Memphis 80 – Boston 98
La miglior prestazione della stagione di Kevin Garnett porta i Celtics alla vittoria in una partita difficile. The Big Ticket iscrive al suo tabellino 24 punti (9-12) e 9 rimbalzi. Ad affiancarlo ci sono un Paul Pierce da 21 punti e un Rajon Rondo da 14 assist. Per i Grizzlies ci sono i 21 punti con 7 rimbalzi di Gay e i 15 punti di Mayo. Decisive le alte percentuali da fuori del terzo quarto per i Celtics (5-6) che portano il vantaggio ad essere consistente e irrecuperabile.

Toronto 89 – Miami 95
Una rubata seguita da una schiacciata in contropiede di Lebron, a poco più di due minuti dalla fine, danno la sicurezza della vittoria agli Heat su dei tignosi Raptors. James segna 30 punti con 9 rimbalzi, Wade 25 punti e Miami vince la decima gara nelle ultime dodici. Per Toronto da segnalare ci sono solo i 25 punti di DeRozan e il rammarico di aver perso una buona occasione di sconfiggere i migliori a causa delle troppe palle perse (8 solo nel terzo periodo).

Post By DeAndre P. (35 Posts)

Connect

101 thoughts on “NBA – Boston vince e convince, Miami non si ferma

  1. I Raptors stanno in partita, giocano basket, sarebbero un’ottima (facciamo discreta) squadra di Eurolega, gli Heat certe gare non le possono perdere neanche volendo, sul velluto con un gioco non gioco, quasi quasi preferisco vedere Toronto
    I Celtics comunciano ad ingranare, vedere Garnett così è sempre una goduria,
    per me se lui e O’Neil stanno bene e difendono son cavoli amari, non c’è front line Nba che possa prendere il sopravvento
    a proposito di Jermaine: al di la delle cifre e dello scarso minutaggio, pian piano sembra tornato un centro Nba più che discreto, voglio dire fisicamente c’è, la voglia la mette
    insomma qualcuno li aveva dati per morti, aspetterei e al pari degli Spurs mi goderei ancora per un pò le gesta chi sa giocare
    anche perchè gente come Duncan e Garnett all’orizzonte mica se ne vede

  2. Concordo con la tua analisi…

    Credo però San antonio ne abbia di più rispetto ai celtici!

  3. Una grande verità….speriamo che TD e KG smettano il più tardi possibile (anzi mai!!!)….
    I Celtics non hanno nelle gambe 66 partite in 4 mesi, ma ai playoff se difendono come sanno daranno del filo da torcere a tutti anche perchè con Brandon Bass hanno fatto un ottimo affare….

  4. Rondo allo scadere ieri da solo tra la linea da 3 e il centrocampo avversario ha provato il tiro: per poco non rompeva il cronometro dei 24, neppure il tabellone.
    Questo anche se si mette a fare allenamenti combinati Allen – Miller 10 ore al giorno si ritirerà ancora sapere dove è il canestro.
    Tutto il resto grande playmaker, per carità, però siamo in NBA (in teoria).

  5. IWY leggo oggi il tuo post di venerdì sulla questione duncan garnet e malone.
    tutto ciò che scrivi corrisponde a verità.
    sicuramente malone ha giovato dell’apporto di stockton che probabilmente di quei jazz era il leader.
    però malone nei lakers dei 4 hall of fame viggiava a quasi (non vorrei essere smentito una doppia doppia di media) da 3° opzione di attacco, quando le prime 2 erano shaq e bryant.
    nella serie con gli spurs non mi sembra proprio che fu dominato da TD, e parliamo di un giocatore alle ultime partite della sua carriera che giocava su un infortunio. è proprio alla luce di quella serie che dico che non so chi sia più forte tra duncan e malone (e KG). resto invece dell’idea che se al posto di td ci fosse stato un altro degli altri 2 questi avrebbero vinto quanto TD.
    è un pò, ma non voglio entrare nel merito, solo per fare un esempio, il discorso di chi dice che lebron se avesse giocato al posto di bryant avrebbe i suoi titoli.
    .

  6. Ma LeBron
    non è forte solo con i deboli?
    Mi viene da fare questo pensiero vedendo anche quello che fa Ibra…li vedo molto simili…

  7. infatti uno dei dubbi che mi restano e’ sapere come sarebbe andata a finire quella finale con Detroit con Malone in campo e efficiente…in rs e primi turni po faceva onde…poi magari Wallace e Wallace avrebbero vinto uguale ma..in aggiunta anche un mio cruccio…con Basile al posto di Payton a difendere su Billups…ma questa e’ pura fantasia…

    • premetto che non ho visto quelle finals e che payton non era più quello di un tempo… però comunque ha giocato ancora 3 anni vincendo pure un titolo
      cioè tu vorresti scambiare quello che viene considerato tra i primi due difensori perimetrali della storia (insieme a pippen) per basile???

  8. giangio se avessi visto le serie boston miami e chicago miami dell’anno scorso ti saresti risposto da solo… a meno che per te boston e chicago siano squadre deboli..
    che poi abbia steccato alcune partite delle finals è innegabile ma anche kobe contro boston l’anno prima aveva fatto fatica e giocato male…
    contro boston e chicago, ovvero le difese più forti della lega è stato super, dominante e decisivo

    ogni volta che vedo scritto O’Neill invece di O’Neal per me è una stilettata… non è una marca di vestiti… occhio che inizio a scrivere cobi braiant, eh =)

    • doh! anche lui è o’neal come shaq… ma vabbè era così per dire, anch’io una decina di anni fa lo scrivevo così

  9. Sinceramente non vi seguo… Forse non ho letto l’inizio della discussione… Potete fare un riassunto? :)

    • a proposito di malone?
      era una discussione a proposito della miglior ala forte della storia con candidati duncan, garnett e malone.. l’opinione generale era duncan leggermente favorito

      scusate la mia ignoranza, ma bird era più ala forte o ala piccola? perchè metterei anche lui in classifica, no?

  10. Ragazzi una provocazione: alla luce dei risultati che gli Spurs stanno ottenendo senza Ginobili, non può essere che l’argentino non sia più fondamentale per questa squadra? Penso che se gli Spurs facessero una trade inserendo Manu otterrebbero qualche giocatore interessante, magari un bel lungo da affiancare a Duncan e fare il salto di qualità che manca a questi Spurs (non a caso hanno cercato di prendere K.Martin e Kaman).

