UTAH 91 – DALLAS 94

Gli Utah Jazz cadono per la seconda volta in stagione in casa, vittime dei campioni in carica Dallas Mavericks. Ospiti che partono subito in vantaggio ma devono subire la rimonta dei padroni di casa fino a all’87 pari quando i Mavs allungano fino al +3 definitivo. Per Dallas ottima prova della panchina (44 punti complessivi) con la doppia cifra di Odom, Terry e Beaubois che aiutano Marion (22 punti) e Nowitzki (12 punti) a raggiungere la W numero 9 in stagione. Per Utah le ottime prestazioni dei due lunghi, Millsap e Jefferson (38 punti in 2, 22 rimbalzi) e di CJ Miles con 16 punti dalla panchina non bastano ad ottenere la decima vittoria stagionale.

MIAMI 98 – LOS ANGELES LAKERS 86

I Miami Heat, ancora orfani di Wade, cercano di allungare la striscia interna di vittorie dopo la gara contro San Antonio di pochi giorni fa, ospitando all’American Airlines Arena i Los Angeles Lakers. Padroni di casa che vanno subito in vantaggio nel primo quarto (+5 per il 25 a 20) e non si guardano più indietro (77 a 56 alla fine del terzo quarto) fino alla fine del match. LeBron James si carica sulle spalle la squadra e scrive a referto 31 punti, 8 rimbalzi e 8 assist, 4 recuperi e 3 stoppate in 37 minuti di impiego. Per i Lakers 50 punti combinati per Bryant e Gasol (24 e 26) e doppia doppia per Bynum che però non bastano ai californiani per ottenere la vittoria. Miami ora ha un record di 10-4, mentre per i gialloviola è la sesta sconfitta stagionale a fronte di 16 partite.

HOUSTON 90 – NEW ORLEANS 88

Gli Houston Rockets sono alla caccia della quinta vittoria consecutiva e nell’occasione ospitano i New Orleans Hornets, a loro volta reduci da 5 sconfitte consecutive. I texani partono subito bene e grazie a uno straordinario Kevin Martin (27 punti all’intervallo, 32 alla fine) sono avanti di 9 lunghezze all’intervallo. Gli Hornets però riescono a rientrare grazie ad un parziale di 19 a 7 nell’ultimo periodo, forzando la gara all’overtime. Nel supplementrare è decisivo il canestro di Dalembert dopo aver corretto un appoggio sbagliato di Martin in contropiede per il 90 a 88. Niente da fare per Belinelli e compagni, sesta sconfitta consecutiva. L’italiano mette a referto 15 punti con 6-12 dal campo in 42 minuti; per gli Hornets altri 3 giocatori in doppia cifra, mentre per Houston ci sono 4 giocatori oltre i 10 punti oltre al già citato Martin.

 

Post By Francesco Grazioli (62 Posts)

Connect

111 thoughts on “NBA – Miami batte i Lakers, vincono Dallas e Houston

    • Ok comincio io,Lebron a Kobe je spiccia casa,quando vincerà tutto quello che ha vinto Kobe ne riparleremo!!!!!!!

    • LBJ E KB SONO DUE GRANDISSIMI GIOCATORI…..MA ANCHE GRANDISSIMI EGOCENTRICI
      LA DIFFERENZA E’ CHE KB RIESCE A METTERE DA PARTE IL SUO EGO PUR DI VINCERE E LBJ ANCORA NO

  1. i lakers hanno bisogno di un play. che ne dite di jonny flinn??? una genialata o sono ubriaco???.
    mettiamo che i top oi medi non siano disponibili, tentar non costa nulla. ora torno a bere

  2. lo sapevo che avevo fatto bene a mettere a registrare la partita di ieri sera… azz intanto avrò testimonianza filmata dell’ esordio stagionale di E. Curry dopo 2 anni di assenza…Si dice che il genio sia dimagrito di 45kg quest’estate… son curioso di vederlo all’aopera

  3. Dallas sbanca Salt Lake City con il francesino in versione lusso. Il tutto con Dirk che ha problemi al ginocchio dx. I suoi movimenti sono condizionati dal problema e le prestazioni calano di conseguenza. Non si sa qual è l’entità ma forse lo potrebbero far riposare onde evitare infortuni. Jazz? Buoni ma contro squadre che hanno talento offensivo tendono a pagare.

    Gli Heat schiantano i Lakers. Partita mai in discussione. Non è solo una questione di play ma di panca debole. Si chiameranno Lakers, ma McRoberts-Murphy-Kapono-Metta (versione scazzata)-Morris-Ebanks-Goudelock-Walton non sono un suporting cast all’altezza.

    Possono giocare al massimo ma quando il coach guarda la panca non si alza Odom, Shannon Brown ma McRoberts e Kapono!!! Quindi Kobe-Gasol-Bynum possono dare il massimo ma non sarà sufficiente per vincere le serie. Sulla singola gara si ma 4 non credo proprio.

    Hornets perdono ancora nonostante un positivissimo Belinelli. Jack è un giocatore croce e delizia. Fa tante belle cose per poi cadere nei soliti errori, ovvero strafare. Ieri nel supplementare, dopo un suo canestro è andato in trans agonistica commettendo errori che sono valsi la gara. Tanto è vero che a due minuti dal termine del TS erano in vantaggio di 5, 88-83, vantaggio vanificato dalle forzature del numero 1.

  4. Non hanno giocatp I knicks e quindi mi sono guardato i lakers. Veloci considerazioni:
    Lakers in finale anche per i tifosi più accaniti è impensabile.
    Mi sembra che siano al 16esimo posto come punti offensivi e ultimi nella percentuale da tiro da tre!!
    Panchina e play imbarazzanti. Barnes fa più danni che resto, Artest è un ex giocatore, fisher…mi vergognerei se fossi in lui…ecc….
    L’unico che mi è piaciuto è stato mc roberts difensivamente.
    Per chi dice che Bynum sano è meglio di Howard…fa uso di droghe…il ragazzo non ci mette proprio i coglioni…soprattutto a rimbalzo…la sua carriera ha troppe prestazioni altalenanti.
    Bryant è semplicemente stanco…troppe partite vicine ed ha la sua età. Dallas e questa sono una prova.
    Statistica mostrata durante la partita: bryant meno di trenta punti record 3-4, bryant con più di trenta punti 7-2. Dice tutto.
    Su Miami squadra che gira, che ci mette grinta 48 minuti e che james fa le partite mostruose. La domanda è sempre la solita, vediamo come si comporterà Lebron nei momenti salienti dei playoffs.Inoltre dall’anno scorso con gli innesti come battier e forse eddie curry (se tornasse soltanto la metà di una volta) ha un gran bel rooster. Cmq se non vince quest’annonon lo vince mai più. Sarà una mia senzazione, sarà per la regular season particolare ma un livello così basso nell’nba non l’ho mai visto.
    Senza Wade 5-0. C’è poco da dire Lebron gioca meglio senza Flash. Si pestano i piedi. Giocano troppo nella stessa zona e i due necessitano di giocare un numero talmente alto di palloni che impossibile farlo nella stessa squadra.

