La stagione 2015 della Verizon IndyCar Series potrebbe vedere al via addirittura due italiani. Sia Davide Valsecchi che Luca Filippi sono infatti al lavoro e sembrano avere concrete possibilità di trovare un volante per la prossima stagione. Valsecchi, campione 2012 della GP2 e collaudatore e pilota di riserva della Lotus in Formula 1 nel 2013, è sceso in pista il 16 Dicembre sul circuito di Sebring con lo Schmidt Peterson Motorsports. La squadra è alla ricerca di un secondo pilota da affiancare a James Hinchcliffe per la prossima stagione, dopo che le possibilità di riconferma di Mikhail Aleshin sono evaporate a causa dei problemi finanziari e politici della Russia. A Sebring oltre Valsecchi sono scesi in pista altri due rookie: Stefano Coletti e Rodolfo Gonzalez, l’unico dei tre che aveva già disputato dei test questo inverno (sia con lo Schmidt Peterson Motorsports che con il Dale Coyne Racing). Sembra che il test si sia rivelato molto positivo specialmente per Valsecchi e Coletti, con quest’ultimo che ha commentato su Twitter: “Il test IndyCar a Sebring è andato davvero bene! Sono molto contento! Amo la vettura e mi sono divertito.” Adesso però si tratta soprattutto di vedere chi avrà disposizione il budget più consistente per assicurarsi il volante.

Nei giorni scorsi sono tornate poi a rilanciarsi anche le quotazioni di Filippi. Il pilota piemontese è reduce da due anni in cui ha disputato in totale 8 gare IndyCar, 4 lo scorso anno con il Rahal Letterman Lanigan Racing e 4 nel 2013 con il Bryan Herta Autosport. E sarebbe proprio questa la squadra con cui Filippi ha riallacciato i rapporti. Negli ultimi giorni è emerso che Filippi sarebbe al lavoro per garantire la sponsorizzazione per la squadra, che al momento è in cerca di un pilota con un forte budget visto che è stata bidonata dalla Integrity Energee Drink, main sponsor nel 2014 ma che non ha versato circa due milioni di dollari. Bryan Herta ha intentato una causa per farsi dare quanto pattuito, ma intanto è alla ricerca di finanziatori per la prossima stagione. Secondo i rumors, Filippi al momento garantirebbe circa il 40 per cento di quello che la maggior parte delle squadre chiedono per una stagione completa. Il principale rivale di Filippi dovrebbe essere Gabby Chaves, campione Indy Lights in carica, che è sceso in pista con la squadra un paio di settimane fa a Sebring insieme all’ex pilota di GP2 Daniel De Jong. La vittoria nel campionato cadetto garantisce infatti a Chaves un mini budget che gli garantirebbe almeno tre gare, a cui probabilmente potrebbe aggiungere qualche sponsor personale. Qualche chance potrebbe averla anche l’inglese James Jakes, che nei mesi scorsi aveva dichiarato di voler rientrare in IndyCar e di avere il budget per disputare l’intera stagione.

 

Post By Marco Strazzulla (90 Posts)

Sono un grande appassionato di sport americani, in special modo di basket NBA e football NFL, ma soprattutto di automobilismo. Considero la IndyCar la migliore categoria al mondo per spettacolo, sportività e completezza dei piloti. Ho assistito di persona alla 500 Miglia di Indianapolis 2008, uno spettacolo indescrivibile.

Website: → Indycar Italy

Connect

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.