Chicago 85 @ Orlando 59

L’inguine dolorante di D-Rose continua a non essere un problema per i Tori dell’Illinois, che triturano letteralmente i Magic a casa loro; Orlando non riesce a combinare letteralmente alcunchè  contro l’asfissiante difesa di Thibodeau (migliore prestazione difensiva stagionale), mentre dall’altra parte Lucas e Boozer sono di nuovo sugli scudi, 20/31 complessivo dal campo per i due. La gara è già chiusa a metà del primo quarto, e Howard gioca da par suo solo a sprazzi nel terzo, scomparendo del tutto dai radar nell’ultima frazione. 

Dallas 112 @ Denver 95

Altre brutte notizie per i Nuggets, schiantati dalla superiore potenza di Dallas sotto canestro: Mahinmi e Brandan Wright puniscono i quintetti piccoli di Karl, lo splendido Faried si dimostra ancora troppo acerbo per tenere botta contro Dirk, che gli tira in testa continuativamente. Per di più Denver perde Dre Miller con una spalla acciaccata e, soprattutto, prende atto di un altro infortunio a Danilo Gallinari, che si frattura il pollice sinistro.

 

Minnesota 97 @ Golden State 93

Nella serata del meritato tributo a Chris Mullin, un grandissimo del gioco, i Wolves si costruiscono un comodo cuscinetto di 17 punti di vantaggio nel primo quarto, ma i Warriors rientrano grazie all’energia di Nate Robinson, che guida i suoi alla rimonta nel terzo parziale. Minnie teme di aver gettato via un’altra occasione, come successo troppe volte quest’anno, ma la freddezza di Love e Barea li guida alla vittoria con mano ferma negli ultimi minuti.

 

Boston 79 @ Atlanta 76

Solida prestazione difensiva per i biancoverdi in trasferta: la gara è a lungo equilibrata, ad inizio del quarto periodo gli ospiti scalano un paio di marce e sembrano chiudere l’incontro con un parziale di 17 a 2 nell’ultimo periodo, guidati dalla solita esecuzione cardinalizia di Ray Allen.  A 4′ dalla fine Rivers toglie Bass e schiera un mal consigliato quintetto piccolo con Pietrus e Pierce accanto a Garnett, Atlanta rientra clamorosamente in partita con un controparziale da 16-2 in meno di 3 minuti e riesce addirittura a costruire un comodo tiro da tre per il pareggio in mano a Teague, ma il play sbaglia e i Celtics si portano a casa la doppiavu.

 

Philadelphia 105 @ Charlotte 80

Ancora una vittoria in trasferta per la favorita della vigilia, un tema ricorrente nelle partite di questa notte. I Sixers partono piano, intimoriti da una serie di tre sconfitte consecutive, e per tutto il primo tempo la partita è molto equilibrata: dal terzo quarto in poi la musica cambia, i derelitti Bobcats non riescono più a combinare nulla (11 su 38 dal campo e 17 a 31 a rimbalzo nel terzo e quarto parziale) e la partita si traduce in un massacro a favore dei Sixers.

 

Cleveland 105 @ New Jersey 100

I Nets speravano di cambiare marcia dopo la deadline e iniziare a vincere qualche partita per dare fiducia a Deron Williams e possibilmente cedere a Portland una scelta da non rimpiangere (ricordiamoci che i Blazers si porteranno a casa la prima scelta di NJ purché non sia nelle prime tre). La gara di stanotte dimostra però che non è facile “accendere l’interruttore” e passare di punto in bianco da una squadra che gioca sostanzialmente per perdere ad una che punta a vincere. Per tre quarti e mezzo i Nets sembrano in controllo della gara, grazie soprattutto ai veterani Deron e Gerald Wallace, ma nell’ultima frazione Irving stravince il confronto diretto con il suo ben più titolato avversario, battendolo a piacimento dal palleggio: 4/8 dal campo e 5/5 ai liberi per Kyrie, 2/8 e nessun libero tentato per Deron; quando Kyrie sbaglia ci pensa Tristan Thompson, che travolge Humphries e Shelden Williams con la sua fisicità, mette 6 punti con 3/3 dal campo e due cruciali rimbalzi offensivi negli ultimi minuti, e Cleveland si porta a casa un’altra confortante vittoria in prospettiva futura.