    • Non credo proprio…secondo me Manu è il giocatore più determinante degli Spurs, visto il graduale e fisiologico calo di Tim 8per ragioni di età) e il fatto di averlo “riposato” nella fase calda della stagione sarà sicuramente un vantaggio per gli Speroni.

  11. Con questa stagione strana (calendario fittissimo e mancanza di preparazione) va tutto a discapito delle squadre più vecchie.
    Io sono convinto che quest’anno vedrò i playoffs più anomali della storia.
    Andrei piano a dire che certe squadre faranno solo il primo turno di playoffs per poi uscire (boston dallas san antonio….).
    Chi entrerà in forma perfetta a maggio…stavolta sarà piu avvantaggiato che mai.
    Per carità Chicago Miami e Oak…sono le favorite…ma se per caso arrivassero leggermente cotte a maggio (guardando le partite di adesso secondo me giocano a ritmi molto alti) non darei per scontato passaggi di turno facili nei playoffs.
    Da buon tifoso Knicks, congratulazioni Giants (almeno voi ci siete…:-)…)

  12. Ginobili è ancora uno dei giocatori più determinanti della lega e conosce alla perfezione il sistema,
    tradarlo è una follia indipendentemente dal pacchetto.
    Oltretutto è l’ anima degli Spurs se lo mandano via Duncan si ritira subito dopo l’ All Star Game.

    Purtroppo o per fortuna (dipende dai punti di vista) celtici e speroni sono aggrappati a quel nucleo, che a mio parere è inscindibile, o tutti o nessuno.

  13. secondo me il gino resta fondamentale, a oggi lo vedo come il miglior giocatore di san antonio visto il declino di duncan e un parker che, a parte 2 giorni fa, mi sembra parecchio meno forte del MVP delle finals.. all’epoca quando dicevi miglior PG lui era preso in considerazione… poi ok non è un passatore alla CP3 o d-will ma è un altro discorso

    • lo scambierei solo per ricostruire, è perfetto per il gioco degli spurs e lo conosce a meraviglia.. scambiarlo adesso che ha 335 anni significa prendere ben poco in cambio, non certo una pietra angolare per il futuro

  14. Molto difficile dire chi è stato il più forte…
    Anche io direi Duncan, ma la spunta di pochissimo! Potremmo anche includere il buon vecchio moses malone in questa classifica…

    No assolutamente, larry era un 3

  15. in più credo che anche i dirigenti sappiano che la franchigia rimane molto buona (merito soprattutto dell’ex marine in panca) ma senza la minima velleità di titolo

    quindi se cambi lo fai per ricostruire, non per aggiungere un tassello che tanto è destinato a non cambiare granché la situazione

    resto persuaso che san antonio è una squadra da regular season, che può vincere tante partite anche senza grandi interpreti grazie al sistema di gioco .. ma ai PO li vedo replicare la brutta performance dell’anno scorso

  16. Concordo su quanto detto per gino… È il cuore degli spurs, è inscambiabile… Sarebbe come per i celtici scambiare pierce!

  17. shaq4ever (tra l’altro complimenti x il nick)…non in assoluto ovviamente…ma ti posso garantire che in quelle finals gli hanno mangiato in testa…piu che altro il rimpianto e’ per mailman…e poi io sono cestisticamente innamorato del Baso…piu’ forti di lui tanti…ma 2 palle cosi su un parquet viste poche…

    • a me stava un po’ sulle palle con l’italia quando sparacchiava alla grande degno del miglior belinelli attuale.. però vedendo quello che sta dando a cantu a 37 anni non posso che darti ragione

      io all’epoca tifavo lakers e mi ricordo il postino che si allenava in spiaggia con il paracadute.. diciamo che quei lakers erano un po’ come miami adesso e quei detroit un po’ OKC (cioè squadra ben costruita) ma ancor meglio come boston di 2-3 anni fa… un squadra coperta da ogni punto di vista, con specialisti in ogni settore e un’ottima amalgama

  18. se n’era già accennato negli scorsi giorni…ma cosa ne pensate del rifiuto di dwight di finire ai lakers per fare il 3° violino?

    • Ma siamo sicuri che sarebbe il 3°? Insomma ce lo vedete voi un allenatore americano dire: senti Howard tu in attacco vieni dopo Gasol, ti prendi 6 tiri a partita. Devi tirare giù rimbalzi e metter su stoppate.

      Su che se fosse andato ai Lakers, a mio avviso il buon Pau avrebbe visto tanti tiri in meno.

      Più che altro ha capito, a mio avviso, che il problema dei LAL è sul perimetro e che, dopo la sua trade non avrebbero avuto come aggiustarlo. Quindi s’è visto impantanato per lungo tempo a LAL in attesa di qualche scambio/regalo che includesse PAU.

  19. Discorso Ginobili: ora come ora il Gino a chi lo daresti? NO a mio avviso gli Spurs devono andare avanti così quest’anno. Il prossimo si ritirerà Tim (più che in attacco dispiace vederlo, ora come ora, come non riesce più a difendere come una volta) e si vedrà.
    Probabilmente andranno alla lottery cercando, in quel caso di scambiare Ginobili (in scadenza) per scelta al draft. E da lì ripartire. D’altronde una squadra a così alto livello per così tanti anni non è cosa da tutti i giorni in NBA. E’ dal 1999 che gli Spurs possono essere annoverate tra i team a giocarsi chance per un titolo.

    P.S. A mio avviso Buford e Pop si stanno mangiando le mani per aver preso Jefferson. Con quei soldi sarebbe potuto arrivare qualcun’altro e la musica forse sarebbe …..

