Lakers 93 – Denver 89

Nella terza sfida stagionale tra le due squadre, si impongono non senza avversità i Los Lakers, che per una volta appaiono meno Kobe dipendenti del solito. Partita in sostanziale equilibrio per tutti i 48 minuti, con i Lakers che vincono la terza partita esterna della stagione. Ottima prestazione per il centro losangelino Andrew Bynum, che oltre ai canonici 10 rimbalzi segna 22 punti, top scorer per i suoi. Non da meno Bryant, che nonostante una serata in gestione sotto gli standard stagionali, firma 20 punti  forzando però un po’ troppo dal campo e chiudendo con un rivedibile 7-23. Gasol recupera 17 rimbalzi, mentre dall’altra parte a fare la voce grossa è Al Harrington, che alzandosi dalla panchina mette 24 punti in quasi 37 minuti, con 8 rimbalzi. Male il Gallo, che segna 6 punti con 1-9 dal campo.

Miami 99 – Philadelphia 79

Serata di grande spettacolo al Wells Fargo Center di Philadelphia, dove si sfidavano la seconda e la terza forza della Eastern Conference. Gli Heat, guidati dai 45 punti combinati dal duo James,19pt, e Wade,26pt, strappano una partita equilibratissima solo nel quarto periodo, con un parziale di 32-16 decisivo ai fini del risultato conclusivo. Si interrompe la striscia vincente di quattro partite dei 76ers, cui top scorer della serata e Thaddeus Young, che realizza 16 pt partendo dalla panchina. Per Andre Iguodala, serata in sottotono con 10 pt 6ass e 7reb

Washington 89 – Toronto 106

Arrivano a tre le sconfitte consecutive di Washington, che dimostrano una volta ancora di avere serie difficoltà in trasferta. A fare la parte del carnefice nella notte è toccato ai Toronto Raptors, che interrompono invece una striscia di due sconfitte aggiornando il record a 8 vittorie e 16 sconfitte. A fare la differenza è la panchina dei Raptors che con i punti di Barbosa, 19,di Johnson,18, e di Kleiza, 15, sovrasta quella di Washington, autrice di soli 35 punti. Notevole la prestazione di Josè Calderon, che distribuisce ben 17 assistenze a cui vanno aggiunti 8reb e 8pt. Per i viaggianti, top scorer il solito Nick Young, che chiude con 21pt.

Cleveland 94 – Orlando 102

Vittoria agevole per i Magic all’Amway Center, che grazie ad uno superba prova degli starting five mettono a tacere i pur ostinati Cleveland Cavaliers. Partita chiusa già nel terzo quarto, a cui segue uno spumeggiante quarto periodo di puro “garbage time” che termina 41-30 in favore dei dodici dell’Ohio, riducendo i 19 punti di vantaggio accumulati fino a terzo quarto a soli 8. Dwight Howard colleziona un’altra super doppia-doppia da 19pt e 16reb, a cui fanno seguito i 19pt di J-Rich e i 18pt di brother Hedo. Cavaliers che, pur dominando a rimbalzo, 12 in più di Orlando, non trovano le giuste contromisure, trovano 20 sorprendenti punti da Alonzo Gee e la prestazoone standard da 18pt e 6ass della prima scelta Kyle Irving.

Minnesota 108 – New Jersey 105

Vittoria esterna al fotofinish per i Timberwolves di Ricky Rubio. La giovane squadra allenata da Rick Adelman si impone al Prudential Center di Newark grazie ad una super-prestazione di Nikola Pekovic, autore di 27 punti, con un 11-14 eccellente dal campo. Per gli ospiti doppie-doppie per Rubio, 10pt e 10ass, e per Kevin Love, che totalizza 20pt e 10reb. Nulla da fare per i Nets, che incassano la sedicesima sconfitta stagionale nonostante la prova di uno scatenato Anthony Morrow, che con 42 punti e il top scorer di giornata, coronati da un 8-11 dalla grande distanza.

Milwaukee 80 – Detroit 88

Brutto stop esterno per i Bucks, che venivano da una convincente vittoria ai danni dei Miami Heat dei Big3. I Pistons, alla quinta vittoria stagionale, interrompono una serie negativa di 7 sconfitte, sostenuti dal career high del rookie Brandon Knight, che oltre a 7 assist mette insieme 26 punti. Prova interessante per il centro Greg Monroe, con una doppia-doppia da 18pt e 11reb, a cui rispondono senza successo i 20 punti di Brandon Jennings che però tirà male e sciupa molto dal campo, con un eloquente 7-19.