 

 

 

Post By FletcherLynd (19 Posts)

Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle. O. Wilde

Connect

69 thoughts on “NBA – Bene Bulls, Mavs e Celtics, altro infortunio per il Gallo

  1. la suonata di chicago a orlando è per metà figlia del back to back di orlando: incontrare miami il giorno prima di chicago non sembra consigliabile a nessuno, neanche se chicago tiene da parte d. rose.
    la stessa cosa è successa a miami: incontrare chicago il giorno dopo aver incontrato orlando…
    wade e james sono difficilmente bloccabili, ma se giocano solo loro due in una serie di 7 sono spacciati. chiacago sta crescendo a vista d’occhio: in certe partire boozer e noah sembrano posseduti!
    vorrei tanto vedere thunder-bulls…

  2. marcell_o…

    lo dico da tempi non sospetti, ovvero da prima che iniziasse la stagione. Le finals quest’anno vedranno l’interessante duello Rose vs Westbrook. Vedremo… ;)

  3. nick-the-quick…
    allora siamo in due.
    questa volta in finale di conference miami-chicago la vedo buia per miami (che non vuol dire che sarà facile, anzi! vista la tendenza di chicago a farsi riprendere i distacchi)
    quindi in finale thunder-bulls…
    westbrook contro rose… noah a gomitate con ibaka… ochei, kevin durant sarà un problema, ma anche per loro deng e (se dio vuole) boozer… azik…
    ochei, ora torno al lavoro

  4. gallinari piano piano si sta trasformando in un injury prone purtroppo…nn è mai stato appostissimo fisicamente ma sembra proprio nn reggere i ritmi nba…spero x lui sia solo sfortuna passeggera

  5. Bello vedere ritirare la maglia di Chris Mullin!!!
    Un giocatore controverso, ma sempre un gran bel giocatore.
    E bello vedere la figlia fare l’annuncio.
    MI è sempre rimasta impressa la frase di Magic:”Quando Dio creò il basket disse, ecco adesso mi serve un giocatore: quando creò Chris Mullin disse, ecco, questo è il giocatore!”

  6. Qualcuno, che li conosce bene
    mi spiega perche i Magic, che sono un’ottima squadra, e la classifica lo conferma, ogni tanto sfornano delle prestazioni così indecenti? Da cosa dipende? Solo serata no al tiro?
    Dispiaciuto per Gallinari, un vero peccato
    e anche per Andre Miller, un vero Iron Man!!!
    L’anno scorso interruppe una striscia incredibile di partite consecutive solo per colpa di una squalifica!

    • Erano in b2b. Si sono fatti qualche ora di viaggio in aereo, dormito poche ore, dopo aver battagliato contro gli odiati Heat. Non è stato il momento giusto per affrontare una squadra forte e per giunta riposata.

      Comunque i Bulls sono superiori ai Magic. Ovviamente il b2b non ha fatto altro che amplificare il divario, pur in assenza di Rose. Ma lì conta il sistema Thibo.

      • Ieri,
        ma mi ricordo altre partite in cui i Magic hanno segnato circa 60 punti,
        dovrei controllare, ma ne sono sicuro al 99%….
        Comunque, non mi sembra che solo i Magic facciano B2b con poche ore di sonno…e non mi sembrano che squadre con quel record facciano delle prestazioni così scarse in attacco.

        • Se basi l’attacco sul tiro perimetrale e i Bulls in quel frangente sanno come difendere, capisci che per loro è calata la notte.

          Poi non dimenticare che se la sera prima vinci o perdi di 20 puoi distribuire meglio i minuti, mentre se vieni da una gara tirata no.

          Poi si sa, il sistema Magic è un’arma a doppio senso. Se gli entra il tiro perimetrale fanno danni altrimenti è il loro peggior nemico.

  7. gallinari si è rotto un dito prendendo una botta, mica ha scavigliato di nuovo o gli è saltato un ginocchio…. injury prone è n’altra roba

  8. Gallinari
    Quella è sfiga. Sbattere la mano sul ferro non porta mai a nulla di buono.

    b2b
    Fanno quasi sempre male. Sei stanco, cerchi di gestirti gioccando a ritmo basso e controllato, per poi subire la maggiore freschezza degli avversari. Puoi vincere solo se hai un roster profondo e una difesa fortissima. I Magic dopo la gara contro gli Heat hanno avuto il piacere di affrontare i Bulls riposati.

    E’ andata bene ai Wolves che approfittano dei Warriors che definire disastrati è poco. Squadra senza molto senso che ha tanti punti nelle mani, può battere in una gara secca chiunque pur rimanendo inconsistenti nel pitturato. Purtroppo per loro la scelta di Bogut pagherà dividendi il prossimo anno (speriamo).

    Divertente vedere cosa si inventeranno i Nets per evitare una delle prime tre scelte al draft………Ci vuole molta fantasia nel fare certi scambi. Probabilmente nella franchigia amano il rischio.

  9. Controllando
    i Magic ne hanno segnati 56 contro i Celtics dopo 2 giorni di riposo…
    Per quello mi ero posto la domanda.