    • Lo pensavo anch’io guardando la gara. Wade e James non fanno scopa. Purtroppo e per fortuna degli altri rimarranno insieme fino a quando i fallimenti non saranno troppi. Quest’anno col team che hanno sono tostissimi. Gli unici che vedo all’altezza sono i Bulls e i Thunder.

  5. @alert

    so che è un errore casuale, ma “trans agonistica” mi ha fatto ridere per 10 minuti. continuavo a pensare a un travestito brasiliano palestrato vestito da giocatore di football.

    diciamo che, per fortuna, non ci sono troppi commenti estenuanti su kobe-lebron perché chi aspettava questa partita per venire qui a buttare merda come ogni giorno non può farlo per ovvie ragioni.

    ho visto la partita, e vado controtendenza. secondo me un passo indietro di miami. sono convinto che l’unico avversario reale degli heat siano gli heat stessi. nelle scorse settimane a tratti avevano lasciato intravedere miglioramenti in attacco, tralasciando la difesa (volontariament, avevo detto e continuo a dire).

    ieri hanno deciso di difendere e hanno vinto, ma in attacco hanno fatto diversi passi indietro. lebron con la palla in mano e tutto fermo. quando sto ragazzo capirà che non può giocare così sarà davvero finita per tutti. se lo capirà mai.

    è incredibile, ogni volta che riceveva palla in movimento o in post è letale (a proposito, chi dice che non ha imparato niente in post guardi la partita e come ha mandato al bar barnes un paio di volte con finte spalle a canestro), ma poi all’azione dopo chiede palla in punta e il gioco ristagna.

    vedremo.

    comunque mi pare che senza wade miami non abbia perso una partita, può essere? non lo dico per tirare fuori discorsi senza senso, ma solo per dire che la cosa più difficile (e forse impossibile) è trovare l’amalgama tra le due stelle.

    • mi hai chiamato in causa..Non ho mai sostenuto che Lebron non sappia giocare in post,ho semplicemente detto che negli anni il suo post basso è migliorato poco o niente.. Una partita come quella di stanotte è un indicazione che lascia il tempo che trova..Il risultato è bugiardo,se i lakers avessero perso di 25 non ci sarebbe stato nulla da ridire.. Poi è molto discontinuo in quel fondamentale: quante volte va in post Lebron nell’ultimo quarto (in generale,non mi riferisco solo a stanotte)? Oh magari quest anno fa un sacco di progressi e diventa un mostro a tutti gli effetti..

  6. Qualcuni trovi la scatola nera di D. Harris e ci spieghi cosa gli passa per la testa, capisco che da quelle parti sono passati Derone e Stockton e che quindi possa pesare (?) ma tecnicamente è nella squadra ideale, mica poi gli si chiedono 20 pts e 10 ass!
    Nel finale tutti i limiti dei Jazz, da una parte se hai Terry te la giochi sempre, per i Jazz palla a Harris e tripla a un metro (ml 1,00) dal ferro…. cos’ha sto ragazzo, basterebbe un Harris dignitoso e questi Jazz volerebbero alto davvero

  7. Non so, vedo LeBron segnare 31 punti, con 8 assists ed 8 rimbalzi…l’ho visto dominare in difesa…però manca qualcosa, si vede che non gioca per vincere, ma solo per mettersi in mostra, si vede che fa passi sempre, anche quando è in panchina o non ha la palla…

    Ah, se avesse l’umiltè e l’intensitè di Kobe…

    Oggi voglio vede Abitato o altri fenomeni parastatali a cosa si appelleranno per giustificare gli schiaffi presi, o per denigrare LBJ

    Detto questo, partita mai in discussione, con una sfuriata finale di Kobe che ha reso il passivo meno pesante. L.A. in debito di ossigeno da subito, ma che esce dalla partita nel momento in cui si alzano dalla panca una serie di sagome i cui nomi si possono anche dimenticare

    Gasol unico che ha retto in attacco, Bynum cercato poco come al solito (anche se ad onor del vero nel 1° tempo 2-3 falli in più a suo favore li potevano anche fischiare), Kobe ingabbiato da un Battier fuori dal mondo, e da continui raddoppi e triple marcature…bravo lui a non forzare molto, anche se fino alla sfuriata finale era 4-15, e di impatto ne aveva avuto davvero poco

    Miami tremenda in difesa, lì ha vinto in primis, decidendo di raddoppiare Kobe tutta la sera e sperando di non essere affondati dagli altri (se gli altri sono in cadavere di Fisher, o Metta W.P., allora il gioco è fatto), Battier commovente (ed aveva anche iniziato con un 3/3 dalla lunga), addirittura resuscita pure Eddie Curry, che mi è parso “leggermente” indietro di condizione, ma con quello che gira sotto nella NBA va più che bene per una decina di minuti a panchina

    Statistiche che non rendono giustizia a LeBron, il suo 1° tempo, quello in cui si è scavato il solco decisivo, è stato da registrare e far vedere alle scuole di basket. Una quindicina di punti ottenuti solo con jumper, mai una forzatura, assist come caramelle (sarebbero stati 12-13 nella sola prima metà, senza tanti errori sotto misura dei suoi compagni)

    Nel secondo tempo, con la partita ormai in ghiacciaia, ha voluto fare lo sborone, le % si sono macchiate, 2-3 forzature, un attacco stagnante…ma era ormai una partita chiusa, solo il risveglio tardivo di Kobe ha reso il passivo accettabile per L.A.

    Sulle altre partite, l’unica cosa che mi sento di dire è “cazzo”, a pensare che Dalember possa mettere il canestro della vittoria…

    • IYW, ti riposto qua quanto scritto l’altro giorno

      mi fate ridere, fate sarcasmo gratuito prendendo solo parte del discorso e tralasciando apposta il resto (tipo la parte in cui scrivo che KB quando fa il protagonista con 40 tiri fa danni per LA, esattamente come LBJ quando gioca 1vs5)..bravi, uomini veri voi!
      io rimango della mia idea, LBJ grandissimo giocatore, ma deve ancora fare quel salto di qualità mentale che ti permette di vincere i titoli (quell’atteggiamento che lo stesso KB fa molta fatica a tenere)..se commentare una partita sottolineando le qualità degli spurs che sono esattamente le lacune degli Heat (in ottica titolo) per voi è essere LBJ haters..beh, mi inchino di fronte alla vostra obbiettività!

