INDIANA 94 – MIAMI 75

Serie in parità, prima partita a Indianapolis. Miami schiera in quintetto Pittman per cercare di contrastare in qualche modo i lunghi di Indiana ma sarà poi Anthony a giocare i momenti decisivi in centro. Partita in equilibrio nel primo quarto, con Miami che addirittura va in vantaggio di 6 lunghezze grazie alla solita buona difesa e ad un attacco non stanziale come in gara2. La “second unit” di Indiana però spacca la partita in due: Hansbrough e Collison portano energia ai padroni di casa che nel secondo quarto cominciano l’allungo. Per Miami solo LeBron e Chalmers riescono a contrastare il parziale avversario (LeBron 22 punti alla fine, Chalmers 25, game high). Negli ultimi due quarti per Indiana è tutto facile, Miami si autodistrugge a causa di un attacco disfunzionale e anche Wade (5 punti alla fine) ci mette del suo sbagliando quasi tutti i tiri e mostrando segni di evidente nervosismo con coach Spoelstra. Per i Pacers alla fine ci sono 20 punti di Hill, 19 di Hibbert, 17 di Granger e 14 di West. Gara4 decisiva domenica sempre ad Indianapolis.

SAN ANTONIO 105 – LOS ANGELES CLIPPERS 88

I San Antionio Spurs continuano il cammino perfetto ai playoff vincendo anche gara2 contro i Los Angeles Clippers. Nel giorno del compleanno di Tony Parker, il francese è il miglior marcatore della squadra con 22 punti, aiutato da altri 4 giocatori oltre i 10 punti. Gara in equilibrio solo nel primo quarto; nel secondo la panchina degli Spurs fa la differenza e comincia ad aumentare il distacco. Ginobili, Splitter e Neal contribuiscono in maniera decisiva alla vittoria, segnando ma anche aiutando la difesa a limitare CP3. Il play dei Clippers finisce con 10 punti e 5 assist, limitato nei falli (3 falli nel secondo quarto) e mostrando un certo nervosismo. La serie si sposta a Los Angeles, gara3 Sabato allo Staples.

 

Post By Francesco Grazioli (62 Posts)

Connect

91 thoughts on “NBA – San Antonio facile sul 2-0, Miami crolla ad Indianapolis

  1. Gli Spurs giocano una pallacanestro stupenda, un perfetto meccanismo in cui ogni giocatore svolge il proprio ruolo. Diaw 7/7 dal campo, rinato. Non vedo sinceramente (OKC permettendo) chi possa batterli 4 volte in una serie.

    Miami completamente bollita e la reazione di Wade ne è la dimostrazione. Non ci sono contromisure o mosse a sopresa o jolly da giocarsi, i Pacers sono evidentemente superiori. I kg sotto canestro sono troppi da gestire e la profondità del roster di Indiana non è minimamente eguagliabile a quella di Miami. James è sovrautilizzato e oltre 40 minuti a gara sono troppi anche per lui, se poi il tuo “big two” cappella la partita del tutto e ti rema contro allora facciamo i bagagli e andiamo in vacanza che forse è meglio.

    O rientra Bosh anche in stampelle altrimenti la serie è finita. 4-1? massimo 4-2.

    a sto punto potrebbe essere la fine del progetto “TRE AMIGOS”

  2. mah, non vedo perché il boss, riley, si deve sporcare le mani, chi glielo fa fare? è da 2 anni che si dice che rientra ma non lo farà più. non ha più niente da dimostrare. il suo lavoro da gm lo ha fatto alla grande

  3. beh i fatti stanno dimostrando che alla fine vincono le squadre più organizzate non quelle con più stelle. Vedi dallas, celtics, spurs. E per fortuna così è salvaguardato questo sport.
    Indiana fantastica prova di squadra. ottimi giocatori ottima organizzazione ottimi sotto canestro
    ovvio che con james e wade miami può portare a casa ancora la serie anche perché non credo che miller, battier, chalmers tireranno sempre così da 3 (con i knicks han fatto la differenza le percentuali da 3) però occhio che Indiana è tosta. Se viene il braccino ai due amigos in gara 4 questi rischiano di fare le valige e come ha detto qualcuno si apriranno scenari interessanti nel prox mercato.

  4. Il povero Pittmann si è preso una fracca di stoppate nei primi due minuti ed è stato panchinato per il resto della serie… Nonstante quello che sembrerebbe dal punteggio, gli Heat hanno perso questa gara perché veramente molli in difesa (e non c’è da stupirsi, quando nella tua area ci sono due lunghi avversari circondati da nani che fanno tutto quello che vogliono), e Miami quando non difende bene ha zero ritmo in attacco, ed è da questo che derivano i miseri 75 punti segnati (con un miserrimo contributo di Wade, tra l’altro..).

    L’altra serie è già chiusa… Non riesco nemmeno ad immaginare come le prossime 5 partite possano finire con un 4 – 1 per i Clippers!

  5. spero che nella prossima gara miami trasformi il nervosismo in carica positiva…non devono andare assolutamente sul 3 a 1 sennò poi è davvero dura…
    stanno dando tutti troppo poco offensivamente…lo 0 su 7 di battier e i 5 punti di wade pesano come macigni.
    qualcuno sa il perchè della lite tra wade e spolEstra?

  6. Mark85
    Per me Riley è il maggior colpevole di questa situazione altre che GM coi fiocchi come dici tu… ok ha convito i tres amigo a ridursi lo stipendio per giocare in sieme…ma il suo progetto si sta dimostrando un flop visto che attorno ai tre big ha sbagliato tutte le scelte.. Da ciccio Curry a Miller e tutta la paccottaglia varia… e infine Spostra è stato scelto da Riley ed è l’errore + grave che il gm ha commesso..

    • Quoto.. Il progetto stà facendo acqua.. e il basket proposto non è all’altezza. dopo la scoppola dell’anno scorso non sono stati proposti correttivi adeguati, anche se Miami dovesse andare avanti il gioco rimane orribile da vedere

  7. Spurs di un’altra categoria per tutti (tranne OKC). I lakers sono stati fortunati a non ritrovarseli di fronte altrimenti 4-0 con scarto medio di 20 punti!

  8. San Antonio davvero ormai col pilota automatico. Onestamente se finale di conference sarà tra Spurs e OKC questi si ammazzano. Prevedo una serie allucinante. E vedo favoriti gli Speroni. I Thunder soffrono il gioco corale, i play piccoli e veloci, gli scarichi fuori dal perimetro e le squadre d’esperienza. Gli Spurs sono tutto questo un po’ come Dallas lo scorso anno. E considerato anche il vantaggio del campo, OKC dovrà dimostrare davvero di esser maturata alla grande ed esser diventata una squadra con i contro coglioni. Chi vince questa partita ha praticamente il titolo in tasca.