New York 89 – Boston 91

Continua la marcia di risalita dei Boston Celtics, che in uno dei match più stuzzicanti della notte Nba si impongono sui Knicks di Melo Anthony. Il rientro di Rondo nelle file dei Celtics è ancora molto silenzioso e poco incisivo, ma i ritmi tornano quelli di sempre con la sua regia e dispongono Paul Pierce ad una prova da 30pt. I Knicks, che sprecano un vantaggio sostanzioso accumulato nei primi due quarti, sprecano diverse occasion per archiviare la contesa, e in prima linea, come sempre, c’è Anthony che realizza il game high per i suoi con 26 punti, a cui si affiancano i 20pt e 11 reb di Tyson Chandler. Da segnalare, ai fini puramente statistici, il 10.000° rimbalzo difensivo catturato da Garnett nella sua carriera.

Phoenix 81 – Houston 99

Tornano a vincere gli Houston Rockets e lo fanno convicendo tra le mura amiche, imponendosi su degli spenti Phoenix Suns, che al suono della seconda sirena erano già sotto di venti lunghezze. Meglio in tutte le categorie statistiche gli Houston Rockets, che con ben 7 giocatori in doppia cifra, mettono insieme una bella prestazione corale. Il migliore è sempre Kevin Martin, che ne mette 16 senza esagerare al tiro, accompagnato dalla sapiente gestione di Lowry , autore di soli 5pt ma con 9ass e 8reb. Sull’altra sponda, 15 punti a testa per il due Dudley-Gortat.

Menphis 94 – Oklahoma 101

Nel rematch delle scorse semifinali della Western Conference, i Thunder si impongono nuovamente sui Grizzlies. La svolta si ha una volta di più nel quarto periodo, dove i Thunder rientrano da un gap di otto punti, realizzando un 32-17 di parziale nell’ultima frazione. Per Durant, che realizza 7 punti e strappa due rimbalzi solo negli ultimi 53 secondi, prestazione da grandi serate con 36 punti, che si aggiungono ai 10 rimbalzi catturati, nonostante la brutta serata al tiro da tre (1-6). In media anche Russel Westbrook, che realizza 21pt, ma il solito necessario contributo è portato dalla panchina e da James Harden, che ne mette 24, a cui rispondono i 24 di un ottimo Marc Gasol e i 23 del solito Rudy Gay.

Indiana 98 – Dallas 87

Straripante vittoria degli Indiana Pacers, che ancora privi di George Hill e Jeff Foster, si impongono sul parquet dei campioni in carica dei Dallas Mavericks. A splendere sotto i riflettori dell’American Airlines Center sono le gesta del sophmore Paul George, che con un 7-11 al tiro da tre punti, mette a referto 30 punti, accompagnati da 9 rimbalzi e 5 assistenze. David West alla solita prova in ufficio, con 20pt e 6rimbalzi. I Mavericks, nonostante il rientro con soli sei punti di Lamar Odom, sembrano sempre fuori dal match, fino al collasso del quarto periodo, e sono sorretti dall’unica nota positiva della nottata, ossia i 30 punti dell’MVP delle scorse finali, Dirk Nowitski.

 

Post By raffop (31 Posts)

Connect

47 thoughts on “NBA – Miami frena Philadelphia, Indiana super in trasferta

  1. È proprio perché l’east è l’east se no Boston e new York avrebbero problemi a centrare i playoff. Anzi, mi sa che new york avrà comunque problemi a centrare i playoff.
    I denver in back to’ back non reggono i lakers. Gallo dopo un’ottima partita sparisce.
    Okc fatica di nuovo contro memphis priva di randolph. Se Ciccio rientra secondo me ai playoff saran grossi dolori per chiunque, frontline tra le migliori in circolazione. Se non la
    migliore.
    Indiana continua a far vittime illustri. Io sono con loro.

