Luis Scola, “amnistiato” dai Rockets che stanno dando la caccia alla coppia Lin-Howard, è andato in “asta” fra le altre franchigie sotto il cap come da regolamento: sono arrivate sicuramente 2 offerte (Suns e Mavs) e pare che a spuntarla siano stati proprio i Soli dell’ Arizona con un’offerta di non meno di 3 milioni. A questo punto, parte del suo vecchio contratto sarà appunto pagato dalla sua nuova franchigia – comunque un notevole risparmio rispetto al suo valore di mercato.

Intanto continua la telenovela Lin a New York: la diabolica offerta di Houston, che prevede 25 milioni per 3 anni di cui 15 nel terzo anno, sta mettendo in grossa crisi anche il cospicuo portafoglio della franchigia della Grande Mela, che sicuramente andrebbe oltre il cap nel 2014, e di molto. Pare che stia così passando l’idea di lasciarlo andare in Texas, restando con Kidd e Felton nel ruolo.

Proprio Kidd, fra l’altro, si è appena reso protagonista di un episodio sorprendente: il classico arresto per DUI (guida in stato di ebbrezza) dopo aver fatto incidente (abbattuta una cabina telefonica) ed essere risultato positivo al classico test del palloncino. Non il massimo per un giocatore che dovrebbe avere come punti di forza l’affidabilità e l’esperienza.

 

 

Post By Max Giordan (965 Posts)

Max Giordan
segue l’NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996.
Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un’unico luogo “virtuale” i tanti appassionati di Sport Americani in Italia.
Email: giordan@playitusa.com

Connect

10 thoughts on “NBA – Scola verso Phoenix, Knicks in crisi coi playmaker

  1. Grandissimo Jason Kidd! Che figuraccia…
    Grande aggiunta dei Suns! Avevo già approvato l’acquisto di Dragic. L’unica incognita resta l’apporto di Beasley. Novità su OJ Majo, che potrebbe essere l’alternativa a Gordon, che rimarrà a NOLA?

  2. I Suns sono sulla buona strada, manca la SG titolare. Il nucleo c’è, anche il timore che Beasley resti una mezza roba. Io resto ottimista…

  3. In effetti se i Suns riuscissero a prendere OJ Mayo (per dire..) sarebbero veramente da playoff (se ben allenati e oliati).

    Dragic, Mayo, Beasley e Scola sono 4 titolari di tutto rispetto!

  4. si sballano…effetto di una stagione massacrante e della notorieta’…nn tutti sopportano le dosi di ormoni stagionali per recuperare

  5. buona squadra ma manca un leader,sono tutti sullo stesso livello + o – e nessuno è in grado di portare la squadra a un livello + alto. magari esplode beasley…difficilissimo,magari Mayo + probabile e forse Dragic anche se nn lo vedo uno da 20 e passa a partita

  6. Speriamo che Gortat non si ridimensioni senza Nash… L’anno scorso ha viaggiato a 15 punti di media. La panchina con Dudley e Frye (quest’anno sempre titolari), Marshall e Morris potrebbe essere interessante… Secondo voi faranno l’offerta per trattenere Lopez? Meno male che l’anno prossimo saranno in scadenza Warrick e Telfair, che rischia di trovare poco spazio come terzo play…

  7. io cederei Gortat, che senza Nash difficilmente si ripeterà… e magari anche Frye, che di lunghi adesso ce ne sono abbastanza…

  8. Intanto è fondamentale ottenere una guardia. Si parla di OJ Mayo o Lee (altro ex Houston), che però non mi sembra all’altezza del primo e soprattutto di Gordon. Poi che effettivamente potrebbero ormai essere considerati un peso Frye e soprattutto Warrick è un altro discorso…

  9. @Alberto: cedere Gortat ok… Ma per chi? Capisco che possa avere mercato, ma non so quale potrebbe essere una contropartita decente. (a meno di finire col prendersi Bynum da LA nell’affaire Howard, ma qui si fantastica!) Sennò si dovrebbe giocare con Morris PF e Scola C, ma non lo farei mai. E se si cede anche un mediocre come Frye, non si è più tanti come lunghi.

    @Francesco : su Mayo andrei a capofitto, nella speranza che la connection con Beasley non mandi il progetto a facili donnine. Su Lopez io non so che pensare, un’involuzione terribile. Come riserva da 15-16 minuti si può tenere giusto per l’altezza. I contratti in scadenza potrebbero anche finire da qualche parte per un upgrade inatteso… Situazione da osservare.

  10. se non rinnovano McGee Denver non sarebbe una brutta partner di trade: Gortat per Chandler non mi dispiacerebbe, in fondo Denver hanno molti swingmen e cederne uno non sarebbe male. Phoenix avrebbe così come centri Lopez, che non è così male, e potrebbe prenderne uno per far qualche minuto come Hollins. E anche Scola puo’ fare il centro. Chandler arricchirebbe il numero dei giocatori perimetrali, e Mayo potrebbe arrivare comunque…

Commenta