Cam Netwon vola sulla difesa Redskins...

WASHINGTON REDSKINS – CAROLINA PANTHERS : 20 – 33

Grande partita del rookie C. Newton che corre per un td e ne lancia un altro a B. LaFell nell’ultimo quarto che chiude la partita, in totale ha 18/23, 256 yds a fine gara. Ottima prova di Newton anche nel gioco di corsa con 59 yds conquistate in 10 tentativi. L’altro td è realizzato dal running back J. Stewart. Eccellente gara anche del ricevitore S. Smith che prende 143 yds in 7 rec. In difesa i Panthers riescono ad effettuare 3 sacks. A Washington non è servito l’esordio di J. Beck come Qb titolare al posto di R. Grossman. Beck passa per 279 yds con 1 td di F. Davis e 1 int. piazzato da C. Gamble ma segna direttamente anche un td con una corsa personale. Carolina è alla seconda vittoria in stagione mentre i Redskins subiscono un brutto stop.

PITTSBURGH STEELERS – ARIZONA CARDINALS : 32 – 20

Nessuna sorpresa invece in Arizona dove gli Steelers danno prova di grande potenza con B.Roethlisberger sugli scudi. Lancia per 361 yds e 3 td di cui 1 a M. Wallace per 95 yds che è il record nella storia della franchigia. Gli altri 2 td sono opera di H.Miller e E. Sanders. Insieme a Wallace anche A. Brown chiude con piu di 100 yds di recezione. Il rb Mendenhall non è all’altezza dei compagni con sole 32 yds corse. In difesa il solito L. Woodley mette a segno 2 sacks. Per Ariziona K. Kolb lancia per 272 yd , 2 td e 1 int di R. Clark. Viene anche punito con una safety da 2 punti per infrazione nella propria end zone. I 2 td sono realizzati da L. Stephens-Howling e E. Doucet. Molto limitato il gioco di corsa con il runner A. Smith che però segna un td.

KANSAS CITY CHIEFS – OAKLAND RAIDERS : 28 – 0

Disastrosa prova del nuovo acquisto dei Raiders C. Palmer che si fa intercettare 3 volte ma non fa meglio l’altro Qb K. Boller anche egli pizzicato 3 volte dalla difesa dei Chiefs che ha dominato dall’ inizio alla fine. Di questi 6 intercetti 2 sono riportati in td rispettivamente da K. Lewis e B. Flowers. Discreta invece la prova del Rb M. Bush che corre per 99 yds. Con una difesa cosi il Qb di Kansas M. Cassel si è potuto anche permettere una prova pessima chiudendo con 15/30, 161 yds e 2 int di D. Van Dyke e C. Ndukwe. Non si puo dire che sia stata la giornata dei Qb ieri. Oakland perde una buona occasione per migliorare la sua posizione in classifica contro una squadra abbordabile che però ieri ha sfoderato una grande difesa.

ST. LOUIS RAMS – DALLAS COWBOYS : 7 – 34

Protagonista assoluto del match è stato il running back di Dallas D. Murray che ha fatto il record nella storia della squadra per yds corse in una partita con 253. Murray ha segnato anche un td con una corsa di 91 yds (secondo più lungo nella storia di Dallas). Vicino a un Rb cosi “caldo”  T. Romo  si limita a lanciare per 166 yds e 2 td ricevuti da D. Bryant e J. Witten. St. Louis scontava l’assenza per infortunio del Qb S. Bradford, il suo sostituto A. Feeley conclude con 20/33, 196 yds 0 td e 1 int opera di M. Jenkins. Apprezzabile la prestazione di S. Jackson che firma 70 yds di corsa in 18 tentativi e 1 td. I Rams rimangono ancora a zero vittorie mentre Dallas si rilancia dopo 2 sconfitte consecutive.

GREEN BAY PACKERS – MINNESOTA VIKINGS : 33 – 27

La corazzata di Green Bay rimane ancora a punteggio pieno rischiando però più del dovuto contro i Vikings. Non è servito per i viola l’esordio del Qb C. Ponder, per lui alla fine 13/32, 219 yds 2 td e 2 int. realizzati da C. Woodson. I td invece sono merito di M. Jenkins (alla fine 111 yds di recezione per lui) e V.Shiancoe. Come al solito il migliore è A. Peterson che conquista 175 yds in 24 corse. Sembra davvero sprecato a Minnesota. In difesa J.Allen riesce a mettere 2 sacks. A. Rodgers confeziona la solita grande gara lanciando per 335 yds e 3 td capitalizzati da G. Jennings (da 79 yds), J.Finley e J.Kuhn. Jennings ottiene 147 yds in 7 rec alla fine. Brutta la percentuale di conversione dei terzi down solo 2 su 8.

INDIANAPOLIS COLTS- NEW ORLEANS SAINTS : 7 – 62

Gara disastrosa se non proprio vergognosa dei Colts nonostante ci fosse l’infortunato P. Manning a chiamare i giochi in panchina. I Saints nella rivisitazione del Super Bowl di 2 anni fa stabiliscono il nuovo record di squadra per punti segnati e margine di vittoria. I tempi del Super Bowl sembrano lontani anni luce per i Colts. Fenomenale prestazione di D. Brees con 31/35, 325 yds e 5 td lanciati, 2 a M. Colston e J. Graham e 1 a D. Sproles. I 3 Rb M. Ingram, D. Sproles e P. Thomas hanno messo insieme 236 yds di corsa. Si sono divertiti davvero tutti ieri i giocatori di New Orleans. C. Painter lancia solo per 67 yds e 1 int di L.Torrence prima di essere sostituito da D. Orlovsky. Unico a salvarsi dal disastro il Rb D. Carter che corre 89 yds in 10 tentativi e segna l’unico td dei Colts.

Post By Alberico Russo (231 Posts)

Connect

5 thoughts on “NFL – Week 7 Results (1/2)

  1. Che il problema principale dei Colts sia l’assenza di P.Manning è fuor di dubbio, ma devono rendersi conto di una cosa resasi evidente nel superbowl di 2 anni fa: con questa difesa non vai da nessuna parte!!!
    Troppo leggeri e poveri tecnicamente in quasi tutti i ruoli (eccetto Freeney ovviamente) per poter competere a certi livelli…e non puoi sempre vincere facendo un punto in più, anche se il tuo QB è Manning.

  2. Riguardo i miei Cowboys, brodino caldo che aiuta ma….ma ho perso ogni fiducia in T. Romo, certo oggi giorno non è facile trovare un sostituto di livello, non pretendo un nuovo Troy Aikman però un Joe Flacco non mi dispiacerebbe eh eh eh

  3. che rabbia, che rabbia vedere adrian peterson in una squadra che attualmente non può andare da nessuna parte…

  4. Che rabbia leggere che Peterson è sprecato per noi…
    E’ vero, adesso è così,
    però 2 anni fa abbiamo sfiorato e non di poco il SuperBowl!
    E’ un peccato soprattutto perché è nel suo momento migliore e non so quando noi ci torneremo ad alti livelli.
    Adrian comunque si può consolare con il suo contratto…

  5. Il problema dei Vikings è che da anni sono ad un QB dall’essere una contender…Prendere vecchie glorie nel ruolo ha portato qualcosa di buono (Favre) e tanto di pessimo (McNabb l’ultimo).

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.