qualcosa in cambio (e lì si vede l’abilità dei GM), oppure, se è FA, ci saranno soldi per cercare uno che ha voglia di giocare ad L.A.

    Il cap rigido servirà a fermare la transumanza verso le piazze con esposizione e possibilità economiche maggiori, o meglio, eviterà che il tutto sia così tremendamente sfacciato come è oggi. Ma se uno dice “oh, a me Salt Lake City mi fa cagare, rinuncio a qualche soldo e me ne vado a giocare ai Knicks”, pace, ha il sacrosanto diritto di farlo. E lo capisco pure

    Tanto la storia dice che i giocatori che rinunciano a bei soldi, per stare in un team vincente, o in una piazza importante, sono la netta minoranza. Molti di più quelli che cercano sempre e comunque di massimizzare il loro valore, a prescindere dai programmi o dalla città in cui giocano

  105. Scusate per la battuta sicuramente infelice di cui già mi scuso….
    Ma si dice che la nube radioattiva abbia già raggiunto le coste dell’Alaska…e cosa c’è, oltre il Canada, subito sotto…???
    Tanto ci manca solo questo ormai…
    magari però una mutazione genetica alle fragili ginocchie di alcuni giocatori…

    Va beh
    una battutaccia,
    e un abbraccio virtuale a tutto il popolo giapponese!!!!

  106. volere copiare la nfl a me sembra una cazzata anche perche sono 2 sport diversi.l’impatto del singolo nella pallacanestro non e paragonabile all’impatto del singolo nell’nfl perche un conto e giocare in 5,un altro e giocare in 20 come in nfl(non so in quanti giocano nell’nfl).inoltre in post season si gioca in partita secca,se quella regola esistesse nell’nba i lakers non avrebbero vinto gli ultimi 2 titolo e i celtics non sarebbero stati a 18 titoli.
    per concludere ricordo che anche nfl della prossima stagione e a rischio lockout quindi prendere il football come modello di reference e sbagliato.

  107. In your weis

    Discorso bello, ma scordi una piccola cosa: il sistema capitalista, e da che mondo è mondo, il padrone ha ragione. Poi parliamo degli USA, parliamo dell’NBA, dove girano più soldi che neuroni; che ti aspettavi? Quando ti pago 20 milioni, giochi, fai pippa e se ti mando a fare in culo a marcire in Alaska ci vai, sorridi e saluti.

  108. raga, qualcuno ha qualche sito, anche straniero, ( non i soliti repubblica etc che fanno solo sensazionalismo) che danno notizie attendibili in tempo reale sulla situazione radioattiva in giappone?

  109. Tunz Tunz

    a quelli andranno aggiunti il rinnovo di Fields e i contratti da firmare quest’estate: NY ha sotto contratto per l’anno prossimo a malapena 7-8 giocatori, e quindi a meno di non dare annuali a tutti, cosa alquanto improponibile, si troverà qualche altro contratto sul cap negli anni a seguire. Ergo, ci sarà meno spazio e chicchessia non avrebbe il contratto cui ambisce nel 2012

  110. quoto straquoto e riquoto toure yaya
    Non si può paragonare uno sport in cui si gioca in 30-40 con un gioco in cui si gioca dagli 8 ai 10 ma nelle partite importanti 40 min su 48 vengono giocati da 5 giocatori.
    Inoltre si giocano serie al meglio delle 7 contro partite secche, fare un’analisi così è di una superficialità disarmante!!!!!
    Mi sembra molto più interessante l’idea di togliere da un’eventuale luxury il contratto di un giocatore che rimane per più di tot anni nella stessa squadra in modo da permettere alla propria franchigia di aver più soldi da spendere per costruire una squadra vincente ed invogliare il giocatore a rimanere lì!!!!

    Una cosa che mi incuriosisce molto è: se ci sono squadre che fanno fatica già ora, prendendo i soldi dalle squadre che sono in luxury, come faranno quando il cap sarà fisso e non prenderanno quei soldi?????Da dove pensano di prenderne in più????

  111. poi se si parla di equilibrio, nel baseball per esempio non esiste il salary cap,negli ultimi anni ognuno compra chi cazzo gli pare quando è free agent,gli yankees 2-3 anni fa spesero più di 200 mln in una sessione di mercato,e non mi sembra che vince sempre la solita squadra in mlb,in più li ci sono serie di Po da 7 gare

  112. Gallo,

    croce e delizia dei miei alunni, mi fai sempre penare…

    Se la probabilità che Paul vada a NY è del 95%, vuol dire che al 95% il PG titolare di NY sarà CP3. Come è possibile che contemporaneamente la probabilità che Deron vada a NY sia del 30% ?!?
    Essendo tu un grande conoscitore del basket, escludo che tu possa credere che i Knicks vogliano giocare costantemente con 2 PG.
    Rivedi per piacere i tuoi pronostici in maniera tale che x (probabilità Paul ai Knicks) + y (probabilità Deron ai Knicks) faccia 100% (altrimenti abbiamo riscoperto la bi-zona di Oronzo Canà.

    Auf wiedersehen (si scrive così, con una “e” fra la “i” e la “d”)

  113. Quanto mi fai tristezza con queste tue (almeno firmati vigliacco) puntigliose sottlineature da professorino frustrato.

    95, 100…ma che te fraga!!! E’ un’opinione personale PUNTO.

Commenta