      SAS
      un orologio più che una squadra. è un peccato che non abbiano lo smalto dei bei tempi, meriterebbero di giocare per il titolo

    • poi pensandoci, ti concedo una cosa: ho un occhio di riguardo per LBJ, perchè penso che possa fare cose grandissime (in questa NBA, dove i passi non esistono e gli attaccanti sono tutelati, lui in particolare) e quindi mi aspetto che ponga rimedio ai problemi della squadra. ti dirò di più, sono stupito da anni dal fatto che KB, pur essendo un giocatore esperto da 6-7 stagioni, accenda la lampadina solo a intermittenza (spesso sull’orlo del baratro e spesso aiutato da compagni e fattore C): sono un KB hater?

    • “umiltè e intensitè” aaahahahahahha
      “fenomeni parastatali” aahahahhahahhaha
      minch.ia che pir.la ways

  8. Ps come mi piace CJ Miles!! Ricorda J. Worthy, la coppia di ali dei Jazz è tecnicamente eccelsa.
    Lui mette la tripla della disperazione (tardi) Harris sbaglia quella veramente decisiva 20 secondi prima in maniera inacettabie, non trova il ferro per un metro, cose che non vanno negli HL per decenza

  9. non mi soffermo sul giudizio di chi sia migliore tra bryant o james,sono cose sterili,ad ogni modo si parla di giocatori dal potenziale enorme quindi c’è poco da soffermarsi su chi sia il migliore..mi soffermo invece sullo schema non schema dei lakers,ovvero come non difendere dal perimetro e far si che gli avversari in giornata di tiro ti battano…!! brown sta al basket come io sto alla danza classica!! imparasse dai jazz ke si hanno perso ma fanno del loro difesa e attacco la loro arma migliore,idem per chicago..un ultima considerazione,secondo me sulla crescita di dalambert e scola c’è la mano di mchale,non sara’ un mago ma riesce a spiegare quello che per lui è stato il suo mestiere per anni

  10. secondo me, ripeto, la partita di stanotte dimostra una cosa.

    gli heat se difendono come sanno (e ai playoff, salvo infortuni, lo faranno sempre), vincono anche giocando mediamente in attacco.

    credo che soltanto okc abbia le armi e la freschezza atletica per batterli (oltretutto si accoppia benissimo con miami).

    miami non va in finale soltanto se le stelle crollano psicologicamente (il che non è impossibile). poi se in finale trova Okc sono cazzi. altrimenti questo è chiaramente l’anno del titolo.

    • assolutamente, se non ci sono avversari all’altezza non c’è protagonismo che tenga, vincono a mani basse. indubbio segnale dell’imbarazzante livellamento

  11. Fermi su Scola, lui è un campione fatto e finito ha poco da imparare perfino da Kevin McHale, in cosa serebbe cresciuto? Mai visto Houston ma i due si accoppiano di sicuro benissimo

  12. scusa IWY premesso che non ho visto la partita ma dal sito della gazza leggo James 31 (9/24 da due, 2/3 da tre, 5/7 tiri liberi) ora la somma farà 29 quindi ipotizzo un 10/24 da 2 però le % non mi sembrano stellari.
    e con questo non dico che non ha fatto una gara monstre nè che non abbia giocato bene. però tutto sommato la difesa in qualche modo deve averlo limitato almeno per quanto riguarda i punti… mi sbaglio?

    • A queste cifre aggiungi: 8 rimbalzi, 8 assist, 4 recuperi e 3 stoppate.

      se prendi solo le % di tiro non vai da nessuna parte.

  13. Si si abitato, ho visto il tuo post, ormai lo metti ogni giorno…si si, veri uomini noi…mah, io al tuo confronto mi considero invece un vigliacco, perchè solo essendo dei braveheart si possono scrivere cose del tipo “e LBJ ha tutt’ora un atteggiamento sbagliato, arrogante: inesistente nei primi 8 minuti, ha spaccato in 2 la partita mettendosi volutamente in mostra. morale, grazie a innegabile tutela degli arbitri”, per poi suggellare le tue perle con un “. non dico che non l’abbia fatto per vincere, dico solo che lo fa in maniera diversa rispetto ad altri grandi campioni, sembra voler dire “provate a fermarmi”

    Un 1-2 da vero campione, roba da uscire di casa con un cartone in testa per non farsi riconoscere…

    Mah, io davvero la gente come te non la capisco. Mi dispiace, perchè ci sono tanti forum pro-lakers, penso che dovresti perdere il tuo tempo lì, invece di farti salire la bile in questo forum di poveracci, che non capiscono una mazza di basket, non capiscono che se Kobe prende 40 tiri lo fa con umiltè, mentre LBJ lo fa per spacconeria

    Sarebbe tutto risolvibile, semplicemente ammettendo che ti sta sulle palle LBJ, che sbavi per Kobe come un ragazzino di 12 anni, che LeBron con la sua grandezza minaccia in qualche modo lo status di Kobe, che saresti capace di dire che James sparò a Dallas nel ’63, pur di gettargli merda addosso

    Pensi di salvarti dicendo “critico anche Kobe quando forza”, così, una spolverata per far credere a qualcuno che sei obbiettivo, o che non vai a dormire con le mutande dei Lakers. Detto sinceramente, quanto mi sento fortunato, a guardarmi le partite e basta, senza stare lì ad inventarmi palle su uno, ad esaltare un altro…vai vai, che poi viene Buss e ti darà la cittadinanza onoraria di Los Angeles

    Ammiraglio

    Faccio mea culpa per l’altra volta, ti ho evidentemente confuso con un altro, ci mancherebbe che uno con tuo soprannome tifi L.A., anzi, ci eravamo “conosciuti” proprio per una certa simpatia per gli Spurs

    • mah, direi che dei due quello che se l’è presa sul personale ed ha attaccato prendendo per i fondelli sei tu (mancanza di eleganza il mio “uomini veri”, ma me l’hai fatto uscire col cavatappi!)

      ho espresso un pensiero su quel che ho visto e ammetto anche un errore mio nel citare KB, avrei dovuto dire Dirk, il senso non sarebbe cambiato ma tifo LA e mi è venuto naturale.

      cmq ho sostenuto la mia tesi citando tanti esempi, ti sei lanciato contro le streghe senza senso: non ho mai detto che LBJ sbaglia sempre, ma che la sfida che ancora non ha vinto è non farlo quando conta, cosa che PP, TD, Dirk, Wade ecc ecc hanno invece dimostrato. lo hanno fatto in modo diverso per altro, dominando gli avversari in maniera diversa, per quel che ho visto finora. L’inizio di gara contro SAS è stato l’antibasket, la bile è dovuta a quello

  14. hanamichi sakuragi

    Si si, le % non sono un gran che, ma si sono rovinate nel finale, a partita ormai in ghiaccio…ho visto tutta la partita, e fino a fine 3/4 LBJ è stato micidiale sia come finalizzatore che come assistman…fidati :-)

    • ma barnes e artest (mi rifiuto di chiamarlo metta) hanno pure difeso male? ma questi qui erano forti.. ke minkia è successo???