  2. Indiana quest’anno ha una squadra cazzutissima,secondo me è la squadra migliore ad Est dopo Bulls e Heat

  3. Nonostante la sconfitta a mio avviso i knicks per quasi 3 quarti hanno espresso un buon gioco offensivo, con un anthony molto meno accentratore e più catalizzatore di gioco (infatti a memoria tutti i suoi assist sono arrivati nel primo tempo), poi misteriosamente si è messo a fare l’anthony e a giocare isolamenti in post e i knicks si sono fatti recuperare. Questa squadra ha bisogno di un play come il pane, nel finale non è arrivato un canestro da attacchi organizzati, tutta roba estemporanea e fuori dagli schemi…poi rimessa raccapricciante sull’ultimo tiro e sconfitta

  4. Io purtropp son 10 giorni che non riesco a vedermi le partite. Quindi mi baso sui tabelloni e su quello che ho visto finora.
    Ma minnie. Cioe. Pekovic che ne fa 27. L’altra sera beasley 36 mi pare. È colpa di Rubio o di Adelman? O di entrambi?
    Non vedo l’ora di tornare a casa e vedermi un paio di partite.
    Sopratutto Minnesota e clips che mi paiono due squadre in crescita costante.

    • Beasley semplicemente tira tutto quello che gli passa tra le mani, ha un talento speciale per mettere la palla nel cesto, ma come giocatore mi piace 0, ferma sempre la palla, tenta improbabili tiri anche se triplicato, certo se è in serata può tranquillamente farne 40, ma se qualcuno mi da una guardia decente lo impacchetto all’istante.
      Per Pekovic sono contento, finalmente gli stanno dando minuti, Adelman si dimostra come al solito un gran coach, perché in post porta a scuola molti in questa lega, certo atleticamente soffre, ma da una dimensione del tutto diversa ai lupi.

  5. Impressiona paul george, che piano piano sta ingranando, possibile sorpresa della stagione. Durant sta iniziando a girare come sa dal punto di vista realizzativo, ma la cosa più sorprendente è che ha migliorato di molto la % al tiro(.511 mi pare) e anche in difesa sta iniziando a sfruttare le sue assurde doti fisiche. Grande stagione di marc gasol che si sta affermando come uno dei migliori pivot della lega, cosa totalmente impensabile fino a qualche anno fa!

  6. Io ho visto quasi tutte le partite dei Knicks…e fidati sono “contento” ultimamente anche se continuano a perdere. C’è un miglioramento del gioco e della volontà.
    Fidati che secondo me post all-star game…ny farà bei filotti-

  7. viste den-lal: Bynum bene anche se verso la fine ha provato a perderla sbagliando un facile appoggio, Gallo non pervenuto, Harrington che si stava per vestire da super-eroe salvo poi cagare di fuori alla fine, Kobe ha sparacchiato però ha messo un paio di assist decisivi

    bos-nyk: new york avanti per 3 quarti in cui difendeva e attaccava benino, poi melo ha deciso di giocare da “melo” e boston grazie a un super Pearce l’ha portata a casa, ,menzione speciale per le ultime 2 azioni per il pareggio knikcs, se le disegnava mia nonna sicuramente usciva qualcosa di meglio, D’antoni è alla frutta

    • bè facile appoggio.. fallo enorme di nenè sull’appoggio di bynum a canestro non fischiato dagli arbitri, che hanno cercato in tutti i modi di riaprire la partita per Denver. Molte decisioni discutibili, soprattutto palle deviate dai Denver non segnalate dagli arbitri. In ogni caso, bella partita tirata con clima da playoff. Metta world peace decisamente in palla e con mani ovunque, sarà buddista ma ha un atteggiamento da guerrigliero sandinista in campo, bryant che pareggio il duello con andre miller, anche se al momento decisivo smazza ottime alle anche se triplicato, guardie dei denver superiori anche se goudelock e fisher rispondono colpo su colpo..

  8. ho visto l’ultmo quarto di DEN-LAL
    ora sembra gran partita di Bynum, prima pagina, miglior realizzatore, duppia doppia… si
    ma a pochi secondi dalla fine Bryant triplicato (gra difesa su di lui) gli scarica un missile con scritto
    decimo assist + 4 e tutti a casa, e invece…
    gran stoppata (magari con fallo) di Nene, credo di aver visto Kobe girarsi verso il Gm
    ora Shaq avrebbe messo canestro con fallo e portato dentro anche Nene e un paio di fotografi della prima fila, non ci sarebbero state speranza nenche con Howard, invece il bambinome sì è fatto stoppare
    cercheranno la trade per Howard

    • Togli il magari, quello è fallo tutta la vita, poi che Bynum dovesse spaccare il ferro è un altro discorso ma non è una stoppata regolare, è un fallo clamoroso non fischiato dai grigi.