  9. Su Miami che dire? Appena rotto Bosh si è capito che la serie sarebbe stata quanto meno problematica. E sono fortunati a non esser sotto 3-0 perché anche in gara1 se non fosse stato per gli ultimi 5 minuti, Indiana avrebbe potuto vincere anche quella. Lebron fa’ un bellissimo primo tempo per poi sparire. Wade assolutamente INGUARDABILE. Nervoso, infortunato, appannato. Se viene a mancare anche lui Miami è fortunata a vincerne una. Nonostante un ottimo Chalmers e un solido (!!) Anthony. Ma tutto questo non può bastare. Perché a meno che Lebron non scarrelli 40 e passa punti non si va da nessuna parte.

  10. Se il giocattolo si è davvero rotto prevedo tanti saluti ai Big Three. Ma chi sacrificare? Wade può davvero partire? Lui, l’idolo dei tifosi, l’ideale uomo franchigia (ora di fatto sarebbe Lebron, smentendo anche le mie parole e lo scorso anno)?

  11. Sinceramente
    non pensavo che gli Heat potessero andare così male.
    Devo dire anche merito dei Pacers e del suo allenatore.
    Spurs, che dire?
    Niente, ammiriamoli!

  12. Wade vergognoso…che se la prenda con se stesso invece che con Spoeltra. Non ho visto la partita ma le statistiche penso dicano tutto: 2-13 dal campo, 1 assist (uno!!!), 5 perse contro un solo recupero. Scandaloso!!

    Ma a basket si può giocare meglio di quanto stiano facendo gli Spurs?

  13. Difficile ma per Miami forse la soluzione migliore anche perché non credo che cedendo Bosh e prendendo 2 buoni giocatori riusciresti a far bene. Perché le AG (o Centri) davvero buone sono poche e chi le ha se le tiene. Miami o fa il miracolo domenica o è fuori. Peccato perché mi sarebbe piaciuta una finale Miami-OKC. Beh anche se fosse Boston-San Antonio sarebbe fantastico. Soprattutto Garnett vs. Duncan. Che meraviglia.

  14. Riley è folle. Altro che genio. Per mettere i tre insieme ha raccattato dei mezzi giocatori convinto di avere sufficiente talento e profondità per vincere l’anello. Paradossalmente la finale raggiunta lo scorso anno lo ha fregato. Non si tratta di Spoeltra, che non può fare di più di quel che fa. Che dovrebbe fare? Intimare Anthony di segnare altrimenti lo chiuderà in cella a pane e acqua? Dovrebbe dire a Wade di fare il Wade? Dovrebbe dire a James di non farsi infognare nella guerra psicologica metta in atto da Granger? Dovrebbe chiedere ai Pacers di non schierare Hibbert che gli crea una marea di problemi?

    Non so come finirà la serie, ma fossi in Riley penserei alla fortuna di essere all’est. Se vuole continuare con questi tre, o firma qualche veterano per due dollari oppure una squadra come i Pacers ti mette con le spalle al muro. L’infortunio di Bosh non deve essere un alibi, ma una colpa. Se strutturi una squadra così sbilanciata nel rendimento tra i primi tre e il resto del gruppo le colpe non possono che essere sue. Spoeltra è una vittima.

  15. Però cedere Wade sarebbe idealmente la soluzione più giusta perché non credo che vendendo Bosh e prendendo due buoni giocatori, gli Heat possano risolvere i loro problemi. Questo perché le AG (o centri) buone sono poche e chi le ha se le tiene. Miami o fa il miracolo domenica o va a casa.

  16. Peccato perché mi sarebbe piaciuta una finale Miami-OKC. Beh anche se fosse Boston-San Antonio sarebbe fantastico. Soprattutto Garnett vs. Duncan. Che meraviglia.

  17. ma scusate, si sapeva già dall’inizio che il fatto di mettere i tre insieme non significa per forza anello.

    riley il suo l’ha fatto. se il progetto fallisce basta mettere james o wade sul mercato e ti danno tutta una squadra intera. non diciamo eresie. miami dopo il 2006 era nell’anonimato, adesso è arrivata una finale e sono comunque competitivi ad alti livelli. e mi state dicendo che il gm ha fallito? il gm ha il dovere di fare una squadra competitiva, poi il resto lo mettono allenatore e giocatori. se i due cocchi non vincono non è mica per colpa di riley, non diciamo eresie. gli heat non sono meno competitivi dei pacers.

    l’unica colpa di riley è di pensare che basta un allenatore qualunque per vincere, proprio lui che ci metteva una bella percentuale per far vincere le sue squadre. anche se, devo dire, la finale dell’anno scorso l’hanno persa i giocatori più che l’allenatore che conta fino ad un certo punto in una finale e sopra di 2-0…

    • “l’unica colpa di riley è di pensare che basta un allenatore qualunque per vincere, proprio lui che ci metteva una bella percentuale per far vincere le sue squadre. anche se, devo dire, la finale dell’anno scorso l’hanno persa i giocatori più che l’allenatore che conta fino ad un certo punto in una finale e sopra di 2-0…”

      E ti pare poco.. Riley è l’uomo delle scelte e sbaglia clamorosamente il coach??? e nn è grave?? Spolstra può anche essere un buon coach ma nn ha carisma nn è rispettato dai 3 big altrimenti nn si vedrebbero tutti quegli isolamenti e gioco cosi stagnante.. al timone ci voleva un uomo con credenziale altissime nn l’uomo dei filmati..

    • Se hai James e Wade in squadra come pensi di giocare? Pensi veramente che un altro coach farebbe diversamente? Ci sono due giocatori che amano avere la palla in mano, + Chalmers che non è un fenomeno e Cole che neanche considero. Il filippino non può fare nulla di più. Se in squadra fosse arrivato Nash, allora lo stesso James avrebbe dato la palla in mano al canadese. Quello che preoccupa è il mancato rispetto dei big nei confronti del coach. Questo dovrebbe allarmare il colpevolissimo Riley nel dare un segnale. Che dovrebbe andare nella direzione del numero 3.

  18. Ma Wade non aveva detto che con il gesto del pollice verso di uno dei Pacers (non ricordo chi…)
    avevano trovato la benzina giusta per vincere gara 3?