      • e bynum sevito 3 partite e poi dimenticato? questi LAK sono un mistero. ok che non c’è stata preparazione e che non ci si allena mai, ma altre squadre giocano a basket molto meglio, e non ci si può neanche nascondere dietro problemi di alchimia..sulla carta possono arrivare fino in fondo, sul parquet non oltre il secondo turno dei PO

        • World Piece è un ex giocatore ormai, Barnes ha azzeccato qualche anno da buon difensore ma se si guarda bene bene le partite non è mai stato ai livelli del vecchio artest, quindi ora che invecchia anche lui fa cacare insieme all’amico culone.

          L’unico modo di vincere la partita era servire Bynum a ripetizione a parere mio. Non stava giocando male, la metteva anche triplicato. C’è da fare i complimenti anche a Miami, ottimi raddoppi, ma se LA gioca da oratorio i complimenti non sembrano meritati.

          LAL ha preso almeno 30 punti andando a raddoppiare ad altezza tiro libero così che Miami potesse servire il giocatore di turno sotto canestro. MA CHE CAZZO FA BROWN PORCA PUTTANA!!!!!!!! I Lakers mi stanno in culo dato che tifo Chicago, ma vedere delle partite così, buttando le mie ora notturne, mi fa veramente incazzare.

  15. E’ solo la RS. Quello che fa ora lo ha già fatto negli anni passati.

    Lo sappiamo noi, lo sa lui, lo sanno gli avversari. Dobbiamo aspettare la fine di aprile per vedere se LBJ sarà quello della serie contro i Bulls o quello delle Finals. Il resto sono chiacchiere più o meno amorevoli da bar.

  16. Queste sono le partite dove mi rendo conto che Bryant sia proprio alla canna del gas altro che MVP.Facile quarantelleggiare prendendosi 30 tiri contro Grant nonno Hill, Raja nonno Bell o Cionsi e Foye alti un metro e un cazzo.E’ bastato mettergli addosso nonno Battier per mettergli la museruola, quando spadella spadella di brutto, 1/9 ad un certo punto, davvero imbarazzante, poi ha messo un pò a posto le statistiche quando la partita era ormai finita, i più inutili 14 punti in quarto periodo nella storia dei Lakers.Poi il resto fa abbastanza schifo a parte Gasol che stanotte s’è ricordato di essere il miglior giocatore al mondo in post però quando a fare schifo è la tua prima stella dove vuoi andare?E qui c’era gente che gli voleva dare l’MVP ma siamo seri, contro Mavs e Heat ha tirato un agghiacciante 15/43 con una infinità di palle perse, ora a me Lebron sta sul cazzo ma se giocava lui così a quest’ora c’erano 300 commenti.Questo viene criticato quando ne mette 35 col 60% dal campo con un fottio di assist e rimbalzi cioè ma robe dell’altro mondo.

  17. Mamma mia… dico solo mamma mia.. la furia agonistica palesata da Lebron nel primo quarto mi ha fatto letteralmente paura… già solo da come palleggiava con rabbia si capiva lontano un km che era ultra motivato… ha chiuso il primo quarto con qualcosa come 6+4+4 in totale controllo senza la minima sbavatura e ha fatto il break decisivo nel 3° chiudendo la partita con tiri qualitativi ed in ritmo… ultimi 12′ fatti di luci (difensive e in contropiede) e qualche ombra (forzatura solo vs il mondo in punta) ma un dominio del genere su un campo di basket in tutte le sue sfaccettature difficilmente lo ricordo.. i Lakers sono stati distrutti offensivamente grazie a Lebron e sopratutto ad una pessima difesa sul perimetro.. sembra un flashback degli scorsi PO vs Dallas.. ad un certo punto gli Heat erano qualcosa come 6su9 con una qualità di tiri presi elevatissima (Lebron obv) e con spaziature molto migliori rispetto al passato.. checche se ne dica del gioco stagnante della squadra di Spoelstra senza Wade, oltre al 5-0 di record, Miami è molto più educata in attacco.. con questo non voglio dire che senza l’ex Marquette gli Heat sono più forti eh..

    La difesa di Miami ha concesso pochissimo… seppur inferiore sotto canestro al duo Bynum Gasol (molto positivi entrambi in attacco -peggio in difesa- e poco cercato il primo sotto canestro) gli Heat hanno difeso benissimo su Kobe (che prima degli 11p sul -19 a 5′ dalla fine era qualcosa come 3su12) costringendolo a forzare tutte le conclusioni, ruotato benissimo sui ribaltamente e chiuso l’area alle penetrazioni… qui bisogna fare una citazione per Bosh: miglioramenti clamorosi per l’ex Raptors nella metà campo che meno gli compete..

    Menzione per l’esordio dopo 2 anni di Eddie Ciccio Curry che almeno visivamente pare un giocatore di basket..

  18. Miami – Lakers

    Gara purtroppo durata ben poco. Mi ha sorpreso vedere come bynum sia stato usato ben poco, e bastava che facesse un errore per non fargli vedere la palla per minuti. Credo che i lakers abbiano sbagliato approccio: avendo due 7 piedi così, contro joel anthony e bosh avrebbero dovuto essere coinvolti con più continuità. Kobe non ha avuto un attimo di respiro, raddoppiato e triplicato fino all’ultimo quarto, a gara ampiamente chiusa, ha sbagliato molto, perché marcato da dio. Battier sembra arrivato agli heat solo per kobe, durant e melo.

    Su lebron che dire, ha dato l’impressione di non essere marcabile, nè barnes nè metta hanno influito sul suo gioco, e quando la gara era ancora aperta, non ha forzato un solo pallone, e ha pure mostrando di aver fatto grandi progressi nella selezione dei tiri, il 56% dal campo in stagione è disarmante, nessun esterno si avvicina a simili %. Poi a gara chiusa, ha cazzeggiato un pò.

    Se vuole, può vincere il premio di miglior difensore della lega, ha tutto per dominare anche nella sua metà campo.

