Macedonia – Lituania 67-65

Continua la storia incredibile della piccola Macedonia che batte la padrona di casa Lituania e accede alle semifinali al termine di un’altra partita tiratissima, sudatissima e combattuta come una battaglia.

E’ una tripla di Vlado Ilievski a mandare in paradiso i ragazzi di coach Marin Dokuzovski, ma tutti i giocatori scesi in campo hanno portato il loro contributo, dal funambolico Bo Mc Calebb (23 punti), al cecchino Vojdan Stojanovski (15 punti con 5/5 da 3), ai mastodontici Samardziski e Antic sotto canestro. Esce distrutta una nazione, quella lituana che aspettava solo lo scontro con la Spagna per vendicare la sconfitta pesantissima della prima fase e involarsi, così, verso il titolo continentale. E invece è stata una serata disastrosa al tiro da 3 punti (2/15), con 14 palle perse che hanno vanificato il dominio in area (46-18 i punti nel pitturato).

La Lituania provava subito un allungo, portandosi 17-10 dopo pochi minuti, ma capiva rapidamente che sarebbe stata una partita lunga, con Mc Calebb che da solo ricuciva lo strappo permettendo ai suoi di finire il primo quarto sotto solo di 2. Secondo periodo con percentuali bassissime. La Macedonia morde in difesa e strappa rimbalzi in attacco, ma sono i baltici a dare un nuovo scossone al match con 6 punti consecutivi, mentre Pero Antic spende il terzo fallo prematuramente. I Macedoni rientrano ancora. Mc Calebb, Samardziski e Ilievski firmano un controparziale e solo Javtokas con qualche pregevole movimento mantiene i suoi avanti (34-30) all’intervallo, mentre le percentuali da dietro l’arco continuano a scendere.

Salgono invece le quotazioni di Stojanovski che apre il secondo tempo con due siluri che pareggiano l’incontro, con la Macedonia che trova il primo sorpasso con un libero di Mc Calebb (42-41). Songaila segna 4 punti uscendo dal torpore, ma ancora Stojanovski la imbuca da 3. Entra Jasikevicius che illumina l’attacco lituano (6 assists alla fine), ma la Macedonia è sempre li, con i primi punti di Antic, che però commette anche il 4° fallo. 52-49 al 30°.

I padroni di casa sembrano impauriti, e allora ci vuole Jasikevicius per dare una scossa, mentre Stojanovski fa 5/5 da dove vale 3 e Antic segna nuovamente per il -1. Songaila, dall’altra parte lo attacca, stante la sua situazione di falli, ma con il tiro pesante che non entra Kaukenas e compagni non possono scappare. Jasikevicius, con altri due assists, genera 5 punti (2 Jasaitis, 3 Jankunas), ma Mc Calebb da solo, con due penetrazioni, tiene a contatto i suoi. 65-63. Jasikevicius in attacco perde palla dopo un rimbalzo offensivo di Kaukenas e così, con 33” la palla è nelle mani dei Macedoni, sotto di 2. Si va ancora con la penetrazione di Mc Calebb che questa vota sbaglia. Songaila recupera il rimbalzo, ma, incredibilmente, spara un’apertura senza senso che la Macedonia recupera. Difesa sbilanciata, palla a Mc Calebb che trova Ilievski completamente solo dietro l’arco. L’ex Virtus Bologna, che fino a quel momento aveva sparacchiato, mette il tiro più importante della storia cestistica della Macedonia.

Sul ribaltamento, la Lituania crea un ottimo tiro per Simas Jasaitis che però vede spegnersi la conclusione sul ferro. Rimbalzo Ilievski. Macedonia in semifinale, silenzio di tomba al palazzo rotto solo dalla gioia dei 50 tifosi Macedoni accorsi sugli spalti.

Tra i giocatori NBA in campo, ci sono 3 punti e 6 rimbalzi ma anche 5 palle perse in 14 minuti per Valanciunas, mentre Songaila ne mette 12 con un misero 6/15 al tiro.