      • fallo o non fallo c’è andato morbido, se questo è il secondo centro più forte..

  9. L’ultimo tiro di NY e di Novak per lui ben 4 secondi di gara, giusto per cercare una tripla impossibile, bello schemna e bell’idea far tirare uno caldo…
    A proposito dei NY Tyson, che ha messo su parecchi Kg fra l’altro, con cifre inportanti, magari a scapito di Stat… e senza un play che sia uno che lo serva a dovere
    Non credo che siano incompatibili i due, se trovano il barone vanno dritti filati al 4-5 posto

    • novak, che genialata, e prima fields… a sto punto fa tirare a Walker che qualche bomba in carriera l’ ha messa

    • ma anche per me era fallo, solo che finale punto a punto se io fossi bynum preferirei buttare giù il tabellone 1 contro 0 piuttosto che aspettare il ritorno di nenè prendermi i 2 liberi e magari fare 1 su 2, tutto qui

  10. Si ho capito ma intanto mandalo in lunetta, parlare di stoppata è ridicolo, così sono buoni tutti a stoppare

  11. Il fallo su Bynum c’era e andava assolutamente fischiato per i due tiri liberi. Punto. Che poi Shaq (mica Ostertag) avrebbe messo nenè e un paio di cheelrleaders dentro il canestro questa è un’altra storia.

    Bynum in fondo non convince anche per questo, altrimenti tutte queste voci di trade non ci sarebbero. Si penserebbe a prendere un play per completare la squadra e basta.
    (ricordiamoci sempre che questo ha 24 anni ma con due ginocchia già spaccate…e nei centri incide un pochino…)

    Grigi cmq talpe a dir poco, o forse volevano fare un po’ di straordinari con un overtime visti i tempi e la crisi.

  12. spero ke adelman da oggi farà giocare pekovic titolare…direi ke altezza (2.11) e fisico (132 kg) li ha per giocare in mezzo alle aree nba

  13. Avere o non avere un clutch player. Parità ad un minuto dalla fine. Da una parte Durant dall’altra Gay. Il primo 7 punti e due rimbalzi (tiro da tre, un palleggio arresto tiro e due liberi) mentre il secondo nulla. Ovviamente senza Zibo i Grizzlies soffrono e soffriranno dovendo peraltro sbattere il muso contro Durant. Il ragazzo che sta imparando l’arte di segnare quando conta. I Mavs sono stati la prima vittima dell’anno. Prevedo altri finali del genere. Thunder che sono i legittimi padroni dell’ovest.

    Lakers
    Sbancano Denver in una partita tirata nonostante un Harrington on fire. Gallinari numero 9 tra i possibili MVP stecca di brutto. Ultimamente alterna 1/10, 8/12 e 1/9.

    Raptors
    Vincono ma la notizia più importante è l’intervista durante la gara di Colangelo. Dopo aver salivato parlando di Valanciunas, dicendo che è l’unico Raptors certo per il prossimo anno, ha detto chiaramente che stanno cercando un play e una SF. Non una guardia!!!! Per quanto riguarda Andrea è contento, anche se nessuno sarà certo di avere il posto in squadra. La stagione regolare servirà per capire chi potrà vestire o meno la canotta Rapts. Sull’infortunio ha detto che c’è stato un versamentro di sangue e che i tempi di reupero sono indeterminati. Tra le righe si parlava di dopo ASG.
    Ha anche detto che vorrebbe vedere in squadra Kirilenko, mentre per Barbosa sono in atto trattative per una cessione con l’intento di avere o una scelta al primo giro o un altro contratto in scadenza.

    Pekovic
    Adelman lo sta premiando e lui risponde alla grande. Anche con un assist per Ridnour che è valsa la tripla della vittoria. Beasley come avete già detto è un corpo assestante. Talento pazzesco ma disfunzionale. Vedremo se Adelman roiuscirà ad inserirlo nel sistema. Morrow fuori dalla grazia. Segnava di tutto.