  19. Appunto su James che Alert mi ha fatto venire in mente. Due giorni fa l’ho attaccato dicendo che ha avuto davvero molta fortuna a non aver preso Granger e aver buttato un’altra stagione nel cesso, per non dire reputazione e considerazione. Beh ieri notte sembra aver capito la lezione. Granger l’ha davvero provocato alla grandissima. Lui è scattato per un microsecondo ma ha subito riacceso la luce. Bravo, non è semplice vivere una situazione del genere anche per lui che si fa chiamare Prescelto. Se dovesse buttare un’altra stagione nel cesso per colpa d’Indiana, questo o si spara o si da al baseball come qualcun altro…. Sarebbe l’unica cosa che potrebbe accomunarlo con quel qualcun altro…. ahaha dai non vi agitate è una battuta!

  20. ribadisco che james ha fatto una scelta stupidissima ad andare agli heat. Mi pare che c’erano pure i Bulls su di lui con una rosa di comprimari molto più competitiva di quella di miami. Fosse andato la i bulls a quest’ora domnavano veramente la lega e manco sarebbe stato tacciato di essersi accodato ai giocatori più forti perchè rose non era ancora conosciuto come il mostro che è adesso.

    per voltare pagina, se boston batte i miei sixers credo che ci sono buone possibilità di vedere un affascinante finale Spurs Celtics, sempre che oklahoma avrà la peggio sugli speroni

  21. Miami “scricchiola” anche mentalmente. I Pacers non devono abbassare la “guardia” e portare a casa anche la prossima.
    PopSpurs? andiamo avanti c’è poco da dire. Vediamo come vanno le cose a L.A. ma troppo in tutto.

  22. il basket è uno sport di squadra
    in questo senso Indiana è un ottima squadra
    per miami senza bosh la sotto è un inferno.

  23. Io mi copro pubblicamente il capo di cenere.
    Voglio pubblicamente chiedere scusa a chiunque ami il basket per le cazzate che scrissi l’anno scorso.
    Quando Memphis maltrattò San Antonio mi lasciai andare a commenti del tipo “godo” “spurs finiti” “tutti a casa” perchè accecato dal mio amore per LA e vedere gli avversari di una vita umiliati mi fece piacere. Forse ultimo residuo della stupida cultura “sportivo-calcistica” che volenti o nolenti influenza la visione delle cose di noi ragazzi italiani.

    Sono stato davvero un demente.

    Questa squadra è fantastica, da Duncan a Parker, dallo coaching staff alla dirigenza. Mai una polemica mai sopra le righe.

    Poi quando furono di scena a toronto, a marzo, ho avuto la fortuna di incontrare Ginobili in un negozio e di parlare un po con lui. una PERSONA eccezionale, uno dei giocatori più vincenti della storia, che si rapportava con un ragazzo di 25 anni con leggerezza e umiltà.

    Spero che alla fine possa comunque vincere LA, ma se questo non accadesse sarei contento che a vincere fossero proprio i rivali di una vita. una squadra comunque fantastica.

  24. Sono un po’ preoccupato per gli Spurs. Per il minutaggio dei big three (ormai guardo solo questo dato). Stanno giocando troppo: Duncan 32 minuti, Parker 37 minuti (diconsi trentasette). Con Gino va un po meglio ma sono sempre 25 minuti.

    Popovich sta sfruttando troppo i suoi campioni.

    Su Miami, non diamoli per spacciati troppo presto.

    • Beh, giocare 32 minuti in una semifinale di playoff non mi sembra utilizzo eccessivo…Pop magari utilizza più gli uomini migliori in casa per chiudere la serie, vedrai che dal prossimo turno Tim riposerà…

  25. Vorrei postare…..

    Si è passati da McDyess a Blair a Diaw!!!

    Il francese è un bradipo. Lento come pochi nella lega. Sfiga vuole, per gli avversari, che il ciccione sa giocare a basket. Fa layup contro la difesa Clips a due all’ora, finte contro finte a Griffin che non ci capisce niente, difende sul 32 alla grande e, tanto per non farsi mancare nulla, snocciola cioccolatini ai compagni.

    Gli Spurs sono incredibili. Acquistano giocatori funzionali come pochi. Lo stesso captain Jack è un’acquisizione importante.

    Questi giocano il miglior basket della NBA, non forzano quasi mai, extra pass a iosa che generano tiri piedi per terra. Li possono sbagliare ma alla lunga questo basket paga.

    Paul ha sofferto Parker. Il francese lo ha messo all’angolo. Non facciano ingannare le statistiche perchè molti dei suoi punti sono venuti quando la gara era in controllo Spurs. Duncan se vede DeAndre va a segnare nel pitturato, se c’è bisogno tira dalla media e se c’è da difendere su Griffin lo fa con maestria. 32 minuti sono sufficienti.

  26. Si è passati da McDyess a Blair a Diaw!!!

    Il francese è un bradipo. Lento come pochi nella lega. Sfiga vuole, per gli avversari, che il ciccione sa giocare a basket. Fa layup contro la difesa Clips a due all’ora, finte contro finte a Griffin che non ci capisce niente, difende sul 32 alla grande e, tanto per non farsi mancare nulla, snocciola cioccolatini ai compagni.

  27. Guardando un po’ oltre, ci sarebbe da mettersi le mani nei capelli per quello che rischia di essere l est la prossima stagione. Chicago senza rose, boston ormai finita, orlando senza howard, new jersey senza williams, charlotte e via dicendo..

    • C’è spazio per vedere i Raptors ai po. Forza mago!!!!!!!……………….ehehehehehheheh

  28. L’errore più grande per Miami è stato uno solo. Puntare tutto ed unicamente sulle penetrazioni. Cosi facendo sfrutti appieno le potenzialità di James e Wade, contro squadre poco pesanti in area vai che un amore, migliori tantissimo le statistiche in termini di rimbalzi e soprattutto nelle percentuali al tiro. E proprio cosi facendo potrai anche portare vantaggi a James che si ritrova con un 53% al tiro ma è un dato che in questo contesto assume un’importanza RELATIVA. Perché potrà far smascellare chi guarda solo le statistiche, ti farà vincere il titolo di MVP ma poi andando al sodo? Ti disabitua a tirare dalla media o lunga distanza con buona continuità, con squadre come Orlando, Indiana, OKC e co. vai SEMPRE in difficoltà perché la sotto vai incontro ad un muro e solo con prestazioni allucinanti riesci a svangarla (vedi James nella serie 2011 con Chicago). Sei limitato, gli avversari lo sanno benissimo e lo sfruttano. Se dovessero continuare cosi, gli Heat il prossimo anno continueranno a puntare sul dare a James il 53% al tiro o a riabituarlo ad un repertorio offensivo che lui ha (anche se non è certamente il top) e non mette a frutto?