  19. Provo a deviare il discorso (tralaltro già sfociato in post poco costruttivi) LBJ – Kobe.
    Mi è venuto in mente guardando il post di Alert :-)
    Non trovato il tiro di Bargnani forse un pò troppo costruito dell’ inizio?
    E’ stato sfortunato perchè in Canada non ha trovato un allenatore che gli abbia fatto fare il salto di qualità nei movimenti (Bynum sono anni che si allena con Kareem ad esempio) e si sono incapponiti con questa idea (giusta) che appena riceve subito palla alta… è corretto però forse ora è portato all’ estremo dal mago e questo influisce sulla morbidezza dei movimenti.
    So che il paragone a livello di talento è ridicolo, però se devo ricordare un buon tiro da 3 di un lungo mi viene in mente Sheed… era molto più fluido e meno macchinoso non trovate?

  20. Fa abbastanza sorridere vedere gente nascondersi quando kobe tocca i 40 e ripresentarsi quando ne fa 20 dicendo che è finito e giustificare le sue prestazioni monstre imputandole alla scarsa difesa altrui. Quaranta punti per quattro partite di fila siamo tutti buoni a farli a parole.per segnare tanto bisogna tirare.. semplicissimo.. Per il resto vittoria miami senza wade, complimenti a loro.

    • Stiamo parlando di Kobe Bryant, della seconda SG più forte di sempre, pensi che per lui sia un problema farne 40 tirando 30 volte?Perchè 40 non li fa contro Battier o Afflalo invece che sbagliare 10 delle prime 12 conclusioni dal campo?A me fanno ridere quelli che gli volevano dare l’MVP per 4 40elli di fila in cui s’è preso più di 110 tiri contro dei difensori mediocri.Lebron ha praticamente la stessa media punti di Bryant tirando in media 4 volte in meno a partita, fai te.

      • farne 40 di fila non è uno scherzo, anche se contro difensori non trai più forti, mica ti mettono il tappeto rosso..poi di lì a essere MVP ce ne passa come giustamente sottolinei

        ma perchè LA non ha fatto pagare i raddoppi su KB? lui sa passarla e gli altri san tirare, dov’è l’inghippo?

        • Gli altri san tirare, è lì l’inghippo, nel senso che non sanno tirare, a parte Bynum e Gasol, gli altri esterni non la mettono nemmeno in una vasca da bagno.Mi dicono dalla regia che i Lakers sono la peggior squadra della lega nel tiro dall’arco.

          • beh dai, precisando che intendevo “punti nelle mani”, di gente che è andata in doppia cifra in carriera (e anche molto oltre) ce n’è parecchia, sembrano tutti involuti: o stanno “scherzando” in attesa dei PO (ammesso che possano trovare in tempo un’idea di gioco) o aspettano che si smantelli il giocattolino prendendolo a mo’ di hobby oppure non so

  21. Io racchiudo le frecciatine che vi state mandando con un unico post:

    fanno sorridere tutti quelli che cominciano i loro posto con “fa abbastanza ridere, fate ridere” o cose del genere.

  22. fanno sghignazzare tutti quelli che finiscono i loro post con “fanno sorridere tutti quelli che cominciano i loro posto con “fa abbastanza ridere, fate ridere” o cose del genere”

    un bicchier di vino può aiutare le sinapsi neuronali

  23. Iyw
    “la grandezza di LBJ minaccia lo status di kobe”, ma che cazzo dici??? quello che lui ha fatto e ció che rappresenta non puó Essere minacciato da nessuno tanto meno da james! Senza contare che stai paragonando un giocatore nel pieno della maturità ad uno in fase decisamente calante! Questo non toglie che attualmente james è due scalini sopra il 24!

  24. Non si può paragonare Lebron a Kobe se non solo a livello mentale. Se volete volete proprio farlo dove confrontare il James di adesso con il Kobe a 27 anni e non a 34 anni.
    Kobe molto più tecnico offensivamente (bello da vedere), Lebron uno scherzo della natura (potenza assoluta).
    Cmq fare 40elli di fila a questà età è una cosa unica….e fidati Gail ogni squadra ha un difensore cazzuto…come ogni squadra nl ha un wide reciver cazzuto.
    E stanotte New York contro i Bucks….altra squadra modestissima…la commediatragicomica è in arrivo.
    Qualcuno mi spiega cos’ha intenzione di fare nash ? visto che ormai è a fine carriera….

  25. @abitato

    In quella squadra con punti nelle mani ce ne sono solo tre, Kobe, Pau e il bimbone, gli altri non sanno costruirsi un tiro dal palleggio e non hanno tiro da fuori.I tempi in cui Artest ne metteva 20 a sera sono finiti da un pezzo, Barnes non è mai stato un granchè e a dire il vero è uno dei pochi NON BIG che si sta salvando quest’anno.Fisher, McBob, Murphy, Kapono sono offensivamente dei cancri.Praticamente tolto Kobe non hanno esterni con punti nelle mani.

    • in effetti questo dice il parquet. quel che mi lascia perplesso è che il potenziale ci sarebbe per fare un bel basket (esperienza e capacità nel passaggio non mancano) e far si che rendano tutti, invece sembra tutto il contrario. a volte ho la sensazione di vedere scapoli-ammogliati, saranno tutti in attesa dei botti di mercato o si sono semplicemente stufati?

  26. @ gail: sono uno di quelli che fino alla partita di ieri, si fosse conclusa la stagione in quel momento avrebbe dato l’MVP a kobe?. se tu mi dici che invece l’avresti dato a lebron ti dico che sicuramente non sbagli. ma mi spieghi dov’è la follia nel darlo a bryant?
    per inciso, basandomi sui commenti di alert IWY e showstopper (3 di quelli qua dentro che sono una spanna sopra gli altri quanto a comprensione), mi pare di capire che lebron abbia realmente fatto una prestazione mostruosa e quindi già oggi avrei molto più dubbi nel darlo a bryant…

  27. Scusa ma perché lebron i trentelli contro chi li fa? Contro jordan? è naturale che contro difese più forti un kobe a 33 anni faccia più fatica. Ma a 27 gliene rifilava 30 40 a chiunque. Da qua a dire che è alla canna del gas pero’..Vieni a riparlare quando anche lebron avrà passato i trenta. Certa gente si toglie proprio le mutande e se lo prende in mano quando parla di james

  28. Ecco, son partiti. Strano, le polemiche son partite in ritardo rispetto alle mie aspettative. Divertitevi.

    • infatti, io ho già avuto un fremito di coinvolgimento ma smetto subito.

      comunque ormai ho capito chi sono quelli con cui si può dialogare e queli da ignorare. il problema è che questi ultimi sembra siano qui solo per provocare. contenti loro.