  14. Colangelo ha dimostrato più volte di essere un incompetente.
    A partire dal tenere un duo totalmente incompatibile come bosh bargnani. Alla cessione di hibbert per jermaine o’neal fino al perdere bosh per zero.
    Per l’anno prossimo prevedo un tentativo di far giocare assieme bargnani e valenciunas. Da morir dal ridere.
    Meglio che bargnani fugga. Anche a Sacramento Detroit charlotte.

    • I due possono convivere. Valanciunas è un animale da pitturato mentre Andrea gira a largo. per cui li vedrei bene. Bisogna capiree cosa faranno con gli altri. Certo se poi se ne uscisse con le sue “magate”, tipo Hibbert allora….

      • ragazzi quella di cedere Hibbert per prendere Jermaine O’Neal una cosa veramente di cui si pentiranno a lungo in Canada,c è anche da dire che Hibbert non è il giocatore adesso che era nel suo anno da rookie,ha lavorato e migliorato tantissimo…per quanto riguarda la coesistenza di Bosh e Bargnani penso che avrebbero fatto bene a cederlo prima che gli scadesse il contratto e ottenere un buon centro,dico Bosh perchè tra lui e l italiano con Bosh ottieni in cambio molto di più..

  15. Valenciunas animale da pitturato mi pare esagerato.
    Ho visto poco poco di lui ma non ricordo di averlo visto in post basso. Può essere che sbaglio.

    • io ad oggi non sono così convinto della bravura di valanciunas…l’ho vst giocare ai campionati europei e ha fatto bene però soprattutto i lunghi europei ke vanno in nba trovano molte difficoltà i primi anni in nba, fisicamente mi sembra ancora ndietro e tecnicamente deve migliorare su diversi aspetti. chiaramente è giovanissimo e avrà tempo x migliorare però nn lo vedo come un salvatore x i raptors

  16. magari Valenciunas Bargnani potrà anche funzionare, bisognerà vedere insieme che capacità avranno di riempire l’area in difesa e trovare gli spazi in attacco, in linea teorica ci potrebbe stare ma io sono un pò scettico a riguardo

  17. Ma quelli che dicono che Bynum ha sbagliato l’ultimo tiro da solo, hanno problemi di ciecità? Ma come avete fatto a non vedere che Nene gli ha preso l’avambraccio?

  18. bynum non ha sbagliato da solo, ma manca della cattiveria di shaq. pare che KB si stia mettendo di traverso nella trade DH, secondo me non vuole un altro centro da servire dopo shaq. io vista la situazione ora punterei su Deron W spedendogli bynum

    sulla trade DH la situazione è veramente in stallo: lui vuole nets o dal o lak, solo che i primi non hanno niente da offrire, i secondi tanto meno, l’unica sarebbe LA ma più di bynum non c’è e KB non lo vuole..mah

    Olajuwon
    IYW a me risulta che li abbia vinti entrambi, però se hai un link postalo, magari mi sbaglio io (wikipedia è dalla mia però!)

    ecco quant’era scarso tecnicamente il sogno al college:
    http://www.youtube.com/watch?v=Sm4FchPJQPM

    notare i fade away..griffini can u dig it??

  19. finita di vedere ora ny boston, alcune considerazioni:

    pierce infinito ormai tira quasi solo da tre o cerca il fallo ma vince ancora le partite da solo, rondo seppur al rientro sembra il cugino andicappato del giocatore che era, allen fuori gara per più di tre quarti segna due triple in un minuto fondamentali per l’allungo finale;
    di ny che dire non c’è l’ombra di mezzo schema, ma non è solo colpa del baffo, l’unico che ha le palle è chandler! per non parlare di shumpert, questo è uno dei piu scarsi giocatori che abbia mai visto, se lui può giocare Pg in una squadra che punta ai po io merito l’all star! pietoso….

  20. Boh, si sta criticando bynum dopo una gara in cui è stato il miglior realizzatore dei suoi con 22+10+3blk e 10/13 dal campo, e in cui ha subito un fallo netto in un momento decisivo. Non capisco, come se nella nba di oggi, un 213 simile non sia merce rara.

