La trade deadline è passata, ma alcuni colpi sono ancora possibili: firme di free agent e di giocatori tagliati o che hanno ottenuto il buyout.

Gilbert Arenas, “amnistiato” a inizio stagione dai Magic, ha trovato finalmente una nuova squadra: sarà il backup di Conley ai Grizzlies. I dubbi su di lui riguardano sempre le ginocchia e, in parte, anche il carattere: prima dell’infortunio era da tutti considerato una delle prime 5 point guard della lega.

Derek Fisher, scambiato a sorpresa dai Lakers alla trade deadline e lasciato libero dai Rockets, ha scelto la sua nuova squadra: gli Oklahoma City Thunder, dove farà il backup di Westbrook – salvo entrare in campo nei minuti finali delle partite, potremmo scommetterci, vista la sua freddezza nei momenti decisivi. Bella presa per una squadra giovane e bisogna di esperienza come i Thunder.

Ronny Turiaf, reduce da un infortunio a una mano e liberato dal contratto coi Nuggets, si è subito accasato ai Miami Heat, sempre in cerca di rinforzi nel settore lunghi. Non è mai stato un giocatore molto tecnico ma ha sempre sopperito a questa sua mancanza con la grinta e la tenacia, qualità che serviranno anche alla squadra della Florida.

Intanto, Boris Diaw ha raggiunto il buyout coi derelitti Bobcats, per cui ora è free agent e può accasarsi dove preferisce: in pole position ci sono i San Antonio Spurs, che farebbero carte false per portare in Texas l’amico di Tony Parker. Diaw è un lungo dalle mani educatissime, ottimo passatore ma dalla forma fisica ultimamente sospetta…

Post By Max Giordan (965 Posts)

Max Giordan
segue l’NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996.
Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un’unico luogo “virtuale” i tanti appassionati di Sport Americani in Italia.
Email: giordan@playitusa.com

Connect

13 thoughts on “NBA – Arenas ai Grizzlies, Fisher ai Thunder, Turiaf agli Heat

  1. turiaf sposta zero,fisher che va in una possibilissima avversaria dei lakers!!

    arenas spero sposti parecchio, ma ci credo pochissimo…diaw invece sarebbe una bella addizione per quasi ogni squadra da finale di conference(bulls,lakers,thunder,magic e celtics)

  2. Gli Spurs avrebbero dopo qualche anno una qualcosa che somiglia vagamente ad Horry…lungo con cm, tiro da fuori per far pagare i raddoppi, mani educate, discreto difensore…

  3. Turiaf sposterà anche zero,ma è sempre meglio di ciò che mandano in campo ora a Miami,gli Spurs se prendessero Diaw farebbero una mossa giusta,sono cortini al settore lunghi e il francese come cambio sarebbe un lusso..

  4. jj hickson a portland che taglia okur.
    tagliato hollins dai cavs. lo vuole boston.
    jeff foster si ritira

  5. Fisher è la talpa :D contento per lui se vincerà l’anello alla facciazza dei LAL che gli hanno portato rispetto zero. Motivo in più per simpatizzare OKC.

    Grizzlies che mettono un altro panchinaro di lusso, se gestiti bene potrebbero vincere con chiunque…e non è una battuta.

    Turiaf: i Miami prendono dalla discarica il miglior lungo che trovano, sempre meglio di Anthony. Ma cambierà poco, prenderà 2 tiri a partita per sbaglio, i MIA cercano un lungo che possa cercare di difendere decentemente.

    Terrence Williams è un buon giocatore, preso dai Kings in ottica di dare via Evans?

  6. che colpo okc, adesso sarà bello vedere chi gioca i minuti finali tra il venerabile maestro e westbrook

    • penso che l’abbiano fatto proprio per quello, e se fanno capire a westbrook “chi comanda” come playmaking già adesso, nei PO potrebbe essere più rilassato, secondo me, sapendo che non dovrà essere la punta di diamante, si limiterà al “compitino”, che però con i suoi mezzi rimane tanta roba…

  7. secondo me non è stato un grandissimo mercato, anche perchè molti pensavano alla trade che avrebbe coinvolto Howard.
    Adesso provo a dare dei voti a questi ultimi acquisti:
    Fisher ad OKC: Non so se westbrook sia felice del suo arrivo e non penso che sia felice che gli ultimi minuti non li giochino lui e Durant, cmq Fisher è un buon giocatore che, però, ormai, puo fare soltanto qualche tripla ogni tanto. VOTO: 6+
    Arenas a Memphis: apparte qualche pistlettata negli spogliatoi, è comunque un grande playmaker, che da assist e tiri di qualità. Quasi come Conley, un buon affare per i grizzlies. VOTO: 8-
    Turiaf agli Heat: non è conosciuto per la tecnica, ma Miami si accontenta anche perchè prima c’erano Anthony, Pittman, e qualche volta Eddy Curry, beh, non proprio centri di qualita. Turiaf comunque ha gran grinta e a Miami questo serve. VOTO: 6 1\2

Commenta