  29. I Miami Heat sono imbarazzanti. Mi fanno rimpiangere Cleveland. Non hanno senso e hanno un totale incapace in panchina. Son la squadra che ha meno gioco di tutte quelle che son rimaste ai playoffs.Anche io non mi capacito di come uno come Riley possa sopportare una roba simile.Quando vincono lo fanno perché hanno dei giocatori talentuosi e a volte nemmeno basta. Mi dispiace da morire per LeBron perché lui veramente meriterebbe il titolo e perchè anche nelle sere peggiori il suo lo fa.Ma non credo che ne abbia la possibilità quest’anno.

  30. onic76

    a me spoelstra non piace, ma non possiamo dire neanche che sia un cattivo coach. voglio dire, il bel gioco con james e wade in squadra non lo fai neanche con gesù. avrà le sue colpe, quest’anno.

    vi ricordo comunque, che gli heat era 2-0 in finale l’anno scorso. qui secondo me centra poco il coach. sono i giocatori che vanno in campo e che ti fanno vincere le partite.

    doc rivers non era nessuno prima del 2008. se james e wade avessero fatto il loro dovere l’anno scorso pure uno come spoelstra avrebbe un anello al dito.

    come detto prima, basta che decidano il da farsi e mettere uno dei due sul mercato, rimarrebbero cmq per anni competitivi

  31. Parlando del gioco di Miami cosa potrebbero fare che non fanno? A mio modesto parere poco, specie ora che sono privi di Bosh. Se anche facessero circolare la palla, al di là dei soliti noti chi ha punti nelle mani? La penetrazione di James è deleteria se va dentro sempre e comunque, però ti da dei vantaggi se scarica sugli esterni. Il problema è che gli esterni non fanno il loro lavoro.

    Guardiamo gli Spurs. Hanno tre big, hanno Diaw, Green, Neal, Bonner, Jackson, Leonard, tutti in grado di segnare. Loro girano la palla, fanno extra pass fino a liberare il compagno. Gli Heat hanno questo supporto? No. Quando serve la tripla, o un canestro spariscono. Segnano casualmente nelle gare perse o nei primi quarti. Quindi loro potrebbero anche giocare come gli Spurs ma se Green la mette dall’arco, Battier no, Miller si rifiuta e peggio ancora abbandonando il trio (ora duo) a sobbarcarsi le responsabilità in toto.

    • Assolutamente adesso c’è veramente poco da fare ma se hai puntato TUTTA una stagione a palla a James per 20 secondi che poi o decide di entrare oppure entra lo stesso e scarica a Wade… Non hai MAI coinvolto i tuoi compagni, a Chalmers si chiede di giocare con intermittenza, Battier e Miller sarebbero stati funzionali anni fa adesso devi accontentarti di questo se hai in rosa i Big Three. Giocando cosi hai finito per gonfiare artificiosamente le statistiche di James, innervosito Wade ormai lontano parente dall’esser il vero leader (e lui lo soffre) e mandato fuori ritmo i tuoi che non avranno molti punti nelle mani ma se gli chiedi un tiro ogni 6 minuti, non ti mettono nemmeno quello.

  32. riguardo pat riley: io credo che i giudizi vadano dati con senno del prima non con quello del poi…
    portare bosh e lerbon a maiami è stata una cosa grandiosa, poche chiacchiere.
    l’aquisto di miller tutto sembrava fuorchè sbagliato nè tantomeno quello di battier che l’anno scorso è stato un fattore a memphis.
    sulla scelta del coach condivido che spolestra non sia capace ma se ti ritrovi 3 tamrri che non ti stanno a sentire puoi anche poco.
    sulla sceltà di lebron di andare a miami qui il 955 delle persone, me compreso, credevano che si poteva evitare di giocare. ricordo a tutti che al tempo delal decision rose non era il giocatore che poi sarebbe diventato nella stagione passata. oggi è facile dire che con quella squadra e quel coach i bulas avrebbero concesso 60 punti agli avversari e sarebbero stati imbattibili ma allora non lo poteva dire nessuno.
    in ogni caso io credo che maiami passi 4-2.. crederò che usciranno solo quando lo vedrò.

    • Miller è un giocatore? James Jones è un giocatore che ti porta al titolo? Haslem ha ancora cartucce?

      Vedo troppi giocatori ad un livello molto basso. Battier è un’ottima acquisizione se la vedi difensivamente, ma non è uno che scollini sopra i 10 punti a gara senza sforzo. Per cui in contumacia Bosh, chi ha punti nelle mani? Nessuno.

  33. Grande prestazione di Indiana, ora gara4 sará decisiva..
    Se Wade é davvero un campione alla MJ, allora la prox ne mette 40 e fa vincere gli heat..
    Lebron incredibile: Granger lo prende per la maglia lanciato in contropiede, poi lui stesso aggredisce Lebron, evidentemente cercandone l´espulsione e Lebron non cade nel tranello..
    Penso ben pochi avrebbero reagito come LJ..tanto di cappello..
    Se Wade e Spolestra non si riappacificano, la serie é finita x miami..

  34. LBJ comunque unico che si salva a Miami. E si, gran tenuta di nervi; a Granger gli avrei dato un cazzotto in bocca.

    • più o meno è quello che ha fatto con il gomito alto!
      poi Granger lo ha provocato e qui non ci piove…

  35. riposto il posto perchè ho scritto di merda scusate:

    riguardo pat riley: io credo che i giudizi vadano dati con senno del prima non con quello del poi…
    portare bosh e lerbon a maiami è stata una cosa grandiosa, poche chiacchiere.
    l’aquisto di miller tutto sembrava fuorchè sbagliato nè tantomeno quello di battier che l’anno scorso è stato un fattore a memphis.
    sulla scelta del coach condivido che spolestra non sia capace, ma se ti ritrovi 3 tamarri che non ti stanno a sentire puoi anche poco.
    sulla sceltà di lebron di andare a miami qui il 95% delle persone, me compreso, credevano che si poteva evitare di giocare. ricordo a tutti che, al tempo della decision, rose non era il giocatore che poi sarebbe diventato nella stagione passata. oggi è facile dire che con quella squadra e quel coach i bulls avrebbero concesso 60 punti agli avversari e sarebbero stati imbattibili ma allora non lo poteva dire nessuno.
    in ogni caso io credo che maiami passi 4-2.. crederò che usciranno solo quando lo vedrò.