  10. marcell_o…

    condivido tutto ma forse non sei a conoscenza di un piccolo particolare… io simpatizzo per i Thunder..!! :)

  11. Giangio

    E’ una risposta che nn mi so dare neanche io. Serate storte al tiro di sicuro, e nn solo dall’arco. Condizione generale scarsa di qualche giocatore, forse. Non so.
    Di sicuro, come si dice da un paio d’anni, servono uno-due giocatori che costruiscano conclusioni quando la difesa avversaria ti asfissia il tiro dalla media-lunga.
    Ormai il nostro sistema lo conosce chiunque e non ci sono più interpreti importanti come lo erano Lewis, Pietrus e lo stesso Turkoglu di qualche anno addietro.
    Ai playoff rischiamo di uscire subito, come l’anno scorso.

    • Purtroppo hai ragione. Il sistema non è supportato dagli interpreti.

      Ora avrete tempo per costuire qualcosa di decente (non sarà per nulla facile). In caso contrario è giusto e doveroso lasciare andare Howard.

      giangio
      I Celtics se possono fare il -ulo ai Magic ci mettono tutto l’impegno del mondo. Non dimenticarti che a causa loro non hanno potuto giocare la finale NBA come sembrava possibile.

  12. nick-the-quick
    davo per scontato che non ci fossero tifosi dei thunder… valà che scherzo.
    comunque potendo scegliere una finale preferirei thunder-bulls (non perché sarebbe più facile per chicago, al contrario, sarebbe combattuta e magari arriverebbe alla settima)
    comunque chicago ne ha presi 11 da portland (interrompedone la striscia negativa) due giorni dopo aver vinto contro miami senza rose…
    ha perso contro orlando il giorno dopo una partita tirata contro i bucks
    insomma s’è capito che tutti possono perdere con tutti. il b2b spiega magari la singola prestazione (se non è esageratamente disastrosa) ma la stagione è dura per tutte le squadre. e se fai 59 punti vuol dire che hai giocato male. molto male.

  13. “I Celtics se possono fare il -ulo ai Magic ci mettono tutto l’impegno del mondo. Non dimenticarti che a causa loro non hanno potuto giocare la finale NBA come sembrava possibile.”

    a parte che se non si fosse infortunato garnett sarebbero state tre finali di fila, non c’è nessun astio coi magic se non una sana rivalità tra le due squadre più forti a est prima dell’inizio del duopolio bulls-heat. orlando ogni tanto ha serate no come ieri sera e quell’altra partita con noi.

    ieri boston ha rischiato incredibilmente di farsi riprendere all’ultimo secondo a atlanta dopo aver dominati, senza centri di ruolo è durissima.

    peccato per danilo.

  14. ma i nets vogliono prendersi una delle prime 3 scelte(la scelta a portland è protetta fino alla 3..)???
    xkè da come stan giocando sembrerebbe di si.. se succede in fin dei conti sarebbe un colpaccio ma
    se prendono un palo e la scelta è una 4 o una 5 il colpaccio lo fanno i blazers..

  15. qualcuno di voi m saprebbe dire piu o meno quali sarebbero le prime 5 scelte a livello di talento lasciando perdere le esigenze delle squadre che poi avrebbero qst scelte…

    • Non è facile. Il numero 1 sembrerebbe Anthony Davis. Giocatore di cui si dice un gran bene. Harrison Barnes, il “dimenticato” Perry Jones sono altri due bei prospetti. Inoltre ci sono giocatori come Drummond, Gilchrist, Lamb, Robinson… Va detto che il torneo influenzerà molto l’esito del draft.

      Lamb, per esempio, è uscito al primo turno, quindi perderà qualche posizione. Da possibile top 10 magari è possibile che scenderà tra la 15ma e la 20ma posizione.

      • alert, non sono affatto daccordo su perry jones…è una delusione…rispetto all’anno scorso non è migliorato in niente, anzi , ha perso il posto di leader nei confronti di davis…e sul talento, bah, ho sempre avuto dubbi su di lui, ha un fisico assurdo, ma niente più…
        i primi 3 saranno sicuramente davis, drummond e barnes (davis e drummond sono lunghi, e si sa bene che i lunghi vengon semre scelti per pirma, ma per me per talento barnes è il primo della nazione) …per gli altri due posti credo che robinson, lamb, rivers, sullinger, hanson, marshall…molto dipenderà da chi si dichiarerà…già i 4 di north carolina (barnes, maeshall, hanson, mcadoo) hanno dichiarato che se non vincono il titolo tornano a chapel hill (zeller no perhè è all’ultimo anno)…

  16. l’incipt del commento su Cavs Nets l’ho letto tre volte e non riesco a capire, idee poco chiare?
    I Nets sono un’ossimoro

  17. Michele

    Ho letto di un infortunio season-ender per Jermaine O’Neal. Ok, non è il giocatore più importante del roster, ma a fortuna non siete messi bene e la situazione del roster è tesa, tra problemi di età e di condizione fisica.
    Per tua stessa ammissione nelle scorse settimane, il ciclo dei Celtics è finito.
    A fine stagione Garnett e Allen scadono.
    Cosa ti aspetti per la prossima stagione? Quali mosse di mercato dovrebbe fare Ainge secondo te, da tifoso?