  20. concordo al 100%… pare però che kobe gli abbia detto chiaramente che deve fare il 3° e solo quando si ritira lui, la squadra sarà nelle sue mani
    dopo di che l’arsenale offensivo di gasol è 10 volte meglio di quello di superman, ma prendere il miglior centro per relegarlo alla sola fase difensiva è una stupidata.. allora è meglio prendersi chandler che ha forse una difesa ancor migliore e in attacco non richiede palloni e soprattutto costa la metà

    sarebbe uno squadrone, anche se rimanessero fish e barnes/artest ma secondo me non cambierebbe tantissimo la situazione (bynum non è mica una cacca, anzi) e soprattuo dwight si troverebbe imbrigliato in una squadra vecchia e contrattualmente ingessata… magari sei ultra concorrenziale quest’anno e l’anno prox ma poi non hai garanzie

    e mi piacerebbe sentire jordan, barkley e compagnia sul fatto che il miglior centro va dalla miglior guardia e loro non l’avrebbero mai fatto e bla bla lebron wade bla bla

    • Jefferson lo hanno voluto e poi lo hanno rifirmato e poi hanno ristrutturato il contratto spalmando in 4 anni la paghetta di due anni
      poi sembrava lo volessere cedere
      alla fine chi mai potrebbero inserire nel sistema a quelle cifre
      non è male, non è un secondo violino (come pareva ad inizio carriera), non è Bowen soprattutto
      ma ripeto è la squadra di Gino-Parker-Duncan e Jefferson è uno stralusso
      chi vorresti vedere al suo posto? Per me nessuno va bene lui e credo anche per Popovic
      altrimenti lo avrebbero ceduto

  21. Su duncan-malone ho provato a postare, ma troppo spesso questo blog non fa commentare per motivi ignoti…

    Allora, malone è stata dopo jordan la più micidiale macchina offensiva della lega, oltre ad essere uno dei migliori realizzatori della storia. La sua reputazione è crollata perché non ha vinto, e non ha vinto perché ha incontrato avversari ingiocabili: una volta era hakeem, l’altra jordan…insomma. Duncan ha giocato 4 finali, 3 delle quali a mio avviso contro avversari nettamente inferiori: knicks(1999) nets(2003) cavs(2007). L’unica vera sfida alla pari è stata contro i pistons e l’ha vinta, ma soffrendo incredibilmente.

    Quello che penso è: malone avrebbe sofferto contro quei knicks, quei nets e quei cavs? Credo proprio di no. Poi finisce la carriera e ti ritrovi senza anelli, e quindi si inizia a rivalutare la carriera stessa, il giocatore e la sua grandezza.

    • Ma ci dimentichiamo chi hanno dovuto eliminare per arrivare alle Finals contro avversari inferiori … Mica ci so arrivati di diritto.

  22. Su Howard la vedo così:
    senza l’infortunio a Lopez sarebbe già ai Nets
    l’anno prossimo a NY, con Deron! Situazione ideale credo proprio che andrà così
    contender fatta, dato che intorno poi fai presto a trovare materiale, il Morrow andrebbe più che bene ed altri farebbero la fila

  23. La leaderschip dei jazz era sia di malone che di stockton, ma a parte qualche occasione, quando si doveva segnare si andava dal postino, non scherziamo. Che poi anche stock fosse un verso leader questo è risaputo, ma se si vuol far passare malone come una sorta di boozer o bosh, beh, non ci siamo proprio.

    Tra duncan e malone non saprei davvero chi scegliere, offensivamente ho sempre preferito il postino, mentre difensivamente duncan. Ma non mi faccio influenzare dai 4 anelli a 0.

  24. Accio

    verissimo, lakers di shaq e kobe, portland, i kings, ma diciamo che anche malone qualche buon team lo ha dovuto superare, tipo gli houston di hakeem, barkley e drexler, gli spurs di robinson elliot e rodman, i sonics di payton+kemp, insomma pure lui non è che ha affrontato gente normale. Poi in finale ha incontrato quei bulls. Percorso un filino ostico.

  25. @julius
    secondo me c’è da considerare che probabilmente due anni fa era così: prendi uno dei 2 migliori play, gli affianchi il miglior centro ed è fatta..
    oggi credo che sia un po’ diverso perchè da una parte c’è miami che ha 2 dei migliori 4 più bosh che pur con tutti i suoi difetti è probabilmente tra le prime 6 PF.. e c’è una difesa eccelente
    dall’altra hai OKC, squadra ben costruita con durant (tra i primi 4) e westbrook-harden eccellenti.. aggiungici il miglior reparto lunghi in termini difensivi della lega e uno specialista della difesa come sefolosha

    poi ci sono sempre lakers e chicago e soprattutto dallas l’anno prox ha una situazione contrattuale fantastica con praticamente solo nowitzki e marion a libro paga e la possibilità di prendersi il mondo e rifirmare terry e kidd a cifre irrisorie (che al 99% vorrebbe restare proprio a dallas)

    quindi i nets con chi rimarrebbero? hai l’asse play-centro fantastico (ma io ribadisco che in attacco howard non mi convince al 100%, certo con un play vero potrebbe fare sfracelli) ma poi il resto? non sono così fiducioso che possano trovare ottimi giocatori di complemento
    considera che miami che solo 2 spot da coprire (play e centro) è stata fortunata a trovare già in casa chalmers e haslem.. poi si sono alternati bibby, arroyo, house, cole e come lunghi anthony, ilgauskas, curry, juwan howard, pittman e altre schifezze

    se sei NJ che deve coprire 3 posti da titolare più riserve, chi riesci a prendere? molti veterano firmavano con miami perchè convinti di poter vincere il titolo… ma quanti saranno disposti a firmare con NJ? quanti rimarranno sulla piazza?
    di grandi nomi non ne vedo, rimangono giusto ray allen e kg che non si sa ancora cosa facciano (ma ci suono buone probabilità che rifirmino ai mini con boston)

    per cui siccome sia d-will che superman sono liberi di andare dove vogliono, fossi in loro vorrei mille garanzie (e considerando come si sono mossi i nets nell’ultimo anno, non vedo tutte queste garanzie)
    io andrei a dallas con nowitzki..
    fai conto dwill – carter – x – dirk-dwight
    poi vedi se riesci a firmare kidd come backup, terry dalla panca e magari odom rifirma con meno soldi

  26. Calma shaq
    non ho detto che vincerebbero il titolo a mani basse
    ho solo pensato che l’idea dello scambio con Lopez e scelte c’era e potrebbe essere in un cassetto
    che i Nets si spostano a NY, ossia il posto più cool del mondo (dalla palude alle… stelle)
    che Deron ha già detto che potrebbe anche rimanere
    il resto è fantasia certo
    sono solo sensazioni, come quella che mi fa dire che se gli Heat non voncono quest’anno….
    non vincono più
    in una (ipoteticissima) serie contro chiunque (compresi gli Heat) se non hai risposte contro il play migliore del mondo e il centro ti spacca il culo può avere anche Wade-James-Bosh e andare a casa
    Perchè mai i NYK avrebbero preso Chandler se non in previsione di avere Howard nella stessa città?