  36. Gli Spurs stanno dando stecche nei denti a destra e manca. Per tutta la stagione c’era gente che scriveva: ah ma tranquilli si scioglieranno ai playoff come lo scorso anno, con Blair dove vuoi andare ecc. Questi invece stanno insegnando basket!! Secondo voi quello attuale è il roster più forte che abbiano mai avuto gli Spurs nella loro dinastia? Ma soprattutto, avete mai visto una squadra che gioca così bene offensivamente parlando?

    • Il loro segreto è Diaw. Con Blair in campo avrebbero sofferto Griffin. Pop avrebbe dovuto alternare dei giocatori improbabili senza avere un supporto in attacco. Con il francese hanno un difensore competente e un giocatore completo in grado di segnare e servire assist. La vera differenza la vedo li. In aggiunta allo stato di forma dei tre big.

    • Scusate ragazzi, ma ora vi siete resi finalmente conto dell’importanza di Bosh per questa squadra o no??? Giangiothe glyde, tu dici che non ti aspettavi che Miami potesse andare così male, ma forse ti dimentichi che manca il miglior lungo della squadra, una delle migliori ale grandi della lega nonché realizzatore di quasi 20 punti a partita…. …
      Vorrei ricordare che qui c’era gente che quando Bosh fu in dubbio per gara 3 con NY disse che per Miami non sarebbe cambiato nulla, ecco questi sono i risultati… La perdita di Bosh per Miami è stata devastante (sarebbe stata molto ma MOLTO meno grave quella di Wade), ma ovviamente qui nessuno si è mai preso la briga di dirlo, dopo gara 1 quando Miami era avanti 1-0, perché qui si parla solo di Wade/James, di Bryant, dei Thunder che faranno cappotto, dei capelli di mia nonna, ma piuttosto che dare credito a un giocatore come Bosh che per me è il più massacrato della storia del basket NBA guai!!! Ecco questi sono i risultati, li potete vedere con i vostri occhi…
      L’assenza di Bosh è devastante per Miami, e a questo punto ho davvero paura di uscire e di prenderlo nel culo un’altra volta.. poi ovviamente la colpa sarà tutta di Lebron james, anche se si è fatto male Bosh è colpa sua… Capisco cosa abbiano provato i Bulls con l’infortunio di Rose, un grazie a quelli che l’hanno gufata giorni fa dicendo che con tutti questi infortuni era anche il turno di Miami…
      Pensateci gente, pensateci bene, Miami gioca male e questa non è una novità, ma se ci fosse stato Bosh ora non eravamo 2-1 ma 1-2

    • Chalmers? Non farti ingannare dalla gara di ieri. Il più delle volte collezione dei 2/10 come in gara due.

      Miller 6 mln di media fino al 2014, poi player option, Haslem 4 mln di media fino al 2014 poi player option, Chalmers 4 mln fino al 2013 + team option, Battier 3 mln di media fino al 2014, Anthony 3.7 mln di media fino al 2014 + player option + Cole e Jones ad 1 mln di media fino al 2013.

      Gli Heat hanno impegnati 78 mln nel 2013, 75 nel 2014. Se non cedono un pezzo pregiato, dovranno vincere il titolo NBA con questo gruppo. Sempre più scadente col passare degli anni.

      Perchè nessuno mi toglierà dalla testa che Anthony, Haslem, Jones e Miller miglioreranno col tempo.

  37. A parte il problema lunghi, che con l’assenza di bosh è esponenzialmente cresciuto sino a far diventare Hibbert un centro dominante!
    Ciò che mi stupisce in negativo di miami, è la mentalità offensiva. Ad inizio anno ci aveva stupito cercando di giocare in attacco un sistema più corale, coinvolgendo un po tutti e soprattutto utilizzando il 23 in post.
    Ma già da qualche mese si è tornati al vecchio sistema: palla ad uno dei due fenomeni dietro e pedalare. Il sistema ha funzionato in regular season (vedi record e mvp di lebron) ma nei play off non si va avanti!
    Attacco statico e prevedibile, e anche se hai una delle prime 10 guardie della storia del gioco e il giocatore più completo a livello fisico e tecnico degli ultimi 20 anni, le partite contro squadre organizzate che sfruttano i tuoi punti deboli (difesa in post, controllo dell’area e attacco stanziale).
    Secondo me se riescon a vincere ad Indiana alla prox vincono la serie. Ma comunque con questo sistema e questa strutturazione non si vince il titolo secondo me.
    Personalmente Amo lebron come giocatore, sia per quello che fa e puo fare a livello offensivo (tutto sostanzialmente) e per come difende.
    A prescindere dagli odi personali credo che un giocatore cosi talentuoso e bello da vedere merita un Titolo, da protagonista assoluto però. E non da co-protagonista, tanto siamo già al secondo anno è si capisce chiaramente che così non si può vincere.
    Spero di essere smentito dal Campo.

  38. Il roster più forte di sempre per gli Spurs? Evidentemente si, ma il tutto era già palese un mese fa, qualcuno li scopre solo ora? Mai visti giocare prima?
    Qualcuno aveva notato che la pietra angolare della squadra, tal Tim Duncan (la miglior Pf della storia del gioco) aveva una condizione fisica strepitosa e miracolosamente le ginocchia di 10 anni fa?

    La finale Spurs Vs Celtics sembra ancora una cosa possibile solo alla play station?

  39. comunque aspetterai a dare per passati i celtics, a 6 min. dal termine 101 a 76 per boston, alla fine 107 a 91, sintomo che abbiamo più risorse d’energia, stiamo a vedere

  40. secondo me ciò che sta succedendo è evidente:

    james non può giocare a 1.000 in attacco e difesa per 44 minuti. non è umanamente possibile. ieri ancora una volta ha difeso forte su granger e soprattutto west e ha portato su di sé il peso dell’attacco. nel primo tempo ci è riuscito, poi è finita la benzina. e gli heat sono crollati.

    wade è i crisi nera. perde una quantità enorme di palloni, alcuni in modo stupido. i tiri non entrano, e qui il problema è grosso. sono tiri molto difficili, ma sono i suoi tiri. ha sempre giocato così. se non li mette e perde la testa la serie è finita.

    i pacers sono troppo grossi. l’unico modo i batterli è con la rapidità in difesa e attacco. per questo chalmers sta andando bene. ma il problema è sempre lo stesso. con lebron spompato e wade pazzo e bosh con la panza stirata è un po’ difficile essere rapidi.

    su spoelstra non sono pienamente d’accordo. allenatore mediocre (come tanti in nba, vorrei vedere voegel o brooks ad allenare in un vespaio). ma l’anno scorso in finale ci sono arrivati, se non ci arrivano quest’anno non credo sia lui il principale colpevole.