  18. Ah ho capito dovrebbero vincere tanto così da cedere a Portland una scelta non altissima (tipo 6-7) così da non rimpiangere… si
    Ribadisco scambio senza senso in un draft fortissimo, rischiano di perdere un Barnes per Wallace, assurdo

  19. Beh di Jermaine o’neal non si puo’ certo dire che sia un fulmine a ciel sereno, è sempre stato injury prone. Ben altra cosa sono stati i problemi di cuore per WIlcox e sorpattutto Jeff Green, anche loro ai box per tutta la stagione.

    Io avrei fatto tanking per puntare dritti al draft, ma gente come Garnett ha troppo orgoglio figurati. Margini di manovra non ci sono per ainge.

    Quello dei Celtics è stato un ciclo con data di scadenza ben precisa, bisognava vincere subito e lo si è fatto, si poteva magari vincere qualcosa in più ma così non è stato,a desso tocca ad altri. Ripartire da Rondo e si spera Green, Pierce comunque resterà, vedere se KG e Ray possono rifirmare un altro anno a cifre basse. Purtroppo Rivers non è Popovich che fa rendere nel suo sistema qualsiasi carneade.

    • Io terrei KG e Allen solo al minimo salariale per i veterani, in modo che si possa iniziare a ricostruire attorno a Rondo e Green, se si rimette.
      Pierce secondo me resterà fino a fine carriera e trovo che sia giusto cosi. E’ la vostra bandiera, come Bryant lo è per i Lakers.
      Non so precisamente quali free agent ci siano disponibili in estate, magari un big arriverà e la prossima stagione sarà già migliore di questa.
      Non vedo un periodo buio troppo lungo per Boston. E in questo senso è stato un bene, dal mio punto di vista, non cedere Rondo e PP alla deadline…

      • si certo quando 2 o 3 squadre con ambizioni offriranno stipendi importanti a KG e Allen sicuramente loro rifirmeranno al minimo con Boston,la vedo dura…comunque a meno che non gli cada tra le braccia un signor giocatore io la vedo grigia per Boston,perche’ Green non e’ e non sara’ il salvatore della patria,e’ FA e non c e’ manco la certezza che giochi un altra partita coi Celtics….Pierce e’ comunque in lento declino e Rondo pur essendo un fenomeno ha i suoi limiti…dovevano trovare il coraggio di svendere KG,Ray e Pierce nel mercato di marzo e non lo hanno fatto,almeno avrebbero pescato qualche scelta,basta vedere cosa hanno fatto i Blazers con Gerald Wallace,ora come ora sono ridotti ai minimi termini come roster…

    • hai ragione,ho visto solo gli highlights ma mette dei canestri difficilissimi in una maniera che riesce solo a lui…sicuramente Dirk passera’ alla storia come uno dei piu’ grandi tiratori della NBA e non solo….coming soon: Hall of Fame..

  20. va beh
    @tracymcgrady1
    penso che la tua analisi sui Magic sia abbastanza vicina alla verità.
    @alert
    Io sono molto pignolo: in stagione i Magic 4 partie sotto i 70
    e altre 2 sotto gli 80: ammetterai che non è normale per una squadra così.

  21. considerazioni sparse

    Magic
    ormai son da smontare e rifare, DH non è un primo violino da titolo (infatti alle finals li portò il turco annullando LBJ e facendo il diavolo a 4 in attacco, e arrivati lì pau lo portò a scuola con il pallone in cartella), poi atteggiamento irritante, sempre a ridacchiare..ma chi crede di essere? con il 49% ai liberi farebbe bene ad abbassare le orecchie. cmq la squadra ha perso molto in termini di imprevedibilità e l’attacco è abbastanza stantio, con pick&roll alti o palla a DH e poco altro

    Chi
    il miglior sistema in questo momento, certo in caso di rose rules (per fare paragoni illustri) li vedo malino: anche se hanno il gran merito di saper eseguire bene, la maggior lacuna del team è la mancanza di un secondo violino vero, capace anche di creare gioco e tiri per se e per gli altri, con tutto il rispetto per deng

    MIA
    sottocanestro fanno ridere, soprattutto in difesa. per loro fortuna lo stesso vale per le altre contender. favoriti al titolo, è la squadra che difende meglio e DW sta prendendo in mano la situazione, le gerarchie iniziano ad avere senso. se fossi tifoso mia sarei solo preoccupato dalla recente tendenza del 3 a commettere falli veramente molto ingenui per uno come lui

    NJ
    barzelletta, rimarranno col cerino in mano a fine stagione

    LAK
    trade francamente non tanto utili, se non a creare spazio per il futuro, anche se con questo AB è lecito sognare..se la RS finisse oggi affronterebbero DAL al primo, sfida tra vecchi e al secondo turno ci sarebbe SAS (o den)..insomma una delle 2 finaliste a ovest potrebbe essere anziana e arrivati lì..non si sa mai..perchè oggi nessuno a ovest ha risposte al bambinone (sempre che non imploda sulle ginocchia) e l’esperienza conta quando ti giochi le finals

    NY
    fanno ora meglio il run&gun di prima (24pti in contropiede contro 19, 35% da 3 contro il 20%), difendono meglio e si vede una maggiore coesione..attenzione, mina vagante!