    • Non dimentichiamo che se arriva Howard come FA, rimane comunque Lopez che puoi scambiare per un giocatore più funzionale al sistema (una SF sarebbe l’ideale) e utile. Aggiungiamo Humpreis che copre lo spot di Power Forward e non è poi così male, Morrow e Marshon Brooks che non sono malaccio come SG e il pick al draft che, credo sarà alto visto l’andamento dei Nets in questa stagione e considerata l’abbondanza del prossimo draft, se peschi bene potresti pescare oro anche se hai una scelta intorno alla 9/10….insomma se azzeccano un pò di mosse, i Nets possono davvvero essere una meta appetibile per DH12

      • Ovviamente, da qui a dire che diventeranno una contender per il solo arrivo di DH12 ce ne passa

  27. non era una critica a te, eh.. era solo per dire che sono cambiati i tempi e ormai avere due stelle non ti garantisce un bel niente (chiedere ai knicks) e quindi se io fossi in loro prenderei con le pinze l’idea NJ.. andranno anche nel miglior posto del mondo ma se poi non vinci niente non credo siano contentissimi..

    sulle scelte di NYK degli utlimi anni non sono così convinto che siano meditate =) secondo me chandler è stata una boiata pazzesca, di sicuro finche c’è d’antoni.. se anche ne arrivasse un altro penso comuqnue che le priorità fossero altre e che l’abbiano strapagato (facendo fuori billups!!)

  28. miami le contromisure per d-will ce le ha: chalmers (ottimo difensore) e possono metterci tranquillamente wade che nei PO quando si tratta di difendere diventa una bestia
    con howard vanno sicuramente sotto ma non credo basti comunque… basta pensare a come faranno NJ a difendere su lbj e wade

    • quello che può far la differenza per i nets è il draft di quest’anno.. se riescono a prendere qualcuno di veramente forte (ma sono ignorante sui prospetti ncaa non seguendola affatto) allora hanno già tre elementi buoni

      io ribadisco prenderei al volo un aereo per dallas (dove un proprietario come cuban tra l’altro ti coccolerebbe come nessun altro)

  29. Michael Philips

    Sinceramente inizi a stancarmi… Pure oggi concordo al 100% con te sulla questione Malone… Faccio ormai prima a dire: “vedi: MP” che scrivere qualsiasi cazzata ;-)

  30. @ micheal philips: è esattamente il mio pensiero.
    TD è considerato l’ala grande più forte in assoluto, o almeno degli ultimi 20 anni.
    Se provo a confrontarlo con garnet e malone direi che le considerazioni di iwy sono perfette per cui non le ripeto.
    pertanto non mi sento di dire che sia più forte di malone.
    penso quindi che il giudizio sia il 4-0 , 4-1 con gli anelli. che per carità può essere un parametro.
    però secondo me scambiando duncan con uno degli altri 2 signori pure quelli vincevano 4 anelli. ovvio sono chiacchiere da bar…

  31. Come ho sentito dire più volte (condividendo in pieno) TD quando era TD poteva essere, a seconda delle necessità:

    – l’uomo che ti faceva 30 e passa punti
    – l’uomo che ti prendeva 15 e più rimbalzi e ti faceva alzare di un paio di marce il livello difensivo
    – l’uomo che ti smazzava 10 assist ai compagni se questi erano in ritmo.

    Penso che questa caratteristica sia quasi unica. Vero che KG a Minnesota ha avuto statistiche eccezionali, ma ripetiamoci, giocava nel nulla.
    Con i se e i ma non si và da nessuna parte. Sicuri che Malone negli Spurs (che si basavano sulla difesa) avrebbe reso quanto TD nel complesso? KG per carattestiche poteva fare benissimo un pò tutto anche se penso che non fosse la persona ideale (soprattutto di testa) per stare in squadra con Parker e soprattutto Ginobili.

  32. ma non c’è nessun gestore del sito che possa almeno spiegare come funziona il sistema antispam di questo blog? Almeno per capire quali parole evitare. Boh?

  33. – l’uomo che ti faceva 30 e passa punti
    – l’uomo che ti prendeva 15 e più rimbalzi e ti faceva alzare di un paio di marce il livello difensivo
    – l’uomo che ti smazzava 10 assist ai compagni se questi erano in ritmo.

    Malone magari invece di 15 te ne catturava 11-12 ma i 30elli con enorme continuità li metteva e con % migliori e la sua media assist parla da sola. Come difensore non era al livello di duncan, ma sapeva difendere bene e duramente.

    • Io non parlo di statistiche finali di carriera, che potrebbero essere anche simili.
      Dico che in ogni singola partita TIM era in grado di poter fare quello che maggiormente serviva in quella determinata gara.
      Invece Malone pensava in primis ad attaccare e fare punti.

      Insomma due grandi, ma io in una squadra prendo quello che, se la mia guardia mi sta facendo 40 punti ma soffre quella avversaria, si mette giù sulle ginocchia in difesa perché è li che serve. Anche se in attacco potrebbe reclamare la palla e farne 30 a sua volta.

      Questo, penso che il buon Karl, non l’avesse nelle sue corde. In attacco la palla doveva passare da lui. STOP.

  34. Poi a guardare la carriera di malone fa impressione come a 34 anni metteva 27+10+4 con il 53% dal campo, mentre duncan, che purtroppo si è rovinato dal 2005 in poi, alla stessa età pare fisicamente morto con 13+8 di media. Malone rimane un caso rarissimo di resistenza fisica, questo a 38 anni ne metteva ancora 22+9+4… cioè meglio di aldridge che è considerato uno dei migliori nel ruolo…

    • MP sul logorio fisico non ci si può fare nulla, è genetica.
      Perché penso che tutto si possa dire tranne che Tim non abbia avuto etica per arrivare integro a 35 anni.

  35. Quello è vero, malone era principalmente un giocatore offensivo, ma non è che poi in difesa si tirasse indietro eh. Reclamava la palla, ma poi sapeva darla via da dio. Insomma, duncan miglior difensore, malone comunque ti garantiva tot punti, che duncan non ha mai garantito, con le stesse % poi.

    • Ripeto: Duncan non aveva bisogno in ogni partita di fare 25-30 punti. Perchè avrà avuto meno tecnica e movimenti offensivi di Malone, ma al suo apice era, spesso, semplicemente immarcabile.

      Comunque penso di poter dire che ognuno ha la propria visione. Io mi prendo TD anche senza anelli (il suo uso del tabellone è bellezza pura per me).

  36. No assolutamente non pensavo quello, duncan non mi è mai parso il tipo che cazzeggiava in estate e si presentava con kg in più e non si curava. Dicevo solo che fa impressione vedere alla stessa età una forma fisica agli antipodi tra i due.

  37. Accio il tuo pensiero è condivisibile… ed argomentato. ma concordi che se qualcuno scegliesse malone o garnett non ci va lontano? e quindi dico… da dove nasce tutta questa certezza nel dire che duncan è il migliore?
    per esempio tra i centri ognuno ha le sue preferenze ma c’è un certo euquilibrio tra jabbar, chamberlain, russel shaq e hakeem e forse pure moses malone… se qualcuno dicesse che shaq è stato il più forte di sempre magari qualcun altro gli fa notare di russel o di uno qualsiasi di quelli indicati.
    altro esempio, ma all’opposto confrontando le ali piccole.. c’è qualcuno che si avvicina a Bird? il 2° arriva 5°…
    a me con duncun mi sembra che siamo più nel caso dei centri che nel caso delle ali piccole… non sei d’accordo?

  38. Il tuo discorso hanamichi non fà una grinza. In tutti gli sport, a mio avviso, non si può parlare di migliori in assoluto, benché meno in uno sport di squadra.

    Giusto per giocare un pò: in una mia squadra, sotto le plance io mi prendo Russell+TD. E poi voglio vedere chi mi viene a banchettare contro :)
    Purtroppo io so molto europeo nel basket, difesa, difesa, dfesa. E solo alla fine si pensa all’attacco :)

  39. Io non capisco perchè la gente si ostini a dire che Wade è tra i migliori 4 della lega a seconda dei gusti.
    Secondo me lo è stato per una stagione max due. Ma ora come ora proprio no.

  40. Ma Malone è quello stato preso a calci nel sedere e fatto sparire letteralmente per due finali consecutive da Rodman. Proprio l’ala grande più forte di tutti i tempi……….

  41. Ora, non esageriamo,

    malone nelle finals 1997:
    23.8+10.3+3.5

    1998:
    25.0+10.5+3.8.

    Viste le cifre non mi pare sia stato preso a calci, anche perché poi le finals le vidi, e poi vorrei ricordare che contro di lui aveva rodman, uno dei migliori difensori di sempre. Ecco, magari anche duncan o garnett avrebbero fatto fatica contro il verme.

    • Anche io le ho viste….ripeto il campione immenso è quello che migliora nettamente le statistiche dalla regular season ai playoffs.
      Può avere fatto una caloma di punti….bello da vedere dalla media distanza….ma tutta la vita mi prendo duncan molto più trascinatore e vincente.
      E il discorso di chi aveva contro proprio non vale…perchè allora cancellate i 10 titoli consecutivi di Boston o nel tennis Federer…nel periodo pre-Nadal….Un campione vince e basta.
      Duncan al secondo anno ha vinto.
      Dov’era Malone nel 99? E cmq prima di Malone mi prendo Barkley per farti capire.

  42. Andrebbe anche detto che i 25 di media su 80 circa non sono pochi, e tutti ebbero numeri in calo, tutti a parte jordan che a differenza di malone, venne marcato da un giocatore normalissimo, russel, e non dal miglior difensore della lega…ah e stockton chiuse le finals con 9.7pts a gara…

  43. ma come.. non vedi che è sparito?
    nelle finals 1997:
    23.8+10.3+3.5

    1998:
    25.0+10.5+3.8.

    … invece che 30 + 15.. infatti l’abilità di rodman era proprio nel nonfargli fare 30 +15…

    • Si bravo peccato che una quindicina di punti si li faceva a inizio primo quarto contro tony Kukoc. Rigurdati meglio le finali

      • scusa ma il succo del discorso qual’è? ke jackson mandava nel 1/4 kukoc al posto di rodman per far segnare malone? ma discuti l’unico giocatore oltre MJ che per 11 anni ha fatto più di 2.000 punti? ma hai visto malone coi lakers ed un ginocchio rotto contro duncan e garnet giusto un filino più giovani di lui…
        poi ci sta tutto dire che preferisci TD per carità… ma sembra che malone sia il primo idiota paraculato che passava sul parquet…

  44. Il discorso di chi aveva contro invece vale eccome, perché se contro hai rodman cambia rispetto ad avere che so, larry johnson zoppicante o marcus camby pubescente. Cambia eccome.

    Dove era malone nel 99? Cristo santo aveva 36 anni lui e 37 stock, e 37 hornaceck, che dovevano, continuare ad andare in finale contro gente più giovane? Ma non scherziamo.

    Se fai 22pts in regular e ne fai 24 nei playoffs è più fattibile rispetto a passare da 27pts in su. Comunque io contesto l’idea che duncan sia considerato nettamente superiore a malone basandosi sugli anelli vinti, ignorando però gli avversari incontrati dall’uno e dall’altro. Tutto quì, poi ritenere duncan il migliore è assolutamente accettabile. Ma non cerchiamo di far credere che malone era uno buono o poco più.

    • Non ho detto che era buono o poco più…ci mancherebbe…semplicemente non è il campione assoluto.
      Preferisco Duncan…non solo per i titoli ma proprio come giocatore da vedere in campo e come fa giocare la squadra.
      A mio parere come intelligenza cestistica Duncan è più forte.
      Ah Camby non è male però vinci il titolo subito da leader al secondo anno Nba. Non è poco anzi.

  45. Cmq lascia il tempo che trova questi discorsi….ognuno la sua idea….stasera 23 punti e Kobe sorpassa Shaq almeno mi sembra. Speriamo che ci sia stanotte su Espn…sono curioso…

  46. m. P. hai scritto la mia stesa cosa… e che ppalle :) un attimo dopo e mi risparmiavo la fatica

    mad-mel: sono discorsi da bar e nulla più.. a qualcuno interessano (a me) e ad altri no.. cmq quando dici che TD è un giocatore più intelligente hai ragione. però occhio malone non era affatto stupido…e duncan che è una bestia al riguardo

  47. Malone era impressionante anche a 41 anni… Un’energia che non si sa da dove gli venisse. E vado contrario alla tesi che non fosse un’ottimo difensore; pure contro Minnesota, marcò Garnett da Dio in quella serie, nonostante una frattura ( per quanto era possibile marcare Garnett).

    Su Duncan nulla da dire, mostro in tutto; unica vera differenza tra i due è la longevità, Malone a 35 anni era ancora una bestia. Duncan, purtroppo, è quasi arrivato al capolinea.

  48. Ammiraglio,Mp ecc. Purtroppo chi vince è un vincente,chi perde no.non esistono ne se ne ma,se Duncan ha fatto (già dal secondo anno) di una squadra non certo eccezionale una squadra vincente,di sicuro ha avuto qualcosa in più del buon postino,se non altro per le doti di leadership..gli anelli contano in questo sport,e pesano aldilà delle fatalità,4 non son certo pochi..non c’è sempre stato jordan sulla strada dei jazz..eppure hanno fallito ogni anno..

  49. A me non interessa se contano solo gli anelli, io provo ad analizzare come e contro chi sono stati vinti, e che so, vincere contro i pistons nel 2005 per me vale più che contro i nets del 2003 e i cavs del 2007 messi assieme. E perdere contro jordan e quei bulls non è esattamente una vergogna, o soffrire contro rodman, o magari essere eliminati dai rockets del 1993-1995. Si tratta di sport di squadra e quindi le sconfitte sono sempre da dividere. E se è vero che duncan ha dominato, è vero anche che ha avuto un tony parker e sopratutto un ginobili che tiravano la carretta quando lui non era in giornata, mentre se si guarda i jazz, quelli del 1997, oltre ai 25 di malone, c’erano solo i 10 scarsi di hornaeck e poi nessun altro in doppia cifra. Gli spurs del 2005 in finale potevano contare i 20 di duncan, ma anche i 19+6+4 di ginobili, che ha tirato molto meglio di duncan, e i 14 di parker, più i 10 di horry, insomma, aiuta avere altri giocatori che tolgono le dannate castagne dal fuoco, vedi parker nel 2007.

  50. Tornando al presente, Love è stato squalificato per 2 gare dopo la porcata su scola, mi pare giusto.

  51. Se contiamo solo gli anelli, allora Horry spacca il culo a tutti, e Steve Kerr mangia in testa a Stockton o Nash…dai, siamo seri…vincente non è solo chi vince (vi ricordo che hanno un anello anche gente come Antoine “The Genious” Walker, o Darko Milicic), ma anche chi imposta una intera carriera nella direzione dell’anello, con tutto quello che ne consegue

    Esistono migliaia di elementi troppo aleatori (compagni di squadra, avversari affrontati, infortuni, coaches, dirigenza, etc) che fanno la differenza tra vincere o perdere, imputarli tutti a meriti o responsabilità individuali non ha senso. Se penso a Stockton, penso ad un giocatore che si è sempre allenato come una belva, che a 41 anni ancora era tra i migliori 6-7 playmaker della Lega, che non aveva reali punti deboli, che era un duro sotto pressione, che ha giocato infortunato, con la febbre, con un occhio distrutto (P.O. 1992 contro i Blazers)

    Se invece di Russell avesse avuto, non so, un Prince qualsiasi, adesso non staremmo qui a parlare. Se Duncan deve essere migliore di Malone solo per i 4 titoli a 0, allora sarebbe un discorso senza senso. Non è certo così grande la differenza tra i due. Sono altre le cose che mi fanno dire che Tim sia la migliore ala grande della storia. Ed i titoli sono importantissimi, specie per come sono stati ottenuti, ma non sono certo l’unico elemento

    Un po’ come dire che Kobe ha 5 titoli, James 0…si, corretto da un punto di vista statistico, ma sotto quello della sostanza…ripeto per la 1000 volta, a parte tutte le cazzate che uno si può raccontare, LBJ ha fallito una sola volta in vita sua, nelle scorse Finals

    Mi ricordo un articolo di un giornalista di ESPN, qualche mese fa…in cui si chiedeva: ma James avrebbe mai vinto con Shaq accanto, o circondato da Gasol, Bynum, Odom, Artest? Beh, molto probabilmente si…e Kobe, avrebbe mai portato i Cavs alla finale 2007, o oltre le 60W per due anni di fila? Sicuramente no…

    Si può preferire l’uno o l’altro, ma portare come esempio il numero di titoli vinti, senza analizzare il contesto in cui sono maturati, è parlare di tutto e di niente

  52. Si daccordo sino a: “se invece di Russel avesse avuto un Prince qualsiasi….”
    Avesse avuto il genio di Minneapolis in cuffia Malone avrebbe vinto almeno un titolo… si certo
    se non sono ilazioni queste, e poi che vuol dire un Prince qualsasi, uno come quello di oggi (?), o anche un Bowen magari, un Rick Fox non bastava però attenzione, avesse avuto Artest (si certo date a Stockton-Malone il miglior Artest possibile)…….. che peccato!
    aleatorio
    oggettivo invece che James abbia fallito una sola volta (gira che ti rigira ce lo metti sempre sto James)
    Se nei Cavs del 2007 ci fosse stato M. Jordan?

  53. Esatto, io credo che a malone sia mancato quel giocatore alla gino in grado di prendere in mano una gara da solo, e azzannare le difese con le sue sfuriate che potevano arrivare sotto forma di pts ma anche sotto forma di giocate per i compagni, è mancato quello che cambiava ritmo alle gare. Senza contare che non ha mai avuto un parker in grado di prendere il controllo di una serie, con duncan ancora sano, e vincere proprio le finals dominando, ok contro snow, però dominando.
    Malone aveva troppe responsabilità e se non era in giornata lui, allora si faceva grigia per i jazz.

    Poi si può dire che duncan era più completo in difesa, anche perché il caraibico aveva una stazza che gli garantiva di gestire i pivot avversari, spesso contro i lakers prendeva shaq e viceversa, ma poteva anche infastidire ali più basse di lui. Malone con i suoi 205 cm non poteva certo dominare in difesa come duncan, anche solo come intimidazione, duncan ricordo alcune scene di quando era matricola con le braccia alzate arrivava a metà retina, senza saltare, quindi è chiaro che aveva un controllo dei tabelloni con pochi eguali.

    Come passatori credo fossero diversi come stile, ma nella sostanza ottimi, malone dal post, anche di spalle al canestro era micidiale, mentre duncan è più simila a gasol come visione di gioco.

    Quindi globalmente le differenze di sostanza sono poche, se non che uno ha vinto 4 anelli e 0 sconfitte in finale, e l’altro 3 finali e 0 anelli. E siccome in campo si scende assieme ad altri 4 compagni + panchina, direi che tra il vincere e il perdere ci sono troppe variabili.

  54. Permettendo ke sono da accordo sul fatto ke probabilmente anke James avrebbe vinto cn il lakers,xke devi dire con assoluta certezza ke kobe nn avrebbe fatto qll ke James ha fatto cn il cavs?su cosa ti basi?secondo me solo sull essere tifoso di James e basta…

    Tra malone è duncan prendo garnett,giocatore eccezionale,completo,super difensore capace di difendere su praticamente tutti e 5

  55. …su tutti e 5 i ruoli praticamente..dotato di una cattiveria proprio di uno diverso dagli altri..ha vinto meno di qll ke meritava anke xke giocava in una squadra debole contro avversari oggettivamente imbattibili x le potenzialità di quei Minnesota…nessuno cn qll squadra avrebbe fatto meglio,ne jordan ne Magic ne nessun altro

  56. Mav

    Guarda, tifoso di James mai…solo sono stanco del fatto che venga criticato a proprio qualsiasi cosa faccia, e si tenti continuamente di sminuirlo…tante volte ho “difeso” anche Kobe quando è stato criticato senza motivo…

    Garnett è buono, anzi, probabilmente il migliore come 2° violino…ma dovendo prendere un giocatore franchigia, vado con TD tutta la vita, gli posso più facilmente costruire una squadra intorno

  57. no dai iyw, non dire anche tu che garnett è al massimo un secondo violino ( seppure il miglior secondo violino), ti prego…..

  58. sul discorso Kobe potrebbe fare quello che ha fatto Lebron con Cleveland…guardate quello che sta facendo, e probabilmente farà kobe ai lakers quest’anno…le situazioni sono simili

  59. kobe ha avuto una squadraccia nell’era post shaq…e non l’ha portata alle finals…

    tra malone, garnett e duncan, come ala grande scelgo rasheed wallace…poco poco avesse avuto un terzo dell’etica del lavoro e della testa di quello che ne ha meno dei 3… tecnicamente completo come nessuno dei 3…

  60. iwy ma in ultima analisi… sei d’accordo che, anche se tu preferisci TD, non si può dire con assoluta certezza che TD sia la miglior ala grande?
    viceversa nessuno può obiettare che Bird sia la miglior ala piccola della storia.

    kobe james… se i lakers post shaq li mettiamo ad est fanno 2 finali pure loro… non li hanno fatti xkè l’ovest in quegli anni, come ora, era nettamente superiore.
    james avrebbe sicuramente vinto con shaq a patto di non farsi venire il braccino come con orlando e dallas nei momenti caldi…

  61. Concordo con Hanamichi…
    È troppo difficile decretare chi sia la PF più forte perchè incide tantissimo il gusto personale… Anche io sceglierei Duncun ma con grandissime difficoltà! Malone, SirCharles, Kemp, Sheed sono tutti grandissimi anche se alcuni non hanno vinto un anello… Sicuramente non gli si può dare dei perdenti!
    Tale discorso si può estendere per qualsiasi ruolo… Credo che l’unica verità assoluta sia che HisAirness sia il più grande, ed a questo nessuno può dire il contrario

  62. “tra malone, garnett e duncan, come ala grande scelgo rasheed wallace”

    Potenzialmente poteva essere il migliore, ma appunto, potenzialmente. Nei fatti non gli è stato neanche vicino e lo dimostrano le sue medie carriera; era una inguaribile testa di cazzo ed in campo si vedeva. Partite intere in cui, non si sa per quale motivo, non perveniva; queste cose gli altri tre non l’hanno mai fatte. Magari tiravano e sbagliavano di tutto, ma almeno ci provavano, ci buttavano l’anima; non si sono mai sognati di fare lo spettatore in campo e questo perchè a livello di cervello erano un’altra cosa.

    • appunto l’ho scritto dopo…il più completo tecnicamente…ma il peggiore , e di un immensità, di testa…

  63. Bryant-James

    1) Bryant quest’anno compie 34 anni; è ben lontano dalla stagione 2006 ( stagione in cui, fino a che Bynum non si rompeva, erano primi ad ovest)

    2) I Lakers di oggi non sono paragonabili ai Cavs del 2007. Quei Cavs facevano veramente schifo.

    3) Tra le conference, spiacente, ma non c’è e non c’era paragone. All’epoca neanche a dirlo, l’unica vera squadra furono i Pistons ( oltre a 2 anni degli Heat); oggi ad Est ai playoff ci vanno i Bucks con un “bel” 43%; ad Ovest stanno fuori Mavs (56), Minnesota (50) e Memphis (48). D’altra parte per me la finale vera si gioca ad Est tra Chicago e Miami ( con favorita Miami), ma questi sono altri discorsi.

  64. Magari se giocava nella ridicola EC di allora dove beccavi al primo turno i temibili Wizard e non una delle squadre migliori della lega forse ce li portava pure…

  65. La stagione di cui parli non è quella del 2006, ma 2007-08 quandoi poi arrivò gasol che rese i lakers una contender.

    “james avrebbe sicuramente vinto con shaq a patto di non farsi venire il braccino come con orlando e dallas nei momenti caldi”

    38+8+8 di media contro orlando, e c’è ancora qualcuno che ha da ridire su quella serie? Ma finiamola, d’accordo con le scorse finals in cui gioco male, ma se si tira fuori la serie del 2009 allora si stupidamente faziosi.

  66. Ah, e per la cronaca, quei wizards aveva jaminson, arenas(da 29pts) e butler e vincevano 50 gare a stagione, più dei lakers, quindi direi che non erano proprio abbordabili, sopratutto considerando il roster dei cavs.

  67. eh però l’ammiraglio e gail non hanno tutti i torti

    la verità però è che KB è una guardia, non un all-around come LBJ. in una squadra senza aiuto, il secondo può avere un impatto molto maggiore, senza considerare che atleticamente non c’è paragone neanche col miglior Bryant. Probabilmente la verità sta nel mezzo, avrebbe raggiunto i PO nella eastern, ma non avrebbe vinto tanto quanto james

    intanto chancey tendine andato, stagione finita; gallo caviglia rotta, stop di 1 mese..geniale idea 66 partite in 4 mesi

  68. M.P grazie per cito testualmente lo “stupidamente faziosi”. è sempre bello essere epitetati in un forum.
    passando oltre non è forse verò che nelle ultime 3 sconfitte james tirò di merda (11-28 la 2°, 13-29 la 3° – ok non male, 8-20 la 4°)sbagliò tutti i tiri punto a punto (una partita finita con 1 punto di scarto e una con 2 punti) e nella decisiva gara 6 fu sotanzialmente uno spettatore impotente? se poi vogliamo dire che i cavs persero per mo williams &company siamo tutti d’accordo…
    ma che non ha messo 2 tiri decisivi e che nell’ultima partita abbia giocato al di sotto delle altre 5 è un fatto.
    kobe da 2° di shaq le partite che doveva vincere le ha vinte (es. portaland la prima che mi viene in mente).
    sulle conference hanno risposto gli altri, se la vedi in quel modo hai il sacrosanto diritto di pensarla così

  69. Per un pò a NY ameranno un certo carneade che di cognome fa Lin. Poi aggiungiamoci la comunità cinese che assalterà le arene di tutta la NBA per vedere il figliol prodigo, che forse non conosce una parola di mandarino/cantonese.

    Billups ha terminato la sua carriera. Se è saltato il tendine d’achille possiamo iniziare a fare gli elogi a Big Shot.

    Sembra che Gallinari abbia una scheggia sul piede dovuto alla torsione della caviglia. Se così fosse stagione regolare a rischio.

    La stagione idiota va avanti facendo vittime. Vedrete che tra un pò le squadre di vertice avendo messo fieno in cascina tireranno i remi in barca salvaguardando i big.

    Parliamo di gare
    Visto l’ultimo quarto dei “miei” Kings. Che dire: vittoria contro una squadra che fa basket salvo non avere uno che la mette. Gli schemi sono ben fatti se poi hai Okafor che non la mette, Vasquez che vuole fare il fenomeno, Belinelli insulso quando contava e poco altro non batti nemmeno una manica di cessi con la canotta viola.

    Quei cessi che ti fanno odiare il basket. Coach Smart si sta affidando alla 60ma scelta del draft, un certo Isaiah Thomas, 1.75m, che sta dando un minimo ordine ad una massa informe di giocatori che pensano a fare l’uno contro il mondo. Evans sa fare due cose: penetrare o perdere la palla. E’ un totale buco nero, come lo è in parte Thornton, che Smart ha messo in piedi lo schema più complesso di questo mondo, ovvero la “ruota”. Mentre i buchi neri facevano il loro, Cousins si smazzava 19 rimbalzi e segnava 28 punti senza avere uno che gliela passa. Quell’uno è Thomas!!!!!!
    La mia rabbia è vedere una squadra con talento (ieri hanno vinto solo con quello) che non fa basket. Che non sfrutta un fenomeno che salta 5 cm ma trova il modo di segnare, e deve affidarsi a dei buzzer di Thomas perchè Evans ti fa due penetrazioni buone seguita da palle perse. Giocatore che sto odiando come pochi altri per l’assoluta mancanza di IQ cestistico. Fino a quando terremo lui e Thornton insieme non andremo da nessuna parte.

    Philly
    Gara durissima vinta allo scadere quando i nodi vengono al pettine. Fino a quando Kobe fa il fenomeno spalleggiato dalle due torri tengono botta, poi nel finale le percentuali al tiro del 24 calano e scende la notte. Notabile la difesa stile palo della luce di Fisher. Philly vince e assomiglia molto alla “mia Cantù” che non ha fenomeni, ma fa del gioco di squadra la sua fede. Purtroppo non ha mister X che ti serve come il pane nei finali di gara. Se lo trovassero senza smantellare il gruppo sarebbero una contender fatta e finita.

    Visto i 10 minuti di finali dei Raptors (mi faccio del male…). Hanno perso recuperando da -18 perdendo un paio d’occasioni per portarla a casa. Come i Bulls 17 trasferte su 26 gare! Calderon dopo il discorso di Colangelo ha tirato i remi in barca, in pratica non gioca più. DeRozan non vale un quintetto base e ne tutta la considerazione che hanno in Canada. Evidentemente lassù la sanno lunga nell’Hockey, o a LaCrosse, meno col basket.

  70. per chi non è interessato a bryant vs james consiglio di passare oltre… :)

    volevo parlare di TD Malone e KG e non di bryant e james… ma mi sono fatto tirare dentro.
    assodato che james al 99% vinceva 3 anelli con shaq, a chi confronta i numeri di james con quelli di bryant a parità di età segnalo che bryant era la 2° opzione offensiva dei lakers. ha messo su dei numeri incredibili, già battuti da james, giocando come 2° arma e non come prima.
    sono convinto che a carriere invertite ci troveremo esattamente nella situazione opposta. con bryant senza anelli e tutti i record precocità di james polverizzati.

    per chi dice che in quegli anni bryant non avrebbe portato i cavs ai play off ho controllato i numeri di wikipedia per bryant e james e ho fatto le medie punti a stagione (non pigliatemi per il culo per favore… apprezzate la buona volontà).
    non ho considerato i primi 2 anni di james (03/04 e 04/05) in quanto i cavs non hanno fatto i play off.
    ho guardato solo ai punti segnati e non alle altre statistiche se no riconglionivo e voi con me.
    bene nella:
    stagione 05-06 cavs ai P. O. e james 27,33 punti di media.
    stagione 05-06 lakers ai P. O. e bryant 35,4 punti di media (lakers fuori al 1° turno)

    stagione 06-07 cavs ai P. O. e james 28,42 punti di media (in finale)
    stagione 06-07 cavs ai P. O. e bryant 31,56 punti di media (lakers fuori al 1° turno)

    tutto sto sporloquio per dire che, nonostante i numeri non dicano tutto, bisogna andarci piano a dire che in quel periodo ed in quella conference bryant non avrebbe portato i cavs ai play off.. perchè ha fatto numeri migliori di james (aiutato dal fatto di essere un giocatore più maturo) in un contesto molto più difficile.

    scusate la lunghezza

Commenta