    la soluzione ideal sarebbe tradare wade, ma non succederà. e se lebron non vince nemmeno quest’anno (secondo me non hanno speranze anche se superano indiana) potrebbe impazzire pure lui, così l’anno prossimo a miami sarà l’anarchia totale e la rissa in campo tra compagni.

    se battier fa 0-7 da tre, di cui molti con 3 metri di spazio, non si va da nessuna parte.

    se da una parte ci sono hibbert, west, hansbrough e amudson (uno che comunque lotta) e dall’altra turiaf, joel anthony, dexter pittman e juwan howard la vedo mooolto dura…

  41. Secondo me il problema degli heat sono proprio i big 3.. se lebron non ne fa 30 di media, bosh 20 e wade 30 è colpa loro, nei lakers di shaq + kobe non vedevo altri grandi attaccanti(a parte nel 2000) però loro 2 segnavato 70 punti a partita…se wade fa 5 punti è colpa sua, perchè ne deve segnare minimo 25/30…la squadra non è terribile, chalmers è un play dignitoso, battier è ottimo…certo, manca un lungo(anche un asik sarebbe manna dal cielo) però certo che farsi inculare da indiana sarebbe il colmo…

  42. MARK 85
    ma che cosa dici? heat vs mavs erano 1-1 in finale…se porti i dati sbagliati,di cosa stai parlando?
    doc rivers era nessuno? ha allenato dal 99,con titolo di miglior allenatore nel 2000…solo per precisare

    e poi ok gli spurs…ma che serie stanno giocando? utah impalbabili,sarebbero stati sweepati da tutti a ovest…e i clippers non si sono ancora presentati…anche per me spurs vs okc è la vera finale dato che il titolo andrà ad ovest sicuramente…
    playoff cmq bruttini

  43. Io spero vivamente di avere una finale San Antonio – C’s. L’unica che mi attiri un po’ con le possibilità del momento. Torno a ribadire, però, che probabilmente la vera finale sarà quella dell’ovest tra Spurs e Thunder.
    Su Miami lo sapevamo tutti, inutile recriminare ora. Ma c’è da dire che questi hanno anche perso Bosh, per ora sono ingiudicabili (come lo è Chicago senza Rose). Ma su una cosa la penso diversamente: questi potrebbero giocare MOLTO meglio. Non raggiungeranno mai gli Spurs? Ok. Ma questo è assoluto non gioco, non scherziamo!

  44. Io invece credo che le colpe principali di miami siano da attribuire a Riley nel scegliere spoelstra come coach. Se andiamo a vedere le squadre vincitrici degli ultimi anni ,in panchina c’è sempre un grande allenatore capace di gestire con autorevolezza le superstar e in grado di mettere in piedi un sistema offensivo per valorizzare meglio i comprimari. Shaq e kobe hanno vinto sempre quando c’era jax e la triangolo, gli spurs hanno sempre avuto pop,i pistons avevano larry brown,i celtics hanno rivers ecc..I vari chalmers,battier,haslem son convinto che sarebbero molto più produttivi e utili alla causa inseriti in un sistema offensivo degno di questo nome piuttosto che fare gli spettatori non paganti delle sfuriate agonistiche del dynamic duo.

  45. l’unica soluzione che vedo x Miami è portare il circo vivente ( james) via dalla florida, dato che l’unico suo scopo è gonfiare le sue statistiche e tenere palla x 20 secondi in mano, in cambio di un play e di un centro come si deve! a quel punto gli heat se la giocarebbero con tutti!

    • togli James a questa squadra e fai la fine di New York.
      Credo sia un “Now or never” che si è terribilmente complicato con l’infortunio di Bosh.
      Fica e morbido quanto volete, ma con centimetri e mano necessari a non soffrire ogni reparto lunghi della lega.
      Al momento chiunque delle 16 stuprerebbe gli Heat, a meno che il fascetta non decida di metterne 50 di media e Wade smetta di fare la fica con il filippino. Si è accorto ora che è un pupazzetto?

      Sugli Spurs si è detto fin troppo. Non vedo l’ora di vedere come affronteranno Thunder/Lakers. Serie potenzialmente imperdibile.

    • oggi niente da dire sul dio wade che ha salvato tutto e tutti?
      e poi per inciso quest’hanno lebron non è che abbia gonfiato statistic come lo si dipinge!
      è piu o meno in media con gli altri anni tranne che ha fatto meno assist e ha tirato meglio.
      In questo momento credere che il male di miami sia lebron è da folli…
      a sto punto mi piacerebbe proprio che lbj se ne andasse da miami per far capire quanto fosse importante, se non fosse poi che miami si ritroverebbe un roster molto piu competitivo e quindi poi si arriverebbe a pensare che sia lebron quello scarso da mandare via.
      Wade è tutto l hanno che oggettivamente sta rendendo sotto le aspettative e considerando che ha sempre giocato meno minuti ora dovrebbe essere quello con piu fiato ma è in evidente difficoltà…immagino se avesse giocato come ieri o come tutta la stagione cosi lebron che bei commenti troveremmo!

      un po di obbiettività non fa mai male…

      • Wade non sta giocando e il timeout polemico con Spo può essere una spiegazione.
        Il fascetta è solo e non può bastare per delle finali nba, anche perché il supporting cast tolti Dwayne e Bosh è molto peggiore di quello degli allora cavs…
        Miami non è stata costruita male, è stata costruita per vincere. Il problema è che per vincere un anello si sono prefissati un range di 2-3 stagioni. Questa mi sembra in linea di massima l’ultima disponibile visto anche il rapido declino del contorno (uno su tutti haslem)

  46. Ragazzi ho appena finito di vedere il primo tempo di Indiana-Miami. Ma mi spiegate cosa può fare James con una squadra del genere, un allenatore del genere, un sistema del genere ecc. Wade scandaloso, Anthony, Miller e Turiaf sono giocatori di basket? Alla fine del primo tempo intervista di una giornalista dell’ESPN e il povero LeBron ha dovuto anche dire che i “tiratori” stanno facendo una buona partita, a parte un paio di errori alla fine. Ahahah=)

  47. e’ una squadra costruita malissimo Miami,in molti dopo gara1 dicevano che Indiana poteva dare qualche fastidio,adesso si parla di Miami finita,e’ chiaro che l infortunio di Bosh cambia le carte in tavola e da una parte ci sono due giocatori fantastici (di cui uno in crisi e non si capisce perche’) e uno che colleziona partitoni su partitoni,mentre dall altra c e’ una squadra con ottimi giocatori che bene o male ha un gioco,discutibile,bello o brutto ma hanno idea di cosa fare,Miami e’: palla a quei due e speriamo bene..
    se non vincono anche quest anno secondo me sono da smontare in estate,c e’ poco da fare,Spoelstra ha responsabilita’ limitate (anche se e’ pochino come coach),Wade e James continueranno sempre a giocare cosi’ anche se li allenasse James Naismith