  22. knicks..mm,non vorrei fosse una semplice reazione alla cacciata di d’antoni eche poi si tornasse all’antico…aspettiamo x valutare…

  23. “infatti alle finals li portò il turco annullando LBJ”.

    Non so di che serie parli, ma se per caso ti riferisci a quella tra cavs e magic del 2009, faresti meglio a ricontrollare. Non capisco se la tua frase sintomo di ignoranza oppure se si tratta di una semplice provocazione.

    Di quella serie, ricordo bene poche cose:

    – James che mette il buzzer da 3 in faccia a hedo dando la vittoria ai cavs in gara 2.
    – Howard che fa il duro contro ilga(stica!), dominando gara 6 co 40pts.
    – Mi pare gara 4, prima Szczerbiak e poi gibson tirare un airball su un piazzato con metri di spazio. Questo tipo nel terzo periodo…

    James a proposito chiuse la serie con 38.5pts+8.3reb+8.0ast. Chiaramente annullato dal turco.

  24. assolutamente brazz, bisogna vedere quanto giocassero contro mike e quanto invece ora godano della reazione d’orgoglio. però di talento ne hanno, con il cinesino e mezzo barone e se JR smith non impazzisce (oddio, torna in se si potrebbe dire) hanno un quintetto interessante e un attacco con moltissime bocche di fuoco, se poi han voglia di difendere…se risalissero fino al 6° posto evitando MIA e CHI potrebbero anche passare il turno

  25. Sui bulls, beh, ennesima dimostrazione di essere un team leggermente sottovalutato, questi anche senza l’mvp rose distruggono un team come i magic, boozer che viene puntulamente ricoperto di merda il suo lo da sempre, e ieri sopratutto è sopratutto merito suo se i bulls hanno vinto, 24+13 contro howard non lo fanno in molti.

  26. Maicol

    io mi ricordavo di un’ottima serie di Hedo, in effetti devo essermi sbagliato che ricontrollando non hai tutti i torti. cmq non sposta di molto il mio discorso, pau portò a scuola superman, questo non credo si possa contestare. poi ok, aveva 23-24 anni, ma non mi sembra abbia fatto passi da gigante da allora.

    su CHI io non li sottovaluto per niente, anzi, come dicevo giocano proprio bene, eseguono con precisione e riescono a trovare canestri importanti sopratutto nei momenti di difficoltà offensiva. la domanda che ponevo è: basteranno i 2 citati e questa chimica nei PO? qualche dubbio ce l’ho, e la storia dice che ci vuole 1 tra i primi 5 e uno tra i primi 10 per il titolo

  27. MP

    Certo che lo ha annullato, se non va oltre i 40 di media con tripla doppia annessa significa che non è un vincente, non lo sai?

    Troy H.88

    A meno di carestie e maremoti, ormai Davis dovrebbe essere la prima scelta. Lungo strano, in realtà è un ala piccola di 2.10, non ha grandi movimenti spalle a canestro, ma ha grandi istinti, stoppa anche rondini, ed ha enormi margini di crescita. Dopo di lui, anche io andrei con Barnes, che mi ricorda vagamente il 1° Grant Hill, anche se certe doti di passatore se le sogna, ed è meno esplosivo…

    Alcuni dei super-talenti di inizio anno hanno perso un sacco di punti. Perry Jones credo che si dichiarerà, ma starebbe bene un altro anno al college, è vero che ha una squadra più forte del 2011, ma le statistiche sono in calo, ed ultimamente non ha azzeccato mezza gara. Il talento fisico-atletico è mostruoso, sembra davvero TMac con 10 cm in più, ma mi pare tanto uno di quelli destinati a fare la fine di Miles o Bender…

    Drummond spero abbia il buon gusto di rimanere per l’anno da sophmore, UConn ha fatto schifo e non è solo colpa sua, ma tecnicamente sta una casino indietro, sembra DeAndre Jordan, altro che Stat cui viene paragonato. Poi ha anche 18 anni, è un anno più giovane degli altri freshmen…un altro anno a Connecticut, stavolta con Calhoun, gli farebbe solo che bene, adesso definirlo acerbo non rende l’idea…