Venerdì, quindi, alle ore 16.30 la prima semifinale sarà SPAGNA – MACEDONIA

Post By nikfiumi (61 Posts)

Cestista, baskettaro, appassionato della palla a spicchi, fedele adepto del parquet. Nato a pane e Danilovic, cresciuto a tarallucci e Ginobili, ho sviluppato col tempo un'insana passione per il basket a stelle e striscie e i Denver Nuggets, aggiungendo poi con calma interesse vivo per Football Americano (San Francisco 49ers) e Baseball (San Francisco Giants). Scrivo per diletto. Parlo a volte, a sproposito, su Radio Playit.

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

7 thoughts on “Europei 2011: Clamorosa Macedonia!!!

  1. McCalebb e la Macedonia gongolano. Immeritatamente. Trovo difficile accettare che una squadra di medio valore possa sfruttare le doti di un play di talento che in Europa fa la differenza. Il tutto con la complicità della FIBA e delle squadre di club che trovano il modo di firmare per 2/3 americani in più grazie alla facilità con cui si può passaportare uno straniero. Questo vantaggio si è tradotto in una Macedonia che vince le qualificazioni e che beffa allo scadere la Lituania con tanto di chance di andare alle Olimpiadi dall’ingresso principale.

    Forse e dico forse la FIBA dovrebbe porre fine a questo schifo. Per il bene del basket.

    Chiudo dicendo che sono contento che l’Italia abbia giocato con il peggior/inutile straniero passaportato dell’intero torneo. Perlomeno possiamo dire di non aver avuto privilegi.

    • Hai ragione
      che senso ha?
      Per me non aveva senso nemmeno quando si parlava di Iuzzolino e Del Negro…

      • Posso capire uno Stonerook che gioca in Italia da 10 anni, che si è sposato e soprattutto è cresciuto cestisticamente nel nostro paese, un conto acquistare un giocatore neanche fossi un club come Siena, Cantù, Milano, Barcellona….

        Insomma non è come con Fucka che si era sloveno ma all’età di 19 anni venne in Italia maturando come giocatore e soprattutto giocando e vivendo per questo paese. I Cook, i McCalebb, Rowlands ed altri si prendono un passaporto e via. La differenza c’è.

        Sono sempre del parere che le naturalizzazioni debbono essere fatte con misurino e non come una compravendita. A questo punto potremmo per assurdo ingaggiare Kobe facendoci belli del fatto che lui parla la nostra lingua oltre ad esserci vissuto per anni in emilia.

  2. Assolutamente d’accordo con te.
    Per quanto faccia piacere vedere squadre impronosticabili che arrivano così in là nel torneo, la prima cosa che mi è venuta spontenea chiedermi è stato: “Ma senza Mc Calebb questi dove sarebbero adesso?”.
    Con questa storia degli americani naturalizzati siamo veramente alla più grande farsa del basket.
    Io spero che in futuro si ponga rimedio a questa situazione, ma la vedo molto, molto, molto dura.

  3. si vanno bene tutti questi discorsi ma avevano vinto, se poi vanno a regalare la palla e vlado punisce sinceramente se lo meritano pure

    e cmq non è solo Mc Calebb questa macedonia
    Stojanovski e il mitico pero antic: fermateli voi?!
    e poi difendono come dio comanda, mandando gli avversari quasi sempre dove vogliono

    io imparerei a difendere come i macedoni piuttosto che come naturalizzare americani

    • Hai ragione però un McCalebb che ti da 20 punti a gara aiuta. Comunque senza il folletto non arrivavano alle semifinali. Che poi la Lituania si sia sparata sui piedi siamo d’accordo.

      Antic e Stojanovski sono consistenti ma gli altri dal 6sto in poi sono poca roba. Ed è questo che mi disturba. Fossero fortissimi non avrei detto nulla ma proprio perchè sei discreta il vantaggio di avere McCalebb si nota ancora di più.

      Immaginalo al posto di Maestranzi….

Leave a Reply to giangiotheglide Cancel reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.