  48. Spero che l’infortunio di Bosh (indubbiamente una grave perdita) non sia l’alibi dell’eventuale ennesimo fallimento della squadra di James, questi cono senza di lui giocano male e non vincerebbero comunque.
    Andra così: Portland offrirà due scelte alte, Drumond e Marshall, e Batum per arrivare a James, Pat gli proporrà anzi Wade, i Trail Blazers allora metteranno sul piatto Matiews e terrebbero Batum, prendendo poi K. Kaman con LaMarcus sarebbero da titolo
    Pat dovendo fare una scelta difficile tiene anzi LeBron, Wade si incazza e giura vendetta
    Portland prende anche Hinrich… Wade, Batum, Aldridge, Kaman
    Miami con Marshall, Matiews, James, Bosh, Drumond si libera dei vecchi e di Miller, prende Crawford, tiene Battier e Haslem … titolo per LeBron? No ancora no, ma Sti****i…

  49. Spero che l’infortunio di Bosh (indubbiamente una grave perdita) non sia l’alibi dell’eventuale ennesimo fallimento della squadra di James, questi con o senza di lui giocano male e non vincerebbero comunque.
    Andra così:
    Portland offrirà due scelte alte, Drumond e Marshall, e Batum per arrivare a James, Pat gli proporrà anzi Wade, i Trail Blazers allora metteranno sul piatto Matiews e terrebbero Batum, prendendo poi K. Kaman con LaMarcus sarebbero da titolo
    Pat dovendo fare una scelta difficile tiene anzi LeBron, Wade si incazza e giura vendetta
    Portland prende anche Hinrich… Wade, Batum, Aldridge, Kaman
    Miami con Marshall, Matiews, James, Bosh, Drumond si libera dei vecchi e di Miller, prende Crawford, tiene Battier e Haslem … titolo per LeBron? No ancora no, ma Sti****i…

  50. @Lilin infatti oggi mi sembra stiamo massacrando giustamente Wade senza grosse difficoltà.
    E’ impossibile dire che il problema di Lebron sia Miami. Sicuramente alcune sue scelte sono state un problema ma gli Heat e tutti i suoi compagni le hanno accettate. A partire da 2 anni fa. Perché fu anche colpa di Wade e Bosh accettare un progetto del genere.
    La ricetta per Miami è vendere Wade (o Lebron) e prendere due ma che siano buoni giocatori. Nel basket la differenza non la fanno i singoli ma tutto il quintetto dove ognuno deve avere un ruolo ben preciso e soprattutto una funzione ben precisa. Se i comprimari vengono chiamati in causa random e ogni 6 minuti, sei destinato a perdere e non farai altro che drogare, lo ribadisco, le statistiche di Lebron. Che porta palla, entra dentro, e o scarica al compagno e va a prendere il rimbalzo oppure va fino al ferro. Lebron ha statistiche drogate e parla benissimo il 53% sul quale moltissimi si sono toccati fino allo svenimento. Parla benissimo quel miglioramento del tiro da 3 frutto di una certosina selezione. Parlano benissimo gli assist per i quali dallo scorso anno sono scesi per l’arrivo a Miami ma sempre alti per ogni altra AP proprio per la funzione catalizzatrice di tutto il gioco. Altrimenti davvero non si spiegherebbe il premio di MVP.

  51. Ma guarda io mi riferivo più che altro al post di d-matt…il discorso sulle statistiche che fai è vero fino a un certo punto perché rispetto agli altri anni in rs mi è sembrato più propenso al tiro dalla media…è solo nei play off che ha iniziato a penetrare con costanza…lo vede anche solo dalla quantità di tiri liberi….per il resto d accordo…
    un ultima cosa, aspettiamo a darli per morti

  52. Credo che alla fine in un modo o in un altro la spunterà Miami (ma non ci metterei la mano sul fuoco)…

    opinioni sparse

    1- I ragazzi a cui i procuratori hanno detto a 15 anni che avrebbero dominato non riescono a levarsi dalla testa che nella NBA esistono sistemi e giocatori professionisti in grado di evidenziare tutti i tuoi difetti e farti perdere (LBJ, MELO, HOWARD, STAT, ecc.). Bambini troppo viziati dalla gente che gli gira attorno, poi i risultati sul campo ne risentono

    2- Spurs troppo superiori in tutto, non hanno giocatori con q.i. cestistico scarsp e questo gli permette di avere una gestione stupenda in ogni azione. Solo OKC ha abbastanza talento atletico-difensivo per poterli impensierire. Finale Duncan-Garnett in stato di forma ottimale vale l’intera (orrenda) stagione

    3- Flavio Tranquillo è diventato insopportabile. Oggi ha fatto 4 quarti di telecronaca ripetendo sempre la stessa identica cosa. Aveva assolutamente ragione, ma poteva dirla un paio di volte e non 30 con uno stile cattedratico e professorale. Ha scambiato la telecronaca (di play-off per giunta ) con l’omelia domenicale. Tendenza sempre più ingigantita da quando non commenta più assiduamente con Buffa (tempi meravigliosi). Mi fa incazzare la cosa perchè se perdiamo anche lui in un mondo di Lauro e Bagatta è la fine. E non è che i telecronisti americani siano tanto meglio ( a pare SVG)

  53. San Antonio…Parker scuola Europea, Ginobili scuola Europea, Duncan vecchia scuola NBA, Diaw scuola europera, Splitter scuola Europea, Bonner ha imparato qui a giocare a Basker, Neal pure oltre a Popovich che insegna basket e non a schiacciare o a fare numeri per i fotografi.
    Palleggio, terzo tempo, extra passaggi, visione di gioco, tecnica alla base di tutto perchè il fisico prima o poi ti abbandona e allora ci deve mettere tecnica ed intelligenza.
    Vedo San Antonio e vedo giocare a basket come piace a me, vedo Miami e mi vien voglia di spegnere la televisione, ricordo a tutti che anche l’anno scorso Dallas aveva la medesima impostazione, con il campionato sempre più fisico e sempre più stressante la tecnica e la testa tornano a farla da padrone, altrimenti prima o poi ti salta un ginocchio (Rose) o ti salta la testa (Wade) lo sport di squadra è cosi….