    Di quelli del college, a me piace un casino Henson, di UNC…quasi 2.10, attaccante da inventare ma in costante miglioramento, atleta da urlo, intenso, braccia chilometriche…lui è una lottery pick ed uno con grandi margini di miglioramento…

  28. iyw totalmente d’accordo…
    su davis…se non sbaglio è cresciuto 20 cm in un anno …pirma faceva la guardia, mo si trova a fare l’ala grande..,ovvio che è da reinventare…però il talento c’è…barnes lo reputo il migliore del lotto per talento…e l’esplosività, non la sottovalutare…sembra scelga di non usarla…si accontenta dei jumper ed è innamorato della sua eleganza, ma atleticamente è cmq molto forte, ma non lo sfrutta

  29. Ma scusate ma Davis in cosa sarebbe un ala piccola? Non ha tiro, la palla a terra per adesso la mette molto raramente anche se ha un buon fondamentale, al college non si schioda dal centro area neanche a pagarlo…cert nell’Nba lo vedo come ala grande, perché è magrissimo, deve costruirsi un paio di movimenti spalle a canestro e un tiro decente, ma ala piccola mai nella vita.

    Perry Jones invece potrebbe essere un ala piccola, il tiro non è chissà che, soprattutto a livello di range, ma mette la palla a terra con naturalezza, si muove benissimo, è fluido…ma ho l’impressione che sarà un grossisimo bust, non ha per niente “fame”, raramente è concentrato, quando il gioco si fa duro, lui sparisce…un peccato, perché a un talento infinito.

    Barnes io sono convinto che avrà una solidissima carriera Nba, da ventellista, ma non mi convince appieno, non lo ritengo uno di quelli che ti cambia il volto di una franchigia, ottimo giocatore si, supergiocatore no.

    Drummond spero resti al college, anche se ho dubbi, perché ha bisogno di lavorare molto, su tiro, movimenti, presenza in partita e tante piccole cose (per esempio non fa mai tagliafuori, prende i rimbalzi di puro atletismo), ma fisicamente è mostruoso, ha già una struttura ottima ed è un atleta pazzesco, e quindi una delle prime scelte gli toccherà di sicuro.

    Henson comunque è cresciuto molto nel jumper, l’ho visto prendersi spesso tiri da 4/5 metri con naturalezza, però pure lui è magro magro, peserà 95 kg, più che Deandre Jordan sembra un Camby.

    A me piuace un sacco Thoma Robinson, non sarà altissimo, non avrà l’upside di Jones o Drummond, però penso possa essere un buon giocatore fin da subito, ha fame di rimbalzi, difende con un ossesso, è cresciuto al tiro, ha voglia di giocare, è intenso.

  30. Barnes a me non ispira,è troppo perimetrale,sembra che anche se abbia le capacità per dominare le partite non lo faccia, non so poi magari avrà una signora carriera in NBA,ma non mi sorprenderei molto se scivolasse fuori dai top3 al draft,visto che è quasi sicuro che esca quest anno dal college..

    • ha detto che se non vince il titolo rimane un altro anno a chapel hill… e cmq non c’è nessuno nell’ncaa che mette i tiri importanti come fa lui…anche al terzo turno, parziale che riporta gli avversari a -8 e lui , bum, 2 triple e un jumper…8 opunti in un amen, partita in archivio…sa vincerle…non sarà durant, ma avrà un ottima carriera…

  31. Drummond è per ora tanto fumo e poco arrosto. Grande fisico, ottimo atleta, ma stop. Certo, questo basta e avanza per essere scelto in alto, ma onestamente non mi ispira. Davis impressiona perché nonostante sia molto grezzo, sa essere davvero efficace sia in difesa (10reb+4,6blk) che in attacco (14pts con più del 60%). Insomma è un 210cm ma c’è il rischio che possa crescere ulteriormente, peserà si e no 50 kg, ed ha solo 19 anni, lui sì che ha un potenziale assurdo. Come perry jones che però, come già detto da molti, da l’impressione di essere quel tipo di giocatore che non sfrutta bene il proprio talento.

  32. Intanto i lakers eserciteranno l’opzione x l’ultimo anno per bynum e il bambinone guadagnerà oltre 16 mil. di dollaroni. C’è da dire che sta iniziando a guadagnarseli..