  29. Tematiche che potrebbero essere affrontate:

    – Sì, ma kobe ha 5 anelli, lebron 0.
    – Sì, ma kobe ha 33 anni, lebron 27, ed è nel pieno della sua forma fisica, grazie al cazz0!
    – Sì, ma questa è regular season, non conta nulla. Nei playoffs cambierebbero le cose.
    – Sì, ma i compagni di kobe hanno fatto schifo.
    – Sì, ma gli heat giocavano in casa.

    …e tante altre magnifiche tematiche!

  30. Chiudiamola così.. UN MESSAGGIO A TUTTI GLI UTENTI DEL FORUM(ME COMPRESO): SMETTIAMOLA DI PARLARE DI LEBRON PER EVITARE DI FAR OFFENDERE QUALCUNO. LEBRON NON SI PUÒ CRITICARE. PASSEREMMO PER PROVOCATORI. GIURO CHE DA ADESSO NON PARLERÒ PIÙ NE DI LUI NE DI KOBE. tornando al basket giocato posso solo dire che i lakers non hanno secondo me bisogno di howard ma di un play che tolga qualche responsabilità dalle spalle del miglior giocatore della squadra

  31. sarebbe bello poter discutere senza scivolare sul personale..

    non ho visto tante partite di LA, mi spiegate perchè giocano così male? ok non esser da titolo, ma dignità non ne hanno? o son tutti sul chi va là e preoccupati di non rompersi in ottica trade? non credo che basti un play, ci vorrebbe una rivoluzione: mentale o di roster

    • sul Mago non so che dire, a tratti sembra in evoluzione, poi torna quello di sempre. probabilmente se fosse in un contesto strutturato e stabile, con una squadra decente intorno (insomma come era alla benetton, infatti giocava con un’intensità diversa) ne decanteremmo le lodi
      vive un ruolo che lo mortifica, invece che esaltarne le qualità (visione di gioco, intelligenza tattica, soluzioni offensive variegate). in nazionale, dove un’abbozzo di idea di gioco almeno c’è (soprattutto confrontando toronto) ha fatto meglio, l’impressione è di un giocatore che possa essere devastante ma che faccia fatica a predicare nel deserto, trovando ritmo con la squadra più che da trascinatore

    • Ricordo di una partita di qualche anno fa in cui si stavano massacrando a vicenda. Uno spettacolo veramente bello

  32. Ma guarda che sei te che si fa le seghe sui 40elli contro Hill e Raja Bell, sei te e qualcun’altro che gli voleva dare l’MVP per quelle 4 partite, sei te che spari merda su James anche quando gioca bene.A Denver Kobe 6/28, Lebron 13/20, 35 punti, eppure il giorno dopo quella partita gli avete buttato merda addosso lo stesso.

  33. Una domanda: ma a chi frega veramente il premio MVP? Agli utenti di questo forum o ai Kobe, Lebron, Derrick, Kevin di questo mondo? Secondo me più a voi.

    Tutti i giocatori che lo hanno già vinto non si svegliano la mattina per vincere un premio che ti consacra come uno dei grandi senza garantirti anelli. Se proprio vogliamo parlare di questo argomento mettiamo a mente che oggi lo merita James, domani Kobe, dopodomani Rose e la prossima settimana Durant.

    Le quotazioni oscillano in base ai gusti personali e alle prestazioni dei giocatori. Quindi aivoglia a mastur-barci su chi lo merita perchè non facciamo altro che frantumarci gli zebedei tra i pro di tizio contro i pro di caio. La discussione cade a livelli bassi esacerbando le diatribe. A che pro?

    Tornando sull’argomento James/Kobe ci saranno sempre quelli che avranno un occhio di riguardo per l’uno piuttosto che per l’altro.

    Io apprezzo le doti di Primo Pasta e probabilmente ai più sembrerò troppo “paziente/pezze agli occhi”, mentre per altri posso essere troppo Rubio lover o Love hater, etc… Ci sta, pur cercando nel mio piccolo di essere obiettivo.

    Tendo a tirami fuori dal discorso James/Kobe ma voglio dire la mia. James non ha vinto un anello, Kobe si. James non ha avuto compagni all’altezza fino allo scorso anno quando ha toppato. Kobe ne ha avuti in abbondanza facendo il 110% per vincerne 5.

    Se la carriera finisse oggi, James verrebbe messo nella categoria dei tantissimi fenomeni senza anello al dito, ma per sua fortuna avrà ancora 6/7 anni per provarci.

    MVP
    Chi ha veri motivi per vincerlo? Forse il solo Durant. Gli altri lo hanno vinto per cui un altro può far piacere ma mai quanto vincere le finals. Chiedere a LBJ e Rose.

    • Concordo! Per fare un esempio Wade non l’ha vinto, ma chiediamogli se sarebbe disposto a barattare l’anello con il premio di MVP…oppure chiediamo a Dirkone se ha goduto di più lo scorso giugno o quando vinse l’MPV. Anche Sir Charles (che non è una mente illuminata), opterebbe senza pensarci per l’anello.

  34. Oggettivamente il dato dei confronti diretti tra Kobe e Lebron sta diventando francamente imbarazzante, quasi sempre non c’è partita.Ormai non mi ricordo nemmeno l’ultima vittoria di Kobe.Se puta caso si incontrano in finale lo swippa?Che poi non c’è manco la scusa della squadra, Lebron l’ha asfaltato anche quando Kobe giocava nella squadra più forte

    • lultima volta credo sia la vittoria dei lakers sui cavs nel 2009…kobe gioco bene nonostante problemi di stomaco…buona fu anke la partita di james

  35. effettivamente non aver avuto mai uno scontro KB-LBJ nelle finals un po’ è un peccato (spero di non scatenare l’inferno di “se succedesse oggi, se fosse successo ieri”)

  36. “E’ fantastico essere sul suo stesso parquet – dice il numero 6 degli Heat del gialloviola -. Lo idolatravo quando ero al liceo ed è uno dei più forti in giro. Ma per noi è stata una vittoria importante contro una grande squadra”.

  37. lak-det, cel-lak, utah-chi, lak-chi, barkley vs jordan, duelli con molta più sostanza di questo, vissuti sul parquet delle finals

  38. Allora facciamo il punto e senza cazzate
    Lebron è ad oggi il giocatore più dominante dell’nba. Fa tutto. Il problema è quello: fa tutto. Ci sono momenti in cui i compagni sembran messi li solo per far numero.
    Ha già fatto così da quando è arrivato nell’nba e non gli è ancora andata bene. Ha panasti di unirsi ad uno forte quasi quanto lui che sopperisse ad alcune lacune. Il problema è lo stesso che avresti se nella stessa squadra hai sia chris paul sia DWill. Più o meno.
    Vedremo.
    Ai lakers manca un play decenta, ripeto decente, non una superstar. E magari uno che spieghi a kobe che se la palla la da anche a bynum e gasol quei due posson far male a quasi qualunque coppia di lunghi attuale. Figuriamoci a quelli di Miami.
    Miami cmq è battibilissima visto che non è una squadra per niente equilibrata. Almeno per ora.
    Possono sfruttare questo periodo di transizione in cui vecchie corazzate stanno decadendo e le squadre nuove forse non sono ancora pronte o mancano di qualche pezzo.
    Okc ha le sue buone probabilità contro gli heat e come accoppiamenti forse Memphis sarebbe ancora più ostica. Chiaramente con Randolph completamente recuperato.