      • ineccepibile. incolpo di questa tendenza sia l’NBA, che sta virando con decisione verso un basket più fisico e spettacolare che tecnico, sia l’NCAA, che sta lentamente abbandonando la funzione “educativa” basandosi sempre più sul talento dei singoli e sulle loro straordinarie capacità fisiche.
        Velocità, potenza e centimetri non si imparano, ma sono anche le prime cose che se vanno con gli anni e se non hai basi tattiche saluti e baci.

  54. Infatti San Antonio è a tutti gli effetti una dinastia che continua da 12 anni non 1 o 2…12 anni!!! e va al di la dei giocatori ma la società e il mister saranno pronti anche in futuro a far crescere giocatori di basket e non starlette da sit-com.
    Ovviamente è più facile con Duncan, Parket e Ginobili ma quanto è cresciuto Bonner? Cazzo giocava a Messina 5 anni fa, Neal a Treviso, Leonard, Green e Blair li hanno presi al numero 40 del Draft o giù di li….insomma hanno preso mezzi giocatori e li hanno fatti diventare ottimi giocatori, la differenza sta tutta nella testa e nell’umiltà.

    • Leonard è stato scelto molto più su…top 15 mi pare…comunque che goduria: io ho potuto vedere giocare dal vivo sia Bonner che, e soprattutto, MANU a Reggio Calabria per 2 stagioni, che giocatore…

  55. Da Lebron hater dico:

    sono sempre stato il primo ad accusarlo per la decision, ma se quest’anno dovesse mancare l’anello tanto di cappello a lui per la stagione (solo per quello) fatta. Se neanche Wade sa dargli una mano non è colpa sua, di certo non può fare quadrupla doppia di media.

  56. Wade è semplicemente un buon giocatore. Il suo miglior periodo di forma cestistico è coinciso con le finals piu anomale degli ultimi anni. Il resto è deserto.
    Non venite a paragonare Wade con Lebron perchè o abusate di acidi o parlate di una ltro sport.
    Ah famosa citazione: se voglio vincere la regular season scelgo Lebron per vincere i playoffs prendo Wade. Risate grasse.
    E sono un hater di Lebron da quando è a Miami.

  57. Wade è semplicemente un buon giocatore, non allstar o alltime come tanti pensano. Il suo miglior periodo di forma cestistico è coinciso con le finals piu anomale degli ultimi anni. Il resto è deserto.
    Non venite a paragonare Wade con Lebron perchè o abusate di acidi o parlate di una ltro sport.
    Ah famosa citazione: se voglio vincere la regular season scelgo Lebron per vincere i playoffs prendo Wade. Risate grasse.
    E sono un hater di Lebron da quando è a Miami.

  58. “comunque aspetterai a dare per passati i celtics, a 6 min. dal termine 101 a 76 per boston, alla fine 107 a 91, sintomo che abbiamo più risorse d’energia, stiamo a vedere”

    d’accordissimo sulla prima frase, penso che stanotte i sixers venderanno cara la pelle, sarà una gara 4 molto combattuta come le prime 2 e non ci piove che abbiate più energia vista l’età media dei due roster.

    non ho capito invece il resto. mi sembra evidente che sul + 25 rivers ha mandato in panchina garnett e un altro paio di titolari, e nel garbage time il punteggio si e’ un po ‘ aggiustato. bella vittoria celtics ma niente piu’, stanotte alla prima palla a due si parte dallo zero a zero.

  59. Per vincere un anello hai bisogno di 7 giocatori. Generalmente il sesto uomo è uno con punti nelle mani, Harden, Crawford, Ginobili, Terry…….. gente che può essere decisiva. Il 7mo da un contributo importante e spesso è il backup dei lunghi o ali grande.

    Se guardiamo gli Heat, ci sono il 6sto e il 7mo uomo? No. Nel quintetto base hanno, in contumacia Bosh, 4 giocatori affidabili? No. Haslem, Turiaf, Chalmers o Chalmers, Battier, Pittman sono dei trio affidabili? No.
    Se poi salta anche Wade, 18/58 e 10 palle perse, possono questi Heat vincere la serie, battere eventualmente i Celtics e poi battere in finale una a scelta tra Spurs e Thunder? No.

    O cambiano registro oppure passeranno un’altra estate con l’amaro in bocca.

  60. mad mel mi sa che ti sei perso la stagione 2008/09 di Wade,cosi,giusto per dire -_- Dwyane un semplice buon giocatore??si stà esagerando alla grandissima. Si,è vero,stà facendo vomitare,ma ciò non toglie che come talento e tecnica è tra i più forti del mondo! Poi potrà anche far schifo nei playoffs di quest’anno ma dire che il suo miglior periodo di forma furono le semplici finali anomale è eresia pura!! nel 2009 nessuno diceva cosi o sbaglio??

  61. L’atteggiamento di Wade ieri sera è qualcosa di inaccettabile soprattutto per un tifoso Heat che lo vede come bandiera della squadra. Da scarpate nel sedere e basta, anche LBJ si è reso conto nel 2 tempo che non c’era niente da fare. Mi aspetto un James da 40 in gara 4, è l’unica speranza per Miami. Cmq Wade fossi gli Heat lo cederei, è uno dei pochi asset che hanno da mettere sul mercato per migliorare la squadra e dare la possibilità a questi Heat di giocare di squadra!

    Sulla serie Sas-Clips non c’è tanto da dire, con un CP3 del genere quasi non in condizione di giocare è quasi impossibile far partita pari contro una macchina d’attacco come San Antonio, che sebbene da me siano sempre stati odiati, onestamente per un amante del basket quale sono sarei contento se lo vincano loro l’anello. OKC non ha possibilità di battere 4 volte i neroargento.

  62. Che Miami abbia problemi sottocanestro lo ripeto da due anni. Se poi si fa male bosh, che già di per se difensivamente e poca cosa, allora è buio pesto.
    La loro unica speranza sono wade e lebron che iniziano a giocare in maniera impossibile. Tutti e due. Perché qualunque squadra con una frontline decente al momento può metterli in grosse difficoltà.
    Ieri è stata la prima partita decente di hibbert ai playoff e Miami non aveva maniera di contenerlo. La differenza di punti e rimbalzi sta tutta nella differenza di punti e rimbalzi che ha fatto hibbert rispetto alle altre gare.
    Poi detto chiaramente, Miami se vincesse sarebbe la prima squadra a vincere senza un giocatore decente sotto canestro dal dopo Jordan credo. Perché se penso alle ultime vincitrici leggo duncan shaq gasol nowitzky wallace garnett.

  63. Mettiamola così: l’arbitraggio di G3 allo Stapples, la condotta di gara di quello con l’elmetto in testa, non mi è piaciuta niente, a prescindere dal non fischio decisivo nel finale, su Durant.

Commenta