  33. Prospetti NCAA:

    Avete parlato di Davis, Drummond (che credo si dichiarerà anche perché l’anno prossimo UConn non farà il Torneo), Perry Jones e Thomas Robinson… ma quest’anno ci sono talmente tanti giocatori interessanti che la lista è fin troppo lunga…

    – Jared Sullinger (Ohio State): Fisicamente già da contesto NBA, mobilità di piedi imbarazzante se rapportata alla stazza, braccia lunghissime e ottima predisposizione a rimbalzo.
    Alle doti fisiche unisce anche due manine molto morbide; è ambidestro e al gioco in post alterna soluzioni fronte a canestro con un jumper dai 5-6 metri ad alte percentuali.
    – Micheal Kidd-Gilchrist (Kentukcy): questo fa tutto su un campo di basket, meno tirare… personalmente mi fa morire.. difende da Dio, ha un atletismo pazzesco e margini non ampi, di più..
    – Jeremy Lamb (UConn): per quanto mi riguarda, il talento più puro di tutto il draft… guardia-ala di un atletismo e fisico assurdo, tira da Dio sia uscendo dai blocchi che con palleggio arresto tiro (gli esperti lo paragonano a Reggie Miler), ha movenze clamorosamente eleganti… sfiga, difetta e non poco di leadership… però, nel contesto giusto, questo è potenzialmente un all star di quelli che spostano e non poco…

    Ce ne sono ancora altri, ma questi 3 insieme ai 4 sopracitati (anche PJones è in calo in fatto di mock) vanno a comporre le prime 7-8 scelte..

    • beh su Sullinger ci sono dubbi per la sua statura in NBA,è un ottimo giocatore ma quando si sale al livello fisico della NBA potrebbe perdere molto in efficacia,Jeremy Lamb piace un sacco anche a me

  34. Non si dichiarerà probabilmente, ma a me fa impazzire Austin Rivers: il miglior tiratore potenziale del draft, range illimitato e un killer instict assurdo per l’età, mette canestri decisivi in serie, in più ha un ottimo qi cestistico e un fisico discreto unito a grande ball handling.

    Drummon tecnicamente è ben più grezzo del primo Howard, e questo è tutto dire.

  35. quelli che piacciono più a me sono: austin rivers tra i piccoli,che però non si dichiarerà e tra le point forward adoro thomas robinson e jared sullinger…loro si che si dichiareranno e li vedo i più pronti!…
    poi sinceramente un piacere speciale nel vedere draymond green degli spartans e jae crowder di marquette…loro saranno molto più indietro…secondo voi cosa possono fare in nba?

  36. Arenas ai Grizzles, ora vediamo in che condizioni è, se è la metà del giocatore di tre anni fa questi fan paura, dalla panca fanno uscire Randolph, OJ Mayo e Arenas, sti cazzi!!!

  37. henson è imporessionante per i miglioramenti che ha fatto dall’anno scorso…era solo atletismo…mo ha messo un jumper quasi affidabile…inoltre è ambidestro…

    rimanendo in acc…non capisco come giocatori come zeller(unc) e pumblee(duke) che sono i classici lunghi che dominano il torneo, poi in ncaa fanno una carriera insignificante, e spesso non ci vanno o ci vanno solo di passaggio per sbarcare in europa…forse l’unico bianco di quel tipo che in nba sta andando benino è hansbrough…

  38. in nba fanno una carriera insgnificante,se la fanno…tipo goran suton,ex spartans…hai ragione…
    vediamo gli zeller!

  39. hansbrough credo sia uno di quei giocatori che con un minutaggio serio renderebbe davvero bene. Vedi gortat. Ma credo anche uno come blair degli spurs, messo che so ai raptors farebbe credo 15+12 in scioltezza.

  40. Perchè UConn non fa il Torneo l’anno prossimo, squalifica? Sarà quella storia delle molestie sessuali, credo…

    Zeller credo invece possa avere una discreta carriera NBA, 2.10 cm ci stanno tutti, non è per niente bello da vedere ma è efficace, dubito possa essere un titolare, ma un ottimo lungo da rotazione si. Plumee è diverso, tecnicamente è indietro, atleticamente pare un coloured, almeno come elevazione…sembra un giocatore da energia, lo butti in campo dalla panca e ti crea un po’ di casino…

    Comunque nessuno dei due dovrebbe andare alto, si parla dalla 20 in poi…

    Thomas Robinson è una bestia, mancano un paio di cm ma ci sono i kili, poi basta vedere quanto è cresciuto come impatto e statistiche dopo il 2011. Non mi pare un franchise player, anzi, credo sia una specie di Al Harford, ma sembra pronto da oggi

    Jared Sullinger point forward no, dai, non scherziamo…a me ricorda vagamente Zach Randolph, un po’ tendente ad ingrassare, movimenti sopraffini nei 3 metri dal canestro. Rispetto a Zack sembra avere un altro tipo di cervello e professionalità

    Degli altri, mi piace un sacco il figlio di Rivers, se resta a Duke un altro anno fa solo che bene, il potenziale è enorme, ma è ancora troppo discontinuo e casinaro. L’anno prossimo va tra i primi 3