    • eh ma da bynum ci si aspetta di + francamente, come da AB per citarne uno a caso massacrato spesso su questo forum. se il bimbo fosse più cattivo, se avesse la forza mentale di caricarsi la squadra sulle spalle di tanto in tanto (KB tira la carretta sempre), LA sarebbe una contender

      in ogni caso ieri sera su una azione molto simile KB ha segnato subendo fallo (non fischiato)

  21. Buonasera a tutti vi seguo da un po’, ma è la prima volta che scrivo. non posso non concordare sul fallo di Nene nei confronti di Bynum… Parlando di Lakers qualcuno si è accorto di Andrew Goudelock? nelle ultime partite mi sembra che stia facendo molto bene! Dei Knicks mi sembra inutile parlare, squadra male allenata, avranno perso qualcosa come 5 partite punto a punto a causa delle inutili idee di D’antoni: se almeno prima dava la palla ad Anthony adesso da la palla al caldissimo Novak che, come prevedibile spara un airball orribile alla vista di qualsiasi appassionato di basket.

  22. Il problema non è che bynum sia merce rare. Che ha fatto una buona partita o meno.
    Il problema è che al possesso decisivo non ci ha messo cattiveria. Fallo o non fallo. Con quel canestro ipotechi la partita e tu ci vai molle. Shaq o non shaq fisico o non fisico. Perché poi succede che l’arbitro non fischia e rischi di perdere.

  23. Grazie Alert! perfettamente d’accordo sul fatto che doveva metterci più cattiveria. il paragone con Shaq non ci sta, Shaq oltre ad essere la prima punta nei tempi d’oro aveva anche un ego grande quanto lo staples e non ha avuto significanti infortuni in carriera come il buon Andrew a togliergli esplosività. Il vero valore di Bynum, secondo me, si vedrà solo quando sarà il n.1 di una squadra o comunque giocando senza Kobe o da prima opzione interna. Sarebbe interessante vedere cosa farebbe ad Orlando al posto di Howard!

  24. meno male che qualcuno ha capito cosa intendevo riguardo a Bynum,poi per carità qualche decimo di vista mi mancherebbe anche,ma la partita l’ho vista con gli occhiali e il fallo l’ho notato subito…

  25. Scusa Abitato

    Mi rendo conto che in mancanza di argomenti validi per sostenere una tesi si vada avanti a cazzo, però dovresti almeno saper leggere. Ed io ho scritto che Olajuwon era una forza della natura sia con i Cougars (è il nickname dell’università di Houston, prima che me lo chiedi) che i primi anni con i
    Rockets. Semplicemente, era un giocatore tecnicamente grezzo, rispetto a quello ammirato a metà anni ’90

    Un filmatino di 2 minuti, in cui lo si vede solo schiacciare, tranne un paio di fade away, non vedo in che modo possa confutare quello che ho scritto

    Ed ecco l’elenco del John Wooden Award…trovami Olajuwon, io ho problemi di vista

    http://it.wikipedia.org/wiki/John_R._Wooden_Award

  26. IYW

    ci siamo fraintesi? in effetti un filmato di 2 minuti non la dice tutta sul sogno però bastano a capire che stiamo parlando di un talento tecnico che griffin non ha per niente, visto come giocava al suo quinto anno con la palla a spicchi (ricordiamoci che iniziò 15enne). il fade away non è un movimento banale per un lungo di 215cm

    mi fa piacere che si sia d’accordo nel considerarlo un ottimo giocatore con grande atletismo e tecnica discreta fin dal suo primo anno in nba, probabilmente meno acerbo di quanto tu ricordassi, probabilmente meno raffinato di quanto ricordassi io. Indubbiamente l’hakeem dei titoli era un altro giocatore, molto meno atletico ma con un arsenale impressionante. concordi con questo riassunto? perchè probabilmente qualsiasi giocatore della storia è tecnicamente grezzo rispetto all’hakeem dei titoli..

    http://it.wikipedia.org/wiki/Hakeem_Olajuwon qui dice che li ha vinti entrambi..

    • abitato, Hakeem ha vinto il Most Outstanding Player delle Final Four nel 1983, mentre il Wooden, il Naismith e l’AP Player of the Year non li ha mai vinti

  27. ah ma io prima di ieri non sapevo neanche che aveva vinto quello! ho curiosato su internet, ho detto quello che ho trovato e poi ho chiesto, contento di averne imparata una di più!

    sui lakers e le espulsioni non so che dire, per altro è stato il momento del tracollo..voi avetevisto la partita? che il fallo non fischiato causa dell’espulsione era grande come una casa, non voglio fare l’italiano medio gridando al complotto per cui mi chiedo: com’è possibile che ci siano dei simili incompetenti? cmq tensione vera in LA

Commenta