  39. Gail, leggili i post prima di parlare. Ti sfido a trovare miei commenti dove ho scritto quello che hai riferito tu.tra l altro ho detto e continuo a dire che il mio mvp e’ rose. E quelli che se lo prendono in mano per certe prestazioni sono altri. Basterebbe leggere..

  40. Poche partite nella notte..mmm..forse per questo si torna “stranamente” a parlare di LBJ e KB. Ehe

    Non mi tifo Miami,ma complimenti al prescelto per l’aggressività e gli assist smazzati, peccato poi aver giocato 1 vs 5.
    Tra due fuoriclasse del genere per me se ne può riparlare tra qualche anno, quando lebron avrà 33 anni vedremo com’e sara evoluto e quello che avrà vinto, se avrà la fortuna di viversi una dinastia da protagonista.

    I confronti si fanno solo col tempo, si parla di Mj e di KB perchè a distanza di anni si può confrontare carriera titoli e percentuali.

    Per il momento possiamo confrontare due squadre e purtroppo la panchina dei Lakers non da una Garanzia che sia una..

  41. …e meno male che per ESPN Lebron era in dubbio per la gara,mandato a casa prima della fine dell ultimo allenamento pre-gara..prestazione mostruosa…e ogni volta la storia si ripete: chi tifa Kobe,chi sbava per Lebron,non è che per forza di cose tutti qua hanno opinioni obbiettive,ho sentito boiate mostruose in questo forum ma se stai sempre a contrastare tutto a tutti non la si finisce più,meno professorini che salmoneggiano su ciò che è giusto o sbagliato dall altarino e più parlare di basket!

  42. Per la precisione l’ultima volta che i lakers di kobe hanno battuto la squadra di lebron e’ stato nella stagione 2008-2009 quella del primo titolo di kobe senza shaq, entrambe le volte nella regular season. Da li in poi nei successivi 5 match compreso quello di ieri ha vinto il team del labbrone.

  43. mi sembra giusto sottolineare quello che ha detto qualcuno nei post precedenti…prima della sfuriata finale di 5/8 per 14 punt,i stava a 10 con 3/13(se non sbaglio) lebron sarebbe stato linciato da gente che non s’è mai vista su sto forum (oltre ai frequentatori abituali) per una giornata intera
    per una prestazione simile…

    su lebron…citando tranquillo:”è il più forte giocatore dell nba, senza nessun dubbio, in laboratorio; sul campo ancora no , forse”…

    frattando chi dice che in tutti i suoi anni nba non ha visto miglioramenti semplicemente è un haters o non lo vede giocare…
    quest’anno ha nettamente migliorato la selezione al tiro; va in post sistematicamente contro quelli più piccoli (quasi tutti), attacca dal palleggio i grossi e lenti(contro metta lo attaccava sempre dalla punta) …
    in contumacia wade ha preso la squadra sulle spalle (attenzione che anche bosh è cresciuto senza wade)…del resto è l’ultimo anno…o vince ora, o la vedo dura per lui.
    chi lo mette in discussione adducendo le mille scuse a cui siamo abituati semplicemente non sa che dire per giustificare un odio inspiegato verso lui…

    io lo metto in discussione…vedo continue tendenze a sbagliare l’approccio al 4° quarto(ma oggi la partita era finita)…li si mette in proprio e attacca da fermo…se supererà i suoi limiti mentali avremo il dominatore che (quasi)tutti aspettano dal 2003…se non si sblocca, rischia di essere il più forte di sempre senza anello

    • p.s. per chi dubitava della partita monster di lebron basta dire che nel 4°quarto ha fatto 9 punti tirando 4/12…quindi 8/15 i primi tre quarti per 22 punti…

  44. MVP

    Per me ci sono due mvp: quello della stagione regolare e quello dei po. Mi si dirà, hai scopeto l’acqua calda. In realtà no.

    Nella RS il premio si da sempre ad un giocatore che milita in team fortissimi, e che salvo casi particolari (forse mai), che hanno ottenuto almeno di 50W. Lo ritengo sbagliato per principio.

    Facciamo degli esempi: se i Bulls vinceranno 50 gare non sarà assurdo ne sorprendente dato il valore del team. Se lo facessero gli Heat e/o i Thunder nemmeno.

    Se invece i Raptors, i Cavs, i Bobcats, i Kings, i Wizard, i Pistons raggiungessero le 32/35 W si parlerebbe di miracolo. Dal vostro punto di vista sarebbe di più l’MVP Rose, Durant, Wade/James… o Knight, Bargnani, Wall, Cousins, Irving…?
    Secondo me i secondi. Se una squadra come i Cavs che hanno vinto meno di 20 gare l’anno scorso arrivassero ai PO o sfiorandoli con 32/35 W il premo andrebbe dato a Irving (supponendo una stagione da elemento imprenscindibile alle vittorie), considerato il roster. Ovviamente il discorso varrebbe anche per gli altri, senza avere la presunzione di dire e pensare che siano migliori dei James, Wade, Bryant… e compagnia cantante.

    Insomma il premio dovrebbe essere dato, guardando i roster, e a coloro che veramente fanno fare il salto di qualità al team, a prescindere dal suo valore assoluto. Altrimenti sarebbe più corretto istituire un premio del migliore giocatore al mondo del tipo Best player in the world.

    L’MVP dei PO invece è corretto, perchè lo si assegna a colui che è stato il migliore, il più coistante nelle 4 serie.

    • a mio parere si deve dare al giocatore più forte che milita in una squadra forte e con giocatori forti.

      per me è più difficile emergere con altri galli nel pollaio, invece che quando predichi nel deserto

  45. james

    è un giocatore fortissimo non c’è che dire, ma da quando seguo sto forum sempre leggo le solite cose.

    diciamo la verità, di questa partita non si ricorderà nessuno da domani, e lo sapete anche voi. non ho niente contro james, ma ogni anno per qualche motivo bisogna giustificare la sua delusione nel momento topico. da quando ha fatto quella gara 5 contro detroit non l’ho visto piu dominare nelle partite qualificazione delle serie equilibrate.

    con i cavs due anni fa aveva una signor squadra, o perlomeno complementare a lui. fallì contro i magic che non erano certo una corazzata. certo, lui fece delle gare mostruose statisticamente parlando, ma nella gara decisiva non ha trascinato i compagni ed è uscito dal campo senza salutare nessuno.

    l’anno scorso è andato da wade con bosh. e non ditemi che non erano compagni all’altezza. è andato in finale dopo il suicidio di tutte le squadre orientali, celtics in primis con lo scambio perkins. ed ha fatto veramente una serie bruttissima (adesso riprenderete qualche statistica ma sticazzi perché ho visto le partite live)

    in tutte queste stagioni abbiamo sempre fatto questi discorsi di oggi e abbiamo avuto queste sensazioni di dominio durante la RS. e pure io ho avuto le stesse sensazioni, ma non ci casco più perché adesso lui deve dimostrare di saper vincere (anche perdere, perché non sa fare nessuna delle due)

    adesso usciranno tanti utenti ad insultarmi ma per me Lebron James ha tanto da dimostrare. eccome.

  46. mark…
    i cavs di due anni fa una signor squadra????con jamison e mo williams…nominami una sola squadra che ha vinto il tiolo più scarsa di questa…e tra quelle andate in finale nba più scarsa di quei cavs ci sono solo i cavs del 2007…

    il vero fallimento è quello dello scorso anno…ma non uscirtene con il “suicidio delle squadre orientali” perchè perkins nonè certo l’uomo che ti cambia la serie contro quegli heat (lo sarebbe stato contro i magic di howard o i lakers di gasol bynum); e i bulls sono stati schiantati da lebron…

    il fallimento non è quello di non aver vinto, perchè ci può stare di arrivare in finale al primo tentativo con quella squadra…il fallimento è perdere in quel modo…tirando i remi in barca in ogni 4 quarto da gara 4 (compresa) in poi…(con svarioni in gara 2 e 3)…

  47. Scusate tanto, ma leggere ogni volta le stesse cose dopo ogni sfida tra Kobe ed LBJ non è possibile, è nauseante.
    Capisco che è un confronto che nasce ovvio, ma non si può leggere ad ogni partita di regular season. E per fortuna che non si sono mai incontrati ai playoff.

    Detto questo, non ho visto la partita, ma ho notato i punteggi e mi è sembrata chiusa già dopo poco. Giusto così, Miami gioca meglio, ed LBJ ha fatto il suo solito show.
    Unica osservazione: a me sembra che gli Heat siano molto più equilibrati in assenza di Wade. Ho sentito qualche tempo fa di gente che aveva proposto di cedere LBJ per essere più equilibrati; spiacente, ma tra lui e Dwyane non c’è mai stato, a parer mio, alcun confronto. Troppo più forte Lebron ( e non voglio sentire discorsi circa il “clutch player”).

    In your weis

    Ti sbagli, non ho simpatie verso gli Spurs, come non ne ho su nessuna squadra. Adoravo l’Ammiraglio e Duncan, per questo mi sono stati simpatici, ma solo per la loro presenza. Al giorno d’oggi provo solo tristezza nel vedere il caraibico in quelle condizioni.
    In compenso odio il Texas, stato di forcaglioli retrogradi, quindi le 3 città non mi ispirano molto.

  48. “Queste sono le partite dove mi rendo conto che Bryant sia proprio alla canna del gas altro che MVP.Facile quarantelleggiare prendendosi 30 tiri contro Grant nonno Hill, Raja nonno Bell o Cionsi e Foye alti un metro e un cazzo.”

    Ok che non è più fisicamente quello di qualche anno fa, ma addirittura la canna del gas mi sembra un tantino eccessivo. Se abbiamo gli LBJ-Haters, questo è un Kobe-Haters ed è palesemente eccessivo e fazioso come gli altri.

    • Quoto. Come non lo sai Ammiraglio?? Per un giocatore alla canna del gas è “Facile quarantelleggiare”..è la normalità non c’ è niente da stupirsi…

  49. Ti sbagli non sono un Kobe hater, se leggi uno dei miei post sopra ho anche detto che è la seconda guardia più forte di sempre, volevo solo far notare che essendo Bryant e non Derozan o Joe Johnson per uno come lui fare 40 punti tirando 31 volte a partita non è sta grande impresa, a maggior ragione se lo fa contro squadre ridicole come i Suns o i Cavs.Quando dico che è alla canna del gas lo dico perchè quest’anno i Lakers finora hanno giocato 5 partite serie, una coi Bulls, le due con Denver, quella con Dallas e quella di ieri con Miami, in quattro di queste contro difensori eccellenti come Afflalo e Battier ha spadellato di brutto, ieri era 3/14 ad un certo punto, francamente imbarazzante, ora voglio vedere che fa stasera coi Magic contro quel fenomeno di JJ Redick.

  50. ched

    non ho detto che doveva vincere il titolo con quella squadra, però con garnett infortunato ha avuto la fortuna di incotrare dei magic che non erano sto squadrone. insomma avevano turkoglu e lewis… mecojoni… usciti da quel sistema valgono meno di zero. non vedevo tutta sta differenza nei quintetti delle due squadre.

    perckins era determinante per i celtics, altroché.

    per ricapitolare:
    non giudico sulla vincita dell’anello o meno. semplicemente che gli ultimi due anni è stato eliminato da una squadra equivalente e lui non ha spostato la serie (aldilà delle statistiche) dalla sua parte.

    • jamison e mo williams manco in quel sistema erano giocatori…per favore mark…si equivalevano solo perchè a giocare con lebron anche io faccio 4 punti…

      perkins certo che era determinante, ma non contro gli heat che non hanno un centro forte da far marcare a perkins

  51. qualcuno che ha il league pass sa se è possibile entrare da più postazioni con lo stesso account?!

  52. Che mostro Lebron, senza dubbio il miglior giocatore del mondo con quattro vasche di vantaggio dopo aver fatto un triplo carpiato…

  53. le migliori 4 difese della lega in base ai punti subiti di media sono nell’ordine:

    1. Chicago
    2. Philadelphia
    3 .Dallas
    4 .Indiana

    i migliori 4 attacchi in base ai punti fatti in media:

    1. Miami
    2. Denver
    3. Philadelphia
    4. Oklahoma City

    le peggiori 4 difese in base ai punti subiti in media:

    1. Charlotte
    2. Sacramento
    3. New Jersey
    4. Golden State

    i peggiori 4 attacchi in base ai punti fatti in media:

    1. Detroit
    2. Toronto
    3. New Orleans
    4. Washington

Commenta