  41. Ragazzi ma di marchall di UNC non parla nessuno? questo è una che la passa da playmaker veri, e quando attacca il ferro è un torello difficile da fermare e da quest’anno ha iniziato pure a mettere su un discreto tiro e ormai la mette da 3 con continuità!! a me ricorda vagamente deron non so se avete visto l’ultima di UNC ma prima di rompersi ha fatto una partita assurda soprattutto nel primo tempo!! voi che ne pensate?
    Cmq aspetto al piano di sopra davis e jones! Per me Davis anche per il fisico e l’intensità difensiva abbianta ad un buon attacco ricorda un sacco garnett! Perry jones se mette la testa apposta è un crack assurdo un 210 cosi atletico e veloce è cosa rarissima! Se no farà la fine che sta facendo Beasly…

  42. Sì il rischio di diventare un nuovo beasley c’è per perry jones. Poi comunque vorrei ricordare che il beasley di Kansas State era un giocatore anni luce superiore ai migliori che usciranno da questo draft: 26+12,4 in 31 minuti a 19 anni sono numeri che quelli attuali si sognano. La differenza come sempre la fa la testa(e si scoprì l’acqua calda…). A vedere l’anno da freshman di rose e quello di beasley facevai fatica a scegliere il primo, ma ad oggi la differenza è imbarazzante, sia a livello di testa che talento. Mentre un durant, si vedeva subito che aveva talento super sommato ad una testa decisamente sulle spalle, e comunque pure lui a texas finì con 26+11 a soli 18 anni…cioè, sempre numeri che non sono avvicinabili dagli odierni candidati al draft.

  43. E’ anche vero che sia Beasley che KD giocavano in altri contesti, nei quali erano prima, seconda e terza opzione offensiva, e nei quali non è stata fatta molta strada nel torneo NCAA…ad esempio Rose aveva statistiche normali con i Tigers, ma arrivò ad un tiro da 3 di Robinson dal titolo…

    In altri contesti dubito che Davis o Barnes non andrebbero bel oltre i 20 a partita, ma dovendo dividere la palla con molti altri giocatori di talento, le statistiche sono di molto inferiori…

    Marshall è buono sul serio, ma non lo metterei nella stessa frase con DWill…passatori come lui nel college basket non se ne vedevano da anni, e se non giocasse in una delle 2 squadre più talentuose nell’NCAA, anche in attacco avrebbe numeri migliori…ma è un dato di fatto che offensivamente siamo almeno un paio di gradini sotto i migliori del ruolo, o gli ultimi play di valore usciti (vedi Erving…)

  44. Diciamo anche che uno come durant, in quale team non sarebbe stato la prima e seconda opzione offensiva? Lo è diventato subito nella nba, figuriamoci nella ncaa. Mentre un beasley ci sta che abbia avuto cifre “gonfiate”, ma oggettivamente al college era una bestia, come non ne vedo oggi. La testa è sempre stata quella che è.

    Nel mentre guardavo un documentario in cui si parlava di un giovanissimo centro, dotato di un fisico irreale misto, tale o’neal shaquille. Guardando i video dell’allora 18enne shaq già si vedeva che era diverso. Bill walton che lo aveva allenato per un pò, disse che per lui poteva diventare il più grande di sempre, ma erano in tanti ad avere questa sensazione. Sono anni che non si vedono più giocatori in grado di dare questa sensazione, si parla si grandi prospetti, grande potenziale, ma giocatori in grado di dominare da subito nessuno.

  45. …dotato di un fisico irreale misto a doti atletiche decisamente sopra la media per un pivot, tale o’neal shaquille

    • Bè anni…il tuo lebron sembrava uno che potesse diventare il + grande eccome…e non lo dico come provocazione

  46. “Potenzialmente” è una delle parole più usate ed abusate nel basket…significa quello che potrebbe essere un giocatore se tutto, ma proprio tutto, va nel verso giusto…non tiene conto di infortuni, testa, compagni, avversari…

    Ce ne stanno almeno un centinaio che “potevano essere i più grandi di sempre”, compresa gente morta sui playgrounds…Shaq era fisicamente ed atleticamente fuori dal mondo, ed è stato il pivot migliore della sua era, di molto. Certo che se fosse stato un minimo più professionale, ed avesse tenuto il proprio peso entro certi limiti, tanti infortuni se li sarebbe evitati

    Su LBJ, mi dispiace davvero che le persone come te non capiscano una cosa semplicissima: LeBron qui non è l’idolo di nessuno. Gente come MP o il Sottoscritto cercano solo di riportare la realtà, quando la marea di coglioni che infestano il blog partono coi loro vaneggiamenti tipo che segna solo perchè ha il fisico, che è il maggiordomo di Wade, che è un perdente

    Basterebbe staccare culo e cervello per evitare alcuni commenti

  47. c’è qualcuno che come me ha problemi con il league pass questa mattina???
    NON mi carica tutta la pagina…non riesco a vedere le partite!!!!
    che cojoni!

Commenta