Per la quarta volta nella postseason 2015 i Blue Jays vincono in situazione di spalle al muro. Sconfitti nell’ultima gara della serie in territorio canadese, ma non necessariamente l’ultima di questi playoff al Rogers Center, i Royals per 7-1.

Ancora una volta con 2 partite di svantaggio nella serie è Marco Estrada che tiene in vita la squadra come in gara 3 contro i Rangers in cui aveva lanciato nella vittoria per 5-1.

Il partente messicano è stato autore di una prestazione stratosferica, portando una shutout all’ottavo inning, in cui ha subito un solo shot di Salvador Perez, una delle 3 valide che KC ha battuto su Estrada in 7.2 inning.

Dall’altra parte Edinson Volquez non è riuscito a ripetere l’ottimo operato svolto in gara 1. Le troppe basi ball concesse dal dominicano nel sesto inning sono costate caro ai Royals.

Prima del sesto Volquez era riuscito a stare al passo del partente avversario tranne per un home run concesso a Colabello con un changeup rimasto alto sul conto di 0-2, prima volta in cui il prima base fa un fuoricampo con questa situazione di ball e strike.

La giocata chiave della partita arriva nella parte bassa del sesto attacco. Dopo che i Blue Jays vanno avanti 2-0 senza praticamente toccare mazza, grazie alle 3 basi concesse e un hit by pitch di Volquez, con le basi piene e Kelvin Herrera sul monte Troy Tulowitzki spara un doppio che sbatte contro il muro fra esterno sinistro ed esterno centro, ripulendo le basi e facendo salire a sette il conto dei punti battuti a casa dall’ex Rockies in questa serie. 5-0 Toronto.

Nel frattempo Estrada continua il suo lavoro e nell’inning successivo due doppi in sequenza di Donaldson e Bautista su Duffy  incrementano il vantaggio sul 6-0.

Quello che sta sorprendendo di più di Bautista in questi playoff è la sua percentuale di arrivo in base, nettamente sopra la sua media e che in questa serie è a quota .500 con 7 basi ball. Chiaramente Kansas City non vuole lasciargli nulla di facile da battere in mezzo al piatto ma è comunque da notare la sua pazienza nel box.

Nell’ottavo dopo il fuoricampo ed il singolo subito Estrada viene rimpiazzato da Sanchez che ottiene il terzo out e lascia la formalità del nono inning ad Osuna, che dopo il punto segnato da Tulowitzki su un doppio di Pillar nella parte bassa dell’ottavo, lancia un 1,2,3 inning che manda i tifosi Jays a casa felici e speranzosi.

 

Stavolta il bullpen Royals non è riuscito a salvare la situazione, oggettivamente complessa sul 2-0 con basi piene e 0 out. All’asciutto in attacco i vari  Zobrist,Hosmer, Morales e Gordon. Il primo corridore che Yost ha avuto è stato, manco a dirlo, Escobar nel quarto. La battuta in doppio gioco di Zobrist ha però chiuso tutto. Unico altro pelo nell’uovo della partita di Estrada è stata una base ball concessa a Cain nel settimo. Per il resto 23 out messi a referto di cui 5 strikeout.

Toronto dovrà vincere la quinta elimination game consecutiva venerdì notte per potersi giocare il tutto per tutto in gara 7. Avrà sul monte un Price finora molto sotto le sue possibilità nei playoff con un ERA di  5.44.

I Royals avranno ora due match point nel ballpark di casa, ma un eventuale sconfitta in gara 6 sposterebbe il momentum della serie e porterebbe molta pressione sui campioni in carica della AL. Yost farà affidamento su Yordano Ventura in quello che si prospetta essere un incontro ricco di emozioni al termine del quale Kansas City spera di raggiungere i New York Mets nelle World Series 2015.

 

 

Post By matteos (11 